Principale > Odori

Corpo umano n. 93, pagina 19

Un "no" definitivo dice a tutti i forum per le donne incinte. Non dovresti leggerli, a volte scrivono cose che non solo possono sconvolgere una donna sensibile, ma anche renderle depresse. Non leggere la storia del parto, perché ne hai bisogno? Questo è un processo individuale che ognuno ha in un modo speciale. Non prepararti al male, perché i pensieri possono materializzarsi. Non ascoltare i consigli di nessuno, leggere libri e poesie, sono molto più stimolanti ed edificanti. Molto spesso nei forum puoi leggere storie davvero orribili sul parto. Di norma, sono esagerati in molti modi, alle mamme piace essere compatiti, anche se, naturalmente, ci sono delle eccezioni. È meglio leggere questo dopo la nascita del bambino, quindi puoi confrontare la tua esperienza con quella degli altri.

Rifiutati di comunicare con quelle persone che sono spiacevoli per te, non forzarti, perché tutte le tue emozioni negative vengono trasmesse a un bambino non nato. Crea un circolo sociale in cui ti sentirai come un pesce nell'acqua.

Non piangere! Sì, a volte gli ormoni instabili possono provocare lacrime e cattivo umore, ma cercare di trattenerti. Il fatto è che quando piangi, il bambino può sperimentare la fame di ossigeno, e in effetti una madre nervosa non è molto buona. Durante la gravidanza, devi essere sempre positivo.

Non cercare di essere una moglie e una hostess ideali, nessuno può mai riuscire a fare tutto, è meglio essere una donna sorridente, piena di forza, ma con un ordine di casa moderato piuttosto che noioso e stanco, ma con scaffali lucenti in un appartamento.

È durante la gravidanza che dovresti sentirti incredibilmente a tuo agio, creare e adattare da solo queste condizioni confortevoli. Non adattarti a nessuno e ascolta solo i tuoi sentimenti e la tua voce interiore, che non ti darà mai cattivi consigli.

Crash All

Capriccio, lacrime, sofferenza. Ci sono periodi in cui per qualche motivo non riesci a trovare un linguaggio comune con un partner. Gli uomini sopportano questi periodi a modo loro, ad esempio, in costante aggressione, malcontento, desiderio di uscire di casa. Le donne cominciano ad avere isteria, a essere costantemente stressate, a piangere.

Cosa aiutano le lacrime? Non aiutano a risolvere il problema... Certo, puoi piangere o arrabbiarti, ferirti o offenderti. Ma mentre lo fai, il tuo problema è da qualche parte in disparte. Non sei coinvolto in una decisione, ma nella sua esperienza. Il problema non ha fretta. Quando necessario, tornerà di nuovo in modo da avere di nuovo una rissa con il tuo partner. Lacrime, scoppi d'ira, rabbia, aggressività in questo caso non aiuteranno.

Se è necessario risolvere una situazione di conflitto all'interno di una relazione, allora è necessario non versare lacrime, ma affrontare il problema. Ti senti male, amaro e offensivo. Ma la situazione in sé non sarà risolta e tornerà di nuovo quando tutto sembra migliorare.

Le lacrime aiutano ancora. In cosa? Al fine di distruggere la relazione. Mentre sei isterico, non fai altro che rompere il contatto con il tuo partner. Non c'è nessuno che abbia un atteggiamento positivo verso le lacrime, l'isteria e la rabbia di un altro. Ti rallegri quando vedi le lacrime agli occhi della tua amata? Diventi felice quando un uomo ti urla con rabbia? Preferisci scappare, lasciare la stanza, tornare quando tutto è tranquillo. E se tali "scene" sono organizzate ogni giorno? Quindi un uomo non vuole affatto andare a casa.

Puoi fare una conclusione logica: lacrime, capricci, rabbia, maleducazione, odio - tutto ciò distrugge solo la relazione.

Distruggi i sentimenti verso il tuo partner con le tue emozioni negative. Non solo respingi una persona cara da te stesso con le tue azioni, ma anche "calpestare" i tuoi sentimenti con quelle emozioni e pensieri che provi.

La persona di solito dice in seguito che è stanco di soffrire. In retrospettiva, ha già capito che la relazione stava finendo in un "no". L'uomo stesso si è esaurito con le proprie emozioni, pensieri e incapacità di entrare in contatto con un partner. Gli sembra che avesse ragione, e ha sofferto perché faceva davvero male. Il partner non poteva fare nulla, ma l'uomo stesso si è ferito con le sue stesse emozioni, indignazione, critiche.

Le lacrime non aiutano, ma peggiorano solo la situazione. Il problema non si risolve, i tuoi sentimenti si raffreddano e il partner vuole stare con te il meno possibile - il risultato di tutte le tue sofferenze.

Per cosa sono le lacrime?

È interessante notare che sai che una persona alla nascita non sa ancora come piangere? Sì, i bambini possono solo urlare, ma all'inizio non hanno lacrime. Le lacrime vere cominciano a secernere dagli occhi del bambino solo dopo poche settimane. Allora, perché abbiamo bisogno di lacrime?

Lacrime

Non pensare che le lacrime siano semplici liquidi. L'uomo ha un cosiddetto. ghiandole lacrimali, che si trovano nell'osso frontale in una nicchia speciale, sotto il bordo esterno superiore dell'orbita. Le lacrime vanno in modo particolare. Una lacrima, separata dalla ghiandola lacrimale, cade sotto la palpebra inferiore e viene distribuita sulla superficie del bulbo oculare nel processo lampeggiante. Il segreto lamentoso lava l'occhio, lava via tutte le particelle di polvere e polvere e, scorrendo verso l'angolo interno dell'occhio, viene raccolto nel cosiddetto. lago lacrimale (si trova nell'angolo mediale dell'occhio). Più avanti lungo i dotti lacrimali, le lacrime entrano nel sacco lacrimale ed entrano nella conca nasale, dove idratano la mucosa nasale e poi evaporano.

Funzione lacrima

Le lacrime sono buone. Vediamo, infine, quali sono le lacrime così buone e quali sono le loro qualità.

  • In primo luogo, il liquido lacrimale idrata la mucosa degli occhi e del naso. Per un giorno abbiamo 1 ml di secrezione lacrimale - è in uno stato calmo. E quando irritato, il numero di lacrime aumenta a 10 ml. Il liquido lacrimale è informativo, perché la composizione chimica di una lacrima è simile a una goccia di sangue e può anche cambiare a seconda delle nostre condizioni. Una lacrima ha la capacità di far scorrere - questa capacità gli dà un film grasso su una lacrima.
  • In secondo luogo, le lacrime hanno una funzione antibatterica. In altre parole, le lacrime proteggono gli occhi dai patogeni provenienti dall'esterno. Il lisozima, che fa parte della composizione chimica delle lacrime, è in grado di distruggere virus e microbi. La capacità disinfettante delle lacrime consente di proteggere in modo affidabile i nostri occhi dagli effetti di vari microbi.
  • Terzo, le lacrime secernono ormoni dello stress. Sappiamo tutti che le lacrime appaiono per molte ragioni: dal vento, dall'irritazione meccanica e dalle emozioni travolgenti. L'aspetto delle lacrime è una reazione allo stato di shock, stress, disagio mentale e psicologico. Con lacrime di dolore e tristezza, gli ormoni prolattina e leucina-Efen vengono rilasciati, e con lacrime di felicità, l'adrenalina viene rilasciata (la quantità di adrenalina aumenta drasticamente quando sovraeccitato). Il riso sfrenato è anche accompagnato da lacrime, che si distinguono secondo un principio simile al meccanismo delle lacrime di gioia e felicità.

