Principale > Odori

Allergie alimentari negli adulti: tutto ciò che serve per conoscere le allergie

Le allergie alimentari sono l'iperattività del sistema immunitario a determinati componenti alimentari. La risposta atipica del corpo si manifesta sin dalla più tenera età. Le cause di questa patologia possono essere genetiche o fattori ambientali. L'allergene, entrando nel corpo, entra in collisione con le immunoglobuline del gruppo E. A questo punto, le cellule adipose esplodono e l'istamina e la serotonina, sostanze che provocano gonfiore e infiammazione, vengono rilasciate.

Allergie alimentari e intolleranze alimentari: imparare a distinguerle

Molti confondono questi due concetti, poiché i loro sintomi sono molto simili. Gli effetti allergici si verificano abbastanza rapidamente, la sua intensità dipende dalla quantità di allergeni. E l'intolleranza a qualsiasi prodotto può protrarsi. L'allergia è il lavoro "sbagliato" dell'immunità, che percepisce i cibi ordinari come un nemico. Quando l'immunità all'intolleranza alimentare funziona correttamente, ma il cibo non è completamente o parzialmente assorbito dal corpo. Le ragioni di questo possono essere il sistema digestivo immaturo, le malattie del tratto gastrointestinale, la carenza di enzimi.

I frequenti segni di intolleranza sono:

  • disturbi digestivi;
  • gonfiore;
  • eccessiva formazione di gas;
  • nausea, vomito;
  • dolore addominale.

Una reazione allergica è spesso manifestata da disturbi del tratto gastrointestinale, ma in aggiunta a loro, ci possono anche sviluppare pelle, sintomi respiratori, angioedema o anafilassi, che non è il caso dell'intolleranza.

Indipendentemente, è difficile determinare esattamente cosa si sta trattando. Per fare questo, è necessario contattare uno specialista competente e sottoporsi a una diagnosi. Quindi puoi fare una diagnosi accurata.

allergie

Come si manifesta la risposta immunitaria, questi tipi di reazioni si distinguono:

  • latente: le allergie agli alimenti non sono immediatamente determinate, ma dopo un periodo di tempo sufficientemente lungo, a causa dell'accumulo di un allergene nel corpo;
  • pronunciato: effetti negativi si verificano immediatamente dopo l'uso dell'allergene.

Dalla natura delle manifestazioni, le allergie latenti possono essere:

  • tutto l'anno: la reazione è osservata continuamente, anche con l'uso di una piccola quantità di allergene;
  • spasmodico: l'immunità percepisce negativamente prodotti che in precedenza erano percepiti da loro normalmente;
  • temperatura: i sintomi sono significativamente aggravati anche con la più leggera ipotermia del corpo;
  • misto: la patologia è provocata non solo dall'uso del prodotto, ma anche dal suo odore (orale), dal contatto con esso (contatto).

I primi segni di malattia sono:

  • lieve gonfiore delle mucose, secrezione nasale, lacrimazione;
  • nausea, vomito, diarrea, coliche;
  • eruzione cutanea, prurito;
  • mal di testa, debolezza generale, febbre;
  • angioedema;
  • shock anafilattico.

Nel corso del corso della reazione, i sintomi si intensificano, senza assistenza immediata, la morte è possibile.

Allergeni alimentari

Tutti i prodotti hanno diversi gradi di influenza sul corpo.

È fatale che a volte non il prodotto stesso causi segni negativi, ma coloranti, aromi, stabilizzanti nella sua composizione.

Cos'è la croce e la pseudo-allergia?

In precedenza abbiamo parlato di vera allergia, ma c'è anche una pseudo-allergia, che è accompagnata dagli stessi sintomi, ma è causata da un uso eccessivo del prodotto. In tali casi, quando il consumo di dosaggio della reazione non lo è.

C'è anche una allergia crociata, che è considerata la più pericolosa. Nasce non solo per i singoli prodotti, ma per tutti i prodotti con una composizione simile di aminoacidi. Per esempio, se c'è un'allergia al latte di mucca, allora ci può essere una reazione al latte di altri animali e ai suoi derivati, alla carne di vitello e alla carne di manzo. Ora ha sviluppato una tabella di risposte incrociate, attraverso la quale è possibile comprendere la relazione di un determinato alimento. Inoltre, questo fenomeno può verificarsi anche su allergeni non alimentari, come il polline. Ad esempio, anguria e ambrosia sono interconnesse in questo modo.

Elenco di allergeni incrociati

Cause di allergie alimentari negli adulti

Nei bambini, le allergie sono più comuni e causate da un numero elevato di fattori. Tutto ciò che si manifesta nell'età adulta è semplicemente una trasformazione della predisposizione iniziale alle reazioni allergiche.

Cause di lavoro improprio di immunità negli adulti:

  • eredità: i parenti più prossimi hanno una reazione patologica;
  • cattiva ecologia: l'urbanizzazione aumenta significativamente lo sfondo allergico, lo smog, i gas, le sostanze chimiche nell'aria influenzano il cibo e in generale la salute umana;
  • ridotta immunità sullo sfondo di cattive abitudini: fumo, consumo di alcol;
  • insonnia e sonno disturbati: la mancanza di riposo provoca processi patogeni nel corpo;
  • malattie concomitanti dell'apparato digerente, dei reni, del fegato, del cuore: la microflora compromessa o il funzionamento degli organi interni provoca "l'aggressione" dell'immunità;
  • la presenza di parassiti nel corpo: i prodotti della loro attività vitale influenzano negativamente i processi vitali nel corpo;
  • Carenza di vitamina A, E, PP: un'immunità indebolita è più suscettibile alle interruzioni;
  • ricevere droghe sensibilizzanti, cosmetici.
  • nutrizione scorretta.

Sintomi e segni di allergia alimentare

Una reazione allergica può avere varie manifestazioni. Dipende dalle caratteristiche individuali di ogni persona.

In questi momenti, la persona aumenta anche il battito cardiaco, il battito cardiaco, aumenta la sudorazione. Possono verificarsi mal di testa e vertigini. I soggetti allergici, in particolare i bambini, diventano estremamente irrequieti e irritabili.

Durante la risposta immunitaria, può svilupparsi uno shock anafilattico che può essere identificato da sintomi quali leggero formicolio agli arti, rash, lieve gonfiore del rinofaringe, broncospasmo, angioedema, gonfiore degli organi respiratori superiori, vomito, febbre, insufficienza respiratoria, convulsioni, riduzione della pressione, arresto respiratorio.

Anafilassi è una condizione pericolosa, in quanto può svilupparsi in pochi minuti. L'assistenza tardiva può essere fatale.

diagnostica

Se si verificano i primi sintomi, è necessario contattare immediatamente uno specialista che effettuerà un esame, un sondaggio, offrirà ulteriori metodi diagnostici per fare la diagnosi corretta. Inizialmente, è necessario contattare un allergologo. Che può aiutare a determinare l'allergene causale. In base ai risultati della ricerca, un allergologo può, se necessario, indirizzarti per la consultazione con altri specialisti.

Un gastroenterologo aiuterà con le malattie dell'apparato digerente, perché nella patologia alimentare sono quasi sempre disponibili. Un nutrizionista sarà in grado di scegliere la dieta giusta, tenendo conto delle peculiarità del corpo, di fare una dieta, sostituendo i prodotti allergenici con altri con le stesse sostanze benefiche. Una corretta alimentazione - è la chiave per il trattamento di successo con l'indignazione dell'immunità.

