Principale > Prodotti

Posso prendere l'HIV nel corpo mentre mangio?

C'è il rischio di contrarre l'HIV attraverso i prodotti? La risposta a questa domanda riguarda molte persone. Ciò è dovuto alla crescita minacciosa della malattia tra la popolazione. Ogni anno ci sono più persone infette in tutto il mondo, e le previsioni degli scienziati, purtroppo, non sono confortanti, perché finché non si sviluppa una terapia decente per la malattia, è inutile parlare di riduzione del numero di persone infette. La malattia continuerà a falciare le persone in assenza di misure precauzionali sullo sfondo dell'irresponsabilità generale. È impossibile contrarre l'HIV con il cibo, perché l'infezione non viene trasmessa attraverso l'aria e la saliva ha bisogno di diversi litri per trasportare il retrovirus nel corpo.

La domanda se sia possibile contrarre l'infezione da HIV (AIDS) attraverso il cibo ha un'altra risposta da parte dei medici, ed è proprio così. L'infezione da HIV attraverso il cibo è possibile solo in un caso. L'infezione può essere trasmessa se il sangue dell'HIV entra nel cibo e la persona che lo usa ha una ferita aperta in bocca, ma anche in tale situazione è necessaria una quantità sufficientemente grande di fluido biologico perché il virus è vulnerabile nell'ambiente. In breve, la possibilità di essere infettati in questo modo è uno su un milione, quindi il rischio di trasmettere la malattia in questo modo si riduce quasi a zero.

Molte persone temono: possono intenzionalmente infettare l'HIV attraverso il cibo? Questa domanda sorge ancora dall'ignoranza. Il punto è l'irresponsabilità di ogni persona personalmente, perché trovare le informazioni necessarie nel 21 ° secolo è molto più facile di, diciamo, 20-30 anni fa.

La risposta alla domanda se l'AIDS, l'HIV può essere infettato attraverso i prodotti infetti risiede nella conoscenza dell'aspettativa di vita del virus in un ambiente aperto. Ad esempio, nei laboratori, il virus dell'immunodeficienza si trova in concentrazioni tali che sono centinaia di volte più alte di quelle naturali, e anche in quantità tali dopo la coagulazione del sangue, l'agente patogeno vive tra uno e tre giorni, cosa possiamo dire delle condizioni di vita.

La domanda sorge immediatamente: quanto vive il virus dell'HIV nel cibo? La risposta è molto incoraggiante, a causa della vulnerabilità dell'infezione all'aria aperta, la durata della vita del retrovirus va da 12 secondi a 3 minuti, a seconda della concentrazione del patogeno nel sangue di una persona infetta.

Recentemente, le domande sull'immunodeficienza si verificano sempre più spesso, ci sono ancora più risposte e, se non trascurate le informazioni, potete proteggere non solo voi stessi e le persone care, ma anche permettere alle persone che già soffrono di questa malattia di vivere una vita piena.

Consultazione online dell'infermiera

Sangue nel cibo e HIV

№ 52 453 Malattie infettive 10.08.2018

Ciao, se il rischio di contrarre l'HIV se il sangue infetto entra nel cibo? In particolare, sul pane che ho mangiato, ho trovato delle macchie rosse. Forse era sangue. È possibile ottenere l'HIV in questa situazione?

Elena, Nizhny Novgorod

Ciao, non c'è il rischio di contrarre l'HIV in questa situazione, puoi calmarti e non preoccuparti.

Buona giornata! Dimmi, p-che, se c'è il rischio di trasmettere l'HIV e l'epatite in una situazione del genere: c'era una sbavatura al mio dito, che ho strappato al sangue. Nel supermercato, ho comprato generi alimentari e ho toccato questi prodotti con le mie mani. C'è una possibilità di trasmissione dell'HIV, partendo dal presupposto che i prodotti potrebbero avere tracce del sangue di qualcuno? E una domanda simile, è possibile, se inavvertitamente mi togliessi un brufolo in testa con una mano, con cui potevo toccare oggetti sui quali trovare tracce di qualcun altro.

Ciao Ho un problema simile Un bambino in strada ha sollevato una siringa da insulina, quando l'ho vista volare in un attimo, ho pensato che non avevo il tempo di fare nulla, ma sono tornato a casa e ho visto un graffio piccolo e non profondo sul mio dito, l'ho immediatamente trattato con l'alcol, non so esattamente se fosse graffiato con una siringa o meno. Possiamo avere un gatto a casa e si è graffiato, ma sono terribilmente preoccupato e se con una siringa ho ancora graffiato il rischio di contrarre infezioni come l'HIV e l'epatite? Epatite in un bambino vaccinato. (C.

Benvenuto! Sono molto preoccupato, quindi chiedo il tuo aiuto in una domanda che mi riguarda. Era dal dentista alla reception sul dente rimosso di recente. Condusse un'ispezione e decise di lavare il buco. Ha disimballato la siringa, ha inserito la soluzione e poi con una mano senza guanto (!) Piegò l'ago con un angolo di 90 gradi e fece un'iniezione nel pozzo. Ora ero sfinito dal fatto che era necessario fermarlo dopo aver rotto la sterilità dell'ago, ma ero così scioccato da essere confuso. C'è il rischio di contrarre l'epatite se vd.

Un bambino sano ha morso una persona infetta da HIV dal naso al sangue. Dopo un paio di minuti, il bambino sano è stato trattato con la bocca di un bambino sano con clorexidina. C'è il rischio di infezione?

