Principale > Frutta

Cause di edema all'uscita dal digiuno

Molto spesso, specialmente con la prima esperienza di digiuno di più di 5 giorni, può verificarsi gonfiore all'uscita. Sarebbe più corretto chiamarlo una ritenzione di liquidi nel corpo, che si manifesta con una diminuzione della quantità di urina, un aumento di peso di 1-2 kg al giorno, così come il gonfiore degli occhi e l'edema degli arti inferiori.

Quando si lascia il digiuno per 1-3 giorni di edema di solito non accade. In effetti, in un tempo così breve, il corpo non ha il tempo di passare alla nutrizione interna. Ma con il digiuno di 5-7 giorni o più, i cambiamenti nel lavoro del nostro corpo sono già più significativi. E questi cambiamenti riguardano il rapporto tra potassio e sodio nelle cellule. La chetoacidosi, che si verifica durante la transizione verso il potere interno del corpo, porta ad un aumento del consumo di potassio nel corpo. E se all'uscita dal digiuno inizi a utilizzare cibi con un alto contenuto di sodio o inizi a decapare il cibo, sono garantiti ritenzione idrica e gonfiore.

È per questo motivo che il sale non può essere usato per le prime settimane all'uscita dal digiuno. Se la fame durava per più di 20 giorni, il sale può essere usato non prima che dopo due settimane di nutrizione riparativa.

La ritenzione idrica può anche verificarsi quando esce correttamente dal digiuno. Il più delle volte ciò si verifica nei dispositivi d'avviamento degli antipasti perché il corpo non è ancora abituato a muoversi rapidamente nell'alimentazione interna e per l'insorgenza di una crisi acidotica, è necessario più tempo. In questo momento, si verifica solo il consumo intensivo di potassio.

Anche l'aumento del consumo di potassio nel digiuno può essere associato a una fame prolungata - più di 10-15 giorni.

Il digiuno nelle persone con malattie croniche può anche essere accompagnato da edema a causa della mancanza di potassio.

Uno sforzo fisico significativo durante il digiuno porta al consumo di potassio e può portare all'edema all'uscita.

Enemas con soluzione di cloruro di sodio ipertonico possono anche essere causa di carenza di potassio durante il digiuno.

Cosa devi fare per evitare l'edema dopo il digiuno.

- è necessario aumentare gradualmente la durata del digiuno, iniziando con brevi periodi;

- non condurre il proprio digiuno a lungo termine senza la supervisione di specialisti e esami supplementari;

- si consiglia agli antipasti principianti di non sovraccaricare durante la fame;

- invece di clisteri con una soluzione di sale, fare clisteri con urina o con una soluzione debole di permanganato di potassio;

- all'uscita dal digiuno, non usare prodotti contenenti sale e non aggiungere sale al cibo, / per il digiuno per 6-7 giorni - almeno una settimana, per un digiuno più lungo - almeno due settimane /;

Cosa succede se si verificano ancora gonfiore e ritenzione idrica?

Un metodo abbastanza semplice è iniziare a prendere integratori di potassio, come panangin o asparkam, 1 compressa 2-3 volte al giorno. Di solito, due o tre giorni di terapia sono sufficienti per garantire che il gonfiore sia addormentato e che sia migliorata la diuresi normale.

È inoltre possibile raccomandare uvetta, albicocche secche, albicocche secche e composte di loro. Contengono grandi quantità di potassio e aiutano a compensare la sua carenza nel corpo.

Non male ridurre il gonfiore esercizio praticabile, sauna.

In alcuni casi, puoi trascorrere un digiuno a secco un giorno.

Bene, e la raccomandazione più importante è la cura e l'attenzione quando si usa il digiuno.

Gonfiore dopo il digiuno

Quando esci dalla fame, dovresti guardare a te stesso come a una malattia grave e seguire rigorosamente la dieta qui sotto.

Quindi il tuo piano di digiuno è completo. Hai raggiunto ciò che volevi. I dolori scomparvero, si godette il digiuno e tirò fuori il petto con la ruota - questo è ciò che io (che) buon amico.

Se tutto è andato bene, o è stato stabilito bene e facilmente, e hai il tempo e l'opportunità, aggiungi una o più settimane al tuo digiuno. Se no, allora no. E poi:

Abbiamo deciso: mi sto riprendendo domani.

Il digiuno è una procedura molto radicale per il corpo. Durante il digiuno, è iniziato un processo di pulizia intensivo nel tuo corpo. Gli organi dolorosi e infiammati sono trattati e puliti. L'immondizia e le scorie vengono trasformate in pus e si muovono attraverso i tessuti del corpo prima che venga rilasciato dal corpo. I depositi di grasso vengono assorbiti usando l'energia. Le proteine ​​vengono raccolte dai muscoli e da altri tessuti malati e vengono utilizzate per ripristinare i tessuti degli organi e organi malati che funzionano nel corpo con un malfunzionamento. Esiste un'intensa sintesi di sostanze necessarie all'organismo nelle sue attività. In breve, c'è una complessa attività di tutto l'organismo per regolare e ripristinare tutti i sistemi di supporto vitale senza la vostra partecipazione. Non sai nemmeno quale organo sia sintonizzato in quel momento e in che modo, specialmente se non c'è dolore.

E all'improvviso hai deciso di intervenire. Mangiato bene Per il tuo astrale è fuori dal nulla! È necessario interrompere immediatamente il tremendo lavoro di creare il corpo e riorganizzarsi nella vita normale con il cibo e l'escrezione. Per fare ciò, il tuo astrale dovrebbe ascoltarti e iniziare a riportare l'attività del tuo corpo alla normalità. Ha bisogno di tempo per questo. Di solito da due a 7 giorni. Cerca di non affrettare questo processo. Dai tempo ad Astral di fermare un lavoro e iniziare a costruirne un altro.

Il compito principale all'inizio del recupero è il problema di fermare i processi violenti di purificazione che avvengono nell'organismo affamato, con il rilascio di scorie, gas e pus puzzolenti.

Si ritiene che per fermare il digiuno, devi aspettare che la lingua si arrossisca e ti stuzzichi. Questo non è del tutto corretto, perché di per sé l'arrossamento della lingua NON può venire molto dopo 40 giorni di digiuno, specialmente se il corpo ha ancora radici di una malattia particolarmente profonda che può essere curata per più di 40 giorni di digiuno.

Inoltre, a volte c'è un urgente bisogno di interrompere il digiuno è urgente: che richiede la forza del paziente. In questi casi, è necessario che quando la lingua non viene pulita, la saliva non diventi amara, densa e appiccicosa, ma liquida e dolce. Durante il digiuno, le ghiandole salivari scaricano scorie e detriti con il pus in bocca. Ora devono dare succhi digestivi e devono essere costretti a farlo.

Prima di tutto, è necessario PULIRE LA BOCCA dalla saliva puzzolente, amara e appiccicosa, che riempie la bocca della persona affamata e avvelenerà lo stomaco, scendendo in esso con del cibo.

Per fare questo, prendi un pezzo (35-40 gr) di pane nero raffermo con sale e una fetta di cipolla o mela, masticali bene, massaggiando la lingua, le gengive e le guance con la pappa masticata e sputi tutto: il pane e la mela e il succo da esso, niente è entrato nello stomaco. Ciò causerà immediatamente un'abbondante saliva, che laverà le mucose della bocca da tutta la spazzatura attaccata. Fare attenzione a non esagerare con la masticazione della mascella. Dopo 30-40 giorni di digiuno, a volte è necessario masticare da 8 a 10 pezzi in questo modo, mezz'ora uno dopo l'altro, in modo che la saliva diventi "digestiva".