Le allergie sono effettuate test di laboratorio:

  • emocromo completo: un aumento del livello di basofili ed eosinofili in esso indica la presenza di una reazione allergica;
  • analisi del sangue biochimica per immunoglobulina E generale e specifica: aiuta a identificare l'allergene.

Gli skin test ti permettono di determinare un allergene specifico entro 20 minuti:

  • test con l'aiuto di applicazioni: strisce speciali su cui vengono applicati alcuni allergeni vengono applicati e fissati sul corpo, dopo due giorni viene valutato il risultato;
  • Test di scarificazione: un determinato allergene concentrato viene applicato sulla pelle e un graffio viene eseguito da uno scarificatore nel sito di applicazione, il risultato viene valutato dopo 20 minuti;
  • prick-test è l'applicazione del concentrato sulla pelle, l'esecuzione di una puntura nel sito di applicazione per 1 mm con uno strumento speciale;
  • metodi provocatori: un allergene viene applicato sulla mucosa dell'occhio o del naso, o le inalazioni vengono utilizzate per iniettare l'agente patogeno.

È anche possibile un esame endoscopico dell'intestino. Dopo tutto, le manifestazioni esterne sono solo la "punta dell'iceberg".

Il modo più semplice per determinare l'allergene è una dieta di eliminazione. Il medico suggerisce di tenere un diario alimentare in cui tutto il cibo viene consumato, la sua quantità e le reazioni del corpo saranno registrate. Se si osservano sintomi negativi su qualsiasi cibo, allora dovrebbe essere escluso per un po '. Dopo la scomparsa delle manifestazioni allergiche, si dovrebbe provare di nuovo a introdurre lo stesso prodotto in una quantità minima. Se i sintomi si ripresentano, viene trovato l'allergene causale che deve essere escluso. Con questa dieta puoi calcolare autonomamente il cibo indesiderato ed eliminarlo.

trattamento

Per il trattamento, in alcuni casi, il medico usa l'immunoterapia. Questo metodo non è adatto a tutti, e ricorrono ad esso solo quando l'allergene non può essere abbandonato nella vita di tutti i giorni, cioè, è di vitale importanza. Il corso del trattamento viene effettuato sotto la stretta supervisione di uno specialista competente con esperienza in questo campo. L'allergene causativo viene somministrato al paziente in dosi minime. Nel corso del trattamento, la sua quantità viene gradualmente aumentata, questo è il modo in cui l'immunità è "addestrata". In molti casi, questa tecnica aiuta a eliminare completamente i sintomi allergici di un alimento specifico. Tuttavia, questo metodo è rischioso, dal momento che il sistema immunitario è un meccanismo molto complesso, ed è pericoloso intervenire in esso: possono verificarsi gravi malattie.

Non ci sono altri metodi di terapia al momento, i farmaci sono usati solo per alleviare i sintomi.

Farmacoterapia sintomatica

Nei momenti di esacerbazione, è necessario eliminare completamente il cibo che provoca segnali negativi del corpo. Successivamente, il medico prescrive farmaci antistaminici. La forma della medicina dipende dall'età del paziente. Se è un bambino, allora è necessario scegliere farmaci sotto forma di gocce o sospensioni. Ma per una persona adulta le pillole sono adatte. Questi possono essere tavegil, edem, fenistil, zyrtek e altri.

Se la malattia progredisce, quindi insieme ai farmaci sistemici, vengono spesso utilizzate preparazioni topiche - unguenti anti-allergici, gel. Nelle forme più gravi del corso possono essere prescritti preparati ormonali: prednisone, advant, idrocortisone, sinaflan e altri. Il farmaco e il suo dosaggio sono prescritti dal medico curante, tenendo conto della natura e delle sottigliezze della patologia.

Per rimuovere l'intossicazione e eliminare gli allergeni, gli enterosorbenti vengono spesso trattati, come smecta, enterosgel, lattofiltro e polisorb. Questi fondi aiutano non solo a rimuovere le sostanze nocive, ma anche a migliorare la microflora intestinale, che è anche necessaria per questa malattia.

dieta

L'elemento principale del trattamento è considerato una dieta ipoallergenica. Durante un'esacerbazione è necessario rimuovere dalla dieta alimenti che causano una reazione e alimenti con un alto grado di allergenicità. Osservare che deve essere almeno due mesi. E quindi è necessario escludere completamente l'agente patogeno dalla dieta quotidiana.

Rimedi popolari

In molti casi, le ricette popolari si sono dimostrate positive.

Per le manifestazioni cutanee di allergia, vengono usati pomate, maschere, applicazioni, salviette, bagni. Camomilla, calendula, corda, alloro, ortica, prezzemolo, aloe, oli essenziali, tè verde, cetrioli, cavoli e altri componenti sono eccellenti per questo.

Le infusioni di erbe sono state assunte efficacemente per via orale. Infuso di camomilla e tè con calendula e achillea sono ben dimostrati. Un bicchiere d'acqua avrà bisogno di 50 grammi di erba. L'erba dovrebbe essere versata acqua bollente e insistere per due ore, prendere un decotto quattro volte al giorno per alcuni sorsi.

I metodi di medicina tradizionale possono essere utilizzati come trattamento ausiliario, tutte le azioni devono essere coordinate con il medico per evitare che la situazione peggiori.

prevenzione

Una malattia è sempre più facile da prevenire che affrontare le sue conseguenze. Per questo è necessario:

  1. Escludere completamente i prodotti che causano allergie.
  2. Se sei incline alle allergie, prova a scegliere cibi a bassa composizione allergenica.
  3. Tieni un diario alimentare.
  4. Seleziona i prodotti in base ai criteri di età. Introdurre correttamente integratori alimentari e integratori per il bambino.
  5. Prova a mangiare cibo dal tuo giardino. Quindi meno rischi che ci sarà una reazione negativa.
  6. Monitorare attentamente lo stato di salute, trattare tempestivamente le malattie emergenti.
  7. Trascorri quanto più tempo possibile in condizioni ambientali favorevoli.
  8. Osserva il regime del lavoro e del riposo. Il corpo esausto fallisce rapidamente sul lavoro.
  9. Farmaci da assumere esclusivamente su prescrizione del medico.
  10. Se necessario, ricostituire le riserve del corpo con l'aiuto di complessi vitaminici.
  11. Riduci al minimo le situazioni stressanti.

Allergie a prodotti in bambini e adulti

Le allergie alimentari spesso creano la necessità di una significativa restrizione dietetica. Naturalmente, se la risposta immunitaria si sviluppa in acetosa o ravanello, non causerà molta preoccupazione al suo proprietario. Ma se una persona ha sviluppato un'allergia a un prodotto gustoso e sano, questo può essere motivo di preoccupazione abbastanza comprensibile. Tuttavia, prima di eliminare completamente e in modo irreversibile aragoste, ananas e vino d'annata dalla dieta, è necessario assicurarsi che siano la causa dell'allergia. In questa sezione, discuteremo come capire le cause delle allergie alimentari e quali misure dovrebbero essere prese.

sintomi

Le allergie alimentari non manifestano sempre sintomi solo da parte del tratto digerente: sono piuttosto diverse e numerose. Gli allergeni alimentari possono provocare lo sviluppo di ostruzione bronchiale, shock anafilattico, orticaria acuta. Le allergie possono essere accompagnate da febbre - il più delle volte al numero subfebrilare, ma febbre febbrile è possibile con alcune reazioni immunopatologiche. I pazienti hanno evidenziato un aumento dell'irritabilità nervosa, irritabilità, disturbi del sonno, espressi in sonnolenza e / o insonnia. Sono descritti casi di candidosi (mughetto), colica biliare e disturbi del sistema urinario, la cui causa è un'allergia al cibo.

