Principale > Frutti di bosco

Cause di vaginite, tipi di malattia e dei loro sintomi, trattamento

La vaginite (altrimenti colpite) è una malattia infiammatoria della vagina, manifestata da prurito, dolore e secrezioni patologiche. Praticamente ogni donna in età riproduttiva soffre almeno un episodio della malattia nella sua vita, quindi la vaginite è la principale causa di rinvii a un ginecologo.

Le cause della malattia sono molte, ma la stragrande maggioranza di esse può causare cambiamenti patologici solo sullo sfondo di immunodeficienza o microflora vaginale compromessa. Un ruolo significativo è svolto dallo stato ormonale delle donne. Spesso, la prima volta la vaginite si verifica quando un bambino nasce e, in assenza di un trattamento adeguato, diventa una fonte di infezione per il feto. Nelle ragazze prima della pubertà, la colpite è batterica o allergica. Che cosa è la vaginite pericolosa e come trattare l'infiammazione, continua a leggere.

Perché si sviluppa la malattia?

La vagina è adattata per gli attriti come membro e serve per prendere lo sperma e portarlo nell'utero. È un tubo muscoloso, rivestito dall'interno da un epitelio multistrato abbastanza forte. Lo strato superiore delle cellule della mucosa contiene una grande quantità di glicogeno come scorta di carboidrati. Sono necessari per alimentare la normale microflora della vagina: bastoncini di Dederlein o bastoncini di acido lattico.

I batteri abbattono il glicogeno e rilasciano acido lattico nella cavità vaginale. Un tale sistema crea una doppia protezione contro le infezioni: Dederlein si copre abbondantemente della mucosa e non lascia spazio per la riproduzione di altri microrganismi, e l'ambiente acido è distruttivo per la maggior parte dei batteri. Inoltre, l'auto pulizia quotidiana mucosa. Le sue cellule producono una piccola quantità di muco, che scorre lungo le pareti e porta via l'epitelio desquamato, la microflora morta normale e i rappresentanti di quello patogeno.

La quantità di glicogeno nelle cellule della mucosa dipende dalla concentrazione di steroidi sessuali nel sangue. L'estrogeno causa la sua deposizione avanzata, e i progestinici, al contrario, riducono la concentrazione di carboidrati nell'epitelio. La concentrazione di progestinici è più alta prima delle mestruazioni, quindi la maggior parte della vaginite acuta e delle recidive croniche si verificano durante questo periodo.

Quindi, la vagina è protetta in modo affidabile dall'influenza degli agenti patogeni. Tuttavia, la malattia colpisce annualmente un gran numero di donne. I fattori che contribuiscono alle vaginiti sono:

  • lesioni del perineo dopo il parto e le operazioni, a causa delle quali le pareti della vagina non si chiudono più strettamente e le sue aperture di apertura;
  • gravidanza, parto, aborto, ipofunzione ovarica, menopausa - qualsiasi condizione associata a una diminuzione della concentrazione di estrogeni nel sangue;
  • malattie gravi, infezioni, stress severo, shock psico-emotivo - tutti questi fattori portano ad una significativa riduzione della difesa immunitaria della donna;
  • inosservanza delle norme di igiene personale - i batteri patogeni si moltiplicano rapidamente nelle secrezioni, nel sangue mestruale e possono causare infiammazione nella vagina;
  • disordini metabolici (diabete mellito) - porta a un eccessivo deposito di carboidrati nella mucosa, prurito del perineo, deterioramento del processo di guarigione;
  • trascurare un preservativo con il sesso casuale spesso finisce nelle vaginiti causate da patogeni delle malattie veneree.

Cosa succede con l'infiammazione?

La vaginite è una malattia infiammatoria, ma i microrganismi patogeni non sono sempre la causa dell'infiammazione. Ci sono fattori dannosi che danneggiano le pareti della vagina. Ad esempio, rapporti sessuali ruvidi, douching impreciso, uso di detersivi aggressivi per l'igiene intima. La causa dell'infiammazione può essere una reazione allergica al lubrificante, un mezzo di contraccezione, tamponi.

L'infezione entra nella vagina in due modi:

  • ascendente - dal perineo, dalle piccole e grandi labbra, attraverso il vestibolo della vagina, dall'ano o dall'uretra;
  • discendente - dai focolai di infezione cronica nel corpo insieme al flusso sanguigno o al flusso linfatico (denti cariati, tonsillite cronica, pielonefrite).

Le sostanze biologicamente attive vengono rilasciate dalle cellule epiteliali distrutte. Dilatano i vasi sanguigni, causando la stasi del sangue locale. La permeabilità della parete vascolare aumenta e attraverso di essa le cellule immunitarie - i leucociti e il plasma sanguigno liquido - vengono rilasciati nei tessuti. L'edema della mucosa della vagina si sviluppa e, in caso di grave danno, cattura sia lo strato muscolare che quello esterno dell'organo.

I prodotti di decadimento influenzano i recettori dei nervi sensoriali nella mucosa. L'impulso da loro diventa più intenso e la donna sente disagio. La costrizione dei recettori con tessuto edematoso lo trasforma in prurito o dolore.

Le cellule epiteliali secretorie iniziano a produrre intensivamente muco per lavare batteri patogeni e detriti cellulari dalla superficie della mucosa dei batteri patogeni. Clinicamente, questo processo si manifesta con le perdite vaginali. Se una significativa porzione di leucociti muore e si sviluppa un'infiammazione purulenta, nel muco appare una miscela di pus. La distruzione dei piccoli vasi della mucosa rende sanguinante la scarica. Gli agenti causali delle infezioni sessualmente trasmissibili causano un'infiammazione specifica con scarico caratteristico del tratto genitale.

Quali forme di colpitis esistono?

Per la durata della malattia emettere:

  • vaginite acuta - dura non più di 2 mesi;
  • vaginite subacuta - l'infiammazione persiste per più di 2 mesi, ma non più di sei mesi;
  • cronica - dura più di 6 mesi, la colpite acquisisce un carattere ondulatorio: i periodi di calma completa sono seguiti da esacerbazioni.

A seconda della causa dell'infiammazione:

  • vaginite batterica (non specifica) - è causata da streptococchi condizionatamente patogeni, stafilococchi, bacilli;
  • Trichomonas: si sviluppa quando Trichomonas vaginalis è infetto dall'agente causativo della tricomoniasi;
  • gonorrheal - è causato da gonococcus, l'agente causativo di gonorrea;
  • micoplasma - la causa di esso è il parassita intracellulare Mycoplasma, trasmesso sessualmente;
  • lievito - si sviluppa durante la riproduzione di Candida fungo condizionatamente patogeno, agente causativo del mughetto;
  • vaginite atrofica - è causata da una diminuzione della concentrazione di estrogeni nel sangue di una donna durante la menopausa, durante l'ipofunzione ovarica, o se vengono rimossi;
  • Vaginite allergica - si sviluppa dopo l'esposizione degli allergeni alla mucosa della vagina e la reazione delle cellule del sistema immunitario.

Tipi di vaginiti dalla natura dell'infiammazione:

  • sieroso - chiaro, scarico liquido;
  • mucoso - scarico denso, viscoso, biancastro, opaco;
  • vaginite purulenta - scarico di spessore, giallo o giallo-verde, opaco con un odore sgradevole.

Come si manifesta la malattia?

I sintomi della vaginite dipendono dalla causa dell'infiammazione e dalla sua gravità. Il benessere generale nelle donne, di regola, non soffre. La febbre raramente supera 37-38. Febbre alta, debolezza generale, forte dolore nel perineo indicano l'infiammazione di tutte le pareti della vagina e del tessuto adiposo che circonda l'utero.

batterico

Viene anche chiamata vaginite aerobica, poiché la microflora condizionatamente patogena, che è dominata dai batteri aerobici, causa infiammazione. Il loro metabolismo richiede ossigeno, quindi di solito vivono sulla superficie della pelle del perineo. I fattori avversi che colpiscono il corpo, permettono all'aereo di penetrare nella vagina e moltiplicarsi sulla sua mucosa. Causano infiammazioni purulente con abbondanti secrezioni giallo-verdi.

