Principale > Odori

Allergia alimentare

Per la maggior parte delle persone, l'uso di determinati tipi di cibo può causare disagio, ma esiste una categoria di persone per le quali tali tipi di alimenti possono portare a conseguenze negative e potenzialmente letali.

Perché l'allergia si sviluppa dopo aver mangiato?

Quando il cibo entra nel corpo, il sistema immunitario percepisce la componente alimentare come qualcosa di dannoso e inizia a rifiutarlo. Il sistema immunitario per la lotta utilizza alcune cellule dell'anticorpo per eliminare la sostanza nociva.

Con l'uso successivo di tali alimenti, gli anticorpi segnaleranno al sistema immunitario il pericolo al fine di liberare l'istamina per eliminare il componente. Come risultato del lavoro, ci saranno sintomi corrispondenti che possono apparire sulla pelle sotto forma di eruzione cutanea, prurito e dolore.

Alimenti allergici

Negli ultimi vent'anni, le persone che soffrono di allergie alimentari sono raddoppiate. Oltre alle reazioni allergiche principali e note, ne è comparsa una nuova - allergia alimentare. L'allergene alimentare più comune è la proteina. I componenti che contengono proteine ​​possono scatenare l'intolleranza.

Elenco dei prodotti che contengono proteine:

  • Prodotti che contengono segale.
  • Porridge sulla base di miglio.
  • Avena.
  • Fig.
  • Corn.
  • Soia e fagioli
  • Frutta a guscio e agrumi
  • Patate, pomodori, melanzane.

Per lungo tempo, l'uso dei prodotti sopra può essere sicuro. Ma se ci sono problemi con il tratto gastrointestinale e la predisposizione allergica, il cibo può essere un potente reagente per la futura malattia.

Come si manifesta l'allergia alimentare?

Se si verifica una reazione allergica nella cavità orale, il gonfiore della lingua e delle labbra, la zona faringea, la colite e la sensazione di prurito si sviluppano in breve tempo.

I principali sintomi delle allergie alimentari:

  • Colica e diarrea.
  • Nausea e vomito frequenti
  • Orticaria e prurito
  • L'area del viso e della laringe è completamente gonfia.
  • Una forte tosse è simile in un attacco asmatico.
  • Rinite e congiuntivite.

L'orticaria può essere causata mangiando noci. La stomatite allergica è più comune negli adolescenti dopo i funghi e gli agrumi. Negli adulti con allergie, può verificarsi un attacco d'asma.

Allergia alimentare nei bambini

Le allergie possono comparire nei primi mesi di vita in un bambino e possono manifestarsi per la prima volta durante l'adolescenza. Ma c'è una connessione chiara: se nella prima infanzia il corpo aveva già reagito negativamente a un qualche tipo di cibo, allora è probabile che in seguito si sentirà di nuovo.

Ogni anno il numero di bambini che sono allergici al cibo sta crescendo rapidamente. La scarsa qualità dei prodotti che vengono imbottiti con sostanze chimiche dannose non può avere un effetto positivo sul corpo umano, in particolare il bambino. Di conseguenza, il fallimento del sistema immunitario e tutte le conseguenze che ne conseguono.

Provocatori di allergia nei bambini:

1 allergeni. Alcuni alimenti sono allergeni per conto proprio. Se lo stesso prodotto altamente allergenico viene consumato per un lungo periodo di tempo e in grandi quantità, la malattia non richiederà molto tempo.

2 supplementi nutrizionali. Gli antibiotici sono spesso aggiunti alla carne. In pasticceria e dolci di vari tipi di coloranti e additivi alimentari proibiti.

3 bevande gassate Aumentano il rischio e il processo di assorbimento dell'allergene nelle pareti dei vasi sanguigni e aggravano le allergie.

4 interruzione del tratto gastrointestinale. Se un bambino ha il sospetto di gastrite, ulcere, colite, quindi la reazione caratteristica del corpo all'uso di specifici tipi di prodotti non ci vorrà molto aspettare.

5 pronostici sono ereditati. Se uno dei genitori è allergico al cibo, allora anche il bambino potrebbe averlo.

6 psicologia. La maggior parte dei medici afferma che le allergie hanno un fattore psicologico. Molto spesso appare nei bambini vulnerabili e reticenti, così come in quelli che, al contrario, abusano eccessivamente di cibo e soffrono di sovrappeso.

Allergia alimentare nei neonati

L'allergia alimentare nei bambini si verifica spesso. Il corpo di un bambino appena nato è ancora abituato alle condizioni della vita. Quasi ogni bambino nelle prime due settimane di vita appare con punti rossi sul corpo. Sono causati dagli ormoni della madre che il bambino ha ricevuto nel grembo materno.

Tale reazione allergica non danneggia il corpo e non necessita di trattamento. Passerà circa un mese. L'allergia alimentare nei bambini è accompagnata da altri sintomi e proventi in una forma diversa.

Dopo essersi riferito a un pediatra, sceglierà il metodo ottimale di trattamento: dieta o farmaci. Il trattamento farmacologico è usato raramente e solo in casi eccezionali.

Cosa mangiare con le allergie?

La regola principale in conformità con la dieta - è quello di eliminare completamente dalla vostra dieta allergeni nocivi. Il cibo scelto razionalmente deve svolgere una funzione diagnostica e terapeutica. Nella preparazione di una dieta, tutti gli alimenti sono divisi in gruppi:

  • Basso grado di allergeni.
  • Il grado medio di allergeni.
  • Cibo altamente allergenico

I prodotti che contengono un allergene brillante dovrebbero essere completamente esclusi dalla dieta:

  • Latte e formaggi vaccini
  • Pesce e uova di pesce.
  • Salsicce.
  • Uovo di gallina

Tipi di cibo marinato e cibo in scatola e altri tipi.

C'è anche un grado moderato di allergenicità del cibo:

  • Frumento.
  • Grech.
  • Corn.
  • Bacche e agrumi, ecc.

Alimenti che non causano allergie e sono allergeni bassi:

  • Verdi e verdure;
  • Acqua minerale, ma non gassata;
  • burro;
  • Prodotti lattiero-caseari senza coloranti e additivi chimici.
  • L'elenco può continuare, sono elencati solo i principali tipi di cibo.

La dieta del cibo per le allergie deve essere ogni giorno e in anticipo. Un elenco di prodotti utili e sicuri può essere discusso con il medico. Per diversificare il menu e non mangiare la stessa cosa, puoi acquistare una grande quantità di letteratura utile. I libri descrivono ricette dettagliate con passaggi di cottura passo-passo.

Allergie alimentari negli adulti: tutto ciò che serve per conoscere le allergie

Le allergie alimentari sono l'iperattività del sistema immunitario a determinati componenti alimentari. La risposta atipica del corpo si manifesta sin dalla più tenera età. Le cause di questa patologia possono essere genetiche o fattori ambientali. L'allergene, entrando nel corpo, entra in collisione con le immunoglobuline del gruppo E. A questo punto, le cellule adipose esplodono e l'istamina e la serotonina, sostanze che provocano gonfiore e infiammazione, vengono rilasciate.

Allergie alimentari e intolleranze alimentari: imparare a distinguerle

Molti confondono questi due concetti, poiché i loro sintomi sono molto simili. Gli effetti allergici si verificano abbastanza rapidamente, la sua intensità dipende dalla quantità di allergeni. E l'intolleranza a qualsiasi prodotto può protrarsi. L'allergia è il lavoro "sbagliato" dell'immunità, che percepisce i cibi ordinari come un nemico. Quando l'immunità all'intolleranza alimentare funziona correttamente, ma il cibo non è completamente o parzialmente assorbito dal corpo. Le ragioni di questo possono essere il sistema digestivo immaturo, le malattie del tratto gastrointestinale, la carenza di enzimi.

I frequenti segni di intolleranza sono:

  • disturbi digestivi;
  • gonfiore;
  • eccessiva formazione di gas;
  • nausea, vomito;
  • dolore addominale.

Una reazione allergica è spesso manifestata da disturbi del tratto gastrointestinale, ma in aggiunta a loro, ci possono anche sviluppare pelle, sintomi respiratori, angioedema o anafilassi, che non è il caso dell'intolleranza.

