Principale > Frutti di bosco

Trattamento di ascite alle erbe

Con una malattia come l'ascite, i diuretici sono necessariamente usati. Va notato che ci sono un bel po 'di questi farmaci. Ma i guaritori tradizionali raccomandano l'uso di erbe diuretiche per l'ascite. Non solo aiutano a liberarsi rapidamente ed efficacemente del fluido in eccesso accumulato nel corpo, ma sono meno pericolosi per la salute umana.

Metodi di trattamento

Prima di tutto, in questa malattia, sia i medici che i guaritori tradizionali raccomandano di seguire una dieta rigorosa. Si raccomanda vivamente di escludere dal cibo alimenti salati, affumicati e fritti. Inoltre non puoi mangiare prodotti caseari contenenti una grande quantità di grassi. Insieme alla dieta, devi prendere diuretici. Raccomandare di prendere fondi preparati sulla base di erbe con ascite della cavità addominale. Le piante con effetti diuretici includono equiseto, foglie di betulla e boccioli, mirtilli rossi, rosa canina, prezzemolo e molti altri. Sulla base, preparare infusi, decotti e tè.

Decotto di radice di prezzemolo

Per preparare il medicinale, devi prendere:

  • 1 cucchiaio di radici vegetali;
  • 0,5 litri di acqua bollente.

Tritare le radici e riempire con acqua bollente. Metti la miscela su un piccolo fuoco e fai bollire per 15 minuti. Il prodotto finito consumava 100 grammi tre volte al giorno prima dei pasti. In questo modo, non solo puoi eliminare il liquido in eccesso nel corpo, ma anche rafforzare il sistema immunitario, che deve essere fatto solo per questo disturbo.

Decotto di radice di bardana

Questo brodo ha un forte effetto diuretico e aiuta anche a purificare la linfa e il sangue dalle tossine nocive. Per la sua preparazione è necessario prendere un cucchiaio di radici di bardana essiccate e tritate e versarle con un bicchiere d'acqua. Metti la miscela sul fuoco e fai bollire per 10 minuti. Il prodotto finito deve essere filtrato e prendere un cucchiaio tre volte al giorno.

Decotto di tarassaco

Questa pianta sin dai tempi antichi noto per la sua azione diuretica. Inoltre, la sua composizione include una quantità sufficientemente grande di potassio. Per preparare il medicinale, devi prendere:

  • 300 ml di acqua calda;
  • 100 grammi di radici e foglie frantumate della pianta.

Le materie prime devono essere riempite d'acqua. Somministrare l'infuso di brodo per 40 minuti e assumere una tazza al giorno prima dei pasti.

Raccogliere erbe

La raccolta di erbe per l'ascite mostra anche buoni risultati nel trattamento della malattia. Per la preparazione della raccolta medicinale è necessario prendere l'erba equiseto e foglie di betulla in proporzioni uguali e versare un bicchiere d'acqua. Far bollire la miscela per 10 minuti, quindi raffreddarla e assumere mezza tazza a stomaco vuoto.

Le più potenti erbe diuretiche per l'ascite

Come accennato in precedenza, ci sono un gran numero di piante medicinali ed erbe contro l'accumulo di liquidi nel corpo. Ma uno dei più efficaci in questa malattia è il cardo mariano. Ha un forte effetto diuretico. Nella medicina tradizionale, questa pianta è apprezzata per l'alto contenuto di oli grassi, vitamine e minerali curativi. Inoltre, l'assunzione di un medicinale basato su di esso aiuta a prevenire lo sviluppo di cellule tumorali.

Ci sono diversi modi di prendere il cardo mariano con l'ascite. Il metodo di somministrazione più semplice ed efficace è un'infusione. Per prepararlo devi prendere:

  • 30 grammi di semi schiacciati;
  • 500 millilitri di acqua.

I semi si riempiono di acqua fredda. Metti la miscela su un piccolo fuoco e fai bollire fino a che la metà del liquido è evaporata. Dopodiché, l'incendio dovrebbe essere spento e somministrare il farmaco per altri 15-17 minuti. La bevanda medicinale ha bisogno di prendere un cucchiaio ogni ora.

Diuretici (diuretici) per ascite

L'ascite è chiamata l'accumulo di liquido nella cavità addominale, causato da varie malattie primarie del corpo umano. Riconoscere la malattia può essere una sensazione di pienezza, gravità, un aumento del volume dell'addome, mancanza di respiro, dolore addominale. Trattano l'edema addominale con vari mezzi, ma poiché questa infiammazione è sempre secondaria, è impossibile parlare di terapia efficace prima che venga stabilita la causa alla radice.

Il diuretico in ascite, così come la rimozione del liquido, possono essere prescritti sia in fase di diagnosi (per migliorare il benessere del paziente) sia come parte di un trattamento completo della malattia che ha causato l'accumulo di liquidi.

La scelta del diuretico per l'ascite dipende anche dalla causa delle condizioni del paziente. Fondamentalmente, il liquido nella cavità addominale si accumula nei pazienti che hanno:

  • insufficienza cardiaca cronica
  • cirrosi epatica,
  • malattie oncologiche.

A seconda di cosa ha causato la rimozione dell'edema, viene prescritto un diuretico appropriato. Con l'ascite vengono prescritti diuretici come Lasix, Veroshpiron, Aldactone, che devono essere combinati con farmaci risparmiatori di potassio o sali di potassio per ridurre il rischio di compromissione del metabolismo idrico-elettrolitico.

La maggiore consistenza ha ricevuto il trattamento con diuretici in ascite, causato da problemi con il sistema cardiovascolare. Molto peggio è la situazione nel trattamento dei pazienti affetti da epatite e piuttosto male con una comprensione di quali processi hanno causato l'accumulo di liquido nel peritoneo nei pazienti oncologici.

Nonostante ciò, in tutti e tre i casi, i cambiamenti positivi sono osservati in media nel 65% dei pazienti con eccesso di liquido nella cavità addominale quando si utilizza Veroshpiron in combinazione con Furosemide. Il primo è preso 200 mg 2 volte al giorno, e il secondo - 50-200 mg. Questa terapia consente di rimuovere dal corpo del paziente circa 1 litro di liquido al giorno, che nella maggior parte dei casi è sufficiente.

Il trattamento diuretico potrebbe non essere efficace se:

  1. il paziente prende molti liquidi e sodio;
  2. i diuretici sono usati in modo inadeguato;
  3. un paziente ha alcalosi, ipotensione, ipoalbuminemia, iponatremia, ipokaliemia, sindrome di Budd-Chiari, cirrosi epatica progressiva, carcinosi peritoneale o SBP.

Alcuni di questi motivi per l'inefficacia dei diuretici possono essere eliminati, aumentando così l'efficacia del trattamento con farmaci diuretici.