Se visti dalla vagina sulla mucosa sono visibili punti di iperemia (arrossamento), le pareti sono gonfie e coperte di pus. La reazione dello scarico vaginale è acida. Negli strisci si trovano cellule chiave - cellule epiteliali, completamente ricoperte di batteri. Dederleina si infila un po 'o per niente. La vaginite aspecifica spesso si trasforma in una forma cronica, in cui una donna per anni è stata infastidita da moderate secrezioni di un colore leggermente giallo.

Trihomonozny

La vaginite da Trichomonas si sviluppa 3-12 giorni dopo il rapporto sessuale non protetto con una persona malata. Il periodo di incubazione può essere ritardato fino a un mese. Dopo un accumulo asintomatico dell'agente patogeno, si sviluppa il quadro clinico della vaginite acuta.

Una donna ha secrezione abbondante, spumosa, offensiva, biancastra o giallastra. Sono accompagnati da un forte prurito del perineo, disagio, dolore nel basso ventre. Il trichomonas è un microrganismo mobile e può passare dalla vagina all'utero, alle tube di Falloppio e alla cavità peritoneale. In questo caso, il dolore aumenta nell'addome inferiore, la temperatura sale a 38-39 C, il ciclo mestruale è disturbato.

Se visto dalla mucosa visibile uniformemente iperemica della vagina, gonfiore delle pareti. Per lo più sono ricoperti da secrezioni schiumose. A volte la colpite è quasi asintomatica, solo durante l'ispezione viene rilevata una leggera iperemia della mucosa.

gonorrheal

L'agente patogeno viene trasmesso sessualmente, i primi segni di vaginite compaiono 3-4 giorni dopo il sesso non protetto. La donna ha dolore, sensazione di bruciore nella vagina e abbondanti secrezioni muco-purulente. Quest'ultimo può contenere film biancastri - strati di cellule mucose rifiutate.

All'esame, le pareti gonfie e iperemiche della vagina sono visibili, e sulla loro superficie ci possono essere numerosi piccoli capezzoli di colore rosso vivo. Nei casi più gravi, le mucose si trovano su film densi e biancastri, dopo la rimozione dei quali si verifica un'erosione sanguinante. I malati appaiono come una scarica sanguinolenta.

lievito

La vaginite da Candida è familiare alla grande maggioranza delle donne. Spesso incolpano i partner sessuali per la malattia, ma sono vaginiti sessualmente trasmissibili? La candida fungo simile al lievito è rappresentativa della microflora condizionatamente patogena e vive asintomaticamente nella vagina di ogni quinta donna. Può causare infiammazione solo con una significativa diminuzione dell'immunità, disturbi metabolici e stato ormonale.

In primo luogo, appaiono prurito pronunciato e secchezza della vagina. Se le grandi labbra sono gonfie e dolorose, significa che la vulvovaginite fungina si è unita alla colpite. Dopo un giorno o due, appare uno scarico caratteristico: bianco, sotto forma di granuli di fiocchi di latte con un odore acre. La loro abbondanza può essere diversa, in alcuni casi, i proventi della vaginite senza di loro.

Di solito, un'infezione fungina viene attivata prima delle mestruazioni o durante la gravidanza. La sua spiacevole caratteristica è la frequente cronologia del processo, in conseguenza della quale la donna ricorre alla ricaduta della malattia più volte all'anno.

atrofico

Più spesso è postmenopausale, cioè si sviluppa durante il periodo della menopausa. Si distingue dalle altre vaginiti dal prurito doloroso e dalla secchezza della vagina. Lo scarico è scarso, viscido, trasparente, inodore. All'esame della vagina, una membrana mucosa giallo pallido è visibile, sulla superficie di cui ci sono punti emorragici - lividi. La vagina si restringe, le aderenze del tessuto connettivo si formano nella volta posteriore.

cronico

La vaginite cronica, indipendentemente dalla causa, procede attraverso fasi di calma ed esacerbazioni. I sintomi sono lievi, scarichi scarsi o moderati, da anni infastidiscono una donna. L'infiammazione prolungata modifica in modo significativo le pareti della vagina. Sono compattati, la loro elasticità diminuisce, diventano ruvidi.

diagnostica

La diagnosi di vaginite è compito del ginecologo. Stabilisce la diagnosi, basata sui reclami del paziente, sulla sua storia, sui dati dell'esame e sui risultati degli esami. Se osservato negli specchi, determina il pH della vagina con una cartina di tornasole: valori superiori a 5.0 indicano una violazione della microflora vaginale.

Il medico prende uno striscio, che viene poi esaminato in laboratorio al microscopio e seminato su sostanze nutritive. Le colonie di batteri cresciute in 3-5 giorni consentono di determinare con precisione l'agente patogeno e la sua sensibilità agli antibiotici. Per la diagnosi delle infezioni genitali, lo scarico dalla vagina viene esaminato mediante PCR. Permette di rilevare il materiale genetico del patogeno nel campione e determinarne accuratamente il tipo.

Come curare la vaginite?

Il trattamento della vaginite viene effettuato su base ambulatoriale, non è richiesta la clearance ospedaliera. Al rilevamento di agenti patogeni delle infezioni genitali, non solo una donna ma anche il suo partner sessuale subiscono un ciclo di terapia. Una condizione indispensabile per il trattamento della vaginite è il completo riposo sessuale. È importante non solo eliminare l'infiammazione, ma anche ripristinare la microflora compromessa, la difesa immunitaria e rimuovere gli effetti del fattore causale (sanificare i focolai di infezione cronica, cambiare l'igiene personale o la contraccezione, compensare il diabete insulinico).

Il regime di trattamento include farmaci locali e sistemici. Gli antibiotici sono usati nel trattamento della vaginite batterica:

  • con non specifiche - compresse di Amoxicillina, supposte vaginali di Clindamicina;
  • con trichomonas - all'interno di Ornidazolo, Metronidazolo, topicamente Tinidazolo;
  • con fungine - una volta fluconazolo, tappi vaginali Metamicina, Isoconazolo, Econazolo. Nelle donne in gravidanza usare droghe locali - Natamicina, Etroconazolo.

Dopo un ciclo di antibiotici, alla donna vengono mostrate supposte vaginali con lattobacilli - Acilact, Lactonorm. Sono necessari per ripristinare la microflora abituale e la protezione immunitaria della vagina.

Inoltre, siringa con:

  • soda - 2 cucchiaini. a un bicchiere d'acqua, in 20-25 minuti - con una soluzione debole di permanganato di potassio;
  • solfato Zn - 2 cucchiaini su un bicchiere d'acqua con secrezioni purulente;
  • con una soluzione di protargol 3-10% - il farmaco viene utilizzato per lo scarico persistente con pus;
  • Soluzione 1-3% di borace - un rimedio aiuta con la candidosi.

Si consiglia a una donna di fare bagni sedentari una volta al giorno per 10-15 minuti con un decotto di camomilla, calendula, erba di San Giovanni e corteccia di quercia. Le candele di indometacina sono utilizzate per alleviare il dolore e il prurito.

È difficile curare la vaginite cronica, ricorrente da anni. Oltre al corso di terapia standard, il ginecologo usa i metodi della fisioterapia (magnetoterapia, UHF, elettroforesi), collega la terapia immunomodulatoria, prescrive le vitamine. Le donne con infiammazione cronica sono indicate come trattamento nei sanatori e nei resort.

Prevenzione delle malattie

La prevenzione della vaginite include:

  • fermare la trasmissione di batteri patogeni - l'uso del preservativo durante il sesso occasionale, Miramistin per il lavaggio dopo il sesso con un nuovo partner;
  • igiene personale - l'uso di mezzi morbidi per curare il perineo, modellamento moderato solo quando necessario, cambiare i cuscinetti durante le mestruazioni almeno una volta ogni 4 ore;
  • correzione dei livelli ormonali nella patologia ovarica o durante la menopausa.

