Principale > Verdure

Vulvite - sintomi, trattamento, cause, classificazione, diagnosi e prevenzione

La vulvite è un processo infiammatorio che colpisce la vulva (come la terminologia medica si riferisce agli organi genitali femminili esterni). Questa malattia nella pratica clinica è abbastanza comune, e colpisce non solo le donne adulte, ma anche le ragazze molto giovani, così come i pazienti anziani, e in tutti i casi vi sono esattamente gli stessi sintomi.

Con lo sviluppo del processo patologico, le grandi e piccole labbra, il clitoride, la vigilia della vagina e la membrana vergine sono infiammate (nelle ragazze che non hanno ancora avuto vita sessuale). La vulvite è caratterizzata dalla comparsa di bruciore e prurito nella zona dei genitali esterni, gonfiore e iperemia delle labbra, comparsa di abbondante scarico e dolore, aggravata dopo la minzione.

Cause di vulvite

I patogeni più comuni della malattia sono batteri opportunistici che, in un corpo sano, non causano alcun sintomo negativo. Allo stesso tempo, le infezioni trasmesse attraverso il contatto sessuale e, in rari casi, il Mycobacterium tuberculosis, possono provocare lo sviluppo di un'infiammazione.

Tuttavia, lo sviluppo del processo infiammatorio richiede la presenza di fattori predisponenti. Questi includono una diminuzione della difesa immunitaria del corpo e danni alla mucosa dei genitali esterni.

1. Molto spesso, la vulvite si sviluppa sullo sfondo di coleite o vaginite. Allo stesso tempo, il processo patologico può essere il risultato di lesioni alla vulva, igiene intima inadeguata, disturbi endocrini, patologie genitali ed extragenitali. Inoltre, le infezioni del tratto urinario (UTI), la disbiosi intestinale, le frequenti infezioni respiratorie acute, la tonsillite, le malattie infettive dei bambini, l'elmintiasi, l'incontinenza urinaria, l'ittero e varie patologie cutanee possono provocare lo sviluppo della malattia.

2. Nelle ragazze, i fattori meccanici, termici e chimici, così come la penetrazione di oggetti estranei nella vagina, possono causare lo sviluppo della vulvite. Nelle donne anziane, la malattia è spesso il risultato di cistite o diabete.

3. Il prurito della vulva può essere innescato da un acaro della scabbia o da un pidocchio pubico (in questo caso il forte prurito si sviluppa nell'area pubica e la vulvite stessa è una reazione allergica ai morsi dei parassiti).

4. Un'altra delle cause della vulvite è la dermatite seborroica della vulva. Questa è una malattia piuttosto rara di eziologia sconosciuta, con lo sviluppo di focolai infiammatori che appaiono sulla pelle e sulle mucose, che differiscono per intensità di colorazione, ricoperti da croste sottilissime e facilmente rimovibili.

5. Provocare anche lo sviluppo della malattia può hydradenitis purulenta. Questa è una lesione cutanea infettiva cronica, caratterizzata da un lungo flusso persistente. Nei pazienti che soffrono di questa patologia, ci sono delle perdite di odore sgradevole, che corrodono la pelle e le mucose e portano alla formazione di cicatrici dolorose.

6. Infine, la causa della vulvite può essere la psoriasi (patologia cutanea di eziologia sconosciuta).

Tipi e forme di vulvite

Nella pratica clinica, distinguere tra vulvite primaria (isolata) e secondaria.

1. Va notato che nelle donne adulte la forma primaria della malattia non è quasi mai trovata, perché la mucosa, a causa della prevalenza della microflora del latte acido, dei normali livelli ormonali e del pH acido, è più resistente alle infezioni. Tuttavia, la vulvite primaria è spesso registrata tra donne anziane e ragazze. Questa condizione si verifica a causa delle caratteristiche anatomiche e fisiologiche della mucosa della vulva e cambiamenti che si verificano a causa del basso livello di ormoni sessuali femminili. Nelle donne di età avanzata, nel periodo delle donne in postmenopausa, si osserva atrofia della membrana mucosa degli organi urogenitali, la quantità di secrezioni vaginali è significativamente ridotta, le membrane mucose diventano più sottili e secche. Di conseguenza, sono facilmente danneggiati e diventano più vulnerabili alle infezioni.

Nell'infanzia, la pelle e le mucose della vulva sono più sottili e quindi sono facilmente lesionate. La microflora della vagina delle ragazze, in contrasto con la microflora "adulta", è prevalentemente coccal, il pH è alcalino e l'immunità locale non è completamente formata. Inoltre molto spesso, la vulvite nelle ragazze può verificarsi a causa della presenza di ossiuri. Provocano un forte prurito, a causa del graffio della mucosa è ferito e l'infezione penetra. A volte si verificano perdite vaginali nelle ragazze appena nate. Sono innescati da estrogeni materni rilasciati dal parto nel corpo del bambino. Tale stato non dovrebbe essere considerato patologia, e presto passerà da solo.

