Principale > Odori

È stata identificata una forma potenzialmente autistica di autismo.

Un gruppo internazionale di scienziati non esclude di essere stata in grado di identificare per la prima volta una forma di autismo potenzialmente curabile. A causa del sequenziamento di una parte del genoma di sei bambini affetti da un tipo molto raro di malattia, in tutti loro è stata trovata una mutazione, a causa della quale i livelli di alcuni aminoacidi essenziali sono molto bassi nel corpo, la cui carenza può essere compensata da una dieta speciale. Il lavoro è stato pubblicato il 6 settembre sulla rivista Science.

L'oggetto di studio del gruppo, che comprendeva specialisti di diverse università americane, oltre a rappresentanti di centri di ricerca in Turchia, Egitto, Libia e Qatar, erano bambini di tre famiglie del Medio Oriente, ciascuno dei quali genitori hanno cugini e fratelli. Tutti i bambini soffrono di una rara forma di autismo, accompagnata da epilessia e demenza.

Il sequenziamento dei loro esoni - la parte del kit genetico responsabile della codifica delle proteine ​​- ha rivelato una mutazione nel gene BCKDK, che inattiva l'enzima BCKD-chinasi. Grazie a questo enzima, il corpo mantiene un normale livello di tre aminoacidi a catena ramificata - valina, leucina e isoleucina - necessari per la sintesi di un numero di proteine ​​e di altri componenti biologicamente importanti. A differenza di altri aminoacidi, non sono sintetizzati dal corpo, ma provengono dal cibo. I test hanno dimostrato che tutti i bambini studiati dopo aver mangiato nel sangue hanno un livello molto basso di amminoacidi a catena ramificata.

La natura della relazione tra la carenza di questo tipo di amminoacidi nel sangue e nei tessuti corporei e i sintomi dell'autismo non è completamente chiara, ma gli autori suggeriscono che potrebbe esserci uno squilibrio di aminoacidi nel cervello. Gli amminoacidi a catena ramificata, così come altri tipi di amminoacidi, superano la barriera emato-encefalica con l'aiuto delle proteine ​​trasportatrici. Nel caso di una carenza di valina, leucina e isoleucina, i trasportatori iniziano a trasferire molecole più grandi di altri aminoacidi al cervello, che alla fine prendono il loro posto.

In particolare, nei tessuti cerebrali di una linea di topi appositamente allevati con il gene BCKDK mancante, è stata trovata una carenza di aminoacidi a catena ramificata con un alto livello di altri tipi di amminoacidi. Tale squilibrio chimico ha interrotto le connessioni sinaptiche nel cervello dei topi, portando alla comparsa di sintomi neurologici simili all'autismo nel gruppo di bambini studiato, tra cui tremori ed attacchi epilettici. Tuttavia, questi sintomi scomparvero completamente in meno di una settimana dopo che i topi cominciarono a nutrirsi di cibi ricchi di aminoacidi a catena ramificata.

Dopo che la dieta dei bambini malati è stata modificata in modo simile, il livello degli amminoacidi a catena ramificata nel loro sangue è tornato alla normalità, ma non è stato ancora ottenuto un miglioramento scientificamente confermato del loro stato di salute. Gli autori prevedono di condurre studi clinici sul trattamento dietetico di questa forma di autismo, nonché di continuare la ricerca di pazienti con una mutazione nel gene della chinasi BCKD.

La valina si trova in cereali, carne, funghi, latticini, arachidi. Le fonti alimentari di leucina includono riso integrale, fagioli, carne, noci, soia e farina di frumento, isoleucina - mandorle, anacardi, carne, pollo, uova, pesce, lenticchie, fegato, segale, la maggior parte dei semi, proteine ​​di soia.

5 aminoacidi chiave di cui ha bisogno un bambino con autismo

Gli amminoacidi sono una locomotiva nutriente del sistema nervoso. Sono l'elemento principale della biochimica, che è la base delle emozioni, della funzione sensoriale, della concentrazione e del sonno. Per raggiungere il successo nella riabilitazione, un bambino con ASD ha spesso un bisogno disperato di specifici amminoacidi.

Questi elementi costitutivi per la felicità o per gli isterici - la chiave del buon comportamento e dello sviluppo del bambino, che si ottiene con una dieta equilibrata.

La fonte di aminoacidi è proteine ​​nella dieta. Manzo, pollo, tacchino, pesce, uova, fagioli, soia, ecc. - Eccellenti fonti di proteine. Tuttavia, se i bambini con ASD hanno preferenze pronunciate e non vogliono mangiare molti cibi proteici, questo porterà molto probabilmente a un aumento delle deviazioni comportamentali, tra cui con aggressività.

Il percorso verso un cervello sano è l'equilibrio. La maggior parte dei bambini con ASD ha un sistema nervoso iperattivo. Manifestazioni di questo sono chiaramente visibili in quelle caratteristiche autistiche in cui è presente resistenza o fuga.

In alcuni bambini, l'aggressività viene aggiunta a molte funzioni. Altri cercano di evitare interazioni sociali a tutti i costi. I bambini che sono fisicamente ipersensibili e quelli che cercano un "rifugio sensoriale" hanno un sistema nervoso più attivo che deve essere calmato a un livello medio sano.

I seguenti sono i 5 amminoacidi chiave che calmano il sistema nervoso iperattivo.

GABA - acido gamma-amminobutirrico. Questo amminoacido è anche classificato come neurotrasmettitore. Alcune forme di questo amminoacido attraversano il BBB (barriera emato-encefalica) per aumentare la produzione di onde alfa, che creano rilassamento o concentrazione nello stato mentale corrente. I risultati dell'assunzione di GABA sono un flusso regolare e calmo di impulsi elettrici nel cervello che crea un sano senso di benessere emotivo.

5-HTP - 5-idrossitriptofano, noto anche come ossitriptan. Questo è il predecessore della serotonina, per cui i nomi "ormone della felicità" e "ormone della soddisfazione" sono stati a lungo stabiliti. Il 5-HTP è un metabolita del triptofano, uno degli amminoacidi più importanti. Il 5-HTP aumenta i livelli di serotonina e melatonina nel cervello: regolano l'umore e il comportamento sani, oltre a un sonno profondo e di qualità.

TEANIN è l'unico amminoacido che agisce come antagonista NMDA (N-metil-D-aspartato, recettore del glutammato). Molti recenti studi dimostrano che gli antagonisti NMDA possono in gran parte controllare il comportamento. La teanina riduce la tensione nervosa senza l'effetto della sonnolenza. Penetra attivamente nel cervello attraverso la barriera emato-encefalica, trasformandola in GABA, e quindi è in grado di compensare la mancanza di cervello in questo neurotrasmettitore più comune (vedi sopra: GABA è il primo aminoacido nella nostra lista).

TAURIN è un amminoacido condizionatamente essenziale che può proteggere le cellule del sistema nervoso dallo stress ossidativo, oltre a ridurre la tossicità del glutammato. Il glutammato è una delle sostanze più problematiche nell'ASD, poiché un eccesso di esso può creare iperattività incontrollabile nel cervello. La taurina aiuta anche a mantenere sani livelli di GABA.

GLICINA (aminoacido o amminoetanoico) è un altro semplice amminoacido alifatico, tra i sostituibili. Ha un sapore dolce, che è particolarmente conveniente quando diamo il farmaco ai bambini. Ha effetti di armonizzazione versatili sul corpo, molti dei quali aiutano il cervello e il midollo spinale. I neuroni della glicina "tomozit" riducono la secrezione di aminoacidi "eccitanti" (ad esempio l'acido glutammico) e aumentano la secrezione di GABA. A causa di ciò, la glicina contribuisce alla normalizzazione del tono muscolare, ad addormentarsi facilmente ea dormire bene, a migliorare le prestazioni mentali. Quando ingerito, la glicina può essere combinata con i minerali più importanti nell'autismo, come il magnesio e lo zinco.

L'accettazione degli amminoacidi dà un effetto rapido e spesso chiaramente pronunciato. Entro una settimana dall'inizio della ricezione, è possibile vedere i cambiamenti positivi nei bambini con ASD. Tuttavia, va notato che sono eliminati dal corpo molto rapidamente, quindi, per mantenere l'effetto di rilassamento e sedazione, potrebbe essere necessario prendere una regolarità frazionaria dell'assunzione - ogni 8 ore.

Il punto importante è come aumenteremo l'offerta di aminoacidi mancanti nel corpo. Uovo o pollo, tacchino o vitello: la digestione dei piatti di ogni tipo di carne richiede diverse ore. In questo caso, la molecola proteica contiene migliaia di aminoacidi che devono essere ben digeriti e assorbiti prima che inizino a creare un effetto nel cervello e nel sistema nervoso.

Allo stesso tempo, l'aggiunta di un amminoacido sotto forma di farmaco viene quasi immediatamente assorbita. Non è richiesta una digestione lunga e complicata. L'effetto può spesso essere notato entro dieci minuti, come accade con una rapida sedazione dal riassorbimento della compressa di glicina dolce.

Prima di assumere gli amminoacidi, puoi sempre valutare il loro livello nel sangue o nelle urine di un bambino, poiché tale analisi è disponibile in quasi tutti i laboratori di reti di grandi dimensioni. Molti bambini hanno un basso livello di GABA nelle urine o nel sangue, così come un basso contenuto di triptofano, tianina, taurina e glicina. Ecco perché la nostra lista di "aminoacidi chiave per bambini con ASD" include le sostanze elencate. I supplementi nutrizionali di questi amminoacidi completano rapidamente, facilmente ed efficacemente le carenze del metabolismo nel cervello.

Non perdere mai il senso dello scopo nel trovare mezzi efficaci per aiutare il tuo bambino con ASD. E potrebbero esserci molti successi e vittorie sul tuo difficile cammino!

Aminoacidi cerebrali

Aumenta la resistenza mentale.


Gli amminoacidi sono gli elementi costitutivi di cui sono costruite le proteine, che sono la struttura del takane del corpo umano. Inoltre, gli aminoacidi sono usati dal corpo per lo sviluppo e il funzionamento degli organi. Se parliamo del cervello, alcuni amminoacidi sono i mattoni del cervello e del sistema nervoso centrale, l'altro agisce da neurotrasmettitore e influenza direttamente le funzioni cerebrali - migliora la memoria a breve ea lungo termine, aumenta l'intelligenza e la capacità di apprendimento.

Tutti gli amminoacidi sono necessari per il funzionamento del corpo, ma i seguenti aminoacidi sono particolarmente importanti per il cervello e il sistema nervoso centrale: triptofano, glicina, acido glutammico e tirosina. Questi amminoacidi sono evidenziati in blu nella tabella. La maggior parte di questi sono neurotrasmettitori - sostanze biologiche attive responsabili della trasmissione degli impulsi nervosi, il che significa che questi aminoacidi sono responsabili della memoria, dell'intelligenza e dell'eccitabilità del sistema nervoso.

Il secondo gruppo di aminoacidi, evidenziato in verde, è anche attivamente coinvolto nei processi mentali e intellettuali. Questi amminoacidi sono responsabili della stabilità della psiche, dell'umore, dell'attività mentale, dell'attenzione. Molti di questi aminoacidi sono utilizzati nella sintesi dei neurotrasmettitori.
Il terzo gruppo: gli amminoacidi responsabili dell'energia mentale, sono evidenziati in giallo. Questo gruppo è responsabile della resistenza del sistema nervoso e aiuta il cervello a prolungare lo sforzo.

AMINOACIDI IMPOSSIBILI NECESSARI AL CERVELLO

(non sintetizzato nel corpo umano ed entra nel corpo solo dal cibo)

IZOLEYCIN - un amminoacido essenziale che determina la resistenza fisica e mentale, perché regola i processi di approvvigionamento energetico del corpo. È necessario per la sintesi dell'emoglobina, regola i livelli di zucchero nel sangue. In virtù delle proprietà di cui sopra, è molto importante per lo sforzo fisico, così come per i problemi con la psiche, compresi con malattia mentale. La mancanza di isoleucina causa eccitazione, ansia, ansia, paura, stanchezza, vertigini, svenimenti, battito cardiaco accelerato, sudorazione.

Fonti di isoleucina: mandorle, anacardi, pollo, ceci, uova, pesce, lenticchie, fegato, carne, segale, la maggior parte dei semi, proteine ​​di soia.

LEUCIN - un amminoacido essenziale molto importante che non influenza direttamente il cervello, ma è una fonte di energia mentale. Stimola l'ormone della crescita e contribuisce quindi al ripristino di ossa, pelle, muscoli. Abbassa un po 'i livelli di zucchero nel sangue, è raccomandato durante il periodo di recupero dopo gli infortuni e gli interventi chirurgici.

Fonti di leucina: riso integrale, fagioli, carne, noci, soia e farina di frumento.

LIZIN è un amminoacido essenziale che è coinvolto nella sintesi, nella formazione del collagene e nella riparazione dei tessuti. Una mancanza di lisina può portare a irritabilità, affaticamento e debolezza, scarso appetito, ritardo della crescita e perdita di peso. La lisina è coinvolta nella sintesi di anticorpi, ormoni, enzimi e quindi contribuisce alla difesa antivirale del corpo. È necessario per la normale formazione delle ossa e la crescita dei bambini, favorisce l'assorbimento del calcio e il mantenimento del normale metabolismo dell'azoto negli adulti.

Le fonti alimentari di lisina sono: formaggio, uova, pesce, latte, patate, carne rossa, prodotti a base di soia e lievito.

METIONIN è un amminoacido essenziale che protegge le articolazioni e fornisce la disintossicazione del corpo. La metionina nel corpo entra nella cisteina, che è il precursore della guputazione. Questo è molto importante in caso di avvelenamento, quando è necessaria una grande quantità di gupazione per disintossicare le tossine e proteggere il fegato. Previene la deposizione di grasso. La quantità di metionina nel corpo dipende dalla sintesi della taurina, che a sua volta riduce le reazioni di rabbia e irritabilità, riduce l'iperattività nei bambini. La metionina è utilizzata nel trattamento dell'artrite reumatoide e della tossicosi durante la gravidanza. La metionina ha un marcato effetto antiossidante (lega i radicali liberi). È anche necessario per la sintesi di acidi nucleici, collagene e molte altre proteine.

Fonti alimentari di metionina: legumi, uova, aglio, lenticchie, carne, cipolle, soia, semi e yogurt.

La fenilalanina è un amminoacido essenziale. Nel corpo, può trasformarsi in un altro amminoacido - tirosina, che, a sua volta, viene utilizzato nella sintesi del principale neurotrasmettitore: la dopamina. Pertanto, questo amminoacido influisce sull'umore, riduce il dolore, migliora la memoria e la capacità di apprendimento e sopprime l'appetito. La fenilalanina è usata nel trattamento dell'artrite, della depressione, del dolore durante le mestruazioni, l'emicrania, l'obesità.

La fenilalanina è contenuta in: carne di manzo, carne di pollo, pesce, soia, uova, fiocchi di latte, latte ed è anche parte integrante di un sostituto dello zucchero sintetico, aspartame (attualmente sono in corso discussioni attive sui pericoli di questo sostituto dello zucchero).

TREONIN è un amminoacido essenziale che aiuta a mantenere il normale metabolismo delle proteine ​​nel corpo. È importante per la sintesi di collagene ed elastina, aiuta il fegato e partecipa al metabolismo dei grassi in combinazione con acido aspartico e metionina. La treonina si trova nel cuore, nel sistema nervoso centrale, nei muscoli scheletrici e previene la deposizione di grasso nel fegato. Questo amminoacido stimola il sistema immunitario, in quanto promuove la produzione di anticorpi.

La treonina in piccole quantità è contenuta nei cereali, quindi i vegetariani spesso hanno una carenza di questo amminoacido.

Fonti alimentari di treonina: uova, latte, piselli, manzo, grano.

TRIPTOFAN è un amminoacido essenziale che nel corpo umano viene convertito direttamente in serotonina, un neurotrasmettitore che provoca il rilassamento mentale e crea una sensazione di benessere emotivo. Le persone depresse hanno poca serotonina o triptofano nel sangue. Il loro basso contenuto nel corpo provoca depressione, ansia, insonnia, disturbi dell'attenzione, iperattività, emicrania, mal di testa, tensione. Elevati livelli di triptofano possono causare affaticamento e difficoltà a respirare nelle persone con asma. Triptofano: un ottimo sonnifero naturale. È abbondante nei carboidrati, specialmente nelle banane, nell'olio vegetale e nel latte. Il latte durante la notte migliora il sonno a causa del triptofano. Nel 1988 fu vietata la vendita di triptofano sotto forma di farmaco, perché ci sono stati casi di insufficienza cardiaca.

