Principale > Frutta

Cos'è un'allergia. Amici e nemici allergici

In questo articolo terremo un argomento molto rilevante per ogni età - questa è un'allergia.

Il termine "allergia" è tradotto in russo come una diversa reazione alterata del corpo (tradotto dal greco: allos - un altro, ergo - azione, reazione). Il termine "atopia" (fuori luogo o strano) può essere un sinonimo di questo concetto nella letteratura scientifica. L'allergia o atopia è una reazione alterata e perversa del sistema immunitario ai soliti stimoli ambientali (allergeni) per le persone non allergiche. Per la formazione di allergie è necessario il contatto preventivo (familiarità) del sistema immunitario con l'allergene colpevole o il gruppo di allergeni. L'allergia ha una varietà di manifestazioni cliniche: lesioni cutanee (dermatite allergica, atopica), organi respiratori (rinite allergica, asma bronchiale) e organi digestivi (gastrite allergica, enterocolite). Oltre a queste malattie croniche, possono esserci reazioni allergiche acute (orticaria, angioedema, laringismo, shock anafilattico), varie manifestazioni di allergia ai farmaci.

Perché l'argomento è così rilevante, ma perché circa il 25% della popolazione umana (tra adulti e bambini) ha una predisposizione genetica a sviluppare a qualsiasi età qualsiasi malattia allergica e condizioni, inclusa la vita pericolosa. Pertanto, alla domanda di alcuni genitori: "Dove prendiamo questo attacco, perché non abbiamo allergie nella nostra famiglia", si può rispondere che non conoscono abbastanza bene lo stato di salute dei loro parenti più prossimi e più lontani, e talvolta i loro. Le leggi di ereditarietà delle allergie sono tali che anche le manifestazioni cliniche minime possono accumularsi e essere trasmesse di generazione in generazione in una forma migliorata, e la realizzazione delle manifestazioni cliniche di allergia si verifica ad ogni nuova generazione in età precoce. Esempio: un nonno di un bambino dalla parte della madre a 70 anni ha sviluppato prima una rinite allergica, una madre di un bambino di 30 anni presentava dermatite su detersivo per lavatrice e allergia ai farmaci, il fratello maggiore aveva pollinosi all'età di 6 anni e il bambino aveva 2 anni. si notano manifestazioni di dermatite atopica grave e lo sviluppo di asma bronchiale è possibile.

Allo stesso tempo, il "contributo" dell'eredità materna e paterna alla formazione di malattie allergiche in un bambino è disuguale. Quindi, se solo il padre è allergico, il rischio di tali malattie in un bambino è del 25-30%; se solo madre - 50%; e se entrambi i genitori hanno certe manifestazioni di allergia, il rischio per il bambino di ripetere il proprio "destino" e avere manifestazioni più gravi di malattie allergiche è almeno del 70-75%.

Ci sono ragioni globali per l'aumento del numero di malattie allergiche nel mondo negli ultimi decenni. Secondo le previsioni dell'OMS, il 21 ° secolo è l'epoca dell'allergia, perché la prevalenza delle malattie allergiche è aumentata di 3 volte negli ultimi 10 anni, e ormai l'allergia al suolo ha raggiunto una scala pandemica del suo genere. C'è un'opinione secondo cui l'allergia è una malattia della civiltà, una malattia del deterioramento della situazione ecologica sulla terra. Le malattie allergiche rappresentano oggi un grave problema sociale, economico e medico. Tuttavia, la storia di allergia ha più di un millennio: l'iscrizione lapide dell'antico faraone egiziano Menzes (XVIII secolo aC) afferma che morì dal pungiglione di un insetto (cioè da shock anafilattico); Una delle prime menzioni di asma si verifica a metà del 16 ° secolo aC. e. Quindi, quando non c'era aria inquinata dalle emissioni industriali e automobilistiche, le case delle persone non erano laboratori chimici di materiali sintetici, e i prodotti alimentari erano il più naturali possibile, e le allergie erano già lì.

Oggi, il concetto di una marcia allergica è popolare, cioè la consistente formazione di malattie allergiche in un bambino con un carico ereditario di allergia in assenza di misure preventive. Seguiremo le fasi della marcia allergica. Il primo (all'età di 1 anno) il bambino forma un'allergia alimentare, specialmente in assenza di allattamento al seno, se la dieta è disturbata dalla madre che allatta, se le miscele per l'alimentazione artificiale sono scelte in modo errato. Contribuisce alla formazione di allergie alimentari così ben note a tutte le disbiosi intestinali. Allergie alimentari manifestate con alterazioni cutanee (eruzioni cutanee, arrossamenti, impregnazioni, prurito, graffi, seborrea); cambiamenti nel tratto gastrointestinale (dolore addominale, feci alterate - muco, grumi non digeriti, feci che non sono di colore uniforme). Dopo un anno, il bambino socializza (i contatti aumentano, la frequenza dell'asilo) e inizia a soffrire più spesso di infezioni respiratorie, che contribuiscono alla formazione di allergie respiratorie a agenti infettivi e non infettivi (domestici ed epidermici negli animali). Infine, si possono formare allergie a pollini di piante, alberi, erbe (pollinosi). Tuttavia, le fasi della formazione di una marcia allergica possono essere disturbate e diversi tipi di allergia (a diversi tipi di allergeni) possono svilupparsi contemporaneamente.

