Principale > Verdure

Storia, miti e leggende sulla pianta di Hypericum

Storia dell'iperico, miti e leggende. L'Hypericum perforatum (ordinario) è noto da tempo, principalmente per le sue proprietà medicinali, ma era anche usato come aromatizzante e colorante (rosso). Nei tempi antichi, varie proprietà mitiche erano ampiamente attribuite a lui. Nelle leggende dell'iperico, si credeva che l'erba di San Giovanni sia in grado di proteggere contro vari tipi di malvagità, proteggere contro streghe, spiriti maligni, fantasmi, varie malattie, migliorare il sonno nei bambini e proteggerlo dalla paura (metti l'erba di San Giovanni in materassi o cuscini). Grazie alla sua ampia distribuzione, l'Erba di San Giovanni dimora in vaste aree dell'Europa e dell'Asia, è descritta in vari scritti di diversi paesi. Così ha conosciuto i registri come una pianta medicinale nell'antica Grecia e Roma, attribuendo proprietà come guarigione delle ferite, diuretico, usato per varie ulcere. In molti paesi, è stato usato in varie forme (lozioni, unguenti, decotti) per mal di testa, per curare varie ferite, ulcere, tumori, reumatismi, emorroidi, varie malattie dello stomaco, per risciacquare la cavità orale per varie infiammazioni, per varie malattie della pelle, fegato, stomaco, malattie cardiache e altre malattie. L'erba di San Giovanni viene utilizzata in molti paesi europei, paesi della CSI, Cina, Uzbekistan e altri paesi.

In Russia, i primi scritti storici di erba di San Giovanni si trovano nel 17 ° secolo sotto lo zar Michele. Alcuni dei ranghi furono incaricati di organizzare la fornitura di Hypericum alla corte reale, come era usato dall'erba di San Giovanni in quel periodo principalmente nelle distese siberiane. Allo stesso tempo, appare già nelle ricette per le ferite di guarigione, abrasioni, viene utilizzato per vari catarri, dolori al petto, tosse. Già a quel tempo era ampiamente usato nella medicina tradizionale, le sue proprietà curative, diuretiche, coleretiche e altre erano ampiamente conosciute.

Per quanto riguarda l'origine del nome, ci sono diverse versioni plausibili dei miti sull'iperico. Un tempo i cosacchi chiamavano l'erba di San Giovanni, "Jerrabai", che significava "guaritore di ferite", forse è da qui che deriva il nome di consonante. È anche possibile che il nome sia passato dalla frase diretta "bestia da combattimento". Sebbene l'avvelenamento da animali sia molto raro. Si è notato solo che, mangiando abbondantemente alcuni animali si ammalavano, la malattia era accompagnata da febbre. Tali avvelenamenti sono principalmente inclini a ovci (in misura minore cavalli e maiali). La caduta del bestiame dall'iperico è un evento raro e comporta istanze isolate. Ad esempio, negli animali, gli albini possono aumentare la sensibilità al sole quando si consuma l'iperico e, a causa di vari tipi di dermatiti, possono infliggere varie ferite su se stessi (possono graffiare o strappare la pelle irritata). Nomi popolari: erba di San Giovanni trafitto, sangue di lepre, erba di Ivanovo, sangue valoroso, krovi, erba magica, farmacia di campo, apparso per le sue varie proprietà, sia medicinali che esterne. Così, ad esempio, quando un fiore viene schiacciato, la mano può diventare viola, in diversi periodi dell'anno, quando le foglie si rompono, i loro bordi possono diventare rossi (nell'antichità venivano usati come coloranti). In diverse regioni, gli furono dati nomi diversi, per questo i nomi dell'Hipericum perforatum erano molti e le proprietà utili erano le stesse.

Che cosa aiuta erba salutare Erba di San Giovanni

In questo articolo imparerai le informazioni generali sull'erba di San Giovanni: da dove deriva il suo nome, che aspetto ha, che erba di San Giovanni tratta, come raccoglierla e conservarla.

Hypericum perforatum (pierced-leaved), Hypericum perforatum L., famiglia - Hypericaceae (Guttiferae).

Origine del nome

Perché l'erba di San Giovanni è così chiamata? Da dove viene questo nome?

Il nome del genere Hypericum deriva dalle parole greche "hypo", che significa "sotto", "tra" e "riсо" - "erica". Questo nome è dato dall'habitat della prima specie trovata. Si presume che Karl Linneo, conducendo una sistematizzazione delle piante, abbia trovato l'erba di San Giovanni tra le eriche.

La seconda versione: il nome deriva dalle parole "iper" - "attraverso" e "eicon" - "immagine", "disegno", dovuto al fatto che le foglie di Hypericum sono completamente punteggiate di piccoli punti, a causa delle quali sembra che le foglie siano forate.

I popoli delle steppe lo chiamavano "jarabaj", che si traduce come "guaritore di ferite". Secondo una delle versioni, questa parola è stata trasformata con il tempo in un "erba di San Giovanni", che è vicino alla lingua russa e in consonanza con esso.

Un'altra versione dell'origine del nome russo: la parola "bestia-ragazzo" deriva dal fatto che dopo averlo mangiato con alcuni animali con lana bianca, come le pecore bianche, quando sono ancora al sole, i loro tegumenti, specialmente il cuoio capelluto, si gonfiano e si infiammano. Gli animali iniziano a prudere, il che porta alla formazione di graffi, ferite difficili da guarire e ulcere dolorose. Nell'ombra, prurito e infiammazione scompaiono. Ciò è dovuto al fatto che le ipericine contenute nell'erba di San Giovanni causano la fotosensibilità della pelle di animali chiari. Dalle ulcere formate, gli animali qualche volta muoiono, da cui il nome.

A volte l'origine del nome associato alle proprietà antielmintiche della pianta: uccide tutti gli "animali" nel corpo. Questa versione è usata raramente e non ha basi storiche.

Nomi locali popolari: Voronet, Ordinario di Duravec, sangue di lepre, erba di San Giovanni, sangue caduto, malaticcio, febbre di sangue, pozione svetoyansky.

Fatti storici

L'effetto curativo di questa incredibile pianta era noto nell'antica Grecia.

Nelle persone, questa pianta è chiamata un rimedio per 99 malattie o una cura per tutti i disturbi. In passato, i guaritori di quasi tutte le malattie di tutte le malattie usavano l'erba di San Giovanni, sia per uso interno che per uso esterno.

C'è un detto: "È impossibile fare il pane senza farina e non si possono curare molte malattie di persone e animali senza iperico.

Nei villaggi russi si credeva che questa pianta avesse proprietà magiche. I mazzi di iperico, sospesi sopra la porta d'ingresso della casa o un capanno, non consentono alla forza del male di entrare e proteggono anche dai danni causati dal vento.

Ripieno con materassi di paglia per bambini, un po 'di erba di San Giovanni è stato sicuramente aggiunto ad esso. Si credeva che il suo odore proteggesse il bambino dai terribili sogni.

Ragazze e ragazzi si sono interrogati sugli steli dell'iperico. Per fare questo, è necessario torcere o rompere. Se il succo rosso appare sulla rottamazione, allora adora, se è incolore, non lo è.