La vaginite è pericolosa solo per le donne in gravidanza se è difficile e spesso si ripresenta. In questo caso, l'infezione può penetrare nelle membrane e infettare il bambino. È necessario un trattamento tempestivo e adeguato per prevenire un risultato simile della colpite.

Qual è la vaginite pericolosa

Le donne e le ragazze in età riproduttiva che conducono una vita intima attiva non sono assicurate contro le infezioni a trasmissione sessuale. Una patologia comunemente diagnosticata è una vaginite infettiva infiammatoria di origine batterica. Si diffonde attraverso il sesso, progredisce rapidamente ed è irto di complicazioni minacciose.

Cause di vaginite batterica

Le guaine della vagina sono ricoperte di muco, in cui i microbi vivono e si moltiplicano costantemente. La maggior parte di una biocenosi sana è costituita da bastoncini di Doderlein o lactobacillus. Questi microrganismi assicurano la creazione del corretto ambiente acido, destinato alla protezione primaria del sistema riproduttivo dalle malattie, comprese le vaginiti. Il resto della flora include agenti patogeni opportunistici: Prevotella, Gardnerella, Mycoplasma e altri. Se i patogeni infettivi (trichomonas, gonococchi, candida, ecc.) Si uniscono a loro dall'esterno, si verifica una vaginite batterica.

È impossibile individuare un fattore specifico che ha provocato la riproduzione patologica di colonie di microrganismi "cattivi": si trova sempre una combinazione di diversi problemi. Le cause della vaginite microbica sono le seguenti:

  • uso di qualsiasi contraccettivo nella produzione di cui è stato usato il 9-nonoxynol;
  • cambiare (una o più volte) il partner sessuale;
  • pulizia frequente;
  • uso a lungo termine di forti farmaci antibatterici o steroidi;
  • immunità indebolita;
  • trasferimento o cambiamenti nelle condizioni ambientali;
  • igiene troppo aggressiva;
  • fluttuazioni nell'equilibrio degli ormoni;
  • la presenza di un corpo estraneo nella vagina;
  • disbiosi batterica intestinale;
  • dieta irrazionale;
  • raro cambio di assorbenti o tamponi durante le mestruazioni;
  • indossare biancheria intima che non consente l'aria;
  • sesso senza protezione meccanica;
  • sesso promiscuo e di gruppo;
  • procedure chirurgiche diagnostiche o terapeutiche su organi riproduttivi;
  • danno meccanico alla vagina.

Vaginite batterica - Sintomi

Il quadro clinico dell'infiammazione infettiva è specifico, quindi è facile da diagnosticare in qualsiasi stadio della progressione della malattia. Caratteristiche caratteristiche della vaginite batterica:

  • disagio vaginale;
  • bruciore, dolore e prurito tra le labbra;
  • gonfiore e arrossamento della vagina;
  • scarico maleodorante e molto pesante di colore atipico;
  • sensazione di pressione, scoppio e irritazione nella zona della vulva;
  • dolore con l'intimità;
  • contattare il sanguinamento debole;
  • disagio durante la minzione, dolore;
  • ipertermia locale.

La vaginite batterica acuta e subacuta si manifesta con sintomi gravi, e il decorso cronico della patologia è meno pronunciato, progredisce latentemente per mesi, a volte ricorre. I segni di infiammazione possono inoltre differire a seconda degli organismi che lo hanno provocato, quindi è importante prendere rapidamente un appuntamento con un ginecologo e donare uno striscio vaginale al laboratorio.

Qual è la pericolosa vaginite batterica?

La patologia in esame ha una via di diffusione verso l'alto, se non viene trattata e lasciata diventare una forma cronica, ci sono delle complicazioni disastrose:

  • endometritis;
  • infiammazione del sistema urinario;
  • fusione (sinechia) delle labbra genitali;
  • ipossia delle pareti vaginali;
  • abuso sessuale;
  • aumento del rischio di infezione da immunodeficienza.

La vaginite batterica impedisce il concepimento, perché l'infezione colpisce le ovaie, l'utero e gli ovidotti (tube di Falloppio). La mancanza di una terapia adeguata e tempestiva è irta dello sviluppo della sterilità. In caso di varianti particolarmente gravi della malattia, può essere necessario un intervento chirurgico, finalizzato alla completa rimozione degli organi riproduttivi infetti.

Vaginite batterica durante la gravidanza

La malattia presentata è pericolosa nella fase di pianificazione del concepimento, durante il periodo di gestazione e nei mesi successivi al parto. Quando si cerca di avere un bambino, la vaginite microbica aumenta il rischio di un impianto errato di un uovo (fuori dall'utero). Può inibire il normale sviluppo degli zigoti e la corretta formazione dei sistemi di supporto vitale e degli organi del feto.

La vaginite batterica nelle donne in gravidanza a volte causa:

  • aborto spontaneo;
  • scarica prematura del liquido amniotico e del travaglio precoce;
  • infezione del feto e del neonato;
  • metritis;
  • sepsi batterica;
  • peritonite;
  • endometriosi;
  • violazione della microflora intestinale nel bambino.

Vaginite batterica durante l'erosione

Questi problemi spesso si accompagnano a vicenda, perché le infiammazioni acute della vagina di natura infettiva si diffondono rapidamente verso l'alto e danneggiano le superfici mucose della cervice. A causa di ciò, vengono diagnosticate simultaneamente erosione batterica e vaginite - le conseguenze di questo "tandem" sono disastrose per i sistemi ormonali e riproduttivi. La ferita sul collo serve come mezzo per la penetrazione dei microbi nel flusso sanguigno, i loro "viaggi" non ostruiti in tutto il corpo.

Vaginite batterica aspecifica

Questa forma della malattia si sviluppa a causa della riproduzione di colonie dei loro bacilli condizionatamente patogeni e una diminuzione del numero di bastoncini di Doderlein senza intervento esterno. Tale vaginite batterica può essere diagnosticata anche nelle ragazze e nelle donne che osservano la castità. È raramente accompagnato da infiammazione acuta e sintomi gravi, i segni sono limitati solo da un aumento del volume di scarico. Ci sono diversi punti che la vaginite pericolosa:

  • suscettibilità alle infezioni;
  • recidiva di candidosi;
  • dysbacteriosis vaginale;
  • violazione del rapporto degli ormoni.

Come trattare la vaginite batterica?

Il trattamento dell'infiammazione considerata viene effettuato esclusivamente in condizioni di monitoraggio ginecologico. Non è solo proibito da solo, ma è anche pericoloso cercare di eliminare la vaginite batterica - il trattamento viene scelto rigorosamente individualmente dopo aver ricevuto i risultati di bakposev (analisi striscio). Indica il livello di sensibilità dei patogeni infettivi identificati a diversi tipi di antibiotici, che aiuta il medico a prescrivere l'opzione più efficace.

Regime di trattamento per vaginite batterica

Quando i microrganismi che causano processi infiammatori sono noti, la loro suscettibilità a una serie di farmaci antimicrobici, il ginecologo elabora un piano di trattamento dettagliato. Uno schema individuale aiuta a sconfiggere rapidamente le vaginiti batteriche - i farmaci vengono prescritti non solo tenendo conto della natura dell'infezione, ma anche delle caratteristiche del paziente. Il medico prende in considerazione i suoi indicatori di stile di vita, età e salute.

Preparati per il trattamento della vaginite batterica

È possibile far fronte ai microbi solo per mezzo di antibiotici. Per il trattamento più efficace della vaginite batterica, vengono utilizzati farmaci sistemici basati su componenti antimicrobici efficaci:

  • metronidazolo;
  • amoxicillina;
  • vilprafen;
  • doxiciclina;
  • ofloxacina;
  • claritromicina;
  • Penicillina e altri

Inoltre, vengono prescritti farmaci locali per curare la vaginite batterica - supposte, soluzioni per l'irrigazione, compresse vaginali, unguenti e creme. Un approccio integrato garantisce il rapido raggiungimento dei risultati terapeutici, il decorso dell'esposizione al farmaco varia da 5 a 10 giorni. Dopo il trattamento principale, sarà necessaria una terapia riparativa. Comporta la normalizzazione dell'ambiente acido nella vagina, il ritorno della concentrazione di lattobacilli a valori normali.