Diuretico con ascite cirrosi epatica

Come trattare l'ascite nella cirrosi epatica? Diagnosi e varie terapie

Per il trattamento del fegato, i nostri lettori hanno usato con successo il Leviron Duo. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Con il trattamento sbagliato o prematuro della cirrosi epatica, la malattia progredisce e porta a cambiamenti irreversibili distruttivi nel parenchima. Nei casi difficili o nella fase terminale della malattia, si presenta una condizione patologica pericolosa - ascite con cirrosi epatica. Quanti pazienti vivono con una tale patologia, perché appare e come trattare una tale condizione?

Patologia caratteristica

L'ascite è una complicanza della cirrosi del fegato, che non è una malattia separata. Questo è un complesso di sintomi cirrotici, caratterizzato come una condizione mortale per il paziente. La patologia è un accumulo di liquido nella cavità addominale.

Ascite ha un nome alternativo - idropisia addominale.

Gli organi addominali sono circondati da una membrana sierosa (peritoneo), che li fissa e partecipa anche alla nutrizione e all'innervazione. Come conseguenza della progressione della malattia sottostante nella cavità delimitata dal peritoneo, il fluido (trasudato) inizia ad accumularsi.

Nel suo stato normale, c'è poco di esso e circola liberamente attraverso il peritoneo. Con la cirrosi, il deflusso del fluido linfatico rallenta e il suo volume inizia a crescere.

Per facilitare la diagnosi, esiste una classificazione dell'ascite. La tabella mostra le fasi della patologia:

La maggior parte dei pazienti è interessata alla domanda: in quale fase appaiono le ascite?

Questa patologia è caratteristica dell'ultimo stadio terminale della cirrosi. In forma lieve, è curabile, ma la forma grave, accompagnata da estesa peritonite e insufficienza epatica, porta a una situazione in cui il trapianto di fegato diventa l'unico trattamento adeguato.

Cause della malattia

L'accumulo di liquido intra-addominale nella cirrosi si verifica a causa di danni al fegato. La principale causa di ascite è l'ipertensione portale, che è accompagnata da alterata circolazione del sangue nel portale e vene epatiche inferiori della vena cava.

L'ostruzione del flusso sanguigno si verifica perché il sistema circolatorio e il tessuto epatico affetto da cirrosi sono degradati. Formati nodi grassi fibrosi che pizzicano le vene, interrompendo il flusso sanguigno. Le pareti delle vene subiscono cambiamenti fibrosi, che portano anche a disturbi circolatori.

Il deflusso ostruito di sangue porta ad un'alimentazione insufficiente dei tessuti del peritoneo. Ciò provoca un'aumentata secrezione del trasudato linfatico e il suo accumulo nella cavità addominale.

L'ascite può essere una conseguenza del cancro del fegato, così come può verificarsi in malattie come insufficienza cardiaca, malattie renali, linfostasi e tubercolosi.

Sintomi di patologia

Una condizione come l'ascite ha segni caratteristici che vengono presi in considerazione quando si effettua una diagnosi.

Dropsy è accompagnato dalle seguenti manifestazioni:

  • ventre teso, uniformemente allargato, con pelle lucida tesa e ombelico sporgente;
  • vene varicose sull'addome, che è chiamata la "testa della medusa";
  • giallo della pelle;
  • disturbi dispeptici;
  • gonfiore degli arti inferiori;
  • sensazioni dolorose in tutta la cavità addominale (non hanno una localizzazione costante).

Nella fase iniziale, quando la quantità di fluido è insignificante, il segno diagnostico è il fenomeno di fluttuazione e la pancia della rana. Nella posizione prona, la regione ombelicale si appiattisce e i lati dell'addome sono leggermente gonfiati. Il principale sintomo di ascite grave è la grave distensione addominale e addominale.

Per la prevenzione e il trattamento delle malattie del fegato, i nostri lettori usano con successo un rimedio efficace...

L'ascite estesa è spesso accompagnata da peritonite batterica, che si verifica spontaneamente. Per una patologia complicata, un forte aumento della temperatura a 38-400 ° C è caratteristico.

diagnostica

I metodi diagnostici strumentali consentono di valutare visivamente le condizioni della cavità addominale, determinare il volume del fluido e il grado di cambiamenti distruttivi associati.

Per determinare la diagnosi viene utilizzato:

  • esame ecografico di ultrasuoni;
  • imaging a risonanza magnetica;
  • Esame a raggi X.

Questi metodi consentono anche di stabilire la causa dello stato e la posizione del fattore provocante.

Gli indicatori della presenza di liquido nella cavità addominale sono anche test del fegato, che fanno parte dello screening del sangue biochimico. Elevati livelli di bilirubina e tossine azotate, con bassi livelli di albumina, sono segni caratteristici dell'idropio addominale.

trattamento

Come tratti l'ascite? La terapia principale è volta a fermare la malattia di base che ha provocato l'accumulo di liquido nella cavità addominale. Inoltre, il trattamento sintomatico viene utilizzato per alleviare le condizioni del paziente.

In forma grave, accompagnata da un'infezione batterica, è necessario un intervento chirurgico.

Terapia conservativa

Il trattamento completo dell'ascite cirrotica richiede l'uso di farmaci e l'aderenza a una dieta speciale.

Il paziente è sottoposto a trattamento intensivo della cirrosi usando:

  • gepatoprotektorov;
  • farmaci lipotropi;
  • vitamine e acidi grassi polinsaturi;
  • farmaci coleretici;
  • farmaci per potenziare il sistema immunitario;
  • mezzi per rafforzare i vasi sanguigni e per prevenire la rimozione di liquidi al di fuori del letto vascolare.

Ridurre la formazione di diuretici diuretici prescritti da transdosi. Bere loro senza prescrizione medica è vietato, in quanto può portare alla lisciviazione di sostanze utili necessarie all'organismo.

La quantità consumata nell'essenza del liquido è ridotta a 1,5 litri. Il consumo di sale è sicuro di essere ridotto al minimo, i cibi grassi, fritti, piccanti e speziati sono esclusi dalla dieta. Si raccomanda al paziente di seguire rigorosamente la dieta numero 7 con un alto contenuto di proteine.

STABILIN è una sospensione speciale utilizzata per regolare i processi metabolici e ripristinare la rigenerazione e le funzioni delle cellule del fegato...

Metodi popolari

La patologia può essere curata con metodi popolari? I rimedi popolari per l'ascite sono solo ausiliari, ma non possono sostituire le cure mediche.

I seguenti rimedi a base di erbe hanno un effetto benefico nella cirrosi:

  • prezzemolo;
  • cardo mariano;
  • fagioli bianchi;
  • semi di lino;
  • foglie di mirtillo rosso, lampone, betulla;
  • rosa canina.