Le nostre lacrime possono essere uccise

Ahimè, molti fattori possono ridurre la funzione protettiva delle lacrime. Questi fattori includono l'uso di farmaci con contenuto di atrogin. Inoltre. Può verificarsi la malattia del sacco lacrimale. La sua infiammazione è chiamata dacriocistite. Qualsiasi infiammazione dell'occhio o del mote chiude la strada per il deflusso del liquido lacrimale. Le lacrime ristagnano nel sacco lacrimale, straripano, si estendono. Nel contenuto stagnante del sacco lacrimale, vari batteri iniziano a moltiplicarsi, e questo è ciò che porta all'infiammazione del sacco lacrimale.

Piangi per la salute!

La capacità di piangere è un segno che testimonia la salute degli occhi e non solo un certo stato emotivo. Quindi gioisci se riesci a piangere. Ma piangi meglio con la felicità e la gioia, e non con il dolore!

Perché piangiamo: 10 curiosità sulle lacrime

Probabilmente hai spesso sentito l'espressione popolare "Piangi di più, scrivi di meno", così spesso insegnanti o insegnanti poveri dicono quando sgridano un bambino, e in cambio ha le lacrime alle lacrime. Essendo maturato, le persone capiscono che non c'è alcuna connessione tra questi due processi, ma in realtà è davvero, se tutto è chiaro sull'escrezione di urina: ho bevuto un po 'd'acqua - ha scritto, quindi non è così ovvio sulle lacrime.

"Letidor" si è rivolto a Victoria Tolstonosova, tricologa, dermatologa e cosmetologa presso l'URO-PRO International Medical Center (Krasnodar), e un instabloger per scoprire da dove vengono le lacrime, se è utile piangere, possiamo piangere senza lacrime e in cui i casi di lacrimazione dovrebbero essere trattati.

Quali sono le lacrime

Le nostre lacrime consistono principalmente di acqua e sono prodotte dalle ghiandole lacrimali. Questo fluido fisiologico ha proprietà battericide ed è in grado di uccidere i batteri, proteggendo la cornea dalle infezioni e promuovendone la guarigione.

L'aspetto delle lacrime può essere naturale quando hai bisogno di idratare e pulire gli occhi, o emotivo, quando eventi gioiosi o tristi innescano il meccanismo per la produzione di lacrime.

Ogni giorno, le ghiandole lacrimali dei nostri occhi espellono circa 1 ml di liquido lacrimale.

È interessante notare che la composizione di questo fluido è così studiata che nelle farmacie è possibile acquistare una lacrima naturale, che risolve diversi problemi, tra cui la cheratocongiuntivite secca comune, anche la xerosi congiuntivale corneale, detta anche "sindrome dell'occhio secco".

Come e perché fa una lacrima

Piangere aiuta a rimuovere gli ormoni in eccesso dal corpo attraverso le lacrime, e singhiozzare crea una mancanza di ossigeno - così l'eccitazione emotiva cessa di dominare, e l'enfasi si sposta sui centri respiratori, che hanno una priorità più alta.

Le lacrime diventano la reazione del corpo al sovraccarico emotivo e alla fatica cronica, indicano un eccesso o una carenza di alcune sostanze nel corpo, possono essere un segno di intasamento o "freddo" del canale oculare.

Le lacrime senza una particolare causa nelle donne in gravidanza spesso compaiono principalmente durante il primo trimestre, e la donna in attesa deve loro sfondo instabile ormonale, così come gli stati depressivi.

La pressione sanguigna nei vasi oculari si alza e il meccanismo di protezione viene attivato, finalizzato ad alleviare la pressione. Il liquido in eccesso dai vasi sanguigni dell'occhio viene rimosso sotto forma di lacrime.

Per lo stesso motivo, gli occhi si sono inumiditi dopo che abbiamo sbadigliato.

Quando tagliamo cipolle, le sostanze volatili entrano attraverso il canale nasolacrimale aperto in uno stato normale nel sacco lacrimale, situato tra l'angolo dell'occhio e il naso, irritano la sua mucosa sensibile e causano una maggiore produzione di lacrime.

Perché un bambino piange più di un adulto

Piangere, perché è una reazione riflessa al dolore, aiuta i genitori a prestare attenzione in tempo alla salute del bambino ed eliminare la causa dell'indisponibilità.

Con una certa abilità, mamma e papà possono distinguere tra tre tipi di pianto infantile.

Il pianto principale inizia con un urlo con una breve pausa, seguito da un acuto soffio d'aria, e dopo un po 'di silenzio, il pianto ricomincia. Ciò significa che il bambino ha fame.

Il pianto irritabile, cioè una conseguenza del disagio, è facilmente riconoscibile dal modo in cui molta più aria passa attraverso le corde vocali, quindi l'insoddisfazione del bambino sembra molto più forte e acuta del pianto principale.

Piangere nel dolore è caratterizzato da un forte grido, seguito da un periodo di trattenimento del respiro.

Perché un bambino in adolescenza piange meno

A mio parere, la ragione principale risiede nel fatto che un adolescente non ha più bisogno di attirare l'attenzione su di sé in questo modo, ha un discorso per questo.

Non importa quanto possa sembrare duro, i bambini piccoli sono per natura manipolatori e, con l'aiuto del pianto, cercano di far sì che gli altri intorno a loro diano loro quello che vogliono.

Posso piangere senza lacrime

Certamente, questo fenomeno è particolarmente comune nei bambini. La maggior parte dei bambini inizia a piangere con lacrime all'età di due settimane. In alcuni bambini questo può richiedere più tempo, ma di solito dopo due mesi i dotti lacrimali si aprono completamente in tutti i bambini.

Nei primi mesi di vita, è necessario identificare se non vi è alcuna ostruzione o intasamento delle ghiandole lacrimali. Nei bambini più grandi, piangere senza lacrime può essere un sintomo di disidratazione, quindi, per la comparsa di liquidi fisiologici, è necessario ripristinare l'equilibrio idrico nel corpo.

Gli adulti possono soffrire di secchezza oculare, caratteristica della sindrome di Sjogren, che è una malattia autoimmune.

È dannoso piangere

Piuttosto utile. Le eccezioni sono alcune donne in gravidanza e bambini piccoli - nel loro caso, le lacrime e il corrispondente stato emotivo influenzano negativamente il sistema nervoso.

Io aderisco alla posizione che, se c'è una tale opportunità, è meglio piangere in presenza di una persona amata, o, mentre i sentimenti si allagano, per imparare una lezione dalla situazione. Dopo che i singhiozzi si placheranno, la persona probabilmente si sentirà peggio, ma col passare del tempo, il suo umore sarà ancora migliore di prima che le lacrime scorressero. Allo stesso tempo c'è un'opinione che se piangi spesso, le lacrime possono semplicemente finire.

