Principale > I dadi

Resistenza degli acidi organici;

Il distacco di un atomo di idrogeno sotto forma di un catione in molecole di acidi organici rispetto agli alcoli è notevolmente facilitato a causa dell'influenza del gruppo carbonile che si ritira elettrone. L'atomo di carbonio carbonile ha una carica positiva parziale e tende a compensarlo, estraendo la densità di elettroni dagli atomi vicini. La carica sull'atomo di ossigeno del gruppo ossidrile è ridotta, la polarizzazione del legame "O-H" è migliorata.

Tra gli acidi carbossilici non sostituiti, l'acido formico è il più forte: pK (HCOOH) = 3,75. Le proprietà acide dei restanti membri della serie omologo si indeboliscono, da allora i radicali alchilici hanno un effetto di induzione positivo e contribuiscono alla formazione di una carica positiva sull'atomo di carbonio, che a sua volta riduce la polarizzazione del legame (OH), ad esempio, pKa (acido acetico) = 4,75.

L'introduzione di atomi o gruppi che si ritirano elettroni, così come gli alcoli, aumenta l'acidità della molecola. Questo effetto dei sostituenti, che hanno un effetto J, è chiaramente tracciato dall'esempio di acidi sostituiti con alogeno. Gli atomi di alogeno polarizzano il legame C-HaL, questo effetto viene trasferito agli atomi di carbonio adiacenti e porta ad un aumento della carica positiva parziale sull'atomo di idrogeno carbossile, che facilita la sua eliminazione:

La forza dell'acido aumenta con il numero di atomi di alogeno. Quindi nella serie acido cloroacetico (pK = 2,86), dicloracetico (pK = 1,29), tricloroacetico (pK = 0,9), quest'ultimo è il più forte.

In piena conformità con il cambiamento del valore dell'effetto induttivo del sostituente, la resistenza degli acidi sostituiti con alogeno diminuisce da cloroacetico (pK = 2, 86) a iodoacetico (pK = 3,17), poiché l'elettronegatività del cloro è maggiore dello iodio. L'effetto di induzione svanisce rapidamente ad un prezzo, quindi la forza degli acidi sostituiti con alogeno diminuisce rapidamente quando l'atomo di alogeno si allontana dal gruppo carbossilico. Ad esempio, nella serie: acido 2-clorobutanoico (pK = 2,84), 3-clorobutanoico (pK = 4,06) 4-clorobutanoico (pK = 4,52). Più potenti degli acidi monocarbossilici marginali saranno altri acidi con sostituti, che hanno un effetto di induzione negativo. Questo è:

1. Acidi monobasici insaturi dovuti all'effetto di induzione negativa (acido propanoico pK = 4,87, acido acrilico pK = 4,26)

L'acido propiolico è ancora più forte

  1. Idroacidi: (3-idrossipropano (pKa = 4,51) e 2-idrossipropano (pKa = 3,85)

Man mano che aumenta la distanza tra gruppi carbossilici, il loro pK monofacciale = 4,43; pK glutarico = 4,34; pK malonico = 2,80.

Mangimi e alimenti additivi

L'uso di acidi organici nell'alimentazione animale.

1. Principi e meccanismo d'azione

Per molti decenni gli acidi organici sono stati utilizzati nell'alimentazione animale. Sono utilizzati per prevenire danni ai mangimi, nonché a causa dell'effetto positivo degli acidi sui processi fisiologici nel tratto digestivo.

Alla fine degli anni '60, quando BASF iniziò la sua attività nel campo degli additivi per mangimi per animali, l'acido propionico fu uno dei primi prodotti offerti ai consumatori.

Il termine "acidi organici" descrive un gruppo di acidi grassi a catena corta costituito da non più di sette atomi di carbonio e con uno o più gruppi carbossilici (R-COOH) come gruppo funzionale. Sono anche chiamati acidi carbossilici (vedi tabella).

Caratteristiche chimiche e fisiche di alcuni acidi organici

Massa molare, g / mol

Energia totale, kJ / g

Solubilità in acqua

Riduzione del PH nei mangimi e nel tratto gastrointestinale

L'acido formico con un peso molecolare di circa 46 g / mol è la composizione più semplice e più semplice. Consiste di un gruppo carbossilico collegato ad un atomo di idrogeno. L'acidità o l'effetto acidificante (abbassamento del pH) degli acidi organici in soluzione acquosa è il risultato della dissociazione (separazione) del gruppo carbossile (s) e il rilascio di ioni H +. Più gruppi carbossilici presentano per unità di massa di acido organico, più forte può essere l'effetto acidificante. Questo spiega l'effetto di abbassamento del pH più pronunciato dell'acido formico rispetto all'acido lattico: il peso molecolare dell'acido lattico è quasi il doppio della massa dell'acido formico e il gruppo carbossile di ciascun composto ne ha solo uno.

2. Applicazioni

Gli acidi organici sono usati come conservanti per conservare i mangimi e nutrire le materie prime. Grazie alle loro proprietà antimicrobiche, sono in grado di inibire la crescita di microrganismi.

Gli acidi organici sono usati nell'alimentazione degli animali a causa del loro forte effetto antimicrobico. Sebbene non si tratti di antibiotici, possono effettivamente bloccare la crescita e la diffusione di batteri patogeni, oltre a funghi e lieviti indesiderati. Attualmente si ritiene che il meccanismo di azione antimicrobica degli acidi organici sia dovuto a tre diversi effetti. Innanzitutto, l'acido organico abbassa il pH a un livello sfavorevole a molti patogeni. Allo stesso tempo, la loro crescita e riproduzione sono molto limitate o impossibili. In secondo luogo, le molecole acide sono lipofile e, in uno stato indifferenziato, possono penetrare nella membrana cellulare di batteri patogeni come la Salmonella.

La dissociazione e, di conseguenza, una diminuzione del pH si verifica già all'interno della cellula patogena. Il microrganismo spende una grande quantità di energia sui processi compensatori, che lo indeboliscono e in seguito provoca la morte. Gli acidi inibiscono anche l'attività dei sistemi enzimatici, ad esempio responsabili della replicazione del materiale genetico del DNA. Di conseguenza, la proliferazione del microrganismo non è più possibile.

Il terzo effetto è la dissociazione delle molecole acide, che non possono più penetrare nella membrana cellulare, danneggiando la sua struttura proteica esterna. Questo cambia la permeabilità della membrana a minerali come sodio e potassio. Di conseguenza, la pressione osmotica intracellulare cambia, causando nuovamente la morte del microrganismo.

Un aspetto importante: nonostante gli acidi organici siano stati utilizzati per nutrire gli animali da molti anni, non c'è resistenza alla microflora.