I pazienti che sono sensibili ai prodotti spesso hanno la sindrome di allergia orale. È caratterizzato dallo sviluppo di manifestazioni locali di una reazione allergica alla mucosa orale. Le manifestazioni principali sono gonfiore delle labbra, della lingua e del palato molle, accompagnate da prurito e formicolio, distensione nella zona interessata. È probabile lo sviluppo di edema della mucosa faringea. Diventa difficile per il paziente parlare, la sua voce sta cambiando, una sensazione di "grumo" nella gola, il prurito alle orecchie può apparire. In alcuni casi, l'aspetto di piccole ulcere nella mucosa delle labbra, gengive.

I pazienti adulti concentrano l'attenzione del medico sulla costante sensazione di "grumo" nella gola. Descrivono la sensazione di "ritardare" il cibo a livello dell'esofago, lamentando dolore, indolenzimento, la necessità di masticare attentamente il cibo e berlo con abbondante liquido. Tali pazienti evitano prodotti secchi perché invariabilmente causano disagio dopo il consumo.

Meccanismo di sviluppo

Come tutti sanno, il cibo che entra nel corpo viene digerito nel tratto gastrointestinale, durante il quale le proteine ​​vengono trasformate in amminoacidi, che vengono successivamente assorbiti dal corpo e diventano la principale riserva di energia per la sua crescita e sviluppo. Il processo digestivo inizia direttamente in bocca, dove il cibo è esposto agli enzimi alcalini contenuti nella saliva. Quindi, continua nello stomaco trattando il cibo con succo gastrico, che contiene acido cloridrico. La bile, la scissione dei grassi e gli enzimi pancreatici che trasformano le fibre muscolari della carne, l'amido e le fibre sono attaccate al succo gastrico. Il processo digestivo nell'intestino finisce, dove il cibo alterato è esposto alla microflora intestinale.

In questo complesso processo, la trasformazione di un antigene o di un allergene in una forma neutrale non allergenica è estremamente importante. Il sistema digestivo ha la sua immunità, vale a dire reazione alle proteine ​​alimentari estranee che entrano nel tratto gastrointestinale - questa funzione immunitaria viene eseguita da formazioni linfoidi (follicoli), localizzate sullo strato mucoso e sottomucoso dell'intestino e linfonodi regionali. Al suo interno, le allergie alimentari sono la risposta immunitaria del corpo alla presenza di sostanze estranee - gli allergeni e, di norma, sono sostanze proteiche.

Gli esperti notano che i maschi hanno il doppio delle probabilità di essere allergici rispetto alle donne.

Per quanto riguarda la pseudo-allergia, è solitamente indicata in alcune patologie dell'apparato digerente, come, ad esempio, i disturbi della mucosa intestinale, una diminuzione dell'efficacia del processo di neutralizzazione delle sostanze bioattive, ecc.

L'intolleranza alimentare associata alla carenza di enzimi, di solito, si diffonde molto spesso nel latte vaccino e si manifesta con flatulenza e indigestione. Molto meno spesso è possibile soddisfare la mancanza di saccarosio, il cui risultato è una violazione della scissione dello zucchero. La carenza di saccarosio si manifesta in genere per indigestione e alto contenuto di zucchero nelle feci. La mancanza di enzimi che processano il glutine, una proteina presente nei cereali (grano, riso, orzo, ecc.) Porta alla cosiddetta sindrome da celiachia. La sindrome porta a diarrea persistente e nei casi complessi e atrofia dei villi intestinali.

L'intolleranza psicologica al cibo è causata dal rifiuto di certi alimenti da parte del paziente, che è dettato dai suoi pregiudizi o disturbi mentali.

sintomi

I principali sintomi di allergie alimentari di solito si sviluppano entro 5-10 minuti dopo l'ingestione di prodotti alimentari nel corpo. Il paziente può sperimentare la seguente immagine:

  • prurito della mucosa orale e della lingua;
  • sensazione di pesantezza e dolore nell'addome, nausea, vomito, diarrea;
  • starnuti, naso che cola;
  • difficoltà a deglutire, mal di gola, edema laringeo;
  • difficoltà di respirazione, tosse, dispnea, mancanza di respiro;
  • broncospasmo;
  • prurito, eruzione cutanea, iperemia della pelle, orticaria, eczema;
  • abbassamento della pressione sanguigna, disturbi del ritmo cardiaco, tachicardia;
  • shock anafilattico.

Attività allergizzanti nei prodotti alimentari

Gli allergeni possono essere divisi in gruppi in base alla capacità di iniziare una reazione:

  1. Provocateurs ad alta attività.
  2. Provocatori di media attività.
  3. Provocatori di bassa attività.

L'elenco dei prodotti comprende non solo alimenti vegetali, ma anche prodotti di origine animale, apicoltura. Al gruppo di provocatori ad alta attività appartengono:

  • latte vaccino;
  • carne di pollo, uova;
  • pesce, granchi, gamberi, soia;
  • bacche (lampone, fragola, ribes nero);
  • frutti (varietà esotiche, uva);
  • verdure (pomodori, carote, barbabietole, sedano);
  • cereali (segale, grano)
  • miele, funghi, senape;
  • cioccolato, noci, arachidi.

La sensibilità agli allergeni altamente attivi può causare l'inizio di qualsiasi forma di reazione allergica. Se un paziente sviluppa un rash e prurito della pelle, un altro svilupperà uno shock anafilattico. La quantità di prodotto provocatore in questo caso non ha importanza.

Gli allergeni medio-attivi includono:

  1. Carne di maiale, conigli
  2. Carne di tacchino
  3. Legumi, solanacei (patate).
  4. Ribes rosso
  5. Banane, mirtilli rossi.
  6. Pepe verde
  7. Alcuni cereali (grano saraceno, riso).

L'uso di allergeni alimentari spesso provoca alveari, caratterizzati dalla comparsa di vesciche pruriginose. È anche possibile lo sviluppo di angioedema - in molti casi in combinazione con orticaria. Alcuni pazienti hanno la rinite, congiuntivite.

Lo sviluppo del lattice, o sindrome del "frutto del lattice", può essere associato alla sensibilità alle banane. Il nome è spiegato dalla presenza non solo di allergie alimentari, ma anche di allergie al lattice. I pazienti lamentano il verificarsi di prurito, edema (di solito in faccia), nausea, vomito, diarrea, dolore addominale. Tutti i sintomi possono comparire simultaneamente o prevalgono solo le manifestazioni gastrointestinali. Nella sindrome alimentare del lattice, lo sviluppo di orticaria acuta, lo shock anafilattico è possibile.

Tra i probabili allergeni alimentari, i meno attivi sono ortaggi e frutta che non hanno colori brillanti (cavoli, zucchine, zucca opaca, uva spina, ribes e ciliegie, mele verdi e gialle), nonché agnello magro. Questi prodotti raramente causano reazioni allergiche generalizzate e potenzialmente letali. Tuttavia, con la sensibilità a loro (specialmente nel caso di allergia crociata) è difficile prevedere quali saranno i sintomi.

trattamento

Il trattamento delle allergie alimentari è impensabile senza una dieta di eliminazione. Necessità di tutti i prodotti a cui il paziente è sensibile. Con lo sviluppo dei sintomi del tratto digestivo, possono essere prescritti i probiotici (Lacidofil), i preparati enzimatici (Creonte).

