Principale > Prodotti

Anomalie della posizione degli organi genitali interni

Anomalie della posizione degli organi genitali sono una deviazione persistente dalla normale localizzazione anatomica, che può portare a manifestazioni patologiche.

492 ginecologia pratica

Fattori eziologici:

♦ tumori localizzati nei genitali (fibromi uterini, cistomi ovarici, ecc.) O oltre (tumori del retto, vescica);

♦ malattie infiammatorie, aderenze nella pelvi, che portano alla fissazione dell'utero nel peritoneo parietale;

♦ sviluppo anormale degli organi genitali;

♦ danno al perineo, alla vagina, ai legamenti;

♦ malattie acquisite che riducono il tono dei tessuti genitali;

♦ Ipoestrogenismo postmenopausale.

Tipi di anomalie Ci sono diverse opzioni per le anormalità degli organi genitali:

1. Posizione patologica (positio) e inclinazione (versio) dell'utero.

2. La curva dell'utero (flexio).

3. Ruota (rotazione) e ruota (torsio) l'utero.

4. Spostamento di utero nel piano verticale: elevazione su (elevatio), prolasso (descensus) e prolasso (prolasso), inversione dell'utero (inversio).

Posizione patologica (positio) - deviazione dell'asse longitudinale dell'utero dalla linea mediana del bacino. Tra le posizioni sbagliate dell'utero (offset nel piano orizzontale) sono i seguenti tipi:

Anteposizione (antepositio) - spostamento dell'utero in avanti. Come fenomeno fisiologico, si osserva quando il retto trabocca. Può essere causato da un tumore rettale-uterino o dalla presenza di essudato in esso.

Retroposizione (retropositio) - lo spostamento dell'utero indietro pur mantenendo la corretta direzione dell'asse dell'utero. Si verifica quando la vescica trabocca, la piccola massa pelvica situata davanti all'utero.

Lateropositio (lateropositio) - lo spostamento dell'utero a lato. La lateropoposizione può essere osservata nei tumori della pelvi, infiltrati infiammatori del tessuto circolatorio, ci sono due tipi:

Capitolo 11. Anomalie degli organi genitali 493

1. Dextroposition (decstropositio) - lo spostamento dell'utero a destra.

2. Sinistroposizione (sinistropositio) - lo spostamento dell'utero a sinistra.

Inclinazione patologica (versio) - lo spostamento dell'utero in una direzione e la cervice - in un'altra. Si verifica in seguito a processi infiammatori nel tessuto pelvico e nei legamenti degli organi genitali interni. Ci sono tali inclinazioni patologiche dell'utero:

1. Anteversione (anteversio) - il corpo dell'utero è spostato anteriormente e la cervice - posteriormente.

2. Retroversione (retroversio) - il corpo dell'utero è spostato posteriormente e il collo - anteriormente.

3. Dextroversion (dectroversio): il corpo dell'utero è inclinato a destra e il collo a sinistra.

4. Synistroversio (sinistroversio) - il corpo dell'utero è inclinato a sinistra, e il collo - a destra.

Kink (flexio) dell'utero rispetto alla cervice. Tipi di piegamento dell'utero:

1. Iperaplessia (iperanteflessio) - flessione patologica dell'utero anteriormente, quando un angolo acuto si apre anteriormente tra il corpo e la cervice (normalmente, un angolo ottuso aperto anteriormente).

L'iperaffettività spesso accompagna l'infantilismo sessuale (la dimensione della cervice supera la lunghezza del corpo dell'utero), meno spesso - il risultato di processi infiammatori negli organi della piccola pelvi, i legamenti sacro-uterini. Nell'iperaflessia, la vescica non copre l'utero, mentre i cicli intestinali penetrano tra l'utero e la vescica, esercitando una pressione su quest'ultima. Con esposizione prolungata, la vescica e la vagina possono muoversi verso il basso. Si osserva ipomenorrea, algomenorrea, dolore costante nella regione pelvica, dispareunia, sterilità. Spesso si riscontrano cambiamenti strutturali e funzionali inerenti all'ipoplasia uterina: la cervice ha una forma conica, il corpo è piccolo, il rapporto tra il corpo e la cervice corrisponde all'infanzia, quando la cervice si avvicina o supera la dimensione dell'utero. Inoltre notato

494 ginecologia pratica

debolezza dell'apparato legamentoso, che causa lo spostamento dell'utero (iperenteflessia acuta-angolare) posteriormente.

2. Retroflessione (retroflessio) - la curva del corpo dell'utero è arcuata all'indietro con la formazione di un angolo aperto verso la parte posteriore tra il corpo e la cervice, mentre il corpo dell'utero è diretto posteriormente e il collo è anteriore. La vescica non è coperta dall'utero, mentre i cappi intestinali penetrano nello spazio vescicale-uterino e premono contro la parete della vescica e la superficie anteriore del corpo dell'utero. Quando l'esame vaginale della cervice è rivolto anteriormente, il corpo dell'utero si trova posteriormente ed è determinato attraverso la volta posteriore, tra il corpo e la cervice, l'angolo aperto posteriormente.

3. Retrodeviation (retrodeviatio) è una combinazione di retroflessione e retroversione. Ci sono due opzioni per retrodevision: mobile e fisso. Le cause di questa condizione sono disturbi anatomici e fisiologici (diminuzione del tono dell'apparato di sostegno, sospensione e fissaggio degli organi genitali), una forte diminuzione del peso corporeo e una gestione scorretta del periodo postpartum. Fixato retrodeviration dell'utero si sviluppa a causa di malattie infiammatorie degli organi genitali femminili, endometriosi esterna, tumori degli organi pelvici. Con una retrodispirazione fissa, si osserva dolore nel basso addome e nella regione sacrale, iperpolimenorrea, algo-dismenorrea, disfunzione degli organi pelvici, aborto.

Rotazione (rotazione) dell'utero. Durante la rotazione, l'utero viene ruotato attorno all'asse longitudinale. Si verifica a causa dell'infiammazione dei legamenti sacro-in-uterini, del loro accorciamento, nonché in presenza di tumori pelvici, che si trovano dietro e ai lati dell'utero.

Torsione (torsio) dell'utero - la rotazione del corpo dell'utero nell'area del segmento inferiore con un collo fisso. Le cause di questa condizione sono:

♦ formazioni bulk unilaterali dell'utero;

♦ ampi linfonodi mioma sull'utero.
Lo spostamento degli organi genitali interni nel piano verticale
ossatura

Elevazione (elevatio) dell'utero - spostata verso l'alto, con il fondo dell'utero situato sopra l'ingresso del bacino piccolo e vaginale

Capitolo P. Anomalie della posizione degli organi genitali 495

parte della cervice sopra il piano spinale. Tra le ragioni per lo sviluppo di questa patologia sono:

1. Cause fisiologiche (trabocco della vescica e del retto).

2. Cause patologiche:

• accumulo di sangue mestruale nella vagina a causa di atresia dell'imene o della parte inferiore della vagina;

• tumori volumetrici della vagina e del retto;

• effusioni infiammatorie incapsulate nell'utero recouterino;

• fusione dell'utero con la parete addominale anteriore dopo laparotomia (taglio cesareo, ventrofissazione).

La discesa (descensus) e il prolasso (prolasso) dell'utero e della vagina sono descritti in dettaglio nella sezione 11.3.