Formuliamo i principi di base della prevenzione delle allergie (come fermare la marcia allergica?). Non possiamo ancora influenzare l'apparato genetico, ma cosa possiamo cambiare in modo che la formazione di malattie allergiche in un bambino geneticamente predisposto sia il più tardi possibile e il più mite possibile, o per nulla?

1. Alimentazione razionale. Nutrizione di una donna incinta, alimentazione di una madre che allatta, corretta introduzione di alimenti complementari, attività dietetiche a qualsiasi età.

2. Correzione di tutte le deviazioni dal normale funzionamento del tratto gastrointestinale (miglioramento della digestione, lotta alla stitichezza, ripristino e mantenimento della normale microflora intestinale)

3. Corretta cura della pelle - detergente, idratante, ripristinando lo strato lipidico naturale della pelle, prevenendo l'infezione con l'uso di moderni mezzi di cosmetici medici.

4. Cura delle mucose (pulizia, idratazione, ripristino della clearance mucociliare, lavoro delle ciglia per auto-purificare la mucosa).

5. Prevenzione delle infezioni respiratorie, dal momento che le infezioni, soprattutto virali, sono i più importanti nemici delle allergie, perché contribuiscono alla formazione di asma bronchiale.

6. Vaccinazione puntuale e ragionevole.

7. Indurimento e organizzazione razionale del recupero estivo.

8. Il più tardi possibile la socializzazione del bambino allergico.

9. Microecologia: prevenzione delle allergie domestiche ed epidermiche. Eliminazione del fumo attivo e passivo.

Nel prossimo articolo sull'allergia, elaboreremo queste misure preventive e il loro significato.

C'è una differenza tra allergie e allergici?

O non c'è nessuna seconda parola? E altro ancora, come aumentare l'immunità di un tale bambino? allergia alimentare.

Applicazione mobile "Happy Mama" 4.7 Comunicare nell'applicazione è molto più conveniente!

con 5 anni per curare le allergie.

Ci sono allergie e c'è un allergene. Non vedo la seconda parola nel dizionario

escludere allergeni dalla dieta con l'età può passare o essere meno pronunciato. Sono allergico sin dall'infanzia, ora è più facile di allora. l'allergia è passata (più precisamente, ha cominciato a manifestarsi su un altro) dopo la pubertà

Persona allergica

Dizionario esplicativo Ephraim. T. F. Efremova. Del 2000.

Scopri che cosa "allergy" è in altri dizionari:

ALLERGIK - ALLERGIK, eh, marito. Malato di allergia Dizionario Ozhegova. SI Ozhegov, N. Yu. Shvedova. 1949 1992... Ozhegov Dictionary

allergico - con. Allergiyagә Khas. Allergia tsitore chygara torgan allergic avyru... Tatar telenң aңlatmaly slegle

allergico - rus allergico (m) ita persona allergica tra sujet (m) allergique deu Allergiker (m) spa alérgico (m), persona (f) alérgica... Sicurezza e igiene sul lavoro. Traduzione in inglese, francese, tedesco, spagnolo

Allergico -... Wikipedia

allergico - tutto ergik e... Dizionario ortografico russo

allergico - (2 m); pl. alle / rgiki, R. alle / rgikov... Dizionario ortografico russo

allergico - a; m. Cong. Allergia sufferer... Dizionario enciclopedico

allergico - a; m.; colloquiale. Chi soffre di allergie... Vocabolario multiplo

Facoltà (film) - Questo termine ha altri significati, vedi Facoltà (significati). Facoltà di Facoltà... Wikipedia

Cibo, menù, diete per allergici

Le persone che soffrono di allergie devono osservare di essere sul piatto per tutta la vita e ricordare che anche gli anni di assenza di convulsioni non consentono di indebolire il controllo su una questione così importante come il cibo, i menu e le diete. Ciò è dovuto al fatto che per la manifestazione di allergia una sufficiente sensibilizzazione del corpo con un allergene una tantum - e dopo che il sistema immunitario è "caricato" per sempre e reagirà con un attacco in qualsiasi momento.