C'è un rischio in questa situazione. L'HIV sopravvive nell'acqua? Qui hanno comprato un gelato per bambini, che hanno messo in uno speciale cucchiaio di metallo, le palline sono state ottenute. Quando hanno messo il gelato ai bambini, già partiti, ha visto che stava mettendo il cucchiaio in una casseruola, in cui c'era già acqua. In essa c'erano ancora dei cucchiaini. Il vaso stesso stava nel lavandino. E ha messo un filo d'acqua nella nostra padella. I bambini mangiarono il gelato, e poi mi coprirono, e se si tagliò, per esempio, e se lavato via, li lavò via sott'acqua.

18+ Le consultazioni online sono informative e non sostituiscono la consultazione faccia a faccia con un medico. Accordo per gli utenti

I tuoi dati personali sono protetti in modo sicuro. I pagamenti e il lavoro sul sito vengono eseguiti utilizzando SSL sicuro.

Posso ottenere l'HIV dal cibo?

Secondo un sondaggio di Casey House, un ospedale per l'HIV a Toronto, più della metà degli americani afferma di non mangiare cibo prodotto da una persona che è HIV +. Per combattere questo stigma e disinformazione, un'organizzazione senza scopo di lucro ha aperto un nuovo ristorante, dove tutti gli chef sono HIV +.
Tuttavia, per sopprimere le nostre paure, abbiamo chiesto a Paul Volberding, M.D., direttore dell'Istituto per la ricerca sull'AIDS presso l'Università della California, a San Francisco, se ci fosse un modo per ottenere l'HIV dal cibo preparato da qualcuno con un virus.
Potresti avere problemi con il cibo preparato o servito da qualcuno che è HIV +?
No. La maggior parte delle persone era probabilmente già servita da una persona infetta da HIV, non ne era a conoscenza e non era stata infettata dal virus. Questo perché l'HIV si trasmette solo dai fluidi ai fluidi: sangue attraverso il sangue o attraverso il sesso.
Ma se lo chef si tagliasse?
La maggior parte delle persone con HIV sono in cura e hanno una quantità non rilevabile di virus nel sangue, il che rende impossibile infettarti. Tuttavia, se lo chef si tagliasse, avrebbe smesso di cucinare, buttare il cibo, fasciare la sua ferita e disinfettare questa zona, come qualsiasi normale chef.
E se non si accorgesse che si è tagliato?
Anche se una piccola quantità di sangue entra nel cibo e nessuno se ne accorge, l'ambiente di cottura è immune al virus.
Immune esattamente come?
L'esposizione della cucina all'aria e al calore durante la cottura ucciderà il virus.
E se il sangue dello chef in qualche modo ottiene cibo freddo, come un'insalata?
Poiché il cibo viene consumato dalla bocca e non dall'ambiente aperto, l'acido dello stomaco ucciderà il virus mentre passa attraverso il sistema digestivo.
E se tu, il cliente, ti fossi tagliato in bocca?
Nonostante questo, è impossibile che una piccola quantità di sangue entri dentro e ti infetti. È come cercare di colpire un bersaglio con una freccia - impossibile.
Qualcuno ha mai contratto l'HIV con il cibo preparato da una persona con HIV?
No. Nessuno ha mai contratto l'HIV mentre cucinava. Non vi è alcun rischio di trasmissione dell'HIV in questo modo.

Registra la navigazione

Lascia un commento Annulla risposta

Devi essere registrato per pubblicare un commento.

VICH.RF

In questa sezione di consulenza, puoi fare in modo anonimo una domanda sull'HIV / AIDS.

La notifica della risposta verrà inviata al tuo indirizzo e-mail. La domanda con la risposta sarà pubblicata sul sito. Se non si desidera pubblicare una domanda / risposta, informare il consulente su di esso nella domanda. Formulare la domanda in modo chiaro e accurato indicando la propria e-mail per la ricezione tempestiva della notifica di ricezione della risposta.

La risposta verrà inviata necessariamente! Il tempo di risposta dipende dalla complessità e dal numero di domande ricevute.

Infezione da HIV in casa: miti e verità

La questione di come l'HIV si trasmette da persona a persona nella vita di tutti i giorni continua a sorgere nei forum. Il numero di infetti è in costante crescita e il vaccino non è ancora stato creato. Se l'AIDS fosse infetto nella vita di tutti i giorni, allora quasi l'intera popolazione sarebbe a rischio di infezione. La modalità di trasmissione domestica dell'infezione da HIV è estremamente rara, ma è ancora possibile.

Varianti di infezione da HIV nella vita di tutti i giorni

Il rischio di contrarre l'HIV nella vita di tutti i giorni è molto piccolo, ma un'infezione virale può essere trasmessa nei seguenti modi:

  • contatto diretto di sangue, latte materno, secrezioni vaginali e sperma di un paziente con pelle danneggiata o membrana mucosa di una persona sana;
  • penetrazione dei suddetti fluidi in una ferita aperta.

Secondo le statistiche mediche, le persone infettate dall'infezione da HIV nell'ambiente domestico sono molto rare. Eppure, vivendo nello stesso appartamento con una persona infetta, devi stare molto attento ed essere consapevole di come si trasmette l'HIV.

Infezione del sangue

Le statistiche mostrano che il più alto rischio di trasmissione del virus dell'immunodeficienza è registrato durante i rapporti sessuali e attraverso il sangue. E se tutto è chiaro con il primo metodo, allora il secondo solleva molte domande - l'infezione si trasmette attraverso graffi ottenuti da una persona infetta da HIV, una bava o in un combattimento?

Gli esperti affermano che la possibilità di infezione in tali situazioni è estremamente ridotta. L'infezione richiede che una grande quantità del materiale biologico di una persona infetta cada in un taglio aperto. Quando il sangue è appena arrivato sul graffio guarito, la probabilità di infezione si riduce a 1 su 1000. L'infezione da HIV nell'ambiente esterno muore dopo pochi minuti. Leggermente più probabile che si infetti attraverso il sangue secco - in esso l'HIV può vivere fino a diverse settimane.