Le manifestazioni cliniche in pazienti con posizioni anormali degli organi genitali sono determinate dal processo patologico principale che ha causato l'una o l'altra anomalia di posizione. Il trattamento di tutte le anormalità nella posizione degli organi genitali dovrebbe essere principalmente finalizzato alla correzione della malattia di base.

194.48.155.245 © studopedia.ru non è l'autore dei materiali pubblicati. Ma offre la possibilità di un uso gratuito. C'è una violazione del copyright? Scrivici | Contattaci.

Disabilita adBlock!
e aggiorna la pagina (F5)
molto necessario

CAPITOLO 13 ANOMALIE DELLA POSIZIONE DI ORGANI GENITALI FEMMINILI. HOLDING DELL'URINA

Tra le anomalie nella posizione degli organi genitali, le patologie più frequenti sono omissioni e deposizioni, che nella struttura della morbilità ginecologica costituiscono fino al 28%. Di norma, la malattia inizia all'età della riproduzione ed è sempre progressiva. L'omissione e il prolasso degli organi genitali interni sono legati ad anomalie nella posizione degli organi genitali.

Anomalie della posizione degli organi genitali interni delle donne possono essere congenite e acquisite. L'una o l'altra posizione degli organi genitali interni è sempre associata alla posizione dell'utero, che è anatomicamente e topograficamente l'organo pelvico centrale, pertanto è necessario studiare le diverse posizioni dell'utero in condizioni fisiologiche e patologiche.

Come si chiama la posizione normale dell'utero nella pelvi?

La posizione normale (tipica) dell'utero nella pelvi viene chiamata posizione quando l'utero con la vescica e il retto vuoti si trova nel centro della pelvi, il fondo non è più alto del piano dell'ingresso al bacino, a livello della parte stretta del bacino bacino. Il fondo dell'utero è diretto verso l'alto e anteriormente, la parte vaginale della cervice verso il basso e posteriormente (figura 13.1). L'angolo formato dalla cervice e dal corpo dell'utero, spuntato, è aperto anteriormente (anteflexio uteri). L'angolo formato dall'asse dell'utero e il cosiddetto asse dell'ingresso pelvico (ripristinato nel mezzo

Fig. 13.1. Posizione normale dell'utero nella pelvi

non perpendicolare alla piccola pelvi, che, proseguendo verso il basso, attraversa il coccige, e prosegue verso l'alto, attraversa l'ombelico) - anteversio uteri, mentre la cervice è rivolta verso il sacro e il fondo dell'utero - verso il seno. La posizione tipica dell'utero nella pelvi è indicata dal termine "anteflexio - anteversio uteri".

Quali fattori contribuiscono alla normale posizione dell'utero nella pelvi?

I seguenti fattori contribuiscono alla normale posizione dell'utero nella pelvi:

- il proprio tono degli organi genitali, a seconda del corretto funzionamento di tutti i sistemi corporei, in particolare lo stato del sistema nervoso, le condizioni della circolazione sanguigna, il livello degli ormoni sessuali;

- la relazione tra gli organi interni, l'attività coordinata del diaframma, la parete addominale e il pavimento pelvico;

- sospensione, fissaggio e supporto dell'apparato dell'utero.

Qual è la classificazione delle anomalie genitali?

Distingua lo spostamento uterino lungo il piano orizzontale e verticale, attorno all'asse longitudinale.

Quali sono i tipi di spostamento dell'utero sul piano orizzontale?

Lo spostamento dell'utero sul piano orizzontale può essere il seguente:

- l'intero utero è spostato anteriormente (antepositio uteri);

- intero utero spostato posteriormente (retropositio uteri);

- l'utero è spostato a destra (dextropositio uteri);

- l'utero è spostato a sinistra (sinistropositio uteri).

Quali sono le forme di spostamento uterino attorno all'asse longitudinale?

Lo spostamento dell'utero attorno all'asse longitudinale è il seguente:

- rotazione dell'utero (corpo e cervice) mezzo giro attorno all'asse verticale - da destra a sinistra o, viceversa, rotazione dell'utero (rotatio uteri);

- torsione dell'utero (torsio uteri) - rotazione del corpo dell'utero sull'asse verticale più di 180? nell'area dell'istmo con un collo fisso.

Quali sono i tipi di spostamento uterino lungo l'asse verticale?

(relativo agli aerei pelvici)?

Lo spostamento dell'utero sull'asse verticale è il seguente:

- l'utero è spostato verso l'alto (elevatio uteri);

- prolasso uterino (descensus uteri);

- prolasso dell'utero (prolapsus s procidentia uteri).

Qual è il prolasso dell'utero?

Prolapus uteri (prolapsus uteri) è incompleto (prolapsus uteri partialis) e completo (prolapsus uteri totalis). In caso di perdita incompleta durante lo sforzo del paziente, solo la cervice lascia la fenditura genitale (Fig. 13.2), con prolasso completo, la cervice e il corpo dell'utero si estendono oltre la fessura genitale, che di solito è accompagnata dall'inversione delle pareti vaginali; Questa situazione è chiamata ernia ginecologica - ernia genitale (Figura 13.3).

Fig. 13.2. Prolasso incompleto dell'utero

Fig. 13.3. Completo prolasso uterino

Cos'è l'inversione uterina (inversio uteri)?

Con questa anomalia, la membrana sierosa dell'utero si trova all'interno, la membrana mucosa è esterna, il corpo dell'utero si trova nella vagina sotto la cervice (l'utero è attorcigliato come un dito di un guanto) (Fig. 13.4). Una tale situazione è possibile solo nella terza fase del travaglio, quando cercano di isolare la placenta in una placenta intatta.

Fig. 13.4. Inversione dell'utero

Qual è l'eziopatogenesi delle anormalità degli organi genitali femminili?

Nel caso di anomalie della posizione degli organi genitali femminili, i seguenti fattori giocano un ruolo:

- insolvenza congenita dell'apparato connettivo e di supporto dell'utero e delle malattie del tessuto connettivo (displasia del tessuto connettivo, DST);

- trauma al perineo durante il travaglio;

- anomalie dello sviluppo dei dotti myllerian (paramesonephric);

- un gran numero di nascite;

- aderenze nel bacino;

- tumori e formazioni tumorali nella pelvi;

- fumo (bronchite cronica);

- obesità o, al contrario, drastica perdita di peso;

- duro lavoro fisico, giocando sport professionali;

- astenia totale, vecchiaia.

Quali anomalie degli organi genitali femminili hanno il significato clinico più importante?

Queste anomalie includono:

- anteflessia patologica dell'utero (figura 13.5);

- prolasso e prolasso dell'utero e delle pareti vaginali.

Fig. 13.5. Anteflessia patologica dell'utero

Qual è la caratteristica della anteflessione patologica dell'utero?

L'antiflessione patologica dell'utero (iperanteflessio) è una delle manifestazioni dell'infantilismo sessuale. Allo stesso tempo, viene rivelato un angolo acuto tra il corpo e la cervice, le piccole dimensioni dell'utero e la cervice conica allungata. La base di questa patologia è la mancanza di sviluppo degli organi genitali interni a seguito di varie intossicazioni durante l'infanzia (infezioni, invasioni da elminti, ecc.).

Qual è la clinica di antiflessione patologica dell'utero?

Caratterizzato da mestruazioni dolorose, infertilità, diminuzione della libido, irregolarità mestruali dal tipo di sindrome dell'iperemia, insorgenza tardiva delle mestruazioni, frequente desiderio di urinare.

