Principale > Odori

idrocefalia

L'idrocefalo (idropisia) è uno stato speciale del cervello, caratterizzato da un eccessivo accumulo di liquido cerebrospinale in cavità speciali - i ventricoli del cervello.

Grazie all'introduzione di moderni strumenti diagnostici (ultrasuoni del cervello attraverso una grande molla aperta, MRI), la frequenza di rilevamento di questa patologia è aumentata in modo significativo e ora è registrata in 7 su 10 neonati. Tuttavia, il vero idrocefalo, che richiede un trattamento serio, è osservato molto meno frequentemente e ammonta a circa 1-10 casi ogni 1000 neonati.

Tipi di idrocefalo

  1. A seconda del motivo:
    1. Idrocefalo congenito (malformazioni, danno intrauterino del sistema nervoso).
    2. Acquisito (per esempio, tumori cerebrali che interrompono il deflusso di liquido cerebrospinale, patologia vascolare, infiammazione, lesione cerebrale traumatica).
  2. Per morfologia:
    1. Per posizione rispetto al tessuto cerebrale - interno (intraventricolare), esterno (subaracnoideo), misto.
    2. Secondo il metodo di comunicazione degli spazi contenenti il ​​liquido cerebrospinale, tra di loro - aperto (comunicativo), chiuso (occlusivo), ex vuoto (quando il liquido cerebrospinale si riempie nello spazio libero a causa della diminuzione primaria del volume cerebrale).
  3. Per la disfunzione:
    1. Il livello di pressione intracranica - idrocefalo con pressione elevata (ipertesa) e normale (normotensiva).
    2. Alla deriva - progressiva (in aumento), stabilizzata (non cambia nel tempo), regredente (decrescente) idrocefalo.
    3. Per la natura del risarcimento: compensati, subcompensati e non corrisposti.

Cause di edema cerebrale

Come sapete, il fluido cerebrospinale è prodotto dal plesso vascolare dei ventricoli e assorbito nello spazio subaracnoideo situato tra la superficie del cervello e la dura madre. La quantità totale di liquore dipende dall'età e è di circa 50 ml in un bambino e 150 ml in un adulto, anche se circa 500 ml sono prodotti in un momento al giorno. La sostituzione completa del liquido cerebrospinale in una persona sana avviene 6-8 volte durante il giorno.

L'idrocefalo inizia a svilupparsi nei casi in cui, per qualche motivo, si verifica un'eccessiva produzione di liquido cerebrospinale o diminuisce l'aspirazione in aspirazione, così come se il liquido intracranico nel suo percorso incontra un ostacolo (ad esempio un tumore). Il fluido in eccesso inizia ad infiltrarsi nel tessuto cerebrale circostante e aumenta la pressione intracranica.

Cause di idrocefalo congenito:

  • Malattie che violano il deflusso del liquido cerebrospinale: malformazione di Arnold-Chiari 1,2.
  • Restringimento primario o secondario (stenosi) dell'acquedotto del cervello.
  • Malattie ereditarie associate al cromosoma X.
  • Atresia buca Lyushka o Mozhandi, ecc.

Cause dell'idrocefalo acquisito:

  • Infezioni (meningite, encefalite).
  • Emorragia intracranica anteriore.
  • Tumori che diventano o un ostacolo per il deflusso del liquore, o producono essi stessi questo fluido in eccesso.
  • Dopo l'intervento neurochirurgico.
  • Lesioni cerebrali traumatiche (comprese quelle ottenute durante il parto).
  • Disturbi vascolari che portano ad uno scarso assorbimento.