Tuttavia, si dovrebbe diffidare dell'irritazione della mucosa degli occhi e della sua secchezza.

Che cosa è pericoloso piangere

I miei colleghi britannici sono fiduciosi che lunghi periodi di pianto possono causare danni al cervello del bambino. Durante uno stato stressante, viene prodotta una grande quantità di cortisolo ormonale e, a sua volta, interferisce con il normale funzionamento di questo organo.

Alcuni medici statunitensi e australiani ritengono che i bambini ai quali i genitori hanno permesso di piangere per una quantità illimitata di tempo non differiscano nello sviluppo emotivo e comportamentale degli altri bambini.

In psichiatria, si ritiene che il pianto patologico si verifichi quando le aree del linguaggio locomotore dell'emisfero cerebrale sinistro sono danneggiate (emisferi cerebrali - ndr). Tale malattia associata a disfunzione dei muscoli, chiamata sindrome pseudobulbare. Inoltre, c'è un danno alle strutture mediobali del cervello, che porta alla sindrome della depressione, all'aumentata eccitazione e alla comparsa di convulsioni.

Perché l'intensità della lacrimazione è diversa

L'intensità della lacrimazione dipende dalla causa, che l'ha provocata, dalla gravità della malattia, se si verifica, e dall'età del paziente.

Se le lacrime scorrono senza motivo, che tipo di malattia è?

L'aumento della secrezione del liquido lacrimale può essere un sintomo di sinusite, rinite, lesione corneale, congiuntivite, cheratite, blefarite, infiammazione della ghiandola lacrimale, malattie autoimmuni, ipo e beri-beri, allergie e altre malattie.

Un neuropatologo, endocrinologo e psicoterapeuta può aiutare se c'è il sospetto di depressione, nevrosi d'ansia, astenia, disturbi ormonali, disturbo da stress post-traumatico, sindrome da stanchezza cronica.

In quali casi è necessario trattare lo strappo

Certo, quando provoca disagio e può essere un riflesso di altre malattie. Non è necessario avere paura della chirurgia: la correzione chirurgica del canale lacrimale, la blefaroplastica e la dacriocistorinostomia (un modo per ripristinare il deflusso delle lacrime nella cavità nasale) sono operazioni con un breve periodo di riabilitazione che vengono eseguite con successo da specialisti che utilizzano l'anestesia.

Inoltre, sono sicuro che più spesso di altre persone le donne incinte hanno bisogno di cure, perché, oltre al cortisolo, un ormone dello stress, l'adrenalina viene prodotta nei loro corpi durante i singhiozzi, che possono influire negativamente sullo sviluppo del sistema nervoso e sull'intero corpo del bambino.

Perché ho bisogno di lacrime

Quando una persona ha un cattivo umore, a volte piange e le lacrime scorrono dai suoi occhi. Da dove vengono e perché abbiamo bisogno di lacrime?

Anche se una persona è allegra o calma, c'è sempre un piccolo liquido lacrimale nei suoi occhi. Questo fluido è necessario in modo che la superficie morbida del bulbo oculare sia mantenuta pulita e umida. Pertanto, il liquido lacrimale idrata costantemente la superficie dell'occhio.

Le lacrime "producono" ghiandole speciali localizzate vicino agli angoli esterni degli occhi (venivano chiamate ghiandole lacrimali). Quando una persona lampeggia, il liquido viene distribuito sulla superficie degli occhi. Il lampeggio avviene entro un terzo di secondo, con la maggior parte delle persone che lampeggia dopo circa sei secondi. Se sommiamo questa volta, possiamo concludere che una persona trascorre circa mezz'ora a battere le palpebre!

Le lacrime che lavano gli occhi, naturalmente evaporano o vanno in due canali in miniatura situati nell'angolo interno di ogni secolo. Quindi penetrano nella cavità nasale, in modo che anche i tessuti del naso siano bagnati. (Ecco perché, quando siamo tristi, non dobbiamo solo piangere, ma anche soffiarci il naso). Se qualcosa ci entra nei nostri occhi, iniziamo a piangere, e possiamo avere più lacrime del solito, e poi le lacrime scorrono in faccia.

William Frey, un biochimico negli Stati Uniti, stava facendo ricerche sulle lacrime. Ha fatto la scoperta che una sostanza che può ridurre il dolore è parte delle lacrime. Nelle lacrime, che sono causate dal dolore, una sorta di emozioni negative, ci sono sostanze calmanti. Ciò significa che le lacrime sono sia un calmante sia un mezzo per lenire il dolore.

Quando una persona è sotto stress, nel suo corpo si formano sostanze tossiche. Le lacrime aiutano a rimuovere queste sostanze nocive dal corpo. E le lacrime portano sollievo, relax. Si consiglia a una persona afflitta dal dolore di piangere per renderla più facile.

PERCHÉ HAI BISOGNO DI UN TEAR

SOLO UN UOMO È IN GRADO DI ESPRIMERE LE TUE EMOZIONI ATTRAVERSO I SOLDI. ALTRE COSTRUZIONI CHE POPOLANO IL NOSTRO PIANETA NON SONO COSÌ PIÙ ABILI. COSÌ PERCHE E PER COSA ABBIAMO UN'OPPORTUNITÀ?

STATISTICHE: in media, sulla vita di una persona, perde circa 70 litri di lacrime, di cui:

Una spiegazione scientifica completa e accurata del verificarsi di lacrime ancora. La scienza non sa ancora perché una persona piange dal dolore o dalla gioia, dal dolore, dalla felicità, dall'odio e dall'amore, dalla paura, dalla rabbia, dal risentimento, dall'eccitazione. E perché quello che ha causato le lacrime in uno, l'altro lascia completamente indifferenti o addirittura ridono.

Ogni anno, il corpo umano produce un intero bicchiere di lacrime! Sono prodotti dalle ghiandole lacrimali e sono molto simili nella composizione al plasma sanguigno. Calcio, magnesio, sodio, glucosio e altre sostanze sono presenti nelle lacrime. I cambiamenti nella composizione delle lacrime possono causare varie malattie dell'occhio. Quindi l'incapacità di versare lacrime - sindrome dell'occhio secco - spesso accompagna l'artrite reumatoide e il lupus eritematoso sistemico. Anche il lavoro a lungo termine sul computer può portare al suo verificarsi.

Un sottile strato di liquido lacrimale copre la superficie esterna della cornea e la aggiorniamo, ogni tanto lampeggia, più spesso è meglio è. Migliora le proprietà ottiche dell'occhio. Protegge anche gli occhi da tutti i tipi di infezioni.

I RACCONTI SONO BUONI PER LA SALUTE

Gli esperti dicono che non ci si dovrebbe vergognare di esprimere le emozioni con le lacrime, anche se se consideriamo l'aspetto psicologico, allora le lacrime sono sempre autocommiserazione da un punteggio grande o piccolo. Pertanto, se ritieni che sia utile per te rimpiangere un po 'in questa forma, allora piangi il più spesso possibile. Se parliamo esclusivamente dei benefici per la salute, allora le lacrime alleggeriscono l'eccessiva tensione e quindi risparmiano le risorse del corpo, risparmiandole dall'usura precoce.