Il triptofano contiene: avena, banane, datteri secchi, arachidi, sesamo, pinoli, latte, yogurt, ricotta, pesce, pollo, tacchino, carne.

VALIN - un amminoacido essenziale, è uno dei componenti principali della crescita e della sintesi dei tessuti corporei, stimola l'attività mentale, l'attività e la coordinazione. La valina è necessaria per il metabolismo muscolare, la riparazione dei tessuti danneggiati e può essere utilizzata dai muscoli come fonte di energia. Con la mancanza di valina, la coordinazione dei movimenti del corpo viene disturbata e aumenta la sensibilità della pelle a numerosi stimoli.

Un sacco di valina si trova: in soia e altri legumi, formaggi a pasta dura, caviale, fiocchi di latte, noci e semi, in carne e pollame, uova. Significativamente meno - in cereali e pasta.

AMINOACIDI SOSTITUIBILI NECESSARI AL CERVELLO

(sintetizzati nel corpo umano, provengono dal cibo)

ALANIN è un'importante fonte di energia per il cervello e il sistema nervoso centrale. È necessario mantenere il tono muscolare e un'adeguata funzione sessuale. Regolatore di zucchero nel sangue, è coinvolto nella sintesi di anticorpi (stimola il sistema immunitario). Sintetizzato da amminoacidi ramificati (leucina, isoleucina, valina). Ampiamente distribuito nella fauna selvatica. Il corpo tende a mantenere un livello costante di glucosio nel sangue, quindi una diminuzione del livello di zucchero e una carenza di carboidrati nel cibo porta al fatto che le proteine ​​muscolari vengono distrutte e il fegato trasforma la risultante alanina in glucosio.

Fonti naturali di alanina: mais, manzo, uova, gelatina, maiale, latte, soia, avena.

L'ARGININA si riferisce agli amminoacidi condizionatamente essenziali, ha un effetto stimolante sulla produzione di insulina da parte del pancreas come componente della vasopressina (l'ormone ipofisario) e aiuta la sintesi dell'ormone della crescita, che a sua volta migliora la resistenza alle malattie. Promuove la riparazione dei tessuti, migliora la sintesi proteica per la crescita muscolare, riduce il livello di urea nel sangue e nelle urine, è coinvolto nei processi di combustione del grasso, trasformandolo in energia. L-arginina è in grado di aumentare la massa muscolare e ridurre la massa grassa del corpo, rende una persona più attiva, proattiva e duratura, introducendo una certa qualità di energia mentale nel comportamento umano, ha un effetto psicotropo positivo. La mancanza di arginina nella dieta porta a una crescita più lenta nei bambini. L'arginina intensifica la crescita degli adolescenti, non mostrata ai bambini, perché può causare gigantismo. L'arginina non è raccomandata per le donne in gravidanza e in allattamento. Non indicato per la schizofrenia.
Con una mancanza di arginina e un'attività insufficiente di aumenti di pressione diastolica di NO-sintasi.

Fonti di arginina sono: cioccolato, noci di cocco, latticini, gelatina, carne, avena, arachidi, soia, noci, farina bianca, grano e germe di grano.

Le migliori fonti naturali: noci, mais, gelatina, cioccolato, uvetta, farina d'avena, sesamo.

L'ASPARAGINA aiuta a proteggere il sistema nervoso centrale, perché aiuta a rilasciare ammoniaca nociva (agisce come una sostanza altamente tossica) dal corpo. Necessario per mantenere l'equilibrio nei processi che si verificano nel sistema nervoso centrale; interferisce sia con l'eccitazione eccessiva che con l'eccessiva inibizione. È coinvolto nella sintesi degli amminoacidi nel fegato. Studi recenti indicano che potrebbe essere un fattore importante per aumentare la resistenza alla fatica. Quando i sali di acido aspartico davano agli atleti, la loro resistenza e resistenza aumentavano significativamente.

La maggior parte degli asparagini nei prodotti a base di carne.

La cistina (cistina) è un precursore del glutatione, una sostanza che ha un effetto protettivo sul fegato e le cellule cerebrali da danni alcolici, alcuni farmaci e sostanze tossiche contenute nel fumo di sigaretta, aiuta a neutralizzare alcune sostanze tossiche e protegge il corpo dagli effetti dannosi delle radiazioni. È uno dei più potenti antiossidanti. È necessario per la crescita di capelli e unghie. Assunzione di cistina / cisteina con vitamine C e B1 non è raccomandato per le persone con diabete, perché una combinazione di questi nutrienti può ridurre l'efficacia dell'insulina.

Fonti di cisteina e cistina sono: uova, avena, mais.

L'acido gamma-aminobutirrico (GABA) - svolge il ruolo del principale neurotrasmettitore inibitorio del sistema nervoso centrale, la cui concentrazione è particolarmente elevata nei tessuti cerebrali. L'acido gamma-aminobutirrico migliora il metabolismo cerebrale, ha un effetto nootropico, sedativo e anticonvulsivante. È particolarmente importante nei casi di malattie vascolari del cervello, diminuzione delle funzioni intellettuali, encefalopatia e depressione. In situazioni estreme, il GABA viene diviso con il rilascio di una grande quantità di energia, garantendo così la massima velocità del cervello. L'acido gamma-aminobutirrico viene sintetizzato nel sistema nervoso dall'acido glutammico.

GLICINA è un regolatore del metabolismo, normalizza e attiva i processi di inibizione protettiva nel sistema nervoso centrale, riduce lo stress psico-emotivo, aumenta le prestazioni mentali. È necessario per il sistema nervoso centrale e le buone condizioni della ghiandola prostatica. È usato nel trattamento della depressione. Contribuisce alla mobilitazione del glicogeno dal fegato ed è la materia prima nella sintesi della creatina, la più importante fonte di energia. La mancanza di questo amminoacido porta ad una diminuzione del livello di energia nel corpo.

La glicina ha proprietà nootropiche, migliora la memoria e la capacità di apprendere.


Le fonti di glicina sono: gelatina, manzo, fegato, arachidi, avena.

L'istidina è un amminoacido essenziale che promuove la crescita e la riparazione dei tessuti. L'istidina fa parte delle guaine mieliniche che proteggono le cellule nervose ed è anche necessaria per la formazione di globuli rossi e bianchi. La carnosina è un dipeptide (beta-alanil-L-istidina) presente nei muscoli, nel cervello e in altri tessuti. L'omocarnosina è un dipeptide correlato all'acido gamma-amminobutanoico e all'istidina, che si trova solo nel cervello, di solito nella sottoclasse dei neuroni gamma-aminobutano. Gli scienziati suggeriscono anche che la carnosina e la gomokarnozin possono avere effetti neuroprotettivi nell'ischemia e influenzare la funzione nervosa. Un contenuto troppo elevato di istidina può portare allo stress e persino a disturbi mentali (eccitazione e psicosi). L'istidina è più facile di altri aminoacidi nelle urine. Dal momento che lega lo zinco, grandi dosi di esso possono portare a una carenza di questo metallo. La metionina aiuta ad abbassare il livello di istidina nel corpo. L'istamina, una componente molto importante di molte reazioni immunologiche, è sintetizzata dall'istidina. L'istamina contribuisce anche all'eccitazione sessuale. Le persone che soffrono di psicosi maniaco-depressiva non devono assumere istidina, tranne nei casi in cui la carenza di questo aminoacido è ben stabilita. Fonti naturali di istidina: banane, pesce, manzo, grano e segale.

ACIDO DI GLUTAMMINA (GLUTAMINA) - un amminoacido sostituibile che svolge il ruolo di un neurotrasmettitore ad alta attività metabolica nel cervello, stimola i processi redox nel cervello, il metabolismo delle proteine, ha un effetto nootropico. Normalizza il metabolismo, modificando lo stato funzionale dei sistemi nervoso ed endocrino. L'acido glutammico può essere utilizzato dalle cellule cerebrali come fonte di energia. L'acido glutammico viene utilizzato nella correzione dei disturbi comportamentali nei bambini, così come nel trattamento dell'epilessia, della distrofia muscolare, delle condizioni ipoglicemizzanti, delle complicanze della terapia insulinica del diabete e dei disturbi dello sviluppo mentale.

Fonti di acido glutammico: cereali, carne, latte, soia.

La GLUTAMMINA (GLUTAMINA) è prodotta nel cervello ed è necessaria per la disintossicazione dell'ammoniaca, un sottoprodotto del metabolismo delle proteine. Serve anche come precursore dei neurotrasmettitori del cervello, come il glutammato del neurotrasmettitore eccitatorio e il neurotrasmettitore inibitorio dell'acido gamma-aminobutirrico. L'acido gamma-aminobutirrico (GABA) svolge la funzione di un neurotrasmettitore del sistema nervoso centrale nel corpo. L'acido gamma-aminobutirrico è prescritto per il disturbo da deficit di attenzione. La glutammina penetra molto facilmente nella barriera emato-encefalica e nelle cellule cerebrali entra nell'acido glutammico e nella schiena. La glutammina si trova in grandi quantità nei muscoli e viene utilizzata per sintetizzare le proteine ​​delle cellule muscolari scheletriche. La glutammina migliora l'attività cerebrale ed è quindi utilizzata per l'epilessia, la sindrome da stanchezza cronica, l'impotenza, la schizofrenia. Gli integratori alimentari contenenti glutammina devono essere conservati solo in un luogo asciutto, altrimenti la glutamina va in ammoniaca e acido piroglutammico. Non assumere la glutammina per cirrosi epatica, malattia renale, sindrome di Reye.

La glutammina si trova in molti prodotti di origine vegetale e animale, ma è facilmente distrutta se riscaldata. Spinaci e prezzemolo sono buone fonti di glutammina, ma a condizione che vengano consumati crudi.

L'ORNITIN è un amminoacido sostituibile che migliora il metabolismo cerebrale, pertanto i programmi volti a migliorare le funzioni intellettive sono un'indicazione per il suo utilizzo. L'ornitina aiuta a rilasciare l'ormone della crescita, che aiuta a bruciare i grassi nel corpo. L'ormone della crescita (somatotropic hormone, somatotropin) è una proteina costituita da 191 aminoacidi. La sintesi e la secrezione dell'ormone della crescita vengono effettuate nel lobo anteriore della ghiandola pituitaria - la ghiandola endocrina. È secreto dal lobo anteriore dell'ipofisi durante il giorno per pulsazione, ma è particolarmente attivo dopo un intenso esercizio fisico o durante il sonno. Questo effetto è rafforzato dall'uso di ornitina in combinazione con arginina e carnitina. L'ornitina è anche necessaria per il sistema immunitario e la funzionalità epatica, partecipando ai processi di disintossicazione e ripristinando le cellule del fegato. Questo amminoacido aiuta a ripristinare i tessuti danneggiati. L'ornitina nel corpo viene sintetizzata dall'arginina e, a sua volta, funge da precursore della citrullina, della prolina e dell'acido glutammico.

PROLIN - un aminoacido sostituibile svolge funzioni ausiliarie del GABA di inibizione del sistema nervoso centrale, è contenuto nella maggior parte delle proteine. Proline divenne la base per la creazione di una nuova generazione di neurolettici brevettati in Russia e negli Stati Uniti, che sono mostrati in ictus, malattia di Down, ritardo mentale e disturbi della memoria. Con l'aiuto di Proline, puoi migliorare significativamente l'efficacia dell'allenamento.

La prolinina si trova nella ricotta, nella cartilagine animale, nei cereali dei cereali, nelle uova.

TAURIN ha un effetto protettivo sul cervello. Questa alta concentrazione di amminoacido si trova nel muscolo cardiaco, nel sistema nervoso centrale, nei globuli bianchi. È usato per la prevenzione e il trattamento di iperattività, ansia, eccitazione, epilessia. È sintetizzato nel corpo umano, a condizione che vi sia una quantità sufficiente di vitamina B6.

La taurina si trova nel latte, nella carne e nei pesci.

La tirosina è un precursore dei neurotrasmettitori norepinefrina e dopamina, ha un effetto inotropico positivo. Questo amminoacido è coinvolto nella regolazione dell'umore; la mancanza di tirosina porta a una carenza di noradrenalina, che a sua volta porta alla depressione. La tirosina sopprime l'appetito, aiuta a ridurre i depositi di grasso, promuove la produzione di melatonina e migliora le funzioni delle ghiandole surrenali, della tiroide e dell'ipofisi. La tirosina è anche coinvolta nel metabolismo della fenipalanina. I sintomi della carenza di tirosina sono anche bassa pressione sanguigna, bassa temperatura corporea e sindrome delle gambe senza riposo. L'assunzione di integratori alimentari con tirosina viene utilizzata per alleviare lo stress, si ritiene che aiuti con la sindrome da stanchezza cronica, la narcolessia. Sono usati per ansia, depressione, allergie e mal di testa, oltre che per disabituarsi ai farmaci.

Fonti naturali di tirosina: mandorle, avocado, banane, latticini, semi di zucca e sesamo

Aminoacidi nell'autismo

IL RUOLO DEGLI AMINOACIDI NEL TRATTAMENTO DELLA ZPRR E DELL'AUTISMO

Scienziati, medici, ricercatori di tutto il mondo sono interessati alla domanda: che cos'è l'autismo? Che cosa provoca o in un certo momento "inizia" il meccanismo della sua manifestazione? Perché appare così inaspettatamente in alcuni bambini e non in altri?

Il successo nel trattamento di SURR e autismo dipende dall'identificazione di una causa specifica che ha portato al loro sviluppo in un particolare bambino.

Può essere una varietà di violazioni, ad esempio:

-violazioni del metabolismo delle proteine ​​nel corpo,
-disturbi del metabolismo dei carboidrati
-disordini del metabolismo degli aminoacidi.

Queste violazioni in realtà si comportano come una bomba ad orologeria. Cioè, il bambino nasce visivamente sano. Ma nel caso di una predisposizione genetica (non necessariamente ereditaria), il meccanismo del metabolismo improprio nel suo piccolo corpo neonato è già in esecuzione. E comincia a comportarsi come un distruttore di tutto l'organismo, nel momento in cui il bambino inizia a mangiare cibo per i primi mesi della sua vita (latte materno, esche). È il cibo che può diventare un distruttore fatale del suo organismo completamente sano.
Come risultato del meccanismo del metabolismo improprio, che è geneticamente incorporato in un bambino, alcuni componenti del cibo sono digeriti e assorbiti in modo errato. Come risultato di questa epopea, è abbastanza comune che altre persone si trasformino in prodotti tossici nel corpo di un bambino.

Secondo i concetti moderni, lo squilibrio degli aminoacidi e dei loro metaboliti nel corpo è una delle cause frequenti di vari processi patologici, che si manifestano principalmente nelle disfunzioni del sistema nervoso e contribuiscono allo sviluppo di un certo numero di malattie nervose e mentali, specialmente nell'infanzia (E.Ya., Grechanin Yu. B., 2013; Khokhlov A. P., 2012; Skvortsov I. A., 2009). La violazione del metabolismo degli aminoacidi è attribuita all'eziopatogenesi dell'autismo e dei disturbi autistici (Kamynin Yu. F., 2013).

In ogni corpo umano c'è un certo equilibrio di aminoacidi. Se questo equilibrio viene disturbato, gli amminoacidi e i loro prodotti di emivita che sono in eccesso nel corpo iniziano a agire come un veleno, avvelenando i tessuti e gli organi interni. Questo processo è molto graduale e può durare anni, danneggiando impercettibilmente il sistema nervoso di un bambino con ZPRR e autismo. Con il tempo, il fegato o l'insufficienza cardiaca, possono comparire problemi di eziologia poco chiara con i reni o altri organi. Ma la ragione di tutto questo - lo squilibrio degli aminoacidi, che sono in eccesso a causa dello squilibrio del loro equilibrio nel corpo - diventano veleno per il corpo.

Di norma, nella maggior parte dei bambini con sintomi auto-simili, quando si eseguono test per il livello di amminoacidi, ci sono violazioni nella forma di un eccesso di una o una mancanza del livello di altri amminoacidi. Questo è il motivo per cui la cosa importante che i genitori dovrebbero fare dopo aver fatto una diagnosi di "autismo" o "CRPD con sintomi auto-simili" al loro bambino è di fare dei test sugli amminoacidi nel sangue e nelle urine. Questa analisi mostrerà quali amminoacidi e sostanze sono presenti nel corpo in eccesso e quindi avvelenano gradualmente gli organi interni del bambino, incluso il suo cervello, provocando i cosiddetti "stati autistici". E sarà anche determinato quali aminoacidi sono contenuti nel corpo non è abbastanza, il che permetterà di aggiustare ulteriormente la dieta.