Un'altra domanda d'attualità: cosa fare quando il sangue di una persona infetta colpisce l'occhio? Ciò accade spesso quando viene fornita assistenza medica di emergenza. Gli esperti dicono che la probabilità di infezione è dello 0,1%. In questo caso, sciacquare immediatamente gli occhi con acqua distillata pulita.

L'HIV viene trasmesso nella vita di tutti i giorni attraverso prodotti per la cura della persona

Le potenziali fonti di infezione da virus dell'immunodeficienza possono essere oggetti di igiene personale se usati da più persone. A tali oggetti porteranno uno spazzolino da denti, un rasoio, accessori per unghie.

Una delle domande frequenti è: l'HIV può essere infettato da un rasoio? Sì, questa opzione esiste. Il virus può essere trasmesso con sangue quando si utilizza un rasoio comune. Spesso, la rasatura lascia la macchina con gocce di sangue, che possono entrare nel microtrauma di una persona non infetta.

Lo stesso vale per lo spazzolino da denti - quando ci sono ferite fresche nella cavità orale e goccioline di sangue di un paziente con infezione da HIV rimangono sui ciuffi della spazzola, il pericolo di infezione è molto alto.

Come l'HIV non viene trasmesso

Il virus dell'immunodeficienza muore rapidamente nell'aria, lasciando a malapena il corpo del trasportatore, soprattutto se riscaldato e asciugato. È quasi impossibile essere infettati dall'HIV nella vita di tutti i giorni. Quindi, non è possibile "prelevare" il virus nei seguenti casi:

  • in un bagno pubblico, piscina, bagno;
  • Prelevare il cibo dagli utensili comuni (c'è una bassa concentrazione del virus nella saliva, quindi non aver paura di mangiare cibo da un piatto, non ti ammalerai);
  • fumare una sigaretta per due;
  • non si può "prendere l'infezione" dal morso di un animale o da un insetto che succhia il sangue - non c'è un singolo caso registrato di tale infezione;

Non ci sono circostanze in cui vengono infettati dall'AIDS! L'AIDS è uno stadio dell'infezione da HIV che si sviluppa dopo una lunga esistenza (a volte a lungo termine) del virus dell'immunodeficienza nel corpo umano. L'AIDS può essere raggiunto se l'infezione da HIV non viene trattata. Ma è impossibile diventare infetto da sindrome da immunodeficienza.

L'HIV si trasmette attraverso strette di mano o abbracci

Gli operatori sanitari sostengono che l'HIV non viene trasmesso in questi modi. Tuttavia, è teoricamente possibile essere infettati attraverso una stretta di mano o un abbraccio - ad esempio, quando sia chi lo indossa che la persona sana hanno ferite sanguinanti sul palmo. Tuttavia, in questo caso, la probabilità di infezione non è eccessiva.

Puoi prendere l'HIV in aria

Casi medici sconosciuti di pratica di infezione da HIV nel modo sopra menzionato. Non dovresti aver paura che quando una persona infetta tossisce e starnutisce vicino a te, la probabilità di trasmissione del virus in questi casi è zero. Nell'aria, sotto l'azione dell'ossigeno, muore quasi immediatamente.

Esiste la possibilità di contrarre l'HIV se la saliva, il sudore, le lacrime o l'urina del paziente vengono accidentalmente persi nella pelle?

In queste sostanze, la concentrazione del virus è estremamente bassa - non è sufficiente infettare. Anche se una grande quantità di urina, saliva, sangue, lacrime, sudore di una persona infetta cade sulla pelle intatta, il danno sarà anche impossibile.

C'è il pericolo di contrarre l'AIDS nei bagni pubblici e nelle piscine?

È impossibile essere infettati da un virus attraverso l'acqua, perché non vive in un liquido per molto tempo. Nella sauna e nel bagno, il virus muore rapidamente in condizioni di elevata umidità e temperatura.

Quali sono le possibilità di contrarre l'HIV da punture di zanzara e altri insetti?

Il fatto che le zanzare portino l'HIV non è altro che un mito terribile e infondato. Diversi studi hanno dimostrato che le zanzare non possono essere portatrici del virus dell'immunodeficienza.

Quindi, è quasi impossibile essere infettati da un virus di immunodeficienza nell'ambiente domestico. Per la prevenzione di rari casi di infezione, è necessario seguire alcune misure:

  • Assicurare con cura che il materiale biologico del vettore del virus non si depositi sulla pelle o sulle mucose danneggiate;
  • non permettere a nessuno di utilizzare prodotti per la cura personale;
  • monitorare la sterilità degli oggetti perforanti (forbici, dispositivi per manicure, coltelli).

Se si ottiene l'HIV in acqua, si può essere infettati bevendo quest'acqua.

Il virus dell'immunodeficienza è un grande pericolo per ogni persona, poiché causa una malattia incurabile che riduce significativamente l'aspettativa di vita e ne riduce la qualità. Evitando i rapporti sessuali non protetti e l'uso di strumenti medici e manicure non sterili, una persona fornisce protezione contro l'infezione da questa malattia mortale. Ma è sufficiente per mantenere la loro salute, perché i pazienti con immunodeficienza stanno diventando sempre più numerosi e spesso tutti li affrontano in una varietà di luoghi. Quanto vive l'HIV nell'acqua? Questa è una domanda piuttosto eccitante. È possibile ottenere l'HIV dall'acqua attraverso il bagno nei fiumi e nelle piscine pubbliche? Le risposte a queste domande possono essere ottenute di seguito.