Indipendentemente, è difficile determinare esattamente cosa si sta trattando. Per fare questo, è necessario contattare uno specialista competente e sottoporsi a una diagnosi. Quindi puoi fare una diagnosi accurata.

allergie

Come si manifesta la risposta immunitaria, questi tipi di reazioni si distinguono:

  • latente: le allergie agli alimenti non sono immediatamente determinate, ma dopo un periodo di tempo sufficientemente lungo, a causa dell'accumulo di un allergene nel corpo;
  • pronunciato: effetti negativi si verificano immediatamente dopo l'uso dell'allergene.

Dalla natura delle manifestazioni, le allergie latenti possono essere:

  • tutto l'anno: la reazione è osservata continuamente, anche con l'uso di una piccola quantità di allergene;
  • spasmodico: l'immunità percepisce negativamente prodotti che in precedenza erano percepiti da loro normalmente;
  • temperatura: i sintomi sono significativamente aggravati anche con la più leggera ipotermia del corpo;
  • misto: la patologia è provocata non solo dall'uso del prodotto, ma anche dal suo odore (orale), dal contatto con esso (contatto).

I primi segni di malattia sono:

  • lieve gonfiore delle mucose, secrezione nasale, lacrimazione;
  • nausea, vomito, diarrea, coliche;
  • eruzione cutanea, prurito;
  • mal di testa, debolezza generale, febbre;
  • angioedema;
  • shock anafilattico.

Nel corso del corso della reazione, i sintomi si intensificano, senza assistenza immediata, la morte è possibile.

Allergeni alimentari

Tutti i prodotti hanno diversi gradi di influenza sul corpo.

È fatale che a volte non il prodotto stesso causi segni negativi, ma coloranti, aromi, stabilizzanti nella sua composizione.

Cos'è la croce e la pseudo-allergia?

In precedenza abbiamo parlato di vera allergia, ma c'è anche una pseudo-allergia, che è accompagnata dagli stessi sintomi, ma è causata da un uso eccessivo del prodotto. In tali casi, quando il consumo di dosaggio della reazione non lo è.

C'è anche una allergia crociata, che è considerata la più pericolosa. Nasce non solo per i singoli prodotti, ma per tutti i prodotti con una composizione simile di aminoacidi. Per esempio, se c'è un'allergia al latte di mucca, allora ci può essere una reazione al latte di altri animali e ai suoi derivati, alla carne di vitello e alla carne di manzo. Ora ha sviluppato una tabella di risposte incrociate, attraverso la quale è possibile comprendere la relazione di un determinato alimento. Inoltre, questo fenomeno può verificarsi anche su allergeni non alimentari, come il polline. Ad esempio, anguria e ambrosia sono interconnesse in questo modo.

Elenco di allergeni incrociati

Cause di allergie alimentari negli adulti

Nei bambini, le allergie sono più comuni e causate da un numero elevato di fattori. Tutto ciò che si manifesta nell'età adulta è semplicemente una trasformazione della predisposizione iniziale alle reazioni allergiche.

Cause di lavoro improprio di immunità negli adulti:

  • eredità: i parenti più prossimi hanno una reazione patologica;
  • cattiva ecologia: l'urbanizzazione aumenta significativamente lo sfondo allergico, lo smog, i gas, le sostanze chimiche nell'aria influenzano il cibo e in generale la salute umana;
  • ridotta immunità sullo sfondo di cattive abitudini: fumo, consumo di alcol;
  • insonnia e sonno disturbati: la mancanza di riposo provoca processi patogeni nel corpo;
  • malattie concomitanti dell'apparato digerente, dei reni, del fegato, del cuore: la microflora compromessa o il funzionamento degli organi interni provoca "l'aggressione" dell'immunità;
  • la presenza di parassiti nel corpo: i prodotti della loro attività vitale influenzano negativamente i processi vitali nel corpo;
  • Carenza di vitamina A, E, PP: un'immunità indebolita è più suscettibile alle interruzioni;
  • ricevere droghe sensibilizzanti, cosmetici.
  • nutrizione scorretta.

Sintomi e segni di allergia alimentare

Una reazione allergica può avere varie manifestazioni. Dipende dalle caratteristiche individuali di ogni persona.

In questi momenti, la persona aumenta anche il battito cardiaco, il battito cardiaco, aumenta la sudorazione. Possono verificarsi mal di testa e vertigini. I soggetti allergici, in particolare i bambini, diventano estremamente irrequieti e irritabili.

Durante la risposta immunitaria, può svilupparsi uno shock anafilattico che può essere identificato da sintomi quali leggero formicolio agli arti, rash, lieve gonfiore del rinofaringe, broncospasmo, angioedema, gonfiore degli organi respiratori superiori, vomito, febbre, insufficienza respiratoria, convulsioni, riduzione della pressione, arresto respiratorio.

Anafilassi è una condizione pericolosa, in quanto può svilupparsi in pochi minuti. L'assistenza tardiva può essere fatale.

diagnostica

Se si verificano i primi sintomi, è necessario contattare immediatamente uno specialista che effettuerà un esame, un sondaggio, offrirà ulteriori metodi diagnostici per fare la diagnosi corretta. Inizialmente, è necessario contattare un allergologo. Che può aiutare a determinare l'allergene causale. In base ai risultati della ricerca, un allergologo può, se necessario, indirizzarti per la consultazione con altri specialisti.

Un gastroenterologo aiuterà con le malattie dell'apparato digerente, perché nella patologia alimentare sono quasi sempre disponibili. Un nutrizionista sarà in grado di scegliere la dieta giusta, tenendo conto delle peculiarità del corpo, di fare una dieta, sostituendo i prodotti allergenici con altri con le stesse sostanze benefiche. Una corretta alimentazione - è la chiave per il trattamento di successo con l'indignazione dell'immunità.

Le allergie sono effettuate test di laboratorio:

  • emocromo completo: un aumento del livello di basofili ed eosinofili in esso indica la presenza di una reazione allergica;
  • analisi del sangue biochimica per immunoglobulina E generale e specifica: aiuta a identificare l'allergene.

Gli skin test ti permettono di determinare un allergene specifico entro 20 minuti:

  • test con l'aiuto di applicazioni: strisce speciali su cui vengono applicati alcuni allergeni vengono applicati e fissati sul corpo, dopo due giorni viene valutato il risultato;
  • Test di scarificazione: un determinato allergene concentrato viene applicato sulla pelle e un graffio viene eseguito da uno scarificatore nel sito di applicazione, il risultato viene valutato dopo 20 minuti;
  • prick-test è l'applicazione del concentrato sulla pelle, l'esecuzione di una puntura nel sito di applicazione per 1 mm con uno strumento speciale;
  • metodi provocatori: un allergene viene applicato sulla mucosa dell'occhio o del naso, o le inalazioni vengono utilizzate per iniettare l'agente patogeno.

È anche possibile un esame endoscopico dell'intestino. Dopo tutto, le manifestazioni esterne sono solo la "punta dell'iceberg".

Il modo più semplice per determinare l'allergene è una dieta di eliminazione. Il medico suggerisce di tenere un diario alimentare in cui tutto il cibo viene consumato, la sua quantità e le reazioni del corpo saranno registrate. Se si osservano sintomi negativi su qualsiasi cibo, allora dovrebbe essere escluso per un po '. Dopo la scomparsa delle manifestazioni allergiche, si dovrebbe provare di nuovo a introdurre lo stesso prodotto in una quantità minima. Se i sintomi si ripresentano, viene trovato l'allergene causale che deve essere escluso. Con questa dieta puoi calcolare autonomamente il cibo indesiderato ed eliminarlo.

trattamento

Per il trattamento, in alcuni casi, il medico usa l'immunoterapia. Questo metodo non è adatto a tutti, e ricorrono ad esso solo quando l'allergene non può essere abbandonato nella vita di tutti i giorni, cioè, è di vitale importanza. Il corso del trattamento viene effettuato sotto la stretta supervisione di uno specialista competente con esperienza in questo campo. L'allergene causativo viene somministrato al paziente in dosi minime. Nel corso del trattamento, la sua quantità viene gradualmente aumentata, questo è il modo in cui l'immunità è "addestrata". In molti casi, questa tecnica aiuta a eliminare completamente i sintomi allergici di un alimento specifico. Tuttavia, questo metodo è rischioso, dal momento che il sistema immunitario è un meccanismo molto complesso, ed è pericoloso intervenire in esso: possono verificarsi gravi malattie.

Non ci sono altri metodi di terapia al momento, i farmaci sono usati solo per alleviare i sintomi.