Puoi prendere questo e molti altri esami del sangue su MCCORTEX.

A CORTEX Mosca, Mosca ci sono alcuni posti rimasti sul percorso dal 7 settembre!

E in MC CORTEX Anapa ci sono ancora posti sul corso del trattamento dal 30 agosto!

* Specificare inoltre le informazioni sull'alloggio

Iscriviti per il trattamento e consulenza presso MC CORTEX di Mosca!

Risponderemo a tutte le tue domande per telefono. 8 (495) 407-05-21

Aminoacidi e vitamine Aminoacidi Probiotici con iHerb Dimmi

Mio figlio è autistico. Accettiamo trattamenti con corsi, che includono acido folico, vitamine, omega e così via. Ma spesso leggo che con iHerb (o altri siti), in generale, i supplementi importati sono migliori e più qualitativi. Chi dà ai tuoi figli la nomina di questi farmaci, e se prescrivi un corso dimmi come: ci sono droghe che vengono assunte nel complesso. In generale, sarò lieto di qualsiasi informazione.

Leggo molta letteratura, traggo conclusioni sull'analisi.
Farmaci di qualità superiore e spesso più economici di quelli domestici.
E non sempre le forme necessarie sono vendute qui. Ad esempio, la vitamina C domestica è la forma più indigesta.

Di regola, mi rivolgo ai medici sui farmaci selezionati.
Qualcosa di simile.

  • Grazie 1

E nessuno in sostanza. Vorrei anche ascoltare - il kuma è stato diagnosticato con un bambino anziano di recente.
Perché nessuno ??
Scrivi in ​​un personale - lascerò cadere il libro!
I forum si sono specializzati.
Proprio qui è quello che un chip - quel bambino è vitale - un altro veleno.
E cosa vuoi sentire?

La mia procedura di selezione è:
Il medico prende un appuntamento, prendo droghe con ikherba, leggo forum, recensioni e altro.
Quindi consultare il medico.
I dosaggi sono solitamente prescritti da un medico.

È solo che la comunicazione avviene a un livello diverso dal medico del paziente, perché so già che non è adatto a mio figlio. Pertanto, ti chiedo sempre di prescrivere analoghi farmaci, se la composizione non mi soddisfa o non forma. Se non ci sono offerte, sto cercando analoghi io stesso.

Aminoacidi nell'autismo

Messaggi: 14
Registrato: 30-1-07
Utente non sul forum

Se è vero, riguarda la Primavera, poi, come insegnante, ho visto un deterioramento drammatico, alcuni di loro erano associati a gravi allergie che erano difficili da superare (

Messaggi: 830
Registrato: 15-11-06
Ubicazione: Mosca
Utente non sul forum

Messaggi: 14
Registrato: 30-1-07
Utente non sul forum

Ora sto osservando un ragazzo, a cui la dieta ha notevolmente aiutato (sono osservati molto severamente), sono guidati da un nutrizionista di Filatovskaya, hanno iniziato con un nutrizionista della Kashenkina. A proposito, la madre ha sfondato tutto gratis, avendo ricevuto un certificato preliminare presso l'istituto di pedagogia correzionale che conferma la RDA per il bambino. Ma chi può dire che tutti i bambini con RDA sono uguali?

Messaggi: 16
Registrato: 2-2-09
Utente non sul forum

Per favore, scrivi cosa ha realizzato esattamente la mamma e come?

Messaggi: 35
Registrato: 25-1-10
Ubicazione: Mosca
Utente non sul forum

Umore: vigoroso

eravamo in Primavera, ma non per lungo-kusa 2-3..
non peggio, anche meglio. nei corridoi, alcune mamme hanno parlato di miglioramenti.

deciso per se stessi - non ne vale la pena.
anche se a volte andiamo per gli esami (senza trattamento), senza una fila e accogliente.

Penso tutto sulla dieta Dove posso trovare un elenco di negozi con tali prodotti (chi compra cosa?) C'è un collegamento a tale discussione?

anche mia madre ha raggiunto l'autyonka è interessante. consulenza gratuita di un nutrizionista o anche del cibo sono stati scaricati?

Messaggi: 1026
Registrato: 19-9-08
Ubicazione: regione di Orenburg, Orsk
Utente non sul forum

Umore: voglio dormire

UHO
Circa la dieta.
Ha senso provarlo se hai almeno qualche problema con la digestione. È meglio provare la restrizione pura BGBK + di dolce + esclusione del lievito. Ma è necessario sostenere almeno un mese o due in rete - solo allora sarà possibile dire se c'è un risultato o meno. Anche un cioccolatino alla settimana può rovinare tutto. Secondo le statistiche, la dieta dà miglioramenti nel 70% dei casi. Non sono necessari negozi speciali. Ho segnato il link "prodotti senza glutine" su Google e ho ricevuto molte informazioni. Cibo normale Ho sostituito il pane in costolette con farina di riso - e le cotolette sono esplose con un botto. Farina di riso con farina di riso Anche i pancakes sull'acqua della farina di grano sono deliziosi. Bene, zuppe, grano saraceno, fagioli, pesce - tutto rimane. I bastoncini di mais e qualsiasi tipo di "riso soffiato" ecc. Aiutato molto. Riso, miglio e altra farina presero i reparti per i diabetici.
Ora siamo a dieta senza lievito con una limitazione di dolce.
A proposito, cioccolato, caffè e soda sono comunque nemici.

PS
Ma una volta abbiamo seriamente offerto i neurolettici. E ora l'ENT dice "che bambino tranquillo"

Messaggi: 35
Registrato: 25-1-10
Ubicazione: Mosca
Utente non sul forum

Umore: vigoroso

Luna, grazie per il suggerimento! - cerca.

mangiamo molto poco, il secondo non mangia affatto.

È un peccato ovviamente limitare, ma probabilmente vale la pena di provarlo - molte persone scrivono che aiuta e la dieta poi si espande..

hai un bambino tranquillo tutto il tempo?
da quanto tempo sei a dieta?

Messaggi: 1026
Registrato: 19-9-08
Ubicazione: regione di Orenburg, Orsk
Utente non sul forum

Umore: voglio dormire

Due anni, ma ci sono state violazioni a causa dell'asilo e della buona nonna. La dieta è davvero in espansione.
Il bambino è molto più sano di mente, è più facile essere distratto dai movimenti preferiti come girare. Di tutto il tempo non dirò, ma senza una ragione forte non psiche. Sullo sfondo della dieta, la regressione si fermò, e poi iniziarono i progressi lenti, ma facemmo molto socializzare. Tuttavia, tutto questo non ha dato il risultato prima di entrare nella dieta.

PS
Abbiamo problemi con il pancreas - non tutti gli enzimi sono prodotti in abbondanza, forse quindi il lievito, soprattutto sotto forma di rotoli, dà una pazzia acuta.

Messaggi: 4
Registrato: 23-2-10
Ubicazione: Ucraina, Kiev
Utente non sul forum

Umore: non puoi arrenderti!

Moonlike, grazie mille per l'informazione! Noi (in Ucraina) abbiamo persino prodotti privi di glutine pronte all'uso (pane, farina) e temevo di non riuscire a trovarlo. Ma ora hai bisogno di raccogliere forza. Ci proveremo!

Aminoacidi nell'autismo

Ciao, bambino 2 anni, la diagnosi di ASD, tra gravità lieve e moderata. Recentemente ha passato un'analisi di amminoacidi. So che possono influenzare i ritardi dello sviluppo. Dimmi, c'è un'analisi che qualcosa che possa inibire lo sviluppo. Grazie

Su richiesta del servizio di richiesta del medico, è disponibile una consulenza online gratuita di un terapeuta per qualsiasi problema che ti riguarda. Gli esperti medici forniscono consultazioni 24 ore su 24. Fai la tua domanda e ottieni subito una risposta!

Sì, sul glucosio già scritto. Donare il sangue per l'insulina, il glucosio.
C'è un aumento di alanina in violazione dei livelli ormonali: cortisolo, ACTH, TSH t4 cb, prolattina.
Abbandonare questi ormoni di più. Possono influenzare il ritardo dello sviluppo.
Il peso della crescita è nella media.
Aumenta anche con l'intolleranza alle proteine, la deposizione di sale nei tessuti.
Non ci sono sali nelle urine?

Modelli di cambiamenti nel pool di aminoacidi liberi nei fluidi biologici nei bambini con autismo

Abstract della tesi di laurea in medicina sul tema Regolarità dei cambiamenti nel pool di aminoacidi liberi nei fluidi biologici nei bambini con autismo

Come un manoscritto

STAROVOYTOVA Tatyana Evgenievna

REGOLARI CAMBIAMENTI DI CAMBIAMENTI DI ACIDI ACIDI ACIDI LIBERI IN FLUIDI BIOLOGICI NEI BAMBINI CON AUTISMO

14/03/03 - Fisiologia patologica 14/01/08 - Pediatria

tesi per il grado di candidato di scienze mediche

Il lavoro è stato svolto presso l'istituto dell'Accademia Russa delle Scienze Mediche Centro scientifico per problemi di salute della famiglia e riproduzione umana del ramo siberiano dell'Accademia russa delle scienze mediche.

Dottore in Medicina, Membro Corrispondente dell'Accademia Russa delle Scienze Mediche, Professore

dottore in medicina, professore

Kolesnikova Lyubov Ilinichna

Dolgikh Vladimir Valentinovich

dottore in medicina, professore

dottore in scienze mediche

Vlasov Boris Yakovlevich Pogodina Anna Valerievna

Fondazione dell'Accademia russa di scienze mediche Istituto di ricerca di farmacologia, filiale siberiana dell'Accademia russa di scienze mediche (Tomsk)

La difesa avrà luogo "1 c. /^.a/ Yaasov ad una riunione di

Service Board D 001.038.02 p (> e stabilimenti del Centro scientifico dell'Accademia Russa delle Scienze Mediche per problemi di salute della famiglia e riproduzione umana del ramo siberiano dell'Accademia Russa delle Scienze Mediche all'indirizzo: 664003, Irkutsk, Timiryazev St., 16.

La dissertazione può essere trovata nella biblioteca dell'Istituto dell'Accademia Russa delle Scienze Mediche Centro scientifico per problemi di salute della famiglia e riproduzione umana del ramo siberiano dell'Accademia russa delle scienze mediche.

L'abstract è distribuito "¿U>" / ^ А ^ -г ^^ ЯР 2011 г.

Segretario scientifico del consiglio di dissertazione, dottore in scienze mediche, professore

DESCRIZIONE GENERALE DEL LAVORO

L'autismo infantile è uno dei problemi di salute più urgenti al mondo, determinato non tanto dalla frequenza dell'autismo infantile (YES) nella popolazione infantile - da 4 a 26 ogni 10.000 bambini (Gillberg S., 2005; Wind Z., 2007), e dal significato sociale e anche uno studio insufficiente sull'eziologia e sulla patogenesi di questa malattia (Bashina VM 1999, 2001; Psichiatria, mani nazionali... 2009; Gillberg S., 2005).

SÌ appartiene al gruppo di disturbi dello sviluppo psicologico, manifestato da una violazione nell'interazione sociale, una violazione delle capacità comunicative e dell'immaginazione, un restringimento di interessi e attività. A causa della complessità della diagnosi di SI e della mancanza di conoscenza di questa anomalia, si presume che l'incidenza delle malattie sia molto più alta e ogni decimo bambino con ritardo mentale soffre di SÌ.

Opinione attualmente prevalente sulla polietiologia SI. L'autismo è una disfunzione sistemica del cervello, che può essere causata da varie anomalie nel funzionamento dei principali sistemi di regolazione, come il neurotrasmettitore, immunitario, ormonale. Il polimorfismo e la specificità dei disturbi nella DA ci permette di suggerire la presenza di cambiamenti biochimici caratteristici, che, sulla base di concetti teorici generali, possono essere collegamenti chiave nella patogenesi di questa malattia.

Alcuni amminoacidi e i loro metaboliti sono coinvolti nel neurotrasmettitore e nella regolazione umorale come composti funzionalmente indipendenti. Numerosi dati indicano che gli amminoacidi neurotrasmettitori ei loro recettori sono coinvolti nella formazione dei processi fondamentali dell'attività nervosa, nello sviluppo dei processi di pensiero, apprendimento, memoria, ecc. (Rajewski KS, Georgiev VP, 1986; Rajewski K. S., 1990; Skvortsov, IA, 2009; Hattori, N., 1990; Keshavan, M., Murray R., 1999; Meldrum BS, 1995). Le violazioni del contenuto di amminoacidi e dei loro metaboliti nel corpo sono una delle ragioni per l'insorgenza di vari processi patologici, che si manifestano principalmente nelle disfunzioni del sistema nervoso e contribuiscono allo sviluppo di numerose malattie nervose e mentali, specialmente nell'infanzia (Kalinina JI.B., Gusev E. I., 1981; Veltishchev, Yu.E., et al., 1983). L'ipotesi dell'effetto dannoso di uno squilibrio dell'amminoacido sul cervello in via di sviluppo è stata avanzata (Skvortsov I. А., 2009; Patologia di Disralerazione..., 2009; Waziri R., 1992; Pranzatolli M.R., 1995; Strupp B.J., 1995).

Forse l'identificazione dei disordini nel metabolismo degli amminoacidi nei bambini con autismo è necessaria per una corretta diagnosi e un trattamento patogenetico (Cotariu, R., 1990; MarkianosM., 1991; Deun P.P., 1992; RogawskiM.A., 1992; Dodson W.E., 1995).

Lo squilibrio nel metabolismo degli amminoacidi e dei loro metaboliti non è ben compreso nei disturbi autistici, specialmente nelle sindromi di Asperger (CA) e Kanner (IC). Sono stati descritti casi separati di cambiamenti nella concentrazione di singoli amminoacidi e dei loro metaboliti con XRD, tuttavia non è stata effettuata un'analisi completa del sistema dello spettro degli amminoacidi sostituibili, essenziali, compresi i mediatori.

I dati della letteratura di cui sopra, che riflettono la rilevanza dello studio degli aminoacidi nei bambini con autismo, così come i dati frammentari sulle caratteristiche cliniche e fisiologiche dei pazienti, sono stati i principali fattori motivazionali nel condurre questa ricerca di tesi.

Sulla base di quanto sopra, lo scopo del nostro lavoro era quello di identificare il significato patogenetico dei cambiamenti nel pool di aminoacidi nei fluidi biologici per lo sviluppo di metodi patogeneticamente comprovati per la correzione e la riabilitazione dei disturbi nelle sindromi di Asperger e Kanner nei bambini.

1. Identificare cambiamenti clinicamente significativi nello stato somatico e neuropsichiatrico nei bambini con sindromi di Asperger e Kanner.

2. Determinare i cambiamenti nella composizione aminoacidica nella fase di remissione delle sindromi di Asperger e Kanner.

3. Determinare il contenuto di informazioni di disturbi amminoacidici insostituibili, intercambiabili e mediatori in vari ambienti biologici nei bambini con sindromi di Asperger e Kanner e sviluppare una famiglia di modelli matematici per la corretta diagnosi e correzione di bambini con disturbi autistici.

4. Sviluppare metodi patogenetici per la correzione dei disturbi autistici nei bambini.

I dati prioritari sono che i bambini con autismo, significativamente più spesso rispetto al gruppo di controllo, hanno una combinazione di diversi fattori di rischio ante e perinatale con una predominanza significativa nel gruppo di bambini con sindrome di Kanner rispetto ai bambini con sindrome di Asperger.

È dimostrato che i bambini con disturbi autistici sono caratterizzati da uno sviluppo più disarmonico rispetto ai coetanei sani e sono sovrappeso rispetto alla crescita effettiva.

Nella struttura della patologia somatica nei bambini con autismo, significativamente più spesso rispetto al gruppo di controllo, vengono diagnosticate malattie del tratto gastrointestinale, allergia e immunopatologia.

Per la prima volta, sulla base di uno studio sugli amminoacidi a spettro completo (20 proteine ​​e 3 non proteiche) (insostituibili, sostituibili e mediatori) nel siero e nelle urine quotidiane nelle sindromi di Asperger e Kanner nei bambini, sono stati trovati disturbi simili e diversi nello spettro aminoacidico, che possono indicare processi patologici generali e specifici.

Sono stati rivelati gli indicatori più informativi nei gruppi di aminoacidi essenziali, sostituibili, compresi i mediatori, nei fluidi biologici studiati.

Ottenuto in questa dissertazione, i dati di ricerca sul contenuto e lo scambio di aminoacidi nei fluidi biologici nei bambini con sindrome di Asperger e Kanner possono essere alla base della diagnosi e della correzione patogenetica nei bambini con disturbi autistici.