I rimedi di erbe sono usati sotto forma di decotti. Il loro volume deve essere preso in considerazione nella velocità giornaliera del fluido. Prima di iniziare il trattamento con rimedi popolari, è necessario consultare il proprio medico.

Trattamento chirurgico

Se un approccio conservativo non fornisce un effetto terapeutico persistente o la peritonite provocata da liquido infetto, ricorrono all'intervento chirurgico.

Esistono diversi trattamenti chirurgici invasivi:

  1. Paracentesi. Procedura chirurgica per il drenaggio della cavità addominale. Il paziente viene iniettato per il pompaggio del trasudato.
  2. Operazione Kalba. Tenuto con ipertensione portale.
  3. Formazione chirurgica delle anastomosi vascolari per ridurre la pressione nella vena porta.

Nel caso di ascite, che appare nella fase terminale del fallimento funzionale del fegato, è richiesto il trapianto.

Previsione per la vita

La qualità e la durata della vita dei pazienti con ascite dipendono dallo stato del fegato, dalla tempestività della terapia e dalla conformità del paziente con le raccomandazioni del medico curante. Le fasi facili con un trattamento adeguato non costituiscono una minaccia immediata per la vita.

Nella forma compensata di cirrosi, l'aspettativa di vita è più di 10 anni dopo il primo rilevamento dell'accumulo di liquidi. Nella fase di scompenso, l'ascite porta ad un esito fatale in 5-7 anni, nel 20% dei casi.

La prognosi della cirrosi con ascite nella fase terminale è meno confortante. Complicato con idropisia, conduce alla morte nel 60% dei casi entro 12 mesi.

L'accumulo di liquido nella cavità addominale è pericoloso se la patologia viene diagnosticata in uno stadio avanzato. Il trattamento precoce permette di fermare l'ascite e prolungare la vita del paziente.

A giudicare dal fatto che stai leggendo queste righe ora - la vittoria nella lotta contro le malattie del fegato non è dalla tua parte ancora...

E hai già pensato alla chirurgia? È comprensibile, perché il fegato è un organo molto importante e il suo corretto funzionamento è una garanzia di salute e benessere. Nausea e vomito, pelle giallastra, sapore amaro in bocca e odore sgradevole, urine scure e diarrea... Tutti questi sintomi sono familiari in prima persona.

Ma forse è più corretto trattare non l'effetto, ma la causa? Raccomandiamo di leggere la storia di Olga Krichevskaya, di come ha curato il fegato... Leggi l'articolo >>

  1. Quali sono i segni della cirrosi nelle donne?
  2. Manifestazione di segni di cirrosi negli uomini
  3. Come curare la cirrosi epatica? Vari metodi di terapia
  4. Sintomi e primi segni di cirrosi alcolica del fegato - come e cosa trattare?

Qual è lo stadio di scompenso nella cirrosi epatica e qual è la prognosi del trattamento

La cirrosi epatica in fase di decompensazione è l'ultima fase della morte di organi in questa pericolosa malattia. In questa fase, c'è una quasi completa compromissione delle funzioni epatiche a causa di un cambiamento irreversibile nella struttura dei tessuti con la prevalenza di foci e necrosi del tessuto cicatriziale. Molti pazienti con diagnosi di cirrosi epatica in questa fase di sviluppo sono interessati alla risposta alla domanda su quanto tempo l'organo vive con un tale infortunio, ma le previsioni sono deludenti, poiché l'unico modo per prolungare la vita del paziente è un trapianto d'organo di emergenza o parte di esso.

Per il trattamento del fegato, i nostri lettori hanno usato con successo il Leviron Duo. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Le principali manifestazioni della cirrosi nella fase di scompenso

Man mano che il fegato si sviluppa, la cirrosi attraversa 3 fasi principali, comprese quelle compensate, subcompensate e decomposte. Anche in presenza di cirrosi epatica subcompensata, le condizioni del paziente possono essere corrette mediante terapia farmacologica, dieta e interventi chirurgici polivalenti. Negli ultimi 3 stadi dello sviluppo, cioè con la cirrosi scompensata, le condizioni del paziente si deteriorano rapidamente e il trattamento non dà più un miglioramento pronunciato. Con lo sviluppo di una tale condizione pericolosa per la vita, i pazienti tendono a lamentarsi dei seguenti sintomi:

  • perdita di appetito, esaurimento, ingiallimento della sclera e della pelle;
  • sanguinamento uterino, sangue dal naso, emorragia petecchiale;
  • mal di stomaco, dolore al fegato, gengive sanguinanti;
  • disturbi mentali, fratture frequenti, forte prurito.

Tutti questi segni di cirrosi scompensata si sviluppano proprio come conseguenza della disfunzione dell'organo. Sullo sfondo dell'insufficienza epatica, compaiono numerose condizioni potenzialmente letali che peggiorano significativamente il benessere del paziente.

La fine del lavoro degli epatociti porta al fatto che il lavoro dei reni, della milza e di altri organi è disturbato. Di norma, si osserva la comparsa di ascite quando si osserva il livello di produzione di albumina da parte dell'albumina epatica e funzionalità renale compromessa, nonché ipertensione portale, che si trovano spesso nella fase di scompenso della cirrosi epatica.

Il fatto è che sullo sfondo di un tale ciclo di cirrosi sfavorevole, vi è un aumento del livello di permeabilità dei vasi sanguigni e dei tessuti, in conseguenza del quale il fluido inizia ad accumularsi nella cavità addominale, e la quantità di trasudato può raggiungere i 15-20 litri. Questo fluido ha un effetto compressivo sugli organi interni, a seguito del quale possono verificarsi problemi con la respirazione e il tratto gastrointestinale. Inoltre, sullo sfondo di una tale lesione del fegato, si può osservare un grave edema degli arti inferiori.

Un fegato danneggiato arresta la produzione di coagulanti e la milza interessata non è più in grado di produrre livelli piastrinici normali, a seguito delle quali cambiano le caratteristiche del sangue, che predispone alla comparsa di sanguinamento dai tessuti della bocca, dell'esofago, dell'intestino, dello stomaco, dell'utero e del naso. Inoltre, ematomi e vene varicose appaiono spesso sulla pelle dei pazienti. Un cambiamento nella struttura del tessuto epatico porta al suo indurimento, motivo per cui inizia a palparsi bene durante la palpazione.