Si scopre che le lacrime non solo alleviare la sofferenza, ma anche guarire. Questo fatto sorprendente è stato stabilito da scienziati russi che hanno scoperto la funzione endocrina precedentemente sconosciuta delle ghiandole lacrimali. Secondo i ricercatori, sono direttamente coinvolti nel processo di guarigione.

Gli sperimentatori hanno deciso di confrontare come guariscono le ferite nei ratti che piangono e nei ratti che non piangono. Per non tormentare gli animali, misero un granello nell'occhio del topo e, naturalmente, le lacrime iniziarono a scorrere.

Più il topo gridava, più velocemente la ferita guariva sulla sua schiena. In media, le lacrime hanno ridotto il periodo di recupero di 12 giorni! E quando le ghiandole lacrimali furono rimosse, trovarono un fenomeno molto sorprendente: i bordi della ferita iniziarono a divergere, più lentamente guarì. In un giorno, la pelle perse la sua elasticità, divenne letargica e flaccida, come se invecchiasse.

Ovviamente, le sostanze secrete dalle ghiandole lacrimali nel sangue, influenzano il tono della pelle, perché ha di nuovo preso la stessa forma, quando hanno iniziato a introdurre regolarmente estratto di ratto delle ghiandole lacrimali. E la ferita cominciò a crescere insieme meglio.

Da quanto precede, possiamo supporre che la nostra pelle possa perdere elasticità e freschezza perché negli anni abbiamo pianto sempre meno? Non danneggiamo i nostri corpi, trattenendoci per compiacere lo stereotipo sociale "piangere non è buono"? Colui che piange raramente, secondo il noto medico americano William Frey, spesso soffre e muore prima. Lo scienziato nota che a causa dell'errato approccio all'educazione, agli uomini viene insegnato a sopportare il dolore fisico o mentale senza lacrime e finiscono per pagarlo con un'ulcera e una colite allo stomaco, - secondo Frey, - tipici disturbi della tristezza repressa.

BAMBINI SENZA una lacrima

La capacità di versare lacrime in una persona appare 4-11 settimane dopo la nascita. Per un bambino, le lacrime servono come mezzo di comunicazione con il mondo esterno: infatti, piangere è l'unico modo per attirare l'attenzione su di sé. Eseguono lacrime e funzione protettiva nei bambini: bagnando la mucosa nasale, aiutano a resistere alle infezioni. Il pianto aiuta anche a sviluppare i polmoni e i muscoli respiratori. Ma questo non è un motivo per ignorarlo: può significare che qualcosa ferisce in un bambino.

HOLDING A TEAR - NOCIVO

Dopo aver studiato la composizione chimica delle lacrime, i biologi hanno concluso che questo fluido contiene alcune sostanze tossiche, il cui accumulo non è innocuo per la salute umana. Inoltre, piangere aiuta le persone a liberarsi dallo stress.

Come dimostrato da studi condotti da uno scienziato americano, con le lacrime dal corpo umano, vengono rimosse numerose sostanze tossiche, che si formano in abbondanza nel corpo a causa di notevoli stress fisici e mentali.

Va notato che il pianto "libero", secondo gli esperti, appartiene più spesso alla categoria dell'isteria e non porta alcun beneficio. Al contrario, tale pianto aggrava lo stress, aumenta la pressione e indebolisce l'autocontrollo. Ma piangere tranquillo, da qualche parte a casa, in un luogo appartato, secondo gli stessi specialisti, è semplicemente necessario per una persona e in nessun caso dovrebbe vergognarsi, altrimenti la rabbia apparirà su di sé, il che riduce l'effetto terapeutico del pianto, che consiste nella prevenzione degli attacchi cardiaci, ictus, ulcere, gastrite, tutti i tipi di spasmi e persino attacchi asmatici.

Queste statistiche suggeriscono che anche le donne soggette a condizioni isteriche vivono molto più a lungo degli uomini. Gli scienziati credono che, non ultimo, a causa del fatto che le donne sono meno propense a frenare le emozioni, e dare loro di liberarsi. Gli psicologi dicono che mesi e anni trascorsi senza piangere portano a gravi disturbi nervosi e cambiamenti mentali.

È interessante notare che, insieme alle lacrime, non solo vengono eliminate dal corpo sostanze chimiche dannose, ma, soprattutto, le catecolamine - stimolanti dello stress. Sono particolarmente pericolosi per un organismo giovane e fragile, quindi i bambini piangono molto più spesso degli adulti. Questo è innescato da un meccanismo di difesa naturale.

Nei tempi antichi c'era un detto "Gli schiavi non piangono". Il suo significato è che piangere è la manifestazione di una persona libera e spiritualmente ricca.

Quindi, il pianto è utile. Ma qui, lacrimare, eccessivamente abbondante, indipendente dallo stato emotivo, gli esperti chiamano questo stato di epifora, può essere un segno di malattia della tiroide. Ulteriori segni - la sensazione di "sabbia" negli occhi, la fotofobia, l'affaticamento degli occhi, il dolore in loro. Non c'è bisogno di esitare: un endocrinologo e un oftalmologo ti aiuteranno.

Ci sono altre cause di forti strappi. In ogni caso, gli oftalmologi aiuteranno a comprendere queste domande.

Liquido lacrimale umano: cos'è, la sua composizione

Quali sono le lacrime? È un liquido incolore, inodore, dal sapore salato, caratterizzato da una reazione debolmente alcalina. Gli organi della visione non possono funzionare completamente senza lacrime, perché il bulbo oculare deve essere costantemente inumidito. Gli organi lacrimali sono divisi in lacrime secretorie, che producono questo fluido importante e le lacrime - responsabili del suo deflusso. Le violazioni nel loro lavoro influenzano negativamente il funzionamento degli occhi.

Composizione di lacrime

Cos'è un liquido lacrimale? Include:

  • acqua (98%);
  • sali inorganici, mucopolisaccaridi, proteine ​​e altre sostanze organiche (il restante 2%).

Normalmente, una lacrima è distribuita sulla superficie della cornea sotto forma di una pellicola stratificata, fornendo trasparenza e perfetta scorrevolezza. Tale film consiste in uno strato lipidico superficiale a contatto con l'aria, uno strato acquoso contenente mucina e uno strato mucoso che interagisce con l'epitelio corneale.

Lo strato lipidico superficiale è formato dalla secrezione delle ghiandole di Meibomio e non consente all'evaporatore dello strato idrico sottostante, costituito da ulteriori ghiandole lacrimali e secrezione della ghiandola. Lo strato mucoso collega lo strato d'acqua e l'epitelio corneale.

Caratteristiche delle ghiandole lacrimali

Gli organi TL sono costituiti da una ghiandola lacrimale e piccole ghiandole, che si trovano nella volta congiuntivale. La ghiandola stessa si trova sotto la palpebra inferiore. Distingue le parti superiori inferiori e orbitali palpebrali, che sono separate da un tendine di un muscolo. La ghiandola è fornita di sangue attraverso l'arteria lacrimale (afflusso) e la vena (deflusso). La selezione delle lacrime regola le fibre parasimpatiche del nervo facciale.