Il significato pratico del lavoro

I risultati dello studio della concentrazione di amminoacidi nel sangue e nelle urine rendono probabile che questi fattori siano coinvolti nello sviluppo di disfunzioni delle strutture cerebrali, attraverso uno squilibrio di arginina, glutammato, metionina e cisteina. I dati ottenuti hanno dimostrato la fattibilità dello studio dello spettro degli amminoacidi e l'uso per la correzione della patologia nell'autismo dei bambini nei bambini (aminoacidi, neurotrasmettitore e farmaci neuromodulatori).

I dati ottenuti espande e integra le idee esistenti sul ruolo dei cambiamenti nel pool di aminoacidi liberi nei fluidi biologici nella patogenesi dell'autismo infantile.

I risultati ottenuti consentono di introdurre attivamente il trattamento mediante preparazioni di aminoacidi nel programma di terapia farmacologica di bambini con autismo con la selezione di schemi individuali. La versatilità del neurotrasmettitore e della terapia neuromodulatoria risiede nella possibilità di un'esposizione simultanea a un gran numero di diversi sistemi corporei, consente di ridurre al minimo la terapia farmacologica, dosare a ciascun paziente i regimi di trattamento e monitorare l'efficacia. La buona tolleranza, l'alta efficacia terapeutica, l'assenza di effetti collaterali ci permettono di raccomandare i metodi di trattamento proposti per l'uso nella pratica dell'assistenza sanitaria.

Per la prima volta, i metodi di trattamento patogeneticamente provato sono stati applicati nella pratica e confermati da brevetti esistenti.

Disposizioni per la protezione

1. Disturbi delle funzioni mentali superiori nei bambini con autismo sono associati a compromissione dello sviluppo fisico, patologia neurologica e somatica (tratto gastrointestinale, sistema immunitario).

2. Nella patogenesi della formazione dell'autismo infantile, uno dei legami chiave è uno squilibrio dei processi mediatori causato da un aumento e una diminuzione della concentrazione di aminoacidi essenziali / sostituibili e mediatori, che portano a condizioni reversibili del sistema patologico nella sindrome di Asperger e irreversibili nella sindrome di Kanner.

3. I cambiamenti generali nel pool di aminoacidi liberi, per entrambi i tipi di autismo, sono descritti dai seguenti indicatori più indicativi: arginina, metionina, taurina, shutamat, treonina, serina, glicina; le differenze nella sindrome di Asperger sono descritte da lisina, p-alanina e nella sindrome di Kanner - istidina, glutammina, aspartato, tirosina.

4. La correzione patogeneticamente giustificata dei bambini con autismo è l'uso di farmaci che influenzano i sistemi dopamina-, serotonina-, glutammato e GABAergico, in combinazione con farmaci metabolici, neuroprotettivi e nootropici, che portano al miglioramento delle funzioni mentali superiori, compresa la comunicazione e adattamento sociale familiare.

I materiali della tesi sono stati presentati e discussi alla Society of Children's Neurologists (Irkutsk, 2009), All-Russian Scientific and Practical Conference

"Healthy Family" (Irkutsk, 2009), Conferenza scientifica e pratica "Aspetti psicosociali della patologia infantile" (Irkutsk, 2010), Conferenza panrofona "Other Childhood" (Mosca, 2010), XV Congresso dei pediatri della Russia con partecipazione internazionale (Mosca, 2011) ), Il Congresso panrusso con partecipazione internazionale "Problemi dei disturbi psicosomatici nella moderna pediatria" (Novosibirsk, 2011).

Sul tema della tesi sono stati pubblicati 25 lavori, di cui 6 - su riviste scientifiche raccomandate dalla Commissione di attestazione superiore del Ministero dell'Istruzione e della Scienza della Federazione Russa, 4 brevetti.

La struttura e lo scopo della tesi

La tesi consiste in introduzione, revisione della letteratura, descrizione dei metodi di ricerca, risultati della propria ricerca, conclusioni, conclusioni, raccomandazioni pratiche, elenco di riferimenti. Il lavoro è presentato su 147 pagine di testo dattiloscritto, contiene 13 tavole, 9 figure. L'elenco di letteratura usata contiene fonti, tra cui 80 autori nazionali e 130 stranieri.

Materiali e metodi di ricerca

Il lavoro è stato svolto sulla base del Centro scientifico per i problemi della salute familiare e della riproduzione umana del ramo siberiano dell'Accademia russa delle scienze mediche dal 2001 al 2011.

Per raggiungere questo obiettivo e risolvere i problemi, si formano i seguenti gruppi. Il gruppo di controllo era composto da 295 bambini, paragonabili al gruppo principale per sesso ed età, che frequentavano le istituzioni scolastiche e che non avevano disturbi autistici. Il gruppo principale è costituito da due sottogruppi: il gruppo con sindrome di Asperger (39 bambini) e il gruppo di bambini con sindrome di Canner (43 bambini). La distribuzione dei soggetti per sesso ed età è presentata nella tabella 1.

La diagnosi di SÌ nei gruppi di studio è stata determinata utilizzando i criteri del DSM-IV per la diagnosi del disturbo autistico. Sindrome di Asperger - F84.5, Sindrome di Kanner - F84.0.

Per una conferma affidabile della diagnosi di DA, devono essere presenti almeno 8 dei 16 sintomi elencati, con 2 segni dal gruppo A, 1 - B e 1 - B.

I criteri di esclusione dai gruppi precedenti erano:

- lesioni organiche attuali del sistema nervoso centrale (SNC);

- disordini metabolici ereditari (fenilchetonuria, tirosinemia, iperglicemia, ecc.);

- Altri (altri) disturbi dello spettro autistico.

Sono stati utilizzati i seguenti metodi di ricerca: lo studio della storia della malattia e della vita, l'analisi dei fattori ereditari, la valutazione dello sviluppo fisico, la valutazione della struttura e la frequenza di insorgenza di malattie concomitanti, 6

stato neuropsichiatrico. Esaminato dai seguenti specialisti: psichiatra, psicologo, neurologo, pediatra, genetista, endocrinologo, gastroenterologo.

La valutazione dello sviluppo fisico (RF) è stata effettuata secondo il metodo generalmente accettato (R. Martin, K. Zaller, VV Bunak), sono stati misurati gli indici antropometrici di base dell'individuo (lunghezza e peso corporeo) e lo sviluppo fisico è stato valutato. Il giorno dell'indagine è stato determinato l'età esatta, espressa in anni, mesi e giorni, la successiva fascia d'età è stata effettuata tenendo conto del cambiamento del ritmo di sviluppo.

La valutazione di FR è stata effettuata da noi confrontando i dati antropometrici ottenuti in uno studio obiettivo sui bambini, con medie - tabelle di valutazione standard. Sulla base di deviazioni significative, 5 livelli si sono distinti nella valutazione del fattore di rischio: molto alto, sopra la media, media, sotto la media.

Tutti i bambini erano determinati a determinare l'armonia dello sviluppo fisico in due modi rispetto all'età: lunghezza e peso corporeo. Se i risultati di tutte e due le valutazioni cadevano nelle zone centili vicine e la differenza tra i numeri di queste stime non superava i 2, il DF era riconosciuto come armonioso. Se la differenza era 3, lo sviluppo era considerato disarmonico, 4 o più - nettamente disarmonico.

I test psicologici sono stati eseguiti per i pazienti con DA utilizzando varie tecniche prima, durante e dopo il trattamento per valutare l'efficacia della terapia prescritta e le ulteriori tattiche di gestione.

Metodi di ricerca di laboratorio

Il siero e l'urina quotidiana sono stati usati come materiale per lo studio. Il prelievo di sangue è stato effettuato al mattino a stomaco vuoto.

Gli aminoacidi sono stati determinati su un analizzatore di amminoacidi AAA-881 (Novo, Repubblica ceca). Precedentemente, siero di sangue e urina erano deproteinizzati con acido solfosalicilico al 3% e centrifugati per 10 minuti. a 21000 mg. Il tampone di Na-citrato pH 3,2 in un rapporto 1: 1 è stato aggiunto al supernatante per convertire gli amminoacidi in forma cationica. 0,2 mi del campione finito è stato applicato alla colonna. I campioni di urina sono stati preparati come segue: dopo deproteinizzazione con acido solfosalicilico al 3% e centrifugazione, analogamente a campioni di sangue, 2 mi di NaOH sono stati aggiunti a 2 mi di supernatante a pH 11-12. La soluzione è stata essiccata in un essiccatore sotto vuoto per rimuovere l'ammoniaca. Il residuo secco fu sciolto in 2 mi di tampone di Na-citrato pH 3,2 e aggiunto alla colonna per analisi in una quantità di 0,2 mi.

L'analizzatore opera sul principio della cromatografia su colonna a scambio ionico usando resine cationiche Na-sulfopolystyrene. L'intensità del colore risultante viene automaticamente misurata su un colorimetro fotoelettrico e registrata sotto forma di picchi. I picchi sono decodificati su PVM (Kozarenko, TD, et al., 1981; Osterman, JI.A., 1985).

L'analisi statistica dei dati di ricerca è stata eseguita utilizzando il pacchetto software Statistica 6.1. Abbiamo usato i metodi delle statistiche parametriche e non parametriche: con il test t-student, il criterio F di Fisher-Levin,

Criteri di Tukey per uguale e ineguale numero di campioni (Duke V., 1997; Glantz S., 1999).

Quando il numero di gruppi confrontati è più di due, sono state applicate le correzioni di Bon-Ferroni (Glantz S., 1999). Le differenze nell'indicatore comparato (media, varianza) sono state considerate significative quando sono state identificate differenze in uno degli indicatori. Con differenze in due indicatori simultaneamente (il problema di Fisher-Behrens), è stato applicato l'emendamento di Tukey.

Le differenze nei valori relativi o percentuali sono state valutate utilizzando il test g.

L'identificazione degli indicatori più informativi e delle regole decisionali per la diagnosi di patologia è stata effettuata utilizzando i metodi di analisi del passo discriminante multidimensionale.

L'analisi è stata condotta nel laboratorio dell'analisi di sistema dell'istituto statale "Centro scientifico per i problemi di salute della famiglia del ramo siberiano dell'Accademia russa delle scienze mediche" (capo del laboratorio, dottore in scienze biologiche, prof. VP Ilyin). Sono descritti solo spostamenti significativi (p 0.05). Differenze significative nel grado di armonia di FR tra gruppi di bambini con DA non sono osservate. yo% -

Molto alto ^ alto ^ sopra la media □ medio W] sotto la media

Sindrome di Asperger Gruppo di controllo della sindrome di Kanner

Fig. 1. La distribuzione dei bambini 3-6 anni a livello di FR.

Nel sottogruppo dell'età di 7-10 anni, la percentuale di bambini dei gruppi principali e di controllo con sviluppo fisico armonioso era simile a quella mostrata nel sottogruppo di bambini in età prescolare (55,5% e 87% rispettivamente (p = 0,002). 9,4% dei bambini gruppi e il 25% dei pazienti si (p> 0,05), nettamente disarmonico - il 3,8% dei bambini nel gruppo di controllo e il 19,4% dei bambini con SI (p = 0,04).

Va notato che, nel gruppo di controllo, la disarmonia di FR era principalmente caratterizzata da una mancanza di peso corporeo rispetto alla crescita effettiva (76,9%), mentre con XRD, l'86,7% dei bambini con FR disarmonico è sovrappeso.

Pertanto, i bambini con SÌ in generale sono caratterizzati da un livello significativamente più alto di sviluppo fisico rispetto ai loro coetanei senza manifestazioni autistiche e la percentuale di bambini con livelli FR superiori alla media e alti nei bambini con SI aumenta significativamente con l'età (p = 0,012). Inoltre, i bambini con SÌ rispetto ai bambini sani della stessa fascia d'età sono significativamente più spesso distinti dalla disarmonia di FR, caratterizzata da sovrappeso rispetto alla crescita effettiva. La percentuale di bambini con DA con disfunzione di FD, anche se non aumenta in modo significativo con l'età, è ancora significativamente più alta tra i bambini di 7-10 anni rispetto alla corrispondente fascia di età degli scolari sani.

0 molto alto alto e superiore alla media □ medio medio inferiore

Sindrome di Asperger Gruppo di controllo della sindrome di Kanner

Fig. 2. Distribuzione di bambini di 7-10 anni a livello di FR. 100%

disarmonico H disarmonico 0 armonioso

Sindrome canner sindrome asperger

Fig. 3. La distribuzione dei bambini 3-6 anni secondo la natura armoniosa del FR. 100%

disarmonico id armonico SZ armonico

Sindrome di Asperger Gruppo di controllo della sindrome di Kanner

Fig. 4. Distribuzione dei bambini di 7-10 anni secondo la natura armoniosa del DF.

Malattie del tratto gastrointestinale (discinesia delle vie biliari, malattie croniche della zona gastroduodenale) predominano nella struttura della patologia somatica (Fig. 5) nei bambini con DA, che sono stati diagnosticati nel 71,6% dei bambini con DA, rispetto al 20% nel gruppo di controllo <р = 0,0001). Отмечено, что при синдроме Каннера заболевания ЖКТ регистрируются несколько более часто, чем при синдроме Аспергера <р = 0,07).

Allergia e immunopatia rappresentata da asma bronchiale, dermatite atopica, rinite allergica, stati di immunodeficienza secondaria sono stati diagnosticati nel 59,5% dei bambini con SÌ, mentre nel gruppo di controllo, nell'8% (p = 0,0001).

E ruolo IT di n = 35 Ezasperger n = 36 EZKanner n = 38

Fig. 5. Struttura della patologia concomitante nei bambini del gruppo di controllo, sindrome di Asperger e Kanner (%).

Patologia del tratto respiratorio superiore (tonsillite cronica, adenoidite, curvatura del setto nasale) è stata più spesso diagnosticata nei bambini con SÌ (22,5%) rispetto al gruppo di controllo (8%), senza significative differenze intergruppi.

I disordini cardiovascolari in entrambi i gruppi erano rappresentati principalmente da disfunzioni del nodo del seno - tachicardia sinusale e bradiaritmie, blocco seno-atriale da 2 cucchiai. Tipo 1 - 23,9% dei bambini con SÌ, 8% nel gruppo di controllo (p> 0,05).

In relazione a sano - il 8% della patologia combinata è considerevolmente più comune, è annotato in bambini con SA e SK il 55% e il 36%, rispettivamente (p> 0,05).

Pertanto, con YES, la frequenza di rilevamento di allergopatie, disturbi gastrointestinali e comorbidità era significativamente più alta rispetto al gruppo di controllo. Tuttavia, la frequenza della patologia rilevata ™ tra i gruppi di bambini con DA non ha avuto differenze significative.

Lo stato neurologico al momento dell'esame dei bambini era caratterizzato da microsintomatici sparsi sotto forma di dissociazione del tono, cambiamento dei riflessi (leggera asimmetria del tendine e riflessi periostali), bassa produzione del parlato e presenza di un difetto nella comunicazione sociale.

Da parte dei nervi cranici - insufficienza dell'innervazione cranica sotto forma di asimmetria e levigatezza delle pieghe naso-labiali, asimmetria delle fessure palpebrali, deviazioni della lingua dalla linea mediana, ecc.; Il 15,6% dei bambini ha subito violazioni di convergenza e accomodamento, morbidezza e ridotta mobilità della piega naso-labiale: a destra - nel 17,2% dei bambini, a sinistra - 12,4% dei bambini; deviazione della lingua dalla linea mediana nel 2% (la maggior parte dei bambini ha rifiutato di seguire questa istruzione), i sintomi bulbare e pseudobulbare non sono stati rilevati, ma nel 14% dei bambini c'è stata una prolungata ritenzione di cibo in bocca con un riflesso di deglutizione conservato. Dissociazione di tono, riflessi patologici, disturbi di coordinazione erano nel 35,5-41,1% rispetto al gruppo di confronto clinico 9,1%.

I sintomi neurologici erano più pronunciati nei bambini con autismo nella fascia di età 3-6 anni e levigati, ma non scomparivano, all'età di 7-10 anni.

Nella struttura della patologia neurologica (Tabella 4), abbiamo considerato singole sindromi neurologiche, quali insufficienza cervicale periferica, sindrome da distonia muscolare, sindrome da insufficienza extrapiramidale piramidale, enuresi e altre sindromi (tic, sindrome convulsiva, sindrome ipertensiva-idrocefalica).

È stato rivelato che nei bambini con sindrome di Asperger e Kanner è significativo (p - una diminuzione del metabolismo, - un aumento del metabolismo.