Le allergie a molti alimenti inducono il paziente a cercare un'alternativa agli ingredienti alimentari proibiti. Per fare una dieta che eviti il ​​contatto con i provocatori alimentari, devi considerare la probabilità di allergia crociata, considerare i prodotti non in termini di "pericolo generale", ma secondo la sensibilità di un particolare paziente per loro.

L'attenzione deve essere rivolta non solo al grado di allergenicità del prodotto, ma anche alla presenza di sintomi di sensibilità individuale ad esso. La dieta dovrebbe essere equilibrata nella quantità di sostanze nutritive, avere calorie sufficienti. La terapia farmacologica viene effettuata utilizzando:

  1. Farmaci antistaminici (Cetrin, Tavegil). Sono efficaci per l'orticaria, l'angioedema, la congiuntivite, la natura allergica della rinite. Non adatto per fermare le reazioni sistemiche.
  2. Stabilizzatori di membrana mastocitaria (Ketotifen). Applicare prima di mangiare a lungo, perché l'effetto non appare immediatamente.
  3. Glucocorticosteroidi (desametasone). Indicato in allergie gravi, gastrite eosinofila, enterite, esofagite.

Il farmaco di scelta per le cure di emergenza nello sviluppo di shock anafilattico è l'adrenalina. È auspicabile che i pazienti lo portino nel kit di pronto soccorso personale e lo portino sempre con sé, dopo aver appreso prima di eseguire l'iniezione.

Maggiori informazioni su ciascun allergene specifico nei nostri articoli.

Il bambino è allergico a tutti i prodotti.

Circa un terzo della popolazione totale ha familiarità con un problema come le allergie e non solo gli adulti sono tra i pazienti. I nostri piccoli alla loro giovane età sono anche inclini a una vasta gamma di malattie, le allergie non fanno eccezione.

Le allergie nei bambini si verificano a causa della reazione del sistema immunitario a qualsiasi sostanza che raccoglie dal suo ambiente. Il corpo li percepisce come quelli che possono essere potenzialmente dannosi per la salute in una certa misura. Pertanto, si difende. Come difesa, spesso vediamo un'eruzione cutanea, naso che cola o tosse.

Spesso i genitori devono affrontare reazioni allergiche che si verificano specificamente sul cibo. Nella maggior parte dei casi, superano i bambini in tenera età, poiché iniziano a esplorare prodotti completamente diversi.

Perché l'allergia alimentare si sviluppa nei neonati-bambini?

Servire lo sviluppo di allergie può interrompere l'apparato digerente (tratto gastrointestinale). Nei bambini dopo la nascita, il lavoro di tutti gli organi non è stabilito per intero, gli organi sono ancora allo stadio della formazione. Ad esempio, puoi prendere lo stesso tratto gastrointestinale, che produce scarsi enzimi. Cosa si intende con questo?

Questo si riferisce all'incapacità del pancreas di produrre in quantità sufficiente certe sostanze. Quali sono ora elencati:

  1. per abbattere i grassi, il pancreas deve secernere la lipasi;
  2. l'amilasi è necessaria per questo processo con carboidrati;
  3. nel caso delle proteine, c'è bisogno di tripsina.

Anche la microflora dei neonati è in un periodo, diciamo, di maturazione, quindi i suoi componenti non sono tutti i componenti necessari. Cosa, in effetti, un intoppo?

Il problema è che la parte principale delle grandi molecole non può essere digerita dal neonato appena nato, più precisamente nella sua pancia. (Queste molecole sono particelle costituenti di assolutamente tutto il cibo).

Per questo motivo, i prodotti a base di carne, frutta, fiocchi di latte sono vietati di essere inclusi nella dieta dei nostri figli fino a quando non raggiungono l'età giusta.

Chiedi, e le molecole? Cosa c'è di sbagliato in loro? Tali molecole possono facilmente depositarsi nei vasi sanguigni, poiché la mucosa intestinale ha un alto livello di penetrazione.

A proposito, vale la pena notare che questo livello è tipico per i neonati. Il processo di generazione di anticorpi viene effettuato sui vasi sanguigni. Si chiamano IgE (Immunoglobulin E). Allo stesso tempo, si nota una maggiore sensibilità per alcune macromolecole. Questo processo è chiamato sensibilizzazione. Per non confonderci, giustificiamolo più chiaramente.

Il corpo incontra queste macromolecole e quindi è impegnato nella produzione di anticorpi. E la prossima volta che li incontra, allora ci sarà una reazione alle macromolecole, che verranno nuovamente ricevute. Ecco il risultato - il verificarsi di allergie.

Anche i bambini più piccoli, la cui età è di pochi mesi o giorni, possono affrontare allergie ai prodotti consumati.

Cosa può causare allergie?

  • cattiva ecologia;
  • fattore ereditario

Se parliamo dell'aspetto ambientale, ciò include il fatto che una donna, incinta, fumasse. Le allergie possono verificarsi a causa di varie malattie infettive che una donna ha avuto durante la gravidanza, nonché dall'assunzione di antibiotici. Ha un effetto negativo sul bambino e sul difficile percorso della gravidanza, chiamato preeclampsia. Con queste complicazioni nelle donne sono contrassegnati

  • alta pressione;
  • gonfiore;
  • convulsioni.

A causa della preeclampsia, il feto nell'utero non ha abbastanza ossigeno.

Quale inadempienza nella dieta del bambino e di sua madre porta ad allergie alimentari?

La causa principale dell'allergia è l'uso della madre, che nutre il bambino, in grandi quantità di prodotti come:

  • ricotta, latte;
  • fragole, arance;
  • caffè;
  • funghi;
  • cioccolato, cioccolatini;
  • diversi tipi di noci;
  • caviale;
  • spezie, bevande gassate;
  • miele.

Nel ruolo della ragione successiva, è il fatto che i bambini sono troppo presto per essere nutriti artificialmente o viene utilizzato cibo misto. Non è consigliabile includere latte vaccino intero nella dieta, se funge da base per nutrire il bambino, fino a quando la mollica raggiunge un anno.

Allergie alimentari - Sintomi

I sintomi sono molto diversi.
In primo luogo, la pelle inizia a soffrire. Il verificarsi di tali malattie allergiche è possibile:

  1. febbre di ortica (alias orticaria);
  2. angioedema (angioedema);
  3. prurito infantile (chiamato strofolo);
  4. dermatite atopica.

Se si prende in considerazione il sistema respiratorio, dal suo lato può causare rinite allergica, asma bronchiale. Se consideriamo i sintomi dello stomaco e dell'intestino, ci sono i seguenti:

  • diarrea e flatulenza,
  • costipazione,
  • vomito, nausea,
  • rigurgito, ecc.

Grazie alla ricerca, è possibile capire il livello di magnitudo delle reazioni allergiche, scoprire anche quali prodotti si presentano più spesso. Ad esempio, l'allergia nei bambini fino a un anno è spesso dovuta a ipersensibilità alle proteine ​​contenute nel latte che una mucca dà. Circa l'85% di questo tipo di allergia.

Non è un segreto che tra di loro una tale reazione allergica raggiunga dallo 0,5% all'1,5% dei bambini che mangiano latte materno. Se parliamo della percentuale di bambini che mangiano artificialmente, varia da due a sette.

Un bambino non è allergico a tutti i prodotti. Le allergie sono possibili per alcuni di loro.
I bambini hanno più probabilità di danneggiare una tale proteina:

La sensibilità alle proteine ​​dei seguenti prodotti è espressa più raramente:

  • semole di grano saraceno;
  • mais;
  • patate;
  • qualsiasi carne

Vale la pena prestare attenzione al fatto seguente: spesso i bambini sono allergici non solo alle proteine ​​di un particolare prodotto. Una reazione allergica può svilupparsi su più di tre prodotti utilizzati per le proteine.

