Principale > Frutta

b e b b a r m a k

• piatto nazionale del popolo turco, fatto con agnello tritato finemente con l'aggiunta di pezzi di pasta non lievitata e cotto in brodo

• Quale piatto in Oriente significa letteralmente "5 dita"?

• uno dei principali piatti nazionali dei kazaki e del kirghiso

• piatto di agnello

• piatto a corona dell'amante kazaka

• Farina di montone con condimento a base di farina

• Bishbarmak m. In Bashkir e Kirghiz, in traduzione, a cinque dita (piatto), carne bollita e tritata, di solito montone, con un aumento del brodo di farina, groppa; mangiare in una manciata il cibo male cucinato si dice (orenb.): questa è una specie di bishbarmak, kroshevo

Un piatto nazionale di popoli turchi, cucinato da agnello tritato finemente con l'aggiunta di pezzi di pasta non lievitata e cotto in brodo, 9 lettere, skanvord

La parola di 9 lettere, la prima lettera è "B", la seconda lettera è "E", la terza lettera è "Ш", la quarta lettera è "B", la quinta lettera è "A", la sesta lettera è "R", la settima lettera è "M", l'ottava lettera - "A", la nona lettera - "K", la parola con la lettera "B", l'ultima "K". Se non conosci una parola da un cruciverba o da un cruciverba, il nostro sito ti aiuterà a trovare le parole più complesse e sconosciute.

Indovina l'indovinello:

Voglio, quindi mi inchinerò, e sarò pigro, quindi cadrò. Mostra risposta >>

Un uomo entrò nel bar, andò dal barista e chiese un bicchiere d'acqua. Invece, il barista gli puntò contro una pistola. Il ragazzo ha detto "grazie" e se ne è andato. Perché? Mostra risposta >>

Il re mi ha chiamato, il sovrano mi ha chiamato per cena, per cena: - Non sono una tale persona, cammino per terra, non guardo il cielo, non considero le stelle, non conosco le persone. Mostra risposta >>

Altri significati della parola:

Indovinello casuale:

Acqua salata Dal fuoco nasce.

Scherzo casuale:

Un programmatore è una persona che per prima cosa pensa a lungo, per non fare nulla in seguito.

Skanvordy, parole crociate, sudoku, parole chiave online

Cibo nazionale dei popoli turchi

Caratteristiche comuni della cucina delle popolazioni di lingua turca.

Cucine nazionali di numerosi popoli turchi della RSFSR (oltre 25 persone su un totale di 10 milioni di persone) che abitano il Tatarstan, il Bashkortostan, un certo numero di regioni limitrofe del Volga, diverse repubbliche autonome e regioni del Caucaso settentrionale, Daghestan, Cecenia, Inguscezia. Ossezia, Cherkessia, Karachay, Kabarda, Balkaria, Adygea, così come Yakutia in Siberia! in un modo o nell'altro, le principali tendenze culinarie discusse in questo libro si ripetono in termini di composizione delle materie prime, composizione e tecnologia della cucina. Con poche eccezioni, i piatti nazionali di questi popoli con nomi diversi duplicano piatti simili delle principali cucine nazionali del nostro paese.

Ad esempio, la cucina tatara diffusa nel nostro paese (e il Bashkir vicino ad essa), che ha ottenuto ampia popolarità in diverse regioni della RSFSR attraverso il sistema di ristorazione, in primo luogo, è lontana dall'essere conservata nella sua forma pura, perché è stata fortemente influenzata dai popoli in cui esistono i tatari (Popolazione tatara di 6,5 milioni di persone, e insieme a Bashkir 8 milioni), e in secondo luogo, la tecnologia e la gamma di piatti in realtà coincide con le cucine dell'Asia centrale - kazako e uzbeko, poiché la loro radice è per molti versi comune - l'orda d'oro La cucina del cielo dei secoli XIII - XVI.

Le altre due principali cucine dei popoli di lingua turca, Caucaso settentrionale e Giakuta, sebbene differiscano l'una dall'altra, che è spiegata dalle ineguali condizioni naturali del Caucaso e della Siberia orientale, mantengono le caratteristiche comuni dell'antica cucina turca nomade, i loro antenati, ma allo stesso tempo sono vicine alle cucine dei popoli vicini: Caucaso settentrionale - Azerbaijani e Yakut - Mongolo e subartico, o polare. Le cucine del Caucaso settentrionale e dello Yakut sono piene di prestiti e rielaborazioni da queste cucine e non sono molto diverse nella tecnologia. Ma le caratteristiche della cucina antica, nonostante tutte le influenze successive, si ergono fermamente e si manifestano nella selezione dei prodotti e nella composizione di una serie di piatti delle moderne cucine turche. Così, carne di cavallo, piatti da esso, e koumiss fino ai giorni nostri appartengono ai piatti più onorevoli dei Tartari del Volga, i Baschiridi degli Urali, i Nogais del Mar Caspio, i Kumyk del Daghestan e gli Yakut della Regione Polare. È interessante notare che, mentre nella parte europea industriale del paese, anche la cucina tatara nel suo insieme sta perdendo sempre le sue caratteristiche classiche turche, cedendo qua e là alle influenze culinarie urbane alla moda, nella lontana Yakutia, le tradizioni culinarie turche, in precedenza non così pronunciate, sono notevolmente rafforzato negli ultimi anni. Oggigiorno, proprio in Yakutia, come in nessun'altra parte del paese, la linea di carne dell'allevamento di cavalli è fiorente. Qui a cavallo è della migliore qualità, dal momento che i cavalli Yakut con contenuto di mandria durante l'estate si ingrassano rapidamente e danno carne eccellente, che è molto richiesta anche sul mercato mondiale.

Poiché la cucina del Caucaso settentrionale cade in un'altra mezza dozzina di piccole cucine, diverse nei dettagli, è utile dargli una descrizione più dettagliata e quindi distinguerla dal Transcaucasico, per determinare il suo posto nel sistema delle tendenze culinarie di base. Lo stesso deve essere fatto per quanto riguarda la cucina di Yakut, che si è sviluppata separatamente dalle altre turche.

Cucina nord-caucasica Spesso la cucina dei popoli del Caucaso è chiamata cucina caucasica. Questa direzione culinaria non esiste. Ci sono tre cucine transcaucasiche - georgiano, armeno e azero - e c'è una cucina.

Popoli del Caucaso del Nord. Quest'ultimo ha molte caratteristiche tipiche della cucina azerbaigiana e in parte georgiana, ma molto di più è associato alla cucina delle steppe, alle popolazioni pastorali, con kazako e tataro-uzbeko, le cui usanze sono state portate nel Caucaso settentrionale in tempi antichi da Nogai, Kumyks, Kipchak e Turkmen, e più tardi dai conquistatori turchi.