Diete per bambini

Il gruppo più problematico di soggetti allergici sono i bambini. Il loro sistema immunitario si sta formando e il sovraccarico provoca allergie. L'abbondanza di dolci, patatine, soda e altri prodotti contenenti coloranti e additivi alimentari provoca la comparsa di allergie. Se un bambino mangia in modo corretto, alcuni tipi di allergie specifiche per età passano con l'età e non disturbano il bambino in futuro. La dieta migliore per un bambino sano sono verdure, cereali e carne, così come i pesci.

Dieta per chi soffre di allergie

La moderna dietetica studia costantemente i bisogni dei pazienti con allergie. Alimenti, menu, diete, selezionati per questo gruppo di persone sono soggetti a una regola: evitare il contatto con l'allergene e i suoi analoghi, per ridurre la frequenza degli attacchi. Esistono liste di regole nutrizionali per le persone con vari tipi di allergie.

1. Piante di polline. È inteso per rimuovere dalla dieta i frutti della pietra (ciliegia, pesca, albicocca), le piante della famiglia dell'ombrello (aneto, prezzemolo, anice, finocchio, carota), le arachidi e le altre noci;

2. L'allergia alle piante di asterisco (ambrosia, assenzio, tanaceto, cinnamonria) suggerisce l'esclusione dalla dieta dei meloni (zucchine, anguria, zucca, meloni), così come l'olio di girasole. È anche necessario abbandonare la maionese, halvah e senape, vermouth, assenzio;

3. Allergia alla quinoa. Comporta eccezioni dalla dieta delle piante della famiglia degli amaranto - barbabietole, rape. Non dovrebbero usare cosmetici con olio di amaranto e usarlo come integratore alimentare. La cautela dovrebbe applicarsi ai frutti tropicali, alle albicocche e alle pere, al propoli vietato al miele;

4 derivati ​​dell'acido salicilico (ad esempio, aspirina). Tale allergia richiede la rimozione del cibo dalla dieta. Dovremo abbandonare la maggior parte delle bacche, i drupacee, escludere le solanacee (peperoni, pomodori, patate). Contengono la sostanza e le erbe medicinali - per esempio, foglie di lampone, corteccia di salice, sabelnik e rifiutano la tintura della radice di Maria.

La letteratura contiene vaste liste di alimenti che non possono essere mangiati con allergie. Leggendo una tale lista, pensi che nulla possa essere mangiato affatto. Dovrebbe essere chiaro che queste liste sono compilate allo stesso modo. Per coprire il numero massimo possibile di prodotti che possono causare allergie. La scelta della dieta deve essere basata sugli allergeni identificati e sui prodotti correlati, dopo i test e sotto la guida del medico curante. Ciò contribuirà ad espandere significativamente la dieta mantenendo la salute.

Informazioni sulle diete non specifiche

C'è anche il concetto di "dieta non specifica". Questo è un alimento consigliato per le allergie, indipendentemente dagli allergeni identificati. Proibisce la massa di prodotti noti per i loro effetti allergenici. Una tale dieta consistente in un'enorme quantità di "no" comfort non può essere chiamata, inoltre, molti prodotti sono inclusi in esso "per ogni evenienza". È interessante notare che anche aderendo a tali divieti sul cibo, si può improvvisamente imbattersi in un forte allergene.

Pertanto, la scelta dei prodotti deve essere individuale. L'unica cosa che non dovrebbe essere fatta è mangiare cibi completamente lavorati - patatine, noci, mangiare una grande quantità di prodotti affumicati e sottaceti. Una dieta sana con un minimo di restrizioni può fermare le allergie per molto tempo, e poiché i meccanismi del suo sviluppo sono ben lungi dall'essere studiati, non dovresti limitarti a prodotti per i quali non hai allergie. L'approccio stereotipato inerente ad alcuni allergologi spesso gioca uno scherzo crudele con i loro pazienti. Rifiutando un gran numero di prodotti, restringendo la cerchia di ciò che è permesso, essi spesso soffrono quando entrano in posti nuovi con una cucina non familiare. La dipendenza del corpo da piccole dosi di allergeni solleva anche domande sui benefici dei divieti di massa per le persone con allergie.

Allergico o allergologo

ALLERGIK, -a, m. Uomo che soffre di allergie. Circa la metà di tutte le allergie soffrono di asma. [Vero 3 marzo 1974].

Suggerimenti con la parola "allergico":

Quindi, se non sei allergico e se cucini senza aggiungere olio, durante questo breve periodo di avviamento della dieta puoi tranquillamente permettertene 1-2 uova al giorno.

Quanto è importante questo nella nostra era della tecnologia chimica, quando ogni terzo abitante del pianeta è allergico e l'elenco delle sostanze che causano una reazione allergica sta crescendo ed espandendosi - e non c'è ragione di dire!