Si credeva che l'erba di San Giovanni proteggesse dall'attacco di animali selvatici, quindi faceva spesso parte degli amuleti dei cacciatori.

Descrizione e distribuzione

Famiglia di animali perenni.

Il rizoma è sottile, ramificato, molti fasci di radici avventizie.

Il fusto è alto, dritto, denso, con due costole sporgenti longitudinali, può raggiungere un'altezza di 50-70 cm (secondo alcune fonti fino a 1 m), in alto - ramificato. Il colore dello stelo è solitamente marrone rossastro o verde. Le foglie sono opposte, sessili, lunghe 0,7-3 cm e larghe 0,3-1,5 cm, piccole, ovali oblunghe. Ci sono fori fori traslucidi nelle foglie delle foglie, che li fanno sembrare essere forati.

I fiori sono numerosi, giallo-oro, cinque petali, raccolti in un'ampia infiorescenza tiroidea. Petali di fiori - oblunghi, con numerosi punti, numerosi stami, non meno di 50-60, fusi in tre mazzi. Il frutto è una scatola a più semi con strisce e punti longitudinali gialli, è rivelato da tre foglie.

I semi sono piccoli, lunghi circa 1 mm, oblunghe, marrone scuro, a piccole cellule.

Il periodo in cui fiorisce l'erba di San Giovanni è giugno-agosto.

Cresce su intezhakh, prati aridi, in piantagioni forestali, foreste decidue leggere, in radure fresche, tra cespugli, in luoghi soleggiati e aperti - radure e bordi, lungo i bordi dei campi e vicino alle strade. Può anche essere coltivato su piantagioni di piante medicinali.

Altre specie

Quando si raccolgono materiali vegetali vengono spesso confusi con altri iperico-macchiati (tetraedrici). Il nome latino è Hypericum maculatum o Hypericum quadrangulum L. La sua differenza è uno stelo tetraedrico cavo, con quattro costole chiaramente sporgenti. Sulle foglie - rari punti traslucidi. Infiorescenza paniculata, rara. Sepali spuntati, non affilati, quasi uguali in lunghezza all'ovaia.

Hypericum Hypericum hirsutum L. I suoi steli non sono piatti, come nell'ordinario, ma cilindrici, ricchi di morbidezza. Le foglie sono anche abbondantemente pubescenti. Con l'aiuto di una lente d'ingrandimento, puoi vedere che ci sono cilia ghiandolari sui sepali.

Hypericum Hypericum elegants Steph.). Ha steli con due linee sopraelevate. Con l'aiuto di una lente d'ingrandimento, puoi vedere che i suoi sepali non sono nudi, e ci sono peli ghiandolari attorno ai bordi.

Quando si raccoglie l'erba di erba di San Giovanni, è necessario tener conto della presenza di altre specie, di conoscere le loro caratteristiche distintive e di non raccogliere queste piante.

Regole per la raccolta, l'approvvigionamento e la conservazione

La raccolta delle materie prime viene effettuata solo durante il periodo di fioritura. L'erba ha proprietà (Herba Hyperici) - la parte superiore delle piante senza gambi inferiori solidi lunghi 25-30 cm insieme a fiori su di essi.

Raccogli, tagliando con una falce, cesoie o un coltello da giardino, le cime delle piante fino alla comparsa di frutti immaturi. Non è possibile raccogliere steli più bassi e ruvidi.

Durante la raccolta, non estrarre le piante o romperle con le mani, è necessario utilizzare strumenti da taglio. Altrimenti, è possibile sradicare la pianta, che porterà ad una diminuzione del numero di piante in una determinata area e, di conseguenza, ad una diminuzione della quantità di materie prime medicinali in futuro.

Diverse piante da fiore non toccano, ma devono essere lasciate per la riproduzione.

Di solito vengono essiccati a grappolo, appesi all'ombra o stesi su una lettiera pulita in soffitte, in capannoni e altre aree ben ventilate. Con il bel tempo, puoi asciugare all'aria all'ombra.

Le materie prime sono sparse in uno spessore di 5-7 cm e mescolate periodicamente. Finale di asciugatura nel momento in cui gli steli diventano fragili.

Per la preparazione dei farmaci, l'erba dopo l'essiccazione viene trebbiata con bastoncini in sacchetti, setacciando i gambi sui setacci. O i fiori e le foglie vengono tagliati a mano e gli steli vengono gettati via.

Per l'uso domestico, l'erba di San Giovanni può essere conservata in mazzi di smalto.

L'erba secca viene conservata in sacchetti di carta, scatole di cartone o scatole di legno, ricoperti di carta all'interno, in un luogo asciutto e ben ventilato. La durata di conservazione delle materie prime - 2 anni.

L'erba di San Giovanni dopo la raccolta cresce bene e fiorisce per la seconda volta, quindi, durante l'estate, la materia prima può essere raccolta due volte. Ri-raccogliere di solito dopo 30-40 giorni.

Sostanze attive e proprietà farmacologiche

L'erba e i fiori di Hypericum contengono molte sostanze attive e vitamine, grazie alle quali ha potenti proprietà curative.

  • 0,1-0,4% di ipericina (una tintura), che ha attività antibatterica,
  • flavonoidi iperoside (0,7-1,1%) e rutina,
  • kvertsitrin,
  • carotene,
  • 0,2-0,3% di olio essenziale, il cui principale componente è terpeni, sesquiterpeni e una piccola quantità di esteri di acido isovalerico,
  • sostanze resinose
  • fenoli e acidi grassi fenolici,
  • composti alifatici
  • antrachinoni,
  • antociani,
  • volatile,
  • Gruppo pirocatecholo con tannini 10-12%,
  • vitamine C, E e P,
  • una piccola quantità di colina,
  • tracce di alcaloidi (fino allo 0,3%).

L'azione farmacologica è determinata da questa composizione chimica. Proprietà utili e azione principale: antimicrobica, astringente, antinfiammatoria, antisettica, emostatica, stimolante della rigenerazione tissutale.

Preparazioni a base di iperico rilassano la muscolatura liscia dei dotti biliari, che facilita la secrezione della bile e riduce la sua congestione nella cistifellea.

Hanno anche la capacità di rimuovere gli spasmi dell'intestino tenue e piccolo, facilitare la minzione, aumentare la filtrazione delle urine nei reni.

Inoltre, i principi attivi che compongono l'iperico rafforzano le pareti dei capillari, migliorano la circolazione venosa e l'afflusso di sangue agli organi interni. Ha un effetto dannoso su alcuni microrganismi che sono resistenti agli antibiotici.

I tannini inclusi forniscono effetto astringente e anti-infiammatorio.

La sostanza amara esalta la secrezione dello stomaco. L'ipericina contribuisce alla regolazione dei processi metabolici, migliora l'assorbimento dei raggi ultravioletti della luce solare da parte della pelle. I composti fenolici mostrano attività antivirale contro i virus dell'influenza e l'herpes. Ipericina e pseudohypericina sono attive contro il virus dell'immunodeficienza.

Utilizzare in medicina ufficiale

Nella medicina scientifica, l'erba di San Giovanni è usata sia all'interno che come agente esterno, è utile per tutti - per uomini, donne, bambini.