Certamente, la cucina del Nord Caucasico è eterogenea. Si compone di diverse cucine regionali in cui piatti simili hanno nomi nazionali diversi, e piatti e prodotti con lo stesso nome sono preparati da diversi prodotti. Ma i principi e la direzione culinaria di tutte queste cucine sono comuni.

Principi comuni nord caucasici di fare il pane (torte piatte fresche, churek), lo stesso approccio alla lavorazione della carne, consumo di montone, la presenza di zuppe shurpa (shurva, churpa) con cucina tataro-uzbeka, grande valore, piatti a base di carne e pasta, prodotti caseari simili ( katyk, airan, ricotta). Allo stesso tempo, piatti e prodotti come dushbere, kurze, buglama, kebab (pannocchie), formaggi in salamoia, uso di spezie e katyk come componente di prodotti alimentari e tutti i dolci - halvah, sorbetto, baklava, - sono simili alle cucine transcaucasiche, specialmente dall'Azerbaijan.

Il più caratteristico nel menu delle popolazioni caucasiche del nord sono vari tipi di pane piatto non lievitato (con burro, panna acida), vari khinkals (khan-kala), cioè. larghi noodles o pezzetti di ospite non lavati a base di farina di grano, mais o piselli, bolliti insieme con agnello (carne) in diverse combinazioni e con diversi condimenti, poi un miracolo (chydu), tee senza lievito, mezzo cotto, mezzo arrostito in una padella, con con una guaina di pasta sottile e uno spesso strato di ripieno di carne, ricotta, zucca e verdure (a base di cipolla), a seconda dell'area del Caucaso settentrionale. Infine, il latte come katyk airan, jurt, ecc. È ampiamente usato come alimento principale, bevanda e condimento.

Spesso, il nome e la composizione dei piatti del Caucaso settentrionale assomigliano a piatti di diverse nazioni vicine. Nelle cucine nazionali Avari, Lezgins, Kumyks, Dargins, Ceceni, Ingusci, Circassi, Karachays, Vernici, Kabardiani, Adygei si possono trovare piatti con nomi transcaucasici, che, tuttavia, la composizione e la tecnologia assomigliano ai piatti della cucina tataro-uzbeka. La cucina del Nord del Caucaso ha portato molti prodotti alimentari molto popolari nella cucina all-Union. Questi sono kefir, popcorn (kyurmach) e pasticci.

Cucina Yakut. Tra i popoli della Federazione Russa, circa un terzo di un milione sono Yakuts, un popolo turco per origine e lingua, ma che vive in condizioni di Siberia orientale e estremo Nord e dal XVIII secolo. percezione abbastanza forte della cultura russa (basti dire che i nomi e cognomi di tutti gli Yakuts sono russi).

È abbastanza chiaro che la cucina di Yakut riflette queste caratteristiche dello sviluppo storico degli Yakuts. I secondi piatti a base di carne ricordano la cucina mongola e kazaka con la tecnologia, poiché nell'antichità l'allevamento di Yakut era basato sull'allevamento di bestiame nomade. Un'intera gamma di piatti di Yakut, soprattutto da latte, assomigliano alla cucina dei loro vicini, i Buriati. Allo stesso tempo, i primi piatti della cucina moderna di Yakut sono russi, poiché in passato la cucina di Yakut non conosceva le zuppe nazionali. Le condizioni di vita nella taiga siberiana orientale, nell'estremo nord, lungo i fiumi Anabar, Indigirka, Olenek, Kolyma e il grande fiume siberiano Lena e i suoi affluenti Olekma, Vilyui e Aldan hanno lasciato un'impronta decisiva sulla cucina dello Yakut. E 'ampiamente usato selvaggina da caccia, selvaggina, pesce siberiano: hatys (storione siberiano), chir, omul, muksun, peled, nelma, taimen, temoli. Allo stesso tempo, i metodi di utilizzo delle materie prime alimentari sono per molti aspetti simili a quelli adottati nella cucina subartica, cioè carne e pesce sono usati molto spesso crudi e, inoltre, solo in inverno, quando si possono fare fette di questi prodotti surgelati, cioè tagliati a fette sottili le fettine, che vengono condite con il condimento piccante da un bulbo (aglio selvatico), un cucchiaio (come il rafano) e il saranà (una pianta di cipolla).

Per quanto riguarda la composizione dei piatti di Yakut, è estremamente semplice: si tratta di cibi bolliti (carne, pesce) o crudi (latte, sangue, carne, pesce, erbe) o fermentati crudi (koumiss, bouza). Le verdure, e in particolare la frutta, non erano usate nei piatti della cucina nazionale. Anche l'uso di bacche e funghi è iniziato relativamente di recente - in passato non erano in grado di cucinare.

Portal "Food!" - un'enorme raccolta di varie ricette e consigli utili. Ricette culinarie per tutte le occasioni, dai semplici piatti di tutti i giorni a deliziosi piatti per ricevimenti speciali e banchetti. Le ricette culinarie sono raccolte da libri di cucina vintage; lettere di lettori di cuochi esperti e principianti; fornito da professionisti che sono felici di condividere le loro abilità culinarie. Suggerimenti e pubblicazioni sull'impostazione della tavola, design del cibo, etichetta, una varietà di idee culinarie che contribuiranno a rendere non solo un pasto festivo, ma anche una speciale cena di famiglia.

Un piatto nazionale di popoli turchi, cucinato da agnello tritato finemente con l'aggiunta di pezzi di pasta non lievitata e cotto in brodo

L'ultima lettera di faggio "k"

La risposta alla domanda "Piatti nazionali dei popoli turchi, fatti con agnello tritato finemente con l'aggiunta di pezzi di pasta non lievitata e cotti in brodo", 9 lettere:
beshbarmak

Domande alternative nei cruciverba per la parola beshbarmak

Montone con condimento di farina

Uno dei principali piatti nazionali dei kazaki e del kirghiso

Quale piatto in Oriente significa letteralmente "5 dita"?

Piatto di agnello

Piatto di carne kazako

Definizione di beshbarmak nei dizionari

Parola di Wikipedia che significa nel dizionario di Wikipedia
Beshbarmak, Bishbarmak, besbarmak - un piatto tradizionale a base di carne e farina di popoli di lingua turca. "Beshbarmak" nella traduzione dalle lingue turche. In generale, il piatto viene tagliato a pezzi con carne e tagliatelle con alcune specialità in cucina.