Se prima (a volte nel secolo scorso), una persona allergica era un'eccezione rispetto al numero totale di persone sane, ora ogni terzo membro della società ha questi o altri tipi di allergie.

Come si scrive la parola "allergico"?

Persona allergica

⇒ vocali nella parola:

le vocali sono evidenziate in rosso

le vocali sono: a, e, e

vocali totali: 3 (tre)

la vocale accentata è contrassegnata con il segno "

lo stress cade sulla lettera: e

le vocali non accentate sono sottolineate con il carattere di sottolineatura "

le vocali non accentate sono: a, e

vocali totali non accentate: 2 (due)

⇒ Consonanti in una parola:

a l e rg i k

le consonanti sono evidenziate in verde

le consonanti sono: l, l, p, g, k

numero totale di consonanti: 5 (cinque)

le consonanti sonore sono contrassegnate da un trattino singolo "

le consonanti sonore sono: l, l, p, g

Consonanti sonore totali: 4 (quattro)

le consonanti sordi sono evidenziate dalla doppia sottolineatura "

le consonanti sorde sono: a

numero totale di consonanti sordi: 1 (uno)

⇒ numero di lettere e sillabe:

vocali: 3 (tre)

consonanti: 5 (cinque)

lettere totali: 8 (otto)

sillabe totali: 3 (tre)

Allergico: cosa significa la parola, la sua interpretazione e il suo significato
definizione e significato, spiegazione del significato e cosa significa la parola
Allergico, -a, uomo maschile che soffre di allergie.

Malati di allergia

"Sei mesi fa, mi sono improvvisamente svegliato con un'allergia ai gatti"; "Ho preso il sole in Crimea senza problemi per 15 anni, e ora sono allergico al sole"; "Alcuni anni fa, ho avuto il primo attacco di allergia ai gamberetti - ora devo rinunciare ai frutti di mare". Siamo tutti, senza saperlo, potenziali allergie?

"Sì, i sintomi della malattia possono comparire a qualsiasi età", afferma l'allergologo Patrick Rufin. - Ma non diventare allergico in un giorno. Prima di questo, è necessario incontrare l'allergene, essere sensibili ad esso, cioè produrre e accumulare nella memoria del corpo una risposta immunitaria che si farà sentire nel prossimo incontro ". Per quanto la nostra difesa immunitaria sia indebolita, così fa l'allergia. I vari motivi per cui la protezione è ridotta (ad esempio l'influenza, che richiede la creazione di un esercito di anticorpi per combattere il virus, la gravidanza, che mobilita tutti i meccanismi per proteggere un bambino e lo stress grave che può ridurre significativamente l'immunità) ci rendono più vulnerabili. Naturalmente, anche la predisposizione alla malattia è importante. Il rischio di allergie in un bambino i cui genitori sono inclini ad esso è del 30% superiore rispetto agli altri bambini. Questa cifra sale al 60% in caso di doppia ereditarietà, da parte di padre e madre.

In ogni caso, i sintomi di allergia sono segnali che è tempo che una persona ascolti se stesso. "La psiche e la fisiologia sono inseparabili, specialmente se parliamo di allergie che si manifestano nell'età adulta", ha detto la professoressa Raisa Dairova, che ha studiato le cause psico-emotive di questa malattia per 30 anni. - Se c'è una ragione psicologica che potrebbe portare a reazioni allergiche, quindi, molto probabilmente, si è verificato durante l'infanzia. Un bambino piccolo non può esprimere la sua sofferenza in parole e fantasie e si riferisce al "linguaggio" del corpo, ad esempio, reagendo all'ansia attraverso le eruzioni cutanee ". Un adulto può "ereditare" questo meccanismo e le allergie possono diventare la sua reazione "specifica" allo stress.

Trovando i sintomi di allergia (starnuti, tosse, naso che cola, attacchi di soffocamento, eruzioni cutanee), è necessario contattare uno specialista: è necessario identificare un allergene che è difficile anche con l'aiuto di test speciali. Il paziente stesso dovrebbe cercare di capire cosa potrebbe aver causato una reazione del genere (nuovi prodotti, detersivi, animali...).

Oltre ad evitare il contatto con l'allergene, il metodo di trattamento più comune (sintomi della malattia) sta prendendo antistaminici. Esistono approcci alternativi: omeopatia, agopuntura, rilassamento. La psicoterapia rende le crisi più rare e riduce la loro intensità, e con il trattamento di un allergologo (non solo sintomatico), nel tempo c'è un completo sollievo dalle allergie.

Siamo tutti allergici?

Di regola, le allergie si dichiarano nei primi venti anni di vita. Tuttavia, nessuno di noi oggi può considerarsi completamente assicurato contro di lei: i suoi sintomi possono manifestarsi all'improvviso a qualsiasi età.