Esperimenti condotti su animali hanno dimostrato che i farmaci Hypericum aumentano la pressione sanguigna, migliorano la funzionalità cardiaca, aumentano la pressione sanguigna, costringono i vasi sanguigni e sono un agente coleretico pronunciato.

Applicare fresco e asciutto. L'erba fresca viene macinata e applicata con lividi, ferite, articolazioni e ossa doloranti.

Le principali aree di applicazione che le erbe di erba di San Giovanni sono:

  • trattamento di malattie gastrointestinali - ulcere, gastroenterocolite, diarrea;
  • trattamento delle malattie del fegato e della cistifellea;
  • trattamento delle malattie urologiche - cistite, incontinenza urinaria nei bambini,
  • in odontoiatria - lubrificazione delle gengive, risciacquo della bocca per stomatite e gengivite,
  • trattamento di ferite, ulcere, ustioni.

Esistono prove della presenza di proprietà radioprotettive.

Viene spesso usato in combinazione con altre erbe medicinali, ad esempio, nel complesso trattamento di malattie dello stomaco, intestino, fegato, vescica, malattie femminili, varie infiammazioni, tosse, ulcere, bolle. L'estratto è talvolta usato per trattare la vitiligine.

Esternamente, l'erba viene utilizzata come parte di complesse raccolte per il bagno, clisteri, irrigazione, irrigazioni.

Farmaci di base

I principali farmaci usati sono Hypericum: olio, decotto, tintura.

L'olio

Applicare con la guarigione di ferite, ustioni, ulcere, ascessi, foruncolosi. Inoltre asciuga la superficie della ferita e favorisce la rigenerazione dei tessuti danneggiati. In piccole dosi, può essere assunto per via orale per il trattamento di ulcere e gastriti.

Può essere facilmente preparato a casa sulla base di girasole, oliva e olio di lino. A volte viene usata la mandorla.

Leggi di più su come preparare da solo l'olio nutriente e quali proprietà curative ha in questo articolo.

brodo

Decotti prescritti per colite, raffreddori, come parte dei farmaci antielmintici. L'odore di decotti e tinture, di regola, debole, fragrante. Il sapore è amaro-resinoso, astringente.

Il metodo principale di cottura del brodo - un cucchiaio di materia prima tritata finemente viene versato con un bicchiere di acqua bollente e fatto bollire per 15 minuti. Lasciare raffreddare, quindi filtrare attraverso diversi strati di garza.

Leggi l'articolo su come preparare l'erba di San Giovanni e usa i suoi decotti.

tintura

Usa entrambe le tinture di acqua e spirito.

Per preparare una tintura acquosa, gettare le erbe tritate finemente in acqua calda, coprire con un coperchio e lasciare fermentare fino a quando non si raffredda.

Per la preparazione dell'infusione di vodka viene versato un cucchiaio di materia prima con 0,5 litri di vodka e conservato per 7 giorni in un luogo buio, quindi filtrato.

Le tinture sono usate per l'ingestione e il risciacquo con:

  • gastrite,
  • ulcera allo stomaco,
  • dissenteria,
  • diarrea,
  • malattie del fegato e dei reni,
  • infiammazione della vescica,
  • l'anemia,
  • tosse,
  • mancanza di appetito
  • per il trattamento della gengivite, stomatite,
  • con mughetto nei bambini.

Come preparare le infusioni di guarigione, come usarle per il trattamento e da cosa l'erba di San Giovanni aiuta nel prossimo articolo, che sarà presto pubblicato nella sezione "Medicina di erbe".

farmaci

Un farmaco antibatterico imanina è stato ottenuto da Hypericum. Inoltre, presso l'Istituto di Microbiologia e Virologia dell'Accademia delle Scienze dell'URSS, un antibiotico Novoimaninum è stato ottenuto da Hypericum, agendo attivamente su batteri gram-positivi, compresi gli stafilococchi resistenti alla penicillina. Inoltre, accelera la guarigione delle ferite e migliora la fagocitosi.

È usato come agente esterno sotto forma di soluzione all'1% in alcool al 95% o soluzione allo 0,1% in acqua distillata o soluzione fisiologica. Divorziato secondo le istruzioni.

  • irrigazione,
  • il bagno,
  • bendaggio,
  • elettroforesi durante i processi purulenti,
  • trattamento delle mastiti e delle cricche dei capezzoli,
  • in odontoiatria,
  • nella pratica otorinolaringoiatrica,
  • trattamento di ferite non cicatrizzanti, ulcere, ustioni.

Nella medicina popolare

Questa pianta non è per niente chiamata un rimedio per novantanove malattie. Abu Ali Ibn Sina (Avicenna) ha scritto nei suoi trattati, che aiuta l'erba di San Giovanni e lo ha raccomandato come cura per la ferita, antidolorifico per l'infiammazione del nervo sciatico, diuretico, così come per le ulcere maligne.

Attualmente, la medicina alternativa lo offre per:

  • trattamento delle malattie del cuore, del tratto gastrointestinale, del fegato,
  • trattamento di processi infiammatori, bolle, ulcere,
  • trattamento di ematomi e contusioni,
  • con articolazioni doloranti,
  • con dolori nevralgici,
  • con influenza e freddo,
  • nel trattamento del mal di testa
  • nel trattamento dei reumatismi come mezzo per ridurre le articolazioni doloranti,
  • con il pipì a letto.

Le principali forme di applicazione, come nella medicina ufficiale, sono il decotto, l'infusione e l'olio di iperico. Tuttavia, può essere utilizzata anche una pianta fresca. È abradito e applicato alle ferite come agente di guarigione della ferita. Vi sono informazioni sull'uso della prevenzione e controllo del cancro.

Altri usi

Può essere utilizzato nell'industria alimentare per la preparazione di tinture amare e per condire, principalmente per piatti a base di pesce.

Nella vita di tutti i giorni, è usato come una tintura naturale che dipinge i tessuti in un colore giallastro e marrone-verdastro. Così, un estratto neutro di fiori dà sfumature gialle e verdi, e un'infusione calda ti permette di ottenere un colore rosa e rosso.

L'erba viene anche usata nella tintura per tingere la seta e la lana di rosso e giallo. Quando si applicano varie medicazioni si ottiene il colore nero, sabbia e sabbia rossiccia della lana.

misure precauzionali

La composizione dell'iperico di erba include sostanze con un effetto fotosensibilizzante, cioè in grado di aumentare la sensibilità delle parti del corpo non pigmentate degli animali e delle parti esposte della pelle umana ai raggi ultravioletti dello spettro solare. Il più comunemente associato a questo è la presenza di pigmento ipericina nella pianta.

Ecco perché l'uso dell'erba intera (per gli animali) e dei preparati di Hypericum (per l'uomo), sia all'interno che all'esterno, può causare ustioni e infiammazioni in pieno sole.

Gli animali dai capelli bianchi, così come i giovani e purosangue, sono i più sensibili all'avvelenamento dell'erba di San Giovanni.

Se l'erba di erba di San Giovanni entra nell'alimentazione dell'animale, allora diventa inquieta, quindi su aree cutanee non pigmentate, così come gli occhi e il naso, c'è una forte iperemia, edema. In casi gravi possono verificarsi croste, ulcere e necrosi.