Dizionario esplicativo dei viventi Grande lingua russa, Dal Vladimir Significato di una parola nel dizionario Dizionario esplicativo della lingua viva in lingua russa Dal Vladimir.
Bishbarmak m. A Bashkir e Kirghiz, in traduzione a cinque dita (piatto), carne bollita e tritata, di solito montone, con aggiunta al brodo di farina, groppa; mangiare in una manciata Dicono del cibo scottato (orenb.): Questa è una specie di bishbarmak, kroshevo.

Esempi dell'uso della parola beshbarmak in letteratura.

Sediamoci a casa, beshbarmak kyushat, arak da bere

Ma andare in macchina, passare la notte nelle iurte del Kirghizistan, fotografare greggi e mandrie, bere koumiss e assorbire beshbarmak, corse di cavalli a un festival sportivo, visitando il sanatorio Jety-Ogus, nuotando a Issyk-Kul, conoscendo la città di Przhevalsky - tutte queste non erano montagne pure, e quindi credo che ci fossero solo due giorni di montagna l'alpinista Rudolf Pavlovich Marechek ci trascinava insieme al fotoreporter Tunkel fino ai confini della neve.

stesso beshbarmak - carne con pezzi di pasta di lana e triangolo.

Volkhin ricordò come, in onore dell'arrivo di questo rifornimento esotico, li diede beshbarmak da ucciso come cavallo ordinato.

Sai quando mangiare beshbarmak, Le guardie non si alzano e vanno anche alle caldaie.

Fonte: biblioteca Maxim Moshkov

Cibo nazionale dei popoli turchi

Beshbarmak - Un piatto nazionale di popoli turchi, fatto con agnello tritato finemente con l'aggiunta di pezzi di pasta non lievitata e cotto in brodo

Analisi Spelling:
  • Beshbarmak - Word on B
  • 1 - Sono lettera B
  • 2 - I lettera E
  • 3a lettera I
  • 4a lettera B
  • 5a lettera A
  • 6a lettera P
  • Settima lettera M
  • 8a lettera A
  • 9 lettera K
Opzioni per domande:
translateSpanWord

Cruciverba, skanvordy: un modo economico ed efficace per allenare la tua intelligenza, aumentare il bagaglio di conoscenze. Risolvere le parole, mettere insieme i puzzle - sviluppare il pensiero logico e figurativo, stimolare l'attività neurale del cervello e infine, con piacere, mentre si allontana il tempo libero.

Cibo nazionale dei popoli turchi

Caratteristiche comuni della cucina dei popoli turchi

Cucine nazionali di numerosi popoli turchi della RSFSR (oltre 25 persone su un totale di 10 milioni di persone) che abitano il Tatarstan, il Bashkortostan, un certo numero di regioni limitrofe del Volga, diverse repubbliche autonome e regioni del Caucaso settentrionale, Daghestan, Cecenia, Inguscezia. Ossezia, Cherkessia, Karachay, Kabarda, Balkaria, Adygea, così come Yakutia in Siberia! in un modo o nell'altro, le principali tendenze culinarie discusse in questo libro si ripetono in termini di composizione delle materie prime, composizione e tecnologia della cucina. Con poche eccezioni, i piatti nazionali di questi popoli con nomi diversi duplicano piatti simili delle principali cucine nazionali del nostro paese.

Ad esempio, la cucina tatara diffusa nel nostro paese (e il Bashkir vicino ad essa), che ha ottenuto ampia popolarità in diverse regioni della RSFSR attraverso il sistema di ristorazione, in primo luogo, è lontana dall'essere conservata nella sua forma pura, perché è stata fortemente influenzata dai popoli in cui esistono i tatari (Popolazione tatara di 6,5 milioni di persone, e insieme a Bashkir 8 milioni), e in secondo luogo, la tecnologia e la gamma di piatti in realtà coincide con le cucine dell'Asia centrale - kazako e uzbeko, poiché la loro radice è per molti versi comune - l'orda d'oro La cucina del cielo dei secoli XIII - XVI.

Le altre due principali cucine dei popoli di lingua turca, Caucaso settentrionale e Giakuta, sebbene differiscano l'una dall'altra, che è spiegata dalle ineguali condizioni naturali del Caucaso e della Siberia orientale, mantengono le caratteristiche comuni dell'antica cucina turca nomade, i loro antenati, ma allo stesso tempo sono vicine alle cucine dei popoli vicini: Caucaso settentrionale - Azerbaijani e Yakut - Mongolo e subartico, o polare. Le cucine del Caucaso settentrionale e dello Yakut sono piene di prestiti e rielaborazioni da queste cucine e non sono molto diverse nella tecnologia. Ma le caratteristiche della cucina antica, nonostante tutte le influenze successive, si ergono fermamente e si manifestano nella selezione dei prodotti e nella composizione di una serie di piatti delle moderne cucine turche. Così, carne di cavallo, piatti da esso, e koumiss fino ai giorni nostri appartengono ai piatti più onorevoli dei Tartari del Volga, i Baschiridi degli Urali, i Nogais del Mar Caspio, i Kumyk del Daghestan e gli Yakut della Regione Polare. È interessante notare che, mentre nella parte europea industriale del paese, anche la cucina tatara nel suo insieme sta perdendo sempre le sue caratteristiche classiche turche, cedendo qua e là alle influenze culinarie urbane alla moda, nella lontana Yakutia, le tradizioni culinarie turche, in precedenza non così pronunciate, sono notevolmente rafforzato negli ultimi anni. Oggigiorno, proprio in Yakutia, come in nessun'altra parte del paese, la linea di carne dell'allevamento di cavalli è fiorente. Qui a cavallo è della migliore qualità, dal momento che i cavalli Yakut con contenuto di mandria durante l'estate si ingrassano rapidamente e danno carne eccellente, che è molto richiesta anche sul mercato mondiale.

Poiché la cucina del Caucaso settentrionale cade in un'altra mezza dozzina di piccole cucine, diverse nei dettagli, è utile dargli una descrizione più dettagliata e quindi distinguerla dal Transcaucasico, per determinare il suo posto nel sistema delle tendenze culinarie di base. Lo stesso deve essere fatto per quanto riguarda la cucina di Yakut, che si è sviluppata separatamente dalle altre turche.

Cucina nord-caucasica Spesso la cucina dei popoli del Caucaso è chiamata cucina caucasica. Questa direzione culinaria non esiste. Ci sono tre cucine transcaucasiche - georgiano, armeno e azero - e c'è una cucina.