Qual è la caratteristica dell'utero retrodevision?

L'utero si ritrova principalmente nell'età adulta. Può essere mobile (retroversio - retroflexio mobile) o fisso (retroversio - retroflexio fixata) per la presenza di forti aderenze che provocano la fusione dell'utero con la parete posteriore del bacino.

Quali cambiamenti nell'utero si osservano con la retrodevisione?

Quando l'utero viene retrodiffuso, la sua circolazione sanguigna viene disturbata, l'utero diventa edematoso, la metrite cronica può svilupparsi, l'endometrite iperplastica, l'utero aumenta di volume, diventa tondo, la sua consistenza è densa - l'ipertrofia dell'utero è osservata a causa dello sviluppo del tessuto connettivo (Figura 13.6).

Fig. 13.6. Ripetizione dell'utero

Qual è la clinica di retrodeduzione dell'utero?

Ci può essere dolore sordo nell'addome inferiore, nella regione sacrale irradiata ai fianchi, disturbi mestruali del ciclo mestruale, algomenorrea, leucorrea, infertilità, anche se spesso non ci sono lamentele, quindi c'è un punto di vista alternativo, secondo cui la retro-evoluzione è una variante della norma che si verifica in 20% sano donne. Ma allo stesso tempo, è necessario differenziare l'utero retrodeaviazione dalla sindrome di Alain-Masters, adenomiosi.

Quali sono i fattori di rischio per lo sviluppo del prolasso e del prolasso dell'utero e delle pareti vaginali?

1. Il cedimento dell'apparato legamentoso dell'utero e del pavimento pelvico (che può essere causato da displasia congenita del tessuto connettivo, lesioni alla nascita, carenza di estrogeni, alterazioni senili nei muscoli e nel tessuto connettivo, alcuni extragenici

malattie comuni con disturbi metabolici, come il diabete mellito).

2. Aumento della pressione intra-addominale, che a sua volta può anche essere il risultato di diverse cause (duro lavoro fisico, malattia polmonare cronica, stitichezza, ecc.).

Qual è il meccanismo per lo sviluppo dell'omissione

e prolasso dell'utero e delle pareti vaginali?

Sotto l'influenza di un costante o acuto aumento della pressione intra-addominale, gli organi interni si abbassano non solo nelle donne che hanno già un cedimento dei muscoli del pavimento pelvico e della debolezza dell'apparato legamentoso, ma anche nelle donne con strutture anatomiche e funzionali del pavimento pelvico indisturbate.

La forza della pressione intra-addominale è bilanciata dalla resistenza delle strutture dei tessuti molli che riempiono lo spazio tra le ossa pelviche. Normalmente, la resistenza fornita dai tessuti molli è sufficiente per sopportare la pressione intra-addominale senza il verificarsi di lacrime e insufficienza del pavimento pelvico.

Allo stato attuale, la teoria che la principale causa anatomica del prolasso sia la presenza di difetti (lacrime) nella fascia pubica-cervicale (fascia di Galban - Fig. 13.7) e rettangolare-vagale (fascia Denonville - Fig. 13.8) ha ricevuto il maggior riconoscimento e conferma scientifica. e anche la loro separazione dalle pareti di un bacino.

Ris.13.7. Fascia Galbana

Ris.13.8. Fascia Denonville

Il prolasso dei genitali a causa delle lacrime della fascia può essere paragonato con i pavimenti marci nella capanna (figura 13.9).

Cosa ha causato il difetto nel pavimento pelvico?

Il difetto del pavimento pelvico può essere dovuto a due motivi: l'eccesso di forza attuale delle strutture invariate del pavimento pelvico e la presenza di punti deboli che non sopportano nemmeno la normale forza d'impatto. Queste cause - sovraccarico e debolezza anatomica - sono spesso combinate. La posizione del difetto (difetti) dipende da quali organi proliferano.

Fig. 13.9. Modello di prolasso genitale

Fig. 13.10. Omissione delle pareti vaginali. Cisti moderata e rettocele

Cos'è il cistocele?

Questo è un prolasso della parete anteriore della vagina con la vescica, e il decorso dell'uretra e la flessione della sua parte superiore cambiano verso il basso (Fig. 13.10)

Cos'è l'ureterocele?

Questo è il prolasso dell'uretra prossimale, che è più comune in combinazione con il cistocele.

Cos'è il rettocele?

Questo è il prolasso della parete vaginale posteriore con la parete anteriore del retto.

Cos'è l'enterocele?

Questa è l'omissione e l'eversione del fornice vaginale posteriore, e quindi la sua parete posteriore o cupola vaginale dopo isterectomia con la formazione di un sacco erniario contenente cappi dell'intestino tenue.

Qual è l'omissione clinica e il prolasso dell'utero?

In questa patologia, si osservano i seguenti sintomi: dolore fastidioso nell'addome inferiore e nella zona lombare, che sono aggravati dallo sforzo fisico, dalla disuria, dalla stitichezza cronica. Con perdita totale, i pazienti sentono un corpo estraneo nella zona degli organi genitali esterni che interferisce con il camminare, difficoltà a urinare, che a volte è impossibile se non si riempie l'utero prolasso, la fuoriuscita di sangue dalle aree ulcerate della cervice (ulcera decubitale). Con l'inizio della menopausa a causa della privazione degli estrogeni, una diminuzione del tono generale del corpo e dei cambiamenti nel trofismo tissutale, la malattia inizia a progredire rapidamente.

Quali cambiamenti nei genitali vengono osservati con la loro omissione e perdita?

Le pareti cadute della vagina diventano secche, ruvide, callose, gonfie, le pieghe della vagina sono levigate, il muco diventa un colore biancastro. Sulla mucosa della vagina e della cervice si formano ulcere trofiche con bordi nettamente definiti e fioritura della figa sul fondo. Osservare la difficoltà di deflusso del sangue venoso, il suo ristagno, che porta a edema e un aumento del volume della parte vaginale della cervice. Con prolasso incompleto dell'utero, si verifica spesso l'allungamento della cervice (elongatio colli uteri), con il risultato che la lunghezza della sonda raggiunge i 10-15 cm con la lunghezza normale del suo corpo.

Quali sono i metodi diagnostici per questa patologia?

La diagnosi di prolasso e prolasso degli organi genitali interni non è difficile. La diagnosi è fatta sulla base di anamnesi, reclami caratteristici, un esame ginecologico quando il paziente è schiacciato, i dati da un esame bimanuale e la palpazione degli organi genitali prolasso.

Fig. 13.11. Ipertrofia e allungamento della cervice

Quali sono i metodi di terapia?

1. Trattamento conservativo - terapia fortificante, buona nutrizione, procedure idriche, ginnastica medica (Kegel), condizioni di lavoro mutevoli, massaggio dell'utero.

2. Metodi ortopedici. Attualmente, il trattamento con i pessari, precedentemente distribuiti, viene raramente utilizzato a causa della minaccia di piaghe da decubito, infezioni ascendenti e la necessaria supervisione medica sistematica. Applicare vari tipi di cinturini, bende, ma tutti questi metodi sono un'applicazione strettamente limitata - solo quando è impossibile eseguire un'operazione chirurgica, come una grave patologia somatica o una vecchiaia. Tutti i metodi conservativi sono palliativi.

3. Metodi chirurgici.

Qual è l'indicazione per il metodo chirurgico di trattamento di questa patologia?