Senza questo, il cibo giusto non migliorerà per molto tempo, l'appetito sarà letargico, breve e non ci sarà alcuna sensazione di completa salute. Dopo aver iniziato a mangiare, MANTIENI L'APPETITO: garantisce un rapido recupero e l'apogeo di tutto l'organismo.

Per questo è la masticazione del pane con mela o cipolla. Questa masticazione deve essere eseguita il primo giorno di recupero fino a quando appare una saliva dolce e piacevole. Solo dopo questa sensazione è possibile bere succhi e cibo. Masticare il pane con mele e cipolle dovrebbe essere ripetuto nei giorni successivi, soprattutto se la salivazione non si ferma.

Nell'intestino di un organismo affamato, la microflora benefica e patogena scompare. Per impedire o eliminare la comparsa di microflora patogena, è necessario assumere preparazioni di Befid e Lattobacilli; La loro scelta nelle farmacie moderne è sufficiente.

Sintonizzati sul fatto che cucini tutto il cibo per il recupero da solo e in quantità ai pasti. Fino all'apparizione di uno sgabello normale, è necessario continuare a fare clisteri, prima di mangiare, bere un sorso di decotto di assenzio e strofinare il corpo con olio d'oliva caldo dopo un bagno caldo. Questo viene fatto per prevenire la comparsa di feci secche nell'intestino crasso e causare movimenti peristaltici nell'intestino. Durante il recupero, l'attività delle aree intestinali che assorbono i nutrienti, ritorna alla sua normalità. L'assorbimento attraverso il colon pulito e trattato è molto intenso, ma la motilità intestinale è un po 'in ritardo. Le feci in arrivo si asciugano rapidamente e durante il movimento possono ferire sia il colon che il retto. La paraprocitite non tarderà ad arrivare. Un decotto di assenzio provoca un restringimento dell'intestino più spesso e impedisce alle feci nell'intestino di ristagnare prima che si asciughi.

A) Il primo giorno di recupero.

a) una fetta di pane raffermo (fino a 50 gr.) e una fetta di mela o una fetta di cipolla.

b) preparare un decotto di assenzio

Prendi un sorso di decotto di assenzio.

Prendi una bottiglia di lacto e bifidobatteri - 5 dosi (vendute in farmacia).

Inizia a masticare il pane con una mela o una cipolla. Dovrebbero essere masticati molto lentamente e completamente, senza stancare i muscoli masticatori con la masticazione, e la pappa risultante ha risciacquato la bocca, pulire le gengive, le guance e la lingua con questa pappa. È impossibile ingoiare questa pappa, deve essere sputata. Dopo che il pane si è esaurito, riposare per 25-30 minuti e masticare di nuovo il pane con una mela o una cipolla fino a quando appare la saliva dolce e liquida. Tali pezzi devono masticare fino a 10.

Dopodiché, se hai fame per 10 giorni, bevi un bicchiere di succo di mela di notte (puoi comprarlo nel negozio). Se sei stato affamato per più di 10 giorni, bevi succo diluito con acqua della metà. Se ci fosse il digiuno a termine - 40 - 42 giorni (prima di pulire la lingua e l'appetito) si bevono 0,5 tazze di succo diluito durante la notte. Non prendere nient'altro

I clisteri e i lassativi e la pulizia dello stomaco si fermano. Di notte, fare un bagno caldo e strofinare il corpo con olio d'oliva caldo.

Da ora in poi, fino a un terzo del periodo di recupero (il tempo di recupero è pari al periodo di digiuno) pasti 5 volte al giorno per un bicchiere di cibo liquido. Masticare e sputare 3 fette di pane equivale a un pasto.

B) Il secondo giorno di recupero. Prendi un decotto di assenzio e una bolla di lacto e bifidobatteri. Masticare il pane due o tre volte. Quindi bevi un succo di mela un bicchiere ogni tre ore, se il digiuno era di 10 giorni e un bicchiere di succo diluito con acqua (1: 1), se il digiuno era più di 10 giorni, non più di 4 bicchieri al giorno.

Clistere la sera da fare. Bagno e corpo sfregano con olio d'oliva sono i benvenuti.

B) Il terzo giorno di recupero. Prendi un decotto di assenzio e una bolla di lacto e bifidobatteri. Al mattino, masticare pane 1 o 2 volte. Quindi, preparare un bicchiere di porridge liquido in acqua e mangiare lentamente. Tre ore dopo, prepara un bicchiere di verdure bollite passate e mangia.

A partire dal terzo giorno di recupero, appoggiarsi a frutta e verdura che hanno un effetto lassativo (barbabietole, prugne, prugne, ecc.) Si possono assumere due compresse di glicerofosfato di calcio al giorno.

Dopo tre ore, cucina di nuovo e mangia un bicchiere di porridge. Clistere. Olio strofinato

D) Per trascorrere i prossimi giorni in modo simile. Verdure cotte diluite con verdure grattugiate crude (dal 50% al 50%). Frutta e verdura crude da pulire o saltare attraverso gli elicotteri.

La quantità di cibo assunto a volte viene gradualmente portata al suo solito in tempo pari a 1/3 del periodo di recupero. Il periodo di recupero è uguale al periodo di digiuno.

Enemas e lo sfregamento dell'olio fanno fino a che le feci normali non compaiono.

Normale sgabello - feci salsiccia morbida.

Carboidrati 1 e 2 giorni

Proteine ​​(vegetali e latticini) + carboidrati 3 e 4 giorni

Grassi (vegetali) + proteine ​​(vegetali e latticini) + carboidrati nei giorni successivi

Carne il 10 ° giorno (se vuoi veramente 10 - 15 gr una volta al giorno)

Le spezie e l'aglio per un massimo di 15 giorni sono completamente vietati.

Masticare il pane con una mela o una cipolla, agendo sulla psiche, è garantito per rallentare il processo di pulizia. Se non mastichi il pane e non bevi il succo secondo il programma, ma piuttosto mangerai in modo intensivo cibi disdicevoli, il processo di purificazione brucerà il corpo e potrebbe comportare una complicazione: l'accumulo di pus nei luoghi più inappropriati. Questi enormi ascessi non sono accompagnati da febbre, ma possono richiedere un intervento chirurgico.

Manifestazioni che agitano quando si esce dalla fame (recupero)

Vomito mentre mastica il pane e mangia.

Di solito accade quasi sempre quando si recupera da lunghi periodi di digiuno (più di 30 giorni), quando una persona ha fame per 2/3 del digiuno a tempo pieno (la durata del digiuno a tempo pieno è individuale per ciascun organismo). Questa non è una complicazione. Hai appena iniziato un processo di pulizia intensivo e i tuoi segnali astrali ti dicono che hai bisogno di continuare a digiunare, poiché il rilascio di tali detriti e scorie è iniziato, l'astrale non può fermarsi a causa dell'impossibilità del loro smaltimento nel corpo. Devi avere il coraggio e continuare a digiunare fino a l'aspetto dell'appetito. Uomo e vai per il subconscio. Facendo appello ai medici che chiamano questo processo l'anoressia (non avendo nulla in comune tranne vomito con anoressia reale) ha conseguenze spiacevoli, dal momento che l'introduzione di glucosio e amminoacidi nel sangue disturbano il processo di purificazione. La prognosi per la tua salute dopo questo è imprevedibile.