Come diagnosticare le allergie?

È necessario non esitare, ma urgentemente per capire e sbarazzarsi della ragione per la sua apparizione in un neonato, vale a dire, da prodotti che causano allergie. Non appena si sospetta che i sintomi, contattare il medico appropriato, che viene chiamato un allergologo. Alla reception, i suoi genitori dovrebbero parlare del fattore ereditario (tali malattie sono accadute a qualcuno in famiglia).

Quindi il medico insegna a tenere il cosiddetto diario, dove è necessario specificare tutti i prodotti presi dal bambino, e assicurarsi di rispondere ad essi. Dopo tre o cinque giorni raccomanderai di includere nella dieta di nuovi prodotti.
Per stabilire un allergene specifico, ricorrere alla prova della pelle.

In che modo? Per questo scopo, alcune incisioni sono fatte sulla pelle. Quindi applicare l'allergene necessario e sono in attesa di una reazione ad esso. Tali operazioni vengono eseguite solo con la remissione, cioè con un decorso non acuto della malattia. Questo, ovviamente, richiede una dieta. Si chiama eliminazione. In francese, il termine "eliminazione" significa ritiro, rimozione.

Cos'è questa dieta? La sua essenza è eliminare l'uso di tutti i prodotti allergeni.
Se la malattia è acuta, ricorrere all'aiuto di metodi immunologici con cui è possibile diagnosticare le allergie ai prodotti.

I nomi dei metodi sono:

  • Test radio allergosorbente (RAST);
  • ELISA;
  • PRIST;
  • MAST.

Come vengono effettuati gli studi? Sono tenuti in vitro (invitro). I metodi immunologici consentono di rilevare la presenza di tali anticorpi nel sangue umano come

Dopo aver condotto ricerche nei laboratori, diventa chiaro quali alimenti causano allergie in piccole briciole. Spesso è bianco d'uovo (pollo), pesce, proteine ​​del latte (mucca), proteine ​​del grano, soia.
Un altro metodo di ricerca è possibile. Può essere utilizzato solo nei casi in cui la remissione è clinica.

Quindi utilizzare gli allergeni, che sono considerati i colpevoli di allergie, per la realizzazione di un campione provocatorio aperto nella cavità orale. Questo test mostra risultati molto accurati. Ma il problema è nel suo pericolo (può verificarsi persino anafilassi).

Per questo motivo, le cliniche speciali dovrebbero essere la sede della procedura. A causa di allergia alimentare, si può sviluppare ipersensibilità ad altri allergeni. Nella loro capacità sono:

  • preparazioni medicinali fatte sulla base di piante;
  • polvere;
  • qualsiasi altro prodotto alimentare e così via.

Quali sono le cause dell'ipersensibilità?

Le ragioni sono queste

  1. si formano reazioni incrociate;
  2. c'è una struttura simile.

Riguarda il nostro corpo. Diventa semplicemente impigliato in due allergeni a causa della loro struttura antigenica simile (cioè, la struttura). Tale processo è chiamato allergia crociata.

Quindi, daremo un esempio. Esiste una produzione di anticorpi per l'allergene iniziale, come noi prendiamo, per esempio, le patate. Poi c'è una reazione al pomodoro, cioè il prossimo allergene. Cioè, se sei intollerante alle patate, il tuo bambino potrebbe sviluppare un'allergia al pomodoro. Ecco il risultato di questo incrocio.

Reazioni incrociate tra diversi allergeni

Considereremo un prodotto alimentare separato e vari antigeni (cibo e non), che portano ad allergie crociate. Forse inizieremo.

  1. Nel ruolo del prodotto eseguirà kefir, o meglio il suo lievito. In questo caso, gli allergeni includeranno muffe, funghi e pasta lievitata. Inoltre, questo gruppo è rifornito di penicilline, kvas.
  2. Considera l'intolleranza al normale latte di mucca. Ci possono essere reazioni a carne di vitello, manzo e vari prodotti che contengono proteine ​​del latte vaccino, lana di mucca e latte di capra. Sono inclusi anche i preparati enzimatici, se la loro base è il pancreas del bestiame (bovini).
  3. Quali allergeni ha il pesce? Mangime per pesci, pesce di mare, pesce di fiume. Questi includono vari frutti di mare (aragosta, cozze, gamberi di granchio, ecc.).
  4. Il prossimo prodotto alimentare saranno le carote. Se c'è intolleranza alle carote, la vitamina A, il sedano, il prezzemolo, il beta-carotene possono provocare allergie.
  5. Qual è la situazione con le uova di gallina? Se è intollerabile, ci può essere una reazione a creme, salse, carne di pollo, carne di anatra, brodo di pollo, uova di quaglia, maionese, che contiene gli elementi costitutivi di un uovo di gallina. Inoltre, questo elenco completerà le piume contenute nel cuscino e alcuni farmaci, ad esempio, Beefilis (VIGEL), Interferone, Lisozima.
  6. Quali sono gli antigeni insiti nelle fragole, che sia gli adulti che i bambini amano così tanto? Sono rappresentati da mirtilli rossi e lamponi, ribes, more.
  7. Il prossimo prodotto sono le patate. Le allergie incrociate in questo caso contribuiscono a pomodori, paprika, melanzane. Il gruppo comprende anche tabacco, peperone (sia rosso che verde).
  8. Nella situazione delle mele, gli antigeni sono: polline di ontano, betulla, assenzio di polline. Altre pesche, mele cotogne, prugne, pere.
  9. Quando le arachidi sono intolleranti - sono pomodori, soia, piselli, banane, lattice. Frutta e bacche con pietre, per esempio, ciliegie, prugne, pesche, vengono aggiunte a questa lista.
  10. Che dire di noci (nocciole e il resto)? Vari tipi di noci, polline di betulla, polline di nocciolo, papavero, mango, kiwi, sesamo possono contribuire ad allergia crociata. Anche qui include farina d'avena, farina di grano saraceno, riso.
  11. Se parliamo di banane, gli antigeni sono il melone, il glutine di frumento, il lattice, il kiwi, l'avocado. L'elenco sarà integrato con polline di una pianta come piantaggine.
  12. Prodotto - barbabietole. Nel ruolo degli antigeni alimentari sono la barbabietola da zucchero (barbabietola da zucchero), gli spinaci.
  13. Su arance, limoni, mandarini, pompelmi, si può verificare una reazione allergica dopo aver consumato agrumi.14. Il prossimo prodotto alimentare sarà kiwi. Reazioni allergiche crociate possono verificarsi a causa di sesamo, noci, polline di betulla, avocado, farina d'avena, grano saraceno e farina di riso. Anche gli antigeni sono il lattice, le erbe di cereali e le banane.
  14. Considerando la prugna, è possibile la reazione allergica di mele, albicocche, nettarine, mandorle. Le ciliegie, le ciliegie, le ciliegie selvatiche si uniranno a loro.
  15. Il cibo che racchiude saranno i fagioli. L'intolleranza ai fagioli può portare allo sviluppo di reazioni allergiche a mango, fagioli e piselli, arachidi e lenticchie, nonché erba medica e soia.

Terapia dietetica

Ci rivolgiamo a una questione estremamente importante: la dieta, che è molto necessaria per le allergie. Quale dovrebbe essere la nutrizione dei bambini da un anno a 3 anni? In una situazione con neonati che sono allattati al seno, la nutrizione delle madri dovrebbe essere corretta. In questo caso, si raccomanda di utilizzare diete a base di cibi a basso allergene. Tale dieta deve essere seguita durante l'intero periodo di allattamento al seno.