1. Il grado di omissione degli organi genitali interni.

2. Cambiamenti anatomici e funzionali negli organi del sistema riproduttivo (presenza e natura della concomitante patologia ginecologica).

3. La possibilità e la necessità di preservare o ripristinare le funzioni materno-riproduttive.

4. Caratteristiche della disfunzione della vescica e del retto.

5. Età dei pazienti, funzione sessuale.

6. Patologia extragenitale concomitante e grado di rischio di chirurgia e anestesia.

Quali operazioni sono più spesso eseguite in questa patologia?

La più razionale nella sistematizzazione delle operazioni utilizzate nel prolasso dei genitali è la loro classificazione proposta da V.I. Krasnopolsky et al. (1997), che li combina in 7 gruppi. L'autore utilizza la formazione anatomica utilizzata per rafforzare e correggere la posizione degli organi genitali interni come caratteristica principale della divisione in gruppi.

Gruppo I - operazioni finalizzate al rafforzamento della muscolatura del pavimento pelvico - colpoperinelatoroplastica, nonché colporrhaphy anteriore.

Gruppo II - funzionamento con varie modifiche accorciamento e rafforzare i legamenti uterini rotondi fissa utero, nonché operazioni utilizzando i legamenti rotondi. Gli interventi più tipici e frequentemente utilizzati sono accorciando legamenti uterini rotonde con il loro fissaggio alla parete anteriore dell'utero, accorciando legamenti uterini rotonde con il loro fissaggio alla parete posteriore dell'utero (Webster - Baldi - Dartigu), accorciando legamento rotondo attraverso il canale inguinale (secondo Alexander - Adams ), uterino ventrosuspenziya (su dolerite - Dzhilyamsu) e laparohysteropexy (da Kocher).

Gruppo III - operazioni volte a rafforzare l'apparato fissaggio della posizione di trasferimento utero e uterina del corpo in uno stato hyperanteflexio mediante reticolazione legamenti radicali o sacro-uterini tra loro e la loro trasposizione alla parete anteriore della cervice sutura non assorbibile Fozerdzhilla. Questo gruppo comprende l'operazione di Manchester e la sua modifica più complessa - Shirodkar cervicopexy. La conservazione dell'utero abbassato è particolarmente indicata per le giovani donne che vogliono preservare la capacità di generare figli.

Gruppo IV - operazioni con rigida fissazione dei genitali interni (vaginale solitamente set) verso le pareti pelviche - ossa pubiche, osso sacro, legamento sacrospinoso, etc. (sakrovaginopeksiya, che fissa la cupola della vagina al legamento sacrospinoso).

Gruppo V - operazioni che utilizzano materiali alloplastici per rafforzare l'apparato legamentoso dell'utero e la sua fissazione.

Gruppo VI - operazioni volte a obliterazione praticamente totale o parziale della vagina (la mediana kolporrafiya Neugebauer - Lefort, vaginale perineale colpocleisis - funzionamento Labgardta).

Gruppo VII: operazioni radicali (organo-portanti) eseguite da vari approcci chirurgici (addominali, laparoscopici, vaginali).

Un gruppo separato può essere suddiviso in un trattamento chirurgico finalizzato al ripristino dei difetti del pavimento pelvico. Questi tipi di opera

le radio si riferiscono all'installazione transvaginale di un impianto netto del sistema PROLIFT? per la ricostruzione del pavimento pelvico - anteriore, posteriore, totale (Fig. 13.12, 13.13).

Ris.13.12. Lo schema di fissazione dell'impianto in rete del sistema PROLIFT? nel bacino

Ris.13.13. Il layout del sistema di impianto netto PROLIFT? nel bacino

Qual è il concetto moderno di trattamento chirurgico del prolasso genitale?

Il concetto moderno di trattamento chirurgico del prolasso genitale dovrebbe essere costituito da un "sostituzione" del ripartiti vecchia (distrutta) la fascia pelvica al nuovo aggancio per le strutture anatomiche del pelvico resistente (ad esempio, legamento sacrospinoso, arco tendine).

Il pavimento pelvico in una rappresentazione figurativa è simile ai pavimenti, che nel tempo non hanno bisogno di cosmetici (rattoppatura dei singoli fori), ma importanti riparazioni. È necessario sostituire l'intero piano in una sola volta. E 'questo concetto risponde rapidamente collegato in chirurgico TVM tecnologia pratica (transvaginale maglie tenuta) utilizzando il sistema PROLIFT per la ricostruzione delle parti anteriore e posteriore del pavimento pelvico.

(. La Figura 13.12, 13.13) rappresentazioni di operazioni è patogeneticamente giustificato ciò creando neofastsii sostituire distrutto: eliminare il multiplo esistente dei suoi difetti (autonomo, distale, trasversale, paravaginalnye et al.) ed eseguire la misura sicura alla struttura solida di un piccolo bacino, che impediscono successiva protrusione delle pareti vaginali con aumento della pressione intra-addominale.

Mancanza di tensione mucosa vaginale quando utilizzando maglie polipropilene (Gynemesh TM, Gynecare ?, Ethicon?) Minimizza il rischio di suoi disturbi degenerativi. Di conseguenza, ridurre i processi infiammatori postoperatorie, erosioni, stenosi vaginale e rischio di rigetto griglia postoperatoria.

Qual è la prevenzione di questa patologia?

Di grande importanza sono la prevenzione della malattia durante l'infanzia e la pubertà, la nutrizione, lo sviluppo di una corretta postura (l'inclinazione del bacino), la danza, lo sport (pattini, pattini a rotelle, nuoto, ginnastica), non v'è alcun dubbio che il ruolo di esercizio fisico durante la gravidanza e dopo nascita, contribuendo al rafforzamento dei muscoli del pavimento pelvico (esercizi di Kegel). È necessario effettuare con attenzione il parto, effettuare misure preventive per combattere lesioni di nascita. Importante correzione chirurgica tempestiva per l'omissione delle pareti della vagina e dell'utero per prevenire il prolasso uterino.

L'unico metodo efficace di trattamento - chirurgia - da applicare in giovane età, dopo la detonazione funzioni native, riducendo al tempo stesso la qualità della vita - in ogni segmento del percorso di vita delle donne senza limiti del limite di età inferiore e superiore.

13.1. HOLDING DELL'URINA

Quali sono le normali caratteristiche funzionali della minzione?

La vescica è un organo cavo liscio liscio che funge da serbatoio per l'urina e partecipa alla sua eliminazione arbitraria. Il normale funzionamento della vescica è possibile solo mantenendo l'innervazione e il lavoro coordinato del pavimento pelvico. Quando si riempie la vescica, aumenta la resistenza nell'area dell'apertura uretrale dell'uretra. Il detrusore rimane rilassato. Quando il volume delle urine raggiunge una certa soglia, gli impulsi vengono inviati dai recettori di stiramento al cervello, innescando il riflesso urinario. Nello stesso momento si sviluppa la contrazione riflessa del detrusore. Nella testa

il cervello è l'uretra, situata nel ponte e associata al cervelletto. Il cervelletto coordina il rilassamento dei muscoli del pavimento pelvico, nonché l'ampiezza e la frequenza delle contrazioni del detrusore durante la minzione. Dal ponte, il segnale viene trasmesso al centro corrispondente, situato nei segmenti sacrali del midollo spinale, e da lì al detrusore. Questo processo è controllato dalla corteccia cerebrale, che ha un effetto inibitorio sul centro urinario. Quindi, il normale processo di minzione è un atto arbitrario. Lo svuotamento completo della vescica avviene a causa della contrazione a lungo termine del detrusore mentre contemporaneamente si rilassano il pavimento pelvico e l'uretra.