Sintomi di idrocefalo (segni)

I sintomi più comuni di idrocefalo sono i seguenti:

  1. Nei bambini fino all'anno:
  • rigonfiamento, tensione di fontanella grande,
  • la divergenza delle cuciture delle ossa del cranio,
  • vene del viso rigonfie
  • la paresi fissa lo sguardo
  • pianto, ansia bambini,
  • predominanza persistente del diametro della testa rispetto al diametro del torace,
  • progressivo sviluppo neuropsichico.
  1. A un'età più avanzata:
  • la parte del cranio sproporzionatamente grande del cranio,
  • mal di testa ricorrente
  • nausea, vomito, non portare sollievo,
  • convulsioni epilettiche,
  • paralisi,
  • ritardo mentale
  • sintomi focali di lesioni delle singole strutture cerebrali.
  1. Negli adulti:
  • nausea,
  • vomito,
  • mal di testa,
  • vertigini,
  • disordini nevrotici e motori,
  • tinnito costante
  • sintomi focali della sindrome da compressione delle singole strutture cerebrali,
  • la distruzione della sella turca.

Quando studio di laboratorio e strumentale:

  • Ultrasuoni, risonanza magnetica: aumento degli spazi del liquido cerebrospinale, assottigliamento della corteccia cerebrale;
  • Studio del fondo dell'occhio: gonfiore del nervo ottico.

In alcuni casi, l'idrocefalo può verificarsi solo sporadicamente, ad esempio, con infezioni virali respiratorie acute, febbre: il bambino inizia a lamentarsi di mal di testa, nausea, può aver disturbato il sonno, apparire aggressivo. La consultazione tempestiva del neuropatologo e il trattamento iniziato aiuteranno nella maggior parte dei casi ad evitare possibili complicazioni.

Complicazioni di idrocefalo

Le complicanze più gravi dell'idrogepalo sono:

  1. Lo sviluppo del ritardo mentale.
  2. Paralisi.
  3. Il verificarsi di crisi epilettiche.
  4. Morte.

Trattamento idrocefalo

Il trattamento dell'idrocefalo viene effettuato nel caso di una forma progressiva del corso ed è prescritto da un neurologo. A seconda della situazione specifica, possono essere prescritti farmaci che migliorano il metabolismo e la circolazione cerebrale, i diuretici e in alcuni casi - riducono la produzione di liquido cerebrospinale.

In caso di inefficacia della terapia, è indicato il trattamento chirurgico (smistamento).

prospettiva

La prognosi dipende dalla tempestività della diagnosi della malattia, dal trattamento adeguato e dalla causa che porta all'idrocefalo. Di regola, la prognosi in questi casi è favorevole, e i bambini vivono, praticamente non è diverso dai loro coetanei.

Le forme lanciate di idrocefalo spesso richiedono un intervento chirurgico, che non è sempre efficace. In questo caso, la previsione è ambigua.

Prevenzione dell'idrocefalo

Consulenza genetica tempestiva per i futuri genitori, protezione dalle infezioni durante la gravidanza, prevenzione delle ferite alla testa durante il parto, uno stile di vita sano, diagnosi tempestiva e trattamento dell'idrocefalo sono fattori importanti per prevenire la malattia o l'insorgenza delle sue complicanze.

Posso ottenere le vaccinazioni per l'idrocefalo

14/04/14 - reazione di Mantoux
17/04/14 - BCG - M
15/07/14 - Epatite
imovax polio
26/08/14 - Epatite
- imovax polio

Grazie per la risposta! Non sono contro le vaccinazioni, al contrario voglio fare tutto il possibile, basta provare a farlo con molta attenzione, con la preparazione. L'immunologo ha raccomandato di condurre l'allenamento con Viferon (5 giorni prima e 5 giorni dopo la vaccinazione). Questo non ridurrebbe l'effetto del vaccino?

Non è richiesta alcuna preparazione

Viferon non fa altro che feci e febbre più frequenti.

Per tale "schema" voglio uccidere. Mi dispiace
Programma per il tuo bambino:
0 - inizio (almeno domani), ulteriormente di mesi da 0:
0 - Pentaxim + Prevenar
1 - Infanrix + Avaksim 80 (Khavriks720)
2 - Infanrix + Prevenar
3 - priori + varilrix (okavaks) - in presenza di vaccini + endzheriks
7 - Avaksim 80 (Khavriks720)
14 - pentaxim
16 - OPV

E non imitare le attività burrascose, visitando l'immunologo. Vaccinazione coinvolta pediatra.