Come comportarsi con bambini che si nutrono in modo misto o artificiale se hanno una reazione allergica ai prodotti. Quindi è necessario farlo - è necessario modificare i sostituti utilizzati al posto del latte materno. Cioè, per nutrire il bambino:

  1. miscele di soia adattate;
  2. miscele che contengono proteine ​​completamente o in parte divise;
  3. miscele lattiere adattate;
  4. miscele, che si basa sul latte di capra.

Va ricordato: tutto ciò che riguarda la terapia dietetica è il compito di un dietista, così come un pediatra.

Come mangiare le donne che allattano?

Se la madre allatta al seno il bambino, è obbligata ad escludere dalla dieta alimenti che aumentano la probabilità di sviluppare allergie. Verdure, frutta con un colore rosso o arancione sono autorizzati a mangiare, ma molto poco. Questi includono, per esempio, pomodori, mele rosse.

Le donne dovrebbero mangiare latticini, zuppe e cereali. Si consigliano anche piatti di pesce e carne, ma solo questi prodotti devono essere bolliti, cotti o in umido. Se si identifica un'allergia in un bambino a qualsiasi prodotto alimentare, interrompere immediatamente l'uso.

Cosa sono le pappe?

La nutrizione è il cibo, che inizia a ricorrere da qualche parte nel sesto mese di vita del bambino.

Il cibo complementare è cibo aggiuntivo. Cioè, oltre ai prodotti lattiero-caseari, il latte materno, il bambino mangerà altri prodotti necessari per il suo giovane organismo. Pertanto, il corpo riceverà gradualmente nutrienti come:

Prima alimentazione: quando iniziare?

La prima esca di bambini sani è consentita da qualche parte un mese prima (a sei mesi), in contrasto con i bambini che sono inclini a reazioni allergiche (a sette mesi). Solo con ciò importa la portabilità personale. Quale prodotto dovrei iniziare? La purea di verdure è eccellente come primo prodotto. Successivamente ha permesso di purea, che serve come base

  • cavolo bianco, cavoletti di Bruxelles;
  • zucchine,
  • squash.

In generale, qualsiasi verdura bianca o verdura verde. Aggiungere le verdure in purea di patate devono alternarsi. Se vuoi aggiungere nuovi ortaggi, osserva un periodo da tre a cinque giorni. In definitiva, il cibo per il bambino conterrà tutti gli ingredienti necessari per questo.

Inizialmente, i bambini sono nutriti con purè di patate contenenti un prodotto specifico. Nel tempo, la gamma diventa molto più ricca. Per cucinare è permesso usare verdure in scatola per bambini, verdure surgelate (cioè, non solo quelle fresche).

Quando iniziare la seconda alimentazione?

Inizia dopo che il bambino raggiunge gli otto mesi. Il bambino viene alimentato con cereali non caseari che non contengono glutine. Cosa sono i cereali? Questi sono:

Per cucinare i porridge usare acqua naturale. Puoi anche usare una miscela speciale. Se cucini tu stesso il porridge, dovresti riempirlo con burro fuso o olio vegetale. Bastano da cinque a dieci grammi di olio selezionato. Quindi, ricorda, se hai scelto il porridge industriale come cibo per il tuo bambino, dovrebbe:

  1. non contengono glutine;
  2. essere senza latticini;
  3. composto da minerali supplementari, ferro, molte vitamine.

Tuttavia, non è necessario cuocere questo porridge. Se si desidera ottenere informazioni più accurate sui suoi componenti, considerare la confezione, è tutto indicato.

Qual è l'essenza della terza alimentazione?

A questo punto, inizia a includere nella dieta della purea di bambino a base di carne. Qui è necessario menzionare la possibile reazione negativa del bambino alla proteina, che è contenuta nel latte di mucca. Se non lo tollera, può svilupparsi una reazione allergica alla proteina di manzo. Per questo motivo, le migliori opzioni sono le seguenti:

  • carne di cavallo (carne di cavallo);
  • maiale magro;
  • carne di agnello;
  • carne di tacchino;
  • carne di coniglio

Il terzo supplemento (lui è carne) inizia con purè di patate, contenente un numero di componenti. Di conseguenza, senza fallo, osserva come il bambino reagisce alla carne, più precisamente a ciascuna nuova specie.

Ora andiamo ai frutti, quando dovrebbero iniziare a includere nella dieta dei bambini? Utilizza un approccio individuale, in quanto il corpo di ogni bambino mostra una reazione diversa. In generale, l'età minima è di dieci mesi.

Sappi che i frutti dovrebbero essere colori tenui. Spesso inizia con le mele verdi.

Successivamente gradualmente iniziano ad usare prugne, pere e banane. Lo fanno solo con attenzione e si assicurano che controllino come la pelle reagisce a questi prodotti, alle feci del bambino.

Per quanto tempo i bambini dovrebbero essere nutriti con prodotti senza latte, in cui le proteine ​​del latte vaccino causano allergie? I termini possono essere diversi. Minimo: quattro mesi, massimo: un anno o più.

Parliamo di cosa gli alimenti integrano la dieta del bambino.

Quando ha un anno, iniziano a dare prodotti a base di latte acido a poco a poco. Si raccomanda che, rispetto al latte, sia a basso allergene. Il più delle volte inizia con kefir. Un po 'più tardi, arrivano alla ricotta, a mungere i porridge.

Prodotti vietati ai bambini con allergie alimentari (poco prima che raggiungano l'età di uno):

  1. uovo di gallina (il tuorlo, bianco);
  2. pesce.

In futuro, si consiglia di utilizzare uova di quaglia, invece di pollo.

Ridurre l'allergenicità alimentare

Sapevi che puoi ridurre le proprietà allergeniche degli alimenti? Se no, allora già nel sapere. Chiedi in che modo? Abbastanza semplice È necessario elaborare correttamente i prodotti che saranno presenti nella composizione dei piatti consumati.

  1. Innanzitutto consideri il processo di cottura della carne. Per cercare di ridurre le sue proprietà allergiche, è necessario almeno una volta per drenare il brodo. Perché questo? In questo modo sarà possibile eliminare completamente le sostanze che influiscono negativamente. Nel ruolo delle sostanze ci sono vari farmaci e ormoni usati per gli animali per scopi medicinali.
  2. Ora riguardo alla preparazione delle patate. Viene tagliato a pezzi piccoli, quindi lasciato a giacere in acqua fredda. Il tempo trascorso in esso varia da mezz'ora (12 ore) a 14 ore. Cosa porterà a tale procedura? Permetterà di eliminare i nitrati, l'amido, che sono contenuti nelle patate. Suggerimento: l'acqua dovrebbe occasionalmente essere cambiata in una nuova, vecchia.
  3. Ogni cibo preparato per il bambino deve essere bollito, cotto o in umido.
  4. Il processo di tostatura e bollitura aiuterà a ridurre il livello delle proprietà allergiche dei frutti.
  5. Per la preparazione dei cereali, vale anche l'approccio con responsabilità. Per rimuovere sostanze chimiche tossiche da esso (che vengono utilizzate per la coltivazione di cereali), è necessario immergere i cereali in acqua fredda. Circa un'ora o due ore saranno sufficienti per ammollo.

Aspetti come la quantità di cibo necessaria al giorno per il bambino, di quale dieta ha bisogno, dipendono da:

  • standard richiesti per una certa età del bambino;
  • dagli indicatori personali del suo sviluppo, relativi al piano fisico.