2. La vulvite secondaria è una condizione patologica che si verifica più frequentemente. Si verifica a causa di irritazione dei genitali esterni con secrezioni vaginali e cervicali infette o urine infette (per le malattie delle vie urinarie).

A seconda del tipo di patogeno, è usuale distinguere tra vulvite batterica e candidale e, a seconda della natura delle trasformazioni patologiche della mucosa dei genitali esterni, la vulvite è divisa in atrofica, ulcerativa e adesiva.

Candida vulvitis

Questa malattia è causata da funghi simili al lievito del genere Candida. Colpisce le piccole e grandi labbra, il clitoride e la vigilia della vagina. Di conseguenza, si sviluppano grave prurito e bruciore, che si intensifica prima dell'inizio del periodo mestruale e si attenua un po 'durante il periodo post-mestruale. Nei pazienti con vulvite candidosa, le mucose acquisiscono un colore viola-bluastro, a volte le eruzioni appaiono nella vulva sotto forma di piccole bolle (vescicole), e una pellicola di cagliata bianca si forma sulla zona tra le piccole labbra.

Nelle donne che soffrono di ipofunzione ovarica, diabete e mixedema, il processo patologico si estende talvolta alla regione perianale e alle pieghe femorali-inguinali.

Vulvite batterica

La vulvite batterica è una condizione patologica innescata da microflora condizionatamente patogena o da infezioni a trasmissione sessuale (gonococchi, trichomonadi, clamidia). Molto meno spesso la tubercolosi del micobatterio può provocare la malattia.

Durante la gravidanza, la vulvite batterica, di regola, si sviluppa sullo sfondo di un'immunità ridotta, a causa dell'attivazione della microflora stafilococcica. A causa dei significativi cambiamenti funzionali e ormonali che si verificano nel corpo della futura madre, patogeni specifici e non specifici sono molto più facili da penetrare nello spessore della mucosa dei genitali esterni.

Vulvite atrofica

Questa forma di patologia è caratterizzata da assottigliamento della membrana mucosa della vulva, che spesso si verifica nelle donne dopo la menopausa. Va sottolineato che senza la terapia ormonale sostitutiva, la vulvite atrofica progredirà costantemente e, alla fine, porterà alla formazione di erosioni dolorose.

Vulvite ulcerosa

La vulvite ulcerosa è una forma cronica del processo patologico, che è caratterizzato dalla formazione sulla membrana mucosa danneggiata dei genitali esterni della placca, al posto della quale, dopo la rimozione, rimangono le ulcere. Il più spesso, questa patologia è trovata in pazienti di età riproduttiva.

Nota: dopo la guarigione delle ulcere, vi è spesso una deformità marcata dei genitali esterni.

Vulvite adesiva

La vulvite adesiva, o fusione (sinechia) delle piccole labbra, è una malattia di eziologia sconosciuta che si verifica nelle ragazze di età inferiore ai cinque anni. È caratterizzato dall'adesione delle labbra, per cui, infatti, ha preso il nome. Nella fase iniziale del processo patologico, si forma un ponte epiteliale tra le piccole labbra, che quasi completamente si sovrappone alla vulva. In alcuni casi, i bambini lamentano una lenta minzione, ma, allo stesso tempo, le sinechie sono molto più spesso rilevate abbastanza per caso, con un attento esame degli organi genitali esterni. Allo stesso tempo, le piccole labbra sono collegate lungo il "bordo" al bordo anteriore, dove rimane un piccolo foro, da cui le foglie di urina.

Di regola, questo stato non causa sensazioni soggettive e, con l'inizio della pubertà, si verifica la sua auto-guarigione. Tuttavia, con lo sviluppo di aderenze grossolane, in alcuni casi, è indicato l'intervento chirurgico (dissezione delle piccole labbra).

I sintomi della vulvite

I segni clinici della malattia dipendono dalla natura del suo decorso.

1. La vulvite acuta è una condizione patologica caratterizzata da un'insopportabile sensazione di bruciore nella regione vulvare, aggravata dalla minzione e dal camminare. Inoltre, la membrana mucosa sviluppa edema e iperemia, accompagnata da prurito doloroso e presenza di placche purulento-fibrinose. Spesso nella regione inguinale, i linfonodi aumentano, il dolore appare nella regione lombosacrale e nell'addome inferiore e la temperatura corporea aumenta. Nel caso in cui l'infezione colpisca l'uretra, ci possono essere tali comorbidità come la cistite e l'uretrite.

Nelle ragazze che soffrono di vulvite acuta, il sonno è disturbato e vi sono segni pronunciati di eccitabilità nervosa.

Va sottolineato che con il trattamento sbagliato e tardivo, la vulvite acuta spesso si trasforma in una forma cronica, caratterizzata da un decorso recidivante.

2. La vulvite cronica è una forma del processo patologico che procede sullo sfondo di placare prurito e dolore. In questa fase, il processo infiammatorio si sposta verso i genitali interni e, di conseguenza, il paziente appare scarso scarico, accompagnato da bruciore e prurito. In alcune parti della mucosa vulva si osservano lesioni dolorose iperemiche e si osserva l'ipertrofia della ghiandola sebacea.