Aiuto. Se c'è bisogno di uscire dalla fame in questo stato - è necessario masticare il pane con un pezzo di mela o cipolla, o masticare un pezzo di banana, sfregare tutta la bocca, la lingua e le guance dall'interno con la pappa. Tutti lo sputano. Fai dieci volte al giorno. Continua e il giorno successivo fino a quando il riflesso del vomito scompare quando mangi. Con tale azione, costringi il tuo subconscio a interrompere lentamente i processi di purificazione e iniziare il recupero. Ma è meglio trovare la forza e il tempo e continuare a digiunare fino all'appetito e pulire la lingua.

Spreco continuo di saliva. A rigor di termini, questa non è una complicazione. È solo che hai iniziato un intenso processo di purificazione e il tuo astrale ti segnala di continuare a digiunare. La persistente masticazione del pane con mela e cipolla, alla fine, costringerà il tuo astrale a rallentare lentamente l'intenso processo di purificazione iniziato. Tuttavia, dovresti sapere che ti sei allontanato dal sentiero della salute e sei passato alle malattie.

Masticazione insufficiente del cibo Quindi, flatulenza, dolore allo stomaco e all'intestino, gonfiore, ecc.

Aiuto. Meglio masticare il cibo e usare una varietà di grattugie e grinder. Non dimenticare di mescolare il cibo schiacciato con la saliva, come se si sciacquasse la bocca con la pappa masticata, ma non si stancassero i muscoli masticatori con la masticazione.

Il consumo di alimenti salati, affumicati, concentrati e proteici (piselli, fagioli) nei primi 10 giorni di recupero minaccia con alcune complicanze: edema, torsione intestinale, indigestione, vomito e diarrea.

Aiuto. Stare lontano dal cibo sopra menzionato nei primi 10 giorni di recupero. Verdure crude (semi bollite) necessarie, verdure bollite, crude diluite, passate attraverso trituratori. Cereali, cereali (consistenza liquida di kissel) cereali - riso, grano saraceno, miglio con un supplemento di frutta e verdura. Tutti desiderabili passare attraverso le smerigliatrici.

Urina torbida Controlla la chiarezza delle urine. Se diventa fangoso, allora mangi troppo.

Aiuto. Salta uno o due pasti. Bevi solo acqua fino a che non compaia l'urina chiara.

Tentativi di mantenere il peso corporeo, che è stato raggiunto al momento del recupero, invariato.

Controllo del peso durante il recupero. Nei primi due giorni di recupero, dovrebbe scendere, quindi salire. Il recupero del peso non è solo dovuto all'accumulo di grasso, ma anche al ripristino delle aree dolorose degli organi interni, assorbite durante il digiuno. Un tentativo di risparmiare peso può portare a uno squilibrio nel metabolismo degli oligoelementi. Non considerarti molto intelligente, affidati al tuo subconscio e chiedi spesso consiglio a persone che hanno esperienza di digiuno in vari termini.

Aiuto. Prenditi una pausa da questo pensiero. Il tuo peso dopo il digiuno dovrebbe raggiungere lo stesso valore di prima del digiuno. Non puoi ottenere 1 - 2 kg. Il cibo dovrebbe essere variato (i porridge sono diversi, le verdure sono bollite e mezzo diverso, i prodotti a base di latte fermentato).

La quantità totale di cibo non dovrebbe superare un litro al giorno. Prova per ogni pasto a usare un bicchiere di cibo. Nei primi giorni, aggiungi acqua al cibo, portando il suo volume al bicchiere. Nei giorni successivi, ridurre la quantità di acqua aggiunta e aumentare la quantità di cibo. Questo dovrebbe continuare finché la sedia non viene regolata saldamente (due o tre volte). Le feci dovrebbero assomigliare alla consistenza morbida della salsiccia e andare senza lacune. L'urina non dovrebbe essere torbida.

Dopo il digiuno le gambe si gonfiano

Cristiano ortodosso
consiglio di bordo

Argomento: # 20134
Post: # 524998
30/03/2003 10:53

E dove è il tema di "Brainstorming".

Il resto dei tuoi messaggi viene cancellato per maleducazione. Considera questo un avvertimento. Se continui ad essere scortese, non apparirà più qui. Non hai inserito il Moderator Institute sul forum, non è per te cancellarlo. Non mi piace - nessuno ti tiene qui.

Dove le risposte sono essenzialmente.

E in sostanza dovresti vedere un dottore. O al forum medico. Il tuo argomento non ha nulla a che fare con l'argomento del forum.

Edema salino e privo di proteine

Ti dirò cosa mi è successo a causa del consumo di sale. Sono un uomo sano fin dall'infanzia. Ma appassionato di syroedenie e di digiuno per un po '.
E questo è quello che è successo.

In un primo momento vale la pena di dire che ero impegnato in syroedenia e ho mangiato esclusivamente cibo strettamente vegetariano per due anni, non meno. Non mangiava carne né uova. Solo latticini, e poi un po '. E in generale, ero sempre più attratto dai peperoni bulgari crudi o leggermente incollati, pomodori, ripieni di mezzo cavolo. Insalate con olio d'oliva. Mi sono abituato così tanto che mi sono stufato di loro. E soprattutto - la psicologia è stata ristrutturata. Tutto è cambiato nella mia testa. Ho persino smesso di capire cosa significa mangiare carne o pesce, per esempio. Inoltre, il prodotto stesso ha iniziato a provocarmi un terribile disgusto, tanto più è avanzato. Per non dire che sono una persona impressionabile in particolare, ma naturalmente non mi piacciono molto i cadaveri. Ed inoltre è impossibile dire di me che sono un aderente ad un'ideologia settaria, o un seguace di qualche guru, o una fede che proibisce di mangiare carne. No. Sono venuto al vegetarismo da solo e in modo assolutamente cosciente, ho sentito in un momento solo che non voglio più mangiare carne e pesce. - quello che mi ha riempito fin dall'infanzia.

E ti dico, cambiamenti irreversibili (come ora vedo) mi sono venuti in mente. La natura positiva (ci credo, malgrado il fatto che i dottori ululano orrendamente urlando nelle mie orecchie che "questo è dannoso". Mi sento solo come vivo bene e vivo.) Altrimenti, mi dispiace di non poterlo Beh, non riesco ad ingozzarmi e a riempirmi di forza, è successo così che la mia coscienza in qualche modo è cambiata da sola: non ho letto nessuna letteratura e non mi è mai piaciuto niente del genere, e non ho comunicato con nessuno dei vegetariani. È venuto come conseguenza delle restrizioni generali.

Bene, eccolo qui. È venuto allora, ricordo, fino all'assurdo. Camminavo per la strada, e qualcuno porta pesce o carne in una borsa trasparente in una rete. E lo vedo come un cadavere. Questo è quello che è venuto. Non c'era un particolare disgusto, solo pensieri così sinceri erano, beh, nessun posto dove andare da loro. Sembrava così.