1. I bambini affetti da autismo, significativamente più spesso rispetto al gruppo di controllo, hanno una combinazione di diversi fattori di rischio ante-e perinatale (nel 54% e nell'8,6% dei casi, rispettivamente, p = 0,0001), con una predominanza significativa nel gruppo di bambini con la sindrome di Kanner (75,3%) rispetto ai bambini con sindrome di Asper-Gera (36,6%) (p = 0,01).

2. I bambini con disturbi autistici sono significativamente più spesso dei loro coetanei sani, caratterizzati da uno sviluppo fisico superiore alla media e alto in combinazione con la sua disarmonia, caratterizzata da sovrappeso rispetto alla crescita effettiva.

3. Nella struttura della patologia somatica nei bambini con autismo, sono diagnosticati significativamente più spesso rispetto al gruppo di controllo, malattie gastrointestinali (p = 0,0001), allergici e immunopatologia (p = 0,0001).

4. La modellizzazione matematica dei disturbi nei bambini con sindrome di Asperger in relazione a quelli praticamente sani ha rivelato i segni di classificazione più significativi nel sangue degli amminoacidi essenziali (arginina, metionina, lisina) con significato diagnostico - 88,1%, sostituibile (taurina, gutamato)

- 85,94%, freno / eccitatorio (taurina, glutammato) - 85,9%; nelle urine di essenziale (treonina, leucina) - 96,75%, sostituibile (serina, taurina, glutamina, p-alanina, glicina) - 98%, inibitore / stimolante (taurina, glicina) - 90,8%.

5. La modellizzazione matematica dei disturbi nei bambini con sindrome di Kanner rispetto a quelli sani ha rivelato i segni di classificazione più significativi nel sangue degli amminoacidi essenziali (metionina, istidina, arginina) con significato diagnostico - 87,3%, sostituibile (taurina, glutammina) - 94,71 % di freno / eccitatori (taurina, aspartato, glicina, glutammato)

- 94,71%; nelle urine di essenziale (treonina) - 96,82%, sostituibile (serina, glicina, tirosina) - 85,18%, inibitorio / stimolante (glicina) - 84,13%.

6. Secondo i risultati dello studio, per la correzione dello squilibrio degli amminoacidi e delle manifestazioni cliniche, è stata proposta una farmacoterapia patogeneticamente diretta nei bambini con disturbi autistici; usato - promotori del metabolismo della serotonina e della catecolamina, farmaci neuroprotettivi, nootropici e metabolici.

7. L'uso di farmaci aminoacidici e dei loro derivati ​​sullo sfondo di regimi di trattamento standard migliora la funzione dei sistemi di neurotrasmettitori, ha un effetto positivo sulla formazione di reazioni emotive, processi cognitivi, linguaggio, pensiero, ecc.; migliora significativamente l'attività mirata, i meccanismi motivazionali, l'attenzione, la memoria, riduce il livello di cerebrastenia, aumenta l'attività mentale, con una diminuzione della gravità delle forme inferiori di sviluppo e comportamento (stereotipi, ecolalia, paure, ecc.) e una diminuzione delle manifestazioni cliniche, portando così a adattamento sociale dei bambini. La dinamica positiva si è basata sui risultati dell'analisi di varie tecniche psicologiche da deboli a gravi dall'80 al 94%, di cui il grado severo e moderato andava dal 48 al 59%.

1. Per i pazienti con autismo, è necessario condurre uno studio sugli amminoacidi e sui loro metaboliti in vari media (sangue, urina);

2. È necessario includere l'osservazione dinamica di un pediatra e specialisti stretti (gastroenterologo, endocrinologo e allergologo-immunologo) nello standard di gestione dei pazienti con SÌ;

3. Usare droghe nella correzione dei disturbi autistici: isomero lev-crescente di un amminoacido aromatico insostituibile, derivati ​​di L-DOPA, derivati ​​dell'acido fumarico e colina alfostserat insieme a fisioterapia e metodi di correzione psicologica. Questi sviluppi sono confermati da 4 brevetti della Federazione Russa - Brevetto 2333755 "Prodotto medicinale per il trattamento del ritardo mentale e del linguaggio di varie eziologie"; Brevetto 2395279 "L'uso del triptofano per il trattamento del ritardo mentale e del linguaggio nelle malattie neuropsichiatriche"; Brevetto 2403034 "L'uso di madopar per la correzione di disturbi cognitivi, motivazionali, emotivi nei bambini con disturbi autistici"; Brevetto 20091421106 "L'uso della gliatilina nella complessa terapia dei disturbi acustici."

ELENCO OPERE PUBBLICATO PER DISSERTAZIONE

1. Dolgikh V.V., Starovoytova T.E., Mikhnovich V.I. Caratteristiche dello scambio di aminoacidi inibitori ed eccitatori in bambini con compromissione dello sviluppo psicoverbale // Raccolta materiali della conferenza: mes. - Vladivostok, 2005. - p. 87.

2. Polymorphism di manifestazioni cliniche e neurologiche in bambini durante registrazione di complessi rolacdic su ELETTROENCEFALOGRAMMA / V.V. Dolgikh, T.E. Starovoytova [et al.] // Bul. VSNTS CON RAMS. - 2006. - № 5. - P. 51-55.

3. Caratteristiche dei disturbi neurologici e dei loro esiti nei neonati e nei bambini piccoli di madri con patologia della gravidanza e del parto / I.E. Starovoytova [et al.]. // Bull. VSNTS CON RAMS. - 2007. - № 1. - p. 91.

4. Derivati ​​dell'acido fumarico per il trattamento dei ritardi di sviluppo psicoverbali / V.V. Dolgikh, T.E. Starovoytova [et al.] // Sib. consultazione. - 2007. - № 1. - p. 125.

5. Trattamento dei ritardi nello sviluppo psicoterapeutico con derivati ​​dell'acido fumarico. Starovoytova [et al.] // Bul. VSNTS CON RAMS. - 2007. - № 1. - p. 152.

6. L'uso di un nuovo farmaco per il trattamento dei ritardi di sviluppo psicoverbale / IE. Starovoytova [et al.]. - Irkutsk, 2007. - 12 p. - Dep. in VINITI RAS 22.05.07; N. 549 - Nel 2007.

7. Dolgikh V.V., Mikhnovich V.I., Starovoitova T.E. Disturbi psicosomatici nei bambini con autismo nella prima infanzia // Primo unificato, scientifico-pratico. forum per bambini: mes. - Orel, 2008. - Pag. 186.

8. Caratteristiche del metabolismo nei bambini con disturbi autistici / Vale. Starovoytova [et al.] // Problemi moderni e modi per risolverli nella scienza, nei trasporti, nella produzione e nell'istruzione: materiali scientifici. tr. Intern. scientifico e pratico. Conf. - Ucraina Odessa, 2008. - T. 23. - P. 7-9.

9. Uso del triptofano nei bambini con disturbi del sonno // V.I. Mikhnovich, V.V. Dolgikh, T.E. Starovoytova [et al.]. - Irkutsk, 2008. - 9 p. - Dep. 29.09.2008; No. 735-B 2008.

10. Il caso di ascesso "sorridente" / L.I. Kolesnikova, T.E. Starovoytova [et al.] // Zhurn. Neurologia e Psichiatria. SS Korsakov. - 2008. - № 1. - P. 76-78.

11. Sviluppo psicomotorio di bambini con autismo nella prima infanzia / T.E. Starovoytova [et al.] // Primo unificato, scientifico-pratico. forum per bambini: mes. - Orel, 2008. - Pag. 245.

12. Correzione di alcuni disturbi somatici nei bambini con autismo / T.E. Starovoytova [et al.] // II Baltico. Congrève. sulla neurologia infantile: materiali. -SPb., 2009.-S. 189.

13. Alcuni aspetti della correzione dei disturbi psicoverbali / T.E. Starovoytova [et al.]. II Balt. Congrève. su neurologia infantile: materiali - SPb., 2009. - p. 154.

14. Alcuni aspetti della correzione dei disturbi psicosomatici nei bambini con disturbi autistici / L.I. Kolesnikova, V.V. Dolgikh, T.E. Starovoytova [et al.] // Bul. Sibir. medicina. - 2009. - Pag. 48-50.

15. Idee moderne sull'aiutare i bambini con disturbo da deficit di attenzione / iperattività / L. Kolesnikova, V.V. Dolgikh, T.E. Starovoytova [et al.] // Bul. Sibir. medicina. - 2009. - № 1. - P. 26-28.

16. Uso del triptofano per la correzione dei disturbi psicoterapeutici nei bambini con disturbi autistici / TE. Starovoytova [et al.] // Aree moderne di ricerca teorica e applicata - medicina, medicina veterinaria e farmaceutica: materiali dello Stagista. scientifico e pratico. Conf. - Odessa, 2010. - T. 3. - P. 77-79.

17. L'uso di madopar per la correzione dei disturbi autistici nei bambini / ie. Starovoytova, V.V. Dolgikh, V.I. Mikhnovich [et al.]. - Irkutsk, 2010.-5 p. - Dep. in VINITI RAS; 30.08.10; No. 500-B 2010.

18. L'uso di L-triptofano nella complessa terapia dei ritardi dello sviluppo psicoverbale nei bambini / T.E. Starovoytova [et al.]. - Irkutsk, 2010.-8s, - Dep. in VINITI RAS; 26.08.10; 498-B2010.

19. Terapia complessa del disturbo da deficit di attenzione e iperattività nei bambini / I.E. Starovoytova [et al.]. - Irkutsk, 2011. - 5 p. - Dep. in VINITI RAS; 15 febbraio 2011, n. 70-B 2011.

20. L'uso della gliatilina nella complessa terapia dei disturbi acustici / ie. Starovoytova [et al.]. - Irkutsk, 2011. - 5 p. - Dep. in VINITI RAS; 15.02.2011; № 71-В 2011.

21. La struttura dei disturbi psicosomatici nei bambini con autismo //V.V. Dolgikh, Ie. Starovoytova, V.I. Mikhnovich [et al.] // Problemi reali della pediatria dall'Intern. partecipazione: XV congr. pediatri della Russia. - M., 2011. - P. 826-827.

22. Pat. 2333755 C1 Federazione russa IPC А61К 31/205 Farmaci per il trattamento di ritardi psicoverbali dello sviluppo di varie eziologie / V.I. Mikhnovich, V.V. Dolgikh, Ie. Starovoytova [et al.]. - № 2007102114/15; appl. 19.01.2007; publ. 20.09.2008, Byul. 26. - 2 s.

23. Pat. 2395279 С2 Federazione Russa IPC À61К 31/198 Uso del triptofano per il trattamento dello sviluppo psicovasco ritardato in pazienti nervosi e

malattia mentale / T.E. Starovoytova, T.A. Teterina, V.V. Long [e altri]. -Natura 2008133842/14; appl. 18.08.2008; publ. 27.07. 2010, Bull. 21. - 2 s.

24. Pat. 2403034 С2 Federazione Russa IPC À61К 31/198 Uso della coppia Mado per la correzione di disturbi cognitivi, motivazionali, emotivi nei bambini con disturbi autistici / Т.Е. Starovoytova, T.A. Teterina, V.V. Long [e altri]. -Natura 2008131621/15; appl. 30 luglio 2008; publ. 10.11.2010, Boll. 31. -2 sec.

25. Pat. 20909142106 C1 Federazione Russa, IPC AC61K 31/198 Applicazione della gliatilina nella complessa terapia dei disturbi autistici / T.E. Starovoytova, V.I. Mikhnovich, V.V. Long, [e altri]. -So 2009142106/15; appl. 16.11.2009.

Ккр, n / з (ГК.СА) - valore canonico, sangue, aminoacidi insostituibili

Cf, miele - aminoacidi mediatore del sangue

SÌ - Autismo della prima infanzia

CA - Sindrome di Asperger

SC - Sindrome canner

UPB: la minaccia dell'aborto

CNS - sistema nervoso centrale

FR: sviluppo fisico

Firmato per la stampa 25.07.2011. Carta offset Formato 60 × 84 '/ Ora cuffia. Cond. Pec. l. 1.0 Circolazione 100 copie. Numero d'ordine 078-11.

RIO NTS PBX SB RAMS (Irkutsk, Bortsov Revolyutsii, 1. Tel 29-03-37 E-mail: [email protected])

I contenuti della tesi Starovoitova, Tatyana Evgenievna :: 2011 :: Irkutsk

CAPITOLO 1. Dati attuali sulla letteratura sugli amminoacidi, i loro metaboliti e le principali funzioni del corpo in condizioni normali e patologiche (revisione della letteratura).

1.1. Il ruolo degli aminoacidi e dei loro metaboliti nel funzionamento del sistema nervoso. ^ I

1.1.1. Dati generali ^ ^

1 ^ 2 Aminoacidi neurotrasmettitori eccitatori.

1.1.3. Amminoacidi del neurotrasmettitore del freno. y]

1.1.4. Gli amminoacidi essenziali e alcuni non essenziali sono brevi presentazioni (triptofano, tirosina, fenilalanina, metionina, cisteina, istidina, arginina e loro metaboliti).

1.2. Amminoacidi e loro metaboliti nei disturbi autistici.

1.3. Domande di eziologia, patogenesi e cambiamenti morfofunzionali nei bambini con autismo.

1.4. Il quadro clinico della sindrome di Kanner e della sindrome di Asperger.

CAPITOLO 2. Oggetti e metodi di ricerca.

2.1. Caratteristiche generali dei gruppi di osservazione.

2.2. Metodo clinico e anamnestico ^

2.3. Metodi per la determinazione degli amminoacidi e dei loro metaboliti nel siero e nelle urine.

2.4. Metodi di analisi statistica utilizzati nella tesi.

CAPITOLO 3. I risultati dello studio e la loro discussione, in particolare lo stato somatico e neuropsichiatrico nei bambini con autismo.

3.1. Caratteristiche della storia genetica, ante-e perinatale.

3.2 Caratteristiche dello sviluppo fisico dei bambini con autismo, a seconda dell'età.

3.3. Caratteristiche dei disturbi somatici nei soggetti

3.4. Caratteristiche psiconeurologiche dei bambini con sindrome di Asperger e Kanner.

CAPITOLO 4. I risultati dello studio del pool di aminoacidi liberi nei fluidi biologici nei bambini con sindromi di Asperger e Kanner. ^

4.1. Cambiamenti nel contenuto di aminoacidi essenziali nei fluidi biologici nei bambini esaminati. battiti

4.2. Cambiamenti nel contenuto di amminoacidi sostituibili

Nei liquidi biologici nei bambini esaminati.

4.2.1. Cambiamenti nel contenuto di aminoacidi meditatori eccitatori e inibitori nei fluidi biologici nei bambini esaminati

4.3. Modelli matematici e disturbi più informativi negli aminoacidi essenziali, intercambiabili, compresi i mediatori, nei bambini con sindromi di Asperger e Kanner.

4.3.1. Modelli matematici dei disturbi più informativi nel pool di aminoacidi liberi nella sindrome di Asperger.

4.3.2. Modelli matematici dei disturbi più informativi del pool di metabolismo libero degli aminoacidi nei bambini con la sindrome

4.3.3. Modello matematico di modelli di violazioni del pool di aminoacidi nei bambini con sindrome di Asperger e Kanner.

4.3.4. Modello di modelli di violazioni degli amminoacidi liberi nei bambini, che descrive le differenze più identificate tra tutti e tre i gruppi studiati.

CAPITOLO 5. Metodi patogeneticamente giustificati per la correzione dei disturbi autistici. juan

Introduzione della tesi sul tema "Fisiologia patologica", Starovoytova, Tatyana Evgenievna, abstract

L'autismo infantile è uno dei problemi urgenti dell'assistenza sanitaria nel mondo, che è determinato non tanto dalla frequenza dell'autismo infantile (SÌ) nella popolazione infantile - da 4 a 26 per 10.000 bambini [Gillberg S., 2005; WindZ., 2007], e quanto significato sociale e anche insufficiente conoscenza dell'eziologia e della patogenesi di questa malattia [Bashina V.M. 1999, 2001; Psichiatria: nat. Hands-on. 2009; Gillberg S., 2005].

SÌ appartiene al gruppo di disturbi dello sviluppo psicologico, manifestato da una violazione nell'interazione sociale, una violazione delle capacità comunicative e dell'immaginazione, un restringimento di interessi e attività. A causa della complessità della diagnosi di SI e della mancanza di conoscenza di questa anomalia, si presume che l'incidenza delle malattie sia molto più alta e ogni decimo bambino con ritardo mentale soffre di SÌ.