È durante l'infanzia (e probabilmente durante il periodo dello sviluppo prenatale) che avviene il nostro primo contatto con gli allergeni. Questo è il motivo per cui viene spesso detto sulle allergie infantili e meno spesso su quello che inizia nell'età adulta. Oggi, tuttavia, gli allergici stanno sperimentando sempre più casi del genere: "Sei mesi fa mi sono improvvisamente svegliato con un'allergia ai gatti"; "Ho preso il sole in Crimea senza problemi per 15 anni, e ora sono allergico al sole"; "Alcuni anni fa, ho avuto il primo attacco di allergia ai gamberetti - ora devo rinunciare ai frutti di mare". Siamo tutti, senza saperlo, potenziali allergie?

Reazioni dormienti

"Sì, i sintomi della malattia possono comparire a qualsiasi età", afferma l'allergologo Patrick Rufin. - Ma non diventare allergico in un giorno. Prima di questo, è necessario incontrare l'allergene, essere sensibili ad esso, cioè produrre e accumulare nella memoria del corpo una risposta immunitaria che si farà sentire nel prossimo incontro ". Tra la prima collisione e la manifestazione del sintomo (rinite, asma, eczema) il corpo si trova in uno stato "dormiente" della cosiddetta sensibilità latente, che può durare diversi anni. Possiamo dire che una reazione allergica si annida nel nostro corpo fino a quando qualcosa inizia il suo meccanismo.

Numeri chiave

1 persona su 4 al mondo soffre di allergie.

Il 17% dei moscoviti è allergico.

Le morti di 2OOO di europei (ogni anno) sono associate ad allergie.

Il 5% di allergie è respiratorio

5% di allergie - cibo.

Secondo: www.psychologies.com e il Ministero della salute e dello sviluppo sociale della Federazione Russa.

Nella vita di tutti i giorni, ci troviamo sempre più di fronte a elevate concentrazioni di allergeni. Negli ultimi anni, gli inverni più caldi hanno favorito la precedente impollinazione stagionale delle piante. Il polline che provoca gravi allergie (ad esempio, betulla, cipresso) è distribuito in concentrazioni insolitamente potenti. Di conseguenza, l'allergia si manifestava non solo in coloro che avevano sperimentato i suoi sintomi sin dall'infanzia, ma anche - per la prima volta - in molti adulti. Dopo un caso di allergia al polline di betulla, il corpo può "aprire" di per sé un'allergia a nocciole, mele, ciliegie, pesche, carote, patate e sedano. La portata del problema è tale che il fenomeno ha comportato la creazione di un programma speciale dell'OMS *.

Per quanto la nostra difesa immunitaria sia indebolita, così fa l'allergia. I vari motivi per cui la protezione è ridotta (ad esempio l'influenza, che richiede la creazione di un esercito di anticorpi per combattere il virus, la gravidanza, che mobilita tutti i meccanismi per proteggere un bambino e lo stress grave che può ridurre significativamente l'immunità) ci rendono più vulnerabili. Naturalmente, anche la predisposizione alla malattia è importante. Il rischio di allergie in un bambino i cui genitori sono inclini ad esso è del 30% superiore rispetto agli altri bambini. Questa cifra sale al 60% in caso di doppia ereditarietà - da parte di padre e madre **.

In fondo

Ma che dire, ad esempio, di un attacco di rinite allergica, che può capitare dalla pelliccia di gatto o dall'odore di profumo, e... da una situazione stressante? O di asma, chi sente un approccio di attacco alla vista di un gruppo di denti di leone nella foto? Un attacco asmatico (e il 75% degli asmatici sono anche allergici ***) spesso comporta una sensazione di ansia, che di per sé rende più probabile il prossimo attacco. Che dire di quelli che soffrono di eczema e sono regolarmente coperti di spot prima degli esami? In ogni caso, i sintomi di allergia sono segnali che è tempo che una persona ascolti se stesso. "La psiche e la fisiologia sono inseparabili, specialmente se parliamo di allergie che si manifestano nell'età adulta", ha detto la professoressa Raisa Dairova, che ha studiato le cause psico-emotive di questa malattia per 30 anni. - Se c'è una ragione psicologica che potrebbe portare a reazioni allergiche, quindi, molto probabilmente, si è verificato durante l'infanzia. Un bambino piccolo non può esprimere la sua sofferenza in parole e fantasie e si riferisce al "linguaggio" del corpo, ad esempio, reagendo all'ansia attraverso le eruzioni cutanee ". Un adulto può "ereditare" questo meccanismo e le allergie possono diventare la sua reazione "specifica" allo stress.