E così, io, continuando la mia fame normale, otgolodala 23 giorni. E dopo ogni corso di digiuno, mangiavo regolarmente il sale e spesso mangiavo olive o cavoli salati da una lattina dopo 10 giorni di digiuno, il 4 °-5 ° giorno. E anche al 2 °.
E non c'era niente di speciale. Bene, diventano un po 'gonfie le gambe. Ma non ho prestato molta attenzione a questo (anche se è stato spiacevole ovviamente - come se le mie gambe fossero dure). Perché le mie gambe sono naturalmente dense da sole. Sì, e in qualche modo il problema dell'edema, non l'ho mai avuto.

E così ho passato un digiuno di 23 giorni, dopo di che ho deciso di non mangiare sale. Ma andare a un forum e condividere la mia esperienza ha ricevuto lo strano consiglio di una donna molto strana che mi ha chiamato ignorante e ignorante. (A proposito, se mi chiami un ignorante, poi uno e Fields Bragg, perché sostengo il suo concetto dei pericoli del sale, e non c'è niente nella mia mente.) Ma la signora, a quanto pare, non pensava). Mi è stato consigliato di mangiare sale. Ad essere onesti, ero così felice che ci siano persone nel mondo che combattono "per il sale". Che ha ancora deciso di mangiare di nuovo la mia gustosa insalata salata preferita. - questo è come il potere della suggestione inconscia da atti esterni. Naturalmente, io stesso ho lasciato questa eresia e la terribile bugia a me stesso nella mente, perché la mente si sforzava per il piacere - per i golosi e per i sensi. Certamente, ho criticato questa signora subito sul sale (ma le mie vecchie abitudini e il desiderio di voglie e la brama di conoscenza del mondo - ho dovuto sapere finalmente cos'è il sale! Infine, mi hanno spinto a mangiare di nuovo il sale dopo il digiuno.) Ma non era lì. Perché la fame per 23 giorni non è di 10 e non di 15. Come si è scoperto. Questo è molto più serio. E questi sperimentatori con il sale - che conclusione inequivocabile ho ora disegnato - sono semplicemente burloni di pisello che si concedono il veleno e sostengono che è utile. Mercurio, tra l'altro, è stato anche trattato una volta, e l'arsenico. Sì, molto di più. Ma ancora, credo più del buon vecchio zio Bregga e di Malakhov - tutti loro non sono burloni di piselli e sfortunati inventori naturalisti. E le pratiche serie che hanno superato tutto sulla propria esperienza e hanno abbastanza ragioni per dire qualcosa.

Così, avendo sperimentato tutto sulla mia "pelle personale", ancora una volta convinto della correttezza delle loro conclusioni. Come si suol dire, fintanto che non cammini te stesso e non lo fai tu stesso, è difficile da credere.

Ti dirò la mia esperienza. E così, ho passato un digiuno di 23 giorni. Sono andato a quel forumok e c'è stata un'accesa discussione sul sale con quella signora che mi ha definito "ignorante". E qui in me la natura della ricerca si è risvegliata, il che ha richiesto lo stesso a dotare le io. Non ho cercato di vedere o venire a qualcosa. Ho appena iniziato a sbizzarrire le mie vecchie abitudini (la mente era desiderosa di godere dei sensi, e il consiglio sul "bisogno di sale" è diventato una spinta per me, "permettendo" il suo uso).

Quindi, dopo aver visitato il forum, una "bella giornata", dopo questo digiuno di 23 giorni e il consumo di succhi, ho mangiato ancora un'insalata. Insalata di pomodori freschi con cetrioli con olio d'oliva e sale. Il sale è mare, celtico, finemente macinato. Di solito, salivo, l'avevo mangiato prima, voglio dire... prima del digiuno. Sale normale, solo molto più salato del normale sale. Insalata salata, mangiava. La verità è, e la zuppa prima di questo sale. In generale, zuppa con insalata e tutto il giorno - tutto si è rivelato salato. Sono andato a letto. E al mattino mi sono svegliato a malapena. Quando sollevò la coperta e guardò i suoi piedi. all'inizio non capivo quale fosse il problema... qualcosa sembrava gorgogliare da qualche parte laggiù.
E quando ho guardato. le gambe erano quadrate. Si trasformarono in sacchetti di plastica di acqua. Questo non l'ho mai visto in vita mia. E anche nei libri di medicina non ha letto. L'idea di idropisia di certo non mi è venuta in mente. Il pensiero era diverso, dicendomi: "Che orrore è".

Ho provato ad alzarmi dal letto. Ma tutto ghoulish disgustosamente. I piedi erano come borse d'acqua. Ho provato a premerle, le mie dita erano quasi invisibili - tutto era gonfio, gonfio, e l'acqua era proprio sotto la pelle, e gorgogliava - proprio come in una borsa o in un bicchiere, o in uno stagno - tutto questo produceva suoni simili.
Sembrava che l'acqua fosse uniformemente versata sul piede - e nelle dita, ma soprattutto attorno alla caviglia - in generale, sembrava essere stata versata da qualche parte e così lasciata.

"Mi sono ricordato dell'avviso Malakhov-" Dopo il digiuno, non mangiare sale. Il gonfiore è possibile. "

Stando in piedi, ho provato a muovermi. Sensazione orribile orribile. I piedi gorgogliano sotto mentre si cammina. Era disgustoso andare, ma dovevo andare in bagno. Durante il primo movimento (e quando ho iniziato a recuperare un po 'da quello che ho visto), ho iniziato a rendermi conto che per me era difficile respirare.
Toccandomi sul collo, mi resi conto che anche lei era gonfia. Quando raggiunsi lo specchio, vidi che la mia faccia era gonfia. Sentendo le mie mani, ho affermato che entrambe le spalle e le braccia erano tutte gonfie. Poi ho iniziato a toccare tutto il corpo - lo stomaco, la schiena - ovunque sotto la pelle mi sentivo come una specie di anormale strato d'acqua. Ma la cosa peggiore era che per me era terribilmente difficile respirare. Respiravo a malapena, mi sembrava che i polmoni non potessero muoversi. Come se fossero pieni di qualcosa, e non hanno dove muoversi. No, non avevo paura di morire. Il pensiero principale che occupava la mia mente era il pensiero: come sopravvivere in queste condizioni. Ho capito che era salata. Questo non mi è mai successo prima, e nemmeno vicino. Non ho mai sofferto alcun gonfiore. Giorno Ho appena fatto il giro dell'appartamento. Piedi gorgoglianti Anche muoversi per l'appartamento era difficile - era terribilmente difficile respirare. Ha vissuto di minuto in minuto. Vivrò un minuto e sarò felice. I polmoni sono ben respirati. Ma respirare era davvero difficile. Penso di essere sopravvissuto senza l'ambulanza solo perché mi sono allenato a respirare e fin dall'infanzia sono andato a fare sport.
Dopo un giorno o due, approssimativamente, ora non ricordo esattamente quanto ho pianto, più precisamente mi sono sdraiato e mi sono seduto (alternativamente) quasi senza movimento (perché era pericoloso muovere - tutti gli organi erano pieni come se), finalmente l'edema cominciò a placarsi. All'inizio è diventato più facile respirare. Ho iniziato a muovermi più facilmente, volevo mangiare. Ma le gambe non si muovono. In fondo alle gambe erano ancora delle borse d'acqua. Poi ho iniziato a preoccuparmi: "E se non ho un idropisiaco, perché non ci vuole così tanto tempo?"
Dopo aver consultato un terapeuta, si è scoperto che si trattava di edema privo di proteine. Questo è quando i capillari sono privi di proteine, il sale penetra nello strato sottocutaneo, insieme al liquido. Il liquido è intrappolato nel sale in questo strato molto sottocutaneo. Cioè, in assenza di proteine ​​nei tessuti, i capillari diventano come un setaccio - e passano il sale, che si accumula, accumulando acqua e non permettendo che circoli normalmente.
Per molto tempo, per molti anni, dalla prima volta che ho preso il libro di Paul Bregg nelle mie mani, non potevo rifiutare il sale. L'amavo così tanto - e tutto era salato, e in generale non potevo mangiare cibo senza sale per molto tempo. Anche se mangiato, rotto, senza sale e cereali e tutto. Ma non poteva continuare a farlo per molto tempo, anche se sapeva cosa fosse necessario, ma non poteva. Starved, ma poi mangiò poco sale. Questo non vuol dire molto, ma come al solito, e soprattutto la carne in scatola, non mi è mai piaciuto. Ma la verità amava salare un pezzo di pane, per esempio, mangiare con aglio.