Un microrganismo può entrare in qualsiasi liquido, corpi idrici solo con sangue o altre secrezioni fisiologiche di una persona malata (spermatozoi, secrezioni vaginali). A questo proposito, sorge la domanda: l'HIV vive nell'acqua?

Il virus dell'HIV in acqua può essere una piccola quantità di tempo, pur mantenendo la sua contagiosità. Questo periodo spesso non è sufficiente per entrare nel corpo umano e causare una malattia pericolosa. Le virioni possono sostenere i loro mezzi di sostentamento solo in un organismo vivente. È collegato con l'acidità, la temperatura dell'ambiente e la presenza di nutrienti necessari per la vita dei patogeni. Con l'esclusione di almeno uno di questi fattori, il virus cessa di moltiplicarsi e muore immediatamente.

L'agente causale dell'immunodeficienza muore con la distruzione delle cellule in cui vive. Da questo fatto, ne consegue che, una volta entrato nel fluido come parte delle cellule delle sostanze biologiche, il retrovirus muore per la quantità di tempo che questa struttura può sopravvivere al di fuori del corpo umano. Se un virus, per esempio, è nello sperma, morirà in pochi minuti, poiché le cellule germinali perdono la loro motilità e si dissolvono nel liquido. La situazione con il sangue è più complicata: in essa il patogeno può rimanere contagioso per un periodo più lungo, ma a causa di una forte diminuzione della temperatura nell'ambiente esterno, morirà quasi istantaneamente.

Sicuramente no. Il retrovirus non viene trasmesso attraverso questa sostanza, cibo e aria.

Considerando i fatti di cui sopra, alla domanda "è l'HIV muoiono in acqua?" Può senza dubbio dare una risposta affermativa perché l'agente eziologico di questa malattia può rimanere attivo solo nelle cellule dei media. In altre condizioni, questo microrganismo perde la sua vitalità molto rapidamente. È quasi impossibile per loro essere infettati quando si fa il bagno in uno stagno o si mangiano piatti preparati da un trasportatore di infezioni.

Secondo i materiali www.zppp.saharniy-diabet.com

Qualsiasi contatto con una persona infetta da HIV causa sempre molti dubbi. Sebbene la principale modalità di trasmissione di questa infezione sia sessuale, ci possono essere situazioni in cui i liquidi biologici (principalmente sangue) della persona infetta cadono sulla pelle di una persona sana. Cosa fare con esso?

Per ridurre al minimo il rischio di infezione, è necessario trattare la pelle di una persona sana quando il materiale infetto da HIV si accumula.

Puoi contrarre l'infezione da HIV solo se sei in contatto diretto con un biomateriale infetto. Per fare questo, sulla pelle di una persona sana dovrebbero esserci aree con epitelio danneggiato. In linea di principio, è impossibile ottenere l'AIDS: questa condizione si sviluppa gradualmente, essendo la fase finale dell'infezione da HIV.

Il virus, penetrando attraverso la superficie della ferita nel sangue, inizia a moltiplicarsi nel flusso sanguigno. Il tasso di manifestazione della malattia dipende dalla profondità del danno e dalla quantità di sangue infetto da HIV intrappolato sulla pelle.

Situazioni che possono portare a infezioni:

  • l'uso di rasoi, forbici, accessori per le unghie dopo una persona infetta;
  • violazione dell'integrità della pelle in un combattimento con un paziente HIV;
  • tatuaggio nei saloni non testati in cui vengono utilizzate attrezzature non sterili;
  • riutilizzo di aghi per iniezione medica.

Il trattamento della pelle in caso di contatto accidentale con esso di materiale infetto da un'infezione viene effettuato strofinando con un tampone inumidito con un liquido disinfettante:

  • vodka;
  • alcol;
  • soluzione di permanganato di potassio;
  • perossido di idrogeno.

Se, tuttavia, i liquidi corporei contaminati colpiscono la pelle danneggiata, consultare immediatamente un medico. La conduzione tempestiva della chemioprofilassi aiuterà a eliminare l'infezione dal virus dell'immunodeficienza.

Gli operatori sanitari sono a rischio di possibili infezioni da HIV. La fonte di pericolo è un paziente infetto che potrebbe non essere nemmeno a conoscenza della sua malattia.

Possibili cause dell'infezione da HIV da parte del personale medico negli ospedali:

  • mancanza di dispositivi di protezione quando si lavora con materiali biologici (guanti, indumenti da lavoro, maschere);
  • Ammissione a lavorare con biomateriali di persone che hanno microlesioni di mani o malattie della pelle;
  • violazione delle regole per l'uso di aghi da piercing: il cappuccio non deve essere messo sull'ago usato, è anche vietato rimuovere l'ago dalla siringa con l'aiuto delle mani;
  • Smaltimento errato di attrezzature mediche taglienti: estrazione di rifiuti in normali buste di plastica, lasciando incustoditi gli strumenti usati;
  • violazione delle regole degli strumenti di elaborazione: pulizia pre-sterilizzazione senza ammollo in soluzione detergente.

Se queste regole elementari non vengono seguite, allora l'ingresso di materiale infetto da HIV sulla pelle danneggiata del corpo di una persona sana può causare infezione da infezione da HIV.