Come vengono invasi i tratti urinari?

Il tratto urinario è innervato dai nervi simpatico, parasimpatico e motorio. Il sistema nervoso simpatico controlla la ritenzione di urina e il parasimpatico, la sua escrezione. I nervi motori invadono lo sfintere dell'uretra e il pavimento pelvico.

Il tratto urinario inferiore riceve innervazione simpatica principalmente dal midollo spinale (a livello di Th10 - L2 segmenti). Il mediatore delle fibre pregangliari è l'acetilcolina, le fibre postgangliari - norepinefrina. L'uretra e il collo della vescica contengono α-adrenorecettori e β-adrenorecettori nel resto della vescica. La stimolazione degli a-adrenorecettori aumenta il tono dell'uretra e contribuisce alla sua chiusura. La stimolazione dei beta-adrenorecettori riduce il tono delle pareti della vescica.

Il sistema nervoso parasimpatico regola la contrazione del detrusore e lo svuotamento della vescica. Lunghe fibre preganglioniche iniziano nel midollo spinale sacro (S2-S4) insieme ai nervi motori che innervano i muscoli del pavimento pelvico, dello sfintere uretrale e dello sfintere esterno dell'ano. Negli stessi segmenti del midollo spinale ci sono impulsi dai recettori perineali. L'acetilcolina che agisce sui recettori M-colinergici funge da mediatore delle fibre pre- e postgangliari.

Quali fattori influenzano la ritenzione urinaria?

Tutti i fattori che influenzano la ritenzione di urina, è consuetudine dividere in esterni e interni.

Fattori esterni: i muscoli del pavimento pelvico, che si contraggono con un aumento della pressione intra-addominale, comprimendo l'urinario

il canale e prevenire l'escrezione involontaria di urina. Con l'indebolimento della fascia viscerale del bacino o m. muscolo elevatore dell'ano creato da loro supporto per la vescica scompare, sembra la mobilità anormale del collo della vescica e l'uretra, che porta a incontinenza urinaria da stress.

fattori interni - tunica muscolare dello sfintere uretrale della vescica e dell'uretra, fibre elastiche, e la presenza di mucosa piegatura a-adrenocettori in uretra strato muscolare. La mancata verifica quando fattori interni malformazioni, carenza di estrogeni e disturbi nervosi, così come dopo infortuni e come complicanza di alcune operazioni urologiche. Eliminare l'incontinenza urinaria con la mancanza di fattori interni è molto più difficile che con i cambiamenti patologici esterni.

Quali sono le principali unità di classificazione e le cause dell'incontinenza urinaria nelle donne?

1. Vera incontinenza urinaria:

a) incontinenza urinaria da sforzo (incontinenza da sforzo - perdita di urina durante lo sforzo fisico: durante la tosse, ridendo, in esecuzione senza l'urgenza di urinare)

- mobilità anormale del collo vescicale (il motivo principale è l'insufficienza del pavimento pelvico);

- patologia dello sfintere della vescica (può essere congenita o acquisita a causa di lesioni o lesioni del midollo spinale sacrale);

b) incontinenza urinaria urgente (incontinenza urinaria - perdita urinaria a causa di un incontenibile bisogno di urinare):

1) iperreflessia vescicale:

- idiopatica (instabilità del detrusore);

- neurogenico (iperattività del detrusore);

2) instabilità dell'uretra (rilassamento uretrale involontario associato o non associato a iperreflessia vescicale);

c) incontinenza urinaria mista.

2. ischuria paradossali (incontinenza di overflow, la principale causa di - ridurre l'attività della contrattilità del detrusore della vescica a causa di ostruzione di qualsiasi genesi, le lesioni

midollo spinale sacrale, dopo operazioni sugli organi pelvici, ecc.).

3. Diverticoli uretrali.

4. Malformazioni dell'uretra.

5. Rilassamento incontrollato dell'uretra.

6. Transient (transitoria) incontinenza urinaria (ragioni principali: cistite, uretrite o vaginite atrofica, intossicazione da alcol, diuretici, somministrazione a lungo termine di farmaci ad azione anticolinergica - antistaminici, antidepressivi, antipsicotici, anti-Parkinson, la ricezione di un-bloccanti, calcio antagonisti violazione dei movimenti intestinali).

7. Falsa incontinenza:

- estrofia della vescica;

- altre malformazioni;

- fistola uretra;

Cosa caratterizza lo stress da incontinenza urinaria?

Incontinenza urinaria da sforzo (incontinenza urinaria da sforzo - incontinenza urinestress inglese) si verifica con un aumento della pressione intra-addominale, che può essere causata da starnuti, tosse o esercizio fisico. Allo stesso tempo, la pressione nella vescica supera la pressione di chiusura dell'uretra, che porta alla perdita di urina. La causa principale dell'incontinenza urinaria da stress nelle donne è l'insufficienza dei muscoli del pavimento pelvico, quando scompare il supporto per la vescica, a seguito della quale appare la mobilità patologica del collo e dell'uretra della vescica.

Come vengono esaminati i pazienti con l'incontinenza?

I pazienti vengono attentamente esaminati, identificando la vera causa dei reclami. A tal fine, viene raccolta l'anamnesi, viene effettuato l'esame obiettivo (compresa la valutazione delle condizioni del pavimento pelvico), test funzionali (test di riempimento, test della tosse, test di stop, test di riempimento della vescica), analisi delle urine cliniche e risultati

la sua semina, se necessario, conduce l'esame citologico delle urine, misura la quantità di urina residua, registra il volume e la frequenza della minzione (diario delle urine), studia l'urodinamica (cistometria, profilometria, determinazione della pressione soglia per l'incontinenza).

Quali sono gli approcci per il trattamento dell'incontinenza urinaria da stress?

In caso di incontinenza urinaria da stress, viene effettuato un trattamento conservativo (eliminazione dei fattori aggravanti - obesità, fumo, correzione dell'assunzione di liquidi, HRT percutanea e postmenopausale, uso di α-adrenomimetici, esercizi di Kegel), ma spesso è impossibile gestire il trattamento chirurgico.

La letteratura presenta la seguente suddivisione degli interventi chirurgici, in base all'accesso ai seguenti tipi (D.V. Kan).

1. Operazioni che ripristinano l'anatomia uretrale vesicouretrale normale mediante accesso transvaginale.

2. Varie opzioni per l'uretropessi ostruttiva.

3. Operazioni che correggono l'anatomia uretrale vescicoureterale e fissano l'apparato muscolo-legamentoso mediante accesso combinato.

4. Varie modifiche delle operazioni di ansa o fionda. Per fare questo, applicare: colporrhaphy anteriore con obbligatorio

levatoroplastica, retropubica e uretropessia transvaginale (operazioni Marshall-Marchetti-Krantz, Burch, Pereyra), avvolgendo il collo vescicale (cosiddette operazioni di imbracatura), così come le operazioni palliative (looping, violando parzialmente la canalizzazione uretrale, I), I, I, I, I, I, avrò un cappio intorno al collo della vescica; e così via). Se l'incontinenza urinaria da sforzo è combinata con un difetto paravaginale e un'eccessiva mobilità del collo vescicale (ipermobilità), allora una ricostruzione eseguita correttamente utilizzando il sistema PROLIFT? consente di stabilizzare il collo vescicale in una posizione normale e di eliminare l'incontinenza urinaria da sforzo in oltre il 98% dei casi.