Il prurito e il giallo della pelle sono il risultato dell'accumulo di bilirubina in essi. Le violazioni nel processo del metabolismo proteico portano al diradamento del tessuto osseo, che spesso diventa la causa di gravi fratture. I cambiamenti nello stato mentale dei pazienti con cirrosi sono di solito osservati perché le sostanze tossiche che entrano nell'organismo e prodotte dai loro stessi tessuti corporei non possono più essere efficacemente neutralizzate, quindi, dopo un breve periodo, iniziano a influenzare negativamente le cellule cerebrali. L'impatto di sostanze tossiche sul cervello porta alla comparsa di stati depressivi, perdita di orientamento nello spazio, inibizione o irritabilità. L'accordo finale di tali effetti delle tossine sul cervello è il coma epatico, che porta alla morte dei pazienti nell'80-100% dei casi.

Dato che la cirrosi scompensata del fegato in breve tempo porta a disturbi sistemici nel corpo, nel tempo, ci possono essere ulteriori condizioni di pericolo di vita. Per esempio, una volta infettata da una microflora patogena di un transudato che si è accumulata nella cavità addominale con l'ascite, può svilupparsi una peritonite purulenta, che entro 12-24 ore diventa la causa della morte dolorosa del paziente.

Terapia di mantenimento e prognosi per la cirrosi

Lo stadio di decompensazione in caso di cirrosi epatica è estremamente pericoloso ed è accompagnato da un rapido deterioramento delle condizioni del paziente, e non è più possibile correggere la situazione o almeno rallentare questo processo con l'aiuto della terapia farmacologica. Quando a una persona viene diagnosticata la fase 3 della cirrosi, può essere prescritta una terapia di supporto, ma l'effetto di solito non è molto evidente, sebbene spesso aiuti il ​​paziente a sopravvivere fino al trapianto di organi. Nella maggior parte dei casi, i pazienti cui è stata diagnosticata una cirrosi epatica scompensata sono prescritti:

  • trasfusione di albumina;
  • plasma sanguigno;
  • steroidi anabolizzanti;
  • preparazioni di ferro;
  • paracentesi;
  • dieta senza sale;
  • gepatoprotektory;
  • antibiotici.

Nonostante il fatto che ci siano molti farmaci che possono essere usati per migliorare la condizione dei pazienti con cirrosi, quando il processo di distruzione dell'organo entra nella fase 3, solo il trapianto d'organo può correggere la situazione. Infatti, solo 20 su 100 persone che hanno pronunciato scompenso della funzione epatica, ma non ci sono complicazioni aggiuntive del corso, tra cui l'ascite, possono vivere per più di 5 anni.

Con lo sviluppo dell'ascite, solo il 25% dei pazienti può vivere per più di 3 anni. Il trapianto di organi è di notevole complessità, dal momento che non è sempre possibile trovare un donatore nel tempo.

Ascite con cirrosi epatica

La cirrosi epatica è una malattia pericolosa e incurabile associata al danneggiamento del normale tessuto epatico e alla sua sostituzione con la cicatrice. Nella migliore delle ipotesi, il paziente può vivere fino a 10-15 anni con tale diagnosi, ma questo è possibile solo nelle fasi iniziali, quando le complicazioni non sono ancora state sviluppate. Le condizioni del paziente sono supportate da dieta e farmaci e, se possibile, viene eseguito un trapianto di fegato. L'ascite è un accumulo di liquido libero nella cavità addominale. Questa è una complicanza pericolosa della cirrosi, che si verifica nelle sue ultime fasi e peggiora significativamente le previsioni. Quante persone vivono con ascite con cirrosi epatica dipende da molti fattori, tra cui l'età del paziente, il grado di danno al fegato e al sistema nervoso.

Cosa succede con l'ascite?

È necessario capire che l'ascite è una complicanza della cirrosi e non il suo sintomo obbligatorio. Il fatto è che il fegato prende parte attiva alla circolazione sanguigna e funge da luogo in cui il sangue viene purificato dalle tossine e dalle sostanze nocive. In caso di cirrosi, il tessuto epatico si spegne e il processo non può che toccare la rete vascolare, che intreccia strettamente l'organo.

Nel meccanismo di sviluppo di ascite può essere diviso in diversi componenti:

  • Sindrome da ipertensione di potassio - un aumento della pressione nel sistema della vena porta del fegato;
  • mancanza di proteine ​​nel plasma sanguigno;
  • aumento della produzione ormonale che dilata i vasi sanguigni;
  • ristagno della linfa e la sua uscita oltre i vasi nella cavità addominale.

Nelle fasi iniziali, l'ascite può essere diagnosticata solo con metodi strumentali (ultrasuoni), perché lo stomaco non sembra ancora gonfio. Allo stesso tempo, il processo sta già iniziando e la pressione nel sistema di vene portale aumenta e le navi si espandono. Allo stesso tempo, la sostituzione di normali epatociti funzionali con tessuto connettivo, che sembra una cicatrice, continua. Non è in grado di svolgere le sue funzioni e interferisce con le restanti cellule del fegato: non ricevono nutrienti dal sangue e anche necrotici (muoiono).

La situazione è aggravata dal fatto che anormali cellule epatiche iniziano a secernere mediatori (istamina e serotonina) nel sangue. Queste sostanze contribuiscono all'espansione dei vasi sanguigni e, in quanto meccanismo compensatorio (adattativo), il corpo le riempie di sangue. Il volume di sangue circolante aumenta ed esercita una pressione costante sulle pareti delle vene e delle arterie. Sali e acqua si accumulano nel corpo, che non ha la capacità di uscire naturalmente. Le pareti dei vasi sanguigni perdono la loro elasticità e in esse si formano dei pori attraverso i quali il liquido escreto può entrare nella cavità addominale.

Sintomi di ascite

I primi segni di ascite non saranno caratteristici. All'inizio è possibile e non sospettare che il deterioramento della salute sia associato all'accumulo di liquidi nella cavità addominale. Le persone si lamentano di mancanza di respiro, vertigini e altri sintomi di malessere generale. Visivamente, l'addome non è ingrandito, la sua forma non cambia. Durante questo periodo, è importante seguire una dieta in caso di cirrosi epatica, che è stata prescritta dal medico.

Altri sintomi non specifici includono:

  • sanguinamento dai vasi dell'esofago e delle vene emorroidali;
  • pesantezza allo stomaco;
  • gonfiore degli arti;
  • deterioramento della memoria e prestazioni;
  • collaterali venosi - bypassare le vie di flusso sanguigno;
  • aumento di peso incontrollato.

Nel corso del tempo, una grande quantità di fluido entra nella cavità addominale e l'addome cambia forma. Diventa convesso, il paziente avverte il movimento del fluido quando si muove. Oltre alla distensione addominale, notano anche dolore acuto, anormalità nel lavoro dello stomaco e dell'intestino e patologia del cuore e dei reni. Le vene diventano grandi e appaiono attraverso la pelle. Questa sindrome è chiamata "testa di medusa" quando i vasi dilatati sono visibili sulla parete addominale anteriore, attorno all'ombelico.