Vaginite batterica - trattamento dei rimedi popolari

Per gravi infiammazioni infettive, non puoi fare affidamento su medicine alternative, fitoterapia o omeopatia. Non ci sono modi alternativi per curare la vaginite batterica fino alla fine. Tali ricette possono essere applicate solo come parte di un piano terapeutico sviluppato da un ginecologo. Possono alleviare i sintomi della malattia, ma i rimedi popolari non uccidono i microbi patogeni.

Per i bagni antisettici e i lavaggi con vaginite batterica, si consiglia di utilizzare decotti di piante medicinali con proprietà astringenti, cicatrizzanti e antisettiche:

  • corteccia di quercia;
  • colore della camomilla;
  • foglie di ortica;
  • il dente di leone;
  • Goose Potentilla;
  • ciliegia di uccello;
  • madre e matrigna;
  • achillea;
  • equiseto.

Sito di donne felici

Ospite 4 anni 2 mesi fa

Anna Petrova 4 anni fa

Nata 4 anni 3 mesi fa

Ospite 4 anni 5 mesi fa

Ospite 4 anni 6 mesi fa

Risposte: 1 C'è una risposta esperta

Anna Petrova 4 anni fa

Ospite 4 anni 4 mesi fa

Ospite 4 anni 4 mesi fa

Ospite 4 anni 4 mesi fa

Ivanna 4 anni 4 mesi fa

Risposte: 6 C'è una risposta esperta

Ospite 2 anni 2 mesi fa

Ospite 2 anni 2 mesi fa

Ospite 2 anni 2 mesi fa

Ospite 2 anni 4 mesi fa

Ospite 2 anni 4 mesi fa

Postato da Sabrina Malieva 11 mesi 10 giorni fa

Postato da Sabrina Malieva 1 anno fa

Postato da Karina Ayupova 1 anno fa

Postato da Karina Ayupova 1 anno fa

17 settembre 2014 0

7 agosto 2014 0

7 agosto 2014 0

7 agosto 2014 0

5 agosto 2014 0

26 settembre 2014 8

5 agosto 2014 0

5 agosto 2014 0

5 agosto 2014 0

6 agosto 2014 0

26 settembre 2014 8

17 settembre 2014 0

7 agosto 2014 0

7 agosto 2014 0

7 agosto 2014 0

Cos'è la vaginite e come è pericolosa?

Vaginite: cause e segni

La vaginite è un processo infiammatorio nella mucosa della vagina, dovuto alla penetrazione e alla riproduzione di microrganismi patologici (stafilococchi, streptococchi, trichomonadi, ecc.), Funghi (Candida), virus.

I casi di questa malattia sono molto comuni, specialmente nelle ragazze e nelle donne. Essendo un certo tipo di reazione ai cambiamenti nel corpo di qualsiasi natura, i sintomi delle vaginiti si manifestano in vari modi.

I sintomi della vaginite

  • c'è un cambiamento nella quantità e qualità delle secrezioni dagli organi genitali - ce ne sono di più, più spesso di una consistenza di formaggio, appare un odore sgradevole (una piccola quantità di secrezioni trasparenti e inodore non sono patologiche e indicano la norma);
  • preoccuparsi sensazione di bruciore, prurito della vulva (spesso il sintomo aumenta dopo la minzione e le procedure igieniche);
  • all'esame, il ginecologo nota il gonfiore della mucosa vaginale, il suo visibile rossore;
  • dolore e disagio possono verificarsi nell'addome inferiore;
  • Sullo sfondo del processo infiammatorio e della manifestazione dei sintomi di cui sopra, spesso durante il rapporto sessuale si verificano spiacevoli sensazioni.

Le cause della malattia il dottore ha annotato un gran numero.

Cosa può causare l'infiammazione della mucosa vaginale?

  • immunità ridotta;
  • tutti i tipi di allergie;
  • inosservanza delle norme e degli standard di igiene intima;
  • lesioni meccaniche degli organi genitali (durante il parto, l'aborto, con l'introduzione dell'elica uterina, ecc.);
  • il verificarsi di fluttuazioni ormonali (durante la gravidanza, con l'inizio della menopausa);
  • prendere antibiotici;
  • interruzione del sistema endocrino;
  • malattie sessualmente trasmissibili.

Nirenberg Irina Stepanovna (I categoria medico, cms,)
"Raccomando l'uso di fitotampli.

Il decorso della malattia può manifestarsi in due forme: acuta e cronica.

La vaginite acuta è caratterizzata da manifestazioni più intense: c'è una forte sensazione di bruciore e prurito, la scarica è eccessivamente abbondante. I pazienti lamentano spesso dolore al basso addome e la presenza di disagio durante la minzione. Questa forma della malattia può eventualmente trasformarsi in vaginite cronica. È caratterizzato da una minore quantità di scarico, il prurito negli organi genitali esterni può non verificarsi affatto, il dolore nell'addome inferiore è assente. Tuttavia, sotto l'influenza di varie cause, i sintomi ritornano con una nuova forza, causando un'esacerbazione della malattia. Se non si cura la vaginite da molto tempo, la formazione di una natura ulcerosa appare nella vagina, che può in seguito causare anorgasmia (mancanza di orgasmo) e disagio durante il rapporto sessuale.

I principali tipi di vaginite

La malattia può verificarsi sia sotto l'influenza di vari cambiamenti nel corpo umano, sia in base al tipo di patogeno. Prendi in considerazione alcuni dei tipi più comuni di vaginite.

Vaginite batterica C'è un cambiamento patologico nella microflora della mucosa nella vagina. Succede spesso a causa di antibiotici lunghi e analfabeti. Può essere una malattia concomitante nell'anemia. I sintomi saranno diversi a seconda di quei microrganismi che hanno causato uno squilibrio della microflora e hanno portato allo sviluppo della malattia.

Vaginite atrofica. Si verifica sullo sfondo di una mancanza di estrogeni nel corpo femminile (spesso a causa della comparsa della menopausa). Si manifesta con sanguinamento periodico, presenza di secchezza e sensazione di prurito nella vagina, minzione frequente e dolorosa. Le pareti della vagina diventano più sottili e spesso sanguinano. A volte non ci sono sintomi.

Vaginite aspecifica. Questo tipo di malattia si verifica quando i microrganismi patogeni che di solito sono oppressi da fermenti lattici e bifidobatteri nella vagina iniziano a prevalere su quelli "benefici". Sotto l'influenza di varie circostanze, la composizione della microflora inizia a cambiare, causando vaginiti. I sintomi si manifestano con la sensazione di bruciore, prurito, minzione dolorosa, abbondante scarica bianca.

Trichomonas vaginite. La malattia è causata dall'agente patogeno Trichomonas vaginalis. Dopo circa una settimana dall'infezione, prurito e bruciore si verificano, i genitali esterni subiscono cambiamenti visivi. Ci sono le secrezioni: giallo-grigio, fica, consistenza schiumosa. Ci può essere dolore (nell'addome inferiore, durante i rapporti sessuali e durante la minzione). Spesso accompagnato da infiammazione delle vie urinarie, cistite, uretrite.

Candida vaginite. Si verifica a seguito della riproduzione patogenica del fungo del lievito del genere Candida e dell'interruzione della normale microflora (quando si assumono antibiotici, stress frequente, affaticamento, diabete, ecc.). Preoccupato per l'abbondante scarico biancastro di consistenza formaggio e intenso prurito. All'esame, viene determinato il gonfiore delle pareti vaginali.
La presenza di qualsiasi tipo di vaginite richiede un trattamento adeguato per evitare conseguenze più gravi.

Chi può avere la vaginite?