L'animale inizia a provare un forte prurito, che aumenta alla luce del sole e diminuisce all'ombra. A causa di ciò, l'animale colpisce severamente le zone del corpo colpite, estrae e morde le particelle di lana e pelle, causando la formazione di ulcere. A causa di graffi, le palpebre possono gonfiarsi, causando danni alla cornea dell'occhio.

Se il tempo non agisce, l'animale perde il suo appetito, è la sconfitta del sistema nervoso, che può portare alla paralisi. Per evitare questo è molto semplice. È necessario cambiare il luogo di pascolo e anche posizionare l'animale in un luogo oscurato per un po '.

Queste stesse precauzioni e controindicazioni si applicano alla persona. In estate, con tempo soleggiato e soleggiato, e se si visita spesso il sole, non è consigliabile spalmarsi di olio e prepararsi in base ad esso, in quanto ciò potrebbe causare danni alla pelle.

Inoltre, in caso di sovradosaggio, quando si mangia dentro l'erba l'erba di San Giovanni può causare una sensazione di amarezza in bocca e una diminuzione dell'appetito.

Hypericum perforatum non può essere usato ad alta temperatura, ipertensione e il suo uso prolungato porta ad una diminuzione della potenza negli uomini. Durante la gravidanza, l'assunzione di droghe erba di San Giovanni è indesiderabile.

Attenzione quando si ingerisce Hypericum dovrebbe essere seguito da donne che assumono contraccettivi orali, poiché indebolisce il loro effetto.

Questo è tutto per oggi. Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo con gli amici cliccando sui pulsanti dei social network sotto l'articolo. Buona fortuna e ci vediamo nel prossimo articolo!

KidsChemistry è ora sui social network. Iscriviti ora! Google+, Vkontakte, Odnoklassniki, Facebook, Twitter

Ciciliana

L'erba di San Giovanni è una pianta unica con un'intera gamma di proprietà utili. Ai vecchi tempi si chiamava "la cura per 99 malattie". L'erba di San Giovanni si trova in tutta la Russia e probabilmente hai già incontrato questi fiori luminosi e solari.

L'erba di San Giovanni contiene un sacco di utili e necessari per le sostanze del corpo umano, tuttavia, quando l'uso eccessivo di erba di San Giovanni è velenoso. Gli animali evitano di mangiare l'Hypericum perché è velenoso per loro (da qui il nome "Hypericum").

L'erba di San Giovanni è spesso prodotta per una varietà di malattie, così come solo un tè per il vigore e la forza.

Nomi di iperico

Nome latino Hypericum - Hypericum perforatum
I nomi popolari di Hypericum sono spargimenti di sangue, maledizione, erba rossa, sangue valoroso, gerambay (dai kazaki).
Il nome ufficiale di Hypericum - Hypericum perforatum.

Perché la pianta ha un nome così fantastico? Sin dai tempi antichi, ci sono stati casi di avvelenamento di piccoli animali che hanno consumato l'erba di San Giovanni, in particolare pecore e mucche. In questo caso, non tutti gli animali sono stati avvelenati, ma solo di colore bianco: le loro ghiandole linfatiche si sono infiammate, sono comparse ulcere mal curate. Si è scoperto che la causa delle malattie è nello speciale pigmento di Hypericum, che aumenta la sensibilità delle zone non pigmentate della pelle animale ai raggi del sole. Pertanto, gli animali sono appositamente dipinti in un colore scuro.

Dove cresce Hypericum

L'iperico cresce nei prati, nelle steppe, tra i cespugli, ai margini, nelle radure, nelle foreste illuminate, lungo le strade, nelle montagne. Per scopi medicinali, la pianta viene a volte coltivata in fattorie specializzate. L'iperico può essere coltivato nel tuo giardino.

Come appare l'Hypericum

L'erba di San Giovanni è una pianta perenne con fusti eretti alti 40-80 cm (fino a 1 m) ramificati nella parte superiore.

Le foglie di Hypericum sono piuttosto piccole, i fiori dell'iperico sono di colore giallo brillante, raccolti in infiorescenze. Se guardi da vicino le foglie ei fiori di Hypericum, non lo confonderai mai con nulla. In che altro modo distinguere Hypericum? Se schiacci il germoglio giallo - sulle mani resterà una vernice viola brillante.

Iperico di fioritura

L'iperico fiorisce da maggio ad agosto, i frutti maturano a luglio-settembre. Il frutto è una scatola ovale marrone oblunga-ovata con numerosi piccoli semi.

Raccolta e raccolta dell'iperico

L'iperico raccoglie solo fioritura. Tagliare con attenzione i primi 10-20 cm di erba. L'erba di San Giovanni è conveniente da raccogliere e le mani, bruscamente attorcigliate e, per così dire, tagliando il gambo. Fai attenzione a non danneggiare il resto della pianta e le radici. Non raccogliere mai l'intero Hypericum, lasciare sempre un paio di infiorescenze sul cespuglio per la successiva riproduzione. Imballa l'erba in Hypericum e appendila ad asciugare. È meglio asciugare Hypericum senza riscaldamento artificiale, e in soffitta o in una stanza buia e ventilata. Non asciugare l'Hypericum al sole. È possibile immagazzinare l'erba essiccata di San Giovanni abbastanza a lungo - circa 3 anni.

Proprietà curative e l'uso di Hypericum

Ai vecchi tempi, hanno parlato di questo quando entrando nell'organismo, Hypericum stesso trova i luoghi "deboli" e inizia a guarire dove è più necessario. La pianta ha un effetto positivo su tutti i sistemi del corpo.

Nell'iperico contengono flavonoidi (fino all'1%), tannini (fino al 13%), olio essenziale, sostanze coloranti (circa 0,5%), catrame, carotene, che è provitamina A (fino a 55 mg), acido ascorbico, cioè vitamina C (fino a 140 mg), vitamina PP, ecc.

Tratto digestivo

L'erba di San Giovanni attiva la digestione, migliora la secrezione dei succhi digestivi, ha proprietà coleretiche, rallenta la motilità intestinale (proprietà "astringenti"), combatte con successo i parassiti (invasioni elmintiche), normalizza il metabolismo.

Il decotto di erbe Hypericum è usato con successo nel trattamento di tali malattie come la gastrite, le lesioni ulcerative dell'area gastroduodenale, la colite, la diarrea, le malattie del fegato e della cistifellea, dei reni e delle vie urinarie.

Sistema nervoso

L'iperico contribuisce attivamente al ripristino delle funzioni delle fibre nervose, calma i nervi, allevia la tensione e ripristina la forza. È usato con successo per alleviare la sindrome premestruale e in menopausa nelle donne, nel trattamento della nevrosi, in particolare la nevrosi complessa, accompagnata da mal di testa e insonnia. Questa pianta fa parte di alcuni antidepressivi. Gli scienziati moderni hanno dimostrato che l'uso di Hypericum rafforza il sistema immunitario e aiuta a curare la depressione.

Sistemi circolatorio e cardiovascolare

L'erba di San Giovanni è in grado di alleviare gli spasmi vascolari, che normalizzano il lavoro del cuore e la circolazione del sangue in generale. L'erba di San Giovanni ha proprietà emostatiche, è ampiamente usata nel trattamento di ferite e ferite causate da un intervento chirurgico.