Vaccinazione DPT e idrocefalo

La possibilità di vaccinare un bambino con idrocefalo dovrebbe essere discussa individualmente con un pediatra e un neurologo. In ogni caso, i rischi sono individuali, quindi è difficile giudicare tutte le situazioni in generale. Solo il tuo medico curante, tenendo una mano sul polso del problema, può dire con certezza la possibile ripresa della malattia.

Particolare attenzione dovrebbe essere causata dalla vaccinazione DTP, dal momento che può provocare sintomi neurologici aumentando la pressione intracranica. In teoria, si può ritenere che una ricaduta della malattia dopo la vaccinazione DTP sia possibile. Inoltre, in casi abbastanza rari, dopo un vaccino DPT, un bambino può sviluppare shock, quindi il bambino deve essere sotto la supervisione di un medico con terapia anti-shock per circa un'ora dopo l'iniezione. Per la maggior parte, questa è una precauzione comune, ma aumenta la probabilità di complicanze con problemi neurologici.

Dal momento che non si indica la forma della sindrome idrocefalica (compensata o de- e subcompensata), la questione della possibilità di vaccinazione dovrebbe essere sollevata. Con l'idrocefalo compensato, la possibilità di vaccinazione con la vaccinazione DTP appare solo se esiste un compenso persistente entro un anno. In un periodo più breve (entro sei mesi dalla compensazione stabile) un bambino può essere inoculato con alcune tossine di questo vaccino multicomponente. Tuttavia, con la vaccinazione de- e subcompensata è impossibile (categoricamente controindicato) in linea di principio.

In termini generali, la pratica della vaccinazione dei bambini è la seguente: quando si effettua una diagnosi, i medici somministrano un farmaco da tutte le vaccinazioni, e poi, con il progredire della malattia, la condizione peggiora o, al contrario, l'eliminazione della patologia, giudicano la possibilità di vaccinazione. Questo vale per tutte le vaccinazioni e DTP - in misura maggiore, perché come detto sopra, può provocare una esacerbazione di problemi neurologici. Per il ritiro di vaccini come DTP e BCG, c'è un intero elenco di motivi, ma quasi nessuno dei genitori li conosce, seguendo ciecamente gli algoritmi di vaccinazione generalmente accettati.

Cosa devi sapere su DTP?

Prima della vaccinazione del DTP, deve essere presa in considerazione la pratica delle precedenti vaccinazioni: reazioni generali e locali, cambiamenti nel comportamento, ecc. Immediatamente prima della vaccinazione, l'ampolla con il farmaco deve essere attentamente esaminata. Informazioni complete sul vaccino, data di scadenza, integrità della fiala, inclusioni e sostanze estranee, cambiamenti nell'aspetto: il paramedico ha istruzioni severe su come studiare l'ampolla con il vaccino.

Prima dell'introduzione del farmaco, l'ampolla viene accuratamente scossa e pulita con cotone sterile con alcool prima e dopo l'apertura. Se il vaccino è asciutto, allora deve essere combinato con un solvente speciale, osservando anche le precauzioni e iniettare il vaccino a intervalli di 3 minuti.

La DTP di vaccinazione viene posizionata per via intramuscolare nel grande gluteo o nella zona anteriore della coscia. La pelle viene pulita con cotone sterile con alcool sia prima che dopo la vaccinazione. Il sito di iniezione deve essere leggermente massaggiato dopo l'iniezione.

Idrocefalo. Reba

Sei un neuropatologo molto strano e persino il post stesso solleva grandi dubbi.
Mi dispiace
Innanzitutto, non riesco a immaginare la connessione con il vaccino. o non lo so molto bene. o uno dei due.
http://www.medlub.ru/rus/56/74/484/

Il trattamento prescritto mi sembra, per usare un eufemismo, non molto adeguato. Consiglio vivamente il riesame con un altro medico in un'altra istituzione. Ripetute NSG e USDG, esame del fundus oculare da parte di un oftalmologo.

E non essere la prima cosa da buttare sul vaccino.. okay?
Saluti al tuo specialista ecografico.
Lascia che lo studio "materiale".
(a meno che, ovviamente, tutto quanto descritto qui non sia adibito alla pubblicazione)

Vaccinazione di pazienti con disturbi neurologici

La tattica della vaccinazione dei pazienti con lesioni del sistema nervoso centrale è sviluppata in dettaglio nell'Istituto di ricerca scientifica delle infezioni infantili.