Vari effetti sui microrganismi

L'effetto antimicrobico di vari acidi organici può essere testato usando un'esperienza biologica di laboratorio relativamente semplice. Questo test implica la determinazione della concentrazione inibitoria minima, o MIC. La concentrazione inibitoria minima è la concentrazione più bassa di una sostanza che può sopprimere la crescita e la riproduzione di microrganismi in condizioni standard. Più basso è il valore MIC, più efficaci sono le proprietà antimicrobiche dell'acido. La figura mostra i valori MIC per vari acidi organici esposti a vari microrganismi.

Gli effetti minimi di concentrazione inibitoria (MIC) sui microrganismi di alcuni acidi organici

L'acido formico è estremamente efficace contro i batteri patogeni, come E. coli (Escherichia coli) o Staphylococcus aureus (Staphylococcus aureus), e lievito indesiderato, come Candida albicans. L'acido propionico blocca più efficacemente la crescita di funghi, come l'Aspergillus flavus, che può sintetizzare l'aflatossina.

Sulla base di questo, possiamo concludere: per controllare la microflora patogena, come la Salmonella o E. coli, così come il lievito, è necessario utilizzare miscele di acido formico puro o acido con il più alto contenuto di acido formico. D'altra parte, quando si conserva il mangime, dove il deterioramento è principalmente dovuto a funghi microscopici, sono preferibili l'acido propionico puro o le miscele acide con il suo alto contenuto. Va tenuto presente che le MIC definite nel test dimostrano solo la classificazione degli acidi organici rispetto alla forza della loro azione antimicrobica. I dosaggi stabiliti in laboratorio non sono adatti all'uso pratico nei mangimi, poiché il mangime ha una grande capacità tampone e, pertanto, richiede una maggiore concentrazione di acido per garantire un effetto adeguato.

Pertanto, sulla base di specifiche proprietà antimicrobiche, si possono distinguere le seguenti quattro aree principali di applicazione degli acidi organici nell'alimentazione animale:

• conservazione di materie prime per mangimi, mangimi, insilati;

• controllo di microrganismi patogeni, come Salmonella (Salmonellae), E. coli (Escherichia coli), Clostridia (Clostridium perfringens);

• servizi igienici per l'acqua potabile per gli animali: controllo dello sviluppo della microflora, prevenzione dello sviluppo del biofilm;

• effetto digestivo: diminuzione del livello di pH nel mangime, che porta ad un aumento della digeribilità delle proteine ​​e del fosforo, una diminuzione della diarrea, un miglioramento della qualità della lettiera e un aumento dell'assunzione di cibo.

Per controllare la microflora patogena nei mangimi (Salmonelle, Escherichia coli, Clostridium perfringens), nonché per migliorare l'effetto digestivo e ridurre l'incidenza di diarrea, raccomandiamo il nuovo prodotto Amail NA. Contattare i rappresentanti BASF per ulteriori informazioni!

Riepilogo. Gli acidi organici hanno proprietà antimicrobiche specifiche, grazie alle quali vengono utilizzati nella conservazione delle materie prime dei mangimi, il controllo degli agenti patogeni, la riabilitazione dell'acqua potabile e nell'alimentazione degli animali al fine di migliorare la digeribilità dei nutrienti alimentari, ridurre la diarrea, migliorare la qualità della lettiera, aumentare il consumo di mangime. BASF è pronta a offrire soluzioni ai problemi in ogni area basata su miscele acide tamponate sicure. Hanno selezionato in modo ottimale il rapporto tra gli acidi più efficaci - formico e propionico.

Riepilogo. Gli acidi organici hanno determinate caratteristiche antimicrobiche. Per il miglioramento della qualità della lettiera, aumentando il tasso di assestamento, aumentando la quantità di diyrrhea e migliorando la qualità della lettiera. Miscele di bicarbonato, in cui il rapporto tra gli acidi più efficaci (acido formico e acido propionico) è bilanciato in modo ottimale.

Ufficio di Mosca di BASF

Mosca, Krasnopresnenskaya emb., 10, blocco C

ACIDI ORGANICI

Gli acidi organici sono una classe attiva di composti organici che si formano nel corpo umano come risultato di processi biochimici.

Gli acidi organici si trovano anche in alcune piante in:

  • linfa delle cellule,
  • bacche e frutti
  • fogliame
  • steli e radici.

Nelle piante, i più comuni sono acidi organici come:

  • malico,
  • citrico,
  • ossalico,
  • vino,
  • acido acetico,
  • salicilico,
  • acido formico e altri.

Quando la pianta matura, il contenuto di acido organico diminuisce a causa dell'aumento degli zuccheri.

Gli acidi organici valeriani e isovalerici si trovano negli oli essenziali:

L'acido linoleico è disponibile:

  • nei semi di lino,
  • nei frutti dell'olivello spinoso.

Gli acidi malico, tartarico e citrico sono:

  • nei frutti di fragola,
  • lamponi e in altre piante.

Gli acidi aromatici sono molto importanti:

L'acido salicilico si trova in:

Acidi organici:

  • sono coinvolti nel metabolismo
  • stimolare l'attività delle ghiandole salivari,
  • influenzare la secrezione della bile,
  • migliorare l'appetito e la digestione,
  • avere un effetto battericida,
  • abbassare il colesterolo, che impedisce lo sviluppo di aterosclerosi.

Da frutti e bacche contenenti acidi organici,

Preparare bevande per pazienti, sciroppi per migliorare il gusto delle miscele per i bambini.

Salute a te e alla tua famiglia! A presto sulle pagine del pensionato della scuola virtuale.

Non dimenticare di condividere questo materiale "ACIDI ORGANICI" con i tuoi amici sui social network e lasciare un commento sull'articolo.

Leggi anche su una corretta alimentazione:

Acidi organici

Gli acidi organici sono i prodotti di decadimento di sostanze nel processo di reazioni di scambio, la cui molecola contiene un gruppo carbossilico.

I composti sono elementi intermedi e le componenti principali della conversione dell'energia metabolica basata sulla produzione di adenosina trifosfato, il ciclo di Krebs.