Sarà asma, rinite o dermatosi - dipende da allergeni che entrano nel corpo. Se parliamo di cibo o cosmetici, quindi, molto probabilmente, l'allergia si manifesterà sotto forma di eruzioni cutanee. Asma bronchiale - infiammazione delle vie aeree, sulla mucosa. "Qualsiasi sintomo non è casuale", insiste Raisa Dairova. - Porta sempre con sé una sorta di conflitto interno. La mia ricerca ha dimostrato che uno dei motivi sono i processi di separazione, cioè la separazione da ciò a cui una persona era strettamente associata (separazione da una persona cara o spostamento da una casa all'altra). "

Nel mondo esterno

Altri motivi di cui gli allergici parlano spesso sono i cosiddetti fattori esacerbanti o un ambiente sfavorevole. È "aggravante" e non causa allergie, perché (ad eccezione del fumo di sigaretta) non ci sono prove che l'atmosfera inquinata possa provocare allergie. Ciò che entrambi i pazienti e i medici sono altrettanto sicuri è che il potenziale allergico del polline degli alberi aumenta a seconda del grado di inquinamento ambientale. L'inquinamento industriale modifica la composizione del polline, aumentando sia la concentrazione di allergeni che la velocità della loro diffusione nell'aria.

"Tuttavia, anche l'atmosfera psicologica che ci circonda è importante", ha detto Raisa Dairova. - Se una persona non può "respirare liberamente", tutto "provoca irritazione", questo può anche essere un fattore aggravante per la manifestazione di allergia. Nelle condizioni di costante stress psicologico, aumentano le possibilità di ottenerlo da qualsiasi persona, anche da una persona sana. "

In quattro mura

La nostra casa è anche una fonte di allergeni. L'atmosfera nelle stanze a volte è più dannosa dell'aria della megalopoli: gli edifici non respirano più. Una volta ci volevano circa mezz'ora per avvolgere la casa. In una casa moderna ordinaria con isolamento termico, il tempo di aerazione è 20 volte più lungo. I risultati di uno studio condotto dalla farmacologa Isabelle Momas mostrano che nel 40% delle famiglie con un bambino affetto da patologie respiratorie, i bambini sono stati rifatti meno di un anno prima della sua nascita, con conseguente aumento degli inquinanti atmosferici ** **. I nuovi materiali utilizzati nei mobili e negli accessori per la casa evapo- rano fastidiosi composti organici volatili - la loro concentrazione è parecchie volte superiore a quella che è già nell'aria. "La polvere di casa contiene un aculeo di dimensioni così ridotte che può essere visto solo con un microscopio", aggiunge Raisa Dairova. "È anche un allergene." In ufficio, la situazione non è migliore: fotocopiatrici e stampanti diventano una trappola per l'ozono, le cui molecole giocano nelle mani degli allergeni. Questa apparecchiatura deve essere installata in un'area regolarmente ventilata.

Trattare le allergie

Trovando i sintomi di allergia (starnuti, tosse, naso che cola, attacchi di soffocamento, eruzioni cutanee), è necessario contattare uno specialista: è necessario identificare un allergene che è difficile anche con l'aiuto di test speciali. Il paziente stesso dovrebbe cercare di capire cosa potrebbe aver causato una reazione del genere (nuovi prodotti, detersivi, animali...).

Oltre ad evitare il contatto con l'allergene, il metodo di trattamento più comune (sintomi della malattia) sta prendendo antistaminici. Esistono approcci alternativi: omeopatia, agopuntura, rilassamento. La psicoterapia rende le crisi più rare e riduce la loro intensità, e con il trattamento di un allergologo (non solo sintomatico), nel tempo c'è un completo sollievo dalle allergie.

8 frasi che porteranno ad allergie

La stagione della pollinosi è arrivata. Prima dell'estate, quando molte persone che soffrono di allergie soffrono anche di costante naso e lacrime, prurito e numerose restrizioni. E alcune allergie e tutto l'anno. Quindi pensaci due volte se pensi nel prossimo futuro (o mai) di parlare apertamente.

"Hai problemi con l'immunità! Mi sto indurendo qui e non ho allergie. "

In parte hai ragione. L'allergia è correlata al sistema immunitario - è una malattia autoimmune in cui le cellule che dovrebbero proteggere il corpo iniziano ad attivarsi quando entrano in collisione con sostanze innocue: polline di piante, peli di animali, componenti alimentari. A questo proposito, molte immunoglobuline E (IgE) vengono rilasciate, che a loro volta provocano il rilascio di sostanze responsabili del processo infiammatorio - istamina, prostaglandine e altri. Di conseguenza, il corpo in contatto con una sostanza innocua inizia ad attaccare se stesso.