Se un bambino con il sistema nervoso centrale non sono stati vaccinati contro la tubercolosi in ospedale, che è opportuno infondere vaccino contro la tubercolosi ridotto il contenuto di bacilli vivi Calmette-Guérin e ad 1 mese dopo la vaccinazione dall'inizio contro la poliomielite, l'epatite B, e l'introduzione del vaccino DPT. I bambini con encefalopatia perinatale, paralisi cerebrale, sindrome di Down, fenilchetonuria, o altre malattie non progressiva associata a malattie genetiche possono essere somministrati vaccino contro la pertosse a cellule intere, tutti i vaccini necessari per età in una sola volta in base alla pianificazione.

Se un bambino riceve una terapia con farmaci che aumentano la prontezza convulsiva, la vaccinazione viene effettuata tra i cicli di terapia. L'uso di fondi, la normalizzazione del tono vascolare, il diuretico e altri farmaci non interferiscono con l'immunizzazione, così come con qualsiasi tipo di massaggio, la fisioterapia. In assenza di indicazioni specifiche, i test di laboratorio (elettroencefalogramma, echoencephalography, rheoencephalography, ecc.) Non vengono eseguiti prima della vaccinazione.

Quando si rileva l'idrocefalo, la vaccinazione del vaccino adsorbito contro la pertosse e la difterite-tetano e contro la polio può essere iniziata quando viene stabilito un compenso clinico; non è richiesta la conferma di laboratorio (neurosonografia o echoencephalography). Di norma, i bambini con sindrome ipertensiva-idrocefalica ricevono lunghi cicli di terapia di disidratazione, che può essere considerata una preparazione farmacologica per la vaccinazione. Ciò consente l'introduzione di vaccino adsorbito pertosse-difterite-tetano non per prescrivere farmaci aggiuntivi. Se la rotta programmata della terapia è completata, al culmine del processo di vaccino deve essere assegnato un breve corso di disidratazione, e se un bambino con ipertensione endocranica si suppone tendenza a reazioni convulse, si consiglia di nominare e anticonvulsivanti e consigliamo anche un attento controllo della temperatura della reazione dopo la vaccinazione.

Quando l'idrocefalo progressivo bambino, nonché altre malattie evolutive del sistema nervoso (neuro-muscolare distrofia, malattie degenerative e malattie del sistema nervoso centrale per difetti congeniti del metabolismo), interi vaccino antipertosse cellulare è sostituito acellulare o tossoide della difterite-tetano adsorbito pertosse-difterite - vaccino contro il tetano, a seconda dell'età del bambino. Al culmine di vaccino somministrato processo di disidratazione (il giorno della vaccinazione e ogni giorno per i prossimi 3 giorni sulla somministrazione di vaccini uccisi, 1 x 14 ° giorno, un Programma o un 2-3-2, quando somministrato vaccini vivi). Lo scopo della disidratazione per i bambini con shunt dovrebbe essere coordinato con un neurochirurgo. Se si tratta di una malattia neurologica in fase di diagnosi o sintomi neurologici progressivi di eziologia sconosciuta, il medico deve decidere se è consigliabile portare vaccinati contro la pertosse prima della diagnosi e la stabilizzazione dei sintomi. Per determinare la continuità della malattia, un bambino di età compresa tra 1 e 2 mesi viene indirizzato a un neuropatologo, ma la questione della vaccinazione viene decisa da un pediatra.