Popoli del Caucaso del Nord. Quest'ultimo ha molte caratteristiche tipiche della cucina azerbaigiana e in parte georgiana, ma molto di più è associato alla cucina delle steppe, alle popolazioni pastorali, con kazako e tataro-uzbeko, le cui usanze sono state portate nel Caucaso settentrionale in tempi antichi da Nogai, Kumyks, Kipchak e Turkmen, e più tardi dai conquistatori turchi.

Certamente, la cucina del Nord Caucasico è eterogenea. Si compone di diverse cucine regionali in cui piatti simili hanno nomi nazionali diversi, e piatti e prodotti con lo stesso nome sono preparati da diversi prodotti. Ma i principi e la direzione culinaria di tutte queste cucine sono comuni.

Principi comuni nord caucasici di fare il pane (torte piatte fresche, churek), lo stesso approccio alla lavorazione della carne, consumo di montone, la presenza di zuppe shurpa (shurva, churpa) con cucina tataro-uzbeka, grande valore, piatti a base di carne e pasta, prodotti caseari simili ( katyk, airan, ricotta). Allo stesso tempo, piatti e prodotti come dushbere, kurze, buglama, kebab (pannocchie), formaggi in salamoia, uso di spezie e katyk come componente di prodotti alimentari e tutti i dolci - halvah, sorbetto, baklava, - sono simili alle cucine transcaucasiche, specialmente dall'Azerbaijan.

Il più caratteristico nel menu delle popolazioni caucasiche del nord sono vari tipi di pane piatto non lievitato (con burro, panna acida), vari khinkals (khan-kala), cioè. larghi noodles o pezzetti di ospite non lavati a base di farina di grano, mais o piselli, bolliti insieme con agnello (carne) in diverse combinazioni e con diversi condimenti, poi un miracolo (chydu), tee senza lievito, mezzo cotto, mezzo arrostito in una padella, con con una guaina di pasta sottile e uno spesso strato di ripieno di carne, ricotta, zucca e verdure (a base di cipolla), a seconda dell'area del Caucaso settentrionale. Infine, il latte come katyk airan, jurt, ecc. È ampiamente usato come alimento principale, bevanda e condimento.

Spesso, il nome e la composizione dei piatti del Caucaso settentrionale assomigliano a piatti di diverse nazioni vicine. Nelle cucine nazionali Avari, Lezgins, Kumyks, Dargins, Ceceni, Ingusci, Circassi, Karachays, Vernici, Kabardiani, Adygei si possono trovare piatti con nomi transcaucasici, che, tuttavia, la composizione e la tecnologia assomigliano ai piatti della cucina tataro-uzbeka. La cucina del Nord del Caucaso ha portato molti prodotti alimentari molto popolari nella cucina all-Union. Questi sono kefir, popcorn (kyurmach) e pasticci.

Cucina Yakut. Tra i popoli della Federazione Russa, circa un terzo di un milione sono Yakuts, un popolo turco per origine e lingua, ma che vive in condizioni di Siberia orientale e estremo Nord e dal XVIII secolo. percezione abbastanza forte della cultura russa (basti dire che i nomi e cognomi di tutti gli Yakuts sono russi).

È abbastanza chiaro che la cucina di Yakut riflette queste caratteristiche dello sviluppo storico degli Yakuts. I secondi piatti a base di carne ricordano la cucina mongola e kazaka con la tecnologia, poiché nell'antichità l'allevamento di Yakut era basato sull'allevamento di bestiame nomade. Un'intera gamma di piatti di Yakut, soprattutto da latte, assomigliano alla cucina dei loro vicini, i Buriati. Allo stesso tempo, i primi piatti della cucina moderna di Yakut sono russi, poiché in passato la cucina di Yakut non conosceva le zuppe nazionali. Le condizioni di vita nella taiga siberiana orientale, nell'estremo nord, lungo i fiumi Anabar, Indigirka, Olenek, Kolyma e il grande fiume siberiano Lena e i suoi affluenti Olekma, Vilyui e Aldan hanno lasciato un'impronta decisiva sulla cucina dello Yakut. E 'ampiamente usato selvaggina da caccia, selvaggina, pesce siberiano: hatys (storione siberiano), chir, omul, muksun, peled, nelma, taimen, temoli. Allo stesso tempo, i metodi di utilizzo delle materie prime alimentari sono per molti aspetti simili a quelli adottati nella cucina subartica, cioè carne e pesce sono usati molto spesso crudi e, inoltre, solo in inverno, quando si possono fare fette di questi prodotti surgelati, cioè tagliati a fette sottili le fettine, che vengono condite con il condimento piccante da un bulbo (aglio selvatico), un cucchiaio (come il rafano) e il saranà (una pianta di cipolla).

Per quanto riguarda la composizione dei piatti di Yakut, è estremamente semplice: si tratta di cibi bolliti (carne, pesce) o crudi (latte, sangue, carne, pesce, erbe) o fermentati crudi (koumiss, bouza). Le verdure, e in particolare la frutta, non erano usate nei piatti della cucina nazionale. Anche l'uso di bacche e funghi è iniziato relativamente di recente - in passato non erano in grado di cucinare.

CARATTERISTICHE GENERALI DELLE PERSONE DELLA CUCINA RUSSA

. VV Pohlebkin. Del 2005.

Vedere qual è la "CARATTERISTICHE GENERALI DELLA CUCINA DELLA LINGUA TURCA POPOLI DELLA RUSSIA" in altri dizionari:

00_SODERZHANIE - SEGRETI DELLA CUCINA BUONA Capitolo 1. Scherzi a parte, spiega: per aprire la porta a perché mestiere dello chef e il complesso mestiere, un'arte difficile Capitolo 2 basi, ma lontano da AMU cinque precetti, i cinque segreti della cottura Capitolo 3. La prova e la sua...... Grande enciclopedia dell'arte culinaria

La cucina di Yakut - Kuhercheh, un piatto tradizionale Yakut di panna acida o crema con frutti di bosco e zucchero. La cucina di Yakut è una cucina tradizionale di Yakut. Ha alcune caratteristiche comuni con la cucina dei kazaki, dei buriati, dei mongoli, dei popoli del nord (... Wikipedia

Cucina tatara - Contenuto 1 Preistoria 2 Caratteristiche della cucina tradizionale tatara... Wikipedia

Cibo nazionale dei popoli turchi

I frutti sono preparati solo in un vaso di smalto, sempre fatto di frutti e bacche di prima qualità. Le prugne, le ciliegie, le ciliegie sono sempre bollite senza pietre. Per mele e pere, in modo che non scuriscano durante la cottura, aggiungere succo di limone o acido citrico. Subito dopo la pulizia, vengono messi in acqua, dove vengono lasciati cuocere per 20-30 minuti. Per l'ispessimento dei frutti utilizzare amido (farina di patate) al ritmo di 20-40 g per 1 litro di liquido. L'amido viene iniettato nello sciroppo o nel brodo bollito, che viene immediatamente rimosso dal calore (solo quando si usa l'amido di mais, è necessaria un'ulteriore ebollizione del terreno di frutta per circa 5 minuti).