Diagnosi di vulvite

Quando si effettua una diagnosi, viene presa in considerazione la storia medica del paziente e vengono presi in considerazione anche il quadro clinico ei parametri di laboratorio (esame microscopico e batteriologico della scarica dai genitali).

Nota: durante la coltura, la semina con il rilascio dell'agente patogeno è determinata dalla sua sensibilità agli antibiotici.

Se vi è il sospetto che la causa del verificarsi della vulvite sia la presenza di parassiti, gli sforzi di uno specialista dovrebbero essere diretti a identificare gli stessi patogeni o a trovare lendini e uova, che, di norma, sono attaccati ai peli pubici.

E 'obbligatorio nella diagnosi di vulvite dovrebbe essere la diagnosi di patologie associate che riducono lo stato immunitario del corpo o sono una fonte diretta di infezione.

Quando i sintomi della malattia vengono rilevati nella ragazza, devono essere mostrati al ginecologo pediatrico. Se necessario (se ci sono corpi estranei nella vagina), viene eseguita la vaginoscopia per il bambino, dopo di che il corpo estraneo viene rimosso con un dito o una pinza (a volte questa procedura richiede l'anestesia).

Durante l'esame diagnostico, vengono prelevati strisci vaginali dalla ragazza per esami batterioscopici e batteriologici, nonché per determinare la suscettibilità del patogeno agli antibiotici.

Trattamento della vulvite

Oggi, nella pratica clinica, il trattamento di questa malattia viene eseguito in un complesso che include terapia generale e locale. Va notato che durante il trattamento non viene eliminato solo il processo infiammatorio, ma vengono eliminati anche i fattori che hanno provocato la sua insorgenza.

Alle ragazze a cui viene diagnosticata la vulvite viene dato un periodo di riposo a letto e si consiglia alle donne in età riproduttiva di non fare sesso durante il trattamento.

Quando si prescrive la terapia antibiotica, viene presa in considerazione la sensibilità del patogeno identificato agli antibiotici. Nel caso in cui una donna venga diagnosticata con gonorrheal, clamidia, trichomonas o vulvite tubercolare, il trattamento prevede la completa distruzione dell'agente infettivo. Con lo sviluppo della vulvite candidale, ai pazienti vengono prescritti farmaci antimicotici.

È obbligatorio per la forma acuta della malattia, nonché per l'esacerbazione del processo patologico cronico, è raccomandato un trattamento locale. Per questo vengono prescritti pomate speciali e vengono trattati i genitali esterni. Come regola generale, nel trattamento della vulvite si usano impacchi freddi e lozioni con l'uso di infusione di eucalipto, soluzione di furatsilina o acqua di piombo. Bagni sessili con infusioni di erbe medicinali o soluzione di permanganato di potassio, lavaggi con soluzioni antisettiche, toilette dei genitali esterni con infusione di camomilla, soluzione di permanganato di potassio o acido borico, nonché candele antiinfiammatorie vaginali hanno ottenuto buoni risultati.

Nel caso in cui al paziente venga diagnosticata una vulvite allergica, viene prescritta una dieta che include l'eliminazione di alimenti dolci, piccanti e salati, oltre a essere trattata con farmaci antistaminici.

Nella diagnosi di dermatite seborroica, che ha causato lo sviluppo della vulvite, alla donna viene prescritto un trattamento locale con un unguento all'idrocortisone e, se necessario, una terapia antinfiammatoria ormonale sistemica.

L'idrolenite purulenta richiede anche un trattamento topico. Per fare questo, usa omosessuali steroidi e antibiotici.

Nota: per un lungo decorso della malattia senza dinamica positiva, è indicata l'escissione chirurgica della pelle colpita nell'area vulvare.

Con la natura atrofica della vulvite, si raccomanda la terapia sostitutiva con estrogeni generali o locali.

Le infezioni parassitarie dovrebbero essere trattate non solo il paziente, ma anche tutte le persone che sono in stretto contatto con lei. Solo dopo la completa eliminazione dei parassiti si può alleviare il processo infiammatorio.

È imperativo trattare la patologia associata alla vulvite e assumere farmaci che rafforzino il sistema immunitario (vitamine e immunostimolanti).

Trattamento della vulvite nelle ragazze

Gli esperti consigliano 2-3 volte al giorno di lavare i genitali esterni con brodi di erbe medicinali (camomilla o treno), nonché una soluzione di bicarbonato di sodio o di furatsilina. Le ragazze dopo tali procedure, i genitali dovrebbero essere bagnati con una garza pulita e poi spalmati con olio vegetale sterile o crema per neonati. Inoltre, le polveri speciali hanno funzionato bene. Con forti graffi e croste, si consiglia l'irradiazione ultravioletta e il lavaggio della vulva con soluzioni anestetiche, nonché furacilina o rivanolo. Quando si rileva la sinechia vengono usati pomate speciali, che includono gli estrogeni.