Per escludere l'infezione, i medici devono attenersi alle regole di sicurezza di base:

  1. È obbligatorio usare i guanti quando si contattano tutti i pazienti. Devono essere cambiati dopo ogni persona, e non solo quando le mani sono sporche.
  2. Quando si eseguono procedure di assistenza infermieristica, che possono portare a spruzzi di vari liquidi umani, è necessario indossare maschere di stoffa monouso e occhiali protettivi di plastica. Anche durante le procedure, l'impiegato della clinica è obbligato a indossare abiti speciali (un accappatoio, un grembiule).
  3. La disinfezione e lo smaltimento di strumenti chirurgici per il piercing e il taglio devono essere eseguiti in conformità con le norme di sicurezza. Ciò include: raccogliere gli aghi in contenitori speciali, sostituirli tempestivamente e smaltirli in luoghi designati.
  4. Prima di sterilizzare gli strumenti usati, il trattamento di forbici e bisturi deve essere effettuato in una stanza appositamente designata. Il dipendente deve eseguire la lavorazione con guanti e indumenti da lavoro. Un esempio di preparazione di una soluzione disinfettante: è necessario portare 200 ml di perossido di idrogeno al 3% a 1 litro con acqua.
  5. Se un medico ha crepe, eruzioni cutanee e graffi sulla sua pelle, sarà rimosso dal lavoro con i fluidi biologici del paziente fino a quando non viene curato.
  6. In condizioni di laboratorio, i materiali sapientemente contaminati devono essere smaltiti in un contenitore ermetico in conformità con le norme interne dell'ente.

Il trattamento della pelle di un operatore medico in caso di contatto con materiale infetto da HIV viene effettuato con l'aiuto di fondi che si trovano in uno speciale kit di pronto soccorso, che si chiama "Anti-AIDS".

Se, durante l'implementazione di varie procedure mediche, non è stato possibile prevenire situazioni di emergenza impreviste, viene eseguito un complesso di misure preventive e, se necessario, la profilassi post-esposizione dell'infezione.

Le misure preventive primarie includono:

  1. Se ferisci la mano con uno strumento appuntito, devi rimuovere il suo guanto ed eseguire il trattamento. Per prima cosa dovresti lavarti le mani con acqua corrente e sapone. Quindi trattare la pelle con antisettici: 70% di alcol e 5% di alcol iodio.
  2. Se il sangue di una persona infetta da HIV viene a contatto con la pelle delle mani non danneggiata: trattare la zona con alcol al 70% di concentrazione, quindi lavare con sapone e tenere un altro trattamento con alcool.
  3. Quando i biomateriali entrano nella cavità orale: risciacquare abbondantemente con acqua corrente pulita, quindi risciacquare la bocca con etanolo al 70%.
  4. Se il sangue del paziente penetra nella mucosa degli occhi o del naso, devono essere lavati a lungo con acqua pulita, cercando di non sfregare, poiché si può danneggiare l'involucro e contribuire all'infezione.
  5. Gli abiti da lavoro dell'operatore sanitario, se il biomateriale si infila sopra, devono essere immediatamente rimossi e messi in un contenitore con un disinfettante.

Dopo l'elaborazione, si è verificata una valutazione del possibile rischio di infezione e della documentazione dell'incidente.

A seconda della profondità del danno ai tessuti di una persona sana nel sito di iniezione o di un taglio, della quantità di sangue ingerita e del tipo di strumento dannoso, viene presa la decisione di effettuare la profilassi post-esposizione (PEP). Include l'uso di farmaci antiretrovirali: Lopinavir (o Ritonavir) + Zidovudina (o Lamivudina). Questo schema è considerato standard. Se è necessaria la sostituzione di qualsiasi farmaco, allora dovrebbe avvenire sotto la supervisione di uno specialista in malattie infettive.

In caso di contatto con il materiale infetto, deve essere effettuato il più rapidamente possibile un esame del sangue rapido per gli anticorpi dell'HIV.

Basato su materiali di aids24.ru

Ogni giorno una persona deve affrontare il problema dell'infezione con varie infezioni e virus. Alcuni di loro sono trasmessi attraverso l'aria, mentre altri attraverso il sangue o durante il contatto sessuale. Una delle malattie più gravi e fatali è il virus dell'immunodeficienza o l'HIV. L'infezione da questo tipo di malattia virale richiede il contatto diretto con il sangue di una persona infetta. Quanto sangue ci vuole per contrarre l'HIV? La risposta a questa domanda non può essere inequivocabile, poiché ci sono troppi fattori che riducono o aumentano la probabilità di infezione.

Il termine "immunodeficienza" implica che il paziente riduce significativamente l'immunità naturale.

Un esame del sangue da una vena mostrerà cosa ha causato i disturbi. Quando si procede alla donazione di sangue, ogni campione è etichettato, il nome e gli altri dati del paziente sul tag non sono indicati. Ci sono test rapidi per l'uso domestico, che usano il sangue da un dito. Il risultato sarà noto dopo pochi minuti. Ma questo tipo di ricerca non può essere accettato dai medici, poiché la conferma formale o la negazione della diagnosi richiedono solo analisi di laboratorio.

Dopo che una persona ha superato un campione di sangue, il medico darà la conclusione appropriata.

Il virus dell'immunodeficienza e l'AIDS non sono la stessa cosa. Il virus agisce gradualmente e nella maggior parte dei casi lentamente. Dopo l'infezione, una persona vive, a volte senza sospettare sulla sua malattia per più di 10 anni. A volte la malattia è quasi asintomatica e negli esseri umani non è necessario donare il sangue per l'analisi.