I bambini con sindrome convulsiva, inclusa l'epilessia, sono anticonvulsivanti prescritti, anche se non li hanno già ricevuti prima: con la somministrazione di vaccini uccisi, 5-7 giorni prima della vaccinazione e entro 5-7 giorni dopo di essa; con l'introduzione di vaccini vivi - 2 giorni prima della vaccinazione e entro 14 giorni dopo l'immunizzazione. Quando la vaccinazione orale non è richiesta la terapia anticonvulsivante del vaccino antipolio. Se il bambino riceve continuamente una terapia anticonvulsivante, è possibile che questa volta aumenti la dose del farmaco di 1/3 senza superare la dose massima giornaliera, o prescriva un secondo farmaco anticonvulsivante o disidratazione. L'uso di routine di farmaci anticonvulsivanti e disidratanti non richiede una preparazione aggiuntiva del farmaco per la vaccinazione. La vaccinazione viene effettuata 1 mese dopo la sindrome convulsiva, la vaccinazione contro la poliomielite - dopo 2 settimane. I bambini con epilessia incontrollata (episodi giornalieri), localizzati in istituti specializzati, per necessità epidemiologiche possono essere vaccinati contro la polio, la difterite, il tetano, l'epatite B e l'influenza. La predisposizione di una famiglia o di una famiglia a malattie che si verificano con la sindrome epilettica non è una controindicazione all'introduzione di alcun vaccino.

Se un bambino diagnosticato la malattia mentale (autismo infantile, la schizofrenia e così via. N.) o in caso di malattia neurologica (compromissione delle funzioni cognitive, nevrosi e simili. D.) e riceve periodicamente la terapia anti-recidiva psicotrope, anti-ansia di droga, un antidepressivo, neurolettici, questi stessi farmaci sono prescritti in preparazione alla vaccinazione. L'introduzione di eventuali vaccini per questi bambini durante la remissione non è controindicata.

Nella sindrome di aumentata eccitabilità nervosa per il periodo di vaccinazione, è consigliabile nominare un sedativo. bambini vaccinati, hanno subito un trauma cranico, contusione cerebrale e altre cervello e lesioni del midollo spinale, è possibile iniziare a 1 mese dopo il recupero o lo stato di compensazione con la disidratazione, farmaci cardiovascolari, come clinicamente indicato - nootropics, anticonvulsivanti e altri farmaci simili.

I bambini con meningite da meningococco vengono vaccinati non prima di 6 mesi dopo il recupero. I pazienti con sclerosi multipla in remissione vaccinati con vaccini inattivati ​​(ad eccezione di vaccino contro l'epatite B), anche se è ormai dimostrato che l'epatite B la vaccinazione non è associato con lo sviluppo della sclerosi multipla. Esiste un'esperienza di vaccinazione di tali pazienti contro l'influenza, ma non raccomandare l'uso di vaccini vivi. Le visite a gruppi, distretti, paesi con una situazione epidemiologica sfavorevole dovrebbero essere limitate al massimo.

Diversi studi condotti alla fine del 1990., Ha confermato la sicurezza, immunogenicità ed efficacia della vaccinazione dei bambini contro difterite, pertosse, tetano (anche con l'uso di pertosse a cellule intere), poliomielite usando vaccini vivi e inattivati, a partire da 2 mesi di età. L'intensità della risposta immunitaria era proporzionale all'età gestazionale e al peso del bambino alla nascita. Nel 12% dei bambini con un'età gestazionale inferiore a 31 settimane che hanno ricevuto un vaccino intero e acellulare adsorbito pertosse-difterite-tetano, l'apnea può verificarsi nelle 24 ore successive. Per questo motivo si raccomanda di eseguire il controllo cardiorespiratorio in esse entro 72 ore dalla vaccinazione.

A causa dello sviluppo insufficiente della massa muscolare della coscia, la somministrazione simultanea di diversi vaccini a tali pazienti può essere problematica. Il numero di vaccini somministrati simultaneamente può essere ridotto; I vaccini associati sono raccomandati. Inoltre, si raccomanda di vaccinare contro l'infezione da Hib, l'infezione da pneumococco usando il vaccino coniugato e la vaccinazione annuale contro l'influenza. Il rischio di morte per influenza è del 10% superiore nei bambini prematuri con malattie cardiache, disturbi metabolici, in particolare del sistema respiratorio (displasia broncopolmonare, ecc.). Ulteriori sforzi dovrebbero essere indirizzati alla vaccinazione tempestiva dell'ambiente domestico dei bambini prematuri (genitori, fratelli maggiori e sorelle), prestando particolare attenzione alla vaccinazione contro l'influenza. In futuro, verrà presa in considerazione la vaccinazione dell'ambiente domestico dei bambini prematuri contro la pertosse con vaccino acellulare.