È importante notare che il paziente può presentare denunce di incontinenza da stress durante lo stress non solo in caso di fallimento del pavimento pelvico. La diagnosi differenziale deve essere effettuata con urgente NM, GMF e diverticoli uretrali, quindi con

da un lato, le donne con incontinenza non possono essere operate solo sulla base delle loro lamentele, d'altra parte, l'incontinenza in assenza di disturbi non è un motivo per rifiutare un intervento chirurgico.

Cos'è l'iperattività della vescica?

Sotto la vescica iperreflessia - inglese instabilità del detrusore, detrusore instabile (GMF) - comprendere le contrazioni involontarie del detrusore dovute alla disinibizione del riflesso della minzione. In questa patologia, la ritenzione urinaria viene principalmente osservata (minzione involontaria durante urgenza imperativa). GMF può essere neurogenico o idiopatico. La diagnosi di GMF è formulata sulla base delle lamentele del paziente relative a urinazione frequente e incontinenza urinaria, dati di ricerca oggettivi e metodi di ricerca speciali. Metodi speciali includono la cistometria. In questo caso, un aumento periodico della pressione del detrusore viene registrato già nella fase di riempimento della vescica, associata a impulsi imperativi di urinare e accompagnata da incontinenza delle urine.

Qual è la diagnosi differenziale di iperreflessia vescicale da incontinenza urinaria da stress?

Tabella 13.1. Diagnosi differenziale dell'iperreflessia vescicale

Argomento 20 Anomalie della posizione degli organi genitali interni

ANOMALIE DELLA POSIZIONE INTERNA

Durata dell'occupazione - 6 ore.

Scopo della lezione: studiare con gli studenti le principali cause della patologia della localizzazione degli organi genitali interni, la classificazione, le forme cliniche della malattia; sintomi, metodi diagnostici, diagnosi differenziale, misure di trattamento e prevenzione.

Lo studente dovrebbe sapere: la posizione normale degli organi genitali femminili; fattori che contribuiscono alla conservazione della posizione normale degli organi genitali interni nella pelvi (sospensione e sostegno dell'apparato uterino), la classificazione delle anomalie della posizione degli organi genitali femminili, i sintomi clinici delle varie forme di manifestazione di questa patologia; diagnosi, diagnosi differenziale, trattamento e prevenzione.

Lo studente dovrebbe essere in grado di: raccogliere la storia, scoprire i reclami, prestare particolare attenzione alla storia e alla storia speciali della malattia. Ispezionare il paziente, eseguire un esame vaginale, ispezione con l'aiuto di specchi. Per fare una diagnosi, sviluppare un piano per la gestione e il trattamento del paziente, determinare lo scopo dell'operazione, conoscere la preparazione preoperatoria e la tattica del periodo postoperatorio, nonché i principi delle operazioni utilizzate in questa patologia a seconda dell'età del paziente, la gravità del processo patologico e concomitanti malattie extragenitali.

Posizione della lezione: stanza di addestramento, reparto ginecologico, sala operatoria, camera postoperatoria.

Equipaggiamento: tavoli, diapositive, cartelle cliniche, film dimostrativi.

Piano della lezione:

Questioni organizzative, fondatezza dell'argomento - 10 min.

Controllo delle conoscenze degli studenti - 35 min.

Curazione dei pazienti, analisi clinica dei casi clinici, esame dei pazienti nella sala d'esame, presenza all'operazione, soluzione dei problemi situazionali - 205 min.

Riassumendo le lezioni, valutazione delle conoscenze degli studenti - 20 min.

Contenuto di classe

Omissione e prolasso degli organi genitali interni di una donna sono patologie comuni; nella struttura della morbilità ginecologica, questa patologia rappresenta fino al 28%. Di norma, la malattia inizia all'età della riproduzione ed è sempre progressiva. L'omissione e il prolasso degli organi genitali interni sono legati ad anomalie nella posizione degli organi genitali.

Anomalie della posizione degli organi genitali interni delle donne possono essere congenite e acquisite. L'una o l'altra posizione degli organi genitali interni è sempre associata alla posizione dell'utero, che è anatomicamente e topograficamente l'organo pelvico centrale. Pertanto, è necessario studiare le diverse posizioni dell'utero in condizioni fisiologiche e patologiche.

Tipico è chiamato la posizione dell'utero, quando è alla vescica vuota e il retto è nel mezzo del bacino, il fondo di lei a livello dell'ingresso al bacino, la bocca esterna della cervice al livello del piano della parte stretta della cavità pelvica (linea interspinale). L'angolo formato dalla cervice e dal corpo dell'utero è smussato (circa 100), aperto verso la parte anteriore (anteflexiouteri). Se la cervice è rivolta verso il sacro e il fondo dell'utero verso il cuore, questa posizione viene definita come anteversiouteri. Pertanto, la tipica (normale) posizione dell'utero nella pelvi è indicata con il termine anteflexioversiouteri.

Fattori che contribuiscono alla preservazione della normale posizione degli organi genitali nella pelvi:

Proprio tono degli organi genitali, a seconda del corretto funzionamento di tutti i sistemi del corpo (stato del sistema nervoso, condizioni circolatorie e livello degli ormoni sessuali nel sangue circolante, abbassamento del tono a causa di malattie, atrofia senile).

La relazione tra gli organi interni, l'attività coordinata del diaframma, la parete addominale e il pavimento pelvico.

Sospensione e supporto dell'apparato dell'utero:

a) l'apparato di sospensione comprende: legamenti rotondi dell'utero, legamenti larghi, muscoli uterini rettali, propri legamenti delle ovaie, legamenti ad imbuto;

b) l'apparato di supporto comprende: i legamenti principali, i legamenti sacro-uterini, i muscoli e la fascia del pavimento pelvico.

Anomalie degli organi genitali femminili

La distruzione di questi fattori da processi infiammatori, lesioni traumatiche o tumori contribuisce e determina la loro posizione anomala.

Le anomalie della posizione degli organi genitali sono considerate come tali i loro stati permanenti che vanno oltre i limiti delle norme fisiologiche e violano i rapporti normali tra loro. Tutti i genitali sono interconnessi nella loro posizione, quindi, gli stati anormali sono fondamentalmente complessi (la posizione dell'utero, della cervice, della vagina, ecc.) Cambiano simultaneamente.

La classificazione è determinata dalla natura delle disfunzioni dell'utero: spostamenti lungo il piano orizzontale (l'intero utero a sinistra, destra, avanti, indietro, relazione scorretta tra il corpo e il collo dell'utero per inclinazione e flessione pronunciata, rotazione e torsioni); spostamento su un piano verticale (omissione, prolasso, sollevamento e eversione dell'utero, omissione e prolasso della vagina).

Offset nel piano orizzontale. Lo spostamento dell'utero con la cervice a destra, a sinistra, in avanti, all'indietro si verifica più spesso quando i tumori sono schiacciati o durante la formazione di processi adesivi dopo malattie infiammatorie dei genitali (Fig. 19). La diagnosi è ottenuta mediante esame ginecologico, ecografia e radiografia. I sintomi sono caratteristici della malattia di base. Il trattamento è finalizzato all'eliminazione della causa: intervento chirurgico con tumori, fisioterapia e massaggio ginecologico durante le adesioni.