L'erba di San Giovanni ha proprietà uniche per alleviare l'infiammazione delle mucose, consente di usarla nel trattamento di problemi respiratori e dentali (faringite, influenza, bronchite, polmonite, gengivite, ecc.), Nonché nelle infiammazioni della sfera genitale femminile.

articolazioni

L'erba di San Giovanni viene utilizzata nel trattamento delle malattie delle articolazioni, riduce l'infiammazione, riduce il gonfiore e normalizza il movimento delle articolazioni. L'uso esterno consente di rafforzare le pareti dei capillari, per accelerare la guarigione di tagli, abrasioni.

Per alleviare i sintomi delle malattie della pelle e delle allergie, il decotto di Hypericum viene aggiunto ai bagni.

Erba di San Giovanni - controindicazioni

Quando si applica l'erba di San Giovanni è necessario ricordare che ci sono anche sostanze tossiche nella sua composizione che sono in grado di sopprimere la percezione in grandi quantità (la fotosensibilità è notevolmente migliorata), contribuiscono ad un aumento della pressione sanguigna (quindi l'erba di San Giovanni è controindicata nella malattia ipertensiva).

Applicazione dell'iperico

In Russia, l'infusione di Hypericum ha bevuto con lividi e per mantenere vigore e salute. Per questo motivo, gli erboristi raccomandano spesso di usarlo per coloro che sono molto stanchi o impegnati in lavori estenuanti.

Con lo stesso scopo, l'erba di San Giovanni era usata dai soldati che dovevano fare lunghi incroci ai piedi.

Gettando i rami di Hypericum nell'acqua reclutata, gli slavi si liberarono del rischio di ammalarsi di dissenteria e altre malattie. Masticando l'erba di San Giovanni, è possibile rimuovere l'alito cattivo.

Gli erboristi, quando non c'era nulla a disposizione, trattavano tagli e bruciature con Zveroboem. Era necessario masticare fiori, foglie e poi la conseguente crudeltà per chiudere la ferita.

Fatti interessanti su erba di San Giovanni

L'erba di San Giovanni nelle idee popolari è considerata una di quelle piante che provenivano da sangue o piume, e così via da un uccello (un fulmine), che portò il fuoco celeste sulla terra e fu ferito da una creatura ostile. Più tardi, dalla bestia, viene attribuita la proprietà di guidare gli spiriti maligni.

L'iperico nelle persone è considerato una pianta magica: protegge da streghe e fantasmi.

Se schiacci un fiore giallo o un germoglio Hypericum, il succo viola che ne fuoriesce fluirà bene. Succo di iperico viola, era considerato un agente seduttivo.

L'erba di San Giovanni dà alle api un sacco di polline, specialmente al mattino.

Nell'Antica Russia, e più tardi in Ucraina, l'insetto "scarlatto" fu estratto dalle radici di Hypericum, ed era già stato ricavato da esso: bolle blu nella parte superiore della radice furono raccolte in una nave, in cui si trovava l'insetto colorante. La vernice rossa era chiamata rossa, e il mese di giugno, quando erano usati per raccogliere l'erba di San Giovanni con gli insetti, era cherven. Oltre agli ucraini, i bulgari chiamano giugno i bulgari, i cechi, gli slovacchi e i polacchi il verme. Nei tempi antichi, questa vernice veniva venduta ai mercanti stranieri per grossi soldi, mentre in Messico non trovavano un insetto simile che viveva nei cactus. Il modo messicano di estrarre la vernice si rivelò più economico e produttivo e si dimenticarono della pittura russa antica.

LiveInternetLiveInternet

-categorie

  • Ricette (799)
  • Giorno dopo giorno (293)
  • A proposito di felicità, ricchezza e denaro. (280)
  • Dacia. Giardino. (259)
  • Pomodori (48)
  • Letti da giardino (28)
  • Cetrioli (21)
  • Pepper. (19)
  • Patate (7)
  • Piantine (6)
  • Zucca (2)
  • Indirizzi, password, aspetto. (184)
  • Summer Cottage. Giardino (160)
  • Malina (29)
  • Fragole (15)
  • Ribes (7)
  • Gooseberry (4)
  • Capodanno (150)
  • Utile (108)
  • Cottage (107)
  • salute (107)
  • Decoupage (76)
  • Sapone (64)
  • Shebbi-chic (61)
  • Calendario lunare (51)
  • Poesia (50)
  • Coltivazione (40)
  • Bellezza e Salute (34)
  • Gambe, tacchi (7)
  • Mani, unghie (6)
  • La faccia Collo. (5)
  • Face skin (1)
  • Culture-Multura (31)
  • HAIR DRYER (30)
  • Lo voglio (23)
  • Landscape Design (20)
  • Home Cosmetici (19)
  • Regione di Voronezh, Ramon.Oldenburgskie. (15)
  • Dieta proteica Dr. Dukan (12)
  • Regione di Voronezh, Ramon (11)
  • Fly-lady (10)
  • Voronezh (8)
  • Regione di Voronezh, distretto di Ramon, villaggio di Hvoschevatka (7)
  • Lingue (6)
  • Bellissima foto (6)
  • Pasta salata (3)
  • Pietre, ciottoli (2)
  • Regione di Voronezh, distretto di Ramon, villaggio di Novozhivotinnoe (1)
  • Mesi (0)

-Cerca per diario

-Iscriviti per e-mail

-Lettori abituali

-comunità

-statistica

Erba di San Giovanni. Erba di Ivanova

Erba di San Giovanni. Erba di Ivanova

Come senza farina non puoi cuocere il pane,
Quindi senza Hypericum non puoi curare una persona.
Detto popolare

L'erba di San Giovanni è una delle piante medicinali selvatiche più famose. Questa è un'erba bassa con fiori giallo-arancio. Fiorisce a fine giugno e fiorisce per tutta l'estate. Hypericum perforatum (chiamato anche normale, o forato-foglia) - una pianta perenne 30-80 cm di altezza. Cresce in luoghi asciutti e ben illuminati - pini radi e foreste miste, nelle radure della foresta e nei margini della foresta, nelle radure, nei prati, vicino alle strade, lungo i bordi dei campi, nelle terre abbandonate, nelle foreste di querce, nei picchetti di betulla, nelle steppe dei prati. Iperico avvistato cresce nella zona della foresta quasi in tutta Europa e nella Siberia occidentale.