Opinione attualmente prevalente sulla polietiologia SI. L'autismo è una disfunzione sistemica del cervello, che può essere causata da varie anomalie nel funzionamento dei principali sistemi di regolazione, come il neurotrasmettitore, immunitario, ormonale. Il polimorfismo e la specificità dei disturbi nella DA ci permette di suggerire la presenza di cambiamenti biochimici caratteristici, che, sulla base di concetti teorici generali, possono essere collegamenti chiave nella patogenesi di questa malattia.

Alcuni amminoacidi e i loro metaboliti sono coinvolti nel neurotrasmettitore e nella regolazione umorale come composti funzionalmente indipendenti. Numerosi dati suggeriscono che gli amminoacidi neurotrasmettitori ei loro recettori sono coinvolti nella formazione dei processi fondamentali dell'attività nervosa, nello sviluppo del pensiero, dell'apprendimento, della memoria, ecc. [Raevsky KS, Georgiev VP, 1986; Raevsky K.S., 1990; Skvortsov, IA, 2009; HattoriH., 1990; Keshavan, M., Murray R., 1999; MeldrumB.S.,

1995]. Le violazioni del contenuto di amminoacidi e dei loro metaboliti nel corpo sono una delle ragioni dell'emergere di vari processi patologici, che si manifestano principalmente nelle disfunzioni del sistema nervoso e contribuiscono allo sviluppo di numerose malattie nervose e mentali, specialmente nell'infanzia [Kalinina LV, Gusev E. I., 1981; Veltishchev Yu.E. et al., 1983]. L'ipotesi dell'effetto dannoso di uno squilibrio degli amminoacidi sul cervello in via di sviluppo è stata avanzata [Skvortsov IA, 2009; Patologia da disregolazione del sistema nervoso / a. EI Guseva, G.N. Kryzhanovsky., 2009; Uagsh J., 1992; Rhapga1; OSh'M.K., 1995; 81 H. B.1., 1995].

La possibile identificazione di disordini nel metabolismo degli amminoacidi nei bambini con autismo è necessaria per la diagnosi corretta e per il trattamento patogeneticamente comprovato [Archer, 1990; MagYapovM., 1991; BeipR.R. ', 1992; Yovatozi MA, 1992; Boskop 1995].

Uno squilibrio nel metabolismo degli amminoacidi e dei loro metaboliti non è ben compreso nei disturbi autistici, specialmente nelle sindromi di Asperger (CA) e Kanner (IC). Sono stati descritti casi distinti di cambiamenti nella concentrazione dei singoli amminoacidi e dei loro metaboliti con SÌ, tuttavia non è stata effettuata un'analisi completa del sistema, uno spettro di amminoacidi sostituibili, insostituibili, compresi quelli mediatori.

I dati della letteratura di cui sopra, che riflettono la rilevanza dello studio degli aminoacidi nei bambini con autismo, così come i dati frammentari sulle caratteristiche cliniche e fisiologiche dei pazienti, sono stati i principali fattori motivazionali nel condurre questa ricerca di tesi.

In relazione a quanto sopra, lo scopo del lavoro era quello di identificare il significato patogenetico dei cambiamenti nel pool di aminoacidi nei fluidi biologici al fine di sviluppare metodi patogeneticamente comprovati per la correzione e la riabilitazione dei disturbi nelle sindromi di Asperger e Kanner nei bambini.

Per raggiungere questo obiettivo, i seguenti compiti sono stati risolti in modo coerente:

1. Identificare cambiamenti clinicamente significativi nello stato somatico e neuropsichiatrico nei bambini con sindromi di Asperger e Kanner.

2. Determinare i cambiamenti nella composizione aminoacidica nella fase di remissione delle sindromi di Asperger e Kanner.

3. Determinare il contenuto informativo dei disturbi amminoacidici insostituibili, sostituibili e mediatori in vari ambienti biologici nei bambini con sindromi di Asperger e Kanner e sviluppare una famiglia di modelli matematici per la corretta diagnosi e correzione di bambini con disturbi autistici.

4. Sviluppare metodi patogenetici per la correzione dei disturbi autistici nei bambini.

I dati prioritari sono che i bambini con autismo, significativamente più spesso rispetto al gruppo di controllo, hanno una combinazione di diversi fattori di rischio ante- e perinatale con una predominanza significativa nel gruppo di bambini con sindrome di Kanner rispetto ai bambini con sindrome di Asperger.

È dimostrato che i bambini con disturbi autistici sono caratterizzati da uno sviluppo più disarmonico rispetto ai coetanei sani e sono sovrappeso rispetto alla crescita effettiva.

Nella struttura della patologia somatica nei bambini con autismo, sono diagnosticati significativamente più spesso rispetto al gruppo di controllo, malattie gastrointestinali, allergia e immunopatologia.

Per la prima volta, sulla base di uno studio sugli amminoacidi a spettro completo (20 proteine ​​e 3 non proteiche) (insostituibili, sostituibili e mediatori) nel siero e nelle urine quotidiane nelle sindromi di Asperger e Kanner nei bambini, sono stati trovati disturbi simili e diversi nello spettro degli amminoacidi, che possono testimoniare sui processi patologici generali e specifici.

Sono stati rivelati gli indicatori più informativi nei gruppi di aminoacidi essenziali, sostituibili, compresi i mediatori, nei fluidi biologici studiati.

Ottenuto in questa dissertazione, i dati di ricerca sul contenuto e lo scambio di aminoacidi nei fluidi biologici nei bambini con sindrome di Asperger e Kanner possono essere alla base della diagnosi e della correzione patogenetica nei bambini con disturbi autistici.

Il significato pratico del lavoro

I nuovi dati ottenuti ampliano e completano le idee esistenti sul ruolo dei cambiamenti nel pool di aminoacidi liberi nei fluidi biologici nella patogenesi dell'autismo infantile.

I risultati dello studio della concentrazione di amminoacidi nel sangue e nelle urine rendono probabile che questi fattori siano coinvolti nello sviluppo di disfunzioni delle strutture cerebrali, attraverso uno squilibrio di arginina, glutammato, metionina e cisteina. I dati ottenuti hanno dimostrato la fattibilità di studiare lo spettro degli amminoacidi e utilizzarlo per la correzione della patologia nell'autismo dei bambini nei bambini (aminoacidi, neurotrasmettitori e farmaci neuro-modulatori).

I risultati ottenuti consentono di introdurre attivamente il trattamento mediante preparazioni di aminoacidi nel programma di terapia farmacologica di bambini con autismo con la selezione di schemi individuali. La versatilità del neuro-mediatore e della terapia neuromodulatoria risiede nella possibilità di un'esposizione simultanea a un gran numero di diversi sistemi corporei, consente di ridurre al minimo la terapia farmacologica, dosare a ciascun paziente i regimi di trattamento e monitorare l'efficacia. Buona tolleranza, alta efficacia terapeutica, nessun effetto collaterale ci permette di raccomandare i metodi di trattamento proposti per l'uso in assistenza sanitaria pratica.

Per la prima volta, i metodi di trattamento patogeneticamente provato sono stati applicati nella pratica e confermati da brevetti esistenti.

I materiali di tesi sono presentati e discussi su:

- Society of Pediatric Neurologists December (Irkutsk 2009);

Conferenza scientifico-pratica tutta russa "Healthy Family" (Irkutsk, 2009);

Conferenza scientifico-pratica "Aspetti psicosociali della patologia dell'infanzia" (Irkutsk, 2010);

Conferenza tutta russa "Altra infanzia" (Mosca, 2010);

- XV Congresso dei Pediatri della Russia con partecipazione internazionale (Mosca, 2011);

- Congresso panrusso con partecipazione internazionale "Problemi dei disturbi psicosomatici nella moderna pediatria" (Novosibirsk, 2011).

Sull'argomento della tesi sono stati pubblicati 25 lavori, di cui 6 - su riviste scientifiche peer-reviewed, 4 brevetti - Brevetto 2333755 "Prodotto medicinale per il trattamento dello sviluppo psicoverbalico ritardato di varie eziologie"; Brevetto 2395279 "L'uso del triptofano per il trattamento del ritardo mentale e del linguaggio nelle malattie neuropsichiatriche"; Brevetto 2403034 "L'uso di madopar per la correzione di disturbi cognitivi, motivazionali, emotivi nei bambini con disturbi autistici"; Brevetto 20091421106 "L'uso della gliatilina nel trattamento dei disturbi autistici."

Lo scopo e la struttura della tesi:

La tesi è presentata su 152 pagine di testo dattiloscritto e consiste in un'introduzione, una revisione della letteratura, una descrizione dei metodi di ricerca, risultati della ricerca personale, conclusioni generali, conclusioni, raccomandazioni pratiche, elenco di riferimenti, di cui 213 fonti (79 in russo e 134 in lingue straniere). Il testo della tesi è illustrato con 13 tabelle, 10 figure e 2 schemi concettuali.

Conclusione della ricerca di tesi sull'argomento "Regolarità dei cambiamenti nel pool di aminoacidi liberi nei fluidi biologici nei bambini con autismo"

1. I bambini affetti da autismo, significativamente più spesso rispetto al gruppo di controllo, hanno una combinazione di diversi fattori di rischio ante-e perinatale (nel 54% e nell'8,6% dei casi, rispettivamente, p = 0,0001), con una predominanza significativa nel gruppo di bambini con la sindrome di Kanner (75,3%) rispetto ai bambini con sindrome di Asperger (36,6%) (p = 0,01).

2. I bambini con disturbi autistici sono significativamente più spesso dei loro coetanei sani, caratterizzati da uno sviluppo fisico superiore alla media e alto in combinazione con la sua disarmonia, caratterizzata da sovrappeso rispetto alla crescita effettiva.

3. Nella struttura della patologia somatica nei bambini con autismo, significativamente più spesso rispetto al gruppo di controllo, vengono diagnosticate malattie del tratto gastrointestinale (p = 0,0001), allergiche e immunopatologiche (p = 0,0001).

4. La modellizzazione matematica dei disturbi nei bambini con sindrome di Asperger in relazione a quelli praticamente sani ha rivelato i segni di classificazione più significativi nel sangue degli amminoacidi essenziali (arginina, metionina, lisina) con un significato diagnostico dell'88,1%, sostituibile (taurina, glutammato) - 85,94% inibitorio / eccitatorio (taurina, glutammato) -85,9%; 'nelle urine - essenziale (treonina, leucina) - 96,75%, sostituibile (serie, taurina, glutamina, (Z-alanina, glicina) - 98%, freno / eccitatorio (taurina, glicina) - 90,8%.

5. La modellizzazione matematica dei disturbi nei bambini con sindrome di Kanner, rispetto a quelli praticamente sani, ha rivelato i segni di classificazione più significativi nel sangue degli amminoacidi essenziali (metionina, istidina, arginina) con un significato diagnostico dell'87,3%, sostituibile (taurina, glutammina) - 94, 71%: inibitorio / eccitatorio (taurina, aspar-tat, glicina, glutammato) - 94,71%; nelle urine - essenziale (treonina) - 96,82%, sostituibile (serina, glicina, tirosina) - 85,18%, inibitorio / eccitatorio (glicina) - 84,13%.

6. Secondo i risultati dello studio, è stata proposta la farmacoterapia patogeneticamente diretta nei bambini con disturbi autistici per la correzione degli squilibri degli amminoacidi e delle manifestazioni cliniche; usato - promotori del metabolismo della serotonina e della catecolamina, farmaci neuroprotettivi, nootropici e metabolici.

7. L'uso di varie combinazioni di farmaci sullo sfondo di regimi di trattamento standard migliora la funzione dei sistemi di neurotrasmettitori, ha un effetto positivo sulla formazione di reazioni emotive, processi cognitivi, linguaggio, pensiero, ecc.; migliora significativamente l'attività mirata, i meccanismi motivazionali, l'attenzione, la memoria, riduce il livello di cerebrostia, aumenta l'attività mentale con una diminuzione della gravità delle forme inferiori di sviluppo e comportamento (stereotipi, ecolalia, paure) e una diminuzione delle manifestazioni cliniche, portando così a un migliore adattamento sociale dei bambini. La dinamica positiva si è basata sui risultati dell'analisi di varie tecniche psicologiche da deboli a gravi dall'80 al 94%, di cui il grado severo e moderato andava dal 48 al 59%.

1. Per i pazienti con autismo, è necessario condurre uno studio sugli amminoacidi e sui loro metaboliti in vari media (sangue, urina).

2. Lo standard di gestione dei pazienti con SI dovrebbe includere l'osservazione dinamica di un pediatra e di specialisti ristretti (gastroenterologo, endocrinologo e immunologo allergologo).

3. Utilizzare farmaci nella correzione dei disturbi autistici: isomero levogirato di un amminoacido aromatico insostituibile, derivati ​​di L-DOPA, derivati ​​dell'acido fumarico e colina alfostserat insieme a metodi di correzione fisioterapeutici e psicologici.

Riferimenti in medicina, tesi di laurea 2011, Starovoitova, Tatyana Evgenievna

1. Aliyev K.O. Il ruolo dell'innervazione serotoninergica dell'ippocampo nell'organizzazione del sonno // Fisiologo, Journal. 1992. - V. 78, № 10. - P. 21-27.

2. Amminoacidi in medicina / V.I. Zapadnyuk e altri - Kiev: Salute, 1982.-200 p.

3. Anokhin P.K. Biologia e neurofisiologia del riflesso condizionato. - M.: Medicina, 1968.- 105 p.

4. Atsambinova S.A. Neurorecettori del glutammato. L.: Science, 1989. -144 p.

5. Badalyan LO, Gusev E.I., Korolev I.A. Cambiamenti nel metabolismo degli amminoacidi in alcune lesioni geneticamente determinate del sistema nervoso // Vestn. Accademia delle scienze mediche dell'URSS. 1989. - № 2. - p. 45-52.

6. Bashina V.M. Autismo nell'infanzia. M.: Medicina, 1999. - 240 p.

7. Bashina V.M. Approcci moderni al problema dell'autismo nell'infanzia // Vestn. RAMS. 2001. - № 7. - p.7-13.

8. Bashina V.M., Simashkova N.V. Sulla questione della correzione riparatoria delle condizioni difettose nei bambini con schizofrenia, Zh. neuropatologia e psichiatria. 1991. - T. 91, vol. 8. - pp. 42-46.

9. Berezov TT, Korovkin B.F. Chimica biologica. M.: Medicina, 1990.-543 p.

10. Bernie T.P. L'autismo è un concetto in via di sviluppo // Rus. miele. ZH. -2006.-T. 14, n. 11.-S. 807-811.

11. Marcatori biologici di periodi critici di ontogenesi e loro relazione con disturbi mentali / V.M. Bashina et al. // Ecopathology of childhood. M., 1995. - Pag. 283-287.

12. Biochimica: un libro di testo per università / ed. EE Severin. M.: GEOTAR-MED, 2003.-779 p.

13. Boksha I.S. Interrelazione tra neuroni e cellule gliali attraverso il metabolismo del glutammato nel cervello di persone sane e pazienti con malattie mentali // Zh. Biochimica. 2004. - Vol. 69, vol. 7. - P. 705-719.

14. Boldyrev A.A. Discriminazione tra apoptosi e necrosi dei neuroni sotto l'influenza dello stress ossidativo // Zh. Biochimica. 2000. - V. 65, № 7. - P. 834-842.

15. Wayne A.M., Hecht K. Persona addormentata. Fisiologia e patologia. M.: Medicina, 1989. - 273 p.

16. Vorsanova S.G., Yurov I.Yu., Yurov Yu.B. Meccanismi genetici dei disturbi mentali: malattie cromosomiche e genomiche // Eletto. ZH. "Scienze ed educazione psicologica" PSYEDU.ru. 2010. - № 5. - Pag. 277-285.

17. Glebov R.N., Kryzhanovsky G.N. Biochimica funzionale delle sinapsi. M.: Medicina, 1978. - 325 p.

18. Goryunova A.B. Disturbi autistici nei bambini piccoli // Ros. pediatra, zhurn. 2007. - № 5. - P. 35-40.

19. Gusev E.I., Skvortsova V.I. Ischemia del cervello. M.: Meditsina.-2001.-450 p.

20. Neurologia pediatrica: un libro di testo: in due volumi / A.C. Petruhin. M.: GEOTAR-Media, 2009. - 272 p. - con il limo.

21. Patologia da disregolazione del sistema nervoso / ed. EI Guseva, G.N. Kryzhanovsky. M.: OOO Med. Inf. Agenzia, 2009. - 512 p.

22. Deveni T., Gergey J. Amminoacidi, peptidi, proteine. M.: Mir, 1976.-468 p.

23. Zhurba L.T., Mastyukova E.M. Violazioni di sviluppo psicomotorio di bambini del primo anno di vita. M.: Medicina, 1981. - 212 p.