Per ridurre il verificarsi di reazioni allergiche, è fondamentale ridurre la quantità di farina dolce. Tali prodotti possono contribuire allo sviluppo di allergie ad altri prodotti consumati.

Quali grassi sono meglio - vegetali o animali?

Nel corpo dovrebbe venire e grassi vegetali e animali. Ma il primo dovrebbe essere più del 25%. Qual è la ragione? Contengono gli acidi grassi essenziali necessari, che sono polinsaturi. È grazie a loro nel corpo si verifica:

  • miglioramento delle sue funzioni protettive;
  • accelera il processo di ripristino della pelle danneggiata.

Pasti per bambini da 3 anni

Con i bambini più grandi, la situazione è leggermente diversa, poiché la quantità di prodotti consumati supera di gran lunga la dieta dei bambini al di sotto dei tre anni. Inoltre, a causa dell'esclusione dalla dieta di una piccola quantità di cibo, non sarà difficile mangiare qualcos'altro che possa sostituire il proibito.

In questa situazione, quando si segue una dieta, utilizzare un approccio graduale. Questo approccio è di notevole importanza quando la malattia è caratterizzata da un decorso acuto.

Fase numero 1. È eliminare il consumo di prodotti potenzialmente pericolosi che possono provocare allergie. Questa dieta è seguita per 7-14 giorni. Durante questo tipo di alimentazione, i bambini vengono esaminati e identificano un prodotto intollerabile dal proprio corpo. (Metodi per identificare gli allergeni sopra descritti).

E 'vietato mangiare cibo, che ha un'alta probabilità di provocare la malattia, oltre a carni affumicate, piatti salati, fritti e speziati. In breve, tutti i prodotti che hanno un effetto negativo sulla mucosa gastrointestinale. Sono inoltre vietati i prodotti a base di farina, l'uso di zucchero e sale, prodotti lattiero-caseari, alcuni cereali.

Stage numero 2. Qui vai alla compilazione di un menu individuale. In questo processo, i prodotti allergenici che vengono rimossi dalla dieta del bambino fino al recupero (remissione stabile) vengono presi in considerazione per un periodo di un mese e fino a tre (diverso per tutti). Cioè, nessun sintomo esterno dovrebbe essere presente.

Fase numero 3. Se c'è una diminuzione visibile dei sintomi allergici o della loro completa scomparsa, gradualmente è consentito nutrire il bambino con quei prodotti per i quali è allergico. Ma è vietato includere nei prodotti dietetici che hanno un impatto negativo molto pronunciato.

Il consumo inizia con una piccola quantità di un prodotto, circa 10 g. al giorno Dovrebbe essere inserito al mattino, assicurati solo di guardare:

  • condizione della pelle del bambino;
  • la sua temperatura;
  • benessere generale;
  • dietro la sedia.

Tutte queste reazioni dovrebbero essere annotate nel diario alimentare. Se si aumenta il dosaggio del prodotto e per un certo numero di giorni non ci sono effetti negativi, è possibile procedere con cautela al test di un altro prodotto allergenico. Tutte le operazioni vengono eseguite allo stesso modo.

Se vuoi ottenere maggiori informazioni utili sulle tue domande sulle allergie nei bambini, o hai bisogno del consiglio di un medico, contatta il nostro specialista. Lui è in grado di aiutarti in questo momento!

Che cosa ha causato allergie alimentari - cause e trattamento

Oggi impareremo quali sono le cause delle allergie alimentari e quali sintomi si manifesta. Sull'uso di test cutanei e test sierologici per la corretta diagnosi, che è fondamentale per una terapia adeguata.

Cos'è l'allergia alimentare?

Secondo la definizione fornita dall'Accademia Europea di Allergologia e Immunologia Clinica, le allergie alimentari includono reazioni avverse al cibo.

L'allergia alimentare si manifesta sotto forma di risposta di un organismo all'assunzione di alcune categorie di prodotti alimentari non tossici (non associati al consumo di alimenti che sono rovinati o contaminati da sostanze nocive).

Come tutte le allergie, la reazione ai prodotti alimentari provoca un errore del sistema immunitario, che identifica una o più proteine ​​contenute in alcuni prodotti (allergeni) come un avversario e "protegge" il corpo, distruggendo l'avversario designato.

Prodotti che più spesso causano reazioni allergiche:

  • Latte.
  • Uova.
  • Noci e noccioline
  • Crostacei e frutti di mare
  • Alcuni tipi di pesce.
  • Germogli di soia.
  • Frumento.
  • Fragole e ciliegie
  • Alcune verdure, come il sedano.

I meccanismi con cui si sviluppano tali reazioni possono essere suddivisi in 2 tipi principali:

  • Reazioni mediate da IgE, che sono causati dall'azione degli anticorpi IgE prodotti dal sistema immunitario, che si legano ai recettori di alcune cellule immunitarie, come mastociti e basofili, e innescano un processo noto come degranulazione dei mastociti, che causa il rilascio di mediatori chimici, causando "tipica infiammazione allergica".
  • Reazioni senza IgE, sviluppare in assenza di anticorpi IgE e apparire per un lungo periodo (circa 72 ore) dopo un pasto. Una risposta tardiva si verifica qualche tempo dopo (alcune ore o un giorno), dopo "l'arrivo" di tali cellule come neutrofili, eosinofili, macrofagi e linfociti.

Epidemiologia delle allergie alimentari

Non ci sono dati accurati sulla distribuzione delle allergie alimentari. Inoltre, i dati esistenti possono essere notevolmente distorti da un numero elevato di diagnosi errate.

Secondo stime di studi più o meno affidabili condotti all'interno dell'Unione europea, l'incidenza tra gli adulti (di età superiore ai 10 anni) era compresa tra 1 e 2%. La prevalenza di allergie alimentari era più alta nella popolazione di bambini sotto i 3 anni di età, per i quali i dati sono vicini all'8%.

Patogenesi - i meccanismi con cui si sviluppa la malattia.

La malattia è localizzata nell'intestino e nel tessuto linfatico.

Nel tratto gastrointestinale, il cibo, sotto l'azione di reazioni appropriate, si decompone in composti più semplici che vengono assorbiti dalle mucose, e quindi, partecipando a appropriate reazioni metaboliche, vengono convertiti in energia per la crescita e la vita delle cellule.

Il tratto gastrointestinale è protetto da una barriera gastroenterica che, al tempo stesso, garantisce il passaggio di nutrienti e impedisce il passaggio di componenti dannosi per il corpo.

In condizioni normali, questa complessa interazione tra i nutrienti e la barriera gastrointestinale è regolata da un processo di tolleranza orale che consente all'intestino e al sistema linfatico di legare e assorbire i nutrienti e di provocare reazioni difensive contro gli antigeni.

I meccanismi che determinano l'effetto della tolleranza orale non sono del tutto chiari oggi. Si presume che interagisca con il meccanismo di desensibilizzazione agli antigeni. Se il meccanismo non funziona contro antigeni specifici o microrganismi, si sviluppa una risposta immunitaria.

Le ragioni che violano l'integrità del meccanismo sono sconosciute, si presume che l'effetto sia un aumento della permeabilità della mucosa o la mancanza di scomposizione proteica nel cibo.

I "vini" della barriera gastrointestinale sono provati da una maggiore incidenza di allergie alimentari nei bambini sotto i tre anni di età. In effetti, la barriera gastroenterologica non è ancora completamente formata.