Gli stati d'animo patologici e le pieghe tra il corpo e il collo sono considerati simultaneamente. Normalmente, in termini di curve e inclinazioni, ci possono essere due varianti della posizione dell'utero: inclinazione e piega anteriormente - anteversio-anteflexio, inclinazione e curva posteriormente - retroversio-retroflessio (Fig. 20). L'angolo tra la cervice e il corpo dell'utero è aperto anteriormente o posteriormente e ha una media di 90 °. Nella posizione di una donna in piedi, il corpo dell'utero si trova quasi orizzontalmente, e il collo ad un angolo è quasi verticale. Il fondo dell'utero è a livello della IV vertebra sacrale e la cervice esterna a livello del piano spinale (spina ischii). Di fronte alla vagina e all'utero ci sono la vescica e l'uuregra e dietro il retto. La posizione dell'utero in condizioni normali può variare a seconda del riempimento di questi organi. Le inclinazioni patologiche e le pieghe dell'utero si verificano con l'infantilismo in età precoce (primaria) e a causa di processi infiammatori e adesivi dei genitali (secondari). L'utero può essere mobile o immobile (fisso).

Dislocazione patologica dell'utero

: a - nodo anteriore del mioma; b - a sinistra da un tumore dell'ovaia destra; c - Adesioni posteriori risultanti dalla pelvioperitonite.

Posizione dell'utero non gravido

: a - anteflexio-anteverzio; b - retroflexioretroverzio.

Inclinazione patologica dell'utero anteriormente (a) e curva patologica dell'utero anteriormente (b)

Inclinazione patologica dell'utero posteriore

(a) e la curva patologica dell'utero posteriore (b).

Inclinazione patologica dell'utero

sinistra (a) e spostamento posteriore dell'utero (b).

L'omissione delle pareti vaginali e il prolasso incompleto dell'utero con l'allungamento della sua cervice

: a - aspetto; b - schema.

Iperreattività e ipereflessia uterina sono una situazione in cui l'inclinazione è più pronunciata e l'angolo tra il corpo e la cervice è acuto (

Anomalie degli organi genitali

La posizione anormale dell'utero è considerata tale quando, deviando, oltrepassa i limiti della posizione fisiologica ed è permanente, ed è anche accompagnata da disturbi nei rapporti normali tra le sue singole parti.

La classificazione delle posizioni anormali degli organi genitali comprende le seguenti forme cliniche.
1. Lo spostamento dell'utero in un piano verticale:
a) sollevando (elevatio uteri) - il suo fondo si trova sopra l'entrata del bacino, e il collo è sopra la linea spinale;
b) prolasso uterino (descensus uteri) - la faringe esterna della parte vaginale si trova al di sotto della linea spinale, senza uscire dalla fessura genitale durante lo sforzo;
c) prolasso uterino (prolapsus uteri) - completo, quando la cervice e il suo corpo si trovano sotto la fenditura genitale, e incompleto - lascia solo la parte vaginale della cervice (in questa forma, si osserva spesso allungarsi).

Quando l'inversione uterina (inversio uteri), la sua membrana mucosa è all'esterno, il sieroso si trova all'interno.

Girando (rotatio uteri), l'utero ruota a destra oa sinistra in un mezzo giro, attorno all'asse verticale.

La torsione dell'utero (torsio uteri) è caratterizzata dalla rotazione del suo corpo nella regione del segmento inferiore con un collo fisso lungo l'asse verticale.
2. Lo spostamento dell'utero sul piano orizzontale:
a) lo spostamento di tutto l'utero dal centro del bacino verso sinistra, destra anteriormente o posteriormente (Lateropositio sinistra, dextra, antepositio, retropositio);
b) inclinazione (versio uteri) - posizione errata dell'utero, quando il corpo è spostato in una direzione, e il collo - nell'altra;
c) la flessione dell'utero (flexio uteri) in presenza di un angolo ottuso aperto tra il corpo e il collo è fisiologica. In caso di inflessione patologica, è acuta (ipereflessia) o posteriormente aperta (retroflessione).

Lo spostamento dell'utero si verifica in seguito a processi patologici che si verificano al di fuori di esso (infiammazione della cellulosa o del peritoneo uterino, tumori, accumulo di sangue, ecc.).

In caso di antiflessione patologica, le anomalie dello sviluppo sono più spesso la causa, meno spesso i processi infiammatori e tumori degli organi genitali, e la disfunzione mestruale della sindrome iperstruale con algodimenorrea è clinicamente osservata. Questi fenomeni, da un lato, sono causati dalla compromissione della funzione endocrina delle ovaie e, dall'altro, da una bassa soglia di sensibilità al dolore. Quando l'iperflessia come risultato dell'infantilismo, l'infertilità può essere osservata.

Il trattamento deve essere finalizzato all'eliminazione della malattia di base. In caso di antiflessione patologica derivante da infiammazione, si raccomanda un trattamento antinfiammatorio. Se l'ipereflessia è una conseguenza dell'ipofunzione ovarica, prescrivere:
a) trattamento fortificante (allenamento fisico terapeutico, ricorso al sanatorio, alimentazione razionale con inclusione obbligatoria delle vitamine A, C, gruppi B, E);
b) procedure fisioterapiche che migliorano la circolazione sanguigna degli organi genitali; c) ormoni secondo il grado di sottosviluppo degli organi genitali.

La retroflessione è solitamente combinata con la retroversione dell'utero. Le cause di questa anomalia sono varie: a) indebolimento dei dispositivi di sospensione, supporto e fissaggio dell'utero; b) malattie infiammatorie che provocano la formazione di aderenze e cicatrici nell'utero e nei tessuti circostanti; c) mancanza di funzione ovarica e disturbi generali nel corpo, con conseguente diminuzione del tono dell'utero; d) multiplo, spesso seguito l'un l'altro parto, complicato da un intervento chirurgico, così come debilitanti malattie comuni, causando il rilassamento del tono dell'utero e il suo apparato legamentoso, pavimento pelvico e parete addominale; e) atrofia dell'utero e diminuzione del tono nella vecchiaia; e) tumori ovarici, localizzati nello spazio vescicale-uterino, o utero, provenienti dalla sua parete anteriore.

Con una retroflessione pronunciata, le appendici dell'utero scendono, situate vicino o dietro di esso. In questo caso, a causa della flessione dei vasi sanguigni si può osservare il ristagno nella pelvi.

La retroflessione dell'utero può essere mobile o fissa. Quest'ultimo si verifica a seguito di processo infiammatorio precedentemente trasferito.

La retroflessione dell'utero non è una malattia indipendente e si trova in molte donne per caso, dal momento che non dà alcun sintomo. Tuttavia, in alcuni casi è accompagnato da sintomi caratteristici: dolore nell'addome inferiore e regione lombosacrale; minzione frequente e dolorosa; stitichezza e dolore durante l'atto di defecazione; disturbi mestruali; infertilità a causa della concomitante infiammazione dei genitali.

La diagnosi di spostamento posteriore dell'utero non è difficile. Durante lo studio, la parte vaginale della cervice si trova anteriormente e spesso sotto il livello normale, il suo corpo si trova posteriormente (determinato attraverso il fornice vaginale posteriore). Tra il corpo e il collo c'è un angolo aperto posteriormente. Distinguere la parte posteriore dell'utero ha bisogno di suo seno fibromioma, tumore ovarico, tumore del tubo sacculare, gravidanza tubarica, ascesso o emorragia nella cavità fossetta. Nei casi difficili di diagnosi, deve essere usato l'esame rettale.