Ma ora, ero così spaventato che mi sono detto: niente più sale. È spaventoso solo in termini di pericolo di vita. Certo, il terapeuta ha cercato di convincermi che tutto ciò era dovuto alla mia dieta vegetariana e alla mancanza di proteine ​​nei capillari. Ma sapevo che non era necessario imbottirmi di carne per essere in salute. E, beh, ora non riesco a riempirmi di carne! Con "ripieno" intendo anche mangiando un pezzettino - beh, non posso e tutto. Lo stesso vale per pesce e formaggio. Bene, sono in qualche modo difficile dopo questo pasto. Non ricicco così tanto. Forse se fossi un selvaggio o un atleta olimpico o qualcun altro che brucia tutto al volo, avrei potuto digerirlo. Ma questo cibo - carne, pesce, uova, formaggio, ecc. - mi sembra molto pesante ora. Giusto molto. Non riesco a usarli. Anche se dopo che il terapeuta mi ha quasi attaccato con rimproveri sul vegetarismo, ho iniziato a mangiare di nuovo carne e pesce. Ed ero convinto finalmente e irrevocabilmente - Non posso consumare questo cibo. Ho abbastanza piselli e, occasionalmente, una volta al mese. E così - vado completamente in giro con pisello erculeo e grano saraceno. O un paio di patate al giorno e sentirsi bene.
In generale, sale, ora temo il fuoco. E ricordo sempre gli avvertimenti di Bragg su questa "morte bianca" (come ora la chiamo).

Voglio dire La gente, stai attento, non credere a tutto ciò che scrive! I consigli a volte si contraddicono direttamente l'un l'altro. Non credere a nessuno, perché praticare il digiuno in realtà non è abbastanza - la maggior parte degli oratori e dei consulenti. Ed è davvero difficile morire di fame. Questo è molto serio. Non ascoltate gli "uomini intelligenti", e come raccomandato dalle grandi autorità della fame: "È meglio non dire niente a nessuno". Soprattutto durante il periodo di digiuno e dopo di esso. Perché dopo il digiuno, il tuo corpo e la tua mente sono indeboliti (specialmente quando c'è una forte pulizia). E potresti essere influenzato dall'esterno. Stai attento.

Gli effetti negativi del digiuno prolungato

Come in ogni forma di trattamento non convenzionale, specialmente tra le persone non preparate, la pulizia del corpo astenendosi dal cibo può essere accompagnata da fenomeni spiacevoli. Gli effetti negativi più comuni del digiuno sono l'edema, l'eccesso di cibo dopo il digiuno, la colica renale e lo svenimento ortostatico. Con tutti questi effetti collaterali, puoi facilmente farcela.

Complicazioni dopo il digiuno e durante il rifiuto del cibo non è così tanto. Gli scienziati hanno sviluppato misure per superarle e prevenirle.

Complicazioni dopo il digiuno: svenimento e colica renale

Per la prevenzione di svenimenti osservati in persone con una bassa pressione, è necessario alzarsi lentamente dal letto dopo il sonno e riposare, non fare movimenti bruschi. Se si è verificata una sincope, il paziente deve essere sdraiato, sollevando le gambe, aprendo la finestra e lasciandolo inalare ammoniaca. In alcuni casi, si consiglia di utilizzare la caffeina del farmaco.

L'esacerbazione di un'infezione cronica è una conseguenza di un lungo digiuno, quando si astiene dal cibo per più di due settimane. Si ritiene che dopo 14 giorni di digiuno ci sia una temporanea depressione dell'immunità - immunosoppressione. L'obiettivo dell'infezione può essere la pielonefrite, la tonsillite, l'annessite, ecc. Ai fini della profilassi, è importante non consentire la sovraraffreddamento del corpo, bere molta acqua.

Con un'infezione del sistema urinario, puoi ricorrere alla fitoterapia.

Se c'è una colecistite cronica, è necessario fare 2 tubicoli (rilevamento "cieco") a settimana.

Coloro che hanno la tonsillite hanno bisogno di 2 volte al giorno per fare i gargarismi con una soluzione antisettica o un infuso di erbe.

Nella fase di aumento dell'acidosi, grave nausea, dolore addominale, vomito ripetuto, può verificarsi debolezza. Per alleviare l'intossicazione devi bere acqua minerale alcalina con gas. Puoi addolcirlo con il miele, aggiungere il succo di limone. Quando il vomito indomabile richiede fluidi per via endovenosa, è necessario interrompere il digiuno.

Per la prevenzione della colica renale, è necessario bere almeno 1,5 litri di acqua durante il giorno e assumere acqua minerale alcalina durante l'acidosi. Se si verifica colica, antidolorifici, un bagno caldo o una bottiglia di acqua calda sulla regione lombare allevieranno le condizioni del paziente.

Eccesso di cibo e gonfiore delle gambe dopo il digiuno

A causa del crescente appetito, una persona può mangiare fino a nausea, vomito, pesantezza allo stomaco, diarrea. Quando si mangia troppo, si consiglia di lavare lo stomaco, assumendo un lassativo, rifiutando di mangiare per un giorno. Prevenzione - rigorosa aderenza alla dieta del periodo di recupero.

L'edema alle gambe può anche svilupparsi dopo il digiuno, specialmente se una persona ha iniziato a mangiare cibi salati prima che fosse permesso. Durante il giorno, il peso dovuto all'edema può aumentare fino a 2 kg. Assegna dieta senza sale, diuretici. Al fine di prevenire edemi dopo il digiuno, non salare il cibo prima della fine del periodo di recupero.

Molto raramente si può osservare la sindrome convulsiva nei muscoli del polpaccio, aritmie cardiache, processi erosivi e ulcerativi nella mucosa dello stomaco e del duodeno. Viene effettuato un trattamento sintomatico, con violazioni persistenti, la via per il digiuno è completata.

articoli

Informazioni di contatto

Tel: nido d'ape. 8-903 911 26 59

Complicazioni all'uscita del digiuno.

Quando si esce dal digiuno a breve termine di solito non si osservano gravi complicazioni, ma è comunque necessario conoscerle.

Le complicazioni si verificano più spesso con persone spericolate che non sono consapevoli delle loro azioni. Qualsiasi azienda dovrebbe essere presa sul serio, e le questioni relative alla salute personale - doppiamente. Pertanto, se decidi di praticare il digiuno da solo, trattalo con attenzione. Apprendi gradualmente il metodo, studia la letteratura, l'esperienza degli altri e, soprattutto, guarda te stesso. Se, dopo aver digiunato a breve termine, inizi "zhor" e non puoi controllare il tuo comportamento, in ogni caso, non prenda il digiuno a lungo termine.