Gli organi lacrimogeni contribuiscono al deflusso di un tale liquido e sono un sistema molto complesso. In primo luogo, una lacrima in un flusso lacrimale corre tra il retro del secolo costola e la mela. Dopo di ciò, inizia ad accumularsi nella forma di un lago all'ingresso dei condotti lacrimali (punti situati nelle palpebre superiori e inferiori), quindi cade nel canale nasolacrimale e nel sacchetto lacrimale.

Funzione lacrima

Il fluido lacrimale svolge diverse importanti funzioni:

  • fisiologica;
  • psicologica;
  • sociale.

Questo prodotto, prodotto da diverse ghiandole endocrine, aiuta a sostenere sia la salute fisica che mentale di una persona. Il lisozima con proprietà battericide fa parte del liquido lacrimale, fornendo al bulbo oculare una protezione contro i batteri. Lacerazione pulisce meccanicamente la superficie del bulbo oculare, anche da corpi estranei.

Questo liquido idrata l'occhio, non permettendo che si secchi e preservando le proprietà ottiche. Le gocce oculari funzionano allo stesso modo, che gli oftalmologi raccomandano alle persone che lavorano da un computer da molto tempo. Una persona che fissa il monitor per un lungo periodo lampeggia meno del solito, causando l'asciugamento della superficie dell'occhio. Ciò può causare non solo arrossamento e disagio, ma anche portare gradualmente alla perdita della vista.

Normalmente, negli esseri umani, piccole ghiandole producono circa 1 ml di lacrime al giorno. Ma in determinate condizioni, viene attivata una grossa ghiandola lacrimale, che inizia a produrre molte più lacrime. Queste condizioni includono lo stato psico-emotivo che ti fa piangere, un forte vento o una luce tagliente e irritante che ti fa venire le lacrime agli occhi.

Le lacrime possono causare stress. Con l'aiuto di un tale fluido nella corteccia cerebrale si verifica la compensazione dell'eccitazione, che è causata da una forte emozione. Pertanto, le lacrime fungono da difensore della psiche. In effetti, l'apparenza delle lacrime indica che il corpo umano ha bisogno di eliminare le emozioni per alleviare la tensione. Grazie a loro, riescono a preservare la loro salute mentale.

Dal punto di vista della biochimica, questo fluido aiuta a ridurre il livello dell'ormone dello stress. Ecco perché, dopo aver pianto, una persona è sollevata. Inoltre, le tossine vengono eliminate dal corpo durante il pianto. Questo fluido può ridurre il dolore. Si è notato che una persona che piange, provando un dolore intenso, si sente sollevata dopo. Le lacrime sono in grado di produrre sostanze che aiutano a ridurre il dolore e promuovere la guarigione delle ferite.

Sintomi di malattie di organi lamentosi

Tali organi possono presentare i seguenti segni di deviazioni dallo stato normale:

  • secco;
  • sensazione di presenza sulla mucosa di un oggetto estraneo o la cosiddetta "sabbia";
  • bruciando negli occhi.

Questa condizione è caratteristica dell'ipofunzione della ghiandola lacrimale, quando il liquido inizia a essere prodotto in quantità insufficiente. Ma con una lacrimazione pesante, c'è una violazione del deflusso di liquido, che può essere accompagnato da infiammazione del sacco lacrimale. Ciò provoca arrossamento e gonfiore al bordo interno dell'occhio. La ghiandola stessa è più spesso infiammata da lesioni specifiche degli organi ghiandolari.

trattamento

Il trattamento di malattie di organi lamentosi dipende dalla causa di loro. Se la produzione di liquidi è compromessa, la terapia sostitutiva viene solitamente prescritta sotto forma di normali instillatori lacrimali negli occhi. Per una maggiore presenza di liquido, i punti di strappo possono essere fermati da "ingorghi".

In caso di processi infiammatori dei dotti lacrimali, nonché in violazione della loro pervietà, il medico può prescrivere una terapia anti-infiammatoria o indirizzare il paziente al trattamento chirurgico, che consente di ripristinare i percorsi di deflusso. In caso di ostruzione cronica del canale nasolacrimale, viene eseguita la dacriocistorinostomia.

Quindi, le lacrime sono un liquido trasparente che lava la superficie del bulbo oculare, che è prodotto dalle ghiandole lacrimali ed è necessario per il normale funzionamento dell'occhio. Questo fluido svolge una funzione protettiva, inumidendo la superficie della congiuntiva e la cornea. In caso di varie malattie degli organi lacrimali, devono essere trattati, altrimenti gli occhi possono essere danneggiati a causa della mancanza di lacrime.

Potere curativo delle lacrime

Siamo dotati della capacità di piangere dalla nascita, ma avendo maturato, consideriamo le lacrime una manifestazione di debolezza. Devo trattenere le lacrime, o forse il contrario - a volte è utile piangere? Dopo tutto, ci sono momenti in cui trattenere le lacrime è molto difficile.

Piangere - un fenomeno abbastanza comune in natura. Non solo l'uomo, ma anche gli animali sono in grado di piangere dal dolore. Ma solo l'Homo Sapiens è in grado di versare lacrime emotive. Dolore, gioia o tristezza - i nostri stati d'animo speciali causano lacrime, che sono segnali inconsci che abbiamo bisogno di sostegno o empatia.

Quali sono le lacrime

Ogni giorno i nostri occhi producono poco più di 14 grammi di liquido lacrimale. È formato nelle ghiandole situate attorno a ciascun occhio. Quando lampeggia, l'umidità lacrimale è distribuita sulla superficie dell'occhio e il suo eccesso cade nei canalicoli lacrimali. Ci sono due canalicoli. Ognuno si trova nell'angolo interno dell'occhio e si connette con un sacco lacrimale che si estende nella cavità nasale. Ecco perché quando piangiamo, non abbiamo solo occhi su un posto umido, ma anche un naso.

Allora perché piangiamo ancora?

1. Le lacrime sono al 98% di acqua. Ma non solo. Le lacrime meccaniche, ad esempio, contengono elementi grassi, muco, proteine ​​e sostanze antibatteriche. Sono necessari per idratare l'occhio, la sua purezza e protezione contro le infezioni. Le lacrime meccaniche vengono prodotte continuamente nelle ghiandole, ma praticamente non le notiamo, perché queste lacrime non fluiscono dalle prese.

2. Le lacrime riflesse risaltano in risposta agli stimoli. È proprio con le lacrime riflesse che piangiamo quando tagliamo un arco caustico. Sono quasi interamente composti di acqua, perché sono necessari, prima di tutto, per lavare intensamente l'occhio.

3. Grugniti e esperienze dolorose, nonché uno stato di euforia, sono noti per causare facilmente lacrime. Il più denso tra le lacrime emotive sono quelle causate dalla sofferenza. Tali lacrime amare sono sature di ormoni dello stress. La maggior parte delle persone si sente sollevata dopo di loro, perché le lacrime sembrano spazzare via lo stress dal corpo.

Le lacrime di gioia non rimuovono le sostanze non necessarie dal corpo, ma attenuano l'effetto dell'adrenalina, proprio come le lacrime involontarie delle risate.

È utile piangere?

Secondo gli esperti, le persone che non sono timide nell'esprimere apertamente le proprie emozioni, soffrono meno dello stress e sono più facili da tollerare. Pertanto, in caso di sovraccarico nervoso, non è affatto dannoso lasciarsi andare e buttare via le esperienze accumulate nel pianto.