Prevenzione della vulvite

Al fine di prevenire lo sviluppo del processo patologico, è necessario iniziare il trattamento tempestivo delle patologie esistenti, nonché la riabilitazione dei focolai cronici di infezione. Ai primi segni di vulvite acuta, si dovrebbe cercare l'aiuto di uno specialista che prescriverà l'esame diagnostico necessario e raccomanderà un trattamento efficace.

Le principali misure di prevenzione generale della malattia comprendono un'attenta osservanza delle regole dell'igiene intima, il rifiuto di indossare abiti ravvicinati (in particolare sintetici), il mantenimento di uno stile di vita sano, un'alimentazione razionale, l'uso di dispositivi di protezione individuale per contatti sessuali casuali, esercizio fisico regolare e rafforzamento dell'immunità generale.

Vulvite nelle donne: sintomi e trattamento

La vulvite è una malattia che può svilupparsi non solo nelle donne adulte, ma anche nelle ragazze molto giovani. Tra le altre malattie ginecologiche diagnosticate nei bambini, la percentuale di vulvite rappresenta il 70%. L'età media dei bambini ammalati varia da 1 a 9 anni. Immediatamente dopo la comparsa dei primi sintomi di vulvite, è necessario iniziare il trattamento, poiché la malattia minaccia lo sviluppo di gravi complicanze. In futuro, ciò potrebbe influire sulla qualità della funzione riproduttiva.

Contenuto dell'articolo:

Vulvite - che cos'è?

La vulvite è un'infiammazione della vulva. Per vulva si intendono tutti i genitali esterni, tra cui l'apertura esterna dell'uretra, il clitoride, l'ingresso nella vagina, le grandi labbra e le grandi labbra.

Come malattia indipendente, la vulvite si sviluppa raramente. Il più delle volte è combinato con l'infiammazione della vagina e si chiama vulvovaginite.

Classificazione della vulvite

La vulvite può essere acuta (la malattia dura meno di un mese), subacuta (la malattia dura non più di 3 mesi) e cronica.

A seconda dell'età di una persona, ci sono tipi di vulvite, come ad esempio:

Vulvite infantile (la malattia si sviluppa in un bambino di età inferiore a un anno).

Vulvite da bambini (la malattia si sviluppa all'età di 1-8 anni).

Vulvite prepuberale (la malattia si sviluppa nel periodo da 8 anni prima dell'inizio della prima mestruazione).

Vulvite puberale (la malattia si sviluppa dopo l'inizio delle mestruazioni).

La vulvite può essere causata da agenti infettivi, inclusa la flora opportunistica e patogena. A volte la malattia ha un'origine non infettiva, ad esempio, dopo l'introduzione di un corpo estraneo nella vagina, con allergie, ustioni, dopo l'infortunio, con disturbi metabolici.

La vulvite infettiva può essere specifica (la causa della malattia è la flora patogena) e non specifica (la causa della malattia è la flora patogena).

La vulvite può essere primaria. In questo caso, il fattore infiammatorio nel corpo avviene dall'esterno. Inoltre, la malattia potrebbe essere secondaria. In questo caso, la penetrazione dei microbi nella vulva di una donna si verifica da altri focolai di infiammazione, che sono presenti nel corpo, ad esempio, da denti cariati, da tonsille infiammate, ecc.

Cause di vulvite

La probabilità di sviluppo della malattia nelle donne è elevata, che è associata alle caratteristiche della struttura fisiologica dei loro organi genitali. Immediatamente dopo l'apparizione della ragazza nel mondo, la sua vagina rimane sterile. La popolazione di flora opportunistica si verifica solo dopo una settimana.

Prima della pubertà, l'ambiente nella vagina sarà alcalino o neutro, in quanto privo di batteri che producono acido lattico.

Poiché non c'è acido, la protezione locale è ridotta. La flora infettiva è più facile da infettare la vulva e causare infiammazione. Inoltre, in giovane età, il sudore e le ghiandole sebacee nella zona genitale esterna sono poche, la fessura genitale non è completamente chiusa e la pelle è vulnerabile e tenera. Tutto ciò aumenta la probabilità di vulvite.

Cause di vulvite primitiva non specifica

La vulvite aspecifica si sviluppa a causa dell'attivazione della flora opportunistica, che in piccole quantità è sempre presente nella vagina. Funghi, batteri anaerobici, proteine, ecc. Possono provocare infiammazioni.

Se una donna soffre di malattie croniche, ad esempio, ha una patologia del sistema genito-urinario, disturbi ormonali, diabete, quindi la probabilità di sviluppare aumenti della vulvite non specifici.

Per quanto riguarda le ragazze, più spesso soffrono di infezioni virali respiratorie acute, tonsilliti e tonsilliti, maggiore è la probabilità che abbiano un'infiammazione degli organi genitali esterni.

A volte la causa dello sviluppo di forme non specifiche della malattia sono i parassiti. In particolare, gli ossiuri sono in grado di portare su se stessi la flora patogena.

Se corpi estranei, come erba, sabbia, insetti, entrano nei genitali, possono tutti portare all'infiammazione.