Fasi e classificazione

La malattia si sviluppa in fasi. Il trattamento è efficace nei primi periodi, se il paziente arriva dal medico in tempo. In totale, ci sono 3 fasi principali:

  • La fase iniziale, o fase di compensazione. Il corpo è in grado di distribuire il volume del fluido nel sangue e nei vasi linfatici, quindi non ci sono più di 1-1,5 litri nella cavità addominale. La vita del paziente può arrivare fino a 10 anni.
  • Ascite moderata o stadio di scompenso. Nello stomaco arriva fino a 3-4 litri di liquido libero, i medici predicono al paziente non più di 5 figli di vita.
  • Forma refrattaria che non è curabile. Nella cavità addominale può costantemente accumularsi da 5 litri di liquido e altro, e il paziente deve affrontare un esito fatale entro sei mesi.

Uno dei metodi più semplici per determinare quale forma di ascite in un paziente è la percussione. È necessario toccare i bordi laterali della parete addominale con un martello speciale e determinare la natura del suono. Se è smussato, la quantità di liquido nell'addome supera i 500 ml. Sulla base di questo metodo da solo, è impossibile fare una diagnosi. Al paziente devono essere prescritti gli ultrasuoni, che possono determinare lo stadio esatto della malattia. In caso di cirrosi epatica con ascite, viene eseguita anche la paracentesi: si tratta di una puntura della parete addominale per estrarre il contenuto e studiarlo ulteriormente. È importante determinare il livello di proteine ​​e leucociti nel liquido libero.

complicazioni

Va tenuto presente che l'ascite può causare una serie di conseguenze pericolose:

  • peritonite batterica - semina del peritoneo con batteri e sua infiammazione purulenta;
  • idrotorace - ingresso fluido nella cavità toracica;
  • ostruzione intestinale quando si schiaccia l'intestino;
  • ernia ombelicale, che cade immediatamente durante il riposizionamento;
  • danno renale.

Queste complicazioni si sviluppano non prima di diversi mesi dopo l'esordio dell'ascite. Ai primi sintomi allarmanti dovresti consultare il tuo medico per un esame completo. Ognuna di queste complicazioni può causare la morte e la loro combinazione non lascia alcuna possibilità di successo. È meglio iniziare a prendere medicine nella fase di compensazione. Questo può essere difficile, dal momento che l'ascite con cirrosi epatica si manifesta solo con comuni sintomi non caratteristici. Nella fase scompensata, la pancia sporgente è già visibile, ma la malattia è ancora curabile.

Prognosi: per quanto tempo puoi vivere con una diagnosi del genere?

La prognosi dell'ascite dipende da molti fattori. Prima di tutto, è necessario prestare attenzione allo stato del sistema cardiovascolare, fegato e reni. In molti modi, il risultato dipende da come trattare la malattia e da quanto tempo iniziare la terapia.

Queste statistiche indicano i seguenti fatti:

  • con la cirrosi compensata, l'esito è favorevole se la malattia sottostante è curata;
  • con la cirrosi scompensata, solo il 20% può vivere 5 anni, il resto vive molto meno;
  • se si sviluppa un'insufficienza renale, la morte senza emodialisi può verificarsi entro poche settimane;
  • in caso di insufficienza cardiaca, la morte si verifica entro e non oltre 5 anni dopo.

Metodi di trattamento

È necessario spiegare immediatamente che il trattamento dell'ascite con cirrosi epatica è mirato solo a mantenere le condizioni del paziente. Il fluido continuerà ad accumularsi fino al ripristino del tessuto funzionale del fegato. Sfortunatamente, questo può essere fatto solo con l'aiuto di un trapianto di organi da un donatore sano.

Se c'è molto liquido nello stomaco e minaccia la vita del paziente, viene eseguita laparocentesi. Attraverso una piccola puntura nella parete addominale, il fluido viene pompato fuori, ma è impossibile garantire che non si accumuli di nuovo. Al paziente viene prescritta una dieta speciale che faciliterà la rimozione del liquido e il trattamento farmacologico.

dieta

La nutrizione per la cirrosi epatica esclude quei prodotti che la caricano. È utile suddividere i pasti, poiché è più facile per il corpo digerire piccole porzioni 5-6 volte al giorno rispetto a un pasto completo di tre portate.

Con la cirrosi, viene prescritta una dieta rigorosa. Se la malattia è complicata dall'ascite, dovrai stringere le regole ancora di più:

  • eliminare completamente il sale - contribuisce all'accumulo di acqua;
  • rinunciare all'alcool, tè e caffè forti, bevande gassate;
  • cibi affumicati, cibi grassi e fritti saranno molto dannosi;
  • dolci, cioccolato, pasticcini e pane di lievito sono inaccettabili;
  • condimenti, maionese, burro sono anche proibiti.

Assicurati di saturare la dieta con cibi sani, ma non possono essere consumati in grandi quantità. Si raccomanda di prestare attenzione ai seguenti piatti:

  • cereali, cereali sotto forma di porridge o zuppe liquide;
  • carne magra e pesce - la principale fonte di proteine;
  • Piatti di verdure con trattamento termico obbligatorio.

Trattamento farmacologico

L'obiettivo principale della terapia è prevenire un'ulteriore distruzione del tessuto epatico e la stabilizzazione delle condizioni del paziente. Il trattamento sintomatico può essere inoltre prescritto per l'ascite, che faciliterà la rimozione del liquido. Il corso generale dovrebbe includere:

  • epatoprotettori di origine vegetale o sintetica a supporto delle cellule epatiche;
  • fosfolipidi per la normalizzazione del metabolismo dei grassi;
  • farmaci antinfiammatori steroidei che allevia simultaneamente il dolore;
  • albumina, che compensa la mancanza di proteine ​​nel sangue del paziente;
  • diuretici (farmaci diuretici) per rimuovere il liquido in eccesso in modo naturale.

L'ascite con cirrosi epatica è un sintomo pericoloso che peggiora la prognosi e riduce la vita del paziente. L'esito fatale non deriva dalla presenza di liquido nella cavità addominale, ma da complicanze. Il trattamento non è efficace in tutte le fasi e dipende dallo stato del fegato. È impossibile curare la cirrosi e le sue conseguenze con i rimedi popolari: ad alcuni pazienti vengono prescritti dieta e farmaci e, in casi particolarmente avanzati, la chirurgia sarà inefficace.

Diuretici per ascite

Lascia un commento 24,872

I farmaci diuretici sono parte integrante del trattamento dell'edema della cavità addominale. I diuretici per l'ascite sono stati usati con successo nella medicina tradizionale dagli anni '40 e mostrano costantemente risultati eccellenti. La medicina tradizionale offre come alternativa erbe diuretiche per l'ascite, che forniscono anche un effetto terapeutico positivo.