Fare frutteti è facile. L'acqua viene portata ad ebollizione, i frutti vengono immersi, lasciati entrare a fuoco molto basso con il coperchio chiuso e quindi infusi per 20-30 minuti. Dopo di ciò, i frutti, se non vengono pestati nel purè di patate, vengono rimossi dal brodo, si sciolgono lo zucchero in esso, lo sciroppo portato ad ebollizione viene rimosso dal fuoco e l'amido viene aggiunto ad esso con continua agitazione, e i frutti precedentemente prelevati vengono addormentati. L'agitazione viene continuata per circa 10 minuti in modo da non formare un film, e quindi cospargere la superficie dello zucchero denso con zucchero a velo. Versare il succo degli altri piatti non prima di 15 minuti. Tutto ciò crea una trama più delicata più densa della gelatina, impedisce la formazione di un film. Dalla frutta e altre piante gelificanti, i porridge di frutta sono anche preparati usando una tecnologia leggermente diversa (vedi sotto).

I frutti sono mangiati con latte, panna (il più delle volte montata in schiuma).

1,5 kg di mele, 400 g di zucchero, 50-100 g di acqua.

Sbucciare le mele, tagliarle a fette di 1 cm di spessore, far sobbollire a fuoco molto basso e aggiungere lo zucchero. La gelificazione dovrebbe avvenire dalla pectina contenuta nelle mele. In mele molto succose si può a malapena aggiungere acqua - solo 1-2 cucchiai. cucchiaio.

1,5 kg di mele, 500 g di zucchero, circa 300 g di acqua (a seconda della succosità delle mele, la dose varia), 20 g di farina di patate.

Mele tagliate a fettine, cuocere a fuoco basso fino a quando non sono morbide, passare attraverso un setaccio. Nel brodo, sciogliere lo zucchero, portare ad ebollizione lo sciroppo di brodo, aggiungere l'amido, la composta di mele.

1 kg di rabarbaro, 0,5 l di acqua, 175 g di zucchero, 20 g di fecola di patate per ogni 30 ml di succo di rabarbaro (decotto), 1 cucchiaio. cucchiaio di cloruro di calcio al 40%.

Rabarbaro chiaro dalla parte superiore della parte sigillata, tagliato a cubetti (1,5 cm), cuocere a fuoco lento. Alla fine della bollitura, aggiungere cloruro di calcio, filtrare il succo, scartare il denso, scaldarlo, sciogliere lo zucchero in esso, portare ad ebollizione, aggiungere amido. Mescolare per 2-3 minuti, inserire il rabarbaro denso, re-mixare.

0,75 kg di rabarbaro, 0,75 litri di acqua, 250 g di zucchero, 25-30 r di fecola di patate, 0,75 cucchiai. cucchiai di cloruro di calcio al 40%.

Tagliare a cubetti il ​​rabarbaro purificato (1,5 cm3), versarlo in acqua bollente per 1 minuto, quindi togliere dal fuoco, aggiungere cloruro di calcio, sciogliere lo zucchero, portare a ebollizione e aggiungere amido.

Oltre ai pasticcini, ai panini e alle torte alla crema della cucina tedesca, che di solito vengono servite con il caffè, i dolci nazionali della cucina baltica, solitamente presi in prestito dal caffè, sono biscotti di pan di zenzero. Tali sono i medouolis lituani del pan di zenzero, il pumpernickel lettone e i bipiparkok estoni.

1 tazza di farina di segale, 1 tazza di farina di grano, 400 g di miele, 1 cucchiaio. cucchiaio di vodka (cumino lituano), 2-3 gemme di chiodi di garofano, 6 chicchi di pepe nero, 0,5 cucchiaini di zenzero macinato, 1 cucchiaino di scorza.

Mescolare la farina, friggere in una padella fino a ottenere un colore dorato chiaro, quindi setacciare e, senza lasciar raffreddare, versarvi dentro e mescolare velocemente il miele caldo. Aggiungere spezie, alcool, battere l'impasto, per quanto possibile, per 30-45 minuti. Stendere uno strato di 1,5 cm di spessore, tagliare in scanalature di stagno e cuocere i biscotti su un foglio in un forno riscaldato per 2-4 minuti.

500 g di farina, 100 g di burro, 3 uova, 200 g di zucchero, 50 g di nocciole (terra), 1 cucchiaino di cannella, 1 g di carbonato di ammonio o lievito.

Strofinare il burro con lo zucchero e la cannella e aggiungere le uova a questa miscela una per una. sfregandoli fino allo sbiancamento. Quindi introdurre l'ammonio, diluito in 1 cucchiaino di acqua, farina e noci. Arrotolare l'impasto in una sezione di salsiccia di 2, 5 cm, leggermente appiattito, dandogli una forma rettangolare, e metterlo su un foglio, spazzolandolo con un uovo.

Cuocere in forno fino al colore giallo chiaro, immediatamente diviso in diamanti, tagliare in diagonale. (Cuocere per circa 20-25 minuti a fuoco basso).

100 g di miele, 100 g di zucchero, 100 g di melassa, 100 g di burro, 2 uova, 0,5 tazze di acqua, 3 cucchiaini di cannella, 7 boccioli di chiodi di garofano, 1,5 cucchiaini di zenzero, 0,5 cucchiaini noce moscata (macinata), 0,25 cucchiaini di pepe nero macinato, 1,5 ore cucchiai di ammonio, poco più di 0,5 e meno di 1 kg di farina (a seconda dell'umidità e del tipo di macinazione).