Un sacco di gente davvero non sa come un virus da immunodeficienza è infetto. Durante il periodo di dieci anni, i casi di lesioni di persone con il virus sono aumentati di 3 volte e il tasso di mortalità da questa malattia è aumentato di 13 volte. La cautela e la fornitura di informazioni complete sui metodi di trasmissione dell'immunodeficienza consentono alla popolazione di evitare situazioni pericolose e ridurre il rischio di infezione:

  • Le statistiche mostrano che il modo più frequente per trasmettere un virus è il contatto sessuale senza usare il preservativo. Secondo vari dati, il 70-80% dei pazienti è stato infettato da un partner infetto durante il rapporto sessuale. Con il contatto omosessuale, il rischio di infezione è significativamente più alto (61% dei casi).
  • Il virus può essere trasmesso attraverso l'uso di una siringa da parte di più persone, una delle quali è il portatore della malattia. Anche in una piccola quantità, il virus dell'immunodeficienza è in grado di svilupparsi attivamente nel corpo umano, indebolito dalle droghe.
  • Puoi essere infetto durante le trasfusioni di sangue durante l'intervento chirurgico. Con lo sviluppo della medicina, la possibilità di una tale trasmissione della malattia è molto bassa. Il donatore deve donare il sangue per i test prima che il suo materiale venga utilizzato per la trasfusione. Ma oggi c'è una probabilità del 3% di ottenere un virus da immunodeficienza con sangue donatore.
  • La malattia può essere trasmessa da madre a figlio. In questo caso, il trasferimento non si verifica durante la gravidanza e il periodo postpartum durante l'alimentazione. Il rischio è fino al 10%. Il mancato allattamento al seno elimina la possibilità di infezione in questo modo.

Quanto sangue è necessario per ottenere l'HIV? Per l'infezione e la riproduzione attiva delle cellule virali richiede la creazione delle condizioni più favorevoli per questo. Per una persona indebolita da una grave malattia, una piccola quantità di sangue, sono sufficienti diverse cellule che non possono essere viste ad occhio nudo. Affinché il virus dell'immunodeficienza possa infettare un uomo o una donna sani con una forte immunità naturale, sarà necessario un contatto prolungato con il sangue e la presenza di lesioni e ferite sulla pelle per la penetrazione delle cellule virali.

Il virus dell'immunodeficienza è avvolto in molte favole terribili sulle modalità di infezione da questa malattia. Una persona infetta dal virus dell'immunodeficienza non è pericolosa per gli altri, ma deve rispettare alcune regole di sicurezza:

  • È possibile che l'HIV si trovi nella stessa stanza con un paziente? No, non lo è. Sebbene molte persone credano nel contrario. Per trasmettere la malattia, è necessario che il sangue infetto entri nel sistema di afflusso di sangue di una persona sana.
  • L'HIV si trasmette attraverso la saliva? Sicuramente no. Ma un certo rischio in questa situazione è presente. Se una persona con un virus di immunodeficienza ha piaghe in bocca o le gengive sanguinano, le particelle del sangue sono presenti nella saliva e l'infezione è possibile.
  • Quanto tempo muore il virus? Al di fuori del corpo umano, le cellule virali muoiono abbastanza rapidamente in modo che il rischio di infezione da parte dei mezzi domestici sia una probabilità insignificante. In assenza di umidità, le cellule muoiono entro 12 ore. La pulizia dei locali con detergente uccide immediatamente il virus. Dovrebbe eseguire regolarmente la pulizia a secco e ad acqua a casa e in ufficio.

Se sei stato in contatto con una persona malata e il pericolo è minimo, per la tua rassicurazione, puoi passare l'esame appropriato. L'analisi può mostrare con precisione la presenza di cellule virali nel corpo. Se il risultato è negativo, non ci sono rischi per la salute.

Se c'è stato contatto con una persona infetta, non farti prendere dal panico e resta sveglio la notte a causa di una possibile infezione. È necessario ricordare attentamente e riprodurre in memoria tutti i dettagli del contatto. Il sangue di una persona malata ha colpito la pelle o una ferita aperta? Dopo che ora ci sono stati sintomi spiacevoli, se del caso. I disordini in ogni caso non porteranno alcun beneficio. Un esame del sangue per l'HIV deve essere eseguito 6 settimane dopo il contatto previsto. Il risultato dell'analisi sarà rigorosamente anonimo, non verrà divulgato sul luogo di lavoro o dei parenti.

Una domanda a parte è se il virus viene trasmesso attraverso il sangue secco? Il rischio di infezione da HIV in questa situazione è presente. Tuttavia, le proprietà del sangue essiccato sono diverse da quelle fresche. Il rischio di infezione è influenzato dal momento in cui si è verificata l'essiccazione, dallo stadio della malattia umana e dallo stato del sistema immunitario umano a contatto con il sangue secco.

Nella vita di tutti i giorni, devi comportarti bene e non dimenticare le precauzioni di sicurezza. Il contatto con sangue infetto deve essere evitato. Nella vita di tutti i giorni è facile da fare. I virus vengono spesso trasmessi attraverso il sesso non protetto. Per evitare questo, si dovrebbe sempre usare un preservativo. Se stai pianificando un altro metodo di contraccezione, dovresti sottoporti a screening per il virus dell'immunodeficienza e altre malattie comuni trasmesse sessualmente a entrambi i partner. Con un trattamento adeguato e buone condizioni di vita, una persona può vivere molto più a lungo dei valori medi.

Basato su krov.expert

№ 20 279 Malattie infettive 03.06.2015

Ciao, oggi ho viaggiato con persone sul treno, volevo davvero bere una donna trattata con acqua da una bottiglia, ho preso un pazzo e ho bevuto. Viaggiava con un bambino piccolo, apparentemente sano, pulito e pulito. Potrei avere una bottiglia di qualcosa di spaventoso? HIV, epatite (sono stato vaccinato all'età di 14 anni, a mio parere), tubercolosi, sifilide? L'acqua nella bottiglia era calda, ho preso solo 3 sorsi. L'unica cosa è che la mia gola è dolorante, può giocare un vantaggio negativo per me? Grazie in anticipo!