Le lacrime lavano via dal corpo non solo sostanze ormonali nocive, ma anche catecolamine - sostanze che stimolano lo stress. Trattenere lacrime ed emozioni è pericoloso per la salute, non per niente gli uomini che piangono 4-5 volte meno spesso delle donne vivono 7 anni in meno. L'abitudine di guidare in profondità è piena di gravi disturbi del sistema nervoso, ipertensione, ulcera gastrica, colite e malattie cardiovascolari.

Ma allo stesso tempo, i medici avvertono che le lacrime portano più sollievo solo quando una persona che piange trova intuizione emotiva e conforto dagli altri.

Perché le donne piagnucolano?

Le donne piangono più spesso degli uomini. L'ormone prolattina, che è responsabile non solo dello scarico delle lacrime, ma anche della produzione di latte durante l'allattamento, è "la colpa". La moderazione maschile è dovuta in parte al testoterone. Questo ormone maschile previene l'accumulo di liquido lacrimale in quantità sufficienti.

L'avarizia in parte emotiva negli uomini è determinata dagli stereotipi sociali. Cosa fanno i genitori a ispirare i ragazzi? È giusto "È un peccato piangere, sei un uomo!"

Cattive abitudini che causano una penuria di lacrime

- Seduto a lungo al computer e situato in stanze fumose male ventilate.

- Non mangiare bene, non mangiare pesce ricco di acidi grassi sani omega-3

- L'occhio abuso cade dalla categoria di "rinfrescare e rimuovere rapidamente il rossore dell'occhio".

Sentimenti e pregiudizi: perché piangiamo e va bene

Testo: Anastasia Travkina

Recentemente, l'atteggiamento sociale nei confronti del "positivo" si avvicina all'assurdo, motivo per cui spesso sentiamo una vergogna irrazionale per la nostra stessa tristezza. Una cosa così semplice e naturale come lacrime diventa un crimine contro un credo di vita non detto. Secondo il National Geographic, poiché la vita del corpo umano produce almeno 61 litri di lacrime, è difficile credere che la natura possa fornirci qualcosa di così inutile e "indecente". Lo stereotipo diffuso che le lacrime sono debolezza stigmatizza le donne e batte l'autostima degli uomini. Il direttore del centro di riabilitazione delle sorelle, la psicologa Olga Yurkova e lo psicoterapeuta Dmitri Smirnov ci hanno aiutato a capire perché dobbiamo piangere e quale forza sta dietro la capacità di accettare le nostre emozioni.

Da dove vengono le lacrime e come sono

Una lacrima è un fluido che la ghiandola corrispondente produce per bagnare e pulire la superficie dell'occhio. La maggior parte sono cloruri di acqua, sodio e potassio; gli altri ingredienti variano a seconda della salute

e stati d'animo. L'enzima lisozima conferisce una proprietà battericida allo strappo, rendendolo lo stesso antisettico della saliva o del latte materno. Il dolore causato dalle lacrime dei bambini può contenere oppiacei che hanno un effetto analgesico.

Ci sono tre tipi di lacrime. Le lacrime basali (cioè basiche, basiche) sono costantemente evidenziate per bagnare gli occhi. Con una mancanza di secrezione lacrimale viene l'irritazione - la sindrome di "occhio secco". In farmacia per riempire l'umidità puoi comprare una lacrima naturale. Le lacrime riflesse scorrono in risposta a sostanze irritanti: granelli, fumi di cipolla, lacrimogeni. Questo è un metodo di pulizia d'emergenza degli occhi da particelle estranee. Le lacrime emozionali si presentano per motivi psicologici soggettivi, solo una persona può piangere. Tali lacrime sono significativamente diverse nella composizione: contengono più proteine, ormoni prolattina e corticotropina. In situazioni di stress, possono anche apparire adrenalina o norepinefrina.

Teorie di Crying

Elefanti, foche, lontre e, naturalmente, coccodrilli possono fare lacrime. È vero, per loro è un modo per sbarazzarsi di sale in eccesso nel corpo senza alcun sentimento. Per quanto riguarda il pianto umano, ci sono molte teorie sul suo verificarsi. Secondo uno degli antichi (secoli XVI-XVII), si credeva che quando le emozioni riscaldano il cuore, il corpo produce vapore per raffreddarlo. Si è scoperto che le lacrime sono una sorta di condensa di vapore emotivo che si accumula tra gli occhi e il cervello quando il nostro piatto inizia a bollire.

Si credette così fino a quando l'anatomista danese Niels Stensen scoprì una ghiandola lacrimale nel 1662 - tuttavia, l'immagine era saldamente radicata nella coscienza collettiva e in molti modi influenzò le idee di Freud sulla catarsi. E negli anni '80 del secolo scorso, il ricercatore William Frey scoprì le proteine ​​nelle lacrime emotive e suggerì che le lacrime rimuovessero le sostanze tossiche formatesi durante lo stress. Da allora, non c'è stato un solo studio che confermi questa idea, eppure sembra ancora plausibile per molti.

Oggi gli scienziati non vedono una relazione diretta tra il numero di lacrime e i livelli di stress. Lo studio della dipendenza dell'umore dalle lacrime, condotto da scienziati olandesi, non ha dato risultati univoci. Ai soggetti sono stati mostrati film tristi, e quelli che non hanno pianto mentre guardavano, hanno riferito di uno stato d'animo stabile - entrambi prima di guardare, e 20 e 90 minuti dopo. Coloro che piangevano si sentivano molto peggio dopo aver visto, ma col passare del tempo, hanno riferito di migliorare l'umore. Tale valutazione è soggettiva, quindi non si può dire se lo stato emotivo sia davvero migliorato o se sia un contrasto banale.

Come le lacrime regolano il nostro comportamento

Il pianto ha caratteristiche della cosiddetta attività dislocata - come la leccata "immotivata" della pelliccia nei gatti o il desiderio di tamburellare le dita sul tavolo o mordere le unghie nelle persone. L'attività spostata è un meccanismo di difesa della psiche durante una situazione stressante insolubile. Di solito reagiamo al pericolo con il desiderio di attaccare per difendersi o un tentativo di fuga, ma quando ciò è impossibile, tutto ciò che rimane è restare bassi: questo è un meccanismo biologico per lo stress "in attesa". L'occultamento a lungo termine minaccia la depressione, che è pericolosa per la salute, così che in situazioni protettive si manifesta un'attività nervosa "protettiva". Forse il pianto era in origine uno dei suoi tipi: ci distrasse, prendeva il corpo con cose importanti: respirazione profonda, urla o ululato.

Il professore di psicologia alla Temple University, Jay Efran, ha avanzato una teoria in due fasi sull'origine del pianto. Secondo lei, piangere è una reazione al rilassamento dopo la tensione. Entrando in una situazione stressante, il corpo viene attivato per compiere ulteriori sforzi. Dopo un po 'di tempo, si verifica l'inibizione del sistema nervoso. Se la soluzione viene trovata ed eseguita con successo, il corpo è di nuovo fuori pericolo e quindi può rilassarsi e ringiovanire. Se è impossibile trovare una via d'uscita, decide di risparmiare energia, poiché tutto è inutile.