Erba di San Giovanni (erba di San Giovanni, erba perforata, erba di Ivanovo, sangue di Ivan, krovnik, sangue di sette clan, malaticcio). Il nome latino del genere Hypericum significa crescere tra l'erica, che è associata all'habitat delle prime specie trovate di questo genere. Ci sono diverse opinioni sull'origine del nome della pianta. Forse il nome deriva dalle parole iper (sopra) ed eicon (riflessione). Secondo altri autori, il nome deriva dal verbo upereidofal (guarda in lontananza, mostra te stesso), indicando la presenza di puntini trasparenti sulle foglie della pianta. Un'altra opinione è che il nome provenga da hypo (sub) e erikn o ereikn (heather), ad es. pianta che cresce sotto l'erica. Infine, alcuni botanici credono che il nome derivi da iper (sopra) e eikon (un'immagine nel senso di un fantasma), riferendosi alla credenza delle persone nelle misteriose proprietà di una pianta di scacciare i profumi, o perché la pianta cresce su vecchi monumenti.
E come è nato il nome russo - erba di San Giovanni? È stato a lungo notato che gli animali domestici possono ammalarsi di Hypericum e solo gli animali bianchi o macchiati di bianco possono ammalarsi. Le pecore e i cavalli sono più spesso colpiti. Si è scoperto che il pigmento di ipericina contenuto nell'erba di Hypericum rende le aree della pelle non pigmentate particolarmente sensibili alla luce solare. Ma c'è un'altra opinione - il nome deriva dalla parola kazaka "jebray", che significa un guaritore di ferite.
I nomi di iperico nelle lingue slave e nei dialetti sono estremamente numerosi e diversi. Il tempo dell'inizio della fioritura, che approssimativamente coincide con il giorno di Giovanni il Battista, si riflette in un intero gruppo di nomi: erba Svyatoivanovskaya, pozione di Svyatoyan, in ucraino. Ivanok, Sventoyanske Zilla, Bel. Sventayansky Zellya, Svyatayanki, St. Ivana Zelle, srbh. Ivanovka, erba di salice, erba di Ivanovo, erba di sv. Ivan, Paul stojanskie ziele, swietojanskie ziele, swietego Jana korzenie, vecchio bohémien. svateho Jana korenie, Sv. Jana bylina. Un altro gruppo di nomi (sangue di Ivanov, spargimento di sangue, spargimento di sangue, sangue di sette facce, krivtsya ucraino, kravnik, dio del Cristo, sangue di Cristo, rifugio Is. Cristo, sangue di San Ivan, sangue giovanile, sangue di lepre bianca Kryvavets, erba rossa, krevnicek ceco, krvavnik, pozzanghera konjaca krej) è causato dall'aspetto della pianta: le foglie di alcune specie sono punteggiate da macchie rossastre e l'infuso ha un colore rosso, come il succo dei petali picchiati. Ukr. Protiznik, ceco prostrelenec, serbhorv. la camera di caccia, che sporge dall'alto, riflette un'altra caratteristica dell'aspetto della pianta: le sue foglie sono coperte da piccoli contenitori trasparenti che sembrano buchi (questa stessa caratteristica si riflette anche nel nome di una specie della nomenclatura: erba di San Giovanni o foglie a piercing).
Ovviamente, il nome stesso dell'iperico stesso dovrebbe essere incluso qui, che, forse, è il risultato dell'etimologia nazionale dell'Ucraina. buco o bianco dziroboi, al piano. dziurawiec, così come plakun, ukr. Madre di Dio delle lacrime. Macchie trasparenti sulle foglie di Hypericum, che sembrano buchi, potrebbero causare l'idea di lacrime che cadono sulle foglie, che si riflette nel nome. Il colore giallo-arancio brillante dei petali, ovviamente, è stato dato dall'ucraino. vigile del fuoco, croato rusoglavec cel rusohlavec. Una delle leggende spiega i nomi nazionali relativi all'iperico, in un modo o nell'altro collegati al sangue. Mentre il boia portava la testa di Giovanni il Profeta nel palazzo di Erode, alcune gocce del suo sangue caddero a terra. Nel punto in cui il sangue gocciolava, l'erba crebbe, assorbendola: era l'erba di San Giovanni.
Sull'origine dell'iperico c'è un'altra leggenda: è cresciuto sotto la croce su cui hanno crocifisso Cristo e ha ricevuto il potere di guarigione dal suo sangue. Nella tradizione popolare serba, questa caratteristica del colore della pianta è spiegata in modo diverso: è il sangue di San La Vergine Maria, che, durante le mestruazioni, gocciolava sulle foglie di questa pianta, perché le era stato dato il nome: Madre di Dio Erba, (così come Madre di Dio, Madre di Dio, colore di stato, erba di stato, terra di stato). Nelle vicinanze di Nish, c'era una diversa storia eziologica sulla comparsa di macchie sulle foglie di Hypericum, tuttavia, anche associato al nome della Vergine: impastare il pane, si lavava le mani e dalle gocce che cadevano su questa pianta, le foglie e ottenevano le loro macchie. Forse questa storia spiega anche il nome serbo delle percussioni Hypericum (dalla polvere - "schizzi, schizzi". Nella Repubblica Ceca, l'esistenza di contenitori trasparenti sulle foglie della pianta è stata spiegata dal fatto che il diavolo, arrabbiato, ha esaurito tutte le foglie con un ago e ha rilasciato succo sano.