Olga Zemlyakova, il villaggio di Glass Raditsa

No, Olga, con mia grande fortuna - niente ti minaccia!

L'uso di una sola bottiglia senza il collo è pieno di tutta una serie di malattie infettive trasmesse attraverso il contatto familiare. Tra questi non sono solo la dissenteria, il colera, ecc., Ma anche la sifilide, l'epatite A, l'epatite C, l'HIV. Ad esempio, l'attività del treponema pallido (agente causale della sifilide) dopo il contatto con una persona infetta dura 20 minuti, e se è stato usato il rossetto (anche igienico), la durata dell'attività aumenta a 1,5 ore, e nella stagione fredda - a 2 -h ore Non è invano che ai bambini venga insegnato fin dalla tenera età ad osservare rigorosamente le regole dell'igiene personale (lavarsi le mani, avere posate personali e articoli per l'igiene).

DOMANDA SPECIFICA 06/03/2015 Olga, il villaggio di Glass Raditsa

Capisco quanto sia possibile il rischio in questa situazione? L'HIV e la sifilide sono di particolare interesse, poiché capisco che la madre sta allattando, ma il bambino può già bere da una bottiglia (forse la ragazza ha già bevuto da questa bottiglia). Per quanto ne so, l'HIV vive anche nel latte materno. Qual è la probabilità che il bambino abbia nutrito e poi bevuto da una bottiglia d'acqua e lasciato il virus?

C'è un rischio insignificante solo per la sifilide, altrimenti non c'è pericolo.

QUINTA DI RIFINIMENTO 28/06/2015 masim galkin, Mosca

È possibile contrarre l'HIV se si beve da una bottiglia in cui è possibile farlo con la saliva?

DOMANDA SPECIFICA 28 giugno 2015 Maxim Galkin, Mosca

È possibile ottenere l'HIV attraverso una bottiglia comune se si assume che contenga sangue con saliva? E a volte ho sanguinamento delle gengive?

RAFFINAZIONE DELLA DOMANDA 05/10/2016 Ivan, Russia, Kemerovo

Ciao, ho una domanda del genere: ho bevuto la vodka da un bicchiere e una birra da una bottiglia, come ho appreso, quindi è un drogato e malato di HIV. Se ammettiamo che la sua sbavatura, forse anche con il sangue arrivato, potrebbe essere stata infettata?

QUESTIONE DI RINVIO 11/21/2017 Yuri, Mosca

Buona sera Ho avuto una tale situazione in McDonalds, ero seduto con mia conoscenza e lei ha bevuto un caffè dal mio bicchiere, poi ho bevuto. Soffre di epatite B e sifilide. Dimmi, per favore, potrei avere queste malattie? E vorrei sapere che l'ecografia del fegato può mostrare l'infezione nelle prime fasi della malattia? Grazie in anticipo

DOMANDA DI CHIARIFICAZIONE 4 dicembre 2017 Natalia, Zheleznogorsk

Ciao, ho scoperto che la mia ragazza aveva l'ipatite, posso averla da quando bevevano da una bottiglia e una pinzetta, mi strinse le sopracciglia

Ciao, Olga. HIV, epatite, sifilide Non si può assolutamente uscire dalla bottiglia. Queste infezioni non vengono trasmesse in questo modo. Ma l'ARVI, l'infezione da herpes virus completamente, ma se non hai ancora alcun segno della malattia, molto probabilmente tutto è finito bene e non sei malato!

Gocce di sangue negli alimenti e nell'HIV

Domande correlate e raccomandate

1 risposta

Cerca nel sito

Cosa succede se ho una domanda simile, ma diversa?

Se non hai trovato le informazioni necessarie tra le risposte a questa domanda, o il tuo problema è leggermente diverso da quello presentato, prova a chiedere al dottore un'ulteriore domanda in questa pagina se è sulla domanda principale. Puoi anche fare una nuova domanda e dopo un po 'i nostri medici risponderanno. È gratis Puoi anche cercare le informazioni necessarie in domande simili su questa pagina o attraverso la pagina di ricerca del sito. Saremo molto grati se ci raccomanderai ai tuoi amici sui social network.

Medportal 03online.com svolge consultazioni mediche nelle modalità di corrispondenza con i medici sul sito. Qui ottieni le risposte dei veri praticanti nel tuo campo. Attualmente, il sito può ricevere la consultazione su 45 aree: allergologo, Venerologia, gastroenterologia, ematologia e genetica, ginecologo, omeopata, ginecologo dermatologo per bambini, neurologo infantile, chirurgia pediatrica, endocrinologo pediatrico, nutrizionista, immunologia, malattie infettive, cardiologia, cosmetologia, logopedista, Laura, mammologa, avvocato medico, narcologo, neuropatologo, neurochirurgo, nefrologo, oncologo, oncologo, chirurgo ortopedico, oftalmologo, pediatra, chirurgo plastico, proctologo, Psichiatra, psicologo, pneumologo, reumatologo, sessuologo-andrologo, dentista, urologo, farmacista, phytotherapeutist, flebologo, chirurgo, endocrinologo.

Rispondiamo al 95,66% delle domande.

Una persona in buona salute riceverà l'AIDS o l'HIV?

Una persona in buona salute riceverà l'AIDS o l'HIV se il paziente sputa nel suo cibo o fa cadere il suo sangue?

Dubito che tu possa ottenere in questo modo. Il virus è molto instabile nell'ambiente. Teoricamente, puoi supporre questo, se hai versato il sangue nel piatto, e lo hai bevuto proprio lì. Allora si.