Farmacoterapia sintomatica

Nei momenti di esacerbazione, è necessario eliminare completamente il cibo che provoca segnali negativi del corpo. Successivamente, il medico prescrive farmaci antistaminici. La forma della medicina dipende dall'età del paziente. Se è un bambino, allora è necessario scegliere farmaci sotto forma di gocce o sospensioni. Ma per una persona adulta le pillole sono adatte. Questi possono essere tavegil, edem, fenistil, zyrtek e altri.

Se la malattia progredisce, quindi insieme ai farmaci sistemici, vengono spesso utilizzate preparazioni topiche - unguenti anti-allergici, gel. Nelle forme più gravi del corso possono essere prescritti preparati ormonali: prednisone, advant, idrocortisone, sinaflan e altri. Il farmaco e il suo dosaggio sono prescritti dal medico curante, tenendo conto della natura e delle sottigliezze della patologia.

Per rimuovere l'intossicazione e eliminare gli allergeni, gli enterosorbenti vengono spesso trattati, come smecta, enterosgel, lattofiltro e polisorb. Questi fondi aiutano non solo a rimuovere le sostanze nocive, ma anche a migliorare la microflora intestinale, che è anche necessaria per questa malattia.

dieta

L'elemento principale del trattamento è considerato una dieta ipoallergenica. Durante un'esacerbazione è necessario rimuovere dalla dieta alimenti che causano una reazione e alimenti con un alto grado di allergenicità. Osservare che deve essere almeno due mesi. E quindi è necessario escludere completamente l'agente patogeno dalla dieta quotidiana.

Rimedi popolari

In molti casi, le ricette popolari si sono dimostrate positive.

Per le manifestazioni cutanee di allergia, vengono usati pomate, maschere, applicazioni, salviette, bagni. Camomilla, calendula, corda, alloro, ortica, prezzemolo, aloe, oli essenziali, tè verde, cetrioli, cavoli e altri componenti sono eccellenti per questo.

Le infusioni di erbe sono state assunte efficacemente per via orale. Infuso di camomilla e tè con calendula e achillea sono ben dimostrati. Un bicchiere d'acqua avrà bisogno di 50 grammi di erba. L'erba dovrebbe essere versata acqua bollente e insistere per due ore, prendere un decotto quattro volte al giorno per alcuni sorsi.

I metodi di medicina tradizionale possono essere utilizzati come trattamento ausiliario, tutte le azioni devono essere coordinate con il medico per evitare che la situazione peggiori.

prevenzione

Una malattia è sempre più facile da prevenire che affrontare le sue conseguenze. Per questo è necessario:

  1. Escludere completamente i prodotti che causano allergie.
  2. Se sei incline alle allergie, prova a scegliere cibi a bassa composizione allergenica.
  3. Tieni un diario alimentare.
  4. Seleziona i prodotti in base ai criteri di età. Introdurre correttamente integratori alimentari e integratori per il bambino.
  5. Prova a mangiare cibo dal tuo giardino. Quindi meno rischi che ci sarà una reazione negativa.
  6. Monitorare attentamente lo stato di salute, trattare tempestivamente le malattie emergenti.
  7. Trascorri quanto più tempo possibile in condizioni ambientali favorevoli.
  8. Osserva il regime del lavoro e del riposo. Il corpo esausto fallisce rapidamente sul lavoro.
  9. Farmaci da assumere esclusivamente su prescrizione del medico.
  10. Se necessario, ricostituire le riserve del corpo con l'aiuto di complessi vitaminici.
  11. Riduci al minimo le situazioni stressanti.

Reazione al cibo: come distinguere le allergie alimentari dall'intolleranza?

Non tutti soffrono di allergie sin dall'infanzia, possono iniziare in età adulta, questo accade in circa il 4% delle persone. Ecco come riconoscere quali cibi dovresti evitare e perché.

Ci sono persone che si arrabbiano per l'intolleranza di un prodotto e smettono di mangiarlo. Spesso lo considerano un'allergia, anche senza una visita medica e test. E succede che i testimoni oculari non prestino attenzione a una vera allergia, anche se un attacco forte può mettere a rischio la vita.

Come capire che si tratta di una reazione allergica?

I segni più comuni di allergia sono: orticaria, respiro sibilante, grave nausea. Se un prodotto inappropriato entra nel corpo, il sistema immunitario produce anticorpi anti-E immunoglobuline che combattono gli invasori. Attaccano le cellule della pelle, i polmoni e il tratto digestivo, motivo per cui appare una tale reazione.

Nei casi più gravi, lo shock anafilattico può svilupparsi quando la pressione sanguigna salta e una persona non può respirare a causa di una reazione nei polmoni. Se il tempo non fornisce assistenza, puoi persino morire. Molto spesso, una reazione così forte è data da pesce, frutti di mare, arachidi e nocciole. I bambini sono allergici alle uova e al latte e molti riescono a superarlo con successo dall'adolescenza.

Qual è la causa delle allergie alimentari?

Gli specialisti non hanno una risposta definita, anche se il numero di persone che soffrono di allergie negli adulti aumenta di giorno in giorno. Ecco alcune possibili ragioni.

1. Nuovo cibo

Ad esempio, durante l'infanzia una persona non ha provato noccioline o pesce, e la conoscenza di un adulto ha portato il corpo a rifiutare cibo incomprensibile.

2. Mancanza di vitamina D

Circa il 70% degli adulti ne soffre e in effetti è così importante per l'immunità!

3. Cattivi batteri

I cambiamenti nella microflora del corpo possono anche influenzare lo sviluppo di allergie. Questi cambiamenti sono solitamente innescati da antibiotici e dieta.

Allergia o intolleranza?

Queste sono cose diverse, anche se molti non lo sanno nemmeno. Ecco come distinguerli l'uno dall'altro.

Allergie alimentari

Cosa ha causato: pesce, frutti di mare, arachidi, nocciole, uova, soia, latte, glutine.

Sintomi - vari segni del tratto gastrointestinale e spesso:

  • arrossamento e eruzione cutanea o orale;
  • problemi respiratori, respiro sibilante;
  • tosse;
  • difficoltà a deglutire;
  • diminuzione dell'impulso;
  • vertigini;
  • crampi addominali;
  • nausea, vomito, diarrea.

Tempo: molto spesso la reazione appare immediatamente dopo l'assunzione del prodotto proibito. A volte i sintomi diventano evidenti dopo 2 ore, estremamente raramente dopo 6. La reazione si verifica ad ogni contatto con il prodotto.

Trattamento: i sintomi lievi possono essere eliminati con antistaminici. Lo shock anafilattico richiede la somministrazione dell'ormone epinefrina o di altri farmaci (non da soli!).

Intolleranza alimentare

Non richiede l'intervento del sistema immunitario, tutti i sintomi sono associati al tratto digestivo. Il problema è la mancanza di un enzima nel corpo per digerire il prodotto.

Cosa ha causato: caffè, spezie piccanti, pesche, cipolle, cavoli, fagioli, glutine, latte, esaltatori di sapidità.

sintomi:

  • crampi allo stomaco;
  • nausea, vomito, diarrea;
  • sensazione di pesantezza.

Tempo: la reazione può essere istantanea o ritardata per 2-24 ore. Dipende dalla dose e potrebbe non verificarsi ad ogni pasto.

Trattamento: farmaci che facilitano la digestione del cibo.

È necessario escludere i prodotti dal gruppo a rischio in assenza di allergia o intolleranza? No! Glutine-libero renderà più difficile "ottenere" fibre e vitamine del gruppo B, senza latticini - calcio e vitamina D. Alcune persone credono che evitare tali prodotti aiuta a mantenere la salute e perdere peso, ma i nutrizionisti considerano questa un'opzione placebo.

Come si manifesta l'allergia alimentare negli adulti: sintomi e trattamento, cause di una reazione acuta e un elenco di prodotti allergenici

Le allergie alimentari negli adulti sono meno comuni rispetto ai bambini, ma i sintomi sono spesso ugualmente gravi. A volte una persona stessa provoca una risposta negativa del corpo con pensieri ossessivi, dopo l'autosuggestione, assegnando un determinato prodotto o diversi tipi al gruppo di allergeni.