Le lacrime arrivano precisamente allo stadio di inibizione, e non nella situazione più acuta, quando tutte le forze sono spesi per la "sopravvivenza". Cioè, secondo Efran, non le lacrime stesse causano rilassamento: possiamo piangere solo quando riusciamo a rilassarci. Durante i singhiozzi, inspiriamo brevemente ed espiriamo a lungo, il che rallenta la respirazione e il battito del cuore; la gola, i muscoli e persino l'intestino si rilassano. Tuttavia, non puoi causare rilassamento, semplicemente versare lacrime da un arco. Quindi, quando dicono che è dannoso non piangere e tenere tutto per sé, significano non tanto l'assenza di lacrime, quanto la volontà di concedersi una pausa.

Nel corpo di un uomo, il livello di testosterone può diminuire sotto l'influenza dell'odore delle lacrime femminili, e con esso il livello di aggressività e desiderio sessuale

I ricercatori vedono sempre più le lacrime come un riflesso, ma un mezzo di comunicazione umana altamente organizzata. I neonati possono piangere nel secondo o terzo mese e per molto tempo questo rimane il loro unico modo di comunicare. Forse la composizione chimica delle lacrime emotive può effettivamente colpire le persone intorno a loro anche nell'età adulta. L'esperimento del dottor Ed Wingrehots, uno specialista in lacrime dell'Università di Tiburg, ha dimostrato che il corpo di un uomo può essere ridotto dall'odore delle lacrime al livello di testosterone, e con esso il livello di aggressività e attrazione sessuale.

Il compito delle lacrime è di essere uno stimolo sociale per l'empatia: questo è indicato dalla ricerca di un biologo israeliano, il dottor Oren Hasson. L'intoppo è che l'ambiente di colui che sta piangendo deve essere in sintonia con esso. Spesso, l'etica collettiva non implica simpatia, ad esempio in una riunione di direttori di una grande azienda. In una tale situazione, piangere non può portare sollievo, ma umiliazione e senso di vergogna. In Giappone, hanno persino inventato un servizio per donne che provano stress sul lavoro: per $ 60, un "ikemeso" - un "bel consolatore" - potrebbe venire in ufficio - abbracciarti e asciugare le lacrime.

Quanto ci rattriamo

Come abbiamo scoperto, il pianto è un meccanismo complesso del comportamento umano. La situazione più ovvia quando si tratta di lacrime causate dal doloroso dolore della perdita. Un tale stato può causare non solo la perdita dei propri cari, ma anche la privazione dei confini personali a causa di

violenza fisica o psicologica, perdita della capacità di lavorare o del significato della vita, cessazione di una relazione - qualsiasi privazione di qualcosa o qualcuno di significativo, compresa la propria identità o speranza per il futuro.

Nella psicologia popolare, c'è un termine speciale per questo stadio nella vita di una persona - il dolore, e ha le sue fasi. Il primo è shock e intorpidimento; il secondo è il diniego; il terzo è il riconoscimento della perdita e del dolore; e l'ultimo è l'accettazione della perdita e della rinascita. Una persona è spesso incapace di piangere al primo stadio, quando la psiche lo protegge dalla consapevolezza di ciò che è accaduto. Le fasi del lutto dovrebbero sostituirsi nel tempo, ma a volte una persona non può credere a quello che gli è successo e rimane bloccata sul primo. Portare un paziente simile alle lacrime è un vero progresso nella terapia, e questo è necessario, perché lo stato di stupore può portare a gravi malattie.

Le persone delle più diverse culture ed epoche hanno sempre capito che abbiamo bisogno di aiuto per realizzare il dolore. I dolenti che venivano alla sepoltura probabilmente non solo eseguivano la funzione rituale, ma stimolavano anche i propri cari, in stato di shock, a provare il dolore, impedendo loro di rimanere bloccati allo stadio dell'anestesia. Pertanto, il peggio che può essere detto a una persona in lutto è "non piangere". Le lacrime non solo aiutano ad alleviare lo stress emotivo, ma mettono anche una persona in una situazione culturale di lutto, e questo è il primo passo verso l'accettazione del dolore.

Le lacrime emozionali non esistono da sole come reazione fisiologica, le esperienze sono dietro di loro. Ognuno ha il diritto di vivere pienamente i propri sentimenti. Inoltre, vogliamo e dovremmo essere in grado di ottenere la simpatia dei nostri cari. E per manifestarlo, basta essere vicini e non cercare di salvare una persona dal dolore che dovrà attraversare se stesso. Ad esempio, in Giappone ci sono gruppi di pianto collettivo e molti partecipanti, ovviamente, si sentono sollevati dopo la sessione. Il sostegno degli altri è la parte più importante del processo di rendere un uomo della sua perdita, perché è l'ambiente che sarà un rimpiazzo temporaneo per ciò che ha perso.

Perché le lacrime sono spesso considerate manipolazioni

Gli atteggiamenti verso le lacrime nella società non sono solo associati alla vergogna. Qualche forte emozione in una persona che non è pronta per l'empatia, causa il rifiuto e la negazione. L'impreparazione all'empatia, a sua volta, è spesso dettata dalla stessa profonda vergogna o paura. Si sta formando un circolo vizioso: è imbarazzante piangere, simpatizzare con il pianto - inoltre, è più facile negare il suo dolore e non fidarsi di lui. In relazione a ciò, un pregiudizio contro le lacrime si forma come un metodo di manipolazione. Questo è particolarmente vero per il pianto femminile: esiste uno stereotipo culturale secondo cui le donne sono manipolatrici per natura e raggiungeranno il loro obiettivo con qualsiasi mezzo. Il risultato di tali preconcetti è di dare la colpa alla vittima anziché al supporto emotivo.

Le lacrime possono davvero essere un modo di manipolare: negli uomini e nelle donne, negli adulti e nei bambini. Ma come distinguere le lacrime vere da false? Gli psicologi affermano che le personalità sociopatiche piangono più spesso "per ordinare": quasi non sperimentano empatia e quasi non ne sentono il bisogno, e possono persino gridare per motivi di mercenario. Naturalmente, gli attori sono anche in grado di piangere di propria iniziativa, ma spesso devono ricordare l'esperienza di vita che li ha portati alle lacrime.

Secondo la classificazione delle accentazioni personali secondo Carl Leonhard, i tipi di personalità dimostrativi (o isterici) sono i più inclini alle lacrime come metodo di manipolazione. Tali persone sono socialmente attive, ma sono inclini a vivere acutamente drammi personali e sono caratterizzate da una maggiore ansia, specialmente in questioni relative alle relazioni. Nonostante il fatto che tali persone sembrino essere manipolatori esperti, l'organizzazione della loro psiche è infantile, vulnerabile, quindi spesso piangono piuttosto per l'autodifesa che per il bisogno di ottenere qualcosa da te.

Ma non affrettarti a catturare tutti: alla fine, l'unico segno evidente di manipolazione non sono le lacrime, ma quello che ti chiedono di fare qualcosa che non avresti intenzione di fare. Se qualcuno sta piangendo accanto a te, specialmente se questa è una persona con cui sei familiare, chiedi se ha bisogno del tuo aiuto, se hai bisogno di stare con lui, e se vuole dire cosa sta piangendo. E sii pronto per un po 'di tempo a sedere in silenzio.