Classificazione delle allergie alimentari

Le allergie alimentari sono solitamente classificate in base al meccanismo con cui si sviluppa la risposta del sistema immunitario a un allergene:

  • Tipo I. Reazione mediata da IgE, che è stata brevemente descritta in precedenza.
  • Tipo II. Caratterizzato da reazioni del tipo citotossico.
  • Tipo III. In questa categoria di reazioni, l'anticorpo si lega all'antigene, formando un complesso che attiva il sistema del complemento.
  • Tipo IV. In questa categoria, la reazione allergica è di tipo cellulare. Pertanto, l'attivazione delle cellule immunitarie di una certa categoria prevale, in particolare, i linfociti T, che causano danni ai tessuti.

Sintomi di reazioni allergiche ai prodotti

I sintomi di allergia alimentare, di regola, consiste di due stadi - una risposta affilata e una reazione ritardata. Le allergie alimentari manifestano un sintomo estremamente diverso e interessano un gran numero di organi.

Sintomi di allergie alimentari.

Sintomi nell'orofaringe

I danni a questo apparecchio possono manifestarsi con i seguenti sintomi:

  • Gonfiore delle labbra e della gola.
  • Secchezza della bocca e della gola
  • Prurito della lingua, palato, gola.
  • Voce rauca e difficoltà di modulazione della voce.
  • Tosse secca e hacking.

Sintomi della pelle

  • Orticaria. Piccole chiazze di pelle che bolle. Tendono ad essere prurito.
  • Quincke gonfiore. Edema della pelle in cui si verifica l'orticaria. Può anche influenzare le mucose del tratto respiratorio superiore e in alcuni casi può bloccare le aperture di ventilazione, causando insufficienza respiratoria.
  • Dermatite atopica / eczema. Reazioni infiammatorie della pelle, arrossamenti, gonfiore e vesciche gravemente pruriginose.

Sintomi sugli occhi

  • Lacrima prolungata.
  • Prurito agli occhi
  • Infiammazione congiuntivale (la membrana che copre l'esterno del bulbo oculare) - rossore, gonfiore delle palpebre, fotofobia.

Sintomi nasali

  • Scarico a goccia permanente.
  • Gonfiore delle mucose.
  • Prurito.
  • Starnuti continui.

I sintomi del tratto respiratorio inferiore e polmoni

In questo caso, si verificano i seguenti sintomi:

  • Broncospasmo. Il restringimento del lume dell'albero dell'albero bronchiale causato da una compressione anomala.
  • Respirazione difficile e mancanza d'aria.

Manifestazioni del tratto gastrointestinale

In questo caso, si riscontrano i seguenti sintomi di allergie alimentari:

Sintomi del sistema nervoso

Sintomi neurologici di allergie alimentari:

Sintomi cardiovascolari

  • Ipotensione. Abbassare la pressione sanguigna
  • Aritmia.

In alcune persone, le allergie possono manifestare reazioni molto gravi e pericolose, che possono portare alla morte, se non prontamente fornire assistenza. In questi casi stiamo parlando di anafilassi.

Sintomi di anafilassi

È molto importante sapere come si manifesta l'anafilassi, soprattutto se si soffre di asma nella sua storia clinica. I sintomi dell'anafilassi comprendono tutti i sintomi delle allergie alimentari sopra menzionati, ma i seguenti sono di particolare importanza:

  • Prurito e febbre, diffondendosi in diverse parti del corpo: braccia, gambe, inguine, ecc.
  • Eritema eritematoso.
  • Nausea, vomito, vertigini.
  • Diarrea e crampi addominali.
  • Gonfiore della gola e sensazione di non poter inghiottire qualcosa.
  • Difficoltà di respirazione e cianosi.
  • Diminuzione della pressione sanguigna e accelerazione della frequenza cardiaca.
  • Svenimento.

In alcuni casi, i sintomi delle allergie alimentari sono indotti dallo sforzo fisico, che si realizza immediatamente dopo l'uso dell'allergene. Chi soffre di allergie ai pollini può contemporaneamente soffrire di allergie alimentari a frutta e verdura che contengono componenti simili alle proteine ​​del polline. Ad esempio, coloro che soffrono di allergie al polline di betulla probabilmente hanno anche allergie alimentari a mele, sedano, pesche e carote.

Cause e fattori di rischio per le allergie alimentari

Le allergie alimentari sono causate da alcune proteine ​​presenti negli alimenti che il sistema immunitario riconosce erroneamente come nemici.

I fattori che elenchiamo di seguito aumentano la probabilità di sviluppare allergie:

  • Eredità. Se ci sono parenti in famiglia che soffrono di allergie alimentari, il rischio di sviluppare allergie aumenta anche con te.
  • Soffri di un'altra allergia.
  • Aveva allergie alimentari durante l'infanzia. Nel tempo, le allergie possono riapparire.
  • Età. Le allergie alimentari possono svilupparsi più probabilmente nei primi anni di vita.
  • Mancanza di allattamento al seno o svezzamento precoce.

Diagnosi di allergie alimentari

Diagnosticare le allergie alimentari è una vera sfida, in quanto non ci sono test che possano determinare con precisione le allergie a determinati alimenti.

Per determinare la diagnosi dell'allergologo usa i seguenti metodi:

  • Analisi anamnestica Raccogliere la storia del paziente e, se necessario, la sua famiglia
  • Analisi dei sintomi e esame fisico.
  • Diario di dieta. Rende possibile mettere in relazione l'assunzione di un particolare alimento con la successiva comparsa di sintomi.
  • Test cutanei Consistono nell'applicare un allergene specifico sulla pelle della schiena del paziente, seguito da una puntura della pelle.
  • Esame del sangue Per cercare le IgE specifiche per un determinato alimento.
  • Dieta esclusiva Consiste nell'eliminare i singoli prodotti dalla dieta per valutare la risposta del paziente a tale rimozione. Il test dovrebbe essere condotto sul principio del "doppio cieco".
  • La provocazione della cavità orale. Sotto la supervisione di un medico, il paziente viene testato per reazioni orali al cibo.

Terapia allergica alimentare

L'unico metodo per trattare le allergie alimentari è eliminare gli alimenti che causano una reazione allergica dalla dieta. Tuttavia, spesso rimuovere l'allergene è piuttosto problematico, soprattutto nei bambini, in quanto può portare a un deterioramento della dieta.

Il trattamento sintomatico prevede l'assunzione di antistaminici.

Se le reazioni allergiche sono molto impressionanti e hai paura dello shock anafilattico, il trattamento include iniezioni di epinefrina e ospedalizzazione immediata in ospedale. Coloro che soffrono di allergie alimentari con reazioni violente dovrebbero sempre portare con sé una dose di adrenalina collocata in un iniettore automatico per far avanzare rapidamente la dose nel muscolo della coscia. Allo stesso tempo, si consiglia di indossare un braccialetto da polso con informazioni sulle allergie da cui si soffre.

Ulteriore trattamento consiste nella terapia e desensibilizzazione per l'allergene. Il trattamento consiste nell'introduzione sotto la lingua, sotto la supervisione di un medico, la dose di allergeni, aumentando nel tempo. Quindi, si forma una graduale desensibilizzazione al cibo, che causa allergie.

La differenza tra allergie e intolleranze alimentari

Come è stato detto più volte, le allergie sono le reazioni del sistema immunitario ai componenti alimentari. L'intolleranza alimentare, tuttavia, si sviluppa senza la partecipazione del sistema immunitario - è determinata da enzimi, droghe e altri fattori sconosciuti.

Secondo il quadro clinico, puoi semplicemente distinguere tra allergie e intolleranze alimentari.

Di seguito forniamo un diagramma con informazioni di base che possono aiutare in questo senso.