La concentrazione di acidi organici nel corpo umano riflette il livello di funzionamento dei mitocondri, l'ossidazione degli acidi grassi e il metabolismo dei carboidrati. Inoltre, i composti contribuiscono al ripristino spontaneo dell'equilibrio acido-base del sangue. Difetti nel metabolismo mitocondriale causano anormalità nelle reazioni metaboliche, lo sviluppo di patologie neuromuscolari e cambiamenti nella concentrazione di glucosio. Inoltre, possono portare alla morte cellulare, che è associata ai processi di invecchiamento e alla comparsa di sclerosi laterale amiotrofica, morbo di Parkinson e di Alzheimer.

classificazione

Il più alto contenuto di acidi organici in prodotti di origine vegetale, per questo motivo vengono spesso chiamati "frutto". Danno sapore caratteristico ai frutti: aspro, acido, astringente, quindi sono spesso utilizzati nell'industria alimentare come conservanti, agenti di ritenzione idrica, regolatori di acidità, antiossidanti. Considerare gli acidi organici comuni e in base al numero di additivi alimentari fissati: formico (E236); mela (E296); stanza del vino (Е335 - 337, Е354); Latte (E326 - 327); ossalico; benzoico (E210); sorbico (E200); limone (Е331-333, Е380); acido acetico (Е261 - 262); propionico (Е280); fumaric (E297); ascorbico (E301, E304); ambra (E363).
Il corpo umano "estrae" gli acidi organici non solo dagli alimenti nel processo di digestione degli alimenti, ma li produce anche da solo. Tali composti sono solubili in alcool, acqua, svolgono una funzione disinfettante, migliorano il benessere, la salute umana.

Il ruolo degli acidi organici

La funzione principale dei composti del carbonio è di mantenere l'equilibrio acido-base del corpo umano.
Le sostanze organiche aumentano il livello di pH del mezzo, che migliora l'assorbimento delle sostanze nutritive da parte degli organi interni e l'eliminazione delle tossine. Il fatto è che il sistema immunitario, i batteri benefici nell'intestino, le reazioni chimiche, le cellule funzionano meglio in un ambiente alcalino. L'acidificazione del corpo, al contrario, è la condizione ideale per la prosperità delle malattie, che si basano sui seguenti motivi: aggressività acida, demineralizzazione, debolezza enzimatica. Di conseguenza, una persona sperimenta malessere, stanchezza costante, aumento dell'emozione, comparsa di saliva acida, eruttazione, spasmi, gastrite, crepe nello smalto, ipotensione, insonnia e neurite. Di conseguenza, i tessuti stanno cercando di neutralizzare l'eccesso di acido dalle riserve interne. Una persona perde massa muscolare, manca di vitalità. Gli acidi organici sono coinvolti nei seguenti processi di digestione, alcalinizzando il corpo:

  • attiva la peristalsi intestinale;
  • normalizzare gli sgabelli giornalieri;
  • rallentare la crescita dei batteri putrefattivi, fermentazione nell'intestino crasso;
  • stimolare la secrezione di succo gastrico.

Funzioni di alcuni composti organici:

    1. Acido formico Ha un effetto asettico, rallenta i processi di decomposizione, marcisce e quindi viene utilizzato come agente di conservazione antibatterico nella preparazione del cibo. Può essere utilizzato nell'apicoltura per combattere i parassiti, come una candeggina nella pelle conciata, nella mordente tintura della lana, nella conservazione di frutta, nella fermentazione di verdure, nella produzione di succhi e bevande analcoliche. In natura, si trova in mele, lamponi, ciliegie dolci, ortiche e miele d'api.
    2. Acido malico Come additivo alimentare utilizzato nella produzione di dolciumi, acqua di frutta. In medicina, è usato per creare medicinali per raucedine, stitichezza, in cosmetologia - per "ammorbidire" e "disinfettare" i prodotti. Contenuto in cenere di montagna, crespino, lampone, mele acerbe, uva.

Acido tartarico È utilizzato in chimica analitica, medicina, industria alimentare per la rilevazione di zuccheri, aldeidi, nella fabbricazione di bevande analcoliche, succhi di frutta. Agisce come antiossidante. Nella maggior quantità contiene nelle uve.

Acido lattico Possiede azione battericida, è utilizzato nell'industria alimentare per l'acidificazione di dolciumi e bevande analcoliche. Formata durante la fermentazione lattica, si accumula nei prodotti a base di latte fermentato, frutta e verdura fermentata, salata, in salamoia.

Acido ossalico Stimola il lavoro dei muscoli, dei nervi, migliora l'assorbimento del calcio. Tuttavia, ricorda che se l'acido ossalico diventa inorganico durante la lavorazione, si formano i suoi sali (ossalati) che provocano la formazione di calcoli e distruggono il tessuto osseo. Di conseguenza, una persona sviluppa artrite, artrosi, impotenza. Inoltre, l'acido ossalico viene utilizzato nell'industria chimica (per la produzione di inchiostro, plastica), metallurgia (per la pulizia di caldaie da ossidi, ruggine, scaglie), in agricoltura (come insetticida) e cosmetologia (per sbiancare la pelle). In natura, si trova in fagioli, noci, rabarbaro, acetosa, spinaci, barbabietole, banane, patate dolci, asparagi.

Acido citrico Attiva il ciclo di Krebs, accelera il metabolismo, mostra proprietà disintossicanti. Viene utilizzato in medicina per migliorare il metabolismo energetico, in cosmetologia - per regolare il pH del prodotto, esfoliare le cellule "morte" dell'epidermide, levigare le rughe e preservare il prodotto. Nell'industria alimentare (nella produzione del pane, per la produzione di bevande gassate, bevande alcoliche, confetteria, gelatina, ketchup, maionese, marmellata, formaggio fuso, tè freddo tonico, pesce in scatola) viene utilizzato come regolatore di acidità per proteggere dal flusso di processi distruttivi, conferire un caratteristico sapore aspro prodotti. Fonti di collegamento: lemongrass cinese, arance acerbe, limoni, pompelmi, suite.

Acido benzoico Ha proprietà antisettiche, quindi è usato come agente antifungino e antimicrobico per le malattie della pelle. Sale di acido benzoico (sodio) - espettorante. Inoltre, il composto organico è utilizzato per la conservazione del cibo, la sintesi di coloranti, la creazione di acqua di profumeria. Per prolungare la durata, E210 fa parte del chewing gum, della marmellata, della marmellata, della marmellata, della caramella, della birra, del liquore, del gelato, della purea di frutta, della margarina, dei latticini. Fonti naturali: mirtilli rossi, mirtilli rossi, mirtilli, yogurt, yogurt, miele, olio di chiodi di garofano.

Acido sorbico È un conservante naturale, ha un effetto antimicrobico, quindi è utilizzato nell'industria alimentare per la disinfezione di prodotti. Inoltre, previene l'oscuramento del latte condensato, lo stampaggio di bevande analcoliche, prodotti da forno, prodotti dolciari, succhi fruttati, salsicce mezzo affumicate, caviale granulare. Ricordate, le proprietà benefiche dell'acido sorbico si manifestano esclusivamente in un ambiente acido (a pH inferiore a 6,5). La più grande quantità di composti organici trovati nei frutti di cenere di montagna.