Solo qui non è correlato all'indurimento. Inoltre, dal punto di vista degli scienziati, una doccia fredda al mattino non ti salverà da ARVI: se ti imbatti in un virus dell'influenza e non sei vaccinato, prepara un tè con limone e un letto caldo.

La risposta immunitaria a contatto con i virus è diversa da quella delle allergie. Quando vengono infettati da un'infezione virale nell'uomo, vengono attivate immunoglobuline di altre classi: IgA, IgG, IgM. Inoltre, in caso di allergie e raffreddori, l'immunità getta alla difesa del corpo vari tipi di linfociti: nelle malattie infettive, il livello dei monociti nel test del sangue troverà un aumento del livello dei monociti e, in caso di reazione allergica, basofili ed eosinofili. L'indurimento aumenta leggermente il livello dei monociti - e questo, come abbiamo già scoperto, non ha nulla a che fare con una reazione allergica.

In generale, la natura dell'allergia non è del tutto chiara anche ai medici e agli scienziati: non esiste una chiara comprensione di ciò che provoca una reazione immunitaria così illogica e di come prevenirla. Quindi puoi continuare a temperare le procedure per tutto il tempo che desideri, ma le allergie non saranno d'aiuto.

"Mangi il cioccolato? Devi anche seguire una dieta ipoallergenica! "

In generale, non esiste una "dieta ipoallergenica". Chi soffre di allergie può effettivamente aderire ad alcune restrizioni nutrizionali, ma questo dipende da come una persona in particolare risponde a specifici alimenti.

Per capire cosa escludere dalla nutrizione, è necessario passare un'analisi per le immunoglobuline di classe E a prodotti che una persona considera essere una possibile causa di reazioni allergiche. Una dieta universale che aiuterebbe tutte le allergie non esiste. Qualcuno può mangiare tranquillamente cioccolato, fragole e agrumi, ma immediatamente inizia a prudere dopo aver mangiato un cetriolo - un prodotto che è incluso in una tipica "dieta ipoallergenica".

"Sei allergico ai gatti?" Quindi inizia la sfinge "

Per cominciare, non ci sono razze ipoallergeniche di cani o gatti. Se un allevatore parla di un certo animale come questo, significa che raramente provoca reazioni allergiche (o, forse, l'allevatore è disonesto e vuole ingannare te).

L'allergia è provocata non solo e non tanto dai peli di animali - chi soffre di allergie, di regola, reagisce alla loro saliva, forfora e secrezioni. Gatti e gatti coperti di lana spessa, spesso causano una reazione perché prima si leccano, e poi l'allergene con la loro lana si diffonde in tutto l'appartamento e sale sui vestiti del proprietario. Ma la sfinge "calva" non è una panacea, perché lecca anche gli ospiti, entra in un vassoio, diffonde cellule epiteliali intorno all'appartamento.

Allo stesso tempo, un'allergia specifica, come nel caso del cibo, può avere una reazione molto forte a un certo gatto o gatto, ma non lo sarà affatto su un altro animale. Tuttavia, probabilmente non vale la pena rischiare di portare a casa un animale domestico che, in caso di guasto, dovrà essere allegato.

Inoltre, i medici non consigliano di avviare gli animali anche per coloro che sono allergici, che non hanno una reazione a cani e gatti, - per un breve periodo di tempo può svilupparsi, e come puoi separarti dal tuo animale domestico?

"Non mangi affatto le mele? Anche verde? "

È un comune malinteso che l'allergenicità degli alimenti dipenda in qualche modo dal loro colore e che i cibi rossi siano peggiori di quelli verdi. Se una persona ha una sensibilità IgE per una mela, non importa di che colore è - la reazione si svilupperà in ogni caso.

Ma la forma di servire il cibo può influenzare lo sviluppo di allergie: ad esempio, le mele cotte per le allergie non sono pericolose - a differenza di quelle fresche.

"Solo un'allergia così forte?" Bene, ho aggiunto un bel po 'di noci qui, così più buono! "

Spesso le allergie vicine a te, che non soffrono di tali reazioni, ignorano i loro avvertimenti che alcuni prodotti sono vietati per loro. E ancora li aggiungo al cibo, solo in piccole quantità.

Se sei una di queste persone, ti preghiamo di notare - sei fortunato se la persona non ha una vera allergia a questo prodotto, ma un'intolleranza pseudo-allergica. In caso di allergia falsa, il grado di reazione dipende in realtà dalla quantità di cibo consumato, e una dose ridotta molto probabilmente non farà molti danni. Con una vera allergia, anche piccole tracce degli stessi noccioli possono scatenare una risposta immunitaria - anche shock anafilattico e morte.