Ai vecchi tempi, l'erba di San Giovanni era considerata una pianta magica. Nelle zone rurali, riempiendo i bambini di materassi, l'erba di Bogorodsky era necessariamente aggiunta alla paglia, in modo che il bambino avesse sogni d'oro, e l'erba di San Giovanni, che l'odore di questa pianta avrebbe protetto il bambino dallo spavento in un sogno. E ragazzi e ragazze adulti hanno intuito sui gambi di Hypericum. Lo torceranno tra le loro mani e vedranno quale succo è apparso: se è rosso, significa che lo ama, se è incolore, non lo è. I vecchi credevano che l'erba di San Giovanni allontani gli spiriti maligni, le malattie e proteggesse le persone dall'attacco di animali selvatici. Nell'Inghilterra medievale e in Germania grappoli di erbe di Hypericum appesi alle finestre e alle porte, si nascondevano sotto la soglia, in modo che le forze del male non penetrassero nella casa. In Normandia, il conservante delle mucche dannose era considerato l'erba di San Giovanni, raccolta la notte prima di Ivan Kupala. In Germania, le persone tessevano le fasce di Hypericum, poi bruciate in un incendio, accese in onore di San Giovanni, proteggendosi così dalle forze del male per un anno intero. Si credeva anche che se una persona porta sull'erba di Hypericum o mette i gambi nei suoi panni, né i demoni né gli stregoni hanno potere su di lui. Nel XVII secolo. L'erba di San Giovanni era tra le 12 piante magiche dei Rosa-Croce.
Un tempo fu chiamato "Fuga Daemonum" perché scaccia gli spiriti maligni e non permette ai fantasmi di entrare e stabilirsi in casa. Era usato in un incantesimo d'amore come mezzo contro l'infertilità femminile e gli intrighi delle streghe, oltre a proteggere la casa e i suoi abitanti dal fuoco e dai fulmini. Le macchie rosse sulle sue foglie simboleggiavano il sangue di Giovanni il Battista; si credeva che apparissero ogni anno il 27 agosto, il giorno della Decapitazione del Santo. Anche se, come tutti i fiori gialli, l'erba di San Giovanni ha sempre proprietà magiche, sono più forti proprio ai tempi di Ivanov. È necessario raccoglierlo a stomaco vuoto al mattino presto, fino a quando la rugiada non si è asciugata. Se una ragazza fa questo, può essere certa che si sposerà quest'anno, e se lo mette sotto un cuscino per la notte, vedrà la sua fidanzata in un sogno. Se una donna senza figli esce nuda nel giardino e taglia il fiore di Hypericum, partorirà prima del prossimo giorno di Ivanov. Allo stesso modo, chiunque sia assalito dagli spiriti maligni può raccogliere l'erba di San Giovanni e liberarsi dei loro problemi. Poiché la magia funziona sempre in entrambe le direzioni, le streghe usavano l'erba di San Giovanni nei loro incantesimi, ma di solito era considerato più pericoloso per loro che utile.
La vecchia filastrocca recita:
Trifoglio, verbena, aneto, erba di San Giovanni Il potere di sopraffare qualsiasi strega.
E dei quattro nomi d'erba Ivanova d'oro era considerato il più potente.
In alcune regioni, è stato considerato mortale attaccare l'erba di San Giovanni in crescita. Se lo fai, un cavallo magico cresce dal terreno e ti porta via. Dovrai guidare follemente tutta la notte dappertutto, e al mattino il cavallo scomparirà, e ti ritrovi a non sapere dove, in quali circostanze, forse, a molte miglia da casa. Un'altra storia dice che non è facile raccogliere un erba di San Giovanni al momento giusto per questo, perché si muove da un posto all'altro e sfugge al collezionista. In molte parti della Gran Bretagna, l'erba di San Giovanni è ancora considerata erba fortunata, anche se l'antica festa dei tempi di Ivanov ha perso il suo significato, anche il significato tradizionale di questa pianta è scomparso. Anche se rimase nella valutazione popolare della prima erba, la predica e la predizione della fortuna del giorno del solstizio d'estate - il giorno stesso di Ivanov - non usava solo lui. San Giovanni Battista era responsabile di molte piante, tra cui finocchio, felci, felce maschio, cavolo lepre, edera, piantaggine, margherita, verbena, camomilla di campo, assenzio e achillea. Stowe nella sua Rivista di Londra racconta che alla vigilia delle case di Ivanov in questa città erano decorate con gigli, betulle, finocchio, cavoli di lepre e, naturalmente, erba di Ivanova. Tutte queste piante possedevano una sorta di potere magico, che ha raddoppiato questa stagione. Inoltre, si credeva che i fiori raccolti in questo giorno si allungassero e i semi germogliassero meglio.
L'erba di San Giovanni ha avuto un ruolo importante nelle divinazioni da ragazza ai giorni di Ivanov: le ragazze ceche si sono girate e hanno osservato gli steli di erba di San Giovanni - il succo rosso - come il verde, incolore - non gli piace. Le ragazze serbe, interrogandosi sul matrimonio, in questo giorno prima dell'alba gettarono una corona di erba di San Giovanni sul tetto della casa: indugiare - non sposarsi quest'anno, cadere immediatamente o sorvolare - la volontà. Continuando il tema della magia dell'amore, va detto che i fiori di Ivanovo sono stati usati anche come incantesimo d'amore. In Bielorussia, come il principale filtre sono i fiori di Hypericum chiamati fiori sacri.
L'erba di San Giovanni era generalmente considerata un talismano. Secondo la credenza popolare russa, egli "aiuta contro il danno e le forze nemiche" (Nizhny Novgorod, province di Kostroma). In Bosnia, si credeva che si tenesse dagli incantesimi e dalla stregoneria, così come dagli spiriti maligni, così i frutti essiccati di Hypericum furono messi in amuleti. Nella Repubblica Ceca, l'erba di San Giovanni è stata a lungo considerata un'erba magica estremamente potente, che aveva principalmente il potere di scacciare gli spiriti maligni, oltre alle malattie che inviavano. L'erba di San Giovanni essiccata veniva aggiunta ai materassi di paglia per bambini, in modo che il suo odore proteggesse il bambino dallo spavento in un sogno. Si credeva che i maghi scappassero quando "chiamava". Le donne polacche, sei settimane dopo la nascita del bambino, sparsero l'erba di San Giovanni nella stanza dove giaceva il bambino e lo portarono con sé per cacciare i guerrieri. Nelle vicinanze di Cracovia, si credeva che agli spiriti maligni non piacesse questa pianta e la evitassero. La madre, cercando di proteggere il suo bambino appena nato dall'essere sostituita dalle dee, avrebbe dovuto avere l'erba di San Giovanni con lei, e anche metterlo in pannolini per il bambino e appendere i ramoscelli sopra le porte e le finestre. Una simile superstizione esisteva tra gli abitanti dei Tatra, dove venivano indossati con l'erba di San Giovanni come guardia contro il diavolo. L'immagine folcloristica di questa pianta può essere rintracciata chiaramente nell'idioma bielorusso per dare una pozione sacra: "Se un ragazzo si innamora di una ragazza e, superando tutti gli ostacoli, prova a sposarla, di solito dicono - a quanto pare gli ha dato una pozione sacra, non capendo tutto in generale fiori ed erbe, che sono anche chiamati santi, cioè uno di questi due ".