Acido acetico Partecipa al metabolismo, viene utilizzato per la preparazione della marinata, la conservazione. Si trova in verdure salate / fermentate, birra, vino, succhi.

Gli acidi orsolici e oleici espandono i vasi venosi del cuore, prevengono l'atrofia dei muscoli scheletrici, riducono la quantità di glucosio nel sangue. Tartronic rallenta la conversione dei carboidrati in trigliceridi, previene l'aterosclerosi e l'obesità, rimuove i radionuclidi uronici, i sali di metalli pesanti dal corpo e il gallico ha un effetto antivirale e antifungoso. Acidi organici - componenti del gusto, che allo stato libero o sotto forma di sali fanno parte dei prodotti alimentari, determinandone il gusto. Queste sostanze migliorano la digeribilità e la digestione del cibo. Il valore energetico degli acidi organici è di tre kilocalorie di energia per grammo. I composti di carbonio e solfone possono formarsi durante la produzione di prodotti trasformati o essere una parte naturale della materia prima. Per migliorare il gusto, l'odore, gli acidi organici vengono aggiunti ai piatti, durante la loro preparazione (in pasticceria, marmellate). Inoltre, riducono il pH del terreno, inibiscono i processi di decomposizione nel tratto gastrointestinale, stimolano la peristalsi intestinale, stimolano la secrezione dello stomaco nello stomaco, hanno un'azione antinfiammatoria e antimicrobica.

Tariffa giornaliera, fonti

Per mantenere l'equilibrio acido-base entro l'intervallo normale (pH 7,36 - 7,42), è importante utilizzare prodotti contenenti acidi organici ogni giorno.

Per la maggior parte delle verdure (cetrioli, peperoni, cavoli, cipolle) la quantità del composto per 100 grammi della parte commestibile è 0,1-0,3 grammi. Aumento del contenuto di acidi utili nel rabarbaro (1 grammo), pomodori macinati (0,8 grammi), acetosa (0,7 grammi), succhi di frutta, kvas, siero di latte, koumiss, vini acidi (fino a 0,6 grammi). I leader in termini di sostanze organiche sono bacche e frutti:

  • limone - 5,7 grammi per 100 grammi di prodotto;
  • mirtilli rossi - 3,1 grammi;
  • ribes rosso - 2,5 grammi;
  • ribes nero - 2,3 grammi;
  • cenere da giardino - 2,2 grammi;
  • ciliegie, melograni, mandarini, pompelmi, fragole, chokeberry nero - fino a 1,9 grammi;
  • ananas, pesche, uva, mela cotogna, ciliegia prugna - fino a 1,0 grammi.

Fino a 0,5 grammi di acidi organici contengono latte, prodotti caseari. Il loro numero dipende dalla freschezza e dal tipo di prodotto. Durante la conservazione a lungo termine, l'acidificazione di tali prodotti si verifica, di conseguenza, diventa inadatta al consumo nell'alimentazione dietetica. Dato che ogni tipo di acido organico ha un effetto speciale, la necessità quotidiana del corpo per molti di essi varia da 0,3 a 70 grammi. Con affaticamento cronico, ridotta secrezione di succo gastrico, avitaminosi, aumenta la necessità. Con malattie del fegato, reni, aumento dell'acidità del succo gastrico, al contrario, diminuisce. Indicazioni per l'integrazione di acidi organici naturali: bassa resistenza, malessere cronico, diminuzione del tono muscolare scheletrico, mal di testa, fibromialgia, spasmi muscolari.

conclusione

Gli acidi organici - un gruppo di composti che alcalinizzano il corpo, sono coinvolti nel metabolismo energetico ed è contenuto nei prodotti vegetali (ortaggi a radice, verdure a foglia verde, bacche, frutta, verdura). La mancanza di queste sostanze nel corpo porta a malattie gravi. L'acidità aumenta, l'assorbimento dei minerali vitali (calcio, sodio, potassio, magnesio) diminuisce. Ci sono sensazioni dolorose nei muscoli e nelle articolazioni, osteoporosi, malattie della vescica, sviluppo del sistema cardiovascolare, diminuzione dell'immunità, disturbo del metabolismo. Con aumento dell'acidità (acidosi) nel tessuto muscolare si accumula acido lattico, aumenta il rischio di diabete, la formazione di un tumore maligno. Un eccesso di composti di frutta porta a problemi con le articolazioni, la digestione, sconvolge i reni. Ricorda, gli acidi organici normalizzano l'equilibrio acido-base del corpo, preservano la salute e la bellezza di una persona, con un effetto benefico su pelle, capelli, unghie, organi interni. Pertanto, nella loro forma naturale, devono essere quotidianamente nella vostra dieta!

Attività dell'acido organico

Acidi HE (acidi carbossilici, fenoli, alcoli)

Acidi CH (idrocarburi e loro derivati)

NH - acidi (ammine, ammidi, immidi)

Il centro dell'acido è un elemento e l'atomo di idrogeno ad esso associato.

La forza dell'acido dipenderà dalla stabilità dell'anione, vale a dire dalla base coniugata, che si forma quando H + è separato dalla molecola. Più l'anione è stabile, maggiore è l'acidità del composto.

La stabilità dell'anione dipende da una serie di fattori che contribuiscono alla delocalizzazione della carica. Più alta è la delocalizzazione della carica, più stabile è l'anione, più forti sono le proprietà acide.

Fattori che influenzano il grado di delocalizzazione:

La natura dell'eteroatom nel centro dell'acido

Effetti elettronici degli atomi di radicali di idrocarburi e loro sostituenti

La capacità degli anioni di solvatare.

La dipendenza dell'acidità sull'etereroatom.

La natura di un eteroatomo è intesa come la sua elettronegatività (EO) e polarizzabilità. Quanto più (EO), tanto più facile è la rottura eterolitica nella molecola. Nei periodi da sinistra a destra con l'aumento dell'aumento di carica nucleare (EO), ad es. la capacità di un elemento di contenere una carica negativa. Come risultato dello spostamento della densità elettronica, il legame tra gli atomi diventa polarizzato. Più elettroni e più grande è il raggio dell'atomo, più gli elettroni del livello di energia esterna si allontanano dal nucleo, più alta è la polarizzabilità e maggiore è l'acidità.

Esempio: CH- NH- OH- SH-

aumentare E.O. e acidità

C, N, O - elementi di un periodo. EO il periodo aumenta, l'acidità aumenta. In questo caso, la polarizzabilità non influirà sull'acidità.