Cosa fare quando si identificano le allergie alimentari? Quali prodotti escludere dal menu per prevenire reazioni acute? Perché oltre l'80% degli abitanti adulti del pianeta attribuisce a se stessi pseudoallergia? Risposte nell'articolo

Informazioni generali

La sensibilità del corpo ai componenti di diversi tipi di cibo dipende dallo stato del sistema immunitario. Una risposta acuta si sviluppa durante la reazione chimica dell'interazione di immunoglobuline E e allergeni. La disgregazione del sistema immunitario si sviluppa spesso in tenera età, in una piccola percentuale di persone questa è una predisposizione ereditaria.

Caratteristiche della reazione:

  • una sostanza con un pronunciato effetto allergico attiva le cellule immunitarie, la produzione di anticorpi segue, si osserva una risposta immediata;
  • la risposta del corpo avviene con la partecipazione di linfociti, mast e plasmacellule;
  • aumento della permeabilità vascolare, l'irritazione attiva dei recettori dell'istamina provoca vari tipi di manifestazioni allergiche: prurito, intorpidimento della bocca, gonfiore delle labbra, lingua, macchie rosse sul viso, congestione nasale.

Codice di allergia alimentare secondo ICD 10 - T78.1 nella sezione "Altre manifestazioni della reazione patologica al cibo".

classificazione

I medici distinguono i seguenti tipi di reazioni negative ai prodotti:

  • vera allergia. La reazione del corpo - la risposta del sistema immunitario, l'interazione dell'antigene della sostanza e alcuni anticorpi. La ragione è una predisposizione genetica. Le vere allergie alimentari sono rare: non più del 3% della popolazione è incline a una reazione acuta a determinati alimenti;
  • pseudoallergy. Il tipo più comune di risposta negativa. Nella maggior parte dei casi, una reazione negativa non ha cause genetiche, la persona stessa suggerisce che un prodotto è potenzialmente pericoloso. Spesso la colpa è della pubblicità dei farmaci, che costantemente ricorda al pubblico il trattamento delle allergie. C'è un "effetto placebo": se si suggerisce costantemente che "Sono allergico alle arance, il mio corpo sarà sicuramente coperto da un'eruzione cutanea, se ne mangio un sacco", allora è probabile che dopo aver mangiato gli agrumi appariranno effettivamente segni di pseudo-allergia. Esiste una risposta allergica, ma non c'è interazione tra le cellule immunitarie e l'antigene;
  • reazione incrociata. Varietà pericolosa, l'identificazione di cui il paziente soffre non solo dall'uso di una particolare sostanza, ma anche da altri prodotti appartenenti allo stesso gruppo alimentare. La risposta immunitaria provoca una maggiore sensibilizzazione del corpo. Ad esempio, vari organi e sistemi reagiscono bruscamente non solo al latte intero, ma anche a tutti i prodotti contenenti proteine ​​del latte.

Come si manifesta un'allergia al miele e come trattare una reazione acuta del corpo? Abbiamo la risposta!

Trattamenti efficaci per la sindrome di Lyell in bambini e adulti sono descritti in questa pagina.

Secondo la natura e il tempo delle manifestazioni negative, ci sono quattro tipi di allergie alimentari:

  • Hopping. Eruzioni cutanee, intorpidimento della bocca, congestione nasale compaiono quando si utilizzano prodotti che non hanno precedentemente provocato una risposta negativa del corpo;
  • Tutto l'anno. La sintomatologia è costantemente osservata, si verificano reazioni negative quando si utilizzano prodotti proibiti in qualsiasi quantità, anche la più minima;
  • forma mista Il corpo reagisce non solo agli allergeni alimentari, ma anche agli odori, le condizioni del paziente sono molto peggiori rispetto alla solita forma di allergia alimentare;
  • temperatura. L'ipotermia di qualsiasi grado provoca una risposta brillante a certi cibi.

Forme di allergie alimentari:

  • luminoso pronunciato. I sintomi negativi compaiono dopo aver consumato un determinato prodotto;
  • nascosto. La risposta negativa si manifesta gradualmente, con l'accumulo di allergeni, man mano che il cibo viene consumato.

Cause della malattia

Alcune allergie alimentari sono una risposta del sistema immunitario a contatto con sostanze irritanti. La reazione è accompagnata da un rilascio attivo di istamina, reazioni cutanee, manifestazioni negative sulle membrane mucose, nei passaggi nasali, funzionamento improprio del tratto digestivo.

La ragione principale della risposta immunitaria acuta è una maggiore sensibilità del corpo a determinati prodotti. La reazione può essere posta a livello genetico e si sviluppa sotto l'influenza di fattori negativi.

La tendenza alle allergie negli adulti è spesso il risultato di problemi nel periodo neonatale e nella prima età. I genitori spesso provocano reazioni acute in violazione delle regole di cura del bambino, un'alimentazione scorretta.

Fattori negativi:

  • fallimento precoce dell'allattamento al seno;
  • dai primi mesi di vita, il bambino ha ricevuto latte artificiale (sostituti del latte materno);
  • violazione dei tempi dell'introduzione di alimenti complementari;
  • l'uso di cibi allergenici da parte di un bambino;
  • malattie del tubo digerente nei bambini;
  • dysbacteriosis in tenera età;
  • spuntini, cattiva alimentazione, nutrire il bambino con prodotti contenenti una quantità eccessiva di conservanti, coloranti, esaltatori di sapidità.

Elenco dei prodotti - allergeni

Gli scienziati hanno condotto molte ricerche, sulla base delle quali hanno stilato un elenco di potenziali allergeni. I pazienti con una maggiore sensibilizzazione del corpo dovranno eliminare completamente gli stimoli dal menu.

Alto rischio di reazioni allergiche:

Spesso causano sintomi acuti:

  • agrumi;
  • bacche rosse, arance, verdura e frutta;
  • carne di pollame;
  • funghi;
  • meloni.

Il grado medio di attività allergica:

Basso rischio di manifestazioni allergiche:

Spesso, il corpo non reagisce bruscamente ai componenti di un particolare prodotto, ma a emulsionanti, aromi, colori, edulcoranti contenuti nei concentrati di cibo in scatola. Non è un caso che molti pazienti notino che lo stufato di pesce non causa manifestazioni allergiche, e il cibo in scatola o affumicato porta rapidamente a sintomi negativi.

Segni e sintomi caratteristici

La maggior parte delle persone ha una reazione di tipo immediato: i segni luminosi di allergia si notano subito dopo aver consumato il prodotto di stimolo. A volte l'allergene si accumula nel corpo senza alcun segno di problema, dopo poche ore o un giorno dopo, seguono sintomi più forti.

La forma latente è molto più pericolosa della reazione lampo: una persona non sospetta che un particolare prodotto non gli si addica, continua a consumare ulteriormente l'allergene, quindi riceve una risposta acuta dal corpo. Alcune persone sviluppano una forma grave - angioedema.

I primi segni di allergie alimentari:

  • intorpidimento, prurito delle mucose nella bocca;
  • congestione nasale, scarico di liquidi senza colore e odore dai passaggi nasali;
  • gonfiore della lingua, delle labbra, delle mucose.

Successivamente sviluppi altre caratteristiche:

  • nausea;
  • pesantezza allo stomaco;
  • costipazione;
  • colica intestinale;
  • diarrea.

diagnostica

In caso di reazione acuta a determinati prodotti, è importante visitare immediatamente un allergologo, eseguire test e test speciali, superare un esame ematico generale e biochimico, determinare il livello di immunoglobulina E. Se si conosce quale alimento si manifesta una risposta negativa, sarà necessario eliminare il prodotto pericoloso dalla dieta.

Trattamenti efficaci

Come trattare le allergie alimentari? Il paziente è obbligato a seguire le raccomandazioni fornite dall'allergologo: in caso di violazione delle regole nutrizionali, somministrazione irregolare di antistaminici, si può sviluppare una reazione grave. Autotrattamento, l'uso di metodi non convenzionali spesso provoca complicazioni. È importante ricordare: l'angioedema è mortale.

Dieta ipoallergenica

raccomandazioni:

  • rifiuto totale dei prodotti - potenziali allergeni;
  • mangiare piatti bolliti, in umido. Casseruole sono una buona opzione;
  • rifiuto da cibi affumicati, sottaceti, cibi fritti;
  • esclusione dalla dieta di brodi ricchi, latte intero, alcolici, concentrati, soda dolce, fast food;
  • Minestre di verdure leggere, cereali, tisane, tè non zuccherato, cracker, bere moderatamente sono elementi essenziali di una dieta ipoallergenica per le allergie alimentari negli adulti.

farmaci

Non è difficile per i pazienti adulti scegliere una medicina per le allergie: le farmacie offrono un sacco di farmaci efficaci. È consigliabile scegliere il farmaco di ultima generazione. Le compresse durano 24 ore, non hanno un effetto deprimente sul sistema nervoso centrale e sul sistema cardiovascolare, l'elenco delle azioni negative è minimo.