24. Zakutsky A.N., Subbotina T.F. Arginina nel sistema endocrino / / Vopr. biologo, tesoro e farmacista, chimica. 2005. - № 1. - p.7-12.

25. Kagan V.E. Autismo nei bambini. L.: Medicina, 1981. - 206 p.

26. Kagan V.E. Superare: bambino senza contatto in famiglia. - SPb.: Casa editrice Foliant, 1996. 157 p.

27. Kalinina L.V., Gusev E.I. Malattie ereditarie e phacomatosis con danni al sistema nervoso. - M.: Medicina, 1981. - 248 p.

28. Karaev A.L. Amminoacidi - le basi della vita // Prevenzione delle malattie e promozione della salute. 2008. - № 3. - p. 37-39.

29. Kataeva A.A., Kovalev V.V. Psichiatria infantile. M.: Medicina, 1995.-206 p.

30. Kvetnaya T.V., Knyazkin I.V., Kvetnoy I.M. La melatonina è un marcatore neuroimmune-endocrino della patologia correlata all'età. - SPb., 2005. - Pag. 13-17.

31. Klimovich I.I. Trattamento dell'aterosclerosi obliterante degli arti inferiori mediante preparazioni di amminoacidi. Bielorussia, Grodno, 2002. - 187 p.

32. Valutazione clinica dei test di laboratorio / ed. NU Tietz. M.: Medicina, 1986.-480 p.

33. Aspetti diagnostici clinici, neurofisiologici e differenziali dello studio delle forme gravi di autismo della prima infanzia / V.M. Bashina e altri. // Zhurn. neuropatologia e psichiatria. 1994. - T. 94, vol. 4.-S. 68-71.

34. Kozarenko, TD, Zuev, S.N., Mulyar, N.F. Cromatografia a scambio ionico di amminoacidi. Novosibirsk, 1981. - 67 p.

35. Kohlman J., Rem K.-G. Biochimica visiva: Per. con lui. M.: Mir, 2000. - 469 e.: ill.

36. Krasnoperova MG Caratteristiche cliniche dell'autismo infantile, che si manifestano con psicosi manifesta endogena e ritardo mentale // Zh. neurologia e psicitria. 2004. - № 2. - p 5-10.

37. Kulinsky V.I. Tavoli di lezione sulla biochimica. - Irkutsk, 1994. - Bul. 3.- 124 s.

38. Metodi di ricerca di laboratorio in clinica / ed.

39. B.V. Menshikov. M.: Medicina, 1987. - 175 p.

40. Lebedinskaya K.S., Nikolskaya O.S. Diagnosi dell'autismo della prima infanzia. M.: The Enlightenment, 1991. - 56 p.

41. A. Leninger. Fondamenti di biochimica: in 3 tonnellate M.: Mir, 1985. - T. 2. -368 p.

42. Megdyatov R.S., Vorobeychik Ya.M. Influenza dei cationi bivalenti sul metabolismo del GABA // Zhurn. neuropatologia e psichiatria. 1991. - № 6.1. C. 113-117.

43. Meccanismi molecolari di azione degli amminoacidi nella composizione di ce-rebrolysin sulla neurotrasmissione. Effetti neurotrofici e neuroprotettivi degli amminoacidi / O.A. Gromova et al. // Paziente difficile. 2010. - Vol. 8, Vol. 14.-S. 25-31.

44. Mukhin E.I. Basi strutturali, funzionali e neurochimiche di forme complesse di comportamento. M.: Medicina, 1990. - 240 p.

45. Naumenko E.V., Popova N.K. Serotonina e meletonina nella regolazione del sistema endocrino. Novosibirsk: Science, 1975. - 220 p.

46. ​​Effetto neuroprotettivo di un nuovo derivato della taurina nella lesione da compressione del midollo spinale / NS. Sapronov et al. // Experiment and Clin. farmacologia. 2005. - V. 68, № 6. - P. 45-48.

47. Neurochimica / ed. IP Ashmarina, P.V. Stukolova. M.: Istituto di ricerca scientifica di biomedicina. - 1996. - 469 p.

48. Nefedov L.I. Taurina (biochimica, farmacologia e uso medico). Grodno, 1999. - 145 p.

49. Nikitina G.M. Approccio teorico di base allo studio dell'organizzazione funzionale del cervello umano in via di sviluppo // Comportamento cerebrale e infantile. M., 1993. - Pag. 7-29.

50. Metabolismo nei bambini / Yu.E. Veltishchev. - M.: Medicine, 1983. -464 p.

51. L'organizzazione di cure specialistiche per l'autismo della prima infanzia: metodo, rec. / V.M. Bashina e altri M., 1989. - 28 p.

52. Orlovskaya DD, Uranova H.A. Neuroanatomia della schizofrenia nella fase attuale (revisione della letteratura straniera) // Zhurn. neuropatologia e psichiatria. 1990. - T. 90, vol. 10. - pp. 114-120.

53. Fondamenti di biochimica / A. White e altri M., 1981. - T. 1. - S. 216-234.

54. Fondamenti di fisiologia patologica: le mani. per i medici / ed. Mikhailov B.B. M.: Medicina, 2001. - 704 p.

55. Osterman JI.A. Cromatografia di proteine ​​e acidi nucleici. M.: Nauka.-1985.-536 p.

56. Pereverzeva DS, Gorbachevskaya H.JI. La relazione tra età e disturbi cerebrali anomatici nell'autismo della prima infanzia. neurologia e psichiatria. 2008. - V. 108, n. 2. - P. 71-81.

57. Pozdeev V.K. Processi di mediatore nell'epilessia. L.: Science, 1983. -135 p.

58. Popova N.K., Naumenko E.V., Kolpakov V.G. Serotonina e comportamento. Novosibirsk: Science, 1978. - 304 p.

59. Psichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza / ed. C. Gill-berg, L. Hellgren; sotto totale Ed. PI Sidorova; per. con lo svedese. YA McKay veevoy. M.: GEOTAR-MED, 2004. - 544 p.

60. Psichiatria: nat. le mani. / ed. TB Dmitrieva, V.N. Krasnova, N.G. Neznanova, IN.I. Semke, A.C. Tiganova. M.: GEOTAR-Media, 2009. -1000 p.

61. Raevsky K.S., Georgiev V.P. Aminoacidi mediatore. M.: Medicina, 1986. - 240 p.

62. Raevsky K.S. Amminoacidi stimolanti, recettori del glutammato e patologia del sistema nervoso centrale // Patol. fisiologia ed esperimento. la terapia. 1990. - № 1. - p. 3-9.

63. Romashevskaya N.P. Disordini mentali e caratteristiche di sviluppo di bambini piccoli (fino a 3 anni) dal gruppo ad alto rischio per schizofrenia // Zh. neurologia e psichiatria. 1989. - T. 89, vol. 5. - pp. 72-76.

64. Manuale sulla psichiatria: in 2 tonnellate / A.C. Tiganov e altri: Mosca: Medicina, 1999. - T. 2. - 784 p.

65. Familiari A.B. Inibizione GABA-ergica nel sistema nervoso centrale: tipi di recettori GABA e meccanismi di azione inibitoria mediata dal GABA tonico // Neurofisiologia. 2002. - V. 34, № 1. - P. 82-91.

66. Sergeev P.V., Shimansky N.L. Recettori di sostanze fisiologicamente attive. M.: Medicina, 1987. - 213-218.

67. Simashkova N.V. Forme psicotiche di autismo atipico nell'infanzia // Zh. Neurologia e Pischiatura. 2006. - № 10. - P. 17-26.

68. Skvortsova V.I., Gusev E.I., Komissarova I.A. Studio neurofisiologico complesso dell'efficacia della preparazione farmaceutica della glicina nel periodo acuto dell'ictus ischemico // Zh. neuropatologia e psichiatria. 1995. - V. 92, vol. 1. - Pag. 11-19.

69. Skovortsov I.A. Neurologia dello sviluppo: mani. per i dottori. M.: Lit-Terra, 2008. - 544 e.: Ill.

70. Skovortsov, IA, Ermolenko, H.A. Lo sviluppo del sistema nervoso nei bambini in salute e malattia. M.: MEDpress-informa, 2003. - 368 e.: ill.

71. Storozhuk V.M., Ivanova S.F., Sanzharovsky A.B. Partecipazione delle connessioni intracorticali al glutammato nell'attività riflessa condizionata // Neurofisiologia. 2000. - Vol. 24, No. 6. - P. 701-712.

72. Surkina I.D., Gurevich K.G. Alcuni aspetti del metabolismo degli amminoacidi nelle malattie nervose e mentali (metabolismo del triptofano) // Zh. neuropatologia e psichiatria. 1995. - № 8. - P. 65-69.

73. Teppermen, D., Teppermen, X. Fisiologia del metabolismo e del sistema endocrino. M.: Mir, 1989. - Pag. 653.

74. Ushakov GK, Parte OP, Parte P.P. Semiotica dello stato mentale del bambino nelle dinamiche circadiane e dell'età nella prima ontogenesi postnatale. Lo stato mentale di "autarchia" // Zhurn. neuropatologia e psichiatria. -1980.-T. 80, n. 11.-S. 1661-1665.

75. Modulazione farmacologica dei rapporti del sistema NO e tiol-disolfuro: una nuova direzione della neuroprotezione / I.F. Belenichev et al. // Zhurn. "Medicina delle condizioni di emergenza". 2010. -T. 2, Iss. 27.-S. 45-51.

76. Haydarshu S.Kh. Meccanismi di adattamento del neurotrasmettitore. Chisinau. : Stinnitsa, 1989. - 127 p.

77. Khochachka P., Somero J. Adattamento biochimico. M.: Mir, 1988. - 524 p.

78. Huho F. Neurochemistry. Nozioni di base e principi. - M.: Mir, 1990. 384 p.

79. Yakubke X., Eshkaite X. Amminoacidi, peptidi, proteine. M.: Mir, 1995.-365 p.80. "L'epidemiologia dei disturbi dello spettro autistico" / C.J. Newschaffer et al. // Annu Rev Public Health. 2007. - Vol. 28. - P. 235-258.

80. Aberts B., Jonson A. Biologia molecolare della cellula. New York, 2002. -1616 p.

81. Adamas R. Malattie muscolari: studio in patologia // J. Neurol. 1995. -Vol. 10, N5.-P. 203-212.

82. Agamonolis D.P., Potter J.L., Lundgren D.W. Encefalopatia neonatale glicina: reperti biochimici e neuropatologici // Peditr. Neurol. 1996. - Vol. 9, N2.-P. 140-143.

83. Analisi per le catecolamine mediante cromatografia liquida con metodo di rilevazione termometrica e T.P. Moyer et al.. -Clin. Chem, 1979.-P. 581-584.

84. Anderson G. M., Feibel F.C., Cohen D.J. Determinazione della serotonina nel sangue intero, plasma ricco di piastrine, plasma ricco di piastrine, // Life Sci. 1987. - Vol. 40, N 11. - P. 1063-1070.

85. Andrews G.K. Regolazione delle generazioni di Metallothionen per stress ossidativo e metaioni // Biocimic Pharmacol. 2000. - Vol. 1, N 59. - P. 95104.

86. Anis N., Berry S., Burton N. Triptofano e suoi metaboliti nella salute e nelle malattie // Acta Neurol. Scand. 1994. - Vol. 74. - P. 237-246.

87. Arnold G.L. Hyman S.L. et al. Rischio autologo di carenze nutrizionali // J. Autism Dev. Disord. -2003. Vol. 33, N 4. - P. 449 ^ 54.

88. Ashwood P., Wakefield A.J. Attivazione immunitaria dei profili di citochine linfocitarie del sangue e della mucosa CD3 + nei bambini con autismo e sintomi gastrointestinali // J. Neuroimmunol. 2006. - Vol. 173, N 1-2. - P. 126-134.

89. Disturbi dello spettro autistico: Disturbo clinico concomitante lb / Ming X. et al. // Jour. Of Child Neurology. Vol. 23, N 1. - P. 6-13.

90. Bailey A., Phillips W., Rutter M. Autismo: verso un'integrazione di clinica., Genetica, Neuropsicologica., E prospettive neurobiologiche // Journal of Child Psychlogy and Pssychiatry, 1996. Vol. 37. - P. 89-126.

91. Bauman M.L., Kemper T.L. Osservazioni morfologiche e istoanatomiche del cervello nella fenilchetonuria umorale non trattata // Acta neuropathologica. 1982. - Vol. 58.-P. 55-63.

92. Black C, Kaye J.A., studio di caso studio di Jick H. BMJ. 2002. - Vol. 325, N 7361. -P. 419-421.

93. Bosch G. Autismo infantile. Berlino - Heidelberg - New York, 1970. -125 p.

94. Bowery N.G. GABAB Receptor Pharmacology // Annu. Rev. Pharmacol. Toxicol. 1993. -N 5. - P. 109-147.

95. Bowery N.G., Brown D.A. Sinapsi inibitorie: la clonazione dei recettori GABAB // Nature. 1997. - Vol. 386, N 6622. - P. 223-224.

96. Caronna EB, Milunsky JM, Tager-Flusberg H. "Disturbi dello spettro autistico: frontiere cliniche e di ricerca" // Arch. Dis. Bambino. - 2008. Vol. 93, N 6. - P. 518-523.

97. Chance W.I. L'amilina aumenta il trasporto di tirosina e triptofano nel cervello // Cervello. Res. 1992. - Vol. 593, N 1. - P. 20-24.

98. Chavarria H., Alcocer V. Il danno al sistema nervoso centrale è dovuto a infiammazione? // Revisioni dell'autoimmunità. 2004. - Vol. 3, N 4. - P. 251-260.

99. Chugani D.C. Serotonina nell'autismo e nelle epilessie pediatriche // Recensioni di ricerca sul ritardo mentale e sullo sviluppo. 2004. - Vol. 10. -P. 112-116.

100. Connors S.L., Matteson K.J., Sega G.A. Plasma serotonina nell'autismo // Pediatr Neurol. 2006. - Vol. 35, N 3. - P. 182-186.

101. Cooper D., Tyler T., Msall A. Trasporto di aminoacidi sulla barriera ematoencefalica umana // J. Inherit. Metab. Dis. 1994. - Vol. 13, n. 2. - P. 150-167.

102. Courchesne E. Anormale sviluppo precoce dell'autismo // Mol. Psychit. -2002. Vol. 7, N 2. - P. 21-23.

103. Croonenberghs J., Wauters A., Deboutte D. Centrale ipo-funzione serotoninergica nell'autismo: i risultati del test challenge 5-idrossi-triptofano // Neuro Endocrinol. Lett. 2007. - Vol. 28, N 4. - P. 449-455.

104. Dailey J.W., Mishra P.K., Ko K.H. Anomalie serotoninergiche nell'epilessia del sistema nervoso centrale - ratti prono // Life Sci. -1994. - Vol. 50, N 4. - P. 319-326.

105. Sviluppo del tronco cerebrale e del cervelletto in pazienti autistici / T. Hashimoto et al. // J. Autism Dev.Disord. 1995. - Vol. 25. - 1-18.

106. Dunn A. J., Rees H.D., Iuvone H.M. Effetti neurochimici del comportamento attivo alleato degli amminoacidi // Plasticità neurale e formazione di memoria / Ed. Marsan C.A., Matthies H. New York, 1995. - P. 113-122.

107. Eds F.V. Feudis, Mandel P. Aminoacidi neurotrasmettitori // New-York: Raven Press, 1991. 190 p.

108. Ehlers S., Gillberg Ch. L'epidemiologia della sindrome di Asperger // di Child Psychology and Psychiatry. 1993. - Vol. 4, N 1. - P. 1327-1350.

109. Engelson B. Neurotrasmettitore glutammato: la sua importanza comune // Acta. Neurol. Scand. 1995. - Vol. 74, N 5. - P. 337-355.

110. Enna S.J. Farmacologia dei recettori GAB A. Considerazione funzionale // Biochem. Farmacologia. 1995. - Vol. 30, N 9. - P. 907-914.

111. Essman W.B. Cervello 5-idrossitriptamina e consolidamento della memoria // Avanzamenti nella psicofarmacologia biochimica. New York, 1995. - Pag. 267274.i

112. Trasmissione eccitatoria di aminoacidi in Salute e Malattia / R. Balazs et al., 2005. - 369 p. Binding, Hardback Book Condition.

113. Fagg G.E., Foster A.C. Neurotrasmettitori di aminoacidi e loro percorsi nel sistema nervoso centrale dei mammiferi // Neuroscienze. 1983. - Vol. 9, N 4. -P. 701-719.