La polarizzabilità degli atomi nel periodo varia leggermente, quindi il fattore principale che determina l'acidità è E.O.

Ora considera l'OH-SH-

O, S - sono nello stesso gruppo, il raggio nel gruppo da cima a fondo aumenta, quindi, aumenta la polarizzabilità atomica, che porta ad un aumento di acidità. A S, il raggio atomico è maggiore di quello di O, quindi i tioli mostrano proprietà acide più forti rispetto agli alcoli.

Confrontare tre composti: etanolo, etanetiolo e amminoetanolo:

Confronta per radicale: sono uguali;

Secondo la natura dell'eteroatomo nel gruppo funzionale: S e O sono nello stesso gruppo, ma S ha un raggio atomico maggiore, la polarizzabilità è più alta, quindi l'etanetiolo ha proprietà acide più forti

Ora confronta O e N. O ha un EO più alto. quindi l'acidità degli alcoli sarà più alta.

L'effetto del radicale idrocarburico e dei sostituenti presenti in esso

È necessario prestare attenzione agli studenti che i composti confrontati devono avere lo stesso centro acido e un solo solvente.

I sostituenti a estrazione di elettroni (EA) promuovono la delocalizzazione della densità elettronica, che porta alla stabilità dell'anione e, di conseguenza, ad un aumento dell'acidità.

Al contrario, i sostituenti donatori di elettroni (ED) contribuiscono alla concentrazione di densità elettronica nel centro dell'acido, che porta ad una diminuzione dell'acidità e ad un aumento della basicità.

Ad esempio: gli alcoli monoossidanti mostrano proprietà acide più deboli rispetto ai fenoli.

Il centro acido è lo stesso

Il solvente è lo stesso

Negli alcoli monoidrici, la densità di elettroni si sposta dal radicale idrocarburico al gruppo OH, vale a dire il radicale mostra un effetto + I, quindi una grande quantità di densità elettronica è concentrata sul gruppo OH, in conseguenza della quale H + è più fortemente legato a O e il legame OH si rompe difficile, quindi gli alcoli monoidrici mostrano proprietà acide deboli.

Nel fenolo, al contrario, l'anello benzenico è EA, e il gruppo OH è - - E.D.

A causa del fatto che il gruppo idrossile entra in una comune coniugazione p-π con l'anello benzenico, la densità elettronica delocalizza nella molecola fenolica e l'acidità aumenta, poiché la coniugazione è sempre accompagnata da un aumento delle proprietà acide.

Un aumento del radicale idrocarburico in acidi monocarbossilici influenza anche il cambiamento delle proprietà acide e quando si introducono sostituenti nell'idrocarburo, si verifica un cambiamento nelle proprietà acide.

esempio: negli acidi carbossilici durante la dissociazione si formano ioni carbossilati - gli anioni organici più stabili.

Nello ione carbossilato, la carica negativa dovuta alla coniugazione p, π è distribuita equamente tra i due atomi di ossigeno, vale a dire è delocalizzato e, di conseguenza, meno concentrato, quindi il centro dell'acido è più forte negli acidi carbossilici che negli alcoli e nei fenoli.

Con un aumento del radicale di idrocarburi, che svolge il ruolo di E.D. l'acidità degli acidi monocarbossilici diminuisce a causa di una diminuzione di δ + sull'atomo di carbonio del gruppo carbossilico. Pertanto, nella serie di acidi omologhi, l'acido formico è il più forte.

Con l'introduzione di E.A. il sostituente nel radicale idrocarburico, ad esempio il cloro - aumenta l'acidità del composto, perché a causa dell'effetto -I, la densità elettronica delocalizza e aumenta il δ + sull'atomo C del gruppo carbossile, quindi in questo esempio l'acido tricloroacetico sarà il più forte.

L'interazione di molecole o ioni di un soluto con un solvente è chiamata processo di solvatazione. La stabilità di un anione dipende sostanzialmente dalla sua solvatazione in soluzione: più uno ione viene solvatato, più è stabile e la solvatazione è tanto maggiore quanto minore è la dimensione dello ione e la delocalizzazione meno negativa della carica in esso.

calcolatrice

Servizio preventivo gratuito

  1. Compila una domanda. Gli esperti calcoleranno il costo del tuo lavoro
  2. Il calcolo del costo arriverà per posta e SMS

Il numero della tua applicazione

In questo momento una lettera di conferma automatica verrà inviata per posta con informazioni sull'applicazione.

Acidità e basicità dei composti organici.

ACIDITÀ E BASE DI COMPOSTI ORGANICI

Acidità e basicità - i concetti più importanti che determinano molte delle proprietà fisico-chimiche fondamentali e l'attività biologica dei composti organici.

Teorie di acidi e basi:
- La teoria della dissociazione elettrolitica (Arrhenius);
- teoria protolitica (Brnsted-Lowry, 1923);
- La teoria di Lewis (1925).

La teoria protolitica di Brønsted
L'acido è una sostanza in grado di rilasciare un protone. Una base è una sostanza in grado di attaccare un protone. Acid + base = coppia coniugata

acidi
L'atomo con cui è associato il protone, - centro di acidità. I centri acidi possono essere atomi di C, O, N, S: Di conseguenza - CH-, OH-, NH- e SH-acid.

motivo
I centri di basicità sono gli atomi che hanno una sola coppia di elettroni (n-elettroni): N, O, S. Ammonio, ossonio e basi di tioni (n-basi) sono distinti, rispettivamente. Questi possono essere molecole o anioni neutri.
Esistono anche basi π - composti con legami multipli o un sistema coniugato di legami π. Attaccano un protone, formando acidi coniugati - π-complessi.

Valutazione quantitativa dell'acidità

La forza di un acido è il grado di spostamento a destra del prossimo equilibrio:

Le misure quantitative di acidità sono:
Ka - costante di acidità
pKa = -lgKa - indicatore di acidità
forza acido ↑ → Ka ↑ → pKa ↓

Quantificazione della basicità

La forza della base è il grado di spostamento a destra del seguente equilibrio:

Da queste relazioni risulta che per una coppia coniugata la misura della basicità di B può essere l'acidità dell'acido coniugato BH +: rKB = 14 - rKVN +
Forza base ↑ → KV ↑ → rKV ↓ → rKVN + ↑

Valutazione qualitativa dell'acidità
La forza dell'acido è determinata dalla stabilità della base coniugata (anione).
Più stabile è l'anione, più forte è l'acido.
La stabilità dell'anione, a sua volta, dipende dai seguenti fattori:
- proprietà dell'atomo al centro dell'acidità - la sua elettronegatività e polarizzabilità
- il grado di delocalizzazione di (-) - carica nell'anione come risultato della coniugazione;
- l'azione dei sostituenti circostanti;
- capacità di anione di solvatazione.