Con l'eccezione della diagnosi del processo infiammatorio acuto o subacuto e dell'emorragia post-addominale, può essere fatto un attento tentativo di sollevare manualmente l'utero dalla posizione di retroflessione allaflessione. È severamente vietato forzarlo in avanti.

Il trattamento delle retrodecreazioni dell'utero dovrebbe essere diretto all'eliminazione della causa che ha causato questa condizione.

Quando l'infantilismo raccomandava la nutrizione, l'esercizio fisico, i trattamenti dell'acqua e un complesso di altri agenti terapeutici. Se la retroflessione è causata da alterazioni infiammatorie nei genitali, viene eseguito un vigoroso trattamento antinfiammatorio, che include fisioterapia, fangoterapia e altri mezzi. Con concomitanti nevrosi funzionali, viene condotta la psicoterapia, vengono prescritti ipnotici, ataraktiki e bromuri.

In assenza di disturbi del paziente e disfunzione degli organi adiacenti, non è raccomandato il trattamento locale, è necessario un trattamento speciale nei casi in cui la retrodegazione dell'utero è accompagnata dalla formazione di aderenze. In questi casi, applicare un massaggio ginecologico e talvolta un trattamento chirurgico.

Le controindicazioni al massaggio ginecologico sono i processi infiammatori acuti e subacuti nella pelvi, il dolore saktosalpinky, il dolore significativo durante l'esame ginecologico, le mestruazioni, la gravidanza, l'ipersensibilità del paziente.

Il corso del trattamento consiste in 15-20 sessioni. Dopo la prima sessione, che dura 3-5 minuti, è necessario fare una pausa per 3-4 giorni per scoprire se il processo infiammatorio è peggiorato. In assenza di controindicazioni, il massaggio ginecologico viene continuato, aumentando la durata della sessione a 6 minuti. Si consiglia di combinarlo con l'uso di fisioterapia o fangoterapia.

Se il trattamento sistemico di re-conservazione non dà un effetto positivo, ci sono indicazioni per l'intervento chirurgico.

Lifting dell'utero (elevatio uteri) è fisiologico durante l'infanzia; patologico si osserva nell'accumulo di sangue mestruale sulla base di atresia dell'imene, grandi tumori della vagina e del retto, il fibromioma sottomucoso emergente, tumori infiammatori incistati, ecc.

I reclami dei pazienti non dipendono dal sollevarlo, ma da quelle condizioni che determinano questa posizione. Pertanto, il trattamento si riduce a combatterli.

Lo spostamento della vagina e dell'utero verso il basso può avvenire simultaneamente, sebbene la discesa dell'utero non sia sempre accompagnata da uno spostamento lungo la vagina.

Distinguere tra la parete anteriore della vagina (descensus patietis anterioris vaginae), la parete posteriore (descensus parietis posterioris vaginae), o entrambi (descensus parietum vaginae). In questi casi, va oltre l'apertura vaginale. Quando la parete frontale della vagina (cistocele), posteriore (rettocele), o una combinazione delle loro pareti, le sue pareti parzialmente o completamente escono dalla fessura genitale e si trovano sotto il pavimento pelvico. Il prolasso completo della vagina è accompagnato dal prolasso dell'utero.

Quando si abbassa, la parte vaginale della cervice si trova sotto la linea interspinale, con prolasso incompleto, esce dalla fenditura genitale, ma il corpo dell'utero è sopra i muscoli del pavimento pelvico. In caso di prolasso completo di tutto l'utero (corpo e cervice), insieme con la vagina che è stata scoperta, si trovano sotto l'introitus vaginae.

Il ruolo principale nell'eziologia di queste condizioni è giocato da un lavoro irrazionalmente eseguito, accompagnato da un trauma del canale del parto, che non è stato prontamente ripristinato. Le cause secondarie che portano al prolasso e al prolasso degli organi genitali comprendono lo sviluppo ritardato, l'atrofia legata all'età dell'utero, i legamenti, i muscoli del pavimento pelvico, ecc.

Lo spostamento dell'utero verso il basso progredisce quando si solleva e si trasporta il peso.

Nella maggior parte dei casi, prolasso e prolasso dell'utero e della vagina sono un singolo processo patologico.

Le pareti vaginali che cadono diventano secche, la membrana mucosa è grossolana e il tessuto connettivo diventa gonfio. Gradualmente, le sue pieghe sono levigate e la mucosa assume un colore biancastro. Spesso si formano ulcere trofiche con bordi nettamente definiti, sul fondo si trova spesso placca purulenta. Il prolasso dell'utero è accompagnato dalla flessione dei vasi, a causa della quale viene impedito il deflusso del sangue venoso e si verifica una congestione nei reparti sottostanti. La parte vaginale della cervice gonfia, aumenta di volume, il suo allungamento è spesso osservato (elongatio colli uteri) - la lunghezza della cavità uterina insieme al collo raggiunge 10-15 cm.

Con prolasso completo dell'utero, si può verificare una violazione della topografia degli ureteri, la loro compressione ed espansione nella regione della pelvi renale e lo sviluppo di un'infezione del tratto urinario ascendente.

La clinica del prolasso dell'utero e della vagina è caratterizzata da un decorso prolungato e progressivo. Il prolasso della vescica può di solito essere stabilito inserendo un catetere nell'uretra. Lo studio del retto offre l'opportunità di identificare il rettocele.

I genitali rilasciati fanno camminare, il lavoro fisico è difficile, il dolore al sacro (spesso associato a trauma delle ulcere trofiche) e la minzione frequente dovuta allo svuotamento incompleto della vescica. Il riconoscimento dell'omissione e della perdita non è difficile. Il trattamento si riduce ad una ginnastica fortificante e ad esercizi che rafforzano i muscoli addominali e pelvici del pavimento (torso, spallamenti laterali, flessione ed estensione delle gambe stando sdraiati, diluendo e ginocchia quando sollevano il bacino, riducendoli con il superamento della resistenza, intrappolamento perineale ritmico arbitrario, ecc. ).. Insieme a questo, si raccomandano buone procedure di nutrizione e acqua. Quando si eseguono lavori fisici che comportano il sollevamento pesi, è necessario modificare le condizioni di lavoro.

Il metodo di trattamento ortopedico consiste nell'inserimento di diversi pimenti nella vagina. Gli anelli ad anello di varie dimensioni sono più comunemente usati (fatti di plastica, ebanite o metallo ricoperti di gomma), meno comunemente a forma di piattino. Il pessario è inserito nella vagina con un bordo in posizione eretta, nella sua profondità è girato in modo che appoggi contro i muscoli dell'ascensore. Tuttavia, va notato che il trattamento da loro non è razionale, dal momento che la selezione di un pessario adatto è difficile. Inoltre, causano irritazione delle pareti della vagina, la comparsa di piaghe da decubito e cadono facilmente. Il più radicale in questi casi è il metodo operativo di trattamento.

La prevenzione del prolasso vaginale e uterino consiste nel ripristino tempestivo e corretto dell'integrità dei muscoli del pavimento pelvico e del perineo dopo il parto, educazione fisica durante la gravidanza e dopo di esso, in particolare esercizi che rafforzano i muscoli addominali e del pavimento pelvico.