Il farmaco antistaminico raccoglie il medico. È importante tenere in considerazione la condizione generale delle allergie, la presenza di malattie croniche, che sono spesso nella storia dopo 30-40 anni.

Efficaci cure allergiche:

Rimedi popolari e ricette

Per la pulizia del sangue, ridurre i segni negativi delle allergie alimentari sono le erbe medicinali adatte. Prima dell'uso, è necessario consultare un allergologo: alcune piante possono provocare sintomi acuti.

Comprovato significa:

  • decotto di camomilla e calendula per ingestione e impacchi;
  • decotto di ortica per la pulizia del sangue;
  • bagno con uno spago, camomilla, un decotto di avena, achillea contro prurito e gonfiore;
  • guscio d'uovo sodo schiacciato. Prendi il prodotto macinato in un quarto di un cucchiaino per due settimane tre volte al giorno.

Visualizza una selezione di metodi efficaci per curare il toxicoderma con l'aiuto di medicine e rimedi popolari.

Metodi efficaci per il trattamento della diatesi nei neonati a casa sono descritti a questo indirizzo.

Vai a http://allergiinet.com/detskaya/allergicheskaya-syp.html e scopri come e come trattare un'eruzione allergica in un bambino.

Immunoterapia specifica

Dopo aver accuratamente determinato l'allergene, il medico può raccomandare il metodo più efficace per trattare molti tipi di reazioni acute. L'essenza del metodo nell'introduzione regolare di piccole dosi di allergeni per ridurre la suscettibilità a questa sostanza. Dopo qualche tempo, il corpo non reagisce così violentemente allo stimolo, l'allergia scompare gradualmente.

Il successo del trattamento dipende dalle qualifiche del medico, dall'accuratezza della selezione della dose, dalla regolarità delle procedure. La terapia è lunga, molti pazienti ricevono dosi minime dello stimolo per 3-5 anni.

Misure preventive

Il compito del paziente è eliminare gli alimenti pericolosi dalla dieta. Con questo approccio, il rischio di reazioni negative tende a zero. Se sei allergico al glutine o alle proteine ​​del latte, è difficile formulare una dieta a tutti gli effetti, raccogliere prodotti sostitutivi, ma senza una dieta ipoallergenica, la risposta immunitaria del corpo è così brillante che sono possibili gravi conseguenze.

Ulteriori misure preventive:

  • rafforzamento dell'immunità;
  • controllo degli organi digestivi;
  • prevenzione della disbiosi;
  • trattamento tempestivo e completo delle malattie infettive;
  • terapia vitaminica nel periodo autunnale-primaverile;
  • cottura al vapore, rifiuto dell'uso frequente di carni affumicate, piatti fritti, speziati;
  • minimo di concentrati e cibo in scatola nella dieta; rifiuto di bevande gassate con coloranti;
  • l'uso di vari prodotti in quantità ragionevoli;
  • rifiuto di assumere gli antibiotici in modo incontrollabile: potenti farmaci riducono l'immunità, riducono la quantità di batteri benefici nell'intestino.

Prossimo video La trasmissione televisiva "Vivere sano" ed Elena Malysheva sulle allergie alimentari:

Allergia alimentare

Cos'è l'allergia alimentare?

Le allergie alimentari non sono sempre caratterizzate da intolleranza a un particolare prodotto. Spesso, una persona sviluppa sensibilità a diversi gruppi di alimenti, il che costringe a osservare costantemente rigide restrizioni dietetiche. I meccanismi per lo sviluppo di una reazione allergica al cibo sono incorporati nel sistema immunitario umano. Se il sistema immunitario non funziona correttamente, reagisce ai nutrienti come pericolosi corpi estranei, invia un segnale al cervello. Di conseguenza, inizia la produzione attiva di anticorpi diretti alla distruzione del pericolo immaginario. Se le immunoglobuline non riescono a far fronte agli allergeni, l'istamina si forma nel sangue e si sviluppa una reazione allergica. Nella maggior parte dei casi, le allergie alimentari sono associate a composti proteici che entrano nel sangue. Inoltre, i prodotti che causano allergie, contengono spesso grassi, vitamine, integratori alimentari sotto forma di emulsionanti e esaltatori di sapidità. Qualsiasi componente elencato diventa facilmente un potenziale allergene per l'immunità debole.

La tua richiesta è stata inviata con successo!

Nel prossimo futuro uno specialista ti contatterà.
call center e chiarire tutte le domande.

Le allergie alimentari sono una patologia pericolosa, che nei casi più gravi può persino essere fatale. Le persone che soffrono di questa malattia dovrebbero visitare regolarmente un allergologo per un esame non programmato e hanno anche una dieta rigorosa. In caso di allergia alimentare di natura totale, cioè quando una persona ha un'allergia a tutti i prodotti, qualsiasi alimento contenente allergeni (in particolare proteine) è escluso dal menu.

Cause di allergie alimentari

L'allergia alimentare è un processo patologico in cui la produzione di immunoglobuline di classe E (IgE) viene attivata durante il rilascio di alcuni nutrienti nel sangue. Ciò è dovuto al fatto che l'immunità identifica erroneamente composti proteici come pericolose molecole patogene. Quando si forma la sensibilità del sistema immunitario nel corpo, non un'allergia ai prodotti, ma un'allergia a specifiche sostanze contenute in essi. Molto spesso, proteine ​​come l'albumina e la caseina agiscono come provocatori di reazioni allergiche. L'albumina si riferisce a semplici proteine ​​solubili in acqua e arricciate quando riscaldate. Si trova in carne, pollo e uova di quaglia, pesce, frutti di mare. La caseina è il componente principale della composizione del latte e dei prodotti lattiero-caseari. È una proteina complessa, che provoca reazioni allergiche acute e scarsamente digeribile. In alcuni casi, le allergie provocano sostanze nocive contenute nel cibo. I processi infiammatori nelle cellule del sangue causano tossine, vari additivi alimentari (coloranti, emulsionanti, aromi, ecc.).

Le caratteristiche fisiologiche del corpo si riferiscono anche alle cause che provocano reazioni allergiche ai prodotti. Con le allergie, i meccanismi di difesa del corpo soffrono, quindi le persone con un'immunità debole sono più inclini a sviluppare patologie. Spesso le cause delle reazioni allergiche sono fattori psicologici, come stress, costante stress emotivo, ecc.

Fattori di rischio

L'allergia alimentare è comune in tutte le categorie di età. Il rischio di sviluppare patologia è più alto con i seguenti fattori.

  1. Eredità. Le reazioni allergiche sono facilmente trasmesse dai genitori ai bambini a livello genetico. Se la madre o il padre hanno qualche forma di allergia (cibo, pelle, ecc.), C'è la possibilità che il bambino sia allergico al cibo.
  2. Carenza di enzimi Al fine di digerire e assorbire il cibo dallo stomaco e dall'intestino, vengono prodotti speciali enzimi nel tratto digestivo. In assenza o inadeguata produzione di queste sostanze, i processi di digestione sono disturbati e l'intolleranza alimentare si sviluppa. Quindi, se c'è una carenza di enzima lattasi nell'intestino, le allergie ai latticini si verificano negli adulti e nei bambini. Si manifesta con una violazione della digestione, in cui il lattosio provoca irritazione della mucosa e provoca processi di fermentazione.
  3. Età. Il più delle volte, l'allergia alimentare si verifica nei bambini piccoli. Ciò è dovuto al fatto che l'immunità del bambino è allo stadio della formazione ed è facilmente suscettibile all'azione degli allergeni. La situazione è particolarmente difficile per i bambini, passando gradualmente a una dieta normale. Ogni nuovo prodotto è un nuovo test per il sistema digestivo e l'immunità del bambino. Se i genitori non sanno quali prodotti possono essere allergici e quando preparano la dieta del bambino non sono guidati dalle raccomandazioni del pediatra, la probabilità di una risposta dell'organismo a tali cambiamenti aggressivi è alta.

Allergia alimentare: sintomi

I primi segni di una reazione allergica compaiono entro un'ora dopo un pasto. Nei casi più gravi, il paziente avverte disagio nei primi minuti dopo aver consumato il prodotto allergenico. La gravità dei sintomi dipende dalla quantità di cibo mangiato, dallo stato del sistema immunitario e dall'età di una persona allergica ai cibi. I sintomi sono abbastanza pronunciati e si sviluppano nella forma dei seguenti sintomi:

  • sensazione di formicolio e bruciore in bocca;
  • gonfiore della lingua, della gola, delle labbra, della pelle del viso;
  • sentirsi a corto di fiato;
  • gonfiore della mucosa della bocca e del naso;
  • eruzione cutanea, accompagnata da forte prurito e bruciore;
  • macchie rosse sul viso, sull'addome, sulle mani;
  • vertigini, mal di testa;
  • debolezza, sonnolenza;
  • aumento della formazione di gas;
  • dolore lancinante nell'addome;
  • sgabelli frequenti e sciolti;
  • nausea, vomito.

Nei bambini, i sintomi di cui sopra sono accompagnati da perdita di appetito, malumore, febbre, congiuntivite allergica. A prima vista, questi sintomi possono essere facilmente scambiati per un comune raffreddore o E. coli, ma l'automedicazione è assolutamente controindicata. È necessario consultare un allergologo che fornirà il primo soccorso, quindi condurre una diagnosi completa e prescrivere compresse di allergia alimentare (enterosorbenti e antistaminici). Se non trattata, l'allergia alimentare acuta porta a complicazioni: shock anafilattico e angioedema. La conseguenza più pericolosa delle reazioni allergiche è l'anafilassi, in cui la vittima ha un calo di pressione e grave soffocamento. La condizione abbastanza rapidamente porta alla morte. L'edema di Quincke è accompagnato da un forte gonfiore dei tessuti molli del viso e del corpo, che in assenza di cure mediche a volte portano all'arresto respiratorio.

Diagnosi di allergie alimentari

Il modo migliore per affrontare le allergie alimentari è determinare quali alimenti causano allergie in un caso particolare rimuovendoli dalla dieta. A casa, questo è in realtà fatto con il metodo di eliminazione, abbandonando gradualmente alcuni prodotti, ma questo metodo è sicuro solo per le reazioni allergiche lievi. L'allergia alimentare acuta è pericolosa per la salute e la vita umana, pertanto, dovrebbe essere diagnosticata esclusivamente da un medico esperto. Per superare l'esame, è necessario contattare un allergologo, un allergologo immunologo o un pediatra (per bambini). Il medico esaminerà la scheda ambulatoriale del paziente, condurrà un'indagine sull'argomento dei principali sintomi e abitudini alimentari ed eseguirà un esame generale. Una dieta rigorosa per le allergie alimentari è il principale metodo di trattamento, quindi il medico deve identificare i prodotti che provocano una reazione allergica. A tal fine, l'allergologo esegue la diagnostica di laboratorio mediante test cutanei o esami del sangue per IgE.

I test cutanei implicano il contatto diretto dell'allergene con il corpo del paziente. Il medico determina i prodotti che causano allergie negli adulti e nei bambini, così come gli allergeni che contengono. Quindi, gli allergeni selezionati vengono alternativamente applicati in forma liquida a varie parti del corpo del paziente (curva del gomito, polso, pelle dietro le orecchie). Per un risultato rapido, la sostanza irritante viene iniettata direttamente sotto la pelle per iniezione. Dopo 30-60 minuti, compaiono segni di infiammazione sulla pelle.

Un esame del sangue IgE è un metodo diagnostico rapido e relativamente sicuro. Ad un paziente viene prelevato un campione di sangue venoso in cui vengono iniettati allergeni alimentari. Se il paziente è allergico al cibo, si formano immunoglobuline nel sangue, che si combinano con le molecole di allergeni.

Dopo aver ricevuto ed elaborato i risultati della diagnosi, il medico elabora un piano di trattamento. Di norma, la terapia delle reazioni allergiche alimentari include una dieta rigorosa e un trattamento regolare. Al paziente vengono prescritti enterosorbenti, antistaminici, corticosteroidi, unguenti a idrocortisone e complessi multivitaminici. La dieta per le allergie alimentari è una restrizione rigorosa della dieta (il rifiuto di cibi allergenici). Successivamente, consideriamo le caratteristiche nutrizionali delle reazioni allergiche alimentari.

Dieta per le allergie alimentari: caratteristiche

L'intolleranza alimentare richiede restrizioni dietetiche significative, poiché gli allergeni si trovano in moltissimi prodotti. Perché la dieta sia scarsa e il corpo continui a ricevere le sostanze di cui ha bisogno (vitamine, minerali, proteine, grassi, ecc.), Dovrebbe essere fatto un menu equilibrato. Per fare questo, si raccomanda di iscriversi per una consulenza con un nutrizionista che compilerà un elenco ottimale di prodotti per le allergie, tenendo conto delle esigenze del corpo. I principi di base dell'alimentazione con una tendenza alle reazioni allergiche.

  1. Gli alimenti affumicati e in scatola dovrebbero essere esclusi dalla dieta, mangiare solo piatti freschi.
  2. Quando acquisti prodotti devi prestare attenzione alla loro composizione: alimenti contenenti OGM e additivi alimentari sono molto pericolosi per le allergie.
  3. È importante che il cibo sia frazionario. È necessario mangiare cibo spesso (fino a 8 volte al giorno), ma in piccole porzioni.
  4. Si consiglia di sostituire i dolci con frutta dolce, poiché non contengono glucosio.

Quali alimenti non possono mangiare con allergie

Gli allergeni si trovano in molti alimenti, quindi devi rinunciare alla maggior parte dei tuoi cibi preferiti. Quindi, ecco i principali alimenti proibiti per le allergie:

  • pesce e frutti di mare;
  • carne affumicata;
  • prodotti a base di carne (salsicce, salsicce, ecc.);
  • noci;
  • agrumi;
  • frutta e verdura rossa;
  • caffè, cioccolato;
  • latte, crema;
  • bevande gassate;
  • alcol;
  • funghi;
  • prodotti taglienti di origine vegetale (aglio, cipolle, ravanelli, rafano);
  • spezie;
  • maionese, ketchup, senape e altre salse;
  • miele;
  • pasticceria dolce, confetteria al cioccolato, meringa;
  • uova di pollo e di quaglia;
  • aceto;
  • prodotti alimentari che includono un gran numero di additivi alimentari e coloranti (patatine, cracker, chewing gum, caramelle, ecc.).

Quali alimenti puoi mangiare per le allergie

Passare a una dieta ipoallergenica non significa che tutti gli alimenti in una dieta normale saranno inclusi nella lista tabù. È abbastanza possibile liberarsi delle allergie, mangiare in modo completo e diversificato, è solo necessario osservare alcune restrizioni. L'elenco di prodotti per le allergie assomiglia a questo:

  • cereali (grano saraceno, frumento, avena, riso);
  • carne bollita a basso contenuto di grassi (pollo, manzo, tacchino);
  • verdure fresche e bollite (patate, cavoli, cetrioli, verdure);
  • frutta verde e composta da loro (mele, pere);
  • latticini magri (ricotta, formaggio, kefir, yogurt naturale senza additivi, yogurt);
  • pane bianco leggermente raffermo, pane pita;
  • qualsiasi tipo di tè.

Allergie alimentari: prodotti allergeni comuni

Le allergie alimentari sono reazioni allergiche a cibi normali, innocui o ingredienti alimentari. Qualsiasi tipo di cibo può contenere molti allergeni alimentari. Di regola, queste sono proteine ​​e molto meno spesso - grassi e carboidrati.

Il termine "allergia" fu proposto per la prima volta da un pediatra austriaco Clement Von Pirket all'inizio del XX secolo, quando notò che l'ipersensibilità in alcuni pazienti era causata dalle stesse sostanze.

In una forma semplificata, il meccanismo di sviluppo dell'allergia assomiglia a questo: una proteina aliena che per prima entrò nel corpo provoca una risposta immunitaria protettiva dell'organismo, che naturalmente cerca di combatterlo. Dopo il primo contatto, il sistema immunitario "ricorda" il tipo e la struttura di questa proteina (allergene) e in caso di contatto ripetuto, si innesca un tipo di risposta patologica, iper-reattiva (iper-reattiva) quando, oltre all'eccessiva attivazione di elementi cellulari dei mastociti e dei basofili E, si verifica anche risposta infiammatoria pronunciata di natura generale: aumenta il flusso sanguigno, aumenta la permeabilità della parete cellulare, si verifica edema tissutale, aumento della temperatura, ecc. che può portare a condizioni acute e croniche potenzialmente fatali: shock anafilattico, asma bronchiale, rinite vasomotoria, orticaria, coca cola, edema di un quincke, ecc.

Le vere allergie alimentari sono rare (meno del due per cento della popolazione). La causa più comune di questo è l'ereditarietà. Nei bambini, l'allergia di solito si verifica nei primi anni di vita. Tra gli adulti che ritengono di avere allergie alimentari, circa l'80% effettivamente sperimenta una condizione che gli esperti hanno soprannominato "pseudo-allergia alimentare". Anche se i sintomi che manifestano sono simili a quelli che si verificano con vere allergie alimentari, la ragione potrebbe risiedere nella semplice intolleranza alimentare. Inoltre, alcune persone possono sviluppare reazioni psicosomatiche al cibo perché ritengono che sia un allergene per loro.

Tuttavia, l'allergia oggi è molto più comune di mezzo secolo fa. Ciò potrebbe essere dovuto all'inquinamento ambientale, all'uso di pesticidi e all'abbondanza di altre sostanze chimiche che usiamo o affrontiamo nella vita di tutti i giorni. Si stima che ogni anno veniamo esposti a circa 3 mila diversi preparati chimici, quindi l'aumento del numero di malattie allergiche non è sorprendente.

Il nostro sistema immunitario è esposto quotidianamente alle sostanze chimiche che otteniamo da cibi e bevande, nonché da molecole potenzialmente tossiche che respiriamo. Questa costante battaglia porta a un sovraccarico del fegato e, di conseguenza, a un aumento delle reazioni allergiche.

Le allergie alimentari possono causare condizioni acute come shock anafilattico, forme gravi di ostruzione bronchiale (ostruzione), vasculite allergica e possono anche sostenere lesioni croniche e ricorrenti del tratto respiratorio superiore, del tratto gastrointestinale, dei reni, dei sistemi nervoso e cardiovascolare. Può sorgere come un fulmine a ciel sereno, dopo che una persona ha mangiato tutto per tutta la vita senza alcuna restrizione. Fortunatamente, un'allergia così improvvisa è una rarità. Più spesso, le persone soffrono di intolleranza a un determinato cibo o di eccessiva sensibilità ad esso, ma è molto più difficile riconoscere le cause di questi tipi di allergie.

Cause di allergie alimentari

Nonostante il fatto che le allergie possano svilupparsi in quasi tutti i tipi di alimenti, gli allergeni più comuni sono latte, uova, pesce, crostacei, soia, grano e noci, specialmente le arachidi.

C'è anche una allergia crociata che si sviluppa in seguito a una reazione a qualsiasi allergene. Quindi, le persone che sono allergiche alle arachidi possono diventare allergiche ad altri legumi, tra cui piselli, soia e lenticchie. Inoltre, i pazienti con allergia al melone possono eventualmente sviluppare una reazione a cetrioli e zucca; e allo stesso modo, coloro che sono allergici ai gamberetti diventano sensibili ai granchi.

Alcune persone sviluppano allergie ai solfiti - sostanze chimiche utilizzate per preservare il colore del cibo, ad esempio, in frutta e verdura secca. La reazione ad essi include respiro intermittente o shock allergico dopo aver mangiato, contenente solfiti. I solfiti possono anche causare gravi attacchi d'asma.

Fattore genetico delle allergie alimentari

Un bambino, uno dei cui genitori soffre di allergie, ha il rischio di sviluppare allergie che sono due volte più grandi di quelli i cui genitori non sono allergici. Se entrambi i genitori sono allergici, il rischio del suo sviluppo in un bambino aumenta di due volte di più e diventa quindi quattro volte di più. Tuttavia, le sostanze che sono allergeni a un bambino possono differire da quelle dei genitori. Anche se molto spesso risulta che i bambini con allergie ereditano questo disturbo dai loro genitori, le allergie non sono sempre ereditate. È stato dimostrato che i figli di genitori affetti da asma, eczema o febbre da fieno (forme atopiche di allergia) sono essi stessi ipersensibili, soprattutto se queste malattie allergiche si verificano in entrambi i genitori. I geni che sopprimono la formazione di IgE, le immunoglobuline, che sono i mediatori della risposta infiammatoria acuta a specifici allergeni, ne sono colpevoli. Tuttavia, i geni non sono l'unica causa di allergie. Ad esempio, i gemelli geneticamente identici non sviluppano necessariamente reazioni allergiche in risposta agli stessi allergeni. Ciò dimostra che anche altri fattori, come fattori ambientali, infezioni batteriche e virali, stress, ecc., Svolgono un ruolo nell'insorgere dell'allergia.

Allergeni alimentari

In generale, in base al grado di attività allergenica, si possono distinguere tre gruppi di prodotti alimentari:

Alta: latte vaccino, pesce, uova, agrumi, noci, miele, funghi, carne di pollo, fragole, lamponi, fragole, ananas, melone, cachi, melograni, ribes nero, more, cioccolato, caffè, cacao, senape, pomodori, carote, barbabietole, sedano, grano, segale, uva, ecc.

Mezzo: pesche, albicocche, ribes rosso, mirtilli rossi, riso, mais, grano saraceno, peperone verde, patate, piselli, maiale, tacchino, coniglio, ecc.

Debole: zucchine, zucca, rape, zucca (toni chiari), mele agrodolci, banane, mandorle, ribes bianco, uva spina, prugne, prugne, anguria, lattuga, carne di cavallo, agnello, ecc.

A volte una reazione allergica non è causata dal cibo stesso, ma da vari additivi alimentari: colori, aromi, emulsionanti o conservanti. Inoltre, per la maggior parte delle persone con allergie alimentari, c'è una reazione non solo alle allergie alimentari, ma anche ad altri allergeni, quindi ultimamente i medici hanno attribuito grande importanza allo sviluppo di reazioni crociate tra allergeni alimentari e non alimentari. La conoscenza delle possibili opzioni per le reazioni incrociate aiuta, in ultima analisi, a fare una dieta corretta e quindi evitare lo sviluppo di allergie.

5 tipi comuni di allergie alimentari

arachidi

Questo è stato detto molto ultimamente. L'allergia alle arachidi è l'allergia alimentare più comune e probabilmente una delle più pericolose. Lo shock anafilattico può verificarsi dalla nocciolina stessa, o dalle particelle di polvere di arachidi, in coloro che hanno una maggiore sensibilità.

Questa allergia di solito dura tutta la vita, e non quella che può diventare troppo grande, e aumenta la probabilità che tu sia allergico ad altre noci, come mandorle, noci, nocciole, anacardi.

Le persone con gravi allergie dovrebbero escludere tutto ciò che contiene noccioline: dolci, biscotti e gelati.

Latticini, carne di manzo, lattosio

I sintomi tipici sono respiratori (asma, mancanza di respiro, restringimento della gola), tratto gastrointestinale (gas pesante, diarrea, vomito) e dermatologico (orticaria, eruzione cutanea). Se si è allergici ai prodotti lattiero-caseari, sensibili alle proteine ​​del manzo o agli intolleranti al lattosio, è necessario essere molto attenti nel testare gli ingredienti nei prodotti di uso quotidiano.

Ci sono quelli ovvi - latte, gelato, yogurt e formaggio. Ci possono anche essere nascosti - pane, cereali, zuppe istantanee, bevande a colazione in polvere, margarina, carne, pancake, biscotti, miscele per torte e molto altro.

Guarda non solo il latte nell'elenco degli ingredienti, ma anche la caseina, il siero di latte, il caglio, la lattoalbumina, la fosfato di lattalbumina, la lattoglobulina, la lattoferrina, il lattulosio, gli idrolizzati e persino cose come il formaggio dobvki e gli additivi aromatizzanti del burro artificiale. Quindi leggi attentamente la composizione sulle etichette.

Le alternative sono i prodotti a base di soia (latte, yogurt, formaggio, gelato, prodotti a base di latte di capra), una miscela di moka e altri liquidi non caseari, Lact-AID o latte, latte di riso, latte di mandorle.

Assicurati di assumere abbastanza calcio, è importante per la formazione di ossa e denti nei bambini e per la conservazione del tessuto osseo con l'età.

molluschi

Questo tipo di allergia non è comune nei bambini in tenera età, si sviluppa in giovane età e in seguito. Questa è l'allergia più comune in età adulta, non "eccessiva" e non perde la sensibilità ad esso.

Non appena appare, questo significa esclusione dalla dieta di gamberetti Gumbo, costolette di granchi e gamberi saporiti. Anche se, questa regola non è per tutti i giorni e i molluschi non sono alimenti di base come latte, uova e grano.

Le persone di solito hanno una forte allergia ai gamberetti, ai granchi, alle aragoste, agli scampi e ai gamberi. Ma le allergie possono diffondersi ai molluschi bivalvi (vongole, cozze, cappesante, ostriche) e altri tipi di molluschi (calamari, polpi).

Allergia al frumento (intolleranza al glutine) o Aka Celiachia

Le allergie al grano di frumento causano il grano. La celiachia è una malattia autoimmune che colpisce la capacità del corpo di digerire il glutine (proteine ​​all'interno del grano).

Le persone con una diagnosi di allergia al grano hanno circa il 20% di possibilità di diventare allergici ad altri cereali. Con la malattia celiaca, dovresti anche evitare l'orzo, la segale e l'avena.

Esiste la possibilità che l'allergia al grano si invada, tuttavia, coloro che soffrono di celiachia avranno l'esclusione per tutta la vita del glutine di grano dalla dieta.

La celiachia può portare a una grave malnutrizione con diagnosi errate, poiché ciò richiederà cambiamenti nello stile di vita.

Fare attenzione con prodotti da forno, pane grattugiato, cereali, cereali, cous cous. Il grano può anche essere trovato in varie incarnazioni, in birra, prodotti impanati, salsicce, salse, gelati, insalate e zuppe.

uova

Un'allergia all'uovo è il secondo dopo un'allergia al latte vaccino nei bambini, ma molti bambini lo superano. L'allergia si verifica sulla proteina nella parte bianca dell'uovo, ma si raccomanda di escludere tutti i prodotti dalle uova, comprese le uova di altri uccelli.

Gli ingredienti per l'esclusione sono: albumina, uovo, globulina e qualsiasi componente a partire da OVA-. Prodotti contenenti uova: maionese, polpettone e polpette di carne, prodotti da forno, insalate, glassa di zucchero e meringa, marshmallow, crema pasticcera e budini e alcune zuppe.

Sintomi di allergie alimentari

Le reazioni allergiche di solito si sviluppano da pochi minuti a due ore dopo aver mangiato. Ma nei pazienti con allergie gravi, toccare o odorare il cibo può causare una reazione allergica.

I primi sintomi tipici comprendono gonfiore e prurito alle labbra, alla bocca e / o alla gola.

Una volta nel sistema digestivo, gli alimenti irritanti possono causare nausea, vomito, crampi intestinali e diarrea.

Spesso iniziano prurito, orticaria, eczema e arrossamento della pelle.

In alcuni pazienti, il cibo può causare rinite allergica, che è caratterizzata da un naso che cola, tosse e respiro superficiale.

A volte può verificarsi una reazione allergica ritardata - da poche ore a due giorni dal momento in cui l'allergene viene ingerito. Rispetto alla risposta immediata, i sintomi di una reazione allergica ritardata non sono così pronunciati e possono includere eczema, orticaria e asma.

Lo shock anafilattico è una condizione rara ma pericolosa per la vita in cui diversi organi e sistemi corporei sono coperti da una reazione allergica. I sintomi includono intenso prurito, orticaria, sudorazione, gonfiore della mucosa faringea, difficoltà di respirazione e bassa pressione sanguigna. Se questa condizione non viene trattata rapidamente e correttamente, può progredire rapidamente, portando alla perdita di coscienza o addirittura alla morte.

Trattamento allergico

L'allergia è arrivata. Cosa fare Innanzitutto, è necessario interrompere immediatamente il contatto con l'allergene e somministrare immediatamente al paziente antistaminici antistaminici - Zyrtec, Telffast, Tavegil, Suprastin, ecc. - l'elenco dei farmaci è molto ampio. In secondo luogo, è necessario alleviare le manifestazioni di sintomi locali, ad esempio, in caso di prurito della pelle, lubrificare queste aree con alcol salicilico o un'altra tintura alcolica. Se è necessaria assistenza di emergenza, ad esempio, nello sviluppo di shock anafilattico o angioedema, oltre a chiamare un'ambulanza, è necessario garantire il massimo accesso aereo ai polmoni prima del suo arrivo. Non è possibile utilizzare una varietà di strumenti con un odore pungente, che può solo migliorare il broncospasmo. Sarebbe l'ideale per fare immediatamente un'iniezione di adrenalina, che può aiutare a resistere fino all'arrivo dell'ambulanza (infatti, questo è quello che faranno prima di tutto, insieme alla somministrazione endovenosa di prednisone).

Trattamenti allergici

I rimedi per l'allergia sono divisi in tre generazioni. I mezzi della prima generazione sono noti già da un po 'di tempo. Questi sono Dimedrol, Tavegil, Diazolin, ecc. Sfortunatamente, hanno un'efficacia relativamente bassa e, cosa più importante, causano effetti collaterali: secchezza delle fauci, sonnolenza e reazioni più lente. Pertanto, se hai intenzione di guidare un'auto, questi fondi non possono essere presi!

Gli antistaminici della seconda (zyrtec, claritin, ecc.) E la terza (Erius, telfast) generazioni non provocano un tale effetto.

Anche per il trattamento delle allergie prescritto calcio per ridurre il livello di istamine e aumentare il tono vascolare, i farmaci ormonali (corticosteroidi). Possono essere prescritti diuretici e vari assorbenti (carbone attivo, polifepia, enterosorbente, ecc.).

E non dimenticare il fegato, ogni allergia è una conseguenza di una violazione dei processi metabolici nel fegato.

Consigli e trucchi

Se sei a rischio (cioè se hai allergie nella tua famiglia), sii vigile sulla risposta del tuo corpo a qualsiasi nuovo cibo. Provare un pasto sconosciuto, iniziare con una piccola parte o rifiutare del tutto, soprattutto se sei lontano da casa e dalla civiltà.

Devi capire cosa mangi. Leggi le etichette sui prodotti che acquisti. Se qualcosa che acquisti di solito viene dichiarato "nuovo" o "migliorato", ricontrolla l'etichetta.

Mangia solo cibi freschi. Cerca di non mangiare cibi secchi, in scatola e lavorati.

Introduci gradualmente nuovi alimenti nel menu di tuo figlio, soprattutto se tu e tuo marito siete entrambi allergici.

Ogni volta che dai da mangiare a un bambino qualcosa di nuovo, dagli una porzione molto piccola e aumentalo gradualmente.

Una volta diagnosticate le allergie alimentari, l'unico modo efficace per superarlo è identificare l'agente irritante ed evitarlo. Mantenere una dieta rigorosa aiuta molte persone a riprendersi dalle allergie alimentari. Uno studio ha rilevato che dopo 1-2 anni di coscienziosa osservanza di una dieta ipoallergenica, circa un terzo dei bambini più grandi e degli adulti ha eliminato la loro sensibilità al cibo che li infastidisce. Ma le allergie a noccioline, noci, pesci e molluschi possono spesso rimanere per sempre.

Le allergie alimentari e le intolleranze alimentari possono scomparire nello stesso modo misterioso in cui apparivano, ma in futuro dovresti evitare il cibo che ha creato problemi per te. Se sei allergico al latte vaccino, prova a passare al latte e al formaggio di capra o prova i prodotti a base di soia.

Se sei allergico al grano, vai al pane di riso e assicurati di mangiare abbastanza amido. Per questo è necessario mangiare più riso, orzo e altri cereali.

Non dimenticare che il grano e il latte in polvere sono presenti in molti cibi in scatola, quindi leggi attentamente le etichette.

Il rischio di morire per reazione allergica aumenta se si soffre di asma. In tal caso, dovresti sempre tenere a portata di mano una dose di adrenalina (adrenalina) per prenderla rapidamente quando si verifica una reazione allergica. È necessario sapere quando e come viene eseguita un'iniezione epinefrina. L'assunzione di pillole contenenti antistaminici a volte aiuta, ma l'uso di adrenalina può essere vitale.

Un allergologo sarà in grado di fare una diagnosi accurata basata su un'analisi della sua anamnesi, dell'esame obiettivo e degli esami di laboratorio.