Altri fattori nello sviluppo della malattia includono: antibiotici, ipovitaminosi, immunodeficienza. In generale, qualsiasi causa che contribuisca ad una diminuzione dell'immunità può portare alla vulvite.

Cause di vulvite atopica allergica

A volte le donne possono sviluppare una vulvite di natura allergica. Viene anche chiamato vulvite atopica.

Le seguenti cause possono provocare una reazione infiammatoria:

Mangiare cibi che sono allergici alle donne. Quindi, agrumi, cioccolato, fragole sono considerati allergenici.

Uso di prodotti per l'igiene intima che contengono fragranze e fragranze allergizzanti.

Indossare biancheria intima fatta di materiali sintetici.

Nei bambini, la vulvite può essere scatenata dalla dermatite da pannolino.

Igiene eccessiva con vampate frequenti

Inosservanza delle norme igieniche, uso di oggetti domestici condivisi con altre persone, ad esempio asciugamani.

La malattia può essere causata da microrganismi infettivi trasmessi sessualmente.

Gli agenti specifici che possono provocare la vulvite includono:

Gli agenti causali di malattie come la varicella, la scarlattina e il morbillo.

Nell'infanzia, la vulvite può essere il risultato di un'infezione che il bambino ha ricevuto durante il parto, mentre attraversava il tratto genitale della madre malata. Inoltre, l'infezione transplacentare non può essere esclusa.

I sintomi della vulvite

L'infiammazione acuta si manifesta nel caso in cui un'infezione si infetta sulla mucosa danneggiata.

I principali sintomi della vulvite sono il prurito e il bruciore nella regione delle grandi e piccole labbra, la comparsa di muco e pus dalla vagina. Per questo motivo, una donna avverte un forte disagio, soffre del suo sonno e dell'appetito, aumenta l'irritabilità. Se un bambino più piccolo è esposto alla malattia, allora la sua lacrimazione aumenta, peggiora la sua salute generale. Con un grave decorso di vulvite, la temperatura corporea del paziente aumenta, compaiono dolori all'addome, i linfonodi inguinali aumentano di dimensioni.

Esternamente, l'infiammazione acuta è espressa in arrossamento e gonfiore delle labbra. L'edema può diffondersi nel perineo e nella parte interna della coscia.

Quando il pus esce costantemente dalla vagina, provoca la macerazione del tessuto vulva. La pelle diventa morbida, gonfia e sciolta. Ciò aggrava il decorso della malattia. Inoltre, la leucorrea in eccesso può essere rilasciata dalla vagina.

Se la vulvite è stata causata da trichomonads, la donna ha un intenso prurito nel perineo, nei gonfiori della vulva e della vagina. Lo scarico diventa giallo e appare schiuma.

A condizione che la vulvite sia una conseguenza dell'attività patologica del fungo del genere Candida, il paziente manifesta il prurito più grave. Le escrezioni conterranno briciole bianche e scaglie che ricordano la ricotta.

Se l'infiammazione si sviluppa a causa di Escherichia coli, allora lo scarico diventa viscoso, macchiato di giallo-verde. Emettono un cattivo odore.

Una donna pettina i genitali, che porteranno alla formazione di ulcere, che si alterano e non guariscono.

Se non c'è trattamento, la vulvite acuta diventa cronica. I principali sintomi della malattia perdono la loro intensità. I bianchi continuano a distinguersi dalla vagina, ma il loro numero sta diminuendo. Di volta in volta la malattia può peggiorare.

Diagnosi di vulvite

Per determinare la diagnosi, una persona dovrà passare attraverso le seguenti procedure:

Visita il dottore, raccogliendo la storia.

Studiare l'anamnesi del paziente, diagnosticare patologie croniche, allergie, ecc.

Esame ginecologico Durante esso, il medico vedrà i genitali gonfiati e arrossati, la presenza di secrezioni patologiche.

Ispezione recto-addominale. Questa procedura consente di identificare i corpi estranei nella vagina.

Vaginoscopia. Se la vaginite si sviluppa in una vergine, allora questa procedura consente di ispezionare i genitali senza danneggiare l'imene.

Surrender urine for analysis. Ciò chiarirà la presenza di infiammazione del sistema urinario, che è spesso associata a vaginite. Eseguire analisi Nechiporenko, analisi generale e esame batteriologico delle urine.

Donazione di sangue per analisi generali.

Arrendersi alle feci per rilevare le uova di ossiuri in esso.

Ultrasuoni degli organi pelvici.

Fence sbavare dalla vagina su agenti patogeni.

Se necessario, vengono prescritti PCR e sierologia, questi metodi hanno un'elevata specificità.

Donazione di sangue per determinare il livello di glucosio in esso.

Se una donna ha comorbilità, è necessaria la consultazione di specialisti stretti.

Trattamento della vulvite

Per far fronte alla vulvite, al paziente viene prescritto un trattamento completo. La terapia dipende in gran parte dalla causa dell'infiammazione.

Dieta e regime di trattamento

Nel periodo acuto dell'infiammazione, devi rinunciare al lavoro o allo studio. Le donne sono mostrate a riposo a letto. Se la malattia ha un decorso grave, può essere necessario il ricovero in ospedale.