Informazioni generali su ascite

Ascite (idropisia) - accumulo di liquido libero nella cavità addominale, al di fuori degli organi. Nella maggior parte dei casi, l'idropisia è una conseguenza di un'altra malattia - le cause alla radice della disfunzione d'organo, che porta all'accumulo di essudato e trasudato. Il volume di liquido nel peritoneo può raggiungere 25 litri. I segni più pronunciati di ascite sono la sporgenza della cavità addominale e l'aumento di peso aumentando il volume dell'addome. La diagnosi della malattia si verifica durante l'esame fisico da un medico con percussione e palpazione, così come ecografia e TC. Spesso la fonte di idropisia è la cirrosi epatica, la tubercolosi peritoneale, la metastasi al peritoneo e il fegato in oncologia.

Le cause di edema della cavità addominale possono essere:

  • malattie del fegato (cirrosi, cancro, epatite, trombosi venosa epatica);
  • malattie oncologiche (linfoma, sarcoidosi, leucemia, carcinosi);
  • malattie cardiache (insufficienza cardiaca, pericardite);
  • malattie del peritoneo (mesotelioma, peritonite, tumori e cisti);
  • insufficienza renale.
Torna al sommario

Segni della malattia e delle sue conseguenze

La malattia può manifestarsi all'improvviso (ad esempio a causa di una trombosi della vena porta) o può essere formata sequenzialmente per un periodo di mesi. Con piccole ascite, l'addome del paziente in posizione verticale si blocca, e in posizione orizzontale diventa piatto, ma sporge lateralmente. Con un grande volume di ascite è pronunciato, l'addome è duro e convesso, sembra lo stesso nella posizione orizzontale e verticale. Le condizioni del paziente peggiorano significativamente, ci sono dolore addominale e sensazione di oppressione addominale, compromissione della funzione motoria, gonfiore delle estremità. L'accumulo di liquidi crea pressione sugli organi e porta all'interruzione delle loro prestazioni. Le conseguenze possono essere disturbi metabolici, indigestione, insufficienza respiratoria e cardiaca. Spesso, l'idropisia è complicata dalla peritonite batterica che si verifica spontaneamente a causa dell'infezione del fluido.

L'ascite è una malattia pericolosa che può essere fatale in un periodo di tempo abbastanza breve, solo circa il 50% dei pazienti vive fino a 2 anni con questa malattia. Pertanto, al minimo sospetto, è necessario consultare un medico per la diagnosi e, piuttosto, per iniziare la terapia, il tempo trascorso dal trattamento aumenta la sopravvivenza.

Metodi di trattamento

Per il trattamento dell'edema si possono prescrivere diete con ridotto apporto di liquidi e sale. Nei casi gravi, viene eseguita la chirurgia - laparocentesi (puntura della cavità addominale per rimuovere il liquido), è possibile la cateterizzazione. Un trattamento più benigno è la nomina di diuretici - con diuretici, si può prendere circa un litro di liquido al giorno. Poiché l'ascite è nella maggior parte dei casi una conseguenza di un'altra malattia, il trattamento utilizzato dipende dalla malattia che ha causato l'ascite.

L'uso di diuretici sullo sfondo di varie malattie

Ascite nell'insufficienza cardiaca

Con l'ascite causata da insufficienza cardiaca, si verifica spesso edema degli arti inferiori. Una buona scelta di farmaci diuretici aiuterà a ridurre il carico sul cuore e abbassare la pressione intra-addominale. Gli esperti consigliano di prescrivere diuretici a pazienti con insufficienza cardiaca di 2-4 ° grado. Nell'insufficienza cardiaca lieve, i diuretici tiazidici (idroclorotiazide, clortizide, indapamide, clortalidone) sono efficaci, ma se la circolazione sanguigna si deteriora, è necessario un diuretico ad anello (furosemide, torasemide, bumetonide). Un effetto collaterale dei diuretici può essere l'escrezione di potassio dal corpo, quindi potrebbe essere necessaria una correzione - la somministrazione simultanea di preparazioni di potassio o l'uso di diuretici risparmiatori di potassio ("Spironolattone", "Triamteren").

Ascite con cirrosi epatica

Quando l'idropisia con cirrosi epatica viene prescritta una dieta priva di sale, bere è limitato a 1 l al giorno. Gli agenti diuretici sono usati per regolare il metabolismo del sale dell'acqua. Uno dei farmaci comunemente usati è considerato "Veroshpiron", ma ha effetto solo il 3 ° giorno dopo la somministrazione, quindi, in ascite grave, è consigliabile combinare con "furosemide". L'amiloride è meno efficace. "Bumetanide" può sostituire "Furosemide", perché ha un effetto ed un effetto simili.

Ascite in caso di insufficienza renale

Si raccomanda di trattare i diuretici di origine vegetale, poiché hanno un effetto più lieve sui reni. Questi possono essere diuretici ("Nefropil", "Canephron") ed erbe con effetto diuretico sotto forma di infusi e decotti (ortica, camomilla, origano, equiseto, lino, erba di San Giovanni, cardo mariano). Quando l'infiammazione dei reni, provocato idropisia, applicare "Furosemide". Se usato una volta al giorno, la funzione di escrezione di sodio non è inibita.

Ascite nel cancro

Nel cancro dell'ascite, la droga diuretica "Spironolattone" è la destinazione più popolare, spesso usata insieme a "Furosemide". Può essere usato "Lasix", "Diakarb" e altri mezzi simili. In questo caso, i medici raccomandano di usare farmaci diuretici, indipendentemente dal fatto che diano un risultato pronunciato.

Raccomandazioni sull'uso di farmaci diuretici per l'ascite addominale

Nel trattamento dell'idropisia addominale con diuretici, è necessario monitorare l'efficacia della terapia contando la diuresi e pesando il paziente. La terapia è efficace se il liquido escreto supera l'assunzione. Un indicatore valido è la differenza di non più di 500 ml - per i pazienti che non presentano edema periferico e fino a 1000 ml - per i pazienti che soffrono di edema periferico. La maggior parte dei farmaci descritti, ad eccezione di quelli con origine vegetale, è controindicata per ricevere durante la gravidanza e l'allattamento. Possono essere utilizzati solo su prescrizione medica.

Erbe per ascite

Per liberarsi dell'ascite, è importante curare la malattia che l'ha provocata. Ma per alleviare lo stato attuale del paziente, i metodi alternativi della medicina tradizionale possono dare un risultato positivo. L'uso effettivo di diuretici vegetali per pazienti con problemi di funzionalità renale o ipersensibilità ai componenti di diuretici sintetici.