Eccesso di cibo nei primi giorni dopo il digiuno.

Se, tuttavia, questo è accaduto dopo il digiuno e hai "riempito" lo stomaco, è necessario indurre il vomito e lavare lo stomaco. Successivamente, riprendi l'output nel solito modo. Se mangi troppo in un secondo momento, muori di fame per un giorno, poi continua con gli alimenti giusti.

Edema, ritenzione urinaria.

Abbastanza frequente complicazione. Ciò è dovuto al fatto che durante il digiuno il corpo trascorre il potassio e l'assunzione di cibo salato nelle fasi iniziali del recupero contribuisce all'accumulo di sodio dalle cellule e, di conseguenza, dall'acqua. Anche se può essere notato, e con l'uscita corretta dal digiuno dopo lunghi periodi di tempo e per i principianti. Di solito, questo si manifesta con un rapido aumento di peso. Questo riduce la quantità di urina, gonfiore del viso e gonfiore delle gambe può apparire. In caso di tali sintomi, è necessario escludere alimenti salati e prodotti che lo contengono. Prova oggi a non mangiare nulla, a prendere gli assorbenti sul tavolo 3. cucchiai per un bicchiere d'acqua, 4 volte al giorno ogni tre ore, quindi prendi 40 grammi di magnesia diluiti in un bicchiere d'acqua e poi affamati sull'acqua per due giorni. Si consiglia di fare un bagno, una sauna o un bagno caldo nei giorni del digiuno, quindi si liberano sodio e acqua in eccesso. I preparati di potassio aiutano molto bene - panangin o asparkam, che dovrebbero essere presi 1 compressa 2-3 volte al giorno durante. 2-5 giorni. Questi farmaci contengono magnesio e potassio, che sono assolutamente sicuri.

È abbastanza comune, specialmente per i principianti. In assenza di una sedia indipendente per più di 2-3 giorni dovrebbe essere un clistere. Il principiante in ogni caso raccomanda di fare un clistere al secondo e terzo giorno di digiuno, per liberarsi di detriti alimentari non digeriti e migliorare il benessere. Puoi prendere una collezione lassativa. Ingredienti: albicocche secche, fichi, prugne secche, uvetta - tutti i 100 grammi. Tutto questo lavare, arrotolare, aggiungere 100 grammi di miele, 2 cucchiai di olio vegetale. Prendi 2 cucchiai prima di coricarti per 4 giorni. Anche bene crusca.

Flatulenza, flatulenza.

Il motivo principale è l'insorgenza precoce del consumo di cibi pesanti, una masticazione inadeguata, una grande quantità di cibo mangiato, una pulizia intestinale inadeguata durante il digiuno e prima del digiuno. Si raccomanda una via d'uscita bassa dal digiuno, clisteri, consumo precoce di aglio, sufficiente attività motoria all'uscita. Inoltre, questi sintomi sono molto spesso osservati durante il digiuno in inverno e in primavera. Recupero solo cibo vegetale in questo periodo non corrisponde alla stagione e "rinfresca" il corpo. Per evitare questo, si dovrebbe aumentare la proporzione di cereali, applicare spezie, verdure e burro / non prima del 3 ° giorno /. Ricorda: in inverno il corpo ha bisogno di un "cibo caldo" più denso, e in estate in autunno è possibile vivere a lungo sulle verdure.

Debolezza, vertigini, svenimento.

Si verificano durante l'uscita dal digiuno nei primi 3-5 giorni. Sono associati alla prima espansione della modalità motore. Con un'apparente ondata di forza, non puoi calcolare le loro capacità fisiche, che portano a periodi di debolezza, vertigini, svenimento. Per la profilassi, è necessario osservare un regime più rigido quando si abbandona il digiuno piuttosto che durante il digiuno stesso. Riposa di più, non fare lunghe passeggiate, non eseguire lavori fisici pesanti, non lavorare troppo. E solo morire di fame con esperienza, ben versato nelle caratteristiche del proprio corpo, può condurre uno stile di vita abbastanza attivo. Dopo tutto, il carico del motore all'uscita contribuisce al rapido passaggio del corpo al cibo normale.

Esacerbazione della malattia di base.

Se durante il digiuno hai una esacerbazione di una malattia, è auspicabile continuare il digiuno fino alla scomparsa dei sintomi. Se questo non è possibile, i sintomi possono persistere all'uscita. In questo caso, è necessario eseguire l'output nel modo consueto e non correre all'utilizzo precoce di cibi pesanti. Per il trattamento, è possibile utilizzare farmaci omeopatici. Dopo una settimana di rilascio, pur mantenendo i sintomi della malattia, è possibile un uso attento dei farmaci. Ecco i principali problemi che puoi incontrare all'uscita dal digiuno. Più hai la tua esperienza nel digiuno, meno avrai sintomi spiacevoli.

Ogni persona ha bisogno di conoscersi bene e quindi tutto sarà come desideri. L'importante è non precipitarsi, ma aumentare costantemente la propria esperienza.

Uscita dal digiuno - il periodo di recupero

Dopo i giorni di digiuno, questo è un punto molto importante per ottenere un buon effetto terapeutico.

Con la cessazione della nutrizione, si riposa il tratto digestivo stanco, mentre viene data l'opportunità di pulire, trattare le deviazioni consentite e, allo stesso tempo, recuperare. Questo è un processo lento che richiede pazienza, tempo e comprensione. Lo stomaco e tutta la digestione cessarono la loro attività. E gradualmente è necessario ripristinare il loro normale lavoro.

Con una durata del corso da 10-15 a 20-25 giorni, il periodo di transizione di recupero può essere limitato a dieci giorni, a condizione che sia seguito da una dieta sana, strettamente limitata in quantità.

Ma, se parliamo di malattie più gravi, o se viene eseguito un più lungo ciclo di dimissione, il periodo di recupero dal digiuno può essere esteso. Dopo essere uscito dalla fame, nonostante il cibo consumato, il corpo continua a fare sforzi per pulire e rimuovere sostanze estranee e depositi patologici, e quindi non ha bisogno di interferire. Deve essere ben chiaro che la via d'uscita dalla fame è parte integrante del regime di dimissione.

Con particolare attenzione è necessario monitorare il recupero dello stomaco, che spesso si verifica lentamente e richiede molta attenzione. Durante il pasto non ci dovrebbe essere una sensazione di dolore, pesantezza o qualsiasi altro disagio, ma solo una sensazione di leggerezza. Un requisito importante è anche quello di masticare bene, è necessario osservare ogni boccone. È anche necessario seguire le preferenze per il cibo consumato e incluso di nuovo.

Se immediatamente dopo i giorni del digiuno si passa a una buona alimentazione o si includono alimenti di origine animale, è possibile non solo distruggere tutto ciò che una persona ha raggiunto durante i giorni della fame, ma possono apparire altre malattie.

Nei casi in cui l'effetto terapeutico non viene osservato, l'unica ragione è un modo scorretto di uscire dal digiuno con l'inclusione di cibo più o inappropriato al momento. È in questo momento che l'autocontrollo e la disciplina dovrebbero essere al top.