La malattia può manifestarsi in tutto e ad ogni età. La vaginite nei bambini si manifesta sotto forma di arrossamento, prurito e gonfiore degli organi genitali esterni, minzione dolorosa. È anche possibile aumentare la temperatura corporea. Se si riscontrano tali sintomi, è necessario contattare immediatamente un pediatra, poiché la mancanza di trattamento promette complicazioni: la comparsa di infiammazione delle vie urinarie e, successivamente, un ritardo nello sviluppo fisico e mentale.

La vaginite nelle ragazze non è meno pericolosa. Lo sviluppo della malattia è indicato da una sensazione di bruciore nella regione degli organi genitali esterni, prurito (spesso aggravato dal camminare, seduto), può apparire la secrezione (mucosa, purulenta e persino sanguinante). Violazione del processo di minzione, può aumentare i linfonodi inguinali e la febbre. La ragazza sembra stanca e irritabile a causa di disturbi del sonno. Se il tempo non cura la malattia, tende a diventare cronico.

La vaginite nelle donne è una malattia molto comune. I sintomi spiacevoli e ossessivi causano molto disagio, il che li induce a consultare un ginecologo. Se tratti la forma acuta della malattia in modo tempestivo, il caso si concluderà con successo. La forma cronica è diversa. Le conseguenze indesiderate possono danneggiare seriamente la salute fisica di una donna.

La vaginite negli uomini è qualitativamente diversa da quella delle donne. Di solito la malattia si manifesta in forma latente e si manifesta con la presenza di sensazioni dolorose quando si urina, può verificarsi un'infiammazione della parte superiore dell'uretra. Per quanto riguarda i segni esterni, è possibile la comparsa di arrossamento ai margini del glande. Un trattamento adeguato dovrebbe essere bilaterale - in entrambi i partner sessuali.

Perché devo curare la vaginite?

Il trattamento della vaginite dovrebbe essere obbligatorio, dal momento che ignorare l'infiammazione può avere conseguenze più gravi e persino pericolose, inclusa la perdita della funzione riproduttiva.

Per eliminare i microrganismi patogeni, prescrivere farmaci antibatterici e antinfiammatori, complessi vitaminico-minerali, eubiotici (preparati di azione probiotica).

Per migliorare l'efficacia del trattamento, i ginecologi spesso prescrivono preparazioni topiche - supposte, compresse vaginali.
In ogni caso, l'autotrattamento della vaginite non vale la pena farlo. Questo dovrebbe essere affidato a uno specialista che, sulla base dei risultati dei test e dell'esame ginecologico, prescriverà un trattamento individuale adeguato.

Condividi questa pagina con i tuoi amici.

Tipi, sintomi e trattamento della vaginite

I sintomi comuni che si lamentano quando si riferiscono a un ginecologo sono dolore, perdite vaginali e prurito. Il grado della loro intensità varia. Lo stato aggrava l'edema, la febbre. Durante l'esame, al paziente viene diagnosticata la vaginite - infiammazione della vagina. Si sviluppa sullo sfondo di una ridotta immunità, non è nascosto. Tuttavia, per un chiarimento affidabile della relazione causale è necessario rivolgersi a uno specialista. Assumere farmaci o eseguire procedure mediche, non prescritte da un medico, è assolutamente controindicato.

Caratteristiche di patologia

La vagina è un canale anatomico. Al suo interno è rivestito da un forte epitelio, con una struttura multistrato e spugnosa. È attraverso questa cavità che vengono comunicati il ​​pene e l'utero. Durante il rapporto non protetto attraverso la vagina, l'eiaculato si muove nella cavità dell'organo genitale femminile.

Sullo strato superiore della mucosa della vagina contiene una quantità significativa di glicogeno. La riserva di carboidrati fornisce bastoncini di acido lattico. Queste sostanze costituiscono la microflora naturale della vagina.

Cause di vaginite

I ginecologi identificano una vasta gamma di cause di infiammazione e un numero impressionante di fattori che predispongono al suo aspetto. Ma sono tutti associati con una diminuzione delle proprietà immunitarie del corpo e uno squilibrio della microflora naturale della vagina.

I seguenti fattori contribuiscono allo sviluppo dell'infiammazione:

  • precedente danno al periodo perineo, postparto o postoperatorio. In questo momento, le pareti della vagina non sono strettamente chiuse, c'è un buco aperto;
  • condizioni patologiche e fisiologiche accompagnate da cambiamenti nel livello di estrogeni nel sangue - parto, gravidanza (o sua interruzione), alterata funzione ovarica, menopausa;
  • malattie gravi, processi infettivi, shock psico-emotivo, permanenza costante in un ambiente teso. Questo gruppo comprende anche l'insonnia, la violazione del regime di lavoro e di riposo;
  • aderenza inadeguata all'igiene intima. L'accumulo di microflora patogena è un fenomeno naturale per il corpo di ogni donna. Ma richiede l'eliminazione immediata, poiché è altamente probabile che la vagina e gli organi riproduttivi si infettano. La più grande concentrazione di agenti patogeni è caratterizzata da perdite vaginali e mensili;
  • causa non meno comune del processo infiammatorio: intolleranza ai lubrificanti, contraccettivi, tamponi igienici;
  • riluttanza a usare contraccettivi di barriera (preservativi) per rapporti intimi occasionali.

Lubrificanti, contraccettivi, tamponi igienici come causa della vaginite

Disturbo del metabolismo, disturbi endocrini, diabete mellito spesso contribuiscono al danno vaginale.

Questi fenomeni causano eccessiva produzione e successiva deposizione di carboidrati sulla superficie della mucosa. L'accumulo porta ad un aumento del prurito genitale, rallentando il processo di guarigione dei tessuti danneggiati durante la pettinatura.

Fattori predisponenti

La colite (la seconda definizione di vaginite) ha un'origine infiammatoria. Tuttavia, la causa principale dell'inizio del processo non è sempre la microflora patogena. La violazione dell'integrità della copertura e i fattori traumatici causano almeno un danno alla vagina. In particolare, l'eccessiva attività sessuale, l'uso di mezzi irritanti per l'igiene intima può causare la colpite.

Il gruppo di rischio per la malattia in questione comprende le donne che usano impropriamente il bendaggio o eseguono la procedura raramente, ma con noncuranza.

Non l'ultimo ruolo nella comparsa della progressione dell'irritazione gioca uno stato di equilibrio ormonale.

Nelle ragazze prima della pubertà, la patologia ha un'origine batterica o allergica.

Se i sintomi di questo tipo di patologia compaiono per la prima volta durante la gravidanza, devi assolutamente segnalarli al tuo ginecologo.

Nonostante le difficoltà di selezionare un trattamento sicuro durante il periodo di gestazione, la malattia deve essere eliminata. La mancanza di terapia per una donna incinta crea condizioni favorevoli per la formazione della colpite. Questa è una pericolosa infezione intrauterina del feto.

Processo infiammatorio

All'interno dell'infezione vaginale avviene la penetrazione in 2 modi: ascendente e discendente. Nel primo caso, gli agenti patogeni vengono trasferiti dalla superficie del perineo, dalle piccole e grandi labbra, dal vestibolo della vagina. Più raramente, la fonte della microflora patogena è l'ano o l'uretra. Spesso, il trasferimento di agenti patogeni infettivi si verifica a causa di procedure inappropriate per l'igiene intima.

La via discendente dell'infezione coinvolge il movimento del patogeno dai fuochi dell'infiammazione cronica presente nel corpo. Il trasporto della microflora avviene attraverso la circolazione sanguigna o la circolazione linfatica. I comuni tipi di fonti di infezione verso il basso comprendono l'infiammazione dei reni, i denti problematici e / o le tonsille.