Quando l'idropisia è causata dall'oncologia con metastasi al fegato, il prezzemolo con il latte si è dimostrato buono. Occorrono 0,5 litri di latte e un grosso mazzetto di prezzemolo. Bollire il latte, tritare il prezzemolo e aggiungere al latte. Mescolare la miscela a fuoco basso per circa 2,5 ore, quindi raffreddare e filtrare. Prendi ogni ora 2 cucchiai. cucchiaio. Conservare in un luogo fresco. Il prezzemolo può essere cotto in acqua. Per fare questo, versare un grosso mazzetto di prezzemolo con un litro d'acqua e far bollire per 30 minuti. Prendi ogni ora per 0,5 bicchiere al mattino.

I pazienti con ascite oncologica dovrebbero evitare mezzi che aumentano la produzione di piastrine dal corpo, poiché ciò porta ad un aumento del cancro. Questo vale per cardo mariano, varietà di alpinisti, ortiche, stimmi di mais, borsa da pastore e altre erbe diuretiche contenenti vitamina K.

Le albicocche sono utili - non hanno solo un effetto diuretico, ma contengono anche potassio, la cui quantità nel corpo è importante per ricostituire con l'uso di diuretici. Le albicocche possono semplicemente essere consumate fresche o preparare un decotto di frutta secca. Aiuta con l'infusione di gonfiore e di rosa canina, che viene usata durante il giorno invece del tè.

I baccelli dei fagioli hanno un effetto diuretico. Le foglie di equiseto e betulla in combinazione uguale aumentano l'azione l'una dell'altra. Forte erba diuretica (orecchio) - un bicchiere di acqua bollente non è usato per più di 2 grammi Le farmacie hanno una vasta scelta di costi diuretici e diaforetici, composti da componenti adatti e confezionati in sacchetti monouso, che sono convenienti da usare al posto del tè.

Quali farmaci diuretici sono usati nel trattamento dell'ascite addominale

L'ascite è un sintomo abbastanza comune nelle forme croniche gravi di molte patologie degli organi interni. Se non trattato, l'idrope addominale può essere fatale per 1-3 anni. L'uso di farmaci diuretici aiuta ad alleviare i sintomi negativi e prolungare la vita con l'ascite addominale. L'efficacia di questi strumenti dipende dalla loro corretta selezione e dal corretto calcolo della dose.

Diuretici farmaceutici

Il principale sintomo di ascite è l'accumulo nel peritoneo da 0,5 a 25 litri di fluido essudativo, che mette sotto pressione gli organi interni, causando dolore e interrompendo la circolazione sanguigna, la digestione, la respirazione e il metabolismo. Inoltre, l'ascite porta ad un significativo aumento di peso, allunga i muscoli frontali e laterali degli addominali e la pelle dell'addome, a causa della quale i vasi venosi sporgono sulla sua superficie. Insieme al trattamento della patologia principale, è necessario aiutare il corpo a liberarsi dell'essudato in eccesso, quindi devi prendere un diuretico. Quali diuretici utilizzare per l'ascite dipende dalla natura della malattia che ha causato la manifestazione di sintomi simili. Le ascite possono accompagnare:

  • insufficienza cardiovascolare cronica (CHSS);
  • insufficienza renale cronica (CRF);
  • cirrosi epatica;
  • malattie oncologiche degli organi interni di natura maligna.

Ogni diuretico ha le sue caratteristiche specifiche che devono essere studiate prima di essere utilizzate. Alcune patologie - ad esempio, insufficienza renale cronica o oncologia - escludono l'uso di potenti farmaci diuretici per l'ascite addominale, poiché ciò può contribuire al deterioramento delle condizioni del paziente.

Insufficienza cardiaca

L'uso di diuretici in ascite, provocato dalla cardiopatologia, aiuta a ridurre il carico sul cuore e ridurre la pressione intra-addominale. I medici prescrivono ai pazienti affetti da CHSSN di grado 2-3, accompagnati da edema di gravità moderata, diuretici tiazidici:

Un lieve effetto diuretico è caratteristico di questi diuretici. Se la malattia progredisce, si verifica un peggioramento della circolazione sanguigna, gonfiore degli arti e ascite. In questo caso, è necessario usare diuretici di un effetto più forte - "Furosemide", "Torasemide", "Bumetonide", acido ethacrynic. La loro azione è accompagnata da una maggiore escrezione di potassio e magnesio dal corpo, quindi l'assunzione di queste pillole deve essere combinata con l'assunzione di Asparkam, o sostituita con farmaci diuretici a risparmio di potassio - Spironolattone, Triamteren.

Cirrosi epatica

L'eruzione di cirrosi oltre alla terapia farmacologica richiede una rigorosa limitazione del regime di assunzione di alcolici: è consentito bere non più di 1 litro di liquidi al giorno. L'adozione di diuretici è necessaria non solo per ridurre il gonfiore, ma anche per regolare il processo del metabolismo del sale marino. Di solito, Veroshpiron è nominato per questo scopo, tuttavia, l'effetto completo del farmaco inizia solo il terzo giorno di uso regolare. Nei casi in cui è necessario rimuovere con urgenza il fluido dal corpo, applicare farmaci più potenti. "Furosemide" per ascite di grave eziologia epatica può essere somministrato in concomitanza con "Veroshpiron".

Insufficienza renale

Si sconsiglia di sovraccaricare i reni debolmente funzionanti con un forte diuretico. Pertanto, quando CRF dovrebbe essere preferito farmaci nella produzione di cui ingredienti vegetali utilizzati. Può essere preparazioni farmaceutiche contenenti ingredienti naturali che hanno un effetto più delicato rispetto alle sostanze di origine chimica - Nefropil, Canephron o decotti a base di erbe che hanno un effetto diuretico - equiseto, lino, cardo mariano. Utile per il rene ascita tè da origano, erba di San Giovanni, camomilla. Se l'ascite è provocata dalla reazione infiammatoria dei tessuti renali, il medico può prescrivere compresse "Furosemide" nel dosaggio minimo - una al giorno. Tale dose non produce un effetto soppressivo sulla funzione di secrezione di sodio dal corpo.

oncopathology

Quando la causa delle ascite addominali è un tumore maligno, "Spironolattone" viene più spesso prescritto. È consentito applicarlo contemporaneamente a "Furosemide". Sono anche presi Lazix, Diakarb e altri tipi di diuretici dell'ansa che agiscono sull'ansa di Henle, la struttura del tessuto renale responsabile dell'adsorbimento e del riassorbimento di tutti gli elementi benefici per il corpo. Sono in grado di liberare efficacemente il corpo dall'acqua in eccesso.