Impastare la pasta come per il pumpernickel (vedi sopra), preparando prima la miscela di olio e uova. Aggiungere il miele caldo e la melassa diluiti in acqua alla pasta impastata impastata su di essa e quindi aggiungere il resto della farina fino a ottenere l'impasto duro, inserendo allo stesso tempo le spezie macinate e l'ammonio. Arrotolare immediatamente l'impasto in uno strato di 1-1,5 cm di spessore, tagliare in rettangoli (3x5 cm), applicare un motivo a linee parallele, spalmare con il tuorlo e infornare in un forno a calore moderato per non più di 10 minuti (fino all'apparizione dell'odore di spezie)

Caratteristiche comuni della cucina dei popoli turchi

Cucine nazionali di numerosi popoli turchi della RSFSR (oltre 25 persone su un totale di 10 milioni di persone) che abitano il Tatarstan, il Bashkortostan, un certo numero di regioni limitrofe del Volga, diverse repubbliche autonome e regioni del Caucaso settentrionale, Daghestan, Cecenia, Inguscezia. Ossezia, Cherkessia, Karachay, Kabarda, Balkaria, Adygea, così come Yakutia in Siberia! in un modo o nell'altro, le principali tendenze culinarie discusse in questo libro si ripetono in termini di composizione delle materie prime, composizione e tecnologia della cucina. Con poche eccezioni, i piatti nazionali di questi popoli con nomi diversi duplicano piatti simili delle principali cucine nazionali del nostro paese.

Ad esempio, la cucina tatara diffusa nel nostro paese (e il Bashkir vicino ad essa), che ha ottenuto ampia popolarità in diverse regioni della RSFSR attraverso il sistema di ristorazione, in primo luogo, è lontana dall'essere conservata nella sua forma pura, perché è stata fortemente influenzata dai popoli in cui esistono i tatari (Popolazione tatara di 6,5 milioni di persone, e insieme a Bashkir 8 milioni), e in secondo luogo, la tecnologia e la gamma di piatti in realtà coincide con le cucine dell'Asia centrale - kazako e uzbeko, poiché la loro radice è per molti versi comune - l'orda d'oro La cucina del cielo dei secoli XIII - XVI.

Le altre due principali cucine dei popoli di lingua turca, Caucaso settentrionale e Giakuta, sebbene differiscano l'una dall'altra, che è spiegata dalle ineguali condizioni naturali del Caucaso e della Siberia orientale, mantengono le caratteristiche comuni dell'antica cucina turca nomade, i loro antenati, ma allo stesso tempo sono vicine alle cucine dei popoli vicini: Caucaso settentrionale - Azerbaijani e Yakut - Mongolo e subartico, o polare. Le cucine del Caucaso settentrionale e dello Yakut sono piene di prestiti e rielaborazioni da queste cucine e non sono molto diverse nella tecnologia. Ma le caratteristiche della cucina antica, nonostante tutte le influenze successive, si ergono fermamente e si manifestano nella selezione dei prodotti e nella composizione di una serie di piatti delle moderne cucine turche. Così, carne di cavallo, piatti da esso, e koumiss fino ai giorni nostri appartengono ai piatti più onorevoli dei Tartari del Volga, i Baschiridi degli Urali, i Nogais del Mar Caspio, i Kumyk del Daghestan e gli Yakut della Regione Polare. È interessante notare che, mentre nella parte europea industriale del paese, anche la cucina tatara nel suo insieme sta perdendo sempre le sue caratteristiche classiche turche, cedendo qua e là alle influenze culinarie urbane alla moda, nella lontana Yakutia, le tradizioni culinarie turche, in precedenza non così pronunciate, sono notevolmente rafforzato negli ultimi anni. Oggigiorno, proprio in Yakutia, come in nessun'altra parte del paese, la linea di carne dell'allevamento di cavalli è fiorente. Qui a cavallo è della migliore qualità, dal momento che i cavalli Yakut con contenuto di mandria durante l'estate si ingrassano rapidamente e danno carne eccellente, che è molto richiesta anche sul mercato mondiale.

Cibo nazionale dei popoli turchi

Beshbarmak, un piatto nazionale dei popoli turchi, fatto con agnello tritato finemente con l'aggiunta di pezzi di pasta non lievitata e cotto in brodo.

Beshbarmak: "cinque dita" di piacere.

Il piatto di carne di Beshbarmak è il biglietto da visita della cucina nazionale di Bashkortostan, Kazakistan e Kirghizistan. Grandi macchie di pasta fatta in casa in brodo grasso con pezzi di agnello bollito - questo è il piatto orientale festivo beshbarmak. Il piatto ipercalorico in diversi paesi dell'Asia centrale viene cucinato in modi diversi, aggiungendo verdure e spezie, ma la tradizione millenaria di mangiare questo piatto grasso con le mani è stata conservata fino ad ora.

Origine del nome del piatto

Tradotto dal kirghiso "besh" significa "cinque" e "barmak" - "dita", perché la traduzione diretta del nome del piatto - "cinque dita". Questo storico nome beshbarmak non fu casuale: dapprima grandi pezzi di carne bollita in salsa furono mangiati con le loro mani, senza posate. Quindi mani unte si asciugavano su un asciugamano o sui capelli, forse, grazie a questa tradizione, i popoli orientali sono famosi per i loro capelli folti.
La versione Bashkir del nome del piatto suona un po 'diversa: "bish-barmak", e il kazako - "em", cioè "carne". Il nome moderno del piatto nell'interpretazione del Kirghizistan è preso come base nella letteratura in lingua russa. Nel corso del tempo, i kazaki iniziarono anche a chiamare carne con tagliatelle fatte in casa beshbarmak, anche se in kazako "cinque" significa "demone" e non "besh". A Shymkent (nel Kazakistan meridionale), il centro regionale, che in precedenza era chiamato Chimkent, beshbarmak è chiamato Kamyr.

Per un classico beshbarmak, devi prendere due o tre chili di agnello grasso, tagliare la carne a pezzi di 40-50 grammi, metterli in una pentola a pareti spesse o anatra e cuocere fino a quando non sono pronti. A seconda del tipo di carne, questo può richiedere da due a cinque ore. Il grasso del brodo nel processo di cottura deve essere rimosso in una ciotola separata. 15 minuti prima della fine della cottura, aggiungere sale e spezie: alloro, verdura, pepe nero. Togliere la carne dal brodo, abbassare invece l'impasto. Mettere i noodles in una ciotola, versare sopra il grasso raccolto e nel brodo rimanente, cuocere per tre minuti tre o quattro cipolle, tagliare a rondelle. Su un grande piatto stendete strati di spaghetti bolliti, carne e cipolle, cospargere con erbe fresche. Separatamente servire il brodo caldo-sorpa lasciato dopo aver cucinato carne e tagliatelle.
Mangiano beshbarmak a qualcuno come conveniente: con le mani, i cucchiai, le forchette, alternando pezzi di carne, noodles e cipolle, lavati con il brodo.