Koltip si sviluppa in più fasi:

  • Le cellule distrutte del tessuto epiteliale secernono sostanze bioattive che dilatano i vasi sanguigni. C'è una stagnazione locale di sangue.
  • Aumenta la permeabilità delle pareti dei capillari, che crea condizioni favorevoli per la perdita di plasma sanguigno e le principali cellule immunitarie rappresentate dai leucociti.
  • La membrana mucosa della vagina si gonfia gradualmente. Un danno o danno massiccio provoca il coinvolgimento della membrana muscolare ed esterna dell'organo nel processo patologico.
  • I prodotti del metabolismo hanno un effetto negativo sui recettori del sistema nervoso, caratterizzato dalla sensibilità. Le fibre sono all'interno della mucosa.
  • L'aumento degli impulsi aumenta l'intensità del dolore - il paziente manifesta un significativo disagio.
  • Come spremere i recettori dei tessuti edematosi, il prurito e il dolore che accompagnano aumenta.
  • Le cellule epiteliali producono attivamente secrezione di muco, che aiuta ad eliminare i patogeni dalla superficie della mucosa. La conferma e la manifestazione di questo processo è una secrezione attiva della secrezione, a cui una donna in 9 casi su 10 presta attenzione.
  • La morte di un grande volume di leucociti provoca lo sviluppo di un processo purulento. Al raggiungimento di questo stadio, il paziente rileva la presenza di pus nella secrezione vaginale.
  • Danni ai capillari e alle lividi accompagnatorie diventano presto la causa della visualizzazione di un bianco insanguinato.

La microflora patogena che causa infezioni veneree conduce allo sviluppo attivo della secrezione purulenta e specifica della vagina.

I sintomi della vaginite

Le principali manifestazioni del processo infiammatorio sono determinate dalle caratteristiche di una particolare forma di obesità. Lo stato di immunità, la presenza di comorbidità, la regolarità della vita sessuale.

La malattia non influisce sempre sullo stato generale di salute, che è fuorviante per il paziente. È possibile l'emergere della febbre. Ma solo nei casi in cui prurito, gonfiore e dolore all'interno della vagina causano molti giorni di privazione del sonno. La debolezza e l'aumento del dolore indicano un coinvolgimento nel processo infiammatorio del tessuto adiposo, localizzato attorno all'utero.

Forme di vaginite (colpitis)

Trichomonas vaginite

Provoca Trichomonas - microrganismo patogeno, caratterizzato da un aumento dell'attività motoria. L'agente patogeno è pericoloso perché può spostarsi nella cavità addominale, all'interno dell'utero, appendici. Con lo sviluppo di tali complicazioni, il paziente nota un aumento del grado di intensità della sindrome del dolore, un aumento della temperatura corporea a numeri elevati. Inoltre, un cambiamento nel ciclo mestruale è degno di nota - il suo programma confuso, una diminuzione del volume del sangue.

L'infiammazione della vagina della forma trichomonas si sviluppa dopo un contatto sessuale non protetto con una persona infetta. Il periodo dal momento in cui l'agente patogeno entra nel corpo fino alla comparsa dei primi segni richiede in media 2-4 settimane. Alla fine del periodo asintomatico, inizia una fase di manifestazioni cliniche attive.

Il paziente nota i seguenti segni:

  • c'è una grande quantità di secrezioni schiumose di colore bianco o giallo (emanano un fetore);
  • c'è un prurito pronunciato nella zona genitale, che provoca notevole disagio;
  • l'addome inferiore è doloroso e teso.

L'esame dello stato della vagina consente di determinare il rossore uniforme della sua membrana mucosa, l'edema del canale, la presenza di scarico. La secrezione è caratterizzata da una consistenza spumosa o spessa. Raramente caratteristica di infiammazione del decorso latente. Ma anche in questo caso, la presenza della malattia può essere confermata, tuttavia, solo attraverso l'esame di un ginecologo. Successivamente, il fatto di una diagnosi tardiva si riflette sulla qualità del trattamento e sul tasso di insorgenza del recupero.

Vaginite gonorrhea

L'agente patogeno viene trasmesso durante il contatto con un partner infetto. Il primo sintomo attira l'attenzione 3-4 giorni dopo la vicinanza non protetta. La donna osserva il seguente quadro clinico:

  • sindrome del dolore - una sensazione di dolore nell'uretra e all'interno della vagina;
  • un gran numero di secrezioni di carattere mucopurulento;
  • aumento della temperatura corporea a numeri bassi.

L'esame rivela la presenza di edema e arrossamento delle pareti vaginali. La copertura mucosa è caratterizzata da un gran numero di strutture che assomigliano a capezzoli. Infiammati, assumono una tonalità cremisi.

Un flusso severo provoca la comparsa di pellicole di colore chiaro sulla membrana mucosa della vagina. Un tentativo da parte di un ginecologo di respingerli con strumenti o spostarli provoca la formazione di un'area sanguinante del tessuto. Quando le erosioni compaiono sul sito dei film rimossi, la donna nota delle perdite vaginali di natura sanguinolenta.

Vaginite di lievito

Candida colpite - noto come mughetto causato da un fungo del genere Candida. Vivendo nel corpo femminile, si attiva solo dopo aver ridotto le proprietà protettive del corpo. Condizioni aggiuntive per il suo "risveglio" - squilibrio ormonale, sovraccarico nervoso.

  • eccessiva secchezza delle membrane vaginali, prurito,
  • gonfiore e tenerezza delle grandi labbra,
  • secrezione della consistenza della cagliata e odore acre.

Aggravamento di candidosi - alla vigilia delle mestruazioni, durante la gestazione. La peculiarità della patologia è la tendenza a frequenti recidive, una complicazione del corso dei processi fisiologici.

Inoltre, la colpite è classificata dalla durata in acuta, subacuta e cronica.

Vaginite batterica

Patogeno - microflora condizionatamente patogena, con un alto contenuto di batteri aerobici. Il loro sviluppo, la riproduzione e l'esecuzione di reazioni metaboliche richiedono l'accesso all'ossigeno. Localizzazione del patogeno - la pelle del perineo.

L'impatto di fattori avversi contribuisce al movimento dei batteri aerobici dall'area del loro accumulo all'interno del tratto genitale. Quindi la patologia progredisce, causando manifestazioni cliniche.

Un esame ginecologico rivela:

  • intenso rossore della mucosa;
  • gonfiore pronunciato delle pareti del tratto genitale;
  • la presenza di elementi purulenti su di loro.

L'infiammazione aspecifica è incline a un decorso cronico. Un fenomeno spiacevole di questo processo è l'aumento della produzione di secrezione vaginale patogena.

Vaginite atrofica

Colpite di questa forma si verifica dopo la cessazione delle mestruazioni - sullo sfondo della menopausa. Caratteristiche distintive - aumento della secchezza della membrana mucosa del canale genitale, prurito, comparsa di crepe microscopiche.

La secrezione viene escreta in volume insignificante, non ha odore o colore. Durante l'ispezione è determinato dal restringimento della vagina, la formazione di aderenze del tessuto connettivo nel fornice posteriore. Il guscio del canale diventa una tonalità giallo pallido, con siti lividi.

Vaginite cronica

Colpite di questa forma si verifica nelle onde, indipendentemente dalla causa principale del suo sviluppo. La fase calma si alterna con una fase di esacerbazione. Scarica - quasi l'unico segno che indica la presenza di processi patologici negli organi del sistema riproduttivo. Promuove la compattazione delle pareti vaginali, che riduce la loro elasticità, predisponendo al danno.

Articoli popolari:

Diagnosi della malattia

Determinare la vastità e lo stadio di sviluppo della colpite comporta il passaggio di un numero di procedure diagnostiche.

  1. Alla reception del ginecologo viene intervistata una donna. Il medico specifica la regolarità delle relazioni intime, la malattia, la cura con cui viene mantenuta l'igiene.
  2. Quindi condurre un'ispezione usando specchi. Ti permette di determinare l'ambiente vaginale. Per fare questo, usa una striscia di tornasole. L'indicatore di più di 5.0 indica la presenza di violazioni nella microflora.
  3. Il paziente deve donare il sangue per determinare l'equilibrio ormonale, la concentrazione di zucchero, i globuli bianchi.
  4. Inoltre prescrivi sbavature. L'esame al microscopio della scarica del campione consente l'identificazione dell'agente patogeno, la sua sensibilità agli antibiotici.
  5. Ultrasuoni: un metodo informativo e rapido per diagnosticare lo stato del sistema riproduttivo.