Ippocrate, Plinio e Dioscoride scrissero nei loro scritti le proprietà curative di Hypericum nei loro scritti. Nel Medioevo numerose malattie furono ampiamente trattate con un erba di San Giovanni, furono usate all'interno e all'esterno, l'infuso di vino di San Giovanni fu bevuto come agente protettivo contro il colera. A quei tempi, sia in Russia che in Europa, l'erba di San Giovanni era considerata una pianta magica, era attribuita alla sua capacità di scacciare gli spiriti maligni, per proteggerla dalle streghe e dai fantasmi. E la ragione di questo, probabilmente, è che quando si sfregano i suoi fiori, viene rilasciato un succo luminoso viola simile al sangue.
C'era una credenza tra i popoli di diversi paesi che l'erba di San Giovanni possiede una speciale magia e potere curativo se fosse stata raccolta la notte prima della festa di Ivan Kupala (24 giugno, vecchio stile). A proposito, questa credenza ha una spiegazione abbastanza scientifica. A fine giugno - inizio luglio, l'Hypericum inizia la fioritura di massa, in questo momento nella parte fuori terra della pianta contiene il massimo di sostanze attive. Nella medicina popolare veniva usato contro lo scoraggiamento, le allucinazioni, i disturbi nervosi e un antidolorifico. In Russia, l'erba di San Giovanni era chiamata "la pozione di S. Ivan". In Inghilterra e in America è chiamata erba di San Giovanni. Oltre ad usare il giorno di Ivanov nelle divinazioni descritte sopra, l'erba di San Giovanni era spesso inclusa nei preparati a base di erbe (sebbene la convinzione di migliorare le proprietà curative di questo particolare giorno si applichi non solo all'iperico, ma anche a tutte le altre erbe). Così, i cechi hanno raccolto l'erba di San Giovanni insieme ad altre erbe e l'hanno lasciata per due giorni sotto il tavolo, credendo che avrebbero miracolosamente acquisito potere di guarigione. Era anche intessuto di ghirlande che erano state messe sulla sua testa quando le luci di San Giovanni erano accese. Nelle vicinanze di Yablonets, la sera prima del giorno di Ivanov, coprivano il letto con il cacciatore, sperando che la notte il santo venisse a posare la testa sul letto preparato. Se hai visto la traccia della sua testa sulle erbe, hanno detto che sono guarite. C'è una leggenda che l'erba di San Giovanni, che fiorisce a mezzogiorno del giorno di Ivanov nel castello di Zaalenštejn (in Hautes Francs), strappato dalle radici, aiuta a trovare tesori nascosti.
L'erba di San Giovanni è particolarmente usata nella medicina tradizionale. Questo è già indicato con nomi come erba sana (per Hypericum perforatum), differenza (per il quadrangolo di Hypericum), malattia dolorosa (per varie specie). La pianta era usata "dentro per rafforzare lo stomaco e il dolore addominale, sotto forma di infusione in acqua o vodka, anche da dolore al petto, soffocamento, tosse e fuori da dolori e lividi". Gli ucraini considerano tutti i tipi di medicinali. L'erba di San Giovanni è chiamata "erba infestante 99 malata". Era usato (mescolato con altre piante) nel trattamento delle pietre nel fegato, disturbi gastrointestinali, un numero di malattie delle donne, malattie polmonari, processi infiammatori, ascessi, eruzioni cutanee, reumatismi, ecc. In Bosnia, l'erba di San Giovanni era considerata un rimedio per la tosse vecchia. È stato usato come agente emostatico. Inoltre, l'erba di San Giovanni si applicava alle ferite, credendo che guarisse e calmasse il dolore. Nella tradizione serba, era usato per la tosse e l'asma, i disturbi mestruali, il travaglio difficile e il mal di stomaco; è stato applicato anche ai tagli e applicato per la rabbia. Se una donna non riusciva a rimanere incinta a causa della stregoneria, allora il prete doveva benedire quest'erba, allora era bollita e beveva per diversi giorni al mattino a stomaco vuoto; inoltre, la donna doveva portarla con sé. Nella Repubblica Ceca, l'erba di San Giovanni, raccolta su St. Ivana è stata mescolata al mangime con animali deboli. Durante gli scavi dell'antico insediamento slavo di Biskutin, che esisteva 2500 anni fa, furono trovate 20 erbe, tra cui l'erba di San Giovanni. L'Archivio di stato degli antichi atti russi contiene un certificato emesso dal voivode Romodanovsky, che gli ha ordinato di inviare erba di erba di San Giovanni alla farmacia reale di Mosca "l'erba di San Giovanni ogni anno". In Russia, è associato alla convinzione che l'erba trattiene dall'incanto e dalla tentazione. L'erba di San Giovanni era ampiamente usata nella medicina popolare in molti paesi come agente antinfiammatorio, specialmente nel trattamento delle malattie dei bronchi e del tratto urogenitale, delle emorroidi e anche come rimedio esterno che promuove la rapida guarigione di varie lesioni cutanee.

Erba di San Giovanni

L'erba di San Giovanni (forata) è un'erba curativa. Si può trovare nelle radure, nei margini della foresta, nei boschi roverella e betulle, tra gli arbusti, lungo i bordi dei campi, nei prati e nelle cinture forestali.

Dalla numerosa famiglia di mammiferi (e ci sono più di 50 specie), solo l'erba di San Giovanni è indicata come una pianta medicinale e usata nella medicina ufficiale.

Descrizione di Hypericum ordinario

Erba di San Giovanni - un'erba perenne fino a un metro, ha uno o più steli cilindrici diritti con due nervature longitudinali ramificate in alto. Foglie oblunghe o ellittiche, lunghe fino a tre centimetri e larghe un centimetro e mezzo con pezzi di ferro traslucidi punteggiati sparsi sulla superficie della foglia. I fiori sono di colore giallo dorato, con un diametro fino a tre centimetri, sono raccolti in corimbo o shirokomelchatchatye infiorescenze sulle cime del gambo e germogli. Il fiore ha cinque petali.

L'origine del nome Hypericum

L'erba dell'iperico ha il suo nome di "caccia" per il fatto che gli animali che la mangiano hanno gonfiore alle orecchie, intorno alla bocca e agli occhi, che spesso si trasformano in ulcere dolorosamente dolorose. Allo stesso tempo, gli animali stessi infliggono ferite profonde e difficili da guarire - con morsi, colpi contro alberi e terreno. La sofferenza di un animale a volte è fatale.

Proprietà curative dell'iperico

Le proprietà curative dell'iperico sono conosciute fin dall'antichità. In Russia, questa pianta era chiamata erba da 99 malattie ed era usata nel trattamento dell'emicrania, dei polmoni, dell'ipertensione, nelle malattie delle vie respiratorie, degli organi interni, nelle mastiti, nella tosse e nelle emorroidi.

E attualmente, la medicina tradizionale e l'omeopatia applicano ampiamente questa pianta medicinale unica. Non ha risparmiato la sua attenzione e la medicina scientifica. Preparati da preparati Hypericum vengono utilizzati come agente di guarigione delle ferite per ustioni, foruncolosi, foruncoli, per il trattamento delle ulcere, come un mezzo che allevia gli spasmi dei vasi sanguigni e migliora l'afflusso di sangue agli organi interni. Infusi di acqua di Hypericum utilizzati nella pratica veterinaria nel trattamento di alcune malattie degli animali domestici.

Iperico raccolto durante la fioritura da giugno ad agosto, che taglia le parti superiori degli steli, foglie, fiori, boccioli e frutti acerbi.

Sfortunatamente, la massiccia raccolta di questa erba curativa può portare alla sua completa scomparsa. Numerosi giardinieri dilettanti e proprietari di terreni familiari possono aiutare a preservare e migliorare lo stock di Hypericum. Crescere è facile. Per questo, i semi essiccati vengono seminati nel tardo autunno senza essere incorporati nel terreno precedentemente dissotterrato e arricchito con fertilizzanti.

Le date per la raccolta dell'iperico sono specificate nel programma di raccolta per le piante medicinali.

Qual è l'origine del nome Hypericum?

Il nome latino del genere Hypericum significa crescere tra l'erica, che è associata all'habitat delle prime specie trovate di questo genere.

Ci sono diverse opinioni sull'origine del nome della pianta.

Alcuni credono che il nome derivi dalle parole iper (sopra) ed eicon (riflessione).

Secondo altri autori, il nome deriva dal verbo upereidofal (guarda in lontananza, mostra te stesso), indicando la presenza di puntini trasparenti sulle foglie della pianta.

Un'altra opinione è che il nome deriva da hypo (sub) e erikn o ereikn (erica), cioè una pianta che cresce sotto l'erica.

Infine, alcuni botanici credono che il nome derivi da iper (sopra) e eikon (un'immagine nel senso di un fantasma), riferendosi alla credenza delle persone nelle misteriose proprietà di una pianta di scacciare i profumi, o perché la pianta cresce su vecchi monumenti.

E come è nato il nome russo - erba di San Giovanni? È stato a lungo notato che gli animali domestici possono ammalarsi di Hypericum e solo gli animali bianchi o macchiati di bianco possono ammalarsi. Le pecore e i cavalli sono più spesso colpiti. Si è scoperto che il pigmento di ipericina contenuto nell'erba di Hypericum rende le aree della pelle non pigmentate particolarmente sensibili alla luce solare. Ma c'è un'altra opinione - il nome deriva dalla parola kazaka "jebray", che significa un guaritore di ferite.