Principale > Frutti di bosco

Allergia al papavero: cause, sintomi e cosa fare

L'allergia al papavero è piuttosto rara. I medici dicono che i semi di papavero sono prodotti sicuri che quasi mai causano una reazione negativa dal sistema immunitario.

Nonostante questo, si verificano casi di manifestazione di una reazione allergica ai piatti con l'aggiunta di semi di papavero. Inoltre, se una persona utilizza panini o panini con semi di papavero, è piuttosto difficile diagnosticare il tipo esatto di manifestazioni allergiche a causa del gran numero di componenti di cottura. Tuttavia, occorre prestare particolare attenzione, poiché un ulteriore stato di salute dipende in gran parte da questo.

Cause di allergie al papavero

Le allergie alimentari di solito si osservano nei bambini al di sotto di un anno. È importante notare che le proteine ​​vegetali e animali innescano una reazione negativa da parte del sistema immunitario, a contatto con il quale il corpo umano è in grado di produrre anticorpi specifici, istamine. Tuttavia, il papavero è anche un potenziale allergene, quindi giovani madri, è auspicabile abbandonare questo prodotto durante l'allattamento.

Va notato che bassa immunità e predisposizione ereditaria spesso portano a reazioni allergiche indesiderabili. A questo proposito, si raccomanda di prendere in considerazione la predisposizione genetica e provare a migliorare il sistema immunitario.

L'allergia al papavero è spesso causata da reazioni allergiche di tipo incrociato. La malattia comporta il seguente schema di sviluppo di anomalie indesiderate da parte del sistema immunitario: inizialmente, una persona ha una maggiore reazione a determinati prodotti, ma poi si verifica una reazione a prodotti con una composizione proteica simile. La reazione al papavero può verificarsi se una persona è soggetta a noci, semi di sesamo, cereali, frutti esotici, polline degli alberi.

Date le presunte cause di una possibile reazione, è possibile capire quali sono le cause del deterioramento della salute e del modo migliore di agire in tali situazioni.

sintomi

Nella maggior parte dei casi, i sintomi appaiono abbastanza rapidamente. Spesso un'ora dopo aver mangiato semi di papavero.

Il paziente ha i seguenti sintomi indesiderabili di allergia:

  • Formicolio e bruciore in bocca.
  • Gonfiore della mucosa delle labbra, lingua.
  • Nausea.
  • Vomito.
  • Violazioni del sistema digestivo.

Inoltre, gli adulti sono spesso di fronte a manifestazioni cutanee causate da allergie al papavero:

  • Piccola eruzione cutanea con forte prurito.
  • Orticaria.
  • Dermatite allergica atopica
  • Gonfiore pronunciato

In forme gravi di allergie, possono svilupparsi sintomi come soffocamento, angioedema. In tali situazioni, c'è un particolare rischio per la vita del paziente.

Le donne che allattano dovrebbero capire che quando allattano i loro bambini possono esporle alle allergie al papavero. In questo caso, il bambino ha spesso diatesi, che di solito colpisce la fronte, il mento, le guance e occasionalmente le pieghe del corpo e della pelle. Se il bambino reagisce più chiaramente, la reazione allergica diventa evidente e può portare ad altri effetti indesiderati.

Funzioni diagnostiche

A casa, è impossibile fare una diagnosi accurata, quindi è consigliabile che se si sospetta un'allergia, consultare un medico esperto per l'esame.

Il metodo principale è un esame del sangue per determinare la concentrazione di immunoglobuline di tipo E (f224). Tale analisi è affidabile, quindi è possibile confermare la presenza o l'assenza di allergie al papavero.

È importante notare che la misura diagnostica è assolutamente innocua per le allergie, quindi puoi andare da un medico senza problemi per una diagnosi accurata.

Opzioni di trattamento

In molte situazioni, è necessario un trattamento sintomatico per eliminare i segni di una reazione allergica. Per fare questo, usare le medicine moderne.

Di solito, i medici prescrivono i seguenti farmaci per trattare le reazioni al papavero:

  • Antistaminici (Zotex, Eden, Diazolin, Suprastin). Spesso è sufficiente prendere una pillola una volta al giorno. La durata del corso dovrebbe essere di 3-5 giorni.
  • Sorbenti per la pulizia accelerata del corpo dall'allergene. Di solito, viene prescritto carbone attivo o Enterosgel.
  • Per eliminare eruzioni cutanee e prurito, prendere un gel o un unguento con idrocortisone.
  • Per le allergie gravi sono necessari i corticosteroidi, che vengono assunti solo sotto stretto controllo medico.

prevenzione

Il compito principale nella prevenzione delle allergie - è un rifiuto totale dell'uso dei semi di papavero, che non dovrebbero essere contenuti nemmeno nei prodotti finiti. Il controllo della dieta dovrebbe essere mantenuto non solo a casa, ma anche in tutti gli esercizi di ristorazione.

Le madri che allattano dovrebbero introdurre con attenzione il papavero nella loro dieta durante l'allattamento. Ciò è dovuto alla preoccupazione per la salute del bambino, che deve essere protetto dallo sviluppo indesiderabile delle reazioni allergiche ai prodotti.

L'allergia al papavero è piuttosto rara. Spesso i semi di papavero in cucina vengono utilizzati con successo per migliorare le caratteristiche gustative della cottura e per ottenere ulteriori componenti nutrizionali di cui quasi tutti hanno bisogno.

Allergia al papavero

Ciao, cari lettori del sito alergino.ru. Il papavero viene spesso utilizzato in cucina, nell'industria farmaceutica. Ma, con tutte le sue proprietà benefiche, il papavero può causare allergie alimentari.

I benefici dei semi di papavero


Anche nei tempi antichi, il papavero era considerato una pianta magica e molto utile. I suoi semi non solo cacciavano gli spiriti maligni, ma fermavano anche la diarrea, i vermi "espulsi". Un decotto di semi ha bevuto per rimuovere la tosse e alleviare la fatica.

Il decotto è adatto a persone che soffrono di insonnia e disturbi nervosi. Nel papavero e nei suoi semi un'enorme quantità di vitamine e sostanze nutritive.

Pericolo di allergia al papavero


Identificare ciò che esattamente il papavero causa allergie, specialmente a casa, è piuttosto difficile. Infatti, oggi poche persone usano i semi in forma pura o sotto forma di tintura, principalmente "delizie culinarie". Tuttavia, se ti viene diagnosticata un'allergia al papavero, allora devi stare attento, perché le conseguenze possono essere disastrose.

Come fa un'allergia

Di norma, tutto inizia con una sindrome orale allergica banale, ma può finire con uno shock anafilattico. La sindrome orale è caratterizzata da prurito, gonfiore in bocca e la lingua può diventare insensibile.

A volte, allergie possono verificarsi con altri sintomi. Ad esempio, un paziente può essere tormentato da una tosse o da una copiosa scarica di lacrime. Forse la comparsa di orticaria. Ma, secondo i dati medici statistici, tali segni di allergia al papavero sono molto rari, a causa del fatto che il papavero non viene consumato in grandi quantità. Ad esempio, in una crocchia con semi di papavero di circa 20 grammi.

Come diagnosticare le allergie


Di norma, se non è possibile determinare l'allergia al papavero a casa, viene prescritto un esame del sangue per determinare la concentrazione di immunoglobuline di tipo E (f224). Tale analisi fornisce risultati accurati ed è assolutamente innocua per le allergie, rispetto agli stessi test cutanei. Anche se, con questo tipo di allergia, di norma, un esame del sangue è sufficiente per la diagnosi.