114. Fenwick P. La base del trattamento nel controllo delle crisi // Epilessia. 1995. - Vol. 36, Suppl. L.-P. 546-550.

115. Fischer E., Davie E. Recente eccitazione da metallotionein // Atti della National Academy of Sciences degli Stati Uniti. 1998. - Vol. 95, N 7. -P. 3333-3334.

116. Foster A.C., Fagg G.E. Siti di legame acido amminoacidico nelle membrane neuronali dei mammiferi: loro carattere ristico e rapporto con i recettori sinaptici // Cervello. Res. Rev. 1984. -N 7. - P. 103-104.

117. Uomini liberi B.I. Sistema di osservazione del comportamento // In Journ. Americ. Acad. Bambino Psychi-atr. 1984. - Vol. 23, N 5. -P. 588-594.

118. Friedman M., Finlen J. Metodi dell'analisi dei metaboliti del triptofano // Agr. Chimica alimentare. 1971. - Vol. 19, N 4. - P. 626-631.

119. Frimter G.W. Aminoacidurie dovute a disturbi del metabolismo. N. Inglese J. Medical., 1993. - Parti II. - P. 82-104.

120. Gardiner R.M. Trasporto di aminoacidi attraverso la barriera ematoencefalica: implicazioni per il trattamento della fenilchetonuria materna // J. Inherit. Metab. Dis. - 1990.-Vol. 13, N4.-P. 627-623.

121. Garrett R.H., Grisham CM. Aspetti molecolari di Cell Biology / Philadelphia: Saunders College Publ, 1995. 1254 p.

122. Sintomi gastrointestinali nei bambini con disturbi pervasivi dello sviluppo / R.N. Nikolov et al. // J. Autism Dev. Disord. 2009. - Vol. 39, N3.-P. 405-441.

123. Gillberg C. Clinical Child Neuropsychiatry. Cambrige: Cambrige University Press, 1995. - 366 p.

124. Gillberg C. Preparazione medica nei bambini con autismo e sindrome di Asperger // Disfunzione cerebrale. 1990. - N 3. - P. 249-260.

125. Gillberg C., Peelers T. Autismo aspetti medici ed educativi. Università di Göteborg, 1995 - 108 p.

126. Gillberg C., Coleman M. La biologia delle sindromi autistiche // Cliniche in medicina dello sviluppo. Mac Keith Press, 1992. - Vol. 126. - P. 317.

127. La secrezione di glutammato mediata dal trasportatore di glutammato nella ghiandola pineale dei mammiferi / M.H. Kim et al. // The J. of Neuroscience. - 2008. - Vol. 28, N 43. -P. 10.852-10.863.

128. Grilli, M., Raiteri, L., Patti, L. Modulazione della funzione dei recettori nicotinici alfa7 e non-alfa7 presinaptici dai metaboliti del triptofano, 5-idrossiindolo e kynurenato nel cervello murino // Br. J. Pharmacol. 2006. -Vol. 149, N 6. - P. 724-732.

129. Harper Biochemistry / R.K. Murray et al. // Prentice. Hall Internat, 1996. - 868 p.

130. Hattori H., Wasterlain C.G. Aminoacidi eccitatori nel cervello in via di sviluppo: plasticità ed eccitotossicità II Pediatr. Neurol. 1990. - Vol. 6, N 4. -P. 219-228.

131. Febbre da fieno e asma negli Stati Uniti / P.M. Matricardi et al. II J. Allergia. Clin. Immunol. 2002. - Vol. 10, N 3. -P. 381-387.

132. Hegstad E., Haugstad T.S., Hanssen H.E. Rilascio di corteccia umana dipendente dal calcio dalla corteccia cerebrale umana // Brain Res. 1992. - Vol. 23, N 10. -P. 340-342.

133. Hennerberry R.C. Clonaggio dei geni per i recettori degli aminoacidi eccitatori // Bioessays. 1992. - Vol. 14, N 7. - P. 465-471.

134. Hiirault J., Petit E., Martineau J. Serotonin e autismo: caratteristiche biochimiche e biologia molecolare // Psychiatry Res. - 1996. Vol. 65, N 1. - P. 33-43.

135. I neuroni ippocampali diventano più vulnerabili al glutammato dopo l'ipossia sub-critica: uno studio in vitro / E. Kohmura et al. II J. Cereb. Sangue. Metab. -1990.-Vol. 10, N6.-P. 877-884.

136. Idcntificaton di un trasportatore di glutammato vescicolare in un trasportatore nevoso / diurno che digita un fenotipo glutammato-tergico / S. Takomori et al. // Natura. Vol. 407, N 61. -P. 189-194.

137. Ingvar D.H. Attività corticale prefracial. Una recensione selettiva // Hum. Neurobiol. 1996. - Vol. 2, N 3. -P. 177-189.

138. Keshavan Ml, Murray R. Neurosviluppo e psicopatologia dell'adulto. Cambrigc: Cambrige University Press, 1997. 282 p.

139. Kinimatsy T. et al. Due componenti distinti del rilascio iniziale di glutammato sincronizzati; con; anossiaepolarizzazione nell'ischemia cerebrale globale dei ratti // Neurep. -2000.-Vol. 11, N13.-P. 2947-2952.

140. Knudsen G.M., Schmidt J., Almdal T. Passaggio di amminoacidi e glucosio attraverso il; barriera emato-encefalica in paziente con encefalopatia // J. Cereb. sangue; Flow. Metab. 1996. - Vol. 17, N 6. - P. 987-996.

141. Lapin LP. Neurokynureriines (NEKY); come collegamenti neurochimici comuni di stress e ansia // Adv. Exp. Med. Biol. 2003. - Vol. 527. - P. 121-125.

142. Latter V. Epidemiologia delle condizioni autistiche nei bambini piccoli / In: Prevalenza; Psichiatria sociale. 1966. -N. 1. -P. 124-137.

143. Lee E.E. I trasportatori di neurotrasmettitori vescicolari: prospettive attuali e prospettive future // La rivista FABES. 2000. - Vol. 14. - P. 23962400.

144. Levitsky D.A., Strupp B.J. Malnutrizione e cervello: concetti mutevoli // J. Nutr. 1995. Vol. 125, N 8. - P. 2212-2220.

145. Lodge D., J. Willy, S. Chichester Aminoacidi eccitatori in salute e malattia. New York, 1988. - 108 p.

146. Lomo T. La scoperta del potenziamento a lungo termine // Philos Trans RSoc Lond B Biol Sci. 2003. - Vol. 358. - P. 617-620.

147. Lucca A., Lucini Piatti E. Prova al plasma con disturbo da psicoanalisi, pazienti con disturbo ossessivo-compulsivo e soggetti psichiatrici // Resistenza psichiatrica. 1992. -Vol. 44, N2.-P. 85-91.

148. Lunney E., Campbell G., Oxender P.L. Trasporto di gabapentin, GABA da parte del sistema trasportatori di L-amminoacidi: uno studio comparativo su astrociti, sinapto-somi e cellule CHO // J. Neurochem. 1995. - Vol. 36, Suppl. 1. -P. 2125-2131.

149. Lynch G., Baudry JS / L. La biochimica della memoria: una nuova e specifica ipotesi // Scienza. 1994. - N 224. - P. 1057-1063.

150. Maj J., Rogoz Z., Skuza Y. Alcuni effetti centrali dell'acido chinurenico, dell'acido 7-clorocianurenico e degli antagonisti del sito della glicina dell'acido 5,7-dicloro-chinurici // Pol. J. Pharmacol. 1994. - Vol. 46, 1st 3. - P. 115-124.

151. Malandro M.S., Kilberg M.S. Biologia molecolare dei trasportatori di amminoacidi di mammiferi // Annu. Rev. Biochem. 1996. - Vol. 65. - Pag. 305-336.

152. Malek-Ahmadi P. Citochine ed eziopatogenesi dei disturbi pervasivi dello sviluppo // Med. Ipotesi. 2001. - Vol. 56, N 3. - P. 321-324.

153. Markianos M., KalfaJkis N. Metaboliti del neurotrasmettitore in pazienti epilettici medicati // Funct. Neurol. 1991. - Vol. 6, N 4. - P. 367-370.

154. McBride, P.A., Anderson, G.M.:, Hertzig, M.E. Effetti della diagnosi,. razza e pubertà su livelli di serotonina piastrinica nell'autismo e. ritardo mentale // J. Am. Acad: Child Adolesc. Psichiatria. 1998. Vol; 37. - P. 767-776.

155. McGivan J: D. Amino-Acido-trasporto di mammiferi e? Regolazione: Biochem. Soc. Transac. - 1996. Vol: 24 ', Ñ 3. - P: 837-845;

156. Megson M.N. L'autismo è un difetto della proteina G-alfa, reversibile con vitamina A naturale // Med. Ipotesi. 2000. - Vol. 54, N 6. - P. 979-983.

157. Meldrum B.S. Recettori e malattia degli aminoacidi eccitatori // Curr. Opin. Neurol. Neurosurg. 1992. - Vol. 5, N 4. - - P. 508-513.. '. "!

158. Stimolazione della corteccia motoria per il dolore neuropatico / Y. Lazorthes et al.j // Actra neurochirur. 2007. - Vol: 97, N2 :-P. 37 ^ 44;

159. Nakamura M., Wada Y., Hasegawa IT. Meccanismo serotoninergico in anca-pocampale ha convogliato le crisi // Jpn. J. Psychiatry. Neurol. 1992. Vol. 4, N 2. -P.507-509.

160. Neuroimaging nell'autismo infantile / T. Schifter et al. // J. Child. Neurol. -1994.-Vol. 2.-P. 155-161.

161. Neuroimaging nell'autismo infantile / T. Schifter et al. // J. Child. Neurol. -1994.-Vol. 2.-P. 155-161.

162. Penn H.E. "Correlati neurobiologici dell'autismo: una rassegna di ricerche recenti" // Child. Neuropsychol. 2006. - Vol. 12, N 1. - P. 57-79.

163. Fattori prenatali, perinatali e neonatali associati a disturbi dello spettro / M. D: Bilder et al. // Pediatria. 2009. - Vol. 123. - P. 12931300.

164. Cinque anni dopo l'unificazione / S.K. Weiland et al. // J. Eur. Respir. 1999. - Vol. 14, N 4. - P. 862-870.

165. Rabow L.E., Russek S J., Farb D.H. Dalle correnti ioniche all'analisi genomica: ricerca sui recettori GABAA // Synapse. 1995. - Vol. 21, N3.-P. 189-274.

166. Raiteri M. Studi funzionali dei recettori dei neurotrasmettitori nel cervello umano // Life Sciences. 1994. - Vol. 54, N 22. - P. 1635-1647.

167. Rapin I. Autismo. // J. Med. 1997. -N 337. - P. 97-104.

168. Rassin D.K. La funzione del sistema nervoso centrale // In: neurotrasmettitori di aminoacidi. New York, 1991. - P. 127-134.

169. Reichardt L.F., Kelly R.B. Le basi biochimiche della neurofarmacologia. -New York; London; Toronto, 1995. Pag. 154-168.

170. Reinis S., Goldman J. La chimica del comportamento. New York e Londra, 1982.- P. 132-169.

171. Roberts E.F., T.N. Chase, D.B. Torre GABA nella funzione del sistema nervoso. New York, 1986. - 116 p.

172. Rossignol D.A. Brastreet J.J. Edivenza della disfunzione mitocondriale nell'autismo e implicazioni per il trattamento // American J. of biochem. e biotecnologie. -2008. Vol. 4, N 2. - P. 208-217.

173. Rutter M. Diagnosi e definizione // Child and Adolescent Psychiatry: Modern Approaches; Oxford: Blackwell Scientific, 1985. 265 p.

174. Saito K., Nowak T.S., Markey S.P. Meccanismo di aumenti ritardati del metabolismo della via della chinurenina in aree vulnerabili per ischemia cerebrale transitoria Uoving // J. Neurochem. 1993. - Vol. 60, N 1. - P. 180-192.

175. Saladino A., Kenneth S. L'unità della forma e della funzione. Anatomia e Fisiologia. -McGraw Hill, 2009. 125 p.

176. Sanchez-del-Pino M.M., Peterson D.R., Hawkins R.D. Caratterizzazione del trasporto dell'amminoacido neutro delle membrane luminali e abluminali isolate della barriera sangue-cervello // J. Biol. Chem. 1995. - Vol. 270, N 25. - P. 1491314918.

177. Sandor L.E. GABA al di fuori del CNS. Springer Verlag, 1992. - 295 p.

178. Sarhan S., venditore N. Proline e prolin derivativ come anticonvulsivanti // Gen. Pharmacol. 1989. - Vol. 20, N 1. - P. 53-60.

179. Seegal R.F., Broach K.O., Bush B. Cromatografia liquida ad alte prestazioni di liquido cerebrospinale, urina e plasma // J. Chromatogr. 1986. - Vol. 377.-P. 131-144.

180. Sheng N. I recettori del glutammato si mettono al loro posto // Natura. 1997. -Vol. 20, N3.-P. 221-223.

181. Sherif F.M., Ahmed S.S. Aspetti di base della GABA-transaminasi nei disturbi neuropsiciatrici // Clin. Biochem. 1996. - Vol. 28, N 2. - P. 145-155.

182. Shervin A.L., Vernet O., Dubeau F. Marcatori biochimici della neocorteccia umana eccitabili-tyina // Can. J. Neurol. Sci. 1991. - Vol. 18, Suppl. 4. -P. 640-604.

183. Shulkin B.L., Betz A.L., Koeppe R.A. Inibizione del trasporto dell'amminoacido attraverso la barriera ematoencefalica umana // J. Neurochem. 1995. Vol. 64, N3.-P. 1252-1257.

184. Simon D.K. Neurotrasmettitori del cervello umano // Sequestro. 1995. -Vol. 3, N 4. - P. 263-274.

185. Simon R.P. Amminoacidi eccitatori. New York, 1992. - 124 p.

186. Stone T.W., Mackay G.M., Forrest C.M. Metaboliti del triptofano e disturbi del cervello // Clin. Chem. Lab. Med. 2003. - Vol. 41, N 7. - P. 852-859.

187. Sindrome di Szatamari P., Brenner R., Nagy J. Asperger: una rassegna delle caratteristiche cliniche // Canadian Journal of Psychiatry. 1989. - Vol. 34. - P. 554-560.

188. Tallman J.F., Gallager D.W. Il sistema ergico GABA // Ann. Rev. Neu-Rosci. 1995. - № 8. - P. 21-44.

189. Disturbi dell'associazione / infezione da R.C. tra infezioni trasmesse dalle zecche, borreliosi di Lyme e autismo. Bransfield et al. // Med. Ipotesi. 2008. -Vol. 70, N5.-P. 967-974.

190. Salute / C. Cutrin et al., National ataana-lisi utilizzando linee guida nazionali.. // BMC Pediatrics. 2010. Vol. 10-11. - P. 15741580.

191. Thomas R.J. Amminoacidi eccitatori in salute e malattia // J. Am Geri-atrSoc.-1995.-Vol. 11, N43.-P. 1279-1289.

192. Vecsei L., Schwab F. Kinurenine e suoi metaboliti nelle malattie del sistema nervoso // Orv. Hetil. 1992. - Vol. 133, N 29. - P. 1803-1807.

193. Veliskova J., Velisek L., Sperber E.F. Lo sviluppo dell'epilessia nel cervello pediatrico // Sequestro. 1994. - Vol. 3, N 4. - P. 263-270.

194. Visconti P., Piazzi S., Posar A. Amminoacidi e autismo infantile // Dev. Brain Disfunct. 1994. - Vol. 712, N 3. - P. 86-92.

195. Wagner C.A., Lang F., Briber S. Funzione e struttura dei trasportatori di aminoacidi eterodimerici // J Physiol Cell Physiol. 2001. - Vol. 281, N 4. -P. 1077-1093.

196. Walsh W.Ph.D. The Doctor's Corner: sbloccare i misteri dell'autismo. -London 2002.-158 p.

197. Sindrome di Weber K. Asperger: dal nascondersi alla prosperità // L'infermiere Praticante. 2008. P. 14-21.

198. Weeks, R.A., Brooks, J., J.E., tomografia a emissione di positroni e sistemi di neurotrasmettitori nei disturbi del movimento, Fundam. Clin. Pharmacol. 1994. - Vol. 8, N6.-P. 503-517.

199. Wolfgan M., Bert V. La metallotioneina di zinco introdotta nel fegato mitocondrio modula la respirazione // Proclamazione degli Stati Uniti d'America. 2001. - Vol. 27, N 98. - P. 2317-2322.