Fattori acidi
1. Le proprietà dell'atomo al centro dell'acidità
a) elettronegatività
Con un aumento dell'elettronegatività dell'atomo X, la polarità del legame X - H aumenta, la sua forza diminuisce e il distacco del protone è facilitato. Di conseguenza, l'acidità aumenta. EO ↑ → Acidità ↑

b) polarizzabilità
Con un aumento del raggio dell'atomo X, la lunghezza del legame e la sua polarizzabilità aumentano, il legame si rompe più facilmente, l'acidità aumenta: raggio atomico ↑ → Acidità ↑
Gamma di acidità crescente: CH -, RO -, NH - 2, SH -

Le molecole neutre nelle reazioni con acidi formano sali di onio:

Si distinguono tre tipi di basi organiche:
La forza della base è determinata dalla stabilità del catione risultante, nonché dalla disponibilità
coppia di elettroni solitari per attaccare un protone. La forza della base è influenzata dagli stessi fattori della forza dell'acido, ma la loro direzione è opposta.

Le ammine sono le basi più forti. Formano sali stabili solubili in acqua con acidi. Questa proprietà delle ammine è ampiamente usata per il loro isolamento e purificazione, così come per ottenere forme di dosaggio solubili.

Gamma di riduzione della rugosità: R-NH-R> R-O-R> R-S-R
- la basicità delle basi di ossonio diminuisce a causa della maggiore EO di ossigeno;
- Le basi di tioio sono più deboli dell'ossone perché un raggio più ampio di zolfo aumenta la lunghezza del legame S - H nel catione, lo rende meno durevole e quindi riduce la stabilità del catione.
La forza delle basi è fortemente influenzata dai deputati al centro della basicità:
a) accettori di elettroni
Gli elettroacceptori aumentano la carica (+) - sul catione, riducono la sua stabilità e, quindi, riducono la basicità.

b) donatori di elettroni
I donatori di elettroni riducono (+) - la carica sul catione, aumentano la sua stabilità e, quindi, aumentano la basicità.

L'inclusione di una coppia di elettroni solitari nel sistema coniugato riduce la sua disponibilità per l'aggiunta di un protone e riduce la basicità:

A causa di questa coniugazione, la basicità delle ammidi è nettamente ridotta rispetto alle ammine, le ammidi non sono protette nelle soluzioni acquose (la loro basicità è inferiore a quella dell'acqua):

Teoria degli acidi e delle basi di Lewis
L'acido è un accettore di elettroni; Fondazione - donatore di elettroni
Durante l'interazione di acidi e basi, si formano complessi donatori-accettori:

Proprietà dei principali acidi alimentari, Uso degli acidi nella tecnologia alimentare

Natura chimica e proprietà fisico-chimiche degli acidi alimentari più importanti

La composizione e le caratteristiche della struttura chimica degli acidi alimentari sono diverse e dipendono dalle specifiche dell'oggetto alimentare.

Gli acidi mono- e tricarbossilici non volatili, sia terminali che insaturi, inclusi idrossi e ossoacidi, si trovano nella maggior parte degli oggetti vegetali.

Nei prodotti della lavorazione della frutta, ad esempio, nella polpa, possono essere rilevati acidi volatili, formici e acetici.

Il gusto acido del prodotto alimentare è causato da ioni idrogeno, derivanti dalla dissociazione elettrolitica degli acidi e dei sali acidi contenuti in esso. L'attività degli ioni idrogeno (acidità attiva) è caratterizzata da un valore di pH (logaritmo negativo della concentrazione di ioni idrogeno).

Dati medi sul contenuto totale di acidi organici in frutta e verdura

E anche sul valore del pH del succo di cellula, che ha una grande influenza sul gusto del frutto, sono presentati in Tabella.

Praticamente tutti gli acidi alimentari sono deboli e sono leggermente dissociati in soluzioni acquose (vedi tabella delle costanti di dissociazione). Inoltre, nel sistema alimentare possono essere presenti sostanze tampone, in presenza delle quali l'attività degli ioni idrogeno rimarrà approssimativamente costante a causa della sua associazione con la dissociazione all'equilibrio degli elettroliti deboli.

Proprietà degli acidi alimentari di base

A questo proposito, la concentrazione totale di sostanze acide in un prodotto alimentare è determinata dall'indicatore di acidità potenziale, totale o titolata (alcali). Per prodotti diversi, questo valore è espresso attraverso vari indicatori. Ad esempio, nei succhi, l'acidità totale è determinata in g per 1 litro, nel latte - nei gradi Turner, ecc.

L'influenza degli acidi alimentari sulla qualità dei prodotti, l'uso degli acidi nella tecnologia alimentare

Gli acidi alimentari nella composizione di materie prime e prodotti alimentari svolgono varie funzioni legate alla qualità degli oggetti alimentari.

Come parte di un complesso di sostanze aromatizzanti, esse partecipano alla formazione del gusto e dell'aroma, che sono tra i principali indicatori della qualità di un prodotto alimentare.

La principale sensazione gustativa causata dalla presenza di acidi nella composizione del prodotto è un sapore aspro, che è generalmente proporzionale alla concentrazione di ioni H + (tenendo conto delle differenze nell'attività delle sostanze che causano la stessa percezione gustativa). Ad esempio, la concentrazione soglia (la concentrazione minima di una sostanza gustativa percepita dai sensi), che consente di percepire un sapore aspro, è dello 0,017% per l'acido citrico, dello 0,03% per l'acido acetico.

Nel caso degli acidi organici, l'anione della molecola influisce anche sulla percezione del gusto acido. A seconda della natura di quest'ultimo, possono verificarsi sensazioni gustative combinate, ad esempio l'acido citrico ha un sapore agrodolce e l'acido picrico ha un sapore amaro-acido. Il cambiamento nella sensazione del gusto si verifica in presenza di sali di acidi organici. Quindi, i sali di ammonio conferiscono al prodotto un sapore salato.

Naturalmente, la presenza nella composizione di un prodotto di diversi acidi organici in combinazione con le sostanze organiche aromatiche di altre classi causa la formazione delle sensazioni gustative originali, spesso inerenti esclusivamente ad un tipo specifico di alimento.

La qualità di un prodotto alimentare è un valore integrale, che include, oltre alle sue proprietà organolettiche (gusto, colore, sapore), indicatori che ne caratterizzano la stabilità colloidale, chimica e microbiologica.

La formazione della qualità del prodotto viene effettuata in tutte le fasi del processo di ricevimento. Allo stesso tempo, molti indicatori tecnologici che garantiscono la creazione di un prodotto di alta qualità dipendono dall'acidità attiva (pH) del sistema alimentare.