Prendendo i diuretici per l'ascite, è importante monitorare il rapporto tra il fluido consumato ed escreto. Il volume di urina prodotta dai reni dovrebbe essere almeno 0,5 litri maggiore del volume di acqua che entra nel corpo, inclusi brodi, composte, gelatina, ecc.

Rimedi popolari per l'ascite

Le droghe farmaceutiche di azione diuretica possono dare reazioni allergiche, a causa delle quali il loro uso deve essere cancellato o limitato, riducendo il dosaggio. In questo caso, i rimedi popolari basati sulle erbe verranno in soccorso.

Il prezzemolo con latte ha un buon effetto diuretico. A 0,5 litri di latte avrete bisogno di un grande mazzetto di prezzemolo, che dovrebbe essere tritato grossolanamente e versato in un liquido bollente. Riducendo il calore al minimo, l'erba deve essere tormentata per due ore e mezza. Quindi il brodo viene raffreddato e filtrato, versato in un contenitore di vetro sterilizzato e conservato in un frigorifero sul ripiano inferiore, prendendo 2 cucchiai. cucchiai ogni ora.

Un decotto di albicocche secche contenenti grandi quantità di potassio, si può bere al posto del tè. Con lo stesso obiettivo, anche ricco di vitamine e microelementi.

Le infusioni di frutta ed erbe possono portare grandi benefici nell'ascite. Tuttavia, l'uso di ricette "farmacia verde" ha limitazioni. Per esempio, l'ortica, il cardo mariano, gli stimmi di mais, l'alpinista, la borsa del pastore e altre erbe, i diuretici contenenti vitamina K non possono essere usati per l'ascite causata dall'oncopatologia. Questa vitamina promuove una maggiore produzione di piastrine, che accelera lo sviluppo di tumori.

Per dare il permesso per l'uso di farmaci e rimedi popolari, determinare il loro dosaggio e monitorare l'accoglienza può essere solo un medico, osservando il paziente. Se nessun diuretico prescritto per l'ascite aiuta, i medici ricorrono al drenaggio della cavità addominale. Il processo terapeutico dovrebbe avvenire sotto la costante supervisione di professionisti qualificati. L'automedicazione può essere fatale.

Ivanova Svetlana

Terapeuta di seconda categoria, transfusiologo, esperienza di 29 anni

Diagnosi e trattamento dei problemi con il sistema muscolo-scheletrico (parte inferiore della gamba) e l'addome.

  • dolore addominale e disagio;
  • lividi e ferite alla gamba;
  • tosse, dolore al petto;
  • ARI, ARVI;
  • intossicazione alimentare;
  • raffreddori;
  • naso che cola;
  • malessere generale;
  • mal di testa;
  • articolazioni doloranti;
  • temperatura elevata
  • Diploma in "Medicina generale" (terapeutica e profilattica) ", Chuvash State University. IN Ulyanova, Faculty of Medicine (1990)
  • Stage nella specialità "Selected issues of therapy", Kazan State Medical Academy (1996)

Corsi di aggiornamento

  • "Domande di nefrologia per terapeuti", Istituto statale per la formazione avanzata dei medici intitolato a V.I. Lenin (1995)
  • "Terapia", Kazan State Medical Academy (2001)
  • "Transfusiology", Russian Medical Academy of Postgraduate Education, Ministry of Health della Federazione Russa (2003)
  • "Terapia e pneumologia", Accademia medica di specializzazione di San Pietroburgo, Agenzia federale per la salute e lo sviluppo sociale (2006)
  • "Transfusiology", San Pietroburgo Medical Academy of Postgraduate Education dell'Agenzia Federale per la Salute e lo Sviluppo Sociale (2007)
  • "Transfusiology", Istituto di studi medici avanzati del Ministero della salute e dello sviluppo sociale di Chuvashia (2012)
  • "Terapia", Istituto di specializzazione medica post-laurea del Ministero della salute e dello sviluppo sociale di Chuvashia (2013)
  • "Therapy", People's Friendship University of Russia (2017)

Sede di lavoro: clinica MedtsentrServis Kurskaya

Diuretici (diuretici) per ascite

L'ascite è chiamata l'accumulo di liquido nella cavità addominale, causato da varie malattie primarie del corpo umano. Riconoscere la malattia può essere una sensazione di pienezza, gravità, un aumento del volume dell'addome, mancanza di respiro, dolore addominale. Trattano l'edema addominale con vari mezzi, ma poiché questa infiammazione è sempre secondaria, è impossibile parlare di terapia efficace prima che venga stabilita la causa alla radice.

Il diuretico in ascite, così come la rimozione del liquido, possono essere prescritti sia in fase di diagnosi (per migliorare il benessere del paziente) sia come parte di un trattamento completo della malattia che ha causato l'accumulo di liquidi.

La scelta del diuretico per l'ascite dipende anche dalla causa delle condizioni del paziente. Fondamentalmente, il liquido nella cavità addominale si accumula nei pazienti che hanno:

  • insufficienza cardiaca cronica
  • cirrosi epatica,
  • malattie oncologiche.

A seconda di cosa ha causato la rimozione dell'edema, viene prescritto un diuretico appropriato. Con l'ascite vengono prescritti diuretici come Lasix, Veroshpiron, Aldactone, che devono essere combinati con farmaci risparmiatori di potassio o sali di potassio per ridurre il rischio di compromissione del metabolismo idrico-elettrolitico.

La maggiore consistenza ha ricevuto il trattamento con diuretici in ascite, causato da problemi con il sistema cardiovascolare. Molto peggio è la situazione nel trattamento dei pazienti affetti da epatite e piuttosto male con una comprensione di quali processi hanno causato l'accumulo di liquido nel peritoneo nei pazienti oncologici.

Nonostante ciò, in tutti e tre i casi, i cambiamenti positivi sono osservati in media nel 65% dei pazienti con eccesso di liquido nella cavità addominale quando si utilizza Veroshpiron in combinazione con Furosemide. Il primo è preso 200 mg 2 volte al giorno, e il secondo - 50-200 mg. Questa terapia consente di rimuovere dal corpo del paziente circa 1 litro di liquido al giorno, che nella maggior parte dei casi è sufficiente.

Il trattamento diuretico potrebbe non essere efficace se:

  1. il paziente prende molti liquidi e sodio;
  2. i diuretici sono usati in modo inadeguato;
  3. un paziente ha alcalosi, ipotensione, ipoalbuminemia, iponatremia, ipokaliemia, sindrome di Budd-Chiari, cirrosi epatica progressiva, carcinosi peritoneale o SBP.

Alcuni di questi motivi per l'inefficacia dei diuretici possono essere eliminati, aumentando così l'efficacia del trattamento con farmaci diuretici.