I prodotti alcalini vengono introdotti nel menu, tra cui: verdure, acqua minerale, latte. Escludere dalla dieta di carne affumicata, brodi grassi, carne arrostita, sottaceti, alimenti fermentati, agrumi, pomodori.

Se la malattia ha una natura allergica, è necessario eliminare i prodotti dal menu che possono causare una reazione infiammatoria. Questo vale per miele, uova, pesce, cioccolato, noci, bacche, ecc.

Terapia locale

Il trattamento locale è ridotto a lozioni e irrigazione della vulva, alla ricezione di bagni sedentari utilizzando soluzioni disinfettanti. Questo aiuta a ridurre l'intensità del prurito, alleviare l'infiammazione, il gonfiore e la combustione.

Per la preparazione di soluzioni disinfettanti utilizzare decotti di erbe (camomilla, salvia, corteccia di quercia, serie, eucalipto, erba di San Giovanni, ortica). La procedura deve essere eseguita almeno 3 volte al giorno per 10-15 minuti.

È inoltre possibile utilizzare preparati antisettici in forma finita. Questa può essere una soluzione di furatsilina, permanganato di potassio, clorofillite. Miramistin ha un effetto disinfettante pronunciato.

Un unguento con una componente antibatterica viene applicato ai genitali. Può essere tetraciclina, eritromicina o pomata oletricina.

È inoltre possibile applicare sui genitali una soluzione oleosa di clorofillaptico.

Assunzione di droga

Gli antibiotici per la vulvite sono prescritti a seconda della flora patogena che ha causato lo sviluppo di infiammazione. In caso di malattia grave, i farmaci vengono assunti per via orale.

Se la malattia di una persona è causata dalla crescita della flora fungina, vengono prescritti antimicotici. Può essere un mezzo come: Levorin, Itraconazolo, Fluconazolo. L'elaborazione locale viene eseguita utilizzando borace in glicerolo. È inoltre possibile utilizzare unguenti, che includono il clotrimazolo o altri componenti antifungini. Prima di iniziare il trattamento, la vulva viene trattata con una soluzione di soda a una concentrazione del 4%.

Se il paziente ha seminato trichomonas, le viene prescritto metronidazolo, tinidazolo o ornidazolo. Il corso del trattamento dura almeno una settimana. Quando la malattia ha un decorso cronico, usa il vaccino Solkotrihovak. Una donna riceve 3 iniezioni da 0,5 ml con una pausa di 14 giorni. Un anno dopo, la rivaccinazione viene eseguita da una singola iniezione del farmaco.

Per la vulvite gonococcica, sono prescritti ceftriaxone o altri antibiotici cefalosporinici.

Farmaci antibatterici ad ampio spettro prescritti per la vulvite causata da clamidia e micoplasmi. Può essere un mezzo come: Sumamed, Josamycin, Doxycycline.

Misure di igiene

Dopo ogni minzione è necessario lavare il cavallo. Il movimento dovrebbe essere diretto dalla parte anteriore a quella posteriore.

La biancheria intima deve essere cambiata 2 volte al giorno. Va lavato in acqua calda con prodotti ipoallergenici e sciacquato accuratamente.

È necessario lavare con l'uso di sapone una volta al giorno. Non è raccomandato farlo più spesso per non sovraccaricare la mucosa degli organi genitali.

Non usare polveri o oli aromatizzanti per prendersi cura dei bambini.

La biancheria dovrebbe essere fatta di materiali naturali.

Tutti i membri della famiglia dovrebbero avere i propri asciugamani.

Le norme igieniche intime devono essere rigorosamente osservate. Se la malattia ha un decorso non complicato, a volte un trattamento di alta qualità dei genitali è sufficiente per un completo recupero.

Raccomandazioni generali

Per ridurre l'intensità dell'infiammazione e rimuovere il gonfiore dai tessuti, è possibile utilizzare antistaminici: soprastinla, diazolina. Se la vulvite è di natura allergica, i farmaci vengono utilizzati per l'applicazione locale. Per fare questo, selezionali sotto forma di un unguento o gel.

Aree ausiliarie della terapia:

Ricevere farmaci sedativi: motherwort e valeriana.

L'uso di enzimi per la normalizzazione della microflora intestinale: Hilak-forte, Wobenzym, Bactisubtil.

L'uso di immunomodulatori: Immunal, Sodium Nucleate.

Uso di induttori di interferone: Neovir, Cycloferon.

Quando la malattia ricorre spesso, è necessario assumere estrogeni. Sono utilizzati per l'elaborazione locale. Contribuiscono al rapido recupero del tessuto danneggiato. A tal fine, gli esperti raccomandano Estriol e Folliculin.

Dopo che i sintomi della malattia possono fermarsi, è necessario includere nel menu le bevande a base di latte fermentato. Permettono di normalizzare la microflora vaginale e intestinale.

Se i farmaci antibatterici dovevano essere usati per il trattamento della vulvite, ai pazienti vengono prescritti farmaci antifungini.