La carne per beshbarmak è tradizionalmente preparata da un uomo, solo la donna tira i noodles: un'uguaglianza di genere armoniosa, una sorta di yin e yang in un piatto. All'inizio questo piatto consisteva solo di agnello, carne di manzo, carne di cavallo, carne di cammello e molto più tardi iniziarono ad aggiungere noodles fatti in casa, salsa e prelibatezze a base di carne di cavallo: salsicce kazi sottili, una mappa e punture.
Solitamente il beshbarmak viene preparato in occasione della ricezione di ospiti particolarmente costosi o per le principali festività. A questo scopo, una pecora viene macellata e cotta in pezzi in grandi calderoni. L'ospite principale, il più onorato, secondo la tradizione, ottiene la testa di un ariete, lo divide tra tutti gli altri partecipanti del pasto in base alla sua posizione ed età. Solitamente un simile trattamento è accompagnato da desideri di pace, benessere e prosperità.
In Kirghizistan, lo strato di pasta fatta in casa viene tagliato da sottili tagliatelle, in Baschiria e Kazakistan - da grandi piazze o rombi. Tutti i tipi di ingredienti aggiuntivi vengono aggiunti al beshbarmak in diverse regioni orientali: il pesce dello storione viene usato al posto della carne nel Kazakistan occidentale, le patate bollite e altre verdure vengono messe nel nord del paese e nella Baschiria. Allo stesso tempo, per enfatizzare il gusto della carne, al piatto viene aggiunto un minimo di spezie.
Il contenuto calorico del piatto è molto alto: in 100 grammi di beshbarmak da 600 a 1000 calorie, a seconda del tipo di carne, del suo contenuto di grassi e di altri prodotti. A causa dell'alto valore nutritivo di beshbarmak, non offrono mai spuntini, in casi estremi, sottaceti fatti in casa e una pila di vodka ghiacciata.
In Asia centrale, un clima caldo impone condizioni speciali per servire il beshbarmak: il piatto viene cotto in una volta, senza riscaldarlo, sono sicuramente condivisi con i vicini, i resti vengono dati ai cani. Il brodo di grasso bollente viene bevuto da una ciotola (kasa), pezzi di carne e tagliatelle sono presi con le mani, e la salsa è immersa con una torta piatta - queste sono tradizioni popolari secolari. Dopotutto, i kebab sono stati a lungo abituati a mangiare da spiedini, senza forchette e coltelli.

Link correlati:
Agnello, 1. Carne di una pecora o di una pecora, upot.
Brodo - 1. Brodo di carne, usato.
Manzo, carne, bue, bue, mucca, upot.
Noodles (turco) - 1) Impasto di grano.
Arco - arma a mano per lanciare frecce..
Salsa, 1. Condimento liquido per alimenti; a.

Link casuali:
Desmobacteria - batteri filamentosi, dimensioni
Tappeto per coperture - cosiddetto viso.
Worldview - Una collezione di punti di vista.
Intrattabile - 1) Uno con cui lavoro.
Machaon, il pianeta minore numero 3063, un trojan.
Sansevera, zanzeverii (San-sevieria),.
Fedro (circa 15 aC
Fonolite, roccia vulcanica verde-se.

Cibo nazionale dei popoli turchi

I frutti sono preparati solo in un vaso di smalto, sempre fatto di frutti e bacche di prima qualità. Le prugne, le ciliegie, le ciliegie sono sempre bollite senza pietre. Per mele e pere, in modo che non scuriscano durante la cottura, aggiungere succo di limone o acido citrico. Subito dopo la pulizia, vengono messi in acqua, dove vengono lasciati cuocere per 20-30 minuti. Per l'ispessimento dei frutti utilizzare amido (farina di patate) al ritmo di 20-40 g per 1 litro di liquido. L'amido viene iniettato nello sciroppo o nel brodo bollito, che viene immediatamente rimosso dal calore (solo quando si usa l'amido di mais, è necessaria un'ulteriore ebollizione del terreno di frutta per circa 5 minuti).

Fare frutteti è facile. L'acqua viene portata ad ebollizione, i frutti vengono immersi, lasciati entrare a fuoco molto basso con il coperchio chiuso e quindi infusi per 20-30 minuti. Dopo di ciò, i frutti, se non vengono pestati nel purè di patate, vengono rimossi dal brodo, si sciolgono lo zucchero in esso, lo sciroppo portato ad ebollizione viene rimosso dal fuoco e l'amido viene aggiunto ad esso con continua agitazione, e i frutti precedentemente prelevati vengono addormentati. L'agitazione viene continuata per circa 10 minuti in modo da non formare un film, e quindi cospargere la superficie dello zucchero denso con zucchero a velo. Versare il succo degli altri piatti non prima di 15 minuti. Tutto ciò crea una trama più delicata più densa della gelatina, impedisce la formazione di un film. Dalla frutta e altre piante gelificanti, i porridge di frutta sono anche preparati usando una tecnologia leggermente diversa (vedi sotto).

I frutti sono mangiati con latte, panna (il più delle volte montata in schiuma).

1,5 kg di mele, 400 g di zucchero, 50-100 g di acqua.

Sbucciare le mele, tagliarle a fette di 1 cm di spessore, far sobbollire a fuoco molto basso e aggiungere lo zucchero. La gelificazione dovrebbe avvenire dalla pectina contenuta nelle mele. In mele molto succose si può a malapena aggiungere acqua - solo 1-2 cucchiai. cucchiaio.

1,5 kg di mele, 500 g di zucchero, circa 300 g di acqua (a seconda della succosità delle mele, la dose varia), 20 g di farina di patate.

Mele tagliate a fettine, cuocere a fuoco basso fino a quando non sono morbide, passare attraverso un setaccio. Nel brodo, sciogliere lo zucchero, portare ad ebollizione lo sciroppo di brodo, aggiungere l'amido, la composta di mele.

1 kg di rabarbaro, 0,5 l di acqua, 175 g di zucchero, 20 g di fecola di patate per ogni 30 ml di succo di rabarbaro (decotto), 1 cucchiaio. cucchiaio di cloruro di calcio al 40%.

Rabarbaro chiaro dalla parte superiore della parte sigillata, tagliato a cubetti (1,5 cm), cuocere a fuoco lento. Alla fine della bollitura, aggiungere cloruro di calcio, filtrare il succo, scartare il denso, scaldarlo, sciogliere lo zucchero in esso, portare ad ebollizione, aggiungere amido. Mescolare per 2-3 minuti, inserire il rabarbaro denso, re-mixare.

0,75 kg di rabarbaro, 0,75 litri di acqua, 250 g di zucchero, 25-30 r di fecola di patate, 0,75 cucchiai. cucchiai di cloruro di calcio al 40%.

Tagliare a cubetti il ​​rabarbaro purificato (1,5 cm3), versarlo in acqua bollente per 1 minuto, quindi togliere dal fuoco, aggiungere cloruro di calcio, sciogliere lo zucchero, portare a ebollizione e aggiungere amido.