In generale, il valore del pH influenza i seguenti parametri di processo:

- la formazione di componenti di gusto e aroma, caratteristiche di un particolare tipo di prodotto;

- stabilità colloidale di un sistema alimentare polidisperso (ad esempio, lo stato colloidale delle proteine ​​del latte o un complesso di tannini proteici nella birra);

- stabilità termica del sistema alimentare (ad esempio, la stabilità al calore delle sostanze proteiche dei prodotti caseari, a seconda dell'equilibrio tra fosfato di calcio ionizzato e distribuito colloidalmente);

- resistenza biologica (ad esempio, birra e succhi);

- condizioni per la crescita della microflora benefica e il suo effetto sui processi di maturazione (ad esempio birra o formaggio).

Ci sono tre obiettivi principali per l'aggiunta di acidi al sistema alimentare:

- conferire alcune proprietà organolettiche (sapore, colore, sapore) caratteristici di un particolare prodotto;

- l'effetto sulle proprietà colloidali che determinano la formazione della consistenza inerente a un particolare prodotto;

- aumento della stabilità che garantisce la qualità del prodotto per un certo periodo.

Nella tab. le proprietà degli acidi alimentari più importanti utilizzati per regolare il pH nei sistemi alimentari e garantire la sua stabilità fisica sono stati dati. Questi ultimi includono: l'effetto sulla stabilità dei sistemi dispersi (emulsioni e sospensioni), la variazione della viscosità in presenza di un addensatore, la formazione di una struttura gel in presenza di un agente gelificante, l'effetto sulla microflora, che garantisce la stabilità biologica del prodotto.

Il valore degli acidi organici nella dieta, caratteristiche generali degli acidi vegetali alimentari

Gli acidi organici sono un gruppo diffuso di composti nel mondo vegetale.

Lo scopo degli acidi organici nella dieta è determinato dal loro valore energetico: acido malico - 2,4 kcal / g, acido citrico - 2,5 kcal / g, acido lattico - 3,6 kcal / g, nonché partecipazione attiva al metabolismo.

Gli acidi organici hanno un ampio spettro di azione biologica. Acidi benzoici e salicilici (fiori di camomilla, olmaria, corteccia di salice, ribes nero e rosso) hanno proprietà antisettiche. Derivati ​​del caffè e di altri acidi idrossicinnamici contenuti nelle foglie di piantaggine e farfara, germogli di carciofo e altre piante, hanno un effetto coleretico e antinfiammatorio. Gli acidi uronici e i loro derivati ​​(pectine) contenuti nella polpa di frutti e bacche (mele, mele cotogne, pere, albicocche, uva spina, lamponi, ciliegie, pesche, ecc.) Hanno proprietà disintossicanti e contribuiscono alla rimozione dei metalli pesanti dal corpo umano, il colesterolo.

Gli acidi organici hanno un effetto benefico sul processo digestivo. Riducono il pH dell'ambiente, contribuiscono alla creazione di una certa composizione di microflora, partecipano attivamente al metabolismo energetico (ciclo di Krebs), stimolano la secrezione del tratto gastrointestinale, migliorano la digestione, attivano la motilità intestinale, contribuiscono a ridurre il rischio di molte malattie gastrointestinali e di altro tipo, fornendo feci giornaliere di struttura normale, inibiscono lo sviluppo di processi putrefattivi nell'intestino crasso.

L'acido gallico si trova nelle foglie di tè e in altre piante, i suoi derivati ​​(propil gallato, ecc.) Hanno effetto antivirale e sono anche usati come antiossidanti nell'industria alimentare.

L'acido tartronico, contenuto in grandi quantità nel cavolo, inibisce la conversione dei carboidrati nei grassi, prevenendo così l'obesità e l'aterosclerosi. L'acido ossalico è capace sotto forma di sale di calcio (ossalato di calcio) da depositare nelle articolazioni o per formare calcoli nel tratto urinario. Pertanto, le piante che contengono una quantità elevata di questo acido organico non dovrebbero essere abusate. Un sacco di acido ossalico è contenuto non solo in acetosa e spinaci, ma anche in uva spina acerbe, foglie di ortica.

Le principali fonti di acidi alimentari sono materie prime vegetali e prodotti della sua lavorazione. Gli acidi dell'alimento biologico si trovano nella maggior parte dei tipi di oggetti alimentari vegetali - bacche, frutta, verdura, comprese le verdure di radice, verdure a foglia verde. Insieme agli zuccheri e ai composti aromatici, formano il gusto e l'aroma dei frutti e, di conseguenza, dei loro prodotti trasformati.

Un'idea generale della varietà di acidi alimentari nella composizione degli oggetti vegetali è illustrata nella Tabella.

Acidi organici

Acidi organici

Gli antimicrobici e gli agenti chemioterapici sono usati a scopo profilattico e come promotori della crescita nell'allevamento degli animali.

Per soddisfare la domanda dei consumatori di alimenti più sicuri, la scienza e le industrie utilizzano mezzi alternativi per sostituire gli stimolanti della crescita animale tradizionali. Alcuni di questi prodotti, come gli acidi organici, sono stati applicati con successo.

Diversi acidi organici sono stati aggiunti ai mangimi e alle materie prime per decenni principalmente per preservare la qualità del mangime. Si è anche scoperto che gli acidi hanno un effetto positivo sulla produttività degli animali. Ciò è servito come stimolo per ulteriori ricerche volte all'uso di vari tipi di acidi organici (uno per uno o in combinazione) nei mangimi per varie specie animali, ecc.

Nell'allevamento di pollame, l'uso di acidi organici sia nei mangimi sia nell'acqua ha lo scopo di migliorare la produttività e il controllo della contaminazione batterica (nei mangimi, nell'acqua, negli uccelli vivi e / o nelle carcasse). Gli acidi organici contribuiscono allo sviluppo della microflora e della microfauna di pollo dopo la schiusa dall'uovo, migliorando così le condizioni del tratto gastrointestinale. È stato dimostrato che gli acidi sono efficaci nel ridurre la contaminazione degli uccelli della Salmonella durante la fame prima della macellazione.

Il meccanismo d'azione come stimolante della crescita antimicrobica

Gli effetti degli stimolanti della crescita antimicrobica (antibiotici) sulla produttività degli animali da allevamento sono stati scoperti negli anni '40. La crescita è stata migliorata nei soggetti nutriti con Streptomyces aureofaciens micelle disidratati con precipitati di clortetraciclina. Questo effetto è stato spesso notato in molti studi sugli stimolanti della crescita antimicrobica. La maggior parte degli esperimenti ha rivelato una migliore conversione dei mangimi. Il meccanismo d'azione degli stimolanti della crescita è che possono ridurre la competizione dei microbi nella lotta per i nutrienti con il corpo e ridurre le loro secrezioni e metaboliti che inibiscono la crescita.