Il semplice fatto che un piatto del genere (descritto da voi) possa essere ottenuto in un ristorante non è incoraggiante, ma è possibile ottenerlo se le persone senza coscienza lavorano. Conoscevo personalmente uno chef infetto da HIV + epatite C. Ovviamente non fa nulla del genere.

L'infezione da HIV attraverso la saliva è impossibile - contiene troppo poco del virus per causare l'infezione, anche se la saliva viene iniettata direttamente nel sangue (sarebbe necessario iniettarla in litri). Il sangue è un'altra questione - è sufficiente introdurlo letteralmente "sulla punta dell'ago", ma di nuovo - nel sangue. Per l'infezione orale, è necessario avere una ferita sanguinante aperta nella bocca, nell'esofago o nello stomaco e questo sangue dovrebbe fluire direttamente su di esso. Il virus dell'HIV, che è nel sangue che è stato gettato nel cibo, è improbabile che sopravviva fino al momento in cui inizi a mangiarlo (specialmente se il cibo è caldo). Pertanto, questa via di infezione sembra estremamente improbabile.

Il virus dell'AIDS è molto instabile nell'aria, disintegrandosi rapidamente.

Ma anche se un tale paziente decidesse di infettarti così, allora il cibo dovrebbe essere freddo (caldo - il virus distruggerà).

Inoltre, questo sangue infetto o saliva nel piatto dovrebbe essere talmente tanto che sicuramente lo noteresti, perché il cibo sarebbe annegato in esso semplicemente.

Ma anche se sei bendato e nutrito (servito a te) come un piatto "esotico", l'ulteriore acido gastrico neutralizzerà il virus e non sarà più pericoloso.

Se l'immunità normale, allora anche il cibo con colera o dissenteria non infetta sempre una persona.

Anche con una ferita aperta nello stomaco (un'ulcera nella forma aperta), è il tuo sangue che va nello stomaco e viene digerito, e non viceversa. Se il contenuto dello stomaco durante un'ulcera cadesse nel sangue direttamente dalla ferita, tutte le ulcere morirebbero immediatamente per avvelenamento del sangue.

Quindi questo metodo di infezione non è possibile.

È possibile diventare così infetto?

domanda:
Benvenuto! Volevo sapere da te se una persona con infezione da HIV è stata iniettata, e in un'ora un'altra con una siringa, qual è la probabilità di infezione?

1 ora è una piccola esposizione in modo che il sangue nella siringa si asciughi e l'HIV diventi non contagioso. Inoltre, la persona che ha iniettato una siringa di una persona con infezione da HIV apparentemente ha usato questa siringa per iniettare un farmaco in una vena. Secondo i dati pubblicati, la probabilità di contrarre l'infezione da HIV è del 90% quando si usa una siringa per iniettare un farmaco in una vena.
Si stima che un ago ferito da un vaso sanguigno di una persona infetta da HIV e contaminato da sangue fresco sia stimato come un rischio relativo di 5: 1. Un'iniezione profonda è importante. Se l'iniezione è stata superficiale nei tessuti molli, il rischio complessivo di infezione da HIV attraverso il contatto transcutaneo con sangue infetto è dello 0,3%. Per fare un confronto, il virus dell'epatite C è 10 volte più infettivo e il virus dell'epatite B è 100 volte più infettivo.

domanda:
Buon pomeriggio Per favore rispondimi, ma impazzirò! Ho incontrato un ragazzo Arrivato a casa, due opposti volevano andare in pensione. Erano carezze baci. Ho preso la mia saliva e inumidito il suo cazzo e lì diverse volte. Cioè, in bocca ha preso le sue dita, che erano direttamente sul suo pene. Ma l'essenza è questa, nella mia bocca c'erano ferite, che sono giorno. Non c'erano rapporti sessuali. Dopo mi ha detto che era infetto da HIV. Non c'erano più baci. Per favore aiutami, dimmi che c'è il rischio che anch'io abbia preso questa malattia? cosa dovrei fare? Grazie per prima.

rispondere:
Benvenuto! Indirettamente, attraverso il contatto delle mani con le secrezioni dall'uretra con la membrana mucosa della cavità orale, la trasmissione dell'HIV è improbabile, così come con i baci. Pertanto, non ricaricarti e sottoporsi tranquillamente al test dell'HIV, in modo anonimo dopo 2,5 - 3 mesi dall'incidente. Un risultato negativo significherà che non hai l'infezione da HIV e non hai bisogno di essere ulteriormente testato. Se hai avuto tali avventure 3 mesi fa e prima, ti consigliamo di fare il test per l'HIV ora, e poi, dopo 2,5 - 3 mesi.
Per coloro che vivono a Minsk, un test HIV anonimo (anche per la sifilide, l'epatite virale B, C) può essere ottenuto al seguente indirizzo: ul. K. Zetkin, 4, sala per trattamenti n. 301, montagne. tel. (8017) 321 22 68.

SANGUE NEL CIBO

Ciao, Irina.
Nella fantastica situazione che ti è venuta fuori, non c'è alcun rischio di infezione.

Trasformi la tua vita in un'eterna paura dell'infezione e riduce la qualità della tua vita.
Sbarazzarsi di maggiore ansia.

CREA UN NUOVO MESSAGGIO.

Ma tu sei un utente non autorizzato.

Se ti sei registrato in precedenza, quindi "accedi" (modulo di accesso nella parte in alto a destra del sito). Se sei qui per la prima volta, registrati.

Se ti registri, puoi continuare a monitorare le risposte ai tuoi post, continuare il dialogo in argomenti interessanti con altri utenti e consulenti. Inoltre, la registrazione ti consentirà di condurre una corrispondenza privata con consulenti e altri utenti del sito.