Sulla base dei risultati ottenuti, i ginecologi prescrivono il tipo più appropriato di trattamento.

Diagnosi di vaginite, consultazione ginecologica

Trattamento e prevenzione

Quando si conferma la presenza di infiammazione per il trattamento dell'ospedalizzazione non è richiesto. Tutte le attività terapeutiche sono svolte su base ambulatoriale.

La prima priorità è un rifiuto temporaneo dell'intimità.

Al fine di ridurre il disagio, al paziente vengono prescritte procedure locali. L'efficienza fornisce l'uso del decotto di piante medicinali per i vassoi sedentari. La procedura viene eseguita una volta al giorno per 10-15 minuti. Per migliorare l'effetto analgesico, è inoltre prescritta la somministrazione della supposta indometacina.

Per il sollievo di un ulteriore sviluppo della malattia, metodi prescritti dalla terapia farmacologica:

  • per l'infiammazione aspecifica, l'amoxicillina è prescritta (in compresse), supposte vaginali - Clindamicina;
  • con trichomonas - all'interno di Ornidazolo, Metronidazolo (all'interno), Tinidazolo (locale);
  • quando si forma il lievito - all'interno del fluconazolo (1 capsula). Supposta vaginale metamicina, isoconazolo, econazolo.

Ulteriori soluzioni per il douching sono prescritte dal ginecologo, tenendo conto della natura della patologia e delle caratteristiche del suo corso. La terapia vitaminica è una fase necessaria dell'approccio terapeutico. A seconda di molti criteri, il ginecologo può prescrivere uno dei metodi di fisioterapia.

Al completamento della terapia antibiotica, il paziente dovrà sottoporsi a un ripristino della microflora naturale della vagina. A questo scopo vengono utilizzate supposte vaginali, nella composizione di cui sono presenti i lattobacilli - Acilact, Lactonorm. Alcune donne si concentrano sulla riduzione del dolore e quindi non si sottopongono a un programma per ripristinare la microflora. Tali pazienti dovrebbero capire che l'eliminazione dell'infiammazione è solo una parte dell'effetto terapeutico. Senza rafforzare le proprietà protettive, i tessuti del tratto genitale sono vulnerabili a nuove malattie.

La prevenzione della colpite è l'uso di contraccettivi a contatto con un nuovo partner, l'osservanza delle procedure igieniche. È altrettanto importante eliminare tempestivamente le malattie protratte presenti nel corpo.

Visite regolari al ginecologo riducono al minimo la probabilità di trattamenti su larga scala ea lungo termine. Poiché la violazione identificata nella fase iniziale del suo sviluppo può essere eliminata quasi immediatamente.

Quanto è pericolosa la vaginite durante la gravidanza: i sintomi della malattia e i metodi di trattamento

Vaginite (colpitis) - infiammazione aspecifica della mucosa vaginale, che è la più comune tra tutte le malattie ginecologiche nelle donne.

Cos'è la vaginite e come è pericolosa per la futura madre

Non è necessario attribuirlo immediatamente al numero di malattie trasmesse sessualmente - le vaginiti possono comparire anche nelle ragazze che non hanno rapporti sessuali. È una conseguenza del lavoro scorretto del sistema immunitario della futura madre, dei disturbi ormonali, dell'uso di farmaci antibatterici e persino degli stress associati alla gravidanza.

Spesso, vaginite aerobica si verifica in concomitanza con vulvite - infiammazione degli organi genitali esterni, che è accompagnata da disagio nel perineo e prurito costante della vulva.

Il Kolpit è pericoloso non solo per la salute della madre, ma anche per il feto. Provoca molti problemi nelle prime fasi - attraverso il tratto genitale, attraverso la cervice, l'infezione può penetrare nel feto in via di sviluppo, influenzando lo sviluppo degli organi e dei sistemi del bambino. Con una semina massiccia c'è un alto rischio di aborto, aborti spontanei, parto prematuro. Nel caso di infezione delle membrane dell'embrione, il liquido amniotico inizia a fuoriuscire: questa patologia può essere osservata in qualsiasi periodo della gestazione.

Se il processo dura abbastanza a lungo e la futura mamma non riceve cure mediche adeguate, l'infezione può colpire l'intera superficie interna dell'utero. Questa condizione è chiamata endometrite, e in combinazione con l'infezione delle membrane può portare a una condizione come lo shock tossico infettivo. Richiede cure in unità di terapia intensiva e osservazione costante di specialisti, poiché vi è il rischio di complicazioni non solo per il feto, ma anche per la vita della donna incinta stessa.

Solo una diagnosi e un trattamento tempestivi aiuteranno a salvare la vita del bambino.

Le cause della malattia

La malattia in 2 tipi - vaginite non specifica (non infettiva) e specifica (che ha una natura batterica). Entrambe le specie sono diverse l'una dall'altra nel loro regime di trattamento, pertanto, prima di iniziare la terapia, è estremamente necessario il consulto con uno specialista, incluso un esame pelvico e test di sbavatura per l'esame batterico.

non trasmissibili

La natura è posta in modo che una donna debba pagare la gioia della maternità con un alto prezzo - la propria immunità. Gli esperti considerano questo stato fisiologico, cioè normale per il corpo di una donna incinta. A causa dell'indebolimento delle funzioni di barriera e dello squilibrio ormonale del corpo, possono verificarsi esacerbazioni di malattie croniche.

Di conseguenza, c'è un cambiamento nella microflora della vagina. La quantità di progesterone prodotto porta alla formazione di glicogeno, che i lattobacilli, normali per la microflora, non sono semplicemente in grado di elaborare. In questa condizione, vi è una crescita massiccia di funghi simili al lievito del genere Candida, che causano l'infiammazione.

A causa della moltiplicazione delle cellule del fungo, il mezzo acido (normale) viene sostituito da alcalino. È in questo momento che cominciano a comparire i segni clinici della candidosi: una consistenza cagliata con un odore sgradevole, specifico, arrossamento e gonfiore delle labbra, prurito insopportabile degli organi genitali e disagio durante la minzione e il rapporto sessuale.

È importante ricordare che i sintomi possono essere osservati in altre malattie del sistema riproduttivo nelle donne, quindi prima di iniziare la terapia, dovresti confermare il laboratorio di diagnosi e consultare i farmaci usati dal tuo ostetrico-ginecologo.

La predominanza nella microflora di alcuni batteri rispetto ad altri a causa di disturbi nel sistema immunitario nelle donne in gravidanza non è peculiare solo del fungo Candida - streptococchi, gonococchi, stafilococchi, trichomonadi possono anche moltiplicarsi attivamente e causare vaginiti. Tutti questi microrganismi sono costantemente presenti nel nostro corpo e sono considerati microflora condizionatamente patogeni - cioè, se l'immunità funziona correttamente, la loro presenza nel corpo non ha conseguenze.

Fattori che attivano la comparsa di vaginite non infettiva:

  • ipersensibilità a determinati agenti allergici che non hanno provocato reazioni nel corpo della donna prima dell'inizio del periodo di gestazione - prodotti chimici domestici, prodotti per la cura personale, ecc.;
  • esposizione a stimoli meccanici - l'installazione di un pessario è spesso accompagnata da un danno alla mucosa della vagina e quindi da una reazione infiammatoria che si trasforma in vaginite;
  • l'uso di droghe - i farmaci antibatterici, specialmente quelli usati nei corsi lunghi, influenzano negativamente la microflora benefica, che provoca la crescita di funghi simili a lieviti e la comparsa di candidosi;
  • L'impatto degli agenti chimici sulle pareti delle membrane mucose - si verifica principalmente in violazione delle regole di manipolazione, mancata osservanza della concentrazione della soluzione per la somministrazione, o anche l'uso di farmaci per la pulizia che non sono destinati a questo;
  • diabete;
  • fistole genitali - possono essere causate da parto anomalo, trauma, chirurgia perineale: in questo caso, l'area vaginale popolata da soli batteri entrerà costantemente in contatto con altre aree che hanno una microflora completamente diversa, che porterà all'infiammazione;
  • in sovrappeso;
  • disfunzione delle ghiandole endocrine - ghiandole surrenali, ovaie, ghiandola tiroidea;
  • prolasso dei genitali.

infettivo

La causa tipica di un processo infiammatorio infettivo è il rapporto sessuale non protetto, a seguito del quale i microrganismi patogeni hanno invaso la vagina. Inoltre, esiste anche un percorso di trasmissione della famiglia di contatto, in cui l'infezione si verifica a causa di una grave violazione delle norme di igiene personale (utilizzando gli asciugamani di qualcun altro oi prodotti per l'igiene senza imballaggio individuale).