Oltre ai pasticcini, ai panini e alle torte alla crema della cucina tedesca, che di solito vengono servite con il caffè, i dolci nazionali della cucina baltica, solitamente presi in prestito dal caffè, sono biscotti di pan di zenzero. Tali sono i medouolis lituani del pan di zenzero, il pumpernickel lettone e i bipiparkok estoni.

1 tazza di farina di segale, 1 tazza di farina di grano, 400 g di miele, 1 cucchiaio. cucchiaio di vodka (cumino lituano), 2-3 gemme di chiodi di garofano, 6 chicchi di pepe nero, 0,5 cucchiaini di zenzero macinato, 1 cucchiaino di scorza.

Mescolare la farina, friggere in una padella fino a ottenere un colore dorato chiaro, quindi setacciare e, senza lasciar raffreddare, versarvi dentro e mescolare velocemente il miele caldo. Aggiungere spezie, alcool, battere l'impasto, per quanto possibile, per 30-45 minuti. Stendere uno strato di 1,5 cm di spessore, tagliare in scanalature di stagno e cuocere i biscotti su un foglio in un forno riscaldato per 2-4 minuti.

500 g di farina, 100 g di burro, 3 uova, 200 g di zucchero, 50 g di nocciole (terra), 1 cucchiaino di cannella, 1 g di carbonato di ammonio o lievito.

Strofinare il burro con lo zucchero e la cannella e aggiungere le uova a questa miscela una per una. sfregandoli fino allo sbiancamento. Quindi introdurre l'ammonio, diluito in 1 cucchiaino di acqua, farina e noci. Arrotolare l'impasto in una sezione di salsiccia di 2, 5 cm, leggermente appiattito, dandogli una forma rettangolare, e metterlo su un foglio, spazzolandolo con un uovo.

Cuocere in forno fino al colore giallo chiaro, immediatamente diviso in diamanti, tagliare in diagonale. (Cuocere per circa 20-25 minuti a fuoco basso).

100 g di miele, 100 g di zucchero, 100 g di melassa, 100 g di burro, 2 uova, 0,5 tazze di acqua, 3 cucchiaini di cannella, 7 boccioli di chiodi di garofano, 1,5 cucchiaini di zenzero, 0,5 cucchiaini noce moscata (macinata), 0,25 cucchiaini di pepe nero macinato, 1,5 ore cucchiai di ammonio, poco più di 0,5 e meno di 1 kg di farina (a seconda dell'umidità e del tipo di macinazione).

Impastare la pasta come per il pumpernickel (vedi sopra), preparando prima la miscela di olio e uova. Aggiungere il miele caldo e la melassa diluiti in acqua alla pasta impastata impastata su di essa e quindi aggiungere il resto della farina fino a ottenere l'impasto duro, inserendo allo stesso tempo le spezie macinate e l'ammonio. Arrotolare immediatamente l'impasto in uno strato di 1-1,5 cm di spessore, tagliare in rettangoli (3x5 cm), applicare un motivo a linee parallele, spalmare con il tuorlo e infornare in un forno a calore moderato per non più di 10 minuti (fino all'apparizione dell'odore di spezie)

Caratteristiche comuni della cucina dei popoli turchi

Cucine nazionali di numerosi popoli turchi della RSFSR (oltre 25 persone su un totale di 10 milioni di persone) che abitano il Tatarstan, il Bashkortostan, un certo numero di regioni limitrofe del Volga, diverse repubbliche autonome e regioni del Caucaso settentrionale, Daghestan, Cecenia, Inguscezia. Ossezia, Cherkessia, Karachay, Kabarda, Balkaria, Adygea, così come Yakutia in Siberia! in un modo o nell'altro, le principali tendenze culinarie discusse in questo libro si ripetono in termini di composizione delle materie prime, composizione e tecnologia della cucina. Con poche eccezioni, i piatti nazionali di questi popoli con nomi diversi duplicano piatti simili delle principali cucine nazionali del nostro paese.

Ad esempio, la cucina tatara diffusa nel nostro paese (e il Bashkir vicino ad essa), che ha ottenuto ampia popolarità in diverse regioni della RSFSR attraverso il sistema di ristorazione, in primo luogo, è lontana dall'essere conservata nella sua forma pura, perché è stata fortemente influenzata dai popoli in cui esistono i tatari (Popolazione tatara di 6,5 milioni di persone, e insieme a Bashkir 8 milioni), e in secondo luogo, la tecnologia e la gamma di piatti in realtà coincide con le cucine dell'Asia centrale - kazako e uzbeko, poiché la loro radice è per molti versi comune - l'orda d'oro La cucina del cielo dei secoli XIII - XVI.

Le altre due principali cucine dei popoli di lingua turca, Caucaso settentrionale e Giakuta, sebbene differiscano l'una dall'altra, che è spiegata dalle ineguali condizioni naturali del Caucaso e della Siberia orientale, mantengono le caratteristiche comuni dell'antica cucina turca nomade, i loro antenati, ma allo stesso tempo sono vicine alle cucine dei popoli vicini: Caucaso settentrionale - Azerbaijani e Yakut - Mongolo e subartico, o polare. Le cucine del Caucaso settentrionale e dello Yakut sono piene di prestiti e rielaborazioni da queste cucine e non sono molto diverse nella tecnologia. Ma le caratteristiche della cucina antica, nonostante tutte le influenze successive, si ergono fermamente e si manifestano nella selezione dei prodotti e nella composizione di una serie di piatti delle moderne cucine turche. Così, carne di cavallo, piatti da esso, e koumiss fino ai giorni nostri appartengono ai piatti più onorevoli dei Tartari del Volga, i Baschiridi degli Urali, i Nogais del Mar Caspio, i Kumyk del Daghestan e gli Yakut della Regione Polare. È interessante notare che, mentre nella parte europea industriale del paese, anche la cucina tatara nel suo insieme sta perdendo sempre le sue caratteristiche classiche turche, cedendo qua e là alle influenze culinarie urbane alla moda, nella lontana Yakutia, le tradizioni culinarie turche, in precedenza non così pronunciate, sono notevolmente rafforzato negli ultimi anni. Oggigiorno, proprio in Yakutia, come in nessun'altra parte del paese, la linea di carne dell'allevamento di cavalli è fiorente. Qui a cavallo è della migliore qualità, dal momento che i cavalli Yakut con contenuto di mandria durante l'estate si ingrassano rapidamente e danno carne eccellente, che è molto richiesta anche sul mercato mondiale.