Negli ultimi anni, è aumentata la preoccupazione per l'uso di stimolanti della crescita antimicrobica come additivi per mangimi. Si ritiene che i resti di stimolanti della crescita antimicrobica di carne, uova e latte possano causare resistenza ai microbi nocivi agli antibiotici utilizzati nella medicina umana.

La Svezia è stato il primo paese a vietare l'uso di stimolanti della crescita antimicrobica come additivi per mangimi nel 1986, seguita dalla Danimarca. Nel gennaio 2006, l'Unione Europea ha vietato l'uso nei mangimi per pollame.

Oggigiorno, i produttori che desiderano vendere i loro prodotti nel mercato globale senza droghe cercano un'alternativa agli stimolanti della crescita antimicrobica. Ad oggi, questa ricerca si è concentrata su molecole naturali con attività antimicrobica nota. Tra i candidati più efficaci ci sono gli acidi organici.

Acidi organici

Gli acidi organici, o carbossilici, sono acidi con strutture chimiche a base di carbonio. Gli amminoacidi e gli acidi grassi possono essere inclusi in questa categoria di composti chimici. Le catene di acidi organici possono essere classificate come corte, medie e lunghe, a seconda del numero di atomi di carbonio (1-6, 7-10 o più di 11, rispettivamente). Gli acidi con quattro o meno atomi di carbonio (acido formico, acetico, propionico e butirrico) sono allo stato liquido a temperatura ambiente e solubili in acqua (Tabella 1).

Un'altra caratteristica importante degli acidi organici è la loro capacità di dissociazione, espressa in termini del logaritmo decimale negativo della costante di dissociazione pKa, dove Ka è la costante di dissociazione (Ka = [R - COO -] [H +] / [RCOOH]) e pKa è - log Ka Questo valore indica il pH del terreno in cui le forme dissociate e indifferenziate dell'acido sono bilanciate. A pKa acido = pH, il 50% degli acidi sarà nella forma dissociata e il 50% sarà indifferenziato. La frazione di acidi organici non dissociati è costituita da microrganismi lipofili e privi di membrana. Ciò ha importanti implicazioni, dal momento che gli acidi organici esercitano principalmente la loro azione antimicrobica dall'interno della cellula.

Gli acidi organici esistono in natura sotto forma di componenti di tessuti vegetali e animali. Sono anche prodotti dalla fermentazione microbiologica nel tratto gastrointestinale, fornendo al corpo energia considerevole.

Gli acidi organici differiscono nei loro meccanismi d'azione. Ad esempio, gli acidi formico e fumarico hanno un'elevata attività antimicrobica (grafico 1), mentre l'acido propionico ha un forte effetto antifungino.
Gli acidi organici hanno varie caratteristiche legate alla loro attività antifungina e battericida nell'acqua potabile, nei mangimi e nel tratto gastrointestinale. Hanno anche diversi valori di pH ottimali, percorsi metabolici e funzioni nutrizionali. Ecco perché varie combinazioni di acidi organici vengono utilizzate per vari scopi.

Grafico 1. Confronto degli effetti dei singoli acidi organici su Salmonella a pH 4. Schasteen ed altri (2005)

Azione battericida degli acidi organici

Gli acidi organici hanno un effetto battericida su E. coli, Salmonella e Campylobacter, paragonabili agli stimolanti della crescita antimicrobica (antibiotici). In forma indissociata, gli acidi organici sono lipofili e possono facilmente penetrare la membrana della cellula batterica nel citoplasma. Una volta all'interno della cellula, dove il pH è approssimativamente neutro, questi acidi si dissipano, rilasciando protoni che ossidano il citoplasma. Questo porta alla diffusione della forza motrice del protone, che sopprime il sistema enzimatico, il trasferimento di nutrienti, aminoacidi, metabolismo energetico e sintesi del DNA. L'effetto battericida degli acidi organici può anche derivare dall'accumulo di anioni all'interno della cellula. Abbassando il pH all'interno della cellula, la cellula batterica utilizza la sua energia per estrarre i protoni, il che porta alla deplezione delle cellule (Figura 1).

Fig. 1. Il meccanismo dell'azione battericida degli acidi organici

L'efficacia antimicrobica di un acido dipende in particolare dalla sua costante di dissociazione (pKa). Ad esempio, l'acido benzoico ha un pKa di 4,19 e crea un effetto battericida a un pH superiore a quello del latte, per il quale pKa è 3,82. Poiché gli acidi organici vengono assorbiti molto rapidamente nell'intestino tenue, il loro effetto antimicrobico è più efficace nel tratto gastrointestinale prossimale (ad esempio, nel gozzo, nello stomaco muscolare, nello stomaco ghiandolare).

Combattere la salmonella

Come mostrato nella Figura 1, gli acidi organici inibiscono la Salmonella. È noto che i sistemi di acqua potabile sono spesso infettati da Salmonella. L'aggiunta di acidi organici all'acqua potabile può ridurre questo percorso di penetrazione delle infezioni. Le materie prime e i mangimi possono anche essere fonti di Salmonella, che possono essere controllate aggiungendo acidi organici. Il terzo metodo di soppressione della Salmonella con acidi organici nell'animale stesso è con l'aiuto di acidi che vengono ingeriti con acqua e cibo. Van Immerseel et al. (2006) hanno riassunto molti esperimenti con Salmonella nel settore avicolo e hanno concluso che è possibile ridurre la contaminazione di uova e carcasse di polli di Salmonella aggiungendo acidi organici ai mangimi o all'acqua potabile in determinati momenti. Hanno anche riferito che l'aggiunta di acidi organici ha un effetto positivo sulla qualità della carne di pollame riducendo l'infezione di Salmonella e altri batteri potenzialmente patogeni.

Benefici oltre all'attività antimicrobica

Gli acidi organici agiscono solo attraverso l'attività antimicrobica o ci sono altri effetti benefici? Naturalmente, gli acidi organici come alternativa agli stimolanti della crescita antimicrobica hanno mostrato altri vantaggi. Tra questi - migliorare la digeribilità dei nutrienti, lo stato del tratto gastrointestinale, la riproduzione animale, il bilanciamento della microflora e della microfauna, aumentando il valore nutrizionale del cibo.

INFORMAZIONI DI CONTATTO:

Ufficio di rappresentanza di NOVUS E Europe SA / N.V.