Questo può essere un tipo di microrganismi patogeni, o diversi.

Tra questi, il più comune:

  1. Papillomavirus umano.
  2. Citomegalovirus.
  3. Streptococchi.
  4. Stafilococchi.
  5. Enterobatteri - Escherichia coli.
  6. Trichomonas.
  7. Gonococchi.
  8. Chlamydia.
  9. Mycoplasma.
  10. Ureoplazmy.
  11. Bacchetta per la tubercolosi.
  12. Pale treponema.

Tipi di patologia

Come accennato in precedenza, la vaginite nelle donne in gravidanza è divisa in 2 tipi: specifici e non specifici.

A sua volta, lo specifico è diviso in gruppi in base alla natura dell'agente infettivo:

  1. Batterica.
  2. Viral.
  3. Infiammazioni causate da flagellati di protozoi - l'agente eziologico della vaginite da Trichomonas, una delle malattie più comuni al mondo.
  4. Funghi - causati da funghi del genere Candida (candida o lievito).

Secondo la forma della malattia, la malattia può essere suddivisa in

Sintomi e diagnosi della malattia

Prima di diagnosticare la vaginite in una donna, una donna dovrebbe capire che con l'inizio di un periodo di gestazione, le secrezioni vaginali saranno diverse da quelle che aveva prima della gravidanza. Concezione cambiano il loro carattere durante l'intero periodo - la causa di questa condizione sono gli ormoni, il cui livello nelle donne in gravidanza durante il periodo di gestazione non è costante. Se c'è qualche sospetto di infiammazione, la ragazza dovrebbe consultare il medico per il quale è stata osservata per chiarire la diagnosi.

La colpite ha sintomi che non dipendono dal microrganismo che lo ha causato.

Con qualsiasi tipo di malattia si osservano:

  • dolore localizzato nell'addome inferiore;
  • prurito, arrossamento, gonfiore della vagina e se il processo procede in congiunzione con la vulvite, quindi i genitali esterni;
  • minzione frequente, difficile e dolorosa;
  • dolore o disagio durante il rapporto sessuale;
  • scarico - diversi nel loro volume e carattere.

I segni clinici nelle donne in gravidanza possono essere in qualche modo diversi l'uno dall'altro e dipendono dall'agente infettivo che lo ha causato:

  1. L'infiammazione causata da funghi simili a lieviti è caratterizzata da secrezioni di formaggio sotto forma di fiocchi piccoli o grandi. Spesso queste secrezioni hanno un odore acre. La donna è infastidita da prurito intollerabile e disagio nella zona intima.
  2. Gli streptococchi e gli stafilococchi causano uno scarico che ha una colorazione giallastra e un odore di schiarimento.
  3. Malattie causate da Gardnerella, hanno uno scarico con un forte odore di pesce di natura viscida.
  4. I processi infiammatori causati da gonococchi sono biancastri, con una leggera sfumatura gialla, scarico. Questo pus è viscoso e denso.
  5. Colpitis, la cui causa è Trichomonas, ha una scarica di colore giallo-verde o verde chiaro, spesso ha una struttura schiumosa.

In un processo cronico e prolungato, i sintomi sopra riportati di solito non sono così pronunciati come durante la fase acuta. La malattia a volte procede nascosta, il che porta a complicazioni - sia dalla madre che dal bambino.

Trattamento della vaginite nelle donne in gravidanza

Prima di stabilire la diagnosi di colpitis, è necessario condurre una serie di metodi di esame strumentali e di laboratorio, che vanno dall'esame del ginecologo per la presenza di segni esterni di vaginite e all'atto di semina per la semina, che termina con esami del sangue per rilevare la reazione di infiammazione nel corpo e identificare gli anticorpi contro i microrganismi.

Puoi attendere i risultati delle analisi da 5 a 7 giorni. È importante capire che se una donna incinta ha una diagnosi di "colpitis specifica" - la terapia di questa malattia è necessaria per entrambi i partner.

La terapia è abbastanza difficile, dal momento che quasi tutti i farmaci veramente efficaci che agiscono sui microrganismi in modo rapido e aggressivo sono inaccettabili nel trattamento delle donne in gravidanza, specialmente nel primo trimestre. L'effetto sul feto in una fase così precoce dello sviluppo, quando gli organi e i sistemi sono posati, non è stato studiato, quindi l'infiammazione viene trattata in altri modi.

Spesso, i medici aderiscono alla terapia complessa, utilizzando sia i mezzi per il trattamento locale (supposte, gel, compresse vaginali), sia i mezzi usati per via orale - compresse, capsule.

Terapia farmacologica

Se la vaginite batterica viene diagnosticata all'inizio della gestazione, la più non tossica e sicura per il bambino - la clorexidina, la betadina - diventa la droga prescelta.

Le infezioni fungine sono abbastanza facili da trattare a causa dell'uso di agenti come la nistatina, la pimafucina. Entrambi i farmaci hanno ridotto al minimo l'assorbimento nel tratto gastrointestinale, quindi non hanno quasi alcun effetto sul feto e possono essere assegnati in qualsiasi momento.

Terzhinan, Josamycin, Hexicon e altre candele possono essere prescritti - ci sono diverse sostanze attive nella loro composizione, in modo da far fronte efficacemente a vari microrganismi.

Inoltre, alle donne incinte vengono assegnati complessi multivitaminici e minerali per aumentare la resistenza generale del corpo.

Metodi popolari

Quando inizi il trattamento con la medicina tradizionale, dovresti consultare uno specialista - spesso il loro uso maschera i sintomi della colpite nelle donne in gravidanza, il che può rendere cronico il processo e causare complicazioni nel bambino.

L'uso del douching durante il trasporto del feto è indesiderabile, quindi è possibile fare bagni con decotti già pronti o lavarsi diversi (fino a 3) volte al giorno. I rimedi popolari usati spesso alleviare il prurito, lenire la pelle e ridurre l'infiammazione.

Può essere un gregge di erbe come la menta, la camomilla, l'erba di San Giovanni, la calendula. L'erba è presa nel rapporto di 20 g per 1 litro di acqua. Anche lozione usata con corteccia di betulla e gemme di quercia - contribuiscono al restauro. Il rapporto per tale soluzione è 0,5 litri di acqua bollente per 10 g di una pianta.

Guarda un breve video sull'argomento dell'articolo:

Misure preventive

La migliore prevenzione della colpite è la pianificazione della gravidanza. È più facile sbarazzarsi della malattia quando non vi è alcun rischio di danni al feto. Visite regolari al ginecologo e test minimizzeranno il rischio di colpitis.

  1. Rigorosa aderenza all'igiene personale.
  2. Condurre sesso con un partner sessuale.
  3. Stile di vita sano
  4. Nutrizione sana e supporto immunitario.
  5. Non eseguire processi cronici nel corpo - per effettuare la loro terapia tempestiva.

conclusione

A causa del fatto che la malattia è abbastanza comune e ha molti effetti negativi sia durante la gestazione che durante il parto, al primo segnale di gravidanza, è necessario contattare immediatamente il proprio ostetrico-ginecologo. Avendo stabilito la diagnosi per mezzo di un esame e avendo effettuato i necessari metodi diagnostici, il medico prescriverà il trattamento corretto che sarà il più efficace possibile per la madre e sicuro per il feto.