Trattamento di malattie croniche

Non è sufficiente indirizzare gli sforzi solo al trattamento della vulvite. Se il corpo rimane focolaio di infezione, dopo un po 'l'infiammazione si ripresenterà di nuovo. Pertanto, è importante sbarazzarsi di denti cariati, curare le malattie del sistema urinario, ecc.

Se la vulvite si sviluppa sullo sfondo dell'invasione parassitaria, al paziente vengono prescritti agenti antielmintici, ad esempio Pirantel o Piperazina.

Se c'è un corpo estraneo nella vagina, allora deve essere rimosso. Quindi la vulva viene trattata con una soluzione antisettica.

Complicazioni di vulvite

Ignora la vulvite non può essere, perché la malattia minaccia gravi complicazioni:

Adesione e fusione delle piccole labbra. Questa patologia richiede l'aiuto di un chirurgo.

Atresia della vagina. Allo stesso tempo piccole labbra e vagina si uniscono.

Cistite. C'è un'infiammazione della vescica con intenso dolore durante la minzione.

Formazione di cicatrici nel sito in cui si trovavano le ulcere.

Imbibizione. Questa complicazione si manifesta nel blu degli organi genitali esterni. Questo colore può essere tenuto da una donna per il resto della sua vita.

Autore dell'articolo: Lapikova Valentina Vladimirovna | Ginecologo, specialista in fertilità

Istruzione: Il diploma "Ostetricia e ginecologia" è stato conseguito presso l'Università medica statale russa dell'Agenzia federale per l'assistenza sanitaria e lo sviluppo sociale (2010). Nel 2013, la scuola di specializzazione in NIMU prende il nome. N.I Pirogov.

vulvitis

La vulvite nelle donne è un processo infiammatorio che coinvolge la vulva, chiamata vulva. Questa zona include il clitoride, le labbra (sia grandi che piccole), il pube, l'imene olistico (nelle ragazze). Inoltre, la vulva stessa appartiene alla vagina, le ghiandole in essa contenute e la formazione che copre il canale urinario e si trova nelle grandi labbra (bulbo).

Questa malattia ha un decorso acuto e cronico. Se una donna inizia a sentire i primi sintomi di vulvite acuta, allora dovrebbe immediatamente iniziare a essere trattata in modo che non entri nella fase cronica.

Le cause della malattia

I fattori che causano la vulvite sono cause naturali come la presenza di un'alta umidità costante combinata con l'alta temperatura in cui i genitali risiedono all'esterno. Inoltre, lo sviluppo della malattia porta alla presenza di pieghe della vulva e aumento della sensibilità del tessuto.

Le principali cause della vulvite sono:

  • infezioni (stafilococchi, streptococchi, vari funghi, così come gonococchi, clamidia e vari virus);
  • sesso orale;
  • uso a lungo termine di antibiotici, farmaci contenenti ormoni, nonché agenti che sopprimono il sistema immunitario (il sistema immunitario diminuirà e si svilupperà l'infiammazione degli organi genitali). I suddetti rimedi uccidono la normale microflora e causano la disbiosi. Può manifestarsi come candidosi genitale;
  • altre malattie, che includono il diabete, così come la leucemia;
  • tumori maligni che si verificano negli organi genitali femminili;
  • altre malattie infiammatorie - piosalpinx, endometrite o vaginite;
  • processi infiammatori nell'uretra;
  • formazione della fistola tra la vagina e la vescica;
  • la presenza di vermi (vermi);
  • allergico a varie sostanze che fanno parte di profumi o cosmetici, carta igienica, sapone, deodoranti;
  • scarsa igiene personale (soprattutto per le donne che sono sovrappeso e soggette a dermatite da pannolino). Con insufficiente cura dei genitali esterni, si verifica l'infiammazione, che può anche andare ai genitali interni;
  • fattori meccanici, tipo chimico (masturbazione, manipolazione di sostanze aggressive);
  • lunga permanenza in condizioni di bagnato (nuoto).

Vaginite, vulvite tendono a svilupparsi in un momento in cui una grande quantità di ormone estrogeno è contenuta nel corpo femminile - durante l'infanzia, l'età di transizione o nel periodo postmenopausale. Inoltre, la vulvite si sviluppa spesso durante la gravidanza, che richiede l'attenzione di uno specialista e di un trattamento speciale. Solo un buon specialista dovrebbe trattarlo, e tutti i farmaci che prescriverà non dovrebbero danneggiare la salute del nascituro.

sintomatologia

La vulvite acuta è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • la presenza di rossore nella vulva;
  • gonfiore delle labbra (grande o piccolo);
  • sensazioni dolorose che diventano più forti durante la deambulazione, la minzione o il rapporto sessuale;
  • sensazioni di prurito e bruciore nella zona genitale;
  • la presenza di bolle che contengono liquido. Dopo un po 'vengono aperti e poi coperti con una crosta;
  • presenza di placche, ulcere, placche (questi sintomi sono caratteristici di un decorso cronico);
  • in alcuni casi - febbre e malessere.

La vulvite cronica tende a manifestarsi sotto forma di prurito nei genitali. Spesso questa malattia si sviluppa nelle donne con diabete. Se il paziente trova un sintomo simile al prurito, non deve peggiorare la situazione e pettinare i genitali, perché può causare un'infezione tissutale.

Prima di contattare uno specialista, dovresti fare un bagno caldo, nel quale puoi versare un decotto di fiori di camomilla, calendula o treno. Vale anche la pena di sapere che dovresti pulire con cura la vulva, facendo movimenti da davanti a dietro, ma non viceversa. I genitali dovrebbero essere sempre puliti e asciutti. I primi sintomi della malattia dovrebbero essere un segnale per andare da un ginecologo, perché trattare la vulvite acuta, che in futuro potrebbe diffondersi nella vagina e negli organi genitali interni, sarà più difficile.

Tipi di malattia

Le cause dello sviluppo della malattia dividono la patologia in due tipi:

  • tipo primario di vulvite - manifestato nell'infanzia o nell'adolescenza sullo sfondo delle tendenze ad altre malattie;
  • tipo secondario di vulvite - manifestato quando una donna è in età riproduttiva e ha altre malattie.

Secondo il decorso clinico della malattia, può essere suddiviso in:

  • vulvite acuta. Questo disturbo ha sintomi più pronunciati;
  • vulvite cronica. I sintomi sono meno pronunciati. Se la malattia non viene curata, inizieranno a svilupparsi complicazioni sotto forma di ulcerazione (vulvite ulcerativa).

Diagnosi della malattia

La vulvite è facile da diagnosticare, ma la cosa principale è iniziare a trattarla correttamente. Di solito, uno o più sintomi della malattia sono la ragione per andare da un dottore. Ad esempio, prurito o bruciore. Il medico, rivedendo la storia della vita e delle malattie, trarrà una conclusione sulla presenza di altre malattie che potrebbero causare l'infiammazione degli organi genitali esterni. Il ginecologo, che dovrebbe essere indirizzato a una donna in tali casi, eseguirà una serie di procedure diagnostiche necessarie per iniziare a trattare l'infiammazione sulla base dei dati ottenuti.

Manipolazioni eseguite da un ginecologo:

  • esaminare gli organi con una lente d'ingrandimento. Questo gli permetterà di identificare le aree di infiammazione e di identificare le bolle con il liquido;
  • condurrà uno studio (vaginale, rettale o bimanuale);
  • prendere una macchia per citologia. È in grado di rivelare se ci sono cellule maligne sugli organi genitali esterni. Inoltre, l'analisi identificherà l'agente eziologico della malattia;
  • condurre la vulvoscopia se necessario;
  • prescrivere analisi delle feci, identificando i vermi.

Trattamento della malattia

Il trattamento per la vulvite è quello di eliminare la causa che causa i sintomi della malattia. Se una donna ha uno stadio acuto della malattia, il ginecologo le consiglierà di astenersi dal sesso e di eseguire il trattamento a letto. È possibile trattare la malattia con farmaci speciali che ripristinano la microflora degli organi genitali. Inoltre, il medico prescrive il bagno al bagno, che contiene decotti di erbe, nonché soluzioni di clorexidina, permanganato di potassio e altri farmaci.

Il trattamento della vulvite richiede l'uso di farmaci di tipo antibatterico (creme, unguenti), che vengono applicati alla regione degli organi genitali esterni, nonché iniettati negli organi interni (vagina). Curare completamente la malattia significa salvare il paziente dalla manifestazione di tutti i sintomi spiacevoli. Il fatto che una donna sia completamente sana, sarà possibile parlare solo dopo aver ripreso una macchia, in cui non saranno rilevati agenti patogeni.

Spesso, le donne dopo la menopausa sviluppano vulvite atrofica. Questa malattia viene solitamente diagnosticata all'appuntamento di un ginecologo. In alcuni casi, la donna non fa nemmeno lamentele. Il trattamento di questa malattia dovrebbe essere solo complesso - prendendo vitamine, bagni con erbe medicinali, così come il trattamento degli organi genitali esterni con creme e unguenti.

Il trattamento della vulvite viene effettuato anche con l'aiuto di vitamine (gruppi E, C, A). La vulvite allergica viene trattata con l'uso di speciali farmaci antiallergici. Inoltre, per trattare correttamente la malattia, è necessario eliminare gli allergeni. Ad esempio, sostituire il prodotto per l'igiene intima, sapone e altri accessori cosmetici. Se a una donna viene diagnosticata una vulvite allergica, allora deve scegliere prodotti per l'igiene ipoallergenica. Curare questa malattia è finalmente reale sia nell'adolescenza che nell'età postmenopausale.

Prevenzione delle malattie

La vulvite allergica o un altro tipo di infezione può essere prevenuta se si seguono le regole dell'igiene personale e si conduce una vita sessuale sicura. È inoltre necessario evitare quei fattori che sono fondamentali per questa malattia. Se una donna ha notato sintomi di vulvite o vaginite, deve consultare immediatamente un medico qualificato e sottoporsi a un trattamento adeguato.