Il digiuno, applicato indipendentemente in qualsiasi forma, severo o moderato, non può mai nuocere. Ma se mostri mancanza di comprensione o mancanza di controllo durante l'uscita dal digiuno, non devi pensare al recupero. In questa occasione, il dott. Otto Booginger afferma: "Anche un pazzo può morire di fame, ma solo uno intelligente sa come spezzare il digiuno e recuperare. »Quando si accende il cibo, il principio principale è graduale.

Questo principio deve essere osservato sia in relazione alla quantità di cibo assunto e in relazione alla qualità dei vari prodotti inclusi.

Il primo alimento, che è appropriato includere dopo aver effettuato la modalità di scarico su frutta e tè, sono verdure crude, è possibile e frutta che non sono state consumate durante il digiuno. Se sono incluse verdure con una struttura più solida (carote, sedano, rape, barbabietole da tavola, ecc.), È bene strofinarle su una grattugia o trattare con un mixer. Nello stomaco, devono essere inviati in una forma adeguata.

Il cibo è incluso in piccole quantità, ogni volta che il cibo viene ripreso, sostituisce la frutta e le porzioni di tè usate in precedenza. È necessario monitorare il ripristino graduale del lavoro dello stomaco - dovrebbe iniziare a funzionare normalmente.

Le piccole quantità assunte all'inizio aumentano gradualmente, mentre le verdure vengono consumate sotto forma di insalate, inizialmente condite solo con il limone e successivamente con olio vegetale. Dopo che le verdure crude sono state ben accolte dagli organi digestivi, dovrebbero essere incluse le patate bollite, sotto forma di purè di patate, la consistenza del porridge raro, senza sale e grassi. Dopo una buona patata percepita, è possibile includere altri alimenti, come farina d'avena, porridge di mais, cereali di grano, pane nero. Insieme a loro, ma anche gradualmente, e all'inizio in piccolissime quantità - verdure in umido, zuppe magra, noci, mandorle. Puoi includere 1-2 cucchiai di kefir come additivo nella zuppa. Mentre il periodo di trattamento del regime di dimissione continua, il consumo di prodotti lattiero-caseari è limitato a quantità minime.

Nei primi giorni di uscire dal digiuno, è necessario mangiare spesso, ma a poco a poco. Con un aumento dei giorni di astinenza dal digiuno e con un aumento della quantità di cibo consumato, anche gli intervalli intermedi aumentano, rispettivamente, e la dieta diventa quadruplicata. Il sale è incluso non prima di 6-7 giorni.

Carne, carne in scatola e pesce, maionese, pasticcini, torte, biscotti, cioccolata, cialde e dolci sono esclusi dalla dieta. Lo zucchero è sostituito dal miele. Per quanto riguarda alcol e sigarette - è ovvio. Fino alla fine del periodo di recupero, vengono eliminati quattro pasti con il vantaggio del cibo vegetale. Verdure e frutta crude dovrebbero essere due terzi della razione giornaliera.

Poiché l'autocontrollo sull'assunzione di cibo o sotto l'influenza di un appetito risvegliato, o sotto l'influenza di un eccesso di cibo normale, si perde molto facilmente e la quantità di assunzione di cibo aumenta eccessivamente, il corpo reagisce immediatamente gonfiandosi alle caviglie o in altre parti del corpo. Va ben ricordato che lo stomaco deve essere risparmiato, per consentirgli di ripristinare gradualmente la sua normale attività, perché durante lo scarico, quando non è impegnato con il suo normale lavoro, ha iniziato a pulire e ripristinare i suoi tessuti, così come l'intero sistema digestivo. Anche la sua funzione sta cambiando. Con l'inclusione di un nuovo cibo, questo processo di recupero e recupero è in realtà interrotto, che non è portato a termine. Dobbiamo coscientemente fare in modo che lo stomaco inizi a svolgere il suo normale lavoro. Spesso il cibo assunto non solo causa dolore, ma restituisce anche.

Le quantità che lo stomaco può assumere sono piccole. Sono troppo cari, perché un grande appetito può svegliarsi con l'assunzione di cibo. Questo è dove è necessario il controllo. Se vengono trascurate, una delle spiacevoli conseguenze saranno proprio questi edemi che compaiono sulle caviglie.

L'edema può anche apparire sotto gli occhi, così come in altre parti del corpo. Misura contro di loro - alla stasi per smettere di mangiare per 1-2 giorni. Dopo aver ripreso il cibo, la quantità di cibo dovrebbe essere leggermente ridotta. Con una sovrastima della quantità di cibo ingerito, non solo durante il periodo di fuoriuscita di fame, ma in generale durante l'intero intervallo nutrizionale, i dolori nei luoghi colpiti possono riapparire. Se c'è un ritorno del dolore, significa che la quantità di cibo assunta è più di quanto il corpo abbia bisogno al momento. L'approccio è lo stesso: il cibo viene immediatamente sospeso per 1-2 giorni fino a quando il dolore non si attenua, dopo di che la quantità di cibo assunto è leggermente limitata.

È necessario ricordare la regola di base: dopo il trattamento a digiuno in qualsiasi forma (più rigida o più morbida), la dieta quotidiana dovrebbe essere ridotta per sempre.

Nell'intero mondo civilizzato, le malattie dell'apparato digerente sono comuni e diffuse. Se c'è una malattia, c'è anche una cattiva gestione con il processo di digestione, e più difficili sono le lesioni, più l'elaborazione del cibo e il suo assorbimento sono indeboliti. Con i corsi di digiuno, migliora il processo di digestione e l'assorbimento. Per soddisfare i bisogni del corpo hanno già bisogno di piccole quantità di cibo. Con la piena normalizzazione delle funzioni digestive, con il ritorno della salute, il desiderio di cibo diventa più debole, l'appetito ritorna alla sua forma normale e c'è un desiderio per i prodotti naturali della natura.

Alla fine dei giorni di digiuno il cibo diventa particolarmente dolce. I riflessi del gusto aggravati lo sentono più pienamente e molto presto può apparire un forte appetito. Se non è controllato, limitando l'assunzione di cibo, le conseguenze possono essere molto difficili. La volontà deve sempre essere in allerta quando si determinano le porzioni di assunzione di cibo. Ripeto ancora una volta che il digiuno in qualsiasi forma non può mai far male, ma gli errori quando si lascia il digiuno possono essere fatali. Dove viene osservato l'effetto terapeutico, non solo non verrà distrutto, ma compaiono ulteriori complicazioni.

Dopo il digiuno le gambe si gonfiano

Complicazioni quando si lascia il digiuno

Quando si esce dal digiuno a breve termine di solito non si osservano gravi complicazioni, ma è comunque necessario conoscerle. Le complicazioni si verificano più spesso con persone spericolate che non sono consapevoli delle loro azioni. Qualsiasi azienda dovrebbe essere presa sul serio, e le questioni relative alla salute personale - doppiamente. Pertanto, se decidi di praticare il digiuno da solo, trattalo con attenzione. Apprendi gradualmente il metodo, studia la letteratura, l'esperienza degli altri e, soprattutto, guarda te stesso. Se, dopo il digiuno a breve termine, inizi "zhor" e non puoi controllare il tuo comportamento, in nessun caso non farai lunghi digiuni.

Quindi, le principali complicazioni:

Eccesso di cibo nei primi giorni dopo il digiuno. Se, tuttavia, questo accade dopo il digiuno e hai riempito lo stomaco, devi indurre il vomito e lavare lo stomaco. Successivamente, riprendi l'output nel solito modo. Se mangi troppo in un secondo momento, muori di fame un giorno, poi continua ad uscire dai prodotti desiderati.