Attenzione, vaccinazioni!

I genitori ricordano le più terribili complicazioni dell'idrocefalo: paralisi cerebrale, convulsioni, ritardo mentale

Mia figlia ha 6 mesi. È debole perché sono nata prematuramente.

Siamo quasi forzatamente costretti a vaccinare un bambino. Sembra che il nostro pediatra locale abbia cospirato con un neurologo. Per quanto ne so, è impossibile vaccinare i bambini con l'idrocefalo. E ci è stato diagnosticato dopo il primo ciclo di trattamento, un banale diacarb, anche se le condizioni della figlia non sono cambiate, e mi sembra che lei sia ancora in ritardo nello sviluppo. Mi piacerebbe conoscere l'opinione di un neurologo indipendente

Consultazione di uno specialista - un neurologo leader del dottorato di ricerca "Reatsentr" STK. Ukhanova, T.A.

Le vaccinazioni proteggono i bambini dalle malattie infettive pericolose (difterite, poliomielite, epatite, ecc.) E sono sicuri, a condizione che vengano effettuati su bambini sani. Ecco perché è necessario rilevare e trattare tempestivamente la sindrome idrocefalica per evitare il suo peggioramento dopo aver effettuato le vaccinazioni pianificate.

I genitori ricordano le peggiori complicazioni dell'idrocefalo: paralisi cerebrale, convulsioni, ritardo mentale!

Al momento della diagnosi vaccinazione non è facile essere "rimosso", il bambino non dovrebbe essere un segno di idrocefalo: disturbi del sonno, senza causa a piangere, inclinando la testa all'indietro, espandendo una corona sulla fronte o templi, "sorpresa" grandi occhi, il tono muscolare alterata.

Lo sviluppo motorio del bambino dovrebbe anche essere coerente con la norma:

A 1,5 mesi si tiene la testa, si alza in braccio alle 2, prende 3 e tiene i giocattoli alle 4, inizia a rotolare alle 4, si siede alle 6 in modo indipendente, gattona alle 8, si alza in culla alle 10, cammina a 1 anno.

Non fare auto-diagnosi,

- Se il tuo bambino ha segni di idrocefalo o di ritardo nello sviluppo motorio, consulta i nostri specialisti. Dopo l'ispezione del neurologo, esame opzionalmente effettuato permette di identificare idrocefalo e rendere il regime di trattamento individuale sulla base di un "elkor-BAP", che non solo riduce l'aumento della pressione endocranica, ma permette di ripristinare la normale funzione cerebrale affetto da lesioni ancestrali, ipossia o infezione intrauterina.

Nel corso del trattamento, i nostri piccoli pazienti diventano più calmi, il loro sonno è ristabilito e stanno attivamente raggiungendo i loro coetanei nello sviluppo motorio. E prima si inizia il trattamento, maggiore è la capacità di recupero del cervello.

Prima di essere vaccinato, consultare un neurologo.

Complesso terapeutico di Samara, Reatsentr

Tel.: (846) 205-03-43, 922-75-96

In dettaglio sul Centro, puoi trovare sul nostro sito web, seguendo il link - http://www.reacenter.ru/

Prima dell'uso, è necessario consultare uno specialista.

Posso ottenere le vaccinazioni per l'idrocefalo

14/04/14 - reazione di Mantoux
17/04/14 - BCG - M
15/07/14 - Epatite
imovax polio
26/08/14 - Epatite
- imovax polio

Grazie per la risposta! Non sono contro le vaccinazioni, al contrario voglio fare tutto il possibile, basta provare a farlo con molta attenzione, con la preparazione. L'immunologo ha raccomandato di condurre l'allenamento con Viferon (5 giorni prima e 5 giorni dopo la vaccinazione). Questo non ridurrebbe l'effetto del vaccino?

Non è richiesta alcuna preparazione

Viferon non fa altro che feci e febbre più frequenti.