"Allergia a fiorire?" Resta seduto a casa per un paio di settimane. "

In primo luogo, non aiuta - il polline penetra ancora nella casa attraverso la finestra, il sistema di ventilazione o gli abiti di altri membri della famiglia.

In secondo luogo, per alcune persone allergiche, la pollinosi inizia alla fine di marzo - dal momento in cui ontano e nocciolo iniziano a fiorire - e termina a settembre, quando l'ambrosia e l'assenzio si attenuano. E cosa, tutto questo tempo per sedersi a casa?

Un consiglio davvero buono per una persona allergica alla fioritura è sottoporsi ad immunoterapia allergene specifica (ASIT). Questo è l'unico metodo che tratta la pollinosi e non solo allevia i sintomi. Un'altra opzione è quella di andare in un'altra zona climatica durante la fioritura. Ma se entrambi sono impossibili, si consiglia di lavare il naso e la gola più spesso, cambiare i vestiti e fare la doccia dopo il ritorno dalla strada, e installare anche un lavaggio d'aria a casa che filtrerà il polline.

"Mangia le nostre verdure, dal giardino, e non questa" chimica "dal supermercato - e non ci saranno allergie!"

Sfortunatamente non lo è. No, certo, una reazione allergica può sviluppare quasi tutto. E in certi casi può essere una sostanza che viene utilizzata per elaborare frutta e verdura del negozio. Ma è più probabile che questa sia un'eccezione, e probabilmente una persona avrebbe già notato che non reagisce mai a nessuna verdura del supermercato, ma a quella fatta in casa.

E se una persona allergica dice che ha una reazione specifica ai cetrioli, molto probabilmente, questo è vero. E in questo caso, il corpo produce una risposta immunitaria alla proteina profilina, che è contenuta in tutti i cetrioli - anche a casa, anche nel negozio.

"Che casino con questa tua allergia, tante restrizioni! Non potevo (la) "

Pensi che un allergico abbia una scelta? Anche in casi non molto gravi, le allergie devono tenere traccia di ciò che si mangia, di quali animali si viene in contatto, di quali vestiti si indossano e così via, altrimenti si incontrerà una reazione che porta disagio e avvelena la vita. Se una persona allergica non tratta la pollinosi o almeno evita l'inalazione di polline, l'asma bronchiale può venire a sostituire il naso che cola e il mal di gola - e sapete, vorrei evitarlo.

Infine, nelle persone con reazioni gravi, può verificarsi uno shock anafilattico se si utilizza un allergene. Qui vuoi che tu non voglia e seguirai tutto ciò che entra nel corpo. A volte queste allergie fanno persino tatuaggi con il nome di una sostanza pericolosa (specialmente se la persona reagisce alla medicina) - quindi anche quando vengono portati in ospedale in uno stato di incoscienza, i medici non saranno in grado di provocare una reazione pericolosa per la vita.

Leggi anche ciò che non puoi dire a una persona che ha un mal di schiena.

Allergia atipica o allergia ambientale.

Saluti ardenti a tutti

Ragazze, è molto interessante scoprire se qualcuno ha un'allergia atipica.
Allergia abbiamo impostato in 1,5 mesi. Ora mia figlia ha 8,5 anni. Nel corso degli anni sono passati i tubi del fuoco, dell'acqua e del rame. Ci è stata data l'asma, e la dermatite atopica è andata persa, e abbiamo perso i denti e siamo stati trattati in anestesia generale, e la sedia è stata aggiustata per due anni. All'età di 7 anni, tutto sembra aver superato il limite.
Nella seconda metà di dicembre, mia figlia ha avuto un focolaio di allergia (il sedere e le mani dal polso al gomito). Ha donato il sangue per gli allergeni (ha scelto il pannello comune più grande). Tutti gli zeri. Sono scioccato e contento allo stesso tempo. In stato di shock, perché non so a cosa sta reagendo mia figlia. Sono contento - perché la dieta non è necessaria per cambiare, non è necessario espellere gatti, ecc. E così via.

E poi ricordai che una volta i dottori dissero che mia figlia era una persona allergica insolita, che era allergica all'ambiente.
Ho esaminato allergeni specifici - non lo mangiamo.
La zia è allergica allo zucchero e agli agrumi. Penso che sia necessario consegnare separatamente per lo zucchero.
E anche mio padre, da zero, ha iniziato a gonfiare Kvnik. Chiamarono un'ambulanza, fu iniettato con demidrol con suprastin e fu rilasciato. È stato appena esaminato, gli allergeni non sono stati identificati. Hanno detto - un'allergia all'ambiente. Ha inalato qualcosa con l'aria.
Bene, a mia figlia è stata data un'allergia fredda. Ma eravamo a casa al freddo.
In breve, la testa gira ancora.
Cosa e cosa ha affrontato - condividi la tua esperienza)))))