Perché gli uomini piangono meno spesso

Gli uomini piangono davvero un ordine meno delle donne. Nelle diverse culture, questo rapporto varia, ma secondo gli studi internazionali, una donna adulta piange in media 5,3 volte al mese e un uomo solo 1,3 volte.

Prima dell'adolescenza, i bambini differiscono più nel temperamento che nel sesso, ma poi tutto inizia a cambiare: in media, le ragazze piangono il 50-60% più spesso dei ragazzi. La prima ragione di questa differenza è ormonale.

Nel corpo femminile produce molta prolattina, che è responsabile non solo della produzione di latte da una madre incinta e che allatta, ma aumenta anche la tendenza alla pianto. Inoltre, anche in assenza di una sindrome premestruale pronunciata, il corpo di una donna subisce un aggiustamento ormonale dello stress ogni mese e la fluttuazione dei livelli di progesterone e di estrogeni, che formano il ciclo mestruale, rende una donna emotivamente più labili nell'ultimo terzo del ciclo. Oltre alla sindrome premestruale, la lacrimazione aumenta durante la gravidanza e l'allattamento a causa dell'aumento ulteriore della prolattina, così come durante la depressione postpartum e post-aborto, sullo sfondo di un forte calo dei livelli di progesterone.

La seconda ragione per cui le donne piangono più spesso è il permesso sociale di sperimentare. In molte culture questo non è disponibile per gli uomini. "Gli uomini, naturalmente, non piangono, perché proteggono la cosa più fragile in questo mondo - la loro mascolinità", lo psicoterapeuta Dmitrij Smirnov ride tristemente degli stereotipi di genere. - Gli uomini sentono dolore, ma l'espressione è vietata. Molto è vietato agli uomini in generale: non solo piangere, ma anche ridere, ballare ed esprimere emozioni in generale ". Se ti allontani dagli standard e diventi più emotivo, allora si scopre che esprimere e vivere sentimenti non è solo positivo per la salute, ma anche piacevole.

La ragione per cui le donne piangono più spesso è nel permesso sociale di sperimentare. Questo non è disponibile per gli uomini in molte culture.

Gli uomini crescono in condizioni di repressione emotiva. Dal punto di vista della psicologia, crescere i figli nello spirito di "non ruggire, tu sei un uomo" non è solo crudele, ma anche estremamente dannoso per la psiche del bambino. Gli studi dimostrano che la psiche del ragazzo si sviluppa più lentamente e l'emotività matura più a lungo di quella delle ragazze. Un bambino le cui paure, disperazione e grida di aiuto sono attutite dalla richiesta totale di essere sempre pronto a "proteggere la patria" con un naso secco, diventa chiuso in se stesso. L'insularità complica il percorso verso il raggiungimento della maturità emotiva, che richiede l'adozione dei propri sentimenti. Spesso la psicoterapia aiuta gli uomini a raggiungere la maturità emotiva, che insegna loro ad accettare ed esprimere i propri sentimenti in un ambiente psicologico confortevole.

La fotografa olandese Maud Fernhout ha dedicato uno dei suoi progetti fotografici al tema delle lacrime degli uomini: nelle sue foto, i giovani non esitano a piangere sinceramente e commentare l'assurdità dello stereotipo secondo cui ciò è inaccettabile. Alle sedute di terapia, naturalmente, anche gli uomini piangono, ma per questo hanno spesso bisogno di più tempo rispetto alle donne. Robert Jopke, un terapeuta junghiano, scrive che, secondo la sua esperienza, un uomo ha bisogno di un anno per visitare uno psicoterapeuta per raggiungere quello stato e la capacità di esprimere esperienze in cui una donna di solito inizia la terapia.

Perché le lacrime possono essere un sintomo di un disturbo

A volte la lacrimosità accentuata non è associata all'esperienza della perdita e una persona non può nemmeno dire esattamente per cosa sta piangendo. Di per sé, l'ipersensibilità non è pericolosa, ma il pianto per qualsiasi motivo può essere un sintomo di un doloroso esaurimento del sistema nervoso. Questo sintomo deve essere preso sul serio e controllare il lavoro della psiche. Se si avvia una lacrima insolitamente spesso, se, in una analisi sobria, ti sembra che i motivi fossero in realtà insignificanti, se il pianto ti esaurisce, è il momento di capire qual è il problema. Questo può essere un fallimento ormonale, PMS o disordine disforico premestruale (PMDD) - i loro sintomi possono essere corretti dopo la consultazione con il ginecologo e l'endocrinologo.

La combinazione di aumento della lacrimazione, irritabilità e affaticamento può essere un sintomo di un malfunzionamento della ghiandola tiroidea: eseguire un'ecografia e controllare gli ormoni tiroidei dopo aver consultato un endocrinologo. Se gli ormoni sono a posto e l'alta sensibilità ei singhiozzi quotidiani non scompaiono da nessuna parte, questo potrebbe essere un segno di esaurimento nervoso: puoi visitare un neurologo e ricevere istruzioni da lui. Se dietro le tue lacrime sono l'apatia, la mancanza di pensieri e la scarsa motivazione, puoi andare da uno psicoterapeuta.

Che cosa sono le lacrime di gioia

Il suddetto specialista di lacrime, il Dr. Vingerhots, afferma che in tutti i trenta anni di ricerca, il suo team è riuscito a ridurre le cause delle lacrime emotive a uno: un senso di impotenza e disperazione. Di conseguenza, la cosa più difficile per loro era rispondere alla domanda, perché la gente piangeva in situazioni felici per se stessi. I Vingerhots dicono che in ogni singolo caso felice in cui una persona piange, è influenzato da ricordi, pensieri o circostanze reali che lo fanno sentire impotente. Sposando una figlia, i genitori perdono il controllo della situazione della sua vita, il ricongiungimento con il suo amante, una persona ricorda la sua disperazione e la paura della perdita prima di questo incontro, e un atleta può piangere alla presentazione della medaglia d'oro, perché i genitori non riuscivano a coglierne il successo. Ma nessuna ricerca ha confermato che le persone piangano perché si sentono felici.

Oriana Aragon della Yale University è stata la più vicina a svelare l'origine delle lacrime di felicità. Gli studi l'hanno portata alla conclusione che il nostro sistema emotivo reagisce spesso a dolo a forti stimoli. Aragon osservava le persone in situazioni che provocavano forti sentimenti di gioia o di emozione, e trovava che più forte era la reazione di gioia, più pronunciata l'aggressività latente. Il ricercatore ha suggerito di bilanciare lo stress emotivo positivo della psiche.

Un gran numero di studi scientifici danno risultati contraddittori, il che significa che la scienza non ha ancora risolto tutte le leggi della psiche umana. Puoi piangere una volta al mese o ogni giorno, dallo sforzo, dall'impotenza o dalla gioia, preferisci piangere da solo o hai bisogno di un abbraccio amichevole - siamo tutti diversi. Le emozioni umane sono uno dei fenomeni più sorprendenti al mondo, e la nostra forza e maturità è accettare queste emozioni, essere in grado di viverle completamente e permettere agli altri di farlo.