Edema, ritenzione urinaria. Abbastanza frequente complicazione. Ciò è dovuto al fatto che durante il digiuno il corpo trascorre il potassio e l'assunzione di cibo salato nelle fasi iniziali del recupero contribuisce all'accumulo di sodio dalle cellule e, di conseguenza, dall'acqua. Anche se può essere notato, e con l'uscita corretta dal digiuno dopo lunghi periodi di tempo e per i principianti. Di solito, questo si manifesta con un rapido aumento di peso. Questo riduce la quantità di urina, gonfiore del viso e gonfiore delle gambe può apparire. Se si verificano tali sintomi, dovrebbero essere esclusi cibi salati e cibi contenenti sale. Prova oggi a non mangiare nulla, a prendere gli assorbenti sul tavolo 3. cucchiai per un bicchiere con acqua, 4 volte al giorno ogni tre ore, quindi prendere 40 g di magnesia diluita in un bicchiere d'acqua, e poi affamare sull'acqua per due giorni. Si consiglia di fare un bagno, una sauna o un bagno caldo nei giorni del digiuno, quindi si liberano sodio e acqua in eccesso. I preparati di potassio aiutano molto bene - panangin o asparkam, che dovrebbero essere assunti 1 compressa 2-3 volte al giorno durante il corso del trattamento. 2-5 giorni Questi farmaci contengono magnesio e potassio, che sono assolutamente sicuri. Costipazione. È abbastanza comune, specialmente per i principianti. In assenza di una sedia indipendente per più di 2-3 giorni, dovrebbe essere somministrato un clistere. Ai principianti è consigliato fare un clistere al secondo e terzo giorno di digiuno per liberarsi di detriti alimentari non digeriti e migliorare il benessere. Puoi prendere una collezione lassativa. Ingredienti: albicocche secche, fichi, prugne secche, uvetta - ogni 100 grammi. Tutto questo è lavato, scorrere, aggiungere 100 grammi di miele, 2 cucchiai di olio vegetale. Prendi 2 cucchiai prima di coricarti per 4 giorni. Anche bene crusca. Flatulenza, flatulenza. Il motivo principale è l'insorgenza precoce del consumo di cibi pesanti, una masticazione inadeguata, una grande quantità di cibo mangiato, una pulizia intestinale inadeguata durante il digiuno e prima del digiuno. Si raccomanda una via d'uscita bassa dal digiuno, clisteri, consumo precoce di aglio, sufficiente attività motoria all'uscita. Inoltre, questi sintomi sono molto spesso osservati durante il digiuno in inverno e in primavera. Recupero solo cibo vegetale in questo periodo non corrisponde alla stagione e "rinfresca" il corpo. Per evitare questo, si dovrebbe aumentare la proporzione di cereali, applicare spezie, verdure e burro (non prima del 3 ° giorno). Ricorda: in inverno, il corpo ha bisogno di un "cibo caldo" più denso, e in estate e in autunno è possibile vivere a lungo sulle verdure.

Debolezza, vertigini, svenimento. Si verifica durante il rilascio del digiuno nei primi 3-5 giorni. Sono associati alla prima espansione della modalità motore. Con un'apparente ondata di forza, non puoi calcolare le tue capacità fisiche, il che porta a periodi di debolezza, vertigini, svenimento. Per la profilassi quando si lascia il digiuno, è necessario osservare un regime più rigoroso rispetto al digiuno stesso. Riposa di più, non fare lunghe passeggiate, non eseguire lavori fisici pesanti, non lavorare troppo. e solo chi muore di fame con esperienza che è esperto nelle caratteristiche del proprio corpo può condurre uno stile di vita piuttosto attivo. Dopo tutto, i carichi del motore all'uscita contribuiscono al passaggio più veloce del corpo alla nutrizione normale.

Esacerbazione della malattia di base. Se durante il digiuno hai una esacerbazione di una malattia, è auspicabile continuare il digiuno fino alla scomparsa dei sintomi. Se questo non è possibile, i sintomi possono persistere all'uscita. in questo caso, è necessario eseguire l'output secondo lo schema abituale e non affrettarsi con l'uso precoce di cibi pesanti. Per il trattamento, è possibile utilizzare farmaci omeopatici. Dopo una settimana di rilascio, pur mantenendo i sintomi della malattia, è possibile un uso attento dei farmaci. Ecco i principali problemi che puoi incontrare all'uscita dal digiuno. Più hai la tua esperienza nel digiuno, meno avrai sintomi spiacevoli. Ogni persona ha bisogno di conoscersi bene, e quindi tutto sarà come desideri. La cosa principale - non affrettarti, ma costruisci costantemente la tua esperienza.

Ora ti darò lo schema ideale per come condurre l'SFH a casa. RICORDA:

- Non iniziare mai a pulire l'intestino e il fegato, senza modificare la modalità e la qualità dell'alimentazione.

- Non iniziare alcun digiuno senza pulire l'intestino e il fegato.

- Non asciugare senza morire di fame.

- Per ottenere il massimo beneficio dal digiuno, è necessario che il digiuno sia regolare e che i periodi di digiuno aumentino gradualmente.

- Non passare mai a casa, a causa della fame secca per più di cinque giorni.

- La via d'uscita dal digiuno è il 70% del risultato medico, dovrebbe essere effettuata idealmente.

Lo schema è progettato per tre mesi.

1 ° mese: 14 giorni nutrizione naturale sana;

Pulizia dell'intestino 7 giorni e fegato;

7 giorni di digiuno su porridge di grano saraceno o, chi non può, un giorno di digiuno bagnato.

2 ° mese: 1a settimana - 1 giorno di digiuno a umido o 2 giorni per coloro che non hanno digiunato sul porridge di grano saraceno;

2 a settimana - 2 o 3 giorni di inedia umida

3a settimana - 3 o 4 giorni SH;

4a settimana - 5-7 giorni di SH per tutti.

3o mese: 1a settimana - 1 giorno SG;

2a settimana - 2 giorni SG;

3a settimana - 3 giorni SG;

4a settimana - 4-5 giorni CG.

Per coloro che hanno sopportato tutti i tipi di digiuno, puoi farlo - è molto più efficace:

1 giorno di fame - 2 giorni di cibo;

2 giorni di fame - 3 giorni di cibo;

3 giorni di fame - 4 giorni di cibo;

4 giorni di fame - 5 giorni di cibo;

5 giorni di fame - fuori dal SG.

Per consolidare l'effetto del digiuno terapeutico, si raccomandano i seguenti regimi di mantenimento:

- Pulire il fegato e l'intestino una volta un quarto prima che le stagioni cambino.

Alla fine di febbraio, all'inizio di maggio (il più efficace), alla fine di agosto, alla fine di novembre.

- Condurre una volta alla settimana a 24-36 ore a secchezza rapida. In questo caso, la pulizia preliminare dell'intestino è facoltativa. Ma i giorni prima e dopo il digiuno dovrebbero essere "mezzi morti di fame", con calorie totali ridotte.

- Per trascorrere una volta al mese digiuno di 3 giorni, la formazione non è necessaria.

- Una volta un quarto - digiunare a digiuno di cinque giorni, preferibilmente dopo aver pulito l'intestino e il fegato.