Per tale "schema" voglio uccidere. Mi dispiace
Programma per il tuo bambino:
0 - inizio (almeno domani), ulteriormente di mesi da 0:
0 - Pentaxim + Prevenar
1 - Infanrix + Avaksim 80 (Khavriks720)
2 - Infanrix + Prevenar
3 - priori + varilrix (okavaks) - in presenza di vaccini + endzheriks
7 - Avaksim 80 (Khavriks720)
14 - pentaxim
16 - OPV

E non imitare le attività burrascose, visitando l'immunologo. Vaccinazione coinvolta pediatra.

Idrocefalo e vaccinazioni.


Le vaccinazioni meglio non fare. Informazioni su idrocefalo leggere http://www.7ya.ru/articles/9902.aspx

CREA UN NUOVO MESSAGGIO.

Ma tu sei un utente non autorizzato.

Se ti sei registrato in precedenza, quindi "accedi" (modulo di accesso nella parte in alto a destra del sito). Se sei qui per la prima volta, registrati.

Se ti registri, puoi continuare a monitorare le risposte ai tuoi post, continuare il dialogo in argomenti interessanti con altri utenti e consulenti. Inoltre, la registrazione ti consentirà di condurre una corrispondenza privata con consulenti e altri utenti del sito.

vaccinazioni con idrocefalo di smistamento

dginna777, scrive il 29 aprile 2015, 21:51
Rostov-on-Don

Sesso: femmina
Richiesto: neurologo, vertebroneurologo

Il bambino ha ora 7 mesi, smistamento eseguito in 2 mesi. I medici insistono sulle vaccinazioni e temo complicazioni. Puoi dirmi se puoi persino essere vaccinato con la nostra diagnosi.

Cosa significa insistere? Ci dovrebbe essere un ufficio medico ufficiale presso il neurologo o il neurochirurgo. Più spesso per 1 anno dopo l'intervento.

Il fatto è che né il neurologo né il neurochirurgo possono vedere qualcosa di sbagliato con i vaccini, dicono un mese dopo che l'operazione può essere già fatta. E proprio quando ti ho scritto questa domanda dopo due giorni c'è stata una disfunzione. e di nuovo l'operazione, è bene che non abbia fretta con la vaccinazione e ora non lo faremo sicuramente per un anno.

Acquista farmaci efficaci per curare questa malattia.

Posso ottenere le vaccinazioni per l'idrocefalo

Il dottore non ci ha detto niente.
Le ho spiegato la sua acuta capricciosità e basta.
Abbiamo iniziato a fare vaccinazioni))) Molto probabilmente da loro.

Ma diciamo bene, TTT, frasi già complesse.

asterisco,
NSG, dal momento che non sei cresciuto una primavera, fallo fino all'ultimo. Questo è il tipo di ricerca più efficace e non traumatico. RM: fino a 3 anni solo in anestesia. Nel tuo caso, puoi ancora fare echo EG e REG. Ma non penso che per questo valga la pena andare a Peter. sicuramente nel tuo distretto fai anche il reg.

Ali d'angelo,
ora siamo passati alla moda, a quanto pare, per dare la colpa a tutti i mali delle vaccinazioni. Pensi davvero che l'aumento della quantità di liquido secreto nel cervello provenga dall'iniezione? L'aumento della pressione intracranica è il problema di quasi la metà dei bambini moderni. Possono esserci trauma del travaglio e immaturità del cervello, e ogni sorta di altro "e". Verificare con il proprio neurologo le vaccinazioni. Spero che dissipi i tuoi dubbi.

Lulu-Alyona, mi sono reso conto che qualcosa era sbagliato a causa del comportamento del bambino - gridò forte, praticamente singhiozzando di notte (circa un'ora a 3). All'inizio ho pensato, forse i miei denti, poi - forse il tempo - e nel tempo ho capito che qualcosa era diverso. Sono andato con mia figlia a un'ecografia - e poi c'è stato un aumento dei ventricoli (rispetto all'ultima volta), come ci ha detto l'uzistka - l'idrocefalo interno. Non ci dorme mai - il mal di testa fa molto male.
Eccoci di nuovo trattati.