Come affrontare una reazione allergica al papavero

È chiaro che in presenza di allergia dovrà abbandonare l'uso di semi di papavero. È necessario monitorare la composizione di tutti i prodotti finiti che vengono acquistati nel negozio. Lo stesso dovrà fare negli stabilimenti di ristorazione.

Di solito, per liberarsi da una reazione allergica, è sufficiente rinunciare al papavero, se accidentalmente è entrato nel corpo, è possibile bere gli assorbenti per liberare rapidamente il corpo dai semi.


Per entrare nella dieta, anche il papavero è molto attento. Se il bambino è spesso preoccupato per costipazione, gonfiore e problemi di digestione, è meglio rifiutarsi di iniettare il papavero nella dieta.
L'uso della cottura con semi di papavero e i semi stessi in un'altra forma non è raccomandato per le madri che allattano se il bambino ha qualche tipo di allergia.

Non preoccuparti che la dipendenza da papavero possa apparire durante la cottura. In effetti, il papavero ha un effetto inebriante e ipnotico, ma solo quello che viene coltivato per l'industria farmaceutica. A livello di famiglia, usano il più comune, si può dire papavero selvatico, che non possiede proprietà narcotiche e non può causare dipendenza.


Naturalmente, non dobbiamo dimenticare che l'eccesso di cibo è una cattiva abitudine, non importa quanto sia utile il prodotto, è necessario conoscere la misura in ogni cosa.

Semi di papavero come una medicina


Se c'è un'intolleranza individuale al papavero, allora qualsiasi farmaco basato su di esso dovrebbe essere usato con molta cautela e solo dopo aver consultato un medico.


Se sei allergico ai semi di papavero, non dovresti mai fare delle tinture per migliorare il sonno o per calmarti, a prescindere da quanto convincenti possano essere le assicurazioni della medicina tradizionale.

Sintomi e trattamento delle allergie al papavero

Tra le giovani madri i cui figli soffrono di diatesi e le persone che soffrono di allergie per gli adulti possono incontrare persone che si chiedono: il papavero è un allergene o no? I medici attribuiscono i semi di questa pianta a prodotti sicuri, molto raramente causando una reazione negativa, ma si verificano ancora casi di allergie a paste o piatti con semi di papavero.

Non è sempre possibile riconoscere la causa delle manifestazioni allergiche, poiché i panini e i panini di papavero hanno molti componenti dalla farina con una grande quantità di glutine agli integratori alimentari. Il papavero può anche essere irritante, anche se in casi molto rari.

motivi

Le allergie alimentari sono più spesso osservate nei bambini di età inferiore a 1 anno e nelle persone con bassa immunità (predisposizione ereditaria). La reazione è scatenata da proteine ​​animali o vegetali, a contatto con le quali il corpo risponde con la produzione di anticorpi specifici e istamine. La malattia può richiedere molto tempo in forma latente o dare sintomi molto luminosi: disturbi intestinali, eruzioni cutanee o sintomi respiratori.

Un altro motivo per cui può essere allergico all'uso del papavero, è chiamato cross-reazione. La malattia si esprime nel fatto che, con una maggiore risposta a determinati prodotti, il corpo può eventualmente iniziare a rispondere a una composizione proteica simile. Questo può essere dimostrato utilizzando questa tabella di corrispondenza:

  • Latte vaccino: manzo, vitello, latte di capra.
  • Kefir e latticini - kvas, formaggi, dolci con lievito.
  • Tutti i tipi di pesce - frutti di mare e cibo per pesci.
  • Pollo - uova, carne di pollame.
  • Patate - Tutta la famiglia delle Solanacee (pomodori, melanzane, peperoni).
  • Barbabietole - acetosa e spinaci.
  • Kiwi - ananas e tutti i frutti con molta vitamina C.
  • Fragole - bacche del giardino.

Allergia tra prodotti diversi

La conformità simile può essere identificata in relazione al papavero. L'allergia ad esso si sviluppa in quelle persone che non tollerano noci, cereali vari, semi di sesamo, frutta esotica e polline degli alberi. È inoltre necessario escludere una causa di allergia come lo zucchero nella cottura, vari additivi alimentari, burro e base di latte. La reazione può essere causata dal riempimento del papavero, che viene spesso aggiunto miele o noci di diverse varietà.

sintomi

I sintomi della malattia si sviluppano più spesso rapidamente - durante la prima ora dopo aver consumato i semi. Il paziente ha i seguenti fenomeni:

  • Sensazioni spiacevoli (formicolio e bruciore) in bocca.
  • Gonfiore della mucosa e della lingua, labbra.
  • Nausea, vomito.
  • Disturbi digestivi.

Un bambino di età inferiore ad un anno può sperimentare segni di diatesi se viene allattato al seno e sua madre mangia cibo con semi di papavero. Questo si esprime nelle eruzioni cutanee sulle guance, sulla fronte, sul mento, a volte sul corpo e nelle pieghe della pelle. Se la reazione è tempestosa, il bambino potrebbe avere altri fenomeni, compresi quelli gravi.

L'allergia al papavero in casi estremamente rari può manifestarsi come soffocamento o angioedema, che ha un rischio per la vita del paziente.

Negli adulti, si notano anche irritazioni cutanee ed eruzioni cutanee di natura allergica:

  • Prurito eritema.
  • Orticaria.
  • Dermatite allergica atopica
  • Gonfiore.

La malattia è accompagnata da prurito grave e deterioramento generale della salute e richiede un trattamento.

Come e cosa trattare

Come nel caso dell'intolleranza ad altri alimenti, prima di tutto è necessario prestare attenzione alla prevenzione. Se le allergie a questi semi sono accuratamente identificate, dovresti evitare di mangiare questo integratore, così come le arachidi, il nocciolo, il sesamo, il kiwi, l'ananas e il mango.

I seguenti farmaci sono usati come terapia sintomatica:

  • Antistaminici - Diazolin, Zotex, Suprastin, Eden. Assumere 1 compressa al giorno 1 per almeno 3-5 giorni consecutivi.
  • Sorbenti per il legame e la rimozione accelerata dell'allergene - carbone attivo o Enterosgel - 1 cucchiaino più volte al giorno.
  • Gel Fenistil o unguento con idrocortisone per eliminare l'eruzione cutanea e il prurito.
  • Corticosteroidi con una forte reazione allergica.

Obbligatorio nel periodo acuto è una dieta ipoallergenica: pasta e cereali, zuppe sull'acqua con verdure, frutta verde, biscotti, cracker e tè.

Può esserci un'allergia nei bambini al papavero

Tra le giovani madri i cui figli soffrono di diatesi e le persone che soffrono di allergie per gli adulti possono incontrare persone che si chiedono: il papavero è un allergene o no? I medici attribuiscono i semi di questa pianta a prodotti sicuri, molto raramente causando una reazione negativa, ma si verificano ancora casi di allergie a paste o piatti con semi di papavero.

Non è sempre possibile riconoscere la causa delle manifestazioni allergiche, poiché i panini e i panini di papavero hanno molti componenti dalla farina con una grande quantità di glutine agli integratori alimentari. Il papavero può anche essere irritante, anche se in casi molto rari.

Le allergie alimentari sono più spesso osservate nei bambini di età inferiore a 1 anno e nelle persone con bassa immunità (predisposizione ereditaria). La reazione è scatenata da proteine ​​animali o vegetali, a contatto con le quali il corpo risponde con la produzione di anticorpi specifici e istamine. La malattia può richiedere molto tempo in forma latente o dare sintomi molto luminosi: disturbi intestinali, eruzioni cutanee o sintomi respiratori.

Un altro motivo per cui può essere allergico all'uso del papavero, è chiamato cross-reazione. La malattia si esprime nel fatto che, con una maggiore risposta a determinati prodotti, il corpo può eventualmente iniziare a rispondere a una composizione proteica simile. Questo può essere dimostrato utilizzando questa tabella di corrispondenza:

  • Latte vaccino: manzo, vitello, latte di capra.
  • Kefir e latticini - kvas, formaggi, dolci con lievito.
  • Tutti i tipi di pesce - frutti di mare e cibo per pesci.
  • Pollo - uova, carne di pollame.
  • Patate - Tutta la famiglia delle Solanacee (pomodori, melanzane, peperoni).
  • Barbabietole - acetosa e spinaci.
  • Kiwi - ananas e tutti i frutti con molta vitamina C.
  • Fragole - bacche del giardino.

Allergia tra prodotti diversi

La conformità simile può essere identificata in relazione al papavero. L'allergia ad esso si sviluppa in quelle persone che non tollerano noci, cereali vari, semi di sesamo, frutta esotica e polline degli alberi. È inoltre necessario escludere una causa di allergia come lo zucchero nella cottura, vari additivi alimentari, burro e base di latte. La reazione può essere causata dal riempimento del papavero, che viene spesso aggiunto miele o noci di diverse varietà.

I sintomi della malattia si sviluppano più spesso rapidamente - durante la prima ora dopo aver consumato i semi. Il paziente ha i seguenti fenomeni:

  • Sensazioni spiacevoli (formicolio e bruciore) in bocca.
  • Gonfiore della mucosa e della lingua, labbra.
  • Nausea, vomito.
  • Disturbi digestivi.

Un bambino di età inferiore ad un anno può sperimentare segni di diatesi se viene allattato al seno e sua madre mangia cibo con semi di papavero. Questo si esprime nelle eruzioni cutanee sulle guance, sulla fronte, sul mento, a volte sul corpo e nelle pieghe della pelle. Se la reazione è tempestosa, il bambino potrebbe avere altri fenomeni, compresi quelli gravi.

L'allergia al papavero in casi estremamente rari può manifestarsi come soffocamento o angioedema, che ha un rischio per la vita del paziente.

Negli adulti, si notano anche irritazioni cutanee ed eruzioni cutanee di natura allergica:

  • Prurito eritema.
  • Orticaria.
  • Dermatite allergica atopica
  • Gonfiore.

La malattia è accompagnata da prurito grave e deterioramento generale della salute e richiede un trattamento.

Come e cosa trattare

Come nel caso dell'intolleranza ad altri alimenti, prima di tutto è necessario prestare attenzione alla prevenzione. Se le allergie a questi semi sono accuratamente identificate, dovresti evitare di mangiare questo integratore, così come le arachidi, il nocciolo, il sesamo, il kiwi, l'ananas e il mango.

I seguenti farmaci sono usati come terapia sintomatica:

  • Antistaminici - Diazolin, Zotex, Suprastin, Eden. Assumere 1 compressa al giorno 1 per almeno 3-5 giorni consecutivi.
  • Sorbenti per il legame e la rimozione accelerata dell'allergene - carbone attivo o Enterosgel - 1 cucchiaino più volte al giorno.
  • Gel Fenistil o unguento con idrocortisone per eliminare l'eruzione cutanea e il prurito.
  • Corticosteroidi con una forte reazione allergica.

Obbligatorio nel periodo acuto è una dieta ipoallergenica: pasta e cereali, zuppe sull'acqua con verdure, frutta verde, biscotti, cracker e tè.

Facendo clic sul pulsante "Invia", accetti i termini dell'informativa sulla privacy e dai il tuo consenso al trattamento dei dati personali alle condizioni e per gli scopi specificati in esso.

Il papavero contiene la composizione di morfina e codeina, che sono molto dannose per un bambino. Tali sostanze influenzano negativamente il sistema nervoso e disturbano il sonno. Inoltre, il papavero stesso a volte causa allergie e disturbi nel lavoro della digestione ancora fragile di un neonato.

Il papavero, che viene utilizzato negli alimenti e per la preparazione di vari prodotti da forno, contiene codeina e morfina nel dosaggio minimo. Ma in questo caso, non tutti i panini o le torte possono essere mangiati da una madre che allatta.

Nei primi mesi di allattamento, i medici raccomandano di rifiutare la cottura. La dieta di una donna che allatta nei primi due o tre mesi dopo il parto include i loro prodotti da forno solo pane pita senza lievito e pane di crusca. Puoi anche mangiare biscotti galetny e farina d'avena senza additivi.

Tuttavia, gradualmente viene aggiunto un altro forno al menu. L'allattamento al papavero può essere consumato in quantità limitate e non prima di tre mesi dalla consegna! La soluzione migliore per le madri che allattano si asciugherà con semi di papavero.

Proprietà utili di papavero

  • Elimina il dolore;
  • Ripristina il sonno;
  • Migliora la digestione e allevia la stitichezza;
  • Allevia la fatica e rilassa;
  • Aumenta l'immunità;
  • Tonifica.

struttura

Applicazione papavero

Il papavero viene usato non solo in cucina, ma anche per scopi medicinali. Quindi la pianta viene usata per trattare la gola, in quanto ha proprietà espettoranti. Mack aiuta con l'insonnia, smette di sanguinare, allevia il dolore e gli spasmi. E quando combinato con l'alcol, la pianta esibisce qualità antitumorali e diventa analgesica.

Con una forte tosse, un decotto di teste di papavero aiuterà. Per preparare un cucchiaino di teste versare 500 ml di acqua bollente e far bollire per 10 minuti. Brodo filtrare e bere quattro volte al giorno per un quarto di tazza. La bevanda allevia anche il dolore addominale.

Puoi preparare e petali di papavero. Rimuove perfettamente affaticamento e irritazione, ripristina la forza e il sonno. Per la preparazione di infusione di un cucchiaio di petali versare 600 ml di acqua bollente, far bollire per 10 minuti e filtrare. Il rimedio viene anche bevuto quattro volte al giorno in un quarto di vetro.

Tuttavia, tali decotti non sono raccomandati per l'allattamento al seno. Influiranno negativamente sulla salute del bambino e possono influire negativamente sul corso della lattazione.

Ma i semi di papavero come mezzo per la cura del viso sono perfetti per la mamma che allatta. Sterilizzare i semi e ottenere il latte, che può essere applicato sulla pelle del viso e del collo. Questo strumento allevia l'infiammazione delle palpebre, elimina lividi e cerchi sotto gli occhi.

Uso del papavero durante l'allattamento

Per quanto riguarda la cottura e altri prodotti con semi di papavero, una madre che allatta può mangiare prodotti simili in piccole porzioni. In minima quantità, è sicuro.

È necessario provare i prodotti con papavero non prima di tre mesi dopo la consegna, ma preferibilmente in mezzo anno. Per la prima volta, prova una piccola porzione di semi e osserva la reazione del bambino. Se non vi è alcuna reazione negativa, a volte il papavero può essere mangiato. Tuttavia, non abusare! In caso di allergie o disturbi digestivi in ​​un bambino, rifiutare tale pasto.

Iscriviti al nostro gruppo

Tra le giovani madri i cui figli soffrono di diatesi e le persone che soffrono di allergie per gli adulti possono incontrare persone che si chiedono: il papavero è un allergene o no? I medici attribuiscono i semi di questa pianta a prodotti sicuri, molto raramente causando una reazione negativa, ma si verificano ancora casi di allergie a paste o piatti con semi di papavero.

Non è sempre possibile riconoscere la causa delle manifestazioni allergiche, poiché i panini e i panini di papavero hanno molti componenti dalla farina con una grande quantità di glutine agli integratori alimentari. Il papavero può anche essere irritante, anche se in casi molto rari.

Le allergie alimentari sono più spesso osservate nei bambini di età inferiore a 1 anno e nelle persone con bassa immunità (predisposizione ereditaria). La reazione è scatenata da proteine ​​animali o vegetali, a contatto con le quali il corpo risponde con la produzione di anticorpi specifici e istamine. La malattia può richiedere molto tempo in forma latente o dare sintomi molto luminosi: disturbi intestinali, eruzioni cutanee o sintomi respiratori.

Un altro motivo per cui può essere allergico all'uso del papavero, è chiamato cross-reazione. La malattia si esprime nel fatto che, con una maggiore risposta a determinati prodotti, il corpo può eventualmente iniziare a rispondere a una composizione proteica simile. Questo può essere dimostrato utilizzando questa tabella di corrispondenza:

Allergia tra prodotti diversi

La conformità simile può essere identificata in relazione al papavero. L'allergia ad esso si sviluppa in quelle persone che non tollerano noci, cereali vari, semi di sesamo, frutta esotica e polline degli alberi. È inoltre necessario escludere una causa di allergia come lo zucchero nella cottura, vari additivi alimentari, burro e base di latte. La reazione può essere causata dal riempimento del papavero, che viene spesso aggiunto miele o noci di diverse varietà.

I sintomi della malattia si sviluppano più spesso rapidamente - durante la prima ora dopo aver consumato i semi. Il paziente ha i seguenti fenomeni:

Un bambino di età inferiore ad un anno può sperimentare segni di diatesi se viene allattato al seno e sua madre mangia cibo con semi di papavero. Questo si esprime nelle eruzioni cutanee sulle guance, sulla fronte, sul mento, a volte sul corpo e nelle pieghe della pelle. Se la reazione è tempestosa, il bambino potrebbe avere altri fenomeni, compresi quelli gravi.

L'allergia al papavero in casi estremamente rari può manifestarsi come soffocamento o angioedema, che ha un rischio per la vita del paziente.

Negli adulti, si notano anche irritazioni cutanee ed eruzioni cutanee di natura allergica:

La malattia è accompagnata da prurito grave e deterioramento generale della salute e richiede un trattamento.

Come nel caso dell'intolleranza ad altri alimenti, prima di tutto è necessario prestare attenzione alla prevenzione. Se le allergie a questi semi sono accuratamente identificate, dovresti evitare di mangiare questo integratore, così come le arachidi, il nocciolo, il sesamo, il kiwi, l'ananas e il mango.

I seguenti farmaci sono usati come terapia sintomatica:

Obbligatorio nel periodo acuto è una dieta ipoallergenica: pasta e cereali, zuppe sull'acqua con verdure, frutta verde, biscotti, cracker e tè.

L'allergia al papavero è piuttosto rara. I medici dicono che i semi di papavero sono prodotti sicuri che quasi mai causano una reazione negativa dal sistema immunitario.

Nonostante questo, si verificano casi di manifestazione di una reazione allergica ai piatti con l'aggiunta di semi di papavero. Inoltre, se una persona utilizza panini o panini con semi di papavero, è piuttosto difficile diagnosticare il tipo esatto di manifestazioni allergiche a causa del gran numero di componenti di cottura. Tuttavia, occorre prestare particolare attenzione, poiché un ulteriore stato di salute dipende in gran parte da questo.

Le allergie alimentari di solito si osservano nei bambini al di sotto di un anno. È importante notare che le proteine ​​vegetali e animali innescano una reazione negativa da parte del sistema immunitario, a contatto con il quale il corpo umano è in grado di produrre anticorpi specifici, istamine. Tuttavia, il papavero è anche un potenziale allergene, quindi giovani madri, è auspicabile abbandonare questo prodotto durante l'allattamento.

Va notato che bassa immunità e predisposizione ereditaria spesso portano a reazioni allergiche indesiderabili. A questo proposito, si raccomanda di prendere in considerazione la predisposizione genetica e provare a migliorare il sistema immunitario.

L'allergia al papavero è spesso causata da reazioni allergiche di tipo incrociato. La malattia comporta il seguente schema di sviluppo di anomalie indesiderate da parte del sistema immunitario: inizialmente, una persona ha una maggiore reazione a determinati prodotti, ma poi si verifica una reazione a prodotti con una composizione proteica simile. La reazione al papavero può verificarsi se una persona è soggetta a noci, semi di sesamo, cereali, frutti esotici, polline degli alberi.

È estremamente importante eliminare le allergie ad altri componenti della cottura del papavero. Ad esempio, prodotti come burro, zucchero, vari additivi alimentari possono portare a reazioni indesiderate dal sistema immunitario. Se al riempimento si aggiungono noci o miele, aumenta anche il rischio di sintomi indesiderati.

Date le presunte cause di una possibile reazione, è possibile capire quali sono le cause del deterioramento della salute e del modo migliore di agire in tali situazioni.

Nella maggior parte dei casi, i sintomi appaiono abbastanza rapidamente. Spesso un'ora dopo aver mangiato semi di papavero.

Il paziente ha i seguenti sintomi indesiderabili di allergia:

  • Formicolio e bruciore in bocca.
  • Gonfiore della mucosa delle labbra, lingua.
  • Nausea.
  • Vomito.
  • Violazioni del sistema digestivo.

Inoltre, gli adulti sono spesso di fronte a manifestazioni cutanee causate da allergie al papavero:

  • Piccola eruzione cutanea con forte prurito.
  • Orticaria.
  • Dermatite allergica atopica
  • Gonfiore pronunciato

In forme gravi di allergie, possono svilupparsi sintomi come soffocamento, angioedema. In tali situazioni, c'è un particolare rischio per la vita del paziente.

Le donne che allattano dovrebbero capire che quando allattano i loro bambini possono esporle alle allergie al papavero. In questo caso, il bambino ha spesso diatesi, che di solito colpisce la fronte, il mento, le guance e occasionalmente le pieghe del corpo e della pelle. Se il bambino reagisce più chiaramente, la reazione allergica diventa evidente e può portare ad altri effetti indesiderati.

A casa, è impossibile fare una diagnosi accurata, quindi è consigliabile che se si sospetta un'allergia, consultare un medico esperto per l'esame.

Il metodo principale è un esame del sangue per determinare la concentrazione di immunoglobuline di tipo E (f224). Tale analisi è affidabile, quindi è possibile confermare la presenza o l'assenza di allergie al papavero.

È importante notare che la misura diagnostica è assolutamente innocua per le allergie, quindi puoi andare da un medico senza problemi per una diagnosi accurata.

In molte situazioni, è necessario un trattamento sintomatico per eliminare i segni di una reazione allergica. Per fare questo, usare le medicine moderne.

Di solito, i medici prescrivono i seguenti farmaci per trattare le reazioni al papavero:

  • Antistaminici (Zotex, Eden, Diazolin, Suprastin). Spesso è sufficiente prendere una pillola una volta al giorno. La durata del corso dovrebbe essere di 3-5 giorni.
  • Sorbenti per la pulizia accelerata del corpo dall'allergene. Di solito, viene prescritto carbone attivo o Enterosgel.
  • Per eliminare eruzioni cutanee e prurito, prendere un gel o un unguento con idrocortisone.
  • Per le allergie gravi sono necessari i corticosteroidi, che vengono assunti solo sotto stretto controllo medico.

La terapia farmacologica è la base del trattamento per le allergie di qualsiasi forma. Inoltre, nel periodo acuto, è necessaria una dieta ipoallergenica, volta ad eliminare gli allergeni dalla dieta e prevenire il deterioramento della salute.

Il compito principale nella prevenzione delle allergie - è un rifiuto totale dell'uso dei semi di papavero, che non dovrebbero essere contenuti nemmeno nei prodotti finiti. Il controllo della dieta dovrebbe essere mantenuto non solo a casa, ma anche in tutti gli esercizi di ristorazione.

Le madri che allattano dovrebbero introdurre con attenzione il papavero nella loro dieta durante l'allattamento. Ciò è dovuto alla preoccupazione per la salute del bambino, che deve essere protetto dallo sviluppo indesiderabile delle reazioni allergiche ai prodotti.

L'allergia al papavero è piuttosto rara. Spesso i semi di papavero in cucina vengono utilizzati con successo per migliorare le caratteristiche gustative della cottura e per ottenere ulteriori componenti nutrizionali di cui quasi tutti hanno bisogno.

Le allergie alimentari si sviluppano, di solito nel primo anno di vita di un bambino. In questo momento, il bambino "incontra" una varietà di prodotti.

Quali sono le cause dello sviluppo di allergie alimentari nei bambini del primo anno di vita?

In primo luogo, le cause possono essere in violazione dello stato del tratto gastrointestinale (GIT). Quando un bambino nasce, la maggior parte dei suoi organi sono nella fase di "maturazione". Ad esempio, ridotta produzione di enzimi nel tratto digestivo. Cioè, il pancreas non ha ancora imparato nelle giuste quantità per produrre tali enzimi come tripsina (necessaria per la scomposizione proteica), amilasi (per scindere i carboidrati), lipasi (per scindere i grassi), ci sono poche proteasi nel succo gastrico (proteina scissione), ecc..

Inoltre, nelle briciole appena nate, la composizione della microflora è disturbata. Più precisamente, non si è ancora completamente formato. Così, risulta che molte grandi molecole (quella di cui ogni prodotto alimentare è costituito), una volta nella pancia di un neonato, semplicemente non possono essere digerite. Ecco perché non nutriamo i bambini fino a una certa età con frutta, fiocchi di latte e carne. E cosa succede a queste molecole? A causa della maggiore permeabilità della mucosa intestinale (anche una caratteristica del neonato), queste molecole penetrano nei vasi sanguigni (penetrano in tutte le pareti intestinali). Producono anticorpi chiamati IgE. C'è una "sensibilizzazione" - ipersensibilità a certe macromolecole. Cioè, l'organismo ha familiarizzato con queste macromolecole, ha sviluppato anticorpi e alla prossima riunione, gli anticorpi reagiranno all'assunzione ripetuta delle stesse macromolecole. Si svilupperà una reazione allergica. La sensibilizzazione alimentare può svilupparsi dai primi giorni o mesi della vita di un bambino.

I fattori di rischio per lo sviluppo di reazioni allergiche nei bambini possono essere predisposizioni ereditarie e problemi ambientali dell'ambiente (principalmente il fumo della madre durante la gravidanza). Un ruolo negativo è giocato anche dalla gestosi nella madre (e, quindi, dall'ipossia - privazione dell'ossigeno - del feto) e dalle malattie infettive che la madre ha subito durante la gravidanza (e in connessione con questo trattamento antibiotico).

Quali violazioni nella dieta di madre e figlio possono portare allo sviluppo di allergie alimentari?

In primo luogo, è il consumo eccessivo di latte vaccino, fiocchi di latte, prodotti altamente allergenici (cioccolato, noci, fragole, arance, pesce rosso e caviale) dalla madre che allatta. In secondo luogo, il trasferimento precoce del bambino all'alimentazione mista o artificiale, in particolare con l'uso di formule di latte non adattate e la nomina di latte vaccino intero nel primo anno di vita di un bambino (come principale prodotto alimentare).

Le manifestazioni cliniche delle allergie alimentari sono estremamente diverse:

Lesioni cutanee allergiche (dermatite atopica, angioedema, orticaria, strofolo - prurito infantile).

Disturbi gastrointestinali (rigurgito, nausea, vomito, coliche, flatulenza, diarrea, stitichezza, feci instabili).

Patologie respiratorie (asma bronchiale, rinite allergica).

Gli studi hanno dimostrato che nei bambini del primo anno di vita che soffrono di allergie, l'ipersensibilità alle proteine ​​del latte vaccino è più spesso rilevata (85%). Inoltre, è noto che tra i bambini del primo anno di vita, l'allergia alle proteine ​​del latte vaccino si verifica nello 0,5-1,5% dei bambini che sono allattati al seno e fino al 2-7% con l'alimentazione artificiale. Tra i pazienti con dermatite atopica, l'85-90% dei bambini è allergico alle proteine ​​del latte vaccino.

Inoltre, i bambini hanno un'elevata sensibilità alle proteine ​​delle uova di pollo (62%), glutine (53%), proteine ​​di banana (51%), riso (50%). Meno comune è la sensibilizzazione alle proteine ​​di grano saraceno (27%), patate (26%), soia (26%), ancor più raramente a proteine ​​di mais (12%), vari tipi di carne (0-3%). Va notato che la maggior parte dei bambini (76%) mostra sensibilizzazione polivalente, cioè un'allergia a tre o più proteine ​​alimentari (proteine).

Alimenti con diversi potenziali di allergia: alto Medio Basso

latte intero di vacca; uova; caviale; grano, segale; carote, pomodori, peperoni, sedano; fragola, fragola, lampone; agrumi, ananas, melograni, kiwi, mango, cachi, melone; caffè, cacao; cioccolato; funghi; noci; miele; carni bovine; grano saraceno, avena, riso; piselli, fagioli, soia; patate, barbabietole; pesche, albicocche, mirtilli rossi, mirtilli rossi, ciliegie, mirtilli, ribes nero, cinorrodi, banane; prodotti a base di latte fermentato; carne di cavallo, carne di coniglio, tacchino, maiale magro, agnello magro; cavolfiore, cavolo, broccoli, zucchine, zucca, cetriolo; varietà verdi di mele e pere, ribes bianco e rosso, ciliegie bianche e gialle, varietà gialle di prugne; verdure verdi (prezzemolo, aneto);

Il più presto possibile è necessario stabilire ed eliminare la causa della malattia - i prodotti allergenici. Per fare questo, l'allergologo raccoglie una storia allergologica (scopre chi ha avuto reazioni allergiche a ciò che hai in famiglia), ti istruisce a tenere un diario alimentare (reintroducendo gradualmente tutti i prodotti, registrando ciò che il bambino ha mangiato - quale reazione, in 3-5 giorni nuovo prodotto, ecc.). I test cutanei possono essere eseguiti per determinare l'esatto allergene. Fanno delle tacche sulla pelle, fanno cadere "il proprio" allergene e aspettano quale sarà la reazione. Questo studio viene condotto solo nella fase di remissione (non nella fase acuta) sullo sfondo dell'eliminazione (dalle diete "ad eliminazione" - eccezione) - vengono utilizzati solo prodotti a bassa allergia.

Nel periodo acuto della malattia per la diagnosi di allergie alimentari, gli studi più accessibili sono i metodi immunologici. Si chiamano RAST, PRIST, MAST, IFA. Questi studi sono eseguiti in vitro (in vitro) e consentono di determinare anticorpi specifici (classi IgE e IgG4) nel sangue. L'uso di questi metodi di diagnostica di laboratorio consente di identificare nei bambini piccoli, compresi i neonati, l'ipersensibilità alimentare alle proteine ​​dei prodotti più comuni: latte vaccino, uova di gallina, pesce, arachidi, soia e grano.

È possibile condurre un test provocatorio orale aperto con "sospetti allergeni" (eseguito solo quando si raggiunge la remissione clinica). Questo test è buono per la sua affidabilità, ma pericoloso (fino allo sviluppo di shock anafilattico) e quindi può essere eseguito solo in centri clinici specializzati.

Sullo sfondo delle allergie alimentari, si forma spesso l'ipersensibilità ad altri tipi di allergeni (altri alimenti, pollini, polvere, medicinali a base di erbe, ecc.). Ciò è dovuto alla somiglianza della struttura antigenica e allo sviluppo di reazioni incrociate. Cioè, 2 allergeni, simili nella struttura (struttura antigenica), il nostro corpo confonde. Allo stesso tempo, gli anticorpi sviluppati per il primo allergene (patata) iniziano a reagire a un altro allergene (pomodoro). Questo è chiamato "risposta incrociata". Di conseguenza, si sviluppa una reazione allergica a un altro prodotto.

Possibili reazioni crociate tra diversi tipi di allergeni: prodotti alimentari e antigeni non alimentari, che causano reazioni allergiche crociate

Latte vaccino Latte di capra, prodotti contenenti proteine ​​del latte vaccino, carne di manzo, carne di vitello e prodotti a base di carne, lana di mucca, preparati di enzimi pancreatici per il bestiame

Kefir (kefir lievito) Muffa funghi, muffe (roquefort, brie, dorblue, ecc.), Pasta lievitata, kvas, antibiotici penicillina, funghi

Pesce Pesce di fiume e di mare, frutti di mare (granchi, gamberetti, caviale, aragosta, aragosta, cozze, ecc.), Mangime per pesci (dafnia)

Uovo di gallina Carne di pollo e brodo, uova di quaglia e carne, carne di anatra, salse, creme, maionese con l'inclusione di componenti di uova di gallina, piume di cuscino, droghe (interferone, lisozima, bifiliz, alcuni vaccini)

Carote Prezzemolo, sedano, b-carotene, vitamina A

Fragole Lamponi, more, ribes, mirtilli rossi

Mele Pera, mela cotogna, pesca, prugna, polline di betulla, ontano, assenzio

Patate Melanzane, pomodori, peperoncini verdi e rossi, paprika, tabacco

Noci (nocciole, ecc.) Noci di altre varietà, kiwi, mango, farina di riso, grano saraceno, farina d'avena), sesamo, semi di papavero, polline di betulla, nocciola

Arachidi Soia, banane, frutta a nocciolo (prugna, pesche, ciliegia), piselli, pomodori, lattice

Frumento di banana, frumento, kiwi, melone, avocado, lattice, polline di piantaggine

Agrumi Pompelmo, limone, arancia, mandarino

Barbabietola, barbabietola da zucchero

Legumi Arachidi, soia, piselli, fagioli, lenticchie, mango, erba medica

Prugne, albicocche, ciliegie, nettarine, pesche, ciliegie selvatiche, ciliegie, prugne, mele

Kiwi Banana, avocado, noci, farina (riso, grano saraceno, avena), sesamo, lattice, polline di betulla, erbe di cereali

Dieta terapia - la base del trattamento dei bambini con allergie alimentari

I principi base della costruzione di una dieta ipoallergenica sono l'eliminazione (esclusione) di alimenti ad alta attività sensibilizzante, membrane mucose irritanti causa-significative, cross-reattive, irritanti del tratto gastrointestinale, conservanti, coloranti alimentari, emulsionanti, stabilizzanti, ecc. E sostituzione adeguata di prodotti naturali e prodotti specializzati.

Prodotti ipoallergenici di produzione industriale:

miscele specializzate a base di idrolizzati proteici del latte (a scopo terapeutico, terapeutico e profilattico e profilattico che possono essere consumati dalla nascita);

miscele specializzate a base di proteine ​​isolate di soia (mono da usare a partire dai 6 mesi di età);

cereali ipoallergenici senza latticini;

bacca ipoallergenica monocomponente, purea di frutta e verdura (da 5 a 6 mesi);

carne in scatola monocomponente ipoallergenica: carne di cavallo, tacchino, agnello, ecc. (da 9-10 mesi);

acqua specializzata per pappe

Nonostante l'allergia alle proteine ​​del latte vaccino possa essere rilevata nei bambini allattati al seno, è importante conservare il latte materno il più possibile nella dieta, che, oltre ai principali nutrienti (vitamine), vitamine e minerali, contiene i fattori protettivi necessari per uno sviluppo adeguato del bambino. (IgA secretorie), ormoni, enzimi, fattori di crescita.

Le madri che allattano devono seguire una dieta speciale.

Prodotti e pasti esclusi, limitati e utilizzati nelle diete ipoallergeniche delle madri che allattano: Escluso Limitato Consentito

Pesce, frutti di mare, caviale, uova, funghi, noci, miele, cioccolato, caffè, cacao, verdura, frutta e bacche di colore rosso vivo e arancione, ma anche kiwi, ananas, avocado; brodi, marinate, piatti salati e speziati, cibo in scatola, spezie; prodotti contenenti coloranti, conservanti; bevande gassate, kvas; crauti, ravanelli, ravanelli, alcuni formaggi, prosciutto, salsicce, birra al latte intero (solo in cereali), panna acida nei piatti; panetteria e pasta a base di farina di prima scelta, semola; confetteria, dolciumi; zucchero; sale Prodotti a base di latte fermentato (kefir, bifikefir, bifidok, acidophilus, yogurt senza additivi per frutta, ecc.); cereali (grano saraceno, mais, riso, avena, ecc.); verdure e frutta (verde, bianco); zuppe (verdure e cereali vegetariani); carne (manzo magro, maiale, filetto di tacchino, pollo in forma bollita, stufata, e anche sotto forma di cotolette di vapore); Pane di grano di seconda scelta, segale, "Darnitsky"; bevande (tè, bevande alla frutta, bevande alla frutta)

Attualmente, quando l'ipersensibilità alle proteine ​​del latte vaccino, sono ampiamente utilizzate miscele a base di idrolizzati proteici del latte (caseina e proteine ​​del siero del latte).

Distribuzione di miscele a base di idrolizzati a seconda del loro scopo clinico Medicinal Alfare (Nestle, Switzerland)

Nutrilon Pepti TSTs (Nutricia, Olanda)

Nutrilak Peptide SCT (Group Nutritek, Russia)

Tutteli-Peptides (Valio, Finlandia)

Frisopep (Frisland, Olanda)

Trattamento e profilassi Nutrilak GA (Nutritek Group, Russia)

HiPA GA 1 e GA 2 (HiPP, Austria)

Humana GA 1 e GA 2, Humana GA 0 (Humana, Germania

Preventive NNA GA (Nestlé, Svizzera)

Un effetto positivo dovrebbe essere previsto non prima di 3-4 settimane dall'inizio dell'uso di miscele specializzate.

È importante notare che il livello di tolleranza ("resistenza", assenza di allergia) alle proteine ​​del latte vaccino (BMP) è raggiunto nell'80-90% dei bambini di 3 anni, ma il 10-20% dei bambini non tollerano la BMD all'età di 3 anni e nel 26% manifestazioni di allergia al latte possono persistere fino a 9-14 anni.

Con l'introduzione di alimenti complementari, non devi affrettare i termini, seguire rigorosamente tutte le regole degli alimenti complementari. Questa è un'introduzione graduale (a partire da 1/4 di cucchiaino), introduciamo solo 1 prodotto per 5-7 giorni, e solo allora proviamo a introdurre il prossimo. I tempi dell'introduzione di alimenti complementari per i bambini del primo anno di vita con allergie alimentari (rispetto ai bambini sani): Prodotti I tempi dell'introduzione di prodotti e piatti (mese di vita)

bambini sani con allergie alimentari *

Succhi di frutta e bacche 9-10 11-12

Purea di frutta 5-6 6-7

Ricotta 6 Non assegnato

Tuorlo 8 Non assegnato

Poltiglia di verdure 5-6 6-7

(senza aggiunta di latte)

Olio vegetale 7-8 9-10

(su una miscela di soia o idrolizzato proteico)

Burro 7-8 8-9

Purea di carne 9-10 10-12

Prodotti lattiero-caseari fermentati 8-9 9-10

(con lieve sensibilizzazione

alle proteine ​​del latte vaccino)

Cracker, biscotti 7 8

Pane, grano 8 9

(pagnotte di secondo grado, "Darnitsky")

Fish 10 Non assegnato

* Data la portabilità individuale dei prodotti

Qui, tutti i prodotti sono suddivisi in tre gruppi: con allergenicità potenziale alta, media e bassa.
I nomi dei prodotti sono elencati in ordine alfabetico.

Con l'aiuto di questo tablet, è possibile creare un menu per le madri che allattano e per i bambini, principalmente diatheses. MA! CONSIDERARE LA POSSIBILITÀ DELLE REAZIONI INDIVIDUALI.

Quindi prendi questo tavolo non come guida all'azione, ma come informazione per la riflessione.

Sono inoltre allegati un'etichetta sulle reazioni incrociate agli alimenti e alcune regole per la preparazione di alimenti complementari per la diathesi.

Tabella riassuntiva dei prodotti con vari gradi di potenziale allergenicità.

alto:

avocado
Bevande alcoliche
ananas
arance
angurie
melanzana
Brodi: carne, pesce e funghi
prosciutto
uva
Bevande gassate
senape
granate
granate
pompelmi
funghi
oca

Funghi di lievito: alcune varietà di formaggi, condimenti, aceto, latte fortificato, kefir, bevande al latte con malto, yogurt, pane integrale, pane di segale, cracker, crauti, salsa di pomodoro, frutta secca, birra, lievito di birra, salsiccia, prosciutto per colazione, così come i farmaci - vitamine del gruppo B, a base di lievito, antibiotici di origine fungina (penicillina, lincomicina, tetraciclina).

mora
Fritto: carne, pesce, verdure, ecc.
verdura
fragola
Cereali: evitare salsicce, carni in scatola per colazione, salsicce, torte salate, sugo di formaggio con ripieni di cereali, fiocchi di frumento, grano germogliato, pane con farina di frumento, pancake, cialde, torte, dolci, pasta, pasta, verdure con salse a pasta densa, casseruole, budini, caramelle al cioccolato.
caviale
tacchino
yogurt
cacao
crauti
kvass
Kefir alla frutta
kiwi
fragole
carni
Cibo in scatola
Carne affumicata
caffè
creme
pollo
limoni
cipolle
maionese
lampone
mango
mandarini
marinate
miele
latte
carote
Gelato
Olivello spinoso
I dadi
Pepsiki
pepe
Pepe bulgaro
birra
torte

Additivi alimentari: coloranti, aromi, emulsionanti o conservanti. Ad esempio, gli aromi si trovano nel chewing gum, nella frutta congelata, nella glassa, nel congelato

latticini, leccalecca, salsicce, sciroppi. Un forte deterioramento della condizione di alcune persone si osserva quando si mangia cibo contenente la colorante tartrazina, una sostanza che dà un colore giallo. Molti frutti (banane, mele, pere, arance, pomodori) vengono raccolti molto prima della loro maturazione e vengono trattati con etilene, un prodotto petrolifero che accelera la maturazione. Supplementi di zolfo (metabisolfito) sono usati per conservare cibi, bevande, droghe. Il glutammato monosodico è un aromatizzante utilizzato in molti prodotti preconfezionati.

Agrumi acidi
erbe aromatiche
grano
ravanello
ravanello
segale
pesce
Ryazhenka
barbabietola
Impasto per pasticceria
sedano
Ribes nero
Soia (soia e miscele di soia)
Formaggi, in particolare varietà fermentate e morbide del tipo Adyghe o Suluguni, cioè non pastorizzato
torte
aceto
Un'anatra
rafano
cachi
aglio
cioccolato
Mele - varietà rosse
uova

media:

cowberry
ciliegia
manzo
piselli
grano saraceno
patate
mirtillo rosso
coniglio
mais
avena
Peperone verde
riso
carne di maiale
Ribes rosso
mirtillo
erica

basso:

broccoli
Pera - varietà verdi
Piselli
zucca
Cavolo bianco
Latte acido: acidophilus, kefir, bifikefir, bifidok, ricotta
composta
Carne di cavallo
uva spina
xilitolo
Albicocche secche
cocomeri
zucca
orzo perlato
miglio
Olio vegetale (girasole, oliva, ecc.)
rapa
insalata
Prugne - varietà gialle
Ribes bianco
ghi
Zucca (colori chiari)
Fagiolini verdi
date
fruttosio
cavolfiore

Ciliegie dolci - bianco e giallo
prugne
spinaci
Mele agrodolci

Possibili reazioni incrociate tra diversi tipi di allergeni

Latte vaccino:

Latte di capra, prodotti contenenti proteine ​​del latte vaccino, carne di manzo, carne di vitello e prodotti a base di carne, mantello di mucca, preparati enzimatici a base di pancreas di bovini

Kefir (kefir lievito):

Muffa funghi, muffe (roquefort, brie, dorblu, ecc.), Pasta lievitata, kvas, antibiotici penicillina, funghi
pesce:
Pesce di fiume e di mare, frutti di mare (granchi, gamberi, caviale, aragosta, aragosta, cozze, ecc.), Mangime per pesci (dafnia)

Uovo di gallina:

Pollo e brodo, uova di quaglia e carne, carne di anatra, salse, creme, maionese con l'inclusione di componenti di uova di gallina, piume di cuscino, droghe (interferone, lisozima, bifiliz, alcuni vaccini)

carote:

Prezzemolo, sedano, b-carotene, vitamina A

fragole:

Lamponi, more, ribes, mirtilli rossi

mele:

Pera, mela cotogna, pesca, prugna, polline di betulla, ontano, assenzio

patate:

Melanzane, pomodori, peperoncini verdi e rossi, paprika, tabacco

Frutta a guscio (nocciole, ecc.):

Noci di altre varietà, kiwi, mango, farina di riso, grano saraceno, farina d'avena), sesamo, papavero, polline di betulla, nocciola

arachidi:

Soia, banane, drupacee (prugne, pesche, ecc.), Piselli verdi, pomodori, lattice

banane:

Glutine di grano, kiwi, melone, avocado, lattice, polline di platano

Agrumi:

Pompelmo, limone, arancia, mandarino

barbabietola:

Spinaci, barbabietola da zucchero

legumi:

Arachidi, soia, piselli, fagioli, lenticchie, mango, erba medica

prugna:

Mandorle, albicocche, ciliegie, nettarine, pesche, ciliegie selvatiche, ciliegie, prugne, mele

kiwi:

Banana, avocado, noci, farina (riso, grano saraceno, farina d'avena), sesamo, lattice, polline di betulla, erbe di cereali
-

Caratteristiche di cucina per bambini con allergie alimentari.

Quando si prepara una dieta ipoallergenica, è necessario osservare rigorosamente le peculiarità della lavorazione tecnologica dei prodotti. Ad esempio, i cereali sono immersi in acqua fredda per 10 a 12 ore per rimuovere i possibili pesticidi.

Se un bambino è allergico all'amido e all'inizio dell'introduzione di patate nella dieta del bambino, preferibilmente le patate sbucciate e tritate devono essere immerse in acqua fredda o soluzione di sale all'1% per 12-14 ore. Questo aiuta a rimuovere parte dell'amido e le impurità indesiderate. Tutte le altre verdure cotte per cucinare, tenute in acqua fredda per 1 - 2 ore.
La carne viene sottoposta a doppia digestione per una rimozione più completa degli estratti. Per fare questo, la carne viene prima versata con acqua fredda, fatta bollire per 30 minuti, quindi il brodo viene scolato, la carne viene nuovamente versata con acqua fredda e cotta fino al momento.
Tutto il cibo per i bambini che soffrono di allergie alimentari, bollito, cotto a vapore, in umido o cotto in forno. La carne fritta è rigorosamente esclusa: carne, pesce, verdure, ecc. "

Tratto dal post Irbis dall'argomento Diatesi: manifestazioni, trattamento, ricerca delle cause

L'allergia al papavero è piuttosto rara. I medici dicono che i semi di papavero sono prodotti sicuri che quasi mai causano una reazione negativa dal sistema immunitario.

Nonostante questo, si verificano casi di manifestazione di una reazione allergica ai piatti con l'aggiunta di semi di papavero. Inoltre, se una persona utilizza panini o panini con semi di papavero, è piuttosto difficile diagnosticare il tipo esatto di manifestazioni allergiche a causa del gran numero di componenti di cottura. Tuttavia, occorre prestare particolare attenzione, poiché un ulteriore stato di salute dipende in gran parte da questo.

Cause di allergie al papavero

Le allergie alimentari di solito si osservano nei bambini al di sotto di un anno. È importante notare che le proteine ​​vegetali e animali innescano una reazione negativa da parte del sistema immunitario, a contatto con il quale il corpo umano è in grado di produrre anticorpi specifici, istamine. Tuttavia, il papavero è anche un potenziale allergene, quindi giovani madri, è auspicabile abbandonare questo prodotto durante l'allattamento.

Va notato che bassa immunità e predisposizione ereditaria spesso portano a reazioni allergiche indesiderabili. A questo proposito, si raccomanda di prendere in considerazione la predisposizione genetica e provare a migliorare il sistema immunitario.

L'allergia al papavero è spesso causata da reazioni allergiche di tipo incrociato. La malattia comporta il seguente schema di sviluppo di anomalie indesiderate da parte del sistema immunitario: inizialmente, una persona ha una maggiore reazione a determinati prodotti, ma poi si verifica una reazione a prodotti con una composizione proteica simile. La reazione al papavero può verificarsi se una persona è soggetta a noci, semi di sesamo, cereali, frutti esotici, polline degli alberi.

È estremamente importante eliminare le allergie ad altri componenti della cottura del papavero. Ad esempio, prodotti come burro, zucchero, vari additivi alimentari possono portare a reazioni indesiderate dal sistema immunitario. Se al riempimento si aggiungono noci o miele, aumenta anche il rischio di sintomi indesiderati.

Date le presunte cause di una possibile reazione, è possibile capire quali sono le cause del deterioramento della salute e del modo migliore di agire in tali situazioni.

sintomi

Nella maggior parte dei casi, i sintomi appaiono abbastanza rapidamente. Spesso un'ora dopo aver mangiato semi di papavero.

Il paziente ha i seguenti sintomi indesiderabili di allergia:

  • Formicolio e bruciore in bocca.
  • Gonfiore della mucosa delle labbra, lingua.
  • Nausea.
  • Vomito.
  • Violazioni del sistema digestivo.

Inoltre, gli adulti sono spesso di fronte a manifestazioni cutanee causate da allergie al papavero:

  • Piccola eruzione cutanea con forte prurito.
  • Orticaria.
  • Dermatite allergica atopica
  • Gonfiore pronunciato

In forme gravi di allergie, possono svilupparsi sintomi come soffocamento, angioedema. In tali situazioni, c'è un particolare rischio per la vita del paziente.

Le donne che allattano dovrebbero capire che quando allattano i loro bambini possono esporle alle allergie al papavero. In questo caso, il bambino ha spesso diatesi, che di solito colpisce la fronte, il mento, le guance e occasionalmente le pieghe del corpo e della pelle. Se il bambino reagisce più chiaramente, la reazione allergica diventa evidente e può portare ad altri effetti indesiderati.

Funzioni diagnostiche

A casa, è impossibile fare una diagnosi accurata, quindi è consigliabile che se si sospetta un'allergia, consultare un medico esperto per l'esame.

Il metodo principale è un esame del sangue per determinare la concentrazione di immunoglobuline di tipo E (f224). Tale analisi è affidabile, quindi è possibile confermare la presenza o l'assenza di allergie al papavero.

È importante notare che la misura diagnostica è assolutamente innocua per le allergie, quindi puoi andare da un medico senza problemi per una diagnosi accurata.

Opzioni di trattamento

In molte situazioni, è necessario un trattamento sintomatico per eliminare i segni di una reazione allergica. Per fare questo, usare le medicine moderne.

Di solito, i medici prescrivono i seguenti farmaci per trattare le reazioni al papavero:

  • Antistaminici (Zotex, Eden, Diazolin, Suprastin). Spesso è sufficiente prendere una pillola una volta al giorno. La durata del corso dovrebbe essere di 3-5 giorni.
  • Sorbenti per la pulizia accelerata del corpo dall'allergene. Di solito, viene prescritto carbone attivo o Enterosgel.
  • Per eliminare eruzioni cutanee e prurito, prendere un gel o un unguento con idrocortisone.
  • Per le allergie gravi sono necessari i corticosteroidi, che vengono assunti solo sotto stretto controllo medico.

La terapia farmacologica è la base del trattamento per le allergie di qualsiasi forma. Inoltre, nel periodo acuto, è necessaria una dieta ipoallergenica, volta ad eliminare gli allergeni dalla dieta e prevenire il deterioramento della salute.

prevenzione

Il compito principale nella prevenzione delle allergie - è un rifiuto totale dell'uso dei semi di papavero, che non dovrebbero essere contenuti nemmeno nei prodotti finiti. Il controllo della dieta dovrebbe essere mantenuto non solo a casa, ma anche in tutti gli esercizi di ristorazione.

Le madri che allattano dovrebbero introdurre con attenzione il papavero nella loro dieta durante l'allattamento. Ciò è dovuto alla preoccupazione per la salute del bambino, che deve essere protetto dallo sviluppo indesiderabile delle reazioni allergiche ai prodotti.

L'allergia al papavero è piuttosto rara. Spesso i semi di papavero in cucina vengono utilizzati con successo per migliorare le caratteristiche gustative della cottura e per ottenere ulteriori componenti nutrizionali di cui